Apple tra le nuvole della musica?

Stando alle recenti indiscrezioni, la Mela sarebbe pronta ad abbracciare tutte e quattro le grandi sorelle del disco. Per annunciare a giugno il suo atteso servizio di streaming in the cloud. Già sbaragliata la concorrenza non licenziata?

Roma – C’è chi ha sottolineato come saranno proprio i suoi acerrimi rivali ad aprirle le porte al vasto reame del mercato musicale in the cloud . Apple sarebbe ormai pronta a scalare i cieli verso la nuvola sonica, grazie ad almeno due decisivi accordi con le grandi major del disco. Accordi che i rivali Amazon e Google non avrebbero in tasca.

A rivelarlo in esclusiva è stato un recente articolo pubblicato tra le pagine online della testata specializzata CNET : l’azienda di Cupertino avrebbe già strappato il fatidico sì ai vertici di EMI Music, che hanno praticamente seguito a ruota quelli di Warner Music Group. E le misteriose fonti sembrano sicure anche dell’imminente via libera da parte dei colossi Sony Music e Universal .

Le quattro grandi sorelle del disco potrebbero abbracciare dunque il tanto chiacchierato servizio di streaming musicale made in Cupertino , che potrebbe rivelarsi al mondo – sempre secondo CNET entro la prima settimana di giugno , nel corso della prossima edizione della WorldWide Developers Conference (WWDC).

In sostanza, Apple avrebbe sfruttato le strategie già annunciate da rivali come Amazon e Google, entrambi privi di accordi di licenza con le grandi etichette . La stessa stretta di mano con i rappresentanti di EMI e Warner avrebbe praticamente già dato alla Mela un significativo – se non definitivo – vantaggio competitivo, nella sempre più agguerrita rincorsa al trono della cloud musicale.

Gli equilibri di mercato potrebbero dunque venire spezzati ancor prima di partire. Apple riuscirebbe a concentrarsi sulla sua offerta licenziata, mentre Cloud Drive di Amazon si ritroverebbe a lottare per permettere ai suoi utenti di riversare file legalmente acquistati in uno spazio vuoto .

Ma gli accordi trovati con le major non rappresenterebbero l’unico potenziale vantaggio competitivo per gli archivi in the cloud di Apple. Sempre secondo le indiscrezioni, il servizio al gusto Mela eseguirà una analisi automatica dei vari dischi sfruttati dagli utenti , per l’ascolto successivo in streaming dei vari brani.

In altre parole , non ci sarà alcun bisogno di eseguire noiose – o lunghe , come nel caso di Google Music – procedure legate all’uploading delle canzoni. Un notevole risparmio di tempo che potrebbe attirare la vasta platea dei consumatori, specie di quelli già legati ad iTunes. Ma sarà davvero un colpo mortale per Amazon e BigG?

Pare che il servizio di Apple sia esclusivamente a pagamento, a differenza di quelli annunciati dai suoi competitor che offrono gratis i primi 5GB (Amazon) o uno stock di 20mila brani (Google). E c’è dell’altro: in caso di interruzione dell’abbonamento con Apple, si perderebbero tutti i brani caricati in the cloud . Sarà questo problema a salvare gli altri grandi pretendenti per il trono delle nuvole?

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ele scrive:
    e.gregori@libero.it
    comma23: se Guia Soncini cita una canzone, un romanzo, un film oppure utilizza un'espressione almeno 2 o 3 volte allora Mafe sentirà l'irresistibile coazione a fare altrettanto. #pensareconlapropriatesta #parlareconlaproprialingua
    • mafe scrive:
      Re: e.gregori@libero.it
      - Scritto da: ele
      comma23: se Guia Soncini cita una canzone, un
      romanzo, un film oppure utilizza un'espressione
      almeno 2 o 3 volte allora Mafe sentirà
      l'irresistibile coazione a fare altrettanto.
      #pensareconlapropriatesta
      #parlareconlaproprialinguaGuia ha citato il comma 22? Davvero?
  • garzone scrive:
    comunicazione e marketing
    Uno ha a che fare con gente che parla di comunicazione e marketing e in un articolo scrive di considerarsi "un'onesta artigiana che sa usare i suoi attrezzi".E sono costretto a viverci nello stesso mondo e nella medesima era geologica.
    • mafe scrive:
      Re: comunicazione e marketing
      - Scritto da: garzone
      Uno ha a che fare con gente che parla di
      comunicazione e marketing e in un articolo scrive
      di considerarsi "un'onesta artigiana che sa usare
      i suoi
      attrezzi".
      E sono costretto a viverci nello stesso mondo e
      nella medesima era
      geologica.Immagino che l'italiano non sia la tua prima lingua...
    • Funz scrive:
      Re: comunicazione e marketing
      - Scritto da: garzone
      Uno ha a che fare con gente che parla di
      comunicazione e marketing e in un articolo scrive
      di considerarsi "un'onesta artigiana che sa usare
      i suoi
      attrezzi".
      E sono costretto a viverci nello stesso mondo e
      nella medesima era
      geologica.Puoi sempre appoggiare il movimento pro-eutanasia
  • ingiurioso scrive:
    Un solo commento
    [img]http://1.bp.blogspot.com/_3o4QT3oL8Bs/TLnyxyf6UyI/AAAAAAAAAGk/raYCM5oG5Hk/s320/biting+pear[/img]
  • uno qualunque scrive:
    puzza
    Questo articolo puzza di marketing...
  • Walter Vannini scrive:
    concordo in pieno
    mi occupo (anche) di community online dal '96 e sono completamente d'accordo. Fra l'altro, a prendere alla lettera le metafore e a seguire i pifferai si sono sprecate molte opportunità.Concordo che "la comunicazione" (come se fosse una cosa a sé) è meglio calata nella realtà che autoreferenziale come è stata quasi universalmente negli ultimi tot anni: progettare, fare, valutare, imparare, e di nuovo a immaginare progetti.Naturalmente, facendolo è difficile diventare "guru", ma per cambiare si può raggiungere qualche risultato tangibile.
    • acido antisocial e scrive:
      Re: concordo in pieno
      E' facile concordare in pieno con un articoloil cui contenuto informativo e' tendente a zero.Nessuno mi restituira' il tempo perso leggendo di una persona che imbastisce un articolo sul fatto di non sapere qualcosa (ma di essere in larga, se non buona, compagnia) e che ci fara' un convegno sopra... programmaticamente per studiare nuovi metodi di far soldi sfruttando la sovrabbondante ignoranza in campo social dei reparti di marketing delle traballanti aziende italiote.Questo senza nulla togliere alla professionalita' della suddetta autrice, solo che poteva sforzarsi un pochino di piu': articoli su quello che non ho capito ne potrei scrivere a bizzeffe pure io...A.A.
    • ciccio quanta ciccia scrive:
      Re: concordo in pieno
      - Scritto da: Walter Vannini

      Naturalmente, facendolo è difficile diventare
      "guru", ma per cambiare si può raggiungere
      qualche risultato
      tangibile.senza contare che la superXXXXXla prematurata ha perso i contatti col tarapìa tapiòco
  • Ginoy PC scrive:
    Ti invidio
    Vorrei fare tanto quello che fai tu..Io ancora devo lavorare per vivere :'(:'(
    • Picchiatell o scrive:
      Re: Ti invidio
      - Scritto da: Ginoy PC
      Vorrei fare tanto quello che fai tu..

      Io ancora devo lavorare per vivere :'(:'(verrebbe da darti ragione la moda-slogan fino a poco tempo fa era "io so tutto" adesso dopo che i markettari stanno venendo finalmente ridimensionati per i danni prodotti la nuova moda-slogan e' " io non so niente"...
      • Ginoy PC scrive:
        Re: Ti invidio
        In effetti è un precedente per PI, un articolo contro se stessi.. Boh?!?!
        • Picchiatell o scrive:
          Re: Ti invidio
          - Scritto da: Ginoy PC
          In effetti è un precedente per PI, un articolo
          contro se stessi..


          Boh?!?!forse piu' di qualcuno sta comprendendo che hanno corso a perdifiato tanto per andare giu' per il burrone...
        • ciccio quanta ciccia scrive:
          Re: Ti invidio
          Articolo contro se stessi o modo per parlare del convegno? ;)
    • anonimo scrive:
      Re: Ti invidio
      - Scritto da: Ginoy PC
      Vorrei fare tanto quello che fai tu..

      Io ancora devo lavorare per vivere :'(:'(Se la pagano lavora anche lei. Tu diciamo che probabilmente fai un lavoro che non ti piace e allora cerchi di svalutare quello di Mafe.
      • Ginoy PC scrive:
        Re: Ti invidio

        Se la pagano lavora anche lei. Tu diciamo che
        probabilmente fai un lavoro che non ti piace e
        allora cerchi di svalutare quello di
        Mafe."Ho studiato per fare esattamente il lavoro che faccio e che quando io studiavo non esisteva" Cit.
        • Air.z scrive:
          Re: Ti invidio
          ognuno è libero di non fare un c***o come meglio gli pare...Lei in convegni,riunioni,Brainstorming... Tu trollando e rispondendo su un forum contro gli altri... Io rispondendoti....ecc. ecc.
          • Ginoy PC scrive:
            Re: Ti invidio
            - Scritto da: Air.z
            ognuno è libero di non fare un c***o come meglio
            gli pare...Lei in
            convegni,riunioni,Brainstorming... Tu trollando e
            rispondendo su un forum contro gli altri... Io
            rispondendoti....ecc.Solo che a lei la pagano, e la pagano proprio perché noi la commentiamo.Per questo la invidio..
          • anonimo scrive:
            Re: Ti invidio
            - Scritto da: Ginoy PC
            - Scritto da: Air.z

            ognuno è libero di non fare un c***o come meglio

            gli pare...Lei in

            convegni,riunioni,Brainstorming... Tu trollando
            e

            rispondendo su un forum contro gli altri... Io

            rispondendoti....ecc.


            Solo che a lei la pagano, e la pagano proprio
            perché noi la
            commentiamo.
            Per questo la invidio..Dal numero di commenti che c'è qui sopra non credo prenda più di due noccioline.
          • mafe scrive:
            Re: Ti invidio
            - Scritto da: anonimo
            - Scritto da: Ginoy PC

            - Scritto da: Air.z


            ognuno è libero di non fare un c***o come
            meglio


            gli pare...Lei in


            convegni,riunioni,Brainstorming... Tu
            trollando

            e


            rispondendo su un forum contro gli altri... Io


            rispondendoti....ecc.





            Solo che a lei la pagano, e la pagano proprio

            perché noi la

            commentiamo.

            Per questo la invidio..

            Dal numero di commenti che c'è qui sopra non
            credo prenda più di due
            noccioline.Cioè secondo te mi pagano un tanto a commento su Punto Informatico?
        • anonimo scrive:
          Re: Ti invidio
          - Scritto da: Ginoy PC

          Se la pagano lavora anche lei. Tu diciamo che

          probabilmente fai un lavoro che non ti piace e

          allora cerchi di svalutare quello di

          Mafe.

          "Ho studiato per fare esattamente il lavoro che
          faccio e che quando io studiavo non esisteva"
          Cit.Creare un lavoro che prima non esisteva è diverso dal non lavorare.
    • secondavita scrive:
      Re: Ti invidio
      lol... :-)"Mi occupo professionalmente di community e di social media dal 1998, "...mio nonno si occupava di teletrasporto dal 1932...
      • luca scrive:
        Re: Ti invidio
        - Scritto da: secondavita
        lol... :-)

        "Mi occupo professionalmente di community e di
        social media dal 1998,
        "mio cuggino vende i cellulari dal 1965
        • Axel scrive:
          Re: Ti invidio
          - Scritto da: luca
          - Scritto da: secondavita

          lol... :-)



          "Mi occupo professionalmente di community e di

          social media dal 1998,

          "

          mio cuggino vende i cellulari dal 1965cuGGGino si scrive con 3 G! :D
      • gioca90 scrive:
        Re: Ti invidio
        - Scritto da: secondavita
        lol... :-)

        "Mi occupo professionalmente di community e di
        social media dal 1998,
        "usenet, questo mistero... mai sentita?
        • Ginoy PC scrive:
          Re: Ti invidio


          usenet, questo mistero... mai sentita?social media non vuol dire niente è solo una parola inutile.Allora Monopoli!! Non è un Social Media?La definizione gli si attaglia in toto.
          • Zapper scrive:
            Re: Ti invidio
            - Scritto da: Ginoy PC
            social media non vuol dire niente è solo una
            parola
            inutile.Traduzione: "non ho capito cosa significa, fingo che sia inutile". La volpe e l'uva.
          • La Reazione scrive:
            Re: Ti invidio
            - Scritto da: Ginoy PC



            usenet, questo mistero... mai sentita?

            social media non vuol dire niente è solo una
            parola
            inutile."non vuol dire niente e` solo una parola inutile" e` una definizione che si applica alla maggior parte delle cose che scrive Mafe de Paperis.
        • acido antisocial e scrive:
          Re: Ti invidio
          Io usenet la frequento dal 1992, ma non la considero "social".Una cosa per me e' "social" quando comincia a rompermi gli zebedei mandandomi delle e-mail in cui si insinua che siccome non ho risposto a 15 notifiche di gente che non aveva niente di meglio da fare allora o sono morto o dovrei esserlo.A.A.
          • gioca90 scrive:
            Re: Ti invidio
            Io da un po' meno, ma certe comunita' (sviluppatori) hanno poi assunto un sapore "social", che considero tale come quando la gente si da del tu o delinea un profilo in base agli scritti.
      • Zapper scrive:
        Re: Ti invidio
        - Scritto da: secondavita
        lol... :-)

        "Mi occupo professionalmente di community e di
        social media dal 1998,
        "

        ...mio nonno si occupava di teletrasporto dal
        1932..."community": BBS già alla fine degli anni '70, forum Web da almeno il 1994. I forum sono un esempio di social media.
Chiudi i commenti