Apple usa le API di ChatGPT nella beta di iOS 17.4

Apple usa le API di ChatGPT nella beta di iOS 17.4

Nel codice della prima beta di iOS 17.4 ci sono riferimenti alle API di ChatGPT, ma Apple usa il modello di OpenAI come confronto per il suo Ajax.
Apple usa le API di ChatGPT nella beta di iOS 17.4
Nel codice della prima beta di iOS 17.4 ci sono riferimenti alle API di ChatGPT, ma Apple usa il modello di OpenAI come confronto per il suo Ajax.

Apple dovrebbe annunciare le funzionalità basate sull’intelligenza artificiale generativa durante la WWDC 2024 di giugno. Le novità verranno quindi incluse in iOS 18 e riguarderanno anche Siri. L’azienda di Cupertino utilizzerà un suo modello IA, ma nella prima beta di iOS 17.4 ci sono riferimenti a ChatGPT.

Apple usa le API di ChatGPT

Le prime indiscrezioni risalgono al mese di luglio, quando il noto Mark Gurman di Bloomberg ha rivelato che sono in corso i test per un chatbot soprannominato Apple GPT dagli ingegneri dell’azienda californiana. Il modello di IA generativa è invece denominato Ajax.

Nel codice della prima beta di iOS 17.4, che includerà molti cambiamenti per gli utenti europei, ci sono riferimenti a quattro modelli: due versioni di Ajax, FLAN-T5 e OpenAI GPT. Le corrispondenti API sono utilizzate per la funzionalità Siri Summarization che permette di generare riassunti con l’aiuto dell’assistente personale.

Anche altre app verranno potenziata dall’IA generativa, come ha riportato Bloomberg nel mese di ottobre 2023. Ovviamente Apple non userà il modello di OpenAI, ma durante i test vengono effettuati confronti con ChatGPT per verificare le prestazioni di Ajax. Quest’ultimo dovrebbe essere eseguito principalmente sul dispositivo per garantire velocità, privacy e sicurezza.

Come detto, in base alla roadmap attuale, Apple includerà le funzionalità di IA generativa in iOS 18. Nel corso dei prossimi mesi verranno sicuramente scoperti altri indizi su questo importante aggiornamento del sistema operativo.

Fonte: 9to5Mac
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 29 gen 2024
Link copiato negli appunti