Apple Vision Pro: disponibile il primo aggiornamento software

Apple Vision Pro: disponibile il primo aggiornamento software

Apple ha distribuito il primo aggiornamento software per Apple Vision Pro anche se le vendite del visore non sono state ancora avviate.
Apple Vision Pro: disponibile il primo aggiornamento software
Apple ha distribuito il primo aggiornamento software per Apple Vision Pro anche se le vendite del visore non sono state ancora avviate.

Apple Vision Pro è da pochi giorni disponibile per il preordine negli Stati Uniti, mentre farà ufficialmente capolino sul mercato a partire dal 2 febbraio prossimo. Si tratta pertanto di un dispositivo che ancora non è giunto tra le mani del grande pubblico, ma nonostante ciò è stato già distribuito un primo aggiornamento software.

Apple Vision Pro: disponibile visionOS 1.0.1

Nelle scorse ore, infatti, Apple ha rilasciato visionOS 1.0.1 per il suo visore. Si tratta del primo aggiornamento software in assoluto per Apple Vision Pro, contrassegnato dal numero di build 21N311.

Non è al momento chiaro cosa porti in dote precisamente l’aggiornamento, in quanto il colosso di Cupertino deve ancora condividere le note di rilascio di visionOS, ma il numero di versione suggerisce che probabilmente si tratta di un update minore destinato alla correzione di bug.

Da tenere presente che Mark Gurman di Bloomberg aveva precedentemente suggerito che Apple avrebbe iniziato a spedire le prime unità di Apple Vision Pro destinate ai recensori dopo un incontro tenutosi il 23 gennaio, motivo per cui la nuova versione di visionOS dovrebbe risultare fruibile come aggiornamento immediato al momento dell’unboxing. Potrebbe altresì trattarsi di un aggiornamento desinato al grande pubblico nel caso in cui le unità iniziali del visore venissero spedite con visionOS 1.0 installato.

Con ogni probabilità, Apple svelerà una nuova major relase del sistema operativo per il suo visore, visionOS 2.0, in occasione della WWDC che si terrà a giugno di quest’anno. Correzioni di bug a parte, ci si aspetta anche e soprattuto l’aggiunta di nuove funzionalità, come spesso accade in questi casi.

Fonte: MacRumors
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 24 gen 2024
Link copiato negli appunti