Apple, Xoom e la linea europea

Nuova azione legale di Apple in Europa dopo la vittoria (preliminare) ottenuta contro Samsung: al centro ancora una volta il design dei suoi prodotti

Roma – Apple ha depositato una nuova causa per violazione di proprietà intellettuale presso un tribunale tedesco : sul banco degli imputati, stavolta, ci sono Motorola e un’azienda tedesca chiamata JAY-tech, anch’essa produttrice di dispositivi basati su Android.

Dopo il successo ottenuto da Cupertino contro Samsung, costretta da un’ingiunzione preliminare emessa da un giudice tedesco a rinviare a data da destinarsi lo sbarco nel vecchio continente (Olanda esclusa) della prossima versione del suo Galaxy Tab, Apple si è rivolta alla stessa corte, quella di Dusseldorf, per veder ancora ascoltate le sue ragioni: ancora una volta è un modello di design di un suo prodotto la proprietà intellettuale messa sul tavolo da Apple.

Secondo l’accusa , infatti, sia il dispositivo Xoom di Motorola , sia i prodotti dell’azienda tedesca, somiglierebbero troppo al modello da essa rivendicato, la cui proprietà intellettuale dovrebbe essere sempre quella contestata a Samsung e relativa al design di iPad.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • stefano lavori scrive:
    INTANTO IN OLANDA...
    non sei il solo che sta pensando cio'.i due processi stanno scatenando i mercati.con la "vittoria" (chiamiamola cosi'...) le azioni apple sono schizzate, adesso e' la piu' grande per capitalizzazione.PERO'se il tribunale olandese desse ragione a Samsung (e date le prove che stanno portando la cosa sembra plateale) a quel punto per qualita'/prezzo i galaxy tab e cloni a minor prezzo invaderebbero l'europa,portando l'effetto android anche sui tablet.a quel punto ci sarebbe la piu' grande speculazione di tutti i tempi, le azioni Apple crollerebbero.
    • lul scrive:
      Re: INTANTO IN OLANDA...
      - Scritto da: stefano lavori
      non sei il solo che sta pensando cio'.

      i due processi stanno scatenando i mercati.

      con la "vittoria" (chiamiamola cosi'...) le
      azioni apple sono schizzate, adesso e' la piu'
      grande per
      capitalizzazione.

      PERO'

      se il tribunale olandese desse ragione a Samsung
      (e date le prove che stanno portando la cosa
      sembra plateale) a quel punto per qualita'/prezzo
      i galaxy tab e cloni a minor prezzo invaderebbero
      l'europa,portando l'effetto android anche sui
      tablet.

      a quel punto ci sarebbe la piu' grande
      speculazione di tutti i tempi, le azioni Apple
      crollerebbero.errore, le azioni non cadono per il semplice motivo che in caso di grossi cali apple ha abbastanza liquidità da acquistare le proprie azioni a prezzi alti facendo riequilibrare le cose, il crollo lo si avra quando gli azionisti perderanno la fiducia nel ceo e visto che al momento il ceo fa salire le azioni tutti i discorsi di crollo non contano piu, quando jobs non ci sarà piu allora gli azionisti dovranno decidere se continuare a versare soldi nelle azioni apple o meno, e viste le speculazioni che ne stanno nascendo adesso sarà ben difficile che le azioni non crollino alla dipartita di jobs
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: INTANTO IN OLANDA...
        contenuto non disponibile
        • volgareille gale scrive:
          Re: INTANTO IN OLANDA...
          - Scritto da: unaDuraLezione
          Ad oggi Apple non ha dato nessuna risposta
          soddisfacente alla domanda "cosa succederà dopo
          Jobs?"Scenario A:Gli azionisti metteranno un pupazzo tirato a lucido sulla poltrona del presidentissimo. Gli investimenti, più che in tecnologia verranno reindirizzati nell'accaparrarsi le celebrità del momento come testimonial. Ruppolo, intervistato da Alfonso Signorini, si metterà a saltare sul divano.Scenario B:BAD ENDhttp://en.wikipedia.org/wiki/Jonestown
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: INTANTO IN OLANDA...
      contenuto non disponibile
      • lul scrive:
        Re: INTANTO IN OLANDA...
        - Scritto da: unaDuraLezione
        le azioni cadono quando i risultati tirmestrali
        deludono.
        Altrimenti, normalmente seguono il mercato.questo dipende dal tipo di azioni e di azienda, se le azioni sono volatili e sono oggetto di speculazioni non ha senso la teoria che segue il mercato, apple da almeno 3 anni non segue il mercato ma i rumors e le speculazioni
        • stefano lavori scrive:
          Re: INTANTO IN OLANDA...
          in ogni caso anche oltre i risultati operativi e i rumours una sentenza e' una sentenza.coem adesso la setenza positiva sta psingendo una sentenza negativa farebbe calare.ma data l'importanza della sentenza, cioe';impedire la presenza di concorrenza in europa.una sentenza negativa potrebbe innescare il vendi-vendi...
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: INTANTO IN OLANDA...
          contenuto non disponibile
  • stefano lavori scrive:
    INTANTO IN OLANDA...
    Day 2 is underway in the Apple v. Samsung case in The Netherlands, a microcosm of what would have happened in Germany, had Germany implemented the concept of due process. Most interesting bit so far? Samsung is using the Knight Ridder tablet from 1994 as a case of prior art. I was unaware of this device, but be sure to watch the video - this is an iPad. Amazing. This doesn't actually surprise me though - my father worked at a large newspaper company his entire life until he retired a few years ago, and in the early '90s, he already attended demonstrations of devices like this, taking home promotional material that amazed my child brain. This was supposed to be the future of newspapers, until development on these kinds of devices suddenly halted - my father never understood why. Update: Forgot to mention that like yesterday, Andreas Udo de Haes, editor at WebWereld.nl, present in the court room, is covering this. This time, in English. Update II: Samsung has presented 20 cases of prior art for both tablets and smartphones. Update III: I'm liking Samsung's lawyers.
    • asdrubale scrive:
      Re: INTANTO IN OLANDA...
      ridicolo il knight tablet.ridicolo il suo video di presentazione falsissimo.presentano due cose, la possibilità di visualizzare file HTML (ma non con i link classici, lì si parla di toccare con la penna un'intera sezione di testo), e quella di visualizzare video. Peccato che la parte relativa ai video è chiaramente un falso, probabilmente questo significa che non sono mai riusciti ad implementarla.paragonarlo ad un ipad è da maniaci.
      • lul scrive:
        Re: INTANTO IN OLANDA...
        - Scritto da: asdrubale
        ridicolo il knight tablet.
        ridicolo il suo video di presentazione falsissimo.
        presentano due cose, la possibilità di
        visualizzare file HTML (ma non con i link
        classici, lì si parla di toccare con la penna
        un'intera sezione di testo), e quella di
        visualizzare video. Peccato che la parte relativa
        ai video è chiaramente un falso, probabilmente
        questo significa che non sono mai riusciti ad
        implementarla.

        paragonarlo ad un ipad è da maniaci.hemm.. hai visto l'anno? o sei un maniaco della mela?
        • stefano lavori scrive:
          Re: INTANTO IN OLANDA...
          il problema non quello che fa.MA LA FORMA.Apple ha inondato la UE di Community Design super generici sulla forma dell'Ipad.ma come stanno dimostrando con piu' 20 prior art (NON UNO MA VENTI) quella forma non e' copribile dato che da piu' fonti in tempi anche remoti era stata concepita.
    • collione scrive:
      Re: INTANTO IN OLANDA...
      direi che la somiglianza è mostruosaspero sia evidente adesso il perchè brevetti software e design vadano abolitiqueste multinazionali stanno brevettando tutto ciò che è stato fatto in passato, complice la pigrizia degli enti che concedono tali brevetti senza prima documentarsi su eventuali casi di prior artpenso che questo caso scoppierà come una bomba non solo in faccia ad apple ma all'intera industria informatica e al farlocco modello di protezione della proprietà intellettuale
      • styx scrive:
        Re: INTANTO IN OLANDA...
        - Scritto da: collione
        direi che la somiglianza è mostruosa

        spero sia evidente adesso il perchè brevetti
        software e design vadano
        aboliti

        queste multinazionali stanno brevettando tutto
        ciò che è stato fatto in passato, complice la
        pigrizia degli enti che concedono tali brevetti
        senza prima documentarsi su eventuali casi di
        prior
        art

        penso che questo caso scoppierà come una bomba
        non solo in faccia ad apple ma all'intera
        industria informatica e al farlocco modello di
        protezione della proprietà
        intellettualesperiamo bene. Piu' queste coglionate fanno saltare dei sederi e delle teste, prima -forse- qualche politicante si svegliera', e dara' una registrata a enti stile USPTO che appioppano timbri anche sui rutti, scatenando inevitabilmente tonnellate di guerre legali.
  • albe scrive:
    apple Vs China?
    http://www.repubblica.it/tecnologia/2011/07/20/foto/cina_nuovi_apple_store_ma_sono_falsi-19376752/1/mitico l'apple stoer:D:D
  • stefano lavori scrive:
    APPLE = MAFIA
    l'articolo mi sembra si distacchi in maniera totale da come la raccontano nel resto di internet...il problema non e' amazon.ma apple...tanto ormai sta per finire la mafia...al proXXXXX olandese Samsung ah presentato 20 prior art che sconfessano in maniera palese la presunta innovazione di Ipad...ne vedremo delle belle al proXXXXX olandese...se dovessero sentenziare che il design dell'ipad e' un prior art le azioni della apple crolleranno...come diceva tuco??"mi piacciono quelli grossi,perche' quando cadono fanno piu' rumore"
    • albe scrive:
      Re: APPLE = MAFIA
      apple=mafia oppure apple= mario brega?:D:D
    • lul scrive:
      Re: APPLE = MAFIA
      il brutto
    • James Kirk scrive:
      Re: APPLE = MAFIA
      - Scritto da: stefano lavori
      ma apple...

      tanto ormai sta per finire la mafia...Nessuno mi punta una pistola per comprare i prodotti Apple (che infatti non compro) ... non facciamo post da bimbiXXXXXXX per favore!

      al proXXXXX olandese Samsung ah presentato 20
      prior art che sconfessano in maniera palese la
      presunta innovazione di
      Ipad...Fermo restando il modo criticabile con cui certi brevetti/modelli di design vengono approvati il design dell'iPad è stato approvato e quindi questo non vuol dire che vinceranno l'appello.E' più probabile che la cosa vada molto più per le lunghe.

      se dovessero sentenziare che il design dell'ipad
      e' un prior art le azioni della apple
      crolleranno...direi di no, visto come vendono ... e con la base di fanatici che hanno.

      "mi piacciono quelli grossi,perche' quando cadono
      fanno piu' rumore"Ma anche Samsung è grossa, anche se il vero obiettivo di tutta questa guerra di brevetti è Android che dovrebbe far ancora più rumore.
      • stefano lavori scrive:
        Re: APPLE = MAFIA
        NON OFFENDERE... FIGLIO DI XXXXXXXTi sfugge un particolare.Samsung produce migliaia di prodotti,apple una decina scarsa...Samsung ha introiti da ogni dove,Apple solo da quello...il marchio...partita chiusa e la prossima volta non offendere...se no offendo anche io...
  • Ottopuz scrive:
    E intanto in Cina li sbeffeggiano...
    Aspettando l'iPhone 5 in Cina vendono il clone a 22 euro...http://www.atlantisway.com/articoli/gadgets-e-mobile/item/589-apple-in-vendita-in-cina-il-clone-delliphone-5
    • Risposta alla notizia scrive:
      Re: E intanto in Cina li sbeffeggiano...
      - Scritto da: Ottopuz
      Aspettando l'iPhone 5 in Cina vendono il clone a
      22
      euro...

      http://www.atlantisway.com/articoli/gadgets-e-mobilol. non è stato ancora presentato, non si sa come sia, e vendono il 'clone' di cosa?forti sti cinesi... tra 2 mesi metteranno in vendita l'aifon 6
      • collione scrive:
        Re: E intanto in Cina li sbeffeggiano...
        considera che loro sanno già come sarà fatto, avranno in mano dei prototipi chissà da quanti mesi e magari hanno pure violato il network di apple e rubato i progetti :D
        • MeX scrive:
          Re: E intanto in Cina li sbeffeggiano...
          peccato che è il clone del 4... che poi loro lo chiamino 5...
          • collione scrive:
            Re: E intanto in Cina li sbeffeggiano...
            dagli qualche settimana che ti clonano pure il 6 che è ancora nella testa di Jobs :D
          • ruvido scrive:
            Re: E intanto in Cina li sbeffeggiano...
            - Scritto da: collione
            dagli qualche settimana che ti clonano pure il 6
            che è ancora nella testa di Jobs
            :DTanto vale che clonino stefano giobbz...
  • The Dude scrive:
    Mah
    Secondo me ci sono tanti (troppi) soggetti inutili che vogliono guadagnare sul lavoro di uno.Non si è ancora capito che vendere un bene digitale è diverso dal vendere un bene fisico? Perchè devono entrare nella filiera editori, rivenditori ecc.?
    • MeX scrive:
      Re: Mah
      perchè per trasformare una bozza di un libro in UN LIBRO hai bisogno di un editore.Perchè per VENDERE hai bisogno di un distributore.Il mercato digitale di musica, film e libri farà "morire" le librerie i negozi di dischi e i vedeotecari... ma voi parlate senza avere la minima idea di che cosa sia l'industria di questi prodotti
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: Mah
        contenuto non disponibile
        • LOL scrive:
          Re: Mah
          - Scritto da: unaDuraLezione
          vallo a dire al tizio sconosciuto che si è
          autoprodotto usando amazon come piattaforma (è
          una piattaforma, non è un editore) e ha venduto
          milioni di libri?Mi sembra la storia delle mosche e della XXXXX :)Comunque io proverei a chiedermi anche se il libro non sarebbe stato migliore con un editor professionista di mezzo (e non, magari, il crowd-sourcing di amici e conoscenti vari) che controlla sia la forma che la sostanza.Non voglio attaccare in toto l'autoproduzione, non ho nessun interesse corporativo da difendere e mi sembra anche linea di principio una cosa sana, però non sono tutte rose e fiori. Per ogni autore bravo e coscienzioso, che magari si paga pure l'editing da se, e che non vuole pagare il pizzo alla corporazione, quanti sono menefreghisti e pubblicano roba di qualità mediocre?Tanto per intenderci: Amazon è già stata addirittura colonizzata dai soliti furbi: http://www.reuters.com/article/2011/06/16/us-amazon-kindle-spam-idUSTRE75F68620110616mi piacerebbe sapere quante delle proverbiali mosche hanno fatto acquisti di roba pattume :)
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Mah
            contenuto non disponibile
          • Fragy scrive:
            Re: Mah

            Mi sembra la storia delle mosche e della XXXXX :)Opinione tua ...
            Comunque io proverei a chiedermi anche se il
            libro non sarebbe stato migliore con un editor
            professionista di mezzo (e non, magari, il
            crowd-sourcing di amici e conoscenti vari) che
            controlla sia la forma che la
            sostanza.Mi permetto una breve nota, Stephen King ha ripubblicato "l'ombra dello scorpione" senza i tagli voluti dall'editore, beh, posso garantirti che i tagli erano assolutamente inutili (tanto per citarti un nome).
            Non voglio attaccare in toto l'autoproduzione,
            non ho nessun interesse corporativo da difendere
            e mi sembra anche linea di principio una cosa
            sana, però non sono tutte rose e fiori. Per ogni
            autore bravo e coscienzioso, che magari si paga
            pure l'editing da se, e che non vuole pagare il
            pizzo alla corporazione, quanti sono
            menefreghisti e pubblicano roba di qualità
            mediocre?Basta effettuare delle scelte oculate, il fatto che ci sia tutta la filiera dietro non garantisce la qualità del contenuto e tantomeno della stampa.Il fatto di avere dei "professionisti" alle spalle non garantisce nessuna qualità, allora perché dovrei pagarli? Sono parassiti che vivono alle spalle delllo scrittore e del compratore
        • MeX scrive:
          Re: Mah
          c'è un proverbio molto comune che fa proprio al caso tuo!
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Mah
            contenuto non disponibile
          • MeX scrive:
            Re: Mah
            Il proverbio è:L'eccezione che conferma la regola
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Mah
            contenuto non disponibile
          • MeX scrive:
            Re: Mah
            quindi visto che ci sono persone che sono guariti dall'AIDS o da tumori maligni possiamo smettere di preoccuparci di queste malattie.La matematica non è la realtà, è un mondo a parte che applichiamo alla realtà per approssimarla
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Mah
            contenuto non disponibile
          • judos scrive:
            Re: Mah
            - Scritto da: unaDuraLezione
            Nella logica, nella matematica, nella fisica,
            nella realtà, ovunque, l'eccezione non conferma
            la
            regola.
            L'eccezione *CONFUTA* la regola.http://it.wikipedia.org/wiki/L%27eccezione_conferma_la_regola <i
            Non si tratta di un controsenso logico dal momento che non si sta effettivamente affermando di voler far rientrare il caso strano sotto la legge, ma semmai ancora una volta di riaffermare la validità e il predominio dell'ordinamento per tutti gli altri casi. </i
        • pippo75 scrive:
          Re: Mah
          - Scritto da: unaDuraLezione
          vallo a dire al tizio sconosciuto che si è
          autoprodotto usando amazon come piattaforma (è
          una piattaforma, non è un editore) e ha venduto
          milioni di
          libri?che libro sarebbe? non lo conosco.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Mah
            contenuto non disponibile
          • pippo75 scrive:
            Re: Mah
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: pippo75



            che libro sarebbe? non lo conosco.
            cerca "amazon milion seller" su google e
            trovaerai
            tutto.faccio finta di crederci, è come se chidere un consiglio su di un libro e sentirsi dire usa google. Tecnicamente la risposta è giusta, ma inutile.Seguendo il ragionamento, visto che uno c'è riuscito.A cosa servono i ponti, sembra che uno al tempo sapesse camminare sulle acque.Se cerchi su google magari trovi informazioni.i supermercati, tanto ci sono le piante da frutta.
          • Fragy scrive:
            Re: Mah
            - Scritto da: pippo75
            faccio finta di crederci, è come se chidere un
            consiglio su di un libro e sentirsi dire usa
            google. Tecnicamente la risposta è giusta, ma
            inutile.Troppa fatica vero? Meglio la pappa pronta ...
            Seguendo il ragionamento, visto che uno c'è
            riuscito.

            A cosa servono i ponti, sembra che uno al tempo
            sapesse camminare sulle
            acque.A dire il vero se avessi cercato avresti evitato questo commento sciocco ... sono due pagine di nomi, non una persona solaDimenticavo, parole tue <b
            sembra abbia </b
            è ben diverso da <b
            ha </b
            o forse ti ci vuole un editore per capire la differenza :)
            i supermercati, tanto ci sono le piante da frutta.Altro esmpio molto calzante, la frutta non puoi acquistarla e scaricarla dal pc. Ma mi sembra che siano concetti troppo difficili o vuoi a tutti i costi deifndere una categoria (interessi?)
          • pippo75 scrive:
            Re: Mah


            consiglio su di un libro e sentirsi dire usa

            google. Tecnicamente la risposta è giusta, ma

            inutile.
            Troppa fatica vero? Meglio la pappa pronta ...il fatto che mi dia troppi risultato, comunque potevi darmi un suggerimento, ma forse non lo sai.

            i supermercati, tanto ci sono le piante da
            frutta.
            Altro esmpio molto calzante, la frutta non puoi
            acquistarla e scaricarla dal pc.Il mondo non è composto solo da PC, vedo che anche tu vuoi la pappa pronta.
            Ma mi sembra che
            siano concetti troppo difficili o vuoi a tutti i
            costi deifndere una categoria
            (interessi?)si, in questo caso i diritti degli autori.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Mah
            contenuto non disponibile
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Mah
            contenuto non disponibile
      • collione scrive:
        Re: Mah
        veramente il concetto stesso di internet è proprio quello di eliminare tutti questi intermediarise una volta avevano ragione d'esistere, oggi non è più così
        • MeX scrive:
          Re: Mah
          certo, allora fammi il tuo iTunes e vendimi musica autoprodotta con gli stessi risultati e ti darò ragione.
          • Nome e cognome scrive:
            Re: Mah
            - Scritto da: MeX
            certo, allora fammi il tuo iTunes e vendimi
            musica autoprodotta con gli stessi risultati e ti
            darò
            ragione.Siamo seri, nessuno store potrebbe MAI vendere "musica autoprodotta" e ottenere "gli stessi risultati" di iTunes, perché la musica autoprodotta non vende milioni di tracce al giorno.Detto ciò, di piccoli-store-di-nicchia, che poi spesso sono emanazione di piccole-case-discografiche-di-nicchia, se non addirittura dei singoli artisti, ce ne sono a bizzeffe; vendono di solito sia mp3 che flac, spediscono CDR masterizzati con le copertine a richiesta e mi servo da loro altrettanto volentieri che su iTunes, perché su iTunes c'è tanto, ma non <i
            tutto </i
            .
          • collione scrive:
            Re: Mah
            che c'entrano i risultati gli store come itunes esistono da un bel pò su internet e il concetto di internet è quello di tenere in vita tante piccole attività in concorrenza piuttosto che un mostro mangiatuttoil punto è che per chi produce contenuti non c'è la necessità di avere questi strozzini alle spalle, bastano i tanti piccoli store, un pò di promozione e tanta qualità nei contenuti
          • pippo75 scrive:
            Re: Mah
            - Scritto da: MeX
            certo, allora fammi il tuo iTunes e vendimi
            musica autoprodotta con gli stessi risultati e ti
            darò
            ragione.hai scelto un esempio sbagliato.una canzone sia in italiano, inglese o in un altra lingua va bene ( anche cinese ).Invece per altre cose avresti avuto maggior fortuna.Prendi un libro in cinese, in quanti lo saprebbero leggere in Italia?Oppure un film in cinese, ma anche in giapponese.A parole è facile fare tutto alla McGyver, a parole. Qualcuno ci riesce, ma sono pochissimi.A meno che non si voglia tornare all'oligarchia.....
      • The Dude scrive:
        Re: Mah
        - Scritto da: MeX
        perchè per trasformare una bozza di un libro in
        UN LIBRO hai bisogno di un
        editore.L'editore offre servizi che possono anche essere offerti da liberi professionisti. Perchè nella filiera esiste ancora l'editore? Non trasforma solo una bozza in un libro ma ha uffici, personale, una marea di costi non inerenti che deve bene o male coprire. Tutte cose che con internet non hanno più senso.
        Perchè per VENDERE hai bisogno di un distributore.Non riesco ad immaginare un distributore migliore di internet.
        Il mercato digitale di musica, film e libri farà
        "morire" le librerie i negozi di dischi e i
        vedeotecari... ma voi parlate senza avere la
        minima idea di che cosa sia l'industria di questi
        prodottiSo bene come funziona l'industria dell'editoria...è che come al solito ci sono persone che cercano di usare la tecnologia senza conoscerla e la usano male, o cercano di adattarla ai propri vecchi percorsi mentali.
        • MeX scrive:
          Re: Mah
          Non vedi distributore migliore di internet? Ma che vuol dire? Internet è solo un mezzo mica un distributore! Amazon è un distributore
      • Luke1 scrive:
        Re: Mah
        - Scritto da: MeX
        perchè per trasformare una bozza di un libro in
        UN LIBRO hai bisogno di un
        editore.

        Perchè per VENDERE hai bisogno di un distributore.

        Il mercato digitale di musica, film e libri farà
        "morire" le librerie i negozi di dischi e i
        vedeotecari... ma voi parlate senza avere la
        minima idea di che cosa sia l'industria di questi
        prodottiSì Mex, ma devi raccontare anche la parte restante della storia. Ovvero che oggi gli organismi elefantiaci che un tempo gestivano l'ideazione e la promozione di un disco o di un libro non hanno più ragione di esistere nelle loro attuali forme. Si può approntare uno studio di registrazione a casa propria, chiunque può trasformare un file .odf in un PDF decente, la promozione prezzolata tramite radio e TV sta cedendo il posto al viral marketing tramite youtube, web e social networks, la produzione può fare a meno di tutti i macchinari un tempo necessari per stampare libri e CD e la distribuzione digitale non ha bisogno nè di camion nè di negozi (tranne iTunes, o Amazon, o IBS, che sono scollegati dalle major del disco). Quello che voglio dire è che ora PARTE DEL PREZZO di un MP3 o di un ebook viene impiegato per mantenere i livelli occupazionali di enormi società che negli anni dovranno ridursi a leggere ed economiche agenzie di consulenza. La tecnologia cambia il modello di business, volenti e nolenti, e i suoi attori vi si devono adeguare.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 agosto 2011 22.05-----------------------------------------------------------
      • rupalla scrive:
        Re: Mah
        è arrivato il premio nobel per l'economia! Ghe so tuto mi!
  • Guybrush scrive:
    E invece qui in Italia...
    ...si fa una legge per favorire la pratica in questione con il "divieto di sconto".Geniale.GT
    • Picchiatell o scrive:
      Re: E invece qui in Italia...
      - Scritto da: Guybrush
      ...si fa una legge per favorire la pratica in
      questione con il "divieto di
      sconto".
      Geniale.

      GTmi sembra ovvio i prezzi vanno alzati in periodi di crisi mica abbassatti... :@ :@ :@poi mondadori sta perdendo % a due cifre in borsa...
      • attonito scrive:
        Re: E invece qui in Italia...
        - Scritto da: Picchiatell o
        - Scritto da: Guybrush

        ...si fa una legge per favorire la pratica in

        questione con il "divieto di

        sconto".

        Geniale.



        GT

        mi sembra ovvio i prezzi vanno alzati in periodi
        di crisi mica
        abbassatti...
        :@ :@ :@
        poi mondadori sta perdendo % a due cifre in
        borsa...come vanno le "edizioni Master"? un po di bastonate se le meriterebbero pure loro.
        • Anonimo scrive:
          Re: E invece qui in Italia...
          - Scritto da: attonito
          - Scritto da: Picchiatell o

          - Scritto da: Guybrush


          ...si fa una legge per favorire la
          pratica
          in


          questione con il "divieto di


          sconto".


          Geniale.





          GT



          mi sembra ovvio i prezzi vanno alzati in
          periodi

          di crisi mica

          abbassatti...

          :@ :@ :@

          poi mondadori sta perdendo % a due cifre in

          borsa...

          come vanno le "edizioni Master"? un po di
          bastonate se le meriterebbero pure
          loro.Tira una brutta aria come dalle altre parti. Pensa che Maruccia per arrotondare è costretto a fare il doppio turno da redattore e da troll sul forum. <s
          I R FUNY LOLOLOICSDI </s
      • collione scrive:
        Re: E invece qui in Italia...
        e ha pure dovuto risarcire De Benedetti :D
        • JosaFat scrive:
          Re: E invece qui in Italia...
          mica la mondadori, fininvest.ok che il padrone è lo stesso, ma sono due soggetti economici diversi, comunque
    • Fragy scrive:
      Re: E invece qui in Italia...
      - Scritto da: Guybrush
      ...si fa una legge per favorire la pratica in
      questione con il "divieto di
      sconto".
      Geniale.

      GTMica nulla di strano, se ci sono sconti i prezzi scendono, i libri si possono comperare, si possono leggere e la cultura sale. Se la cultura sale non ci sono più tanti idioti e certe scelte non rimarrebbero impunite, <b
      qualcuno </b
      potrebbe non essere felice a perdere i pecoroni che ha al suo seguito. Il popolo deve rimanere bue, basta guardare come stanno riducendo anche le scuole ...
      • il solito bene informato scrive:
        Re: E invece qui in Italia...
        - Scritto da: Fragy
        - Scritto da: Guybrush

        ...si fa una legge per favorire la pratica in

        questione con il "divieto di

        sconto".

        Geniale.



        GT
        Mica nulla di strano, se ci sono sconti i prezzi
        scendono, i libri si possono comperare, si
        possono leggere e la cultura sale. Se la cultura
        sale non ci sono più tanti idioti e certe scelte
        non rimarrebbero impunite, <b
        qualcuno
        </b
        potrebbe non essere felice a perdere
        i pecoroni che ha al suo seguito. Il popolo deve
        rimanere bue, basta guardare come stanno
        riducendo anche le scuole
        ...ora cercano anche di far passare gli utilizzatori di internet come dei malati...
    • Indovinato scrive:
      Re: E invece qui in Italia...
      - Scritto da: Guybrush
      ...si fa una legge per favorire la pratica in
      questione con il "divieto di
      sconto".
      Geniale.E' la stessa legge che c'è in Francia.Ci sarà un motivo.
      • JosaFat scrive:
        Re: E invece qui in Italia...
        E in molti altri paesi.Con la differenza che in Francia, lo sconto massimo è del 5%.E si legge comunque molto.In italia, dove leggiamo poco, si pensa che non poter fare grandi sconti vogliamo dire pagare di più un libro.Poveri noi.
  • Risposta alla notizia scrive:
    amazon perde
    e le prova tutte....
Chiudi i commenti