Approvata la Direttiva sulla pirateria

Il Consiglio dei Ministri UE non modifica quanto già votato dall'Europarlamento e viene così adottata la normativa comunitaria destinata ad armonizzare le politiche sulle proprietà intellettuali


Bruxelles – La Commissione Europea si è detta soddisfatta che il Consiglio dei Ministri europei abbia voluto approvare senza ulteriori modifiche la direttiva sulla proprietà intellettuale IPRE che ha suscitato enormi preoccupazioni e ampie mobilitazioni . Un’approvazione che convalida dunque quanto già votato dal Parlamento Europeo significa l’adozione definitiva della direttiva stessa da parte dell’Unione.

La nuova normativa europea evita di proporre sanzioni penali per le violazioni di cui si occupa e schiva l’argomento del peer-to-peer , due perni della contestazione che per mesi ha attaccato da tutta Europa un provvedimento fortemente voluto anche dagli ambienti industriali.

La Direttiva si occupa di tutto quello che va dal diritto d’autore al trademark, dai design industriali ai brevetti, passando per i diritti di proprietà industriale . E impone ai paesi membri misure più efficaci e armonizzate di contrasto alla pirateria e alla contraffazione. La ratifica della normativa dovrà avvenire entro due anni.

Tra le misure previste dalla direttiva le procedure che riguardano l’ottenimento e la protezione delle prove nonché quelle per tutto ciò che comprende sequestri o ingunzioni . Ai detentori dei diritti di proprietà intellettuale dovranno essere assicurati rimedi ad un danno che comprendano anche distruzione, ritiro o rimozione permamente dal mercato di beni illegali, oppure compensazioni finanziarie, ingiunzioni e danni.

A livello nazionale, i paesi dovranno nominare un responsabile che dovrà su questo fronte intrattenere rapporti di scambio informativo e cooperazione con gli altri paesi membri e la Commissione.

Va detto che la Commissione, nell’applaudire il passaggio del provvedimento, ha spiegato che sarebbe comunque utile introdurre sanzioni penali che, non essendo state incluse, la Commissione si riserva in futuro di presentare. Ad ogni modo i singoli stati vengono lasciati liberi di introdurre questo genere di sanzioni se lo ritengono necessario .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: 1 g. di DNA
    a parte il figheggiare dell'idraulico, purtroppo il mondo della ricerca stesso prende sotto gamba il DNA computing....ossia il futuro!!!informiamoci di piu'.... http://isis.dia.unisa.it/Members/geniac
  • Anonimo scrive:
    Re: La ricerca serve sempre
    Beh, effettivamente è spettacolare rispondere ad una persona che NON ha insultato nessuno con un insulto e un rimprovero per aver insultato, tutto nella stessa frase.Complimenti.
  • Anonimo scrive:
    Re: La ricerca serve sempre
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    I d i o t a

    Come ti permette di insultare le
    persone.

    Animale.

    :D
    Coerente come ogni compagnero che si
    rispetti...Se al posto di farti le pippe avessi letto attentamente, ti saresti accorto della completa coerenza di quanto scritto.Si parla di persone e animali, e tu appartieni alla seconda categoria. 8)
  • Anonimo scrive:
    Re: La ricerca serve sempre

    Come sta la ricerca scientifica in Italia?
    Gli investimenti come sono?Non si possono sprecare soldi, c'e' l'anniversario della scalata al K2 da finanziare! E' troppo importante! :@
  • Anonimo scrive:
    Re: L'arma perfetta !

    Esiste la possibilità di creare virus
    mortali... per una sola persona!!!!Si ma questa e' meglio, potrebbe fare un check del livello evolutivo.[ $? -gt 0 ] && haltConviene mettersi a studiare, mi sa che gli esami saranno molto duri.
  • Anonimo scrive:
    Re: La ricerca serve sempre
    - Scritto da: Anonimo
    I d i o t a
    Come ti permette di insultare le persone.
    Animale.:DCoerente come ogni compagnero che si rispetti...
  • Anonimo scrive:
    Re: L'arma perfetta !
    - Scritto da: Anonimo
    E si, con questa tecnologia si potrà
    costruire l'arma perfetta.
    Si prende il DNA della persona da uccidere,
    si istruisce la nano-macchina su quale DNA
    target deve agire e se ne prepara una buona
    quantità da spargere quà e il
    gioco è fatto.da questo punto di vista... non c'è alcun bisogno di aspettare tutto il tempo che la tecnologia arrivi a produrre i pc biotecnologici...Esiste la possibilità di creare virus mortali... per una sola persona!!!!Cioè si possono creare virus che sono molto contagiosi... ma che colpiscono una sola persona target del virus...tutti gli altri ne sono portartori sani.E un'arma terribile... lenta, ma inesorabile!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: La ricerca serve sempre
    I d i o t aCome ti permette di insultare le persone.Animale.
  • Anonimo scrive:
    Re: La ricerca serve sempre
    - Scritto da: Anonimo
    I soldi per la guerra e per i suoi armamenti
    Israele li riceve in gran parte dagli USA, e
    tutto questo è scritto nero su bianco
    nei bilanci dei conti degli Stati Uniti.
    Altrimenti mi piacerebbe proprio sapere come
    potrebbe fare uno stato, con un'econimia al
    disastro, a potersi permettere uno dei
    migliori armamenti al mondo.Isreale uno stato con una economia al disastro? :D Ti sbagli forse con Cuba?Lo sai che troppe canne ti fanno male... moderati un po'!
  • Anonimo scrive:
    L'arma perfetta !
    E si, con questa tecnologia si potrà costruire l'arma perfetta.Si prende il DNA della persona da uccidere, si istruisce la nano-macchina su quale DNA target deve agire e se ne prepara una buona quantità da spargere quà e il gioco è fatto. Se queste nano-macchine possono portare medicinali nel corpo umano, ci possono anche portare veleni micidiali...Ora non dico che sia una tecnologia da proibire, ma bisognerebbe farci parecchia attenzione per non incappare in qualcosa di veramente selvaggio e fuori controllo.
  • Anonimo scrive:
    Re: La ricerca serve sempre
    I soldi per la guerra e per i suoi armamenti Israele li riceve in gran parte dagli USA, e tutto questo è scritto nero su bianco nei bilanci dei conti degli Stati Uniti.Altrimenti mi piacerebbe proprio sapere come potrebbe fare uno stato, con un'econimia al disastro, a potersi permettere uno dei migliori armamenti al mondo.
  • Anonimo scrive:
    Re: hai ragione
  • Anonimo scrive:
    1 g. di DNA
    e' una quantita' d'informazione pazzesca, ( ogni singola cellula contiene tutto il dna di un individuo) probabilmente un grammo comprenderebbe il dna di tutte le specie viventi dai dinosauri ad oggi. .... altro che qualche migliaio di cd ...Faccio notare questo perche' di solito il risultato di questi articoli "divulgativi" e' di sentire "figheggiare" l'idraulico dicendo che e' non puo' venire perche' ha molto lavoro e non potra' venire prima che siano trascorsi ... un paio di "anni luce" ....(troll) A.
  • Anonimo scrive:
    La USC e' una incubatrice di idee ...
    Ragazzi la USC (university of southern california) e' una vera incubatrice, 2 campus principali, uno biomedico ed uno ingegneristico (piu' altre locazioni minori), interi palazzi dedicati alla medicina molecolare, il Norris cancer center, laboratori di robotica da favola ... un nuovo centro di bioinformatica che stanno costruendo nella zona ovest del campus UPC ... le ricerche in corso abbracciano veramente uno spettro impressionante.
  • Anonimo scrive:
    hai ragione
    E' vero! La ricerca sulle cellule staminale embrionali ed adulte da gia buoni risultati in Israele... da noi invece gli intoppi voluti dallla CHIESA CATTOLICA e quindi dai POLITICI CATTOLICI fermano ogni tentativo di ricerca. Da uno studio di vari medici e di premi nobel (Dulbecco mi pare) si evince ceh i beneficiari delle suddette ricerche sarebbero circa dieci milioni, 10 MILIONI di persone solo in Italia. MA tanto si sa che il buon senso non bussa alle porte del soglio pontificio, si sa che è meglio imporre a tutti gli altri la propria visione invece di prendere atto che il vero atto di AMORE, COMPASSIONE E TOLLERANZA( parole che da loro vengono pronunciate a sfare ma che sono vuote) consiste nel riconoscere l'autonomia di ognuno e nel fornire i mezzi per usare il proprio cervello e capire. Non sono ancora finiti i tempi in cui c'era gente che recitava preghiere in latino sensa neanche sapere chi erano gli antichi romani... ma prima o poi finirà...
  • ioan scrive:
    La ricerca serve sempre
    Israele nonostante i problemi politici e gli scontri violenti di ogni giorno, non ha mai smesso di spendere per la ricerca. E' impressionante sapere che un paese in stato di guerra (praticamente) non mette in secondo piano la ricerca.Come sta la ricerca scientifica in Italia? Gli investimenti come sono?Nanotecnologie, DNA come macchine di calcolo... L'Italia ha soldi per altro... Che tristezza...
Chiudi i commenti