ARPA Piemonte, uno studio sugli effetti dei cellulari

Un nuovo studio condotto conferma quanto già si sapeva sulle emissioni del dispositivi cellulari. Ma sugli effetti sulla salute non è ancora possibile stabilire una certezza

Roma – L’Agenzia Regionale per l’Ambiente (ARPA) del Piemonte ha presentato presso il Consiglio Regionale un rapporto sulla correlazione tra l’uso dei cellulari e la salute .

L’indagine ha approfondito gli effetti delle radiazioni elettromagnetiche emesse dai telefoni mobile , la cui potenza è stata misurata attraverso un sistema ad hoc, pertanto si distingue dagli altri studi finora realizzati che si affidavano a diversi software. Per il resto l’indagine non sembra aver conseguito scoperte vere e proprie, ma solo confermato quanto già noto.

Innanzitutto, il rapporto ha constatato che la potenza emessa dal telefonino si riduce fortemente all’aumentare del livello di segnale ricevuto , ciò significa che telefonare in aree con campo pieno possono risultare in esposizioni minori fino a diverse centinaia di volte rispetto alle aree dove la ricezione del segnale è scarsa.

Lo studio ha inoltre confermato che l’utilizzo di auricolari o del vivavoce che permettono di tenere il device lontano almeno 30cm dal copro diminuisce ancora le esposizioni : più si sta distanti dall’antenna dell’apparecchio, più scende l’esposizione al campo; nel dettaglio, ad una distanza di 30 cm si ha una riduzione pari a circa l’80-90 per cento dell’intensità dell’esposizione. Secondo quanto rilevato, infine, l’utilizzo della rete 3G, rispetto alla più datata rete 2G, avrebbe portato a una riduzione dell’esposizione per un fattore compreso tra dieci e cento volte.

Nonostante questo, le rilevazioni piemontesi sulle onde elettomagnetiche dei cellulari non sembrano affatto aver aggiunto molto a quanto era già sicuro sui loro effetti sulla salute : anzi l’ARPA si è limitata a riferire che la nocività è ancora solo presunta e che da diversi anni si è aperto un dibattito ancora molto acceso.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Alberto Bellini scrive:
    tutto troppo facile
    Tutto molto bello e semplice, troppo semplice.Anzitutto il costo marginale di un contenuto digitale non è nullo in quanto è formato dal costo dell'ocupazione temporanea della memoria su cui è registrato, dall'energia necessaria per conservarlo e fruirlo e dal tempo che l'utilizzatore dedica alla fruizione.Secondo. il prezzo di un bene non ha niente a che fare con il suo valore e nemmeno con il suo costo. ma siamo davvero sicuri che marketing e pubblicità siano costi senza valore? ovvero siamo sicuri che il prodotto senza pubblicità e marketing avrebbe il medesimo valore? in realtà è vero il contrario. la pubblicità infatti è nota come informazione commerciale ed è cruciale per far sapere al mercato che il prodotto esiste. se io consumatore non so ad esempio che il SW libero esiste,non ne conosco caratteristiche e potenzialità, semplicemente non posso considerarlo all'interno delle mie scelte. senza pubblicità il prodotto non raggiunge l'acquirente. ed il marketing? anche quello serve. affermare l'abilità del produttore di un bene rispetto a tutti gli altri produttori consente di fidarsi del prodotto. il marketing garantisce che il produttore di un certo bene si assuma la responsabilità della qualità di quel bene e funziona anche al contrario. se i prodotti di un certo marchio cominciano ad avere chiare pecche, il marketing si ripercuote sul produttore stesso che nei casi peggiori finisce fuori mercato. come al solito il punto è quindi un altro: ciascun mercato va presidiato da una domanda critica. il mercato perfetto si ottiene solo quando il maggior numero dei suoi players si comporta in modo razionale. comportarsi in modo razionale significa dare il giusto valore sia alle componenti del prodotto (pubblicità e marketing inclusi) sia ai controvalori in gioco (comprendere che una scelta di consumo si sostiene non solo cedendo moneta, ma anche tramite la cessione di beni di cui sul momento non valutiamo correttamente l'utilità quali la privacy o la propria libertà per esempio).
  • Alberto Bellini scrive:
    tutto troppo facile
    Tutto molto bello e semplice, troppo semplice.Anzitutto il costo marginale di un contenuto digitale non è nullo in quanto è formato dal costo dell'ocupazione temporanea della memoria su cui è registrato, dall'energia necessaria per conservarlo e fruirlo e dal tempo che l'utilizzatore dedica alla fruizione.Secondo. il prezzo di un bene non ha niente a che fare con il suo valore e nemmeno con il suo costo. ma siamo davvero sicuri che marketing e pubblicità siano costi senza valore? ovvero siamo sicuri che il prodotto senza pubblicità e marketing avrebbe il medesimo valore? in realtà è vero il contrario. la pubblicità infatti è nota come informazione commerciale ed è cruciale per far sapere al mercato che il prodotto esiste. se io consumatore non so ad esempio che il SW libero esiste,non ne conosco caratteristiche e potenzialità, semplicemente non posso considerarlo all'interno delle mie scelte. senza pubblicità il prodotto non raggiunge l'acquirente. ed il marketing? anche quello serve. affermare l'abilità del produttore di un bene rispetto a tutti gli altri produttori consente di fidarsi del prodotto. il marketing garantisce che il produttore di un certo bene si assuma la responsabilità della qualità di quel bene e funziona anche al contrario. se i prodotti di un certo marchio cominciano ad avere chiare pecche, il marketing si ripercuote sul produttore stesso che nei casi peggiori finisce fuori mercato. come al solito il punto è quindi un altro: ciascun mercato va presidiato da una domanda critica. il mercato perfetto si ottiene solo quando il maggior numero dei suoi players si comporta in modo razionale. comportarsi in modo razionale significa dare il giusto valore sia alle componenti del prodotto (pubblicità e marketing inclusi) sia ai controvalori in gioco (comprendere che una scelta di consumo si sostiene non solo cedendo moneta, ma anche tramite la cessione di beni di cui sul momento non valutiamo correttamente l'utilità quali la privacy o la propria libertà per esempio).
    • panda rossa scrive:
      Re: tutto troppo facile
      - Scritto da: Alberto Bellini
      ma siamo davvero sicuri che marketing e
      pubblicità siano costi senza valore?Sono costi INUTILI!
      ovvero siamo
      sicuri che il prodotto senza pubblicità e
      marketing avrebbe il medesimo valore? Un prodotto che ha bisogno di marketing per imporsi, vuol dire che ha grosse lacune altrove.
      in realtà è
      vero il contrario. Da quale pulpito arriva questa sentenza?
      la pubblicità infatti è nota
      come informazione commerciale ed è cruciale per
      far sapere al mercato che il prodotto esiste. No, non al mercato, ma al consumatore ignorante disinformato e spendaccione.Il consumatore intelligente non ha bisogno di pubblicita': e' in grado di tenersi informato.Se un prodotto ha bisogno di pubblicita', oltre ad avere grosse lacune altrove, come indicato in precedenza, ammette pure di rivolgersi ad un pubblico di consumatori non intelligenti.E vale sempre la massima che dice: "fai un prodotto a prova di idiota, e lo userano solo gli idioti."
      se
      io consumatore non so ad esempio che il SW libero
      esiste,vuol dire che sei ignorante e ti meriti di essere spennato!
      non ne conosco caratteristiche e
      potenzialità, semplicemente non posso
      considerarlo all'interno delle mie scelte.Significa che sei incapace di informarti visto che la rete e' piena di documentazione.
      senza
      pubblicità il prodotto non raggiunge
      l'acquirente. L'acquirente ignorante, specifichiamo.
      ed il marketing? anche quello
      serve. affermare l'abilità del produttore di un
      bene rispetto a tutti gli altri produttori
      consente di fidarsi del prodotto.Posso ridere?(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
      il marketing
      garantisce che il produttore di un certo bene si
      assuma la responsabilità della qualità di quel
      bene e funziona anche al contrario.Il marketing racconta solo balle! Altro che responsabilita'.
      se i prodotti
      di un certo marchio cominciano ad avere chiare
      pecche, il marketing si ripercuote sul produttore
      stesso che nei casi peggiori finisce fuori
      mercato.Questo quando c'e' un mercato.Ma in regime di monopolio non solo il monopolista se ne frega, ma si vanta pure di imporre nel preinstallato un prodotto ciofeca.
      come al solito il punto è quindi un
      altro: ciascun mercato va presidiato da una
      domanda critica. Qui cominciano le buzzword, quindi sei stato sgamato.Sei un markettaro che pretende di giustificare la sua inutile presenza.Addio.
      • Pietro scrive:
        Re: tutto troppo facile
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: Alberto Bellini...

        il marketing

        garantisce che il produttore di un certo
        bene
        si

        assuma la responsabilità della qualità di
        quel

        bene e funziona anche al contrario.

        Il marketing racconta solo balle! Altro che
        responsabilita'. uno dei compiti del marketing è analizzare il mercato e determinare cosa e quanto produrre, se viene sbagliata l'analisi si producono cose che hanno poco mercato e che rimarranno invendute oppure si rischia di produrre di più di quello che il mercato può assorbire, un paio di errori così e l'azienda può anche fallire, d'altro canto se non si produce abbastanza il cliente si rivolgerà a un concorrente con gravi danni per l'azienda.Di solito i manager di marketing vengono pagati molto di più dei responsabili della produzione, quelli pagati meno sono i responsabili di R&D
        • panda rossa scrive:
          Re: tutto troppo facile
          - Scritto da: Pietro
          - Scritto da: panda rossa

          - Scritto da: Alberto Bellini
          ...


          il marketing


          garantisce che il produttore di un certo

          bene

          si


          assuma la responsabilità della qualità
          di

          quel


          bene e funziona anche al contrario.



          Il marketing racconta solo balle! Altro che

          responsabilita'.

          uno dei compiti del marketing è analizzare il
          mercato e determinare cosa e quanto produrre, se
          viene sbagliata l'analisi si producono cose che
          hanno poco mercato e che rimarranno invendute
          oppure si rischia di produrre di più di quello
          che il mercato può assorbire, un paio di errori
          così e l'azienda può anche fallire, d'altro canto
          se non si produce abbastanza il cliente si
          rivolgerà a un concorrente con gravi danni per
          l'azienda.
          Di solito i manager di marketing vengono pagati
          molto di più dei responsabili della produzione,
          quelli pagati meno sono i responsabili di
          R&DQui dentro parliamo di software, non di pentole o materassi.
          • Pietro scrive:
            Re: tutto troppo facile
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Pietro

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: Alberto Bellini

            ...



            il marketing



            garantisce che il produttore di un
            certo


            bene


            si



            assuma la responsabilità della
            qualità

            di


            quel



            bene e funziona anche al contrario.





            Il marketing racconta solo balle! Altro
            che


            responsabilita'.



            uno dei compiti del marketing è analizzare
            il

            mercato e determinare cosa e quanto
            produrre,
            se

            viene sbagliata l'analisi si producono cose
            che

            hanno poco mercato e che rimarranno invendute

            oppure si rischia di produrre di più di
            quello

            che il mercato può assorbire, un paio di
            errori

            così e l'azienda può anche fallire, d'altro
            canto

            se non si produce abbastanza il cliente si

            rivolgerà a un concorrente con gravi danni
            per

            l'azienda.

            Di solito i manager di marketing vengono
            pagati

            molto di più dei responsabili della
            produzione,

            quelli pagati meno sono i responsabili di

            R&D

            Qui dentro parliamo di software, non di pentole o
            materassi.O di hardware, queste cose valgono per qualsiasi cosa venga prodotto, a volte le stime di vendita fanno decidere se fare o no una nuova fabbrica
  • Funz scrive:
    come valore d'uso e come qualità?
    Cosa percepiamo come valore d'uso e come qualità? Di seguito le mie risposte.Eleganza ed estetica? 2%Possibilità d'uso? 100%Prestigio della marca e dell'ultimo modello? -100%Qualità delle prestazioni di base?100%Effetti del suo utilizzo?Che differenza fa con le possibilità d'uso?Effetti della sua produzione e smaltimento?50%, ma nella realtà 0% perché tutti i produttori e tutti i modelli sono identici da questo punto di vista.
    • Pietro scrive:
      Re: come valore d'uso e come qualità?
      si ma a parità di hardware quanto saresti disposto a spendere in più per un prodotto che soddisfa anche il tuo senso estetico, A = una ciofeca B= bellissimo:niente, 10%, 30%, 50%, 80%, 100% ?
      • panda rossa scrive:
        Re: come valore d'uso e come qualità?
        - Scritto da: Pietro
        si ma a parità di hardware quanto saresti
        disposto a spendere in più per un prodotto che
        soddisfa anche il tuo senso estetico, A = una
        ciofeca B=
        bellissimo:
        niente, 10%, 30%, 50%, 80%, 100% ?Zero.L'estetica di un prodotto tecnologico ha un valore zero rispetto al resto.
        • Pietro scrive:
          Re: come valore d'uso e come qualità?
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: Pietro

          si ma a parità di hardware quanto saresti

          disposto a spendere in più per un prodotto
          che

          soddisfa anche il tuo senso estetico, A = una

          ciofeca B=

          bellissimo:

          niente, 10%, 30%, 50%, 80%, 100% ?

          Zero.
          L'estetica di un prodotto tecnologico ha un
          valore zero rispetto al
          resto.vero, l'estetica di una ferrari non conta contano solo le prestazioni.
      • Funz scrive:
        Re: come valore d'uso e come qualità?
        - Scritto da: Pietro
        si ma a parità di hardware quanto saresti
        disposto a spendere in più per un prodotto che
        soddisfa anche il tuo senso estetico, A = una
        ciofeca B=
        bellissimo:
        niente, 10%, 30%, 50%, 80%, 100% ?2%, come ho detto
  • Pietro scrive:
    c'è un errore
    c'è un errore di fondo, il prezzo di un prodotto in un'economia capitalista non è assolutamente correlato al costo di produzione, provate a pensare a uno stuzzicadenti per esempio, il prezzo è enormemente più alto del costo di produzione eppure si vende benissimo e nessuno si lamenta, il prezzo non è nient'altro che la cifra che il consumatore è disposo a spendere per avere quel determinato prodotto, se un prodotto non vende il prezzo viene abbassato e a volte scende anche sotto al costo di produzione.
    • panda rossa scrive:
      Re: c'è un errore
      - Scritto da: Pietro
      c'è un errore di fondo, il prezzo di un prodotto
      in un'economia capitalista non è assolutamente
      correlato al costo di produzione, provate a
      pensare a uno stuzzicadenti per esempio, il
      prezzo è enormemente più alto del costo di
      produzione Quanto costa uno stuzzicadenti?
      • Pietro scrive:
        Re: c'è un errore
        circa 72 euro al Kg
        • panda rossa scrive:
          Re: c'è un errore
          - Scritto da: Pietro
          circa 72 euro al KgTu compri apple, vero? Perche' questo barattolino da 200 grammihttp://www.ebay.it/itm/OFFERTA-BARATTOLO-STUZZICADENTI-PZ-350-8034048062135-/181079859950lo vendono a 1 euro.
          • Pietro scrive:
            Re: c'è un errore
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Pietro

            circa 72 euro al Kg

            Tu compri apple, vero?

            Perche' questo barattolino da 200 grammi
            http://www.ebay.it/itm/OFFERTA-BARATTOLO-STUZZICAD
            lo vendono a 1 euro.Gli stuzzicadenti li compro esselunga e su quelli ho calcolato il prezzo
          • panda rossa scrive:
            Re: c'è un errore
            - Scritto da: Pietro
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Pietro


            circa 72 euro al Kg



            Tu compri apple, vero?



            Perche' questo barattolino da 200 grammi


            http://www.ebay.it/itm/OFFERTA-BARATTOLO-STUZZICAD

            lo vendono a 1 euro.
            Gli stuzzicadenti li compro esselunga e su quelli
            ho calcolato il
            prezzoQuindi, per amor di correttezza, avresti dovuto sottolineare che hai preso come riferimento stuzzicadenti in legno di mogano intagliati a mano(o cosi' ti raccontano) per giustificare il prezzo spropositato.Ti ho dimostrato che esistono stuzzicadenti da 5 euro al kilo e che svolgono la medesima funzione di quelli che tu paghi oltre 10 volte tanto.
          • Vergognati scrive:
            Re: c'è un errore
            - Scritto da: panda rossa
            Quindi, per amor di correttezza, avresti dovuto
            sottolineare che hai preso come riferimento
            stuzzicadenti in legno di mogano intagliati a
            mano
            (o cosi' ti raccontano) per giustificare il
            prezzo
            spropositato.

            Ti ho dimostrato che esistono stuzzicadenti da 5
            euro al kilo e che svolgono la medesima funzione
            di quelli che tu paghi oltre 10 volte
            tanto.Dici balle! Uno stuzzicadenti pesa circa 0.05 g, quindi, quei 350 stuzzicadenti sono 17.5 g, per cui 1 kg di quegli stuzzicadenti costa qualcosa più di 57 a cui devi aggiungere le spese di spedizione
          • Pietro scrive:
            Re: c'è un errore
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Pietro

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: Pietro



            circa 72 euro al Kg





            Tu compri apple, vero?





            Perche' questo barattolino da 200 grammi





            http://www.ebay.it/itm/OFFERTA-BARATTOLO-STUZZICAD


            lo vendono a 1 euro.

            Gli stuzzicadenti li compro esselunga e su
            quelli

            ho calcolato il

            prezzo

            Quindi, per amor di correttezza, avresti dovuto
            sottolineare che hai preso come riferimento
            stuzzicadenti in legno di mogano intagliati a
            mano
            (o cosi' ti raccontano) per giustificare il
            prezzo
            spropositato.

            Ti ho dimostrato che esistono stuzzicadenti da 5
            euro al kilo e che svolgono la medesima funzione
            di quelli che tu paghi oltre 10 volte
            tanto.è esattamente lì che volevo arrivare, gli stuzzicadenti, alcuni di essi , hanno prezzi che con i costi di produzione non c'entrano niente eppure si vendono lo stesso. Se fossero computer avrebbero prezzi in proporzione di 5-6000 euro.Il prezzo ripeto è indipendente dai costi di produzione, è solo la cifra che il consumatore è disposto a spendere, se non compra abbassano il prezzo, ma se accetta di pagare quelle cifre i prezzi rimangono alti.Se fai qualche conto scopri che i prodotti con i ricarichi più alti sono quelli che costano poco, pochissimo perché la gente visto il prezzo irrisorio è disposta a pagare anche ricarichi enormi, si fanno più soldi producendo stuzzicadenti che automobili.
          • Pietro scrive:
            Re: c'è un errore
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Pietro

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: Pietro



            circa 72 euro al Kg





            Tu compri apple, vero?





            Perche' questo barattolino da 200 grammi





            http://www.ebay.it/itm/OFFERTA-BARATTOLO-STUZZICAD


            lo vendono a 1 euro.

            Gli stuzzicadenti li compro esselunga e su
            quelli

            ho calcolato il

            prezzo

            Quindi, per amor di correttezza, avresti dovuto
            sottolineare che hai preso come riferimento
            stuzzicadenti in legno di mogano intagliati a
            mano
            (o cosi' ti raccontano) per giustificare il
            prezzo
            spropositato.

            Ti ho dimostrato che esistono stuzzicadenti da 5
            euro al kilo e che svolgono la medesima funzione
            di quelli che tu paghi oltre 10 volte
            tanto.è esattamente lì che volevo arrivare, gli stuzzicadenti, alcuni di essi , hanno prezzi che con i costi di produzione non c'entrano niente eppure si vendono lo stesso. Se fossero computer avrebbero prezzi in proporzione di 5-6000 euro.Il prezzo ripeto è indipendente dai costi di produzione, è solo la cifra che il consumatore è disposto a spendere, se non compra abbassano il prezzo, ma se accetta di pagare quelle cifre i prezzi rimangono alti.Se fai qualche conto scopri che i prodotti con i ricarichi più alti sono quelli che costano poco, pochissimo perché la gente visto il prezzo irrisorio è disposta a pagare anche ricarichi enormi, si fanno più soldi producendo stuzzicadenti che automobili.
  • il.gemmolog o scrive:
    Spiacente ma....
    Il Danaro NON E' un bene.Toppato.il.gem
  • Leguf Iussef Khalifa scrive:
    Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
    andiamo pure ... io porto il cocchio e tu il resto..
    • Leguf Iussef Khalifa scrive:
      Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
      - Scritto da: Leguf Iussef Khalifa
      andiamo pure ... io porto il cocchio e tu il
      resto..Il resto sono gli zampini. Quelli di riserva, qui sopra ne sono saltati molti. (rotfl)
      • Leguf Iussef Khalifa scrive:
        Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
        i tuoi tutti
        • Leguf Iussef Khalifa scrive:
          Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
          - Scritto da: Leguf Iussef Khalifa
          i tuoi tuttiNon direi proprio, impara a contare.Natura matrigna.
          • tucumcari scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            cosa dovrei contare? son spariti...(rotfl)(rotfl)Esattamente come sparirà questo assieme alla tua pretesa di "contare" qualcosa. ;)
  • Leguf Iussef Khalifa scrive:
    Re: ho ho
    dimenticavo nel frattempo è passato un altroFLID! MID: 4068260 :DMa <b
    alcuni </b
    post sono "unaffected" ;)
    • Leguf Iussef Khalifa scrive:
      Re: ho ho
      - Scritto da: Leguf Iussef Khalifa
      dimenticavo nel frattempo è passato un altro
      FLID! MID: 4068260
      :D
      Ma <b
      alcuni </b
      post sono
      "unaffected"
      ;)Ci consoleremo con lo tzatziki, e poi via sul tender.
      • Leguf Iussef Khalifa scrive:
        Re: ho ho
        Ricordati di portare la Miss prima che la tosino!(rotfl)(rotfl)
        • Leguf Iussef Khalifa scrive:
          Re: ho ho
          - Scritto da: Leguf Iussef Khalifa
          Ricordati di portare la Miss prima che la tosino!Una miss rigorosamente munita di jeans Jesus. E poi tutti a proXXXXX.
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: ho ho
            L'importante però è espiare altrimenti che proXXXXX è?
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: ho ho
            - Scritto da: Leguf Iussef Khalifa
            L'importante però è espiare altrimenti che
            proXXXXX
            è?Un proXXXXX per macachi e patetici trolletti, ecco quello che è.Parola di Giggi.
  • tucumcari scrive:
    ho ho
    mi è semblato di vedere un un FLID! MID: 4068260[img]http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/7/79/Tweety.png[/img]
    • tucumcari scrive:
      Re: ho ho
      - Scritto da: tucumcari
      mi è semblato di vedere un
      un FLID! MID: 4068260
      [img]http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/7/79Anche a me....Farò una petizione online.
      • tucumcari scrive:
        Re: ho ho
        - Scritto da: tucumcari
        - Scritto da: tucumcari

        mi è semblato di vedere un

        un FLID! MID: 4068260


        [img]http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/7/79
        Anche a me....
        Farò una petizione online.Falla falla che è in arrivo....[yt]ZrJaQIycDmY[/yt]
        • tucumcari scrive:
          Re: ho ho
          - Scritto da: tucumcari
          - Scritto da: tucumcari

          - Scritto da: tucumcari


          mi è semblato di vedere un


          un FLID! MID: 4068260





          [img]http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/7/79

          Anche a me....

          Farò una petizione online.
          Falla falla che è in arrivo....In arrivo una tosata, e qualcuno ci lascerà gli zampini.Un trolletto, e pure patetico.
          • tucumcari scrive:
            Re: ho ho
            La ennesima tosata e gli ennesimi zampini per la precisione.Ti nomerò "Lo millepiedi zoppicante".
          • tucumcari scrive:
            Re: ho ho
            - Scritto da: tucumcari
            La ennesima tosata e gli ennesimi zampini per la
            precisione.
            Ti nomerò "Lo millepiedi zoppicante".E poi chiederai "perché basta con la pirateria?"Una cosa nuova.
          • tucumcari scrive:
            Re: ho ho
            se fosse nuova non sarebbe in attesa di risposta da tanto tempo.
  • tucumcari scrive:
    non non si tratta di quello
    forse non si tratta di un FLID! MID: 4068260Si tratta di semplice simmetria. ;)[img]http://icons.iconarchive.com/icons/sykonist/looney-tunes/256/Tweety-Bird-icon.png[/img]
    • tucumcari scrive:
      Re: non non si tratta di quello
      - Scritto da: tucumcari
      forse non si tratta di un FLID! MID: 4068260

      Si tratta di semplice simmetria.Simmetlia. Titti é cinese.
  • assolo scrive:
    povero Calamari
    Dopo aver letto con fatica i post di questo forum, nel tentativo inutile al 90 percento di trovarne qualcuno non infantile, direi caro Calamari che hai un cattivo karma...I tuoi 24 lettori affezionati, per citare un prverbio tedesco di origine latina, per guardare gli alberi non vedono la foresta.
    • tucumcari scrive:
      Re: povero Calamari
      calamari non ha un cattivo karma ha una visione a volte corretta e a volte troppo "paranoico-puzzonasistica" (puzza sotto il naso) del modo.I Cala migliore è quello paranoico quello "mo ti racconto il mondo" è invece piuttosto discutibile.Rimane comunque "er mejo der quartiere" su PI per quanto riguarda il forum invece mi pare "as usual" non vedo di che meravigliarsi.Secondo te ci sono posti migliori dove trollare? ;)
      • tucumcari scrive:
        Re: povero Calamari

        Secondo te ci sono posti migliori dove trollare?
        ;)A parte Tucumcari, New Mexico?[img]http://store.legendsofamerica.com/images/products/large_1359_nm-1053-TucumcariGreetings.jpg[/img]
      • tucumcari scrive:
        Re: povero Calamari
        Se non fosse per le salamelle, e per certi imbelli...
      • ... scrive:
        Re: povero Calamari
        - Scritto da: tucumcari
        Rimane comunque "er mejo der quartiere" su PI se io (statura: 170cm) vado presso una tribu' di pigmei, ovviamente appariro' come un gigante. A te le conclusioni.
  • Quelo scrive:
    Sbagliato
    Benchè l'analisi sia quasi corretta dal punto di vista economico, la questione economica in questo ambito è del tutto irrilevante.Lo è perché l'apparecchio che teniamo in tasca possiamo anche non pagarlo affatto o pagarlo 1000 euro di tasca nostra, ma comunque non è un bene che possiediamo, è uno strumento per fare parte di un sistema.Noi non controlliamo il sistema è il sistema che controlla noi, e il pagarlo o riceverlo in "regalo" è del tutto irrilevante, visto che nel momento in cui lo accendiamo, controlla l'intera nostra attività e incomincia a creare esigenze assolutamente inutili.Ci toglie parte della felicità, e poi ce la ridà facendocela pagare in qualche modo, ci obbliga ad iscriverci ai social network per poteci parlare giocare, scambiare messaggi e non essere esclusi dalla società.Ok, la marca e la pubblicità, stabiliscono a 1000 euro il prezzo di un telefono, sostanzialmente uguale a quello che un produttore cinese vende a 150, ma non è certo questo plusvalore il problema.Il problema è perché ne abbiamo bisogno, anche se ci costasse 20 euro, perché la gente non comunica più via email, perché devono usare tutti whatsappa e facebbook, perché deve tracciarti anche quando non vuoi o dare il tuo numero e il tuo imei ai produttori di Angry Birds.Queste sono le domande da porsi e sono molto oltre il problema del plusvalore, su pezzi di hardware che comunque hanno un inquadramento coerente rispetto alla tecnologia e alla ricerca che rappresentano.E ci sarà un discorso ancora più pericoloso quando prenderanno piede i Google Glasses, e le leggi che cambieranno per renderne possibile l'utilizzo, in cui non potremo nemmeno uscire in strada senza essere ripresi e inviati su Youtube, allora il valore negativo del costo degli occhiali sarà ancora più irrilevante.
    • Leguleio scrive:
      Re: Sbagliato

      Lo è perché l'apparecchio che teniamo in tasca
      possiamo anche non pagarlo affatto o pagarlo 1000
      euro di tasca nostra, ma comunque non è un bene
      che possiediamo, Come no?Adesso è iniziata l'epoca delle licenze d'uso anche per gli strumenti fisici? Come fosse un DVD?
      Noi non controlliamo il sistema è il sistema che
      controlla noi, Parla per te.Io il telefonino non ce l'ho.
      e il pagarlo o riceverlo in
      "regalo" è del tutto irrilevante, visto che nel
      momento in cui lo accendiamo, controlla l'intera
      nostra attività e incomincia a creare esigenze
      assolutamente
      inutili.Di nuovo, parla per te.
      Ci toglie parte della felicità, e poi ce la ridà
      facendocela pagare in qualche modo, ci obbliga ad
      iscriverci ai social network Non sono iscritto a nessun social network.
      per poteci parlare
      giocare, scambiare messaggi e non essere esclusi
      dalla
      società.Non sono escluso dalla società. Che poi lo voglia fare di mia spontanea volontà è un altro paio di maniche.
      Il problema è perché ne abbiamo bisogno, Bella domanda, ma la devi rivolgere a chi, come te, lo usa.Chi non lo usa ovviamente non può. ;)
      • Leguf Iussef Khalifa scrive:
        Re: Sbagliato
        - Scritto da: Leguleio
        Come no?
        Adesso è iniziata l'epoca delle licenze d'uso
        anche per gli strumenti fisici? Come fosse un
        DVD?E da quando un DVD non è un oggetto fisico Legù?
        • Leguf Iussef Khalifa scrive:
          Re: Sbagliato
          Ma poi, voglio dire, fra zampini, salamelle, tosate e cocchi d'asini, chi se li fila i DVD?Valgono meno della causa in tribunale per la pubblicità dei jeans Jesus.
          • tucumcari scrive:
            Re: Sbagliato
            - Scritto da: Leguf Iussef Khalifa
            Ma poi, voglio dire, fra zampini, salamelle,
            tosate e cocchi d'asini, chi se li fila i
            DVD?Nessuno tanto non sono materiali....(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • tucumcari scrive:
            Re: Sbagliato
            - Scritto da: tucumcari
            - Scritto da: Leguf Iussef Khalifa

            Ma poi, voglio dire, fra zampini, salamelle,

            tosate e cocchi d'asini, chi se li fila i

            DVD?
            Nessuno tanto non sono materiali....
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)Esatto, sono come le petizioni online su questioni riguardanti la UE. Servono solo a chi si immagina che servano.
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Sbagliato
            Bravo legù insisti che poi vinci il primo premio.oddio...Se non è proprio il primo giù di lì...
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Sbagliato
            - Scritto da: Leguf Iussef KhalifaBravo tucumcari, insisti che poi vinci il primo premio.La prima scimmietta demente. oddio...Se non è proprio la prima giù di lì...Nocciolina.
        • panda rossa scrive:
          Re: Sbagliato
          - Scritto da: Leguf Iussef Khalifa
          - Scritto da: Leguleio


          Come no?

          Adesso è iniziata l'epoca delle licenze d'uso

          anche per gli strumenti fisici? Come fosse un

          DVD?

          E da quando un DVD non è un oggetto fisico Legù?Da quando i tavoli a tre gambe traballano.
      • panda rossa scrive:
        Re: Sbagliato
        - Scritto da: Leguleio

        Non sono iscritto a nessun social network.Lo sei.Sei registrato sul forum di PI e questo fa di te un utente di social network.
        • tucumcari scrive:
          Re: Sbagliato
          già ma per lui è la stessa cosa dei DVD che non sono "strumenti fisici"... :|
          • tucumcari scrive:
            Re: Sbagliato
            - Scritto da: tucumcari
            già ma per lui è la stessa cosa dei DVD che non
            sono "strumenti
            fisici"...
            :|I soliti imbelli!Natura matrigna!
        • Leguleio scrive:
          Re: Sbagliato




          Non sono iscritto a nessun social network.

          Lo sei.
          Sei registrato sul forum di PI e questo fa di te
          un utente di social
          network.Ma è un forum...Fra poco ribattezziamo social network anche i gruppi di discussione su Usenet?
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Sbagliato
            Si legù e non è un "ribattezzare".è proprio così
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Sbagliato
            - Scritto da: Leguf Iussef Khalifa
            Si legù e non è un "ribattezzare".
            è proprio cosìCol beneplacito di Giggi er Trojone.
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Sbagliato
            - Scritto da: Leguf Iussef Khalifa
            Col beneplacito di Giggi er Trojone.Ma non con quello del t-1000 :D
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Sbagliato
            Si legù non è "ribattezzato" è proprio così
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Sbagliato
            è proprio così legù nessun "ribattezzare"
          • panda rossa scrive:
            Re: Sbagliato
            - Scritto da: Leguleio





            Non sono iscritto a nessun social
            network.



            Lo sei.

            Sei registrato sul forum di PI e questo fa
            di
            te

            un utente di social

            network.

            Ma è un forum...
            Fra poco ribattezziamo social network anche i
            gruppi di discussione su
            Usenet?Social network = strumento (ma neanche tanto strumento, meglio servizio) che mettere le persone in relazione tra loro.
          • Leguleio scrive:
            Re: Sbagliato

            Social network = strumento (ma neanche tanto
            strumento, meglio servizio) che mettere le
            persone in relazione tra
            loro.Uh?! Il telefono e il telegrafo erano già social network agli inizi del Novecento?Io preferisco questa definizione:http://www.treccani.it/enciclopedia/social-network/I contenuti come le notizie e le immagini li decide e li carica PI, che può anche cassare quelli degli utenti.Che poi si possano <B
            anche </B
            condividere fra utenti, se è in tema, è un di più.
          • tucumcari scrive:
            Re: Sbagliato
            a volte li cassa e a volte non ci riesce....
          • tucumcari scrive:
            Re: Sbagliato
            - Scritto da: tucumcari
            a volte li cassa e a volte non ci riesce....Con te ci riesce sempre. (rotfl)Pronto alla prossima tosata? Fasciati gli zampini. (rotfl) (rotfl)
          • Leguleio scrive:
            Re: Sbagliato
            Ohibò, parlavo di cassare, e subito... 8)
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Sbagliato
            ti han cassato
          • tucumcari scrive:
            Re: Sbagliato
            - Scritto da: Leguleio
            che può anche cassare
            quelli degli
            utenti.Dipende legù dipende...Come dovresti sapere. ;)
          • tucumcari scrive:
            Re: Sbagliato
            - Scritto da: Leguleio
            che può anche cassare
            quelli degli
            utenti.Dipende legù dipende...Come dovresti sapere. ;)
      • Quelo scrive:
        Re: Sbagliato
        - Scritto da: Leguleio

        Lo è perché l'apparecchio che teniamo in
        tasca

        possiamo anche non pagarlo affatto o pagarlo
        1000

        euro di tasca nostra, ma comunque non è un
        bene

        che possiediamo,

        Come no?
        Adesso è iniziata l'epoca delle licenze d'uso
        anche per gli strumenti fisici? Come fosse un
        DVD?

        No, ma ho sentito dire che alcuni gestori ti "regalano" il telefonino in cambio di una quota di traffico mensile fissa per un certo periodo di tempo.Ne hai mai sentito parlare ?
        • cicciobello scrive:
          Re: Sbagliato
          Si può fare in tantissimi modi: comodato d'uso, leasing, affitto...Per certi versi è simile ad un contratto di leasing: il telefono non è tuo, ma lo diventa dopo che hai pagato tutte le rate (ed a quel punto puoi farci quello che ti pare: infatti, trascorso un certo tempo ti diventa perfettamente lecito passare ad un altro gestore, se lo desideri)Tali tipi di contratti non sono una novità, esistevano già prima dei prodotti elettronici hi-tech.
    • cicciobello scrive:
      Re: Sbagliato

      Lo è perché l'apparecchio che teniamo in tasca
      possiamo anche non pagarlo affatto o pagarlo 1000
      euro di tasca nostra, ma comunque non è un bene
      che possiediamo, è uno strumento per fare parte
      di un
      sistema.Il mio smartphone è mio: posso usarlo, posso rivenderlo, posso installarci una rom modificata (non lo faccio perché, alla fine, sono abbastanza soddisfatto di come funziona quella di serie, ma potrei farlo)

      Noi non controlliamo il sistema è il sistema che
      controlla noiPuoi spegnerlo? Se la risposta è sì, lo controlli.
      , e il pagarlo o riceverlo in
      "regalo" è del tutto irrilevante, visto che nel
      momento in cui lo accendiamo, controlla l'intera
      nostra attività e incomincia a creare esigenze
      assolutamente
      inutili.Anche un telefonino normale può arrivare a controllare tutta la tua attività, puoi arrivare a diventare "schiavo" del telefono.E prima del telefono, c'era comunque un altro oggetto che poteva schiavizzare allo stesso modo: l'orologio (se non puoi avvisare che arrivi in ritardo, devi arrivare puntuale... e c'era molta gente che non riusciva a resistere senza guardare compulsivamente l'orologio).Il cellulare ci ha liberato dalla schiavitù dell'orologio (se non puoi arrivare in tempo, poco male: chiami l'altro sul cellulare per dirgli che rimandi l'incontro), ma ha introdotto una schiavitù nuova.

      Ci toglie parte della felicità, e poi ce la ridà
      facendocela pagare in qualche modo, ci obbliga ad
      iscriverci ai social network per poteci parlare
      giocare, scambiare messaggi e non essere esclusi
      dalla
      società.Io ho uno smartphone, ma non sono iscritto a nessun social network.

      Ok, la marca e la pubblicità, stabiliscono a 1000
      euro il prezzo di un telefono, sostanzialmente
      uguale a quello che un produttore cinese vende a
      150, ma non è certo questo plusvalore il
      problema.

      Il problema è perché ne abbiamo bisogno, anche se
      ci costasse 20 euro, perché la gente non comunica
      più via emailCome no? La mail si usa eccome (e lo smartphone permette di usarla senza problemi). Nessuno ti impedisce di usarla, io la uso abitualmente.
      , perché devono usare tutti
      whatsappa e facebbookDevono? Perché? Chi ha tali servizi ha anche la mail (serve per registrarsi), quindi dove sta il problema? Se non vuoi usare facebook per scrivere a un tuo amico mandagli una mail normale, nessuno te lo impedisce; se il tuo amico, per parlare con altri, preferisce facebook... ma a te cosa importa? Saranno fatti suoi o no? Tanto, per parlare con te userà la mail.
      , perché deve tracciarti
      anche quando non vuoi o dare il tuo numero e il
      tuo imei ai produttori di Angry
      Birds.No, perché? Ho installato Angry Birds (gratuito), e lo posso usare tranquillamente offline (quindi non raccoglie i miei dati... e anche se lo facesse non potrebbe spedirli in giro), e comunque non mi sono mai arrivati né spam né sms dalla Rovio (quindi, se anche avessero avuto acXXXXX alla mia mail, cosa di cui dubito, non sembra proprio che l'abbiano mai usata)

      Queste sono le domande da porsi Ho cercato di rispondere ad esse.
      E ci sarà un discorso ancora più pericoloso
      quando prenderanno piede i Google Glasses, e le
      leggi che cambieranno per renderne possibile
      l'utilizzo, in cui non potremo nemmeno uscire in
      strada senza essere ripresi e inviati su Youtube,
      allora il valore negativo del costo degli
      occhiali sarà ancora più
      irrilevante.Questo è interessante, perché chi usa il dispositivo potrebbe non pagarlo con la propria privacy, ma con quella altrui: tu quando esci di casa non vieni ripreso dai tuoi occhiali (che puoi comunque decidere di non comprare), ma da quelli del tuo vicino (che li ha comprati con lo sconto, magari, e pensa di aver fatto un affarone... e dal suo punto di vista, magari l'ha fatto davvero)
      • Quelo scrive:
        Re: Sbagliato


        , perché deve tracciarti

        anche quando non vuoi o dare il tuo numero e
        il

        tuo imei ai produttori di Angry

        Birds.

        No, perché? Ho installato Angry Birds (gratuito),
        e lo posso usare tranquillamente offline (quindi
        non raccoglie i miei dati... e anche se lo
        facesse non potrebbe spedirli in giro), e
        comunque non mi sono mai arrivati né spam né sms
        dalla Rovio (quindi, se anche avessero avuto
        acXXXXX alla mia mail, cosa di cui dubito, non
        sembra proprio che l'abbiano mai
        usata)Non detto email ho detto imei che è molto peggio. In ogno caso se hai scaricato Angry Birds che tra i permessi che ha c'è la lettura del tuo imei e numero di telefono, e ADMOB (nella versione gratuita) li usa.Poi se hai Android per avere Angry Birds ti sei probabilmente iscritto a Google per far funzionare il play e in quel momento i tuoi numeri di telefono in rubrica gli account shared, le celle su cui ti sei agganciato e se l'hai attivato il GPS pure quello, insieme alle email che ricevi su gmail sono nel loro cloud, con il tuo numero di telefono e il tuo imei appunto che garantiscono che tu sei tu anche se il nome che hai dato è falso, è tutto lì in bella vista sulla tua dashboard. E ovviamente, avendo anche i tuoi contatti sei iscritto ad un social network anche se non lo sai (lo sai nel momento in cui ti iscrivi a Google+ dove misteriosamente tutti quelli che hanno scambiato una mail con te appaiono come possibili amici).Puoi anche non avere fatto questo, perché sei particolarmente furbo o hai un telefono come il mio (con ROM modificata, privacy guard e blocco delle applicazioni moleste) , ma la maggior parte di quelli che conosci sicuramente non ce l'hanno e forniscono a Google il TUO numero di telefono nella loro rubrica e le tue foto su Picasa.





        Queste sono le domande da porsi

        Ho cercato di rispondere ad esse.
        Ancora una volta mi sa che hai posto i tuoi argomenti senza tenere in considerazione il 99% delle persone che conosci.Fuori dall'ambito lavorativo (dove si usano strumenti classici) , ormai la maggior parte gente si accorda come uscire con Whatsapp, manda le foto delle vacanze su Facebook, ti scattano foto e le pubblicano senza chiederti il permesso (e se sei hai un account ti taggano pure) e qui il discorso sui Glasses.Se mandi una mail ad un giovane di 23 anni, gli devi telefonare per chiedergli se l'ha ricevuta, perché se anche l'ha letta non si prende nemmeno la briga di capire come risponderti, se gli mandi un messaggio su Whatsapp ti risponde a qualsiasi ora del giorno in 5 secondi netti.Se a te queste cose non succedono o vivi in una comunità Amish, o sei in un laboratorio in cima ad una montagna circondato solo da vecchi Hacker paranoici e da Cassandre.Se vivi la normale comunicazione sociale, è inevitabile che devi sottostare alle regole del gioco a cui giocano tutti, se non lo fai soffri ed è causa del sistema che altri hanno messo in piedi intorno a te di cui sei vittima.Questo è quello di cui parlavo.
        • Nome e cognome scrive:
          Re: Sbagliato
          - Scritto da: Quelo

          Se vivi la normale comunicazione sociale, è
          inevitabile che devi sottostare alle regole del
          gioco a cui giocano tutti, se non lo fai soffri
          ed è causa del sistema che altri hanno messo in
          piedi intorno a te di cui sei vittima.Ma congiuntivi, virgole e punti e virgola quando e dove necessari no?O le regole della "normale comunicazione sociale li hanno vietati?
          • ... scrive:
            Re: Sbagliato
            - Scritto da: Nome e cognome
            - Scritto da: Quelo



            Se vivi la normale comunicazione
            sociale,
            è

            inevitabile che devi sottostare alle regole
            del

            gioco a cui giocano tutti, se non lo fai
            soffri

            ed è causa del sistema che altri hanno messo
            in

            piedi intorno a te di cui sei vittima.

            Ma congiuntivi, virgole e punti e virgola quando
            e dove necessari no?

            O le regole della "normale comunicazione sociale
            li hanno vietati?trattasi di "involuzione culturale a mezzo 'nuovi media' ".ke c voi fare adesso si usa kosi xke t da fatidio?
          • Quelo scrive:
            Re: Sbagliato
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: Nome e cognome

            - Scritto da: Quelo





            Se vivi la normale comunicazione

            sociale,

            è


            inevitabile che devi sottostare alle regole

            del


            gioco a cui giocano tutti, se non lo fai

            soffri


            ed è causa del sistema che altri hanno
            messo

            in


            piedi intorno a te di cui sei vittima.



            Ma congiuntivi, virgole e punti e virgola quando

            e dove necessari no?



            O le regole della "normale comunicazione sociale

            li hanno vietati?

            trattasi di "involuzione culturale a mezzo 'nuovi
            media'
            ".
            ke c voi fare adesso si usa kosi xke t da fatidio?Esatto
        • cicciobello scrive:
          Re: Sbagliato

          Non detto email ho detto imei che è molto peggio.
          In ogno caso se hai scaricato Angry Birds che tra
          i permessi che ha c'è la lettura del tuo imei e
          numero di telefono, e ADMOB (nella versione
          gratuita) li
          usa.Il mio numrro di telefono non è un segreto (se lo fosse, non potrebbe telefonarmi nessuno, ma in tal caso sarebbe tutto inutile avere un telefono); quello che mi importa è che non mi arrivino sms di spam, e finora non mi è capitato.E admob mostra i banner solo se giochi mentre sei in rete, ma io quando gioco chiudo sempre la connessione ( tanto se sto giocando non sto navigando)... e in tale situazione non compare nessun banner, e nessun dato viene trasmesso.

          Poi se hai Android per avere Angry Birds ti sei
          probabilmente iscritto a Google per far
          funzionare il play e in quel momento i tuoi
          numeri di telefono in rubrica gli account shared,
          le celle su cui ti sei agganciato e se l'hai
          attivato il GPS pure quelloAnche se non attivi il gps, ma usi google maps per stamparti la cartina con l'itinerario, google deduce dov'è casa tua.
          , insieme alle email
          che ricevi su gmail sono nel loro cloud, Strano, vero, che una copia della mail stia su un mail server?E comunque, se anche ti sta antipatico Google e non usi gmail, ma scrivi a qualcuno che invece la usa, una copia della tua mail finirà comunque sui server di google ( altrimenti il destinatario come potrebbe leggerla?)con il
          tuo numero di telefono e il tuo imei appunto che
          garantiscono che tu sei tu anche se il nome che
          hai dato è falso, è tutto lì in bella vista sulla
          tua dashboard.Certo che sanno che sono io, devono saperlo: se voglio guardare la mia posta dal cellulare devo autenticarmi, altrimenti chiunque potrebbe spaccarsi per me e guardare la mia posta.


          E ovviamente, avendo anche i tuoi contatti sei
          iscritto ad un social network anche se non lo sai
          (lo sai nel momento in cui ti iscrivi a Google+
          dove misteriosamente tutti quelli che hanno
          scambiato una mail con te appaiono come possibili
          amici).La lista dei contatti c'è in qualunque servizio di web mail.

          Puoi anche non avere fatto questo, perché sei
          particolarmente furbo o hai un telefono come il
          mio (con ROM modificata, privacy guard e blocco
          delle applicazioni moleste) , ma la maggior parte
          di quelli che conosci sicuramente non ce l'hanno
          e forniscono a Google il TUO numero di telefono
          nella loro rubricaCome ho già detto, il numero di telefono non è un segreto; basta che non venga usato per promozioni commerciali moleste, e per il momento ciò non è accaduto.
          e le tue foto su
          Picasa.Le foto che ho fatto io passano dal mio telefono al mio computer, senza picasa.Le foto che altri hanno fatto a me possono anche finire online (se hai potuto farmi una foto significa che o ero in un luogo pubblico o ero d'accordo a farmi fotografare, in entrambi i casi sarebbero foto in cui non avrei nulla da nascondere); e comunque, anche le foto fatte con fotocamere normali (perfino con quelle analogiche) si possono mettere online.










          Queste sono le domande da porsi



          Ho cercato di rispondere ad esse.



          Ancora una volta mi sa che hai posto i tuoi
          argomenti senza tenere in considerazione il 99%
          delle persone che
          conosci.Io posso rispondere per me stesso; per gli altri, ognuno risponde per sè.

          Fuori dall'ambito lavorativo (dove si usano
          strumenti classici) , ormai la maggior parte
          gente si accorda come uscire con Whatsapp,Visto che non ce l'ho e i miei amici lo sanno, se vogliono dirlo a me mi mandano la mail o mi telefonano.
          manda
          le foto delle vacanze su Facebook,E nessuno le guarda, fanno solo finta per cortesia (come un tempo facevano finta di mostrarsi interessati alla proiezione di diapositive). Se hai delle foto belle, me le fai vedere quando ci incontriamo, così puoi dirmi cosa sono (una fito ha una storia dietro, oppure è priva di interesse)
          ti scattano
          foto e le pubblicano senza chiederti il permessoma con che gente esci? Una cosa del genere non è solo maleducazione, è anche illegale ( per pubblicare la foto di una persona ti serve la liberatoria)
          (e se sei hai un account ti taggano pure) e qui
          il discorso sui
          Glasses.

          Se mandi una mail ad un giovane di 23 anni, gli
          devi telefonare per chiedergli se l'ha ricevuta,
          perché se anche l'ha letta non si prende nemmeno
          la briga di capire come rispondertise voglio che mi risponda gli telefono, non gli scrivo. Se non è urgente gli mando una mail.
          , se gli mandi
          un messaggio su Whatsapp ti risponde a qualsiasi
          ora del giorno in 5 secondi
          netti.E se gli telefono mi risponde in tempo reale.

          Se a te queste cose non succedono o vivi in una
          comunità Amish, o sei in un laboratorio in cima
          ad una montagna circondato solo da vecchi Hacker
          paranoici e da
          Cassandre.No, semplicemente sono circondato da esseri umani civili e non da bimbominkia.

          Se vivi la normale comunicazione sociale, è
          inevitabile che devi sottostare alle regole del
          gioco a cui giocano tutti, se non lo fai soffri
          ed è causa del sistema che altri hanno messo in
          piedi intorno a te di cui sei
          vittima.La " normale comunicazione sociale" avviene tranquillamente con mail e telefono. Su altri mezzi viaggiano appelli, bufale, catene, battute stupide... ringrazio facebook per aver catturato molta della spazzatura che prima infestava le mail.

          Questo è quello di cui parlavo.
    • Ghet rial scrive:
      Re: Sbagliato

      E ci sarà un discorso ancora più pericoloso
      quando prenderanno piede i Google Glasses, e le
      leggi che cambieranno per renderne possibile
      l'utilizzo, in cui non potremo nemmeno uscire in
      strada senza essere ripresi e inviati su Youtube,
      allora il valore negativo del costo degli
      occhiali sarà ancora più
      irrilevante.Come se alla gente fregasse qualcosa della tua faccia!
      • Quelo scrive:
        Re: Sbagliato
        - Scritto da: Ghet rial
        Come se alla gente fregasse qualcosa della tua
        faccia!Come se alla gente fregasse qualcosa del tuo nickname.
  • maxsix scrive:
    Una domanda per Cassandra...
    ... o come cavolo ti chiami.Ma.Lo scappellamento è a destra o a sinistra?
    • furbissimo scrive:
      Re: Una domanda per Cassandra...
      dipende da come lo giri esattamente come le salamelle a volte a destra e a volte a sinistra
      • maxsix scrive:
        Re: Una domanda per Cassandra...
        - Scritto da: furbissimo
        dipende da come lo giri esattamente come le
        salamelle a volte a destra e a volte a
        sinistraParlami di come si gira una salamella.Gigi è impaziente di sentire il tuo tema e di darti il voto.
  • maxsix scrive:
    C'era una volta un albero
    Molto bello e molto grande.Rigoglioso come nostro dizionario italico ci suggerisce.Nelle giornate piovose offriva un po' di riparo ai malcapitati.Nelle giornate calde e afose offriva un po' di ombra e refrigerio.Di quest'albero non si ricorda il vivaio dove fu acquistato, chi l'abbia piantato, chi ha imbonito il terreno, chi con tanto amore lo ha accudito.Ma si ricorda chi un giorno decise di piantarlo.
    • ... scrive:
      Re: C'era una volta un albero
      un po' come le salamelle ti ricordano gigi ma non il maiale che ci sta dentro. :D
      • tucumcari scrive:
        Re: C'era una volta un albero
        - Scritto da: ...
        un po' come le salamelle ti ricordano gigi ma non
        il maiale che ci sta
        dentro.
        :DQuesto lo posso dire solo io.
      • maxsix scrive:
        Re: C'era una volta un albero
        - Scritto da: ...
        un po' come le salamelle ti ricordano gigi ma non
        il maiale che ci sta
        dentro.
        :DE nemmeno mi ricordano il fattore che con la sua brava pala ha passato le giornate intorno a quel maiale.Vedi che se ti impegni ci arrivi.
        • furbissimo scrive:
          Re: C'era una volta un albero
          Sei tu che non ci arrivi...Il maiale c'era già prima del fattore con la pala e il bis-bis-bis-avolo del fattore faceva le salsicce e le salamelle già prima di inventare la pala.Magari faticava un po' a acchiappare il maiale nel bosco ma vai tranquillo che le salamelle le mangiava eccome!Vedi caro qualunque sia il ruolo della pala... il problema è (e resta) che <b
          niente maiale=niente salamelle </b
          e che invece <b
          niente fattore con pala <
          niente salamelle </b
          .Capisci la differenza? ;)
          • maxsix scrive:
            Re: C'era una volta un albero
            - Scritto da: furbissimo
            Sei tu che non ci arrivi...
            Il maiale c'era già prima del fattore con la pala
            <b
            e il bis-bis-bis-avolo del fattore faceva le
            salsicce e le salamelle già prima di inventare la
            pala. </b
            E questa dove l'hai letta?Nelle biscotto della felicità?Sti cinesi, sempre una se ne inventano.
            Magari faticava un po' a acchiappare il maiale
            nel bosco ma vai tranquillo che le salamelle le
            mangiava
            eccome!Chi te lo dice?L'insacco della carne è una tradizione piuttosto recente nella cucina.
            Vedi caro qualunque sia il ruolo della pala... il
            problema è (e resta) che <b
            niente
            maiale=niente salamelle </b
            e che invece
            <b
            niente fattore con pala <
            niente
            salamelle </b

            .
            Capisci la differenza?
            ;)La tua conclusione, appunto, mi da ragione.Il maiale / albero conta.Chi ha inventato la salamella / chi ha piantato l'albero conta.Il resto è contorno.Utile.Ma contorno.
  • iRoby scrive:
    Domanda per Cassandra
    Dove stanno le domande?Sono quelle? Cioè se si compra per valore reale o percepito? E se poi le prestazioni e l'utilità rispecchiano realmente il prezzo?Ma la vorrei fare io una domanda a Cassandra...Ma come ha calcola i 24 lettori? Sono quelli che lo hanno insultato in privato in questi anni perché in disaccordo con l'articolo letto?Non credo che conti gli autori dei commenti, perché è risaputo che qui gettarsi a fiammeggiare tra i commenti di un articolo non implica averlo letto.
    • miky scrive:
      Re: Domanda per Cassandra
      Ma infatti, anche io mi stavo chiedendo: "ma quindi? cosa ho letto in questo articolo?".Comunque, visto che Calamari non è un giornalista 'ufficiale' del team Pi, OGNI TANTO, potrebbe anche degnarsi di rispondere a qualche commento. Anche solo come rispetto nei confronti dei 24 lettori (caso peggiore deve leggere 24 commenti diversi caro Calamari). Altrimenti conferma quanto diceva un certo 'non ho parole' che la accusava di sentirsi sopra le parti.Cordialmente
      • tucumcari scrive:
        Re: Domanda per Cassandra
        Potrebbe degnarsi?Si e forse farebbe bene (parere personalissimo).Ma non è il "suo stile".. e tutto sommato non è strettamente necessario anche se sarebbe (ripeto my 2 cents) utile.
        • tucumcari scrive:
          Re: Domanda per Cassandra
          Diversamente, torniamo sempore lì: la natura è matrigna, ed é un esempio che può fare anche Giggi er Trojone.
      • iRoby scrive:
        Re: Domanda per Cassandra
        Ah e anche ti rispondesse...A me una volta a risposto con un desolante "e che ne so io?".
      • ... scrive:
        Re: Domanda per Cassandra
        - Scritto da: miky
        Ma infatti, anche io mi stavo chiedendo: "ma
        quindi? cosa ho letto in questo
        articolo?".
        Comunque, visto che Calamari non è un giornalista
        'ufficiale' del team Pi, OGNI TANTO, potrebbe
        anche degnarsi di rispondere a qualche commento.
        Anche solo come rispetto nei confronti dei 24
        lettori (caso peggiore deve leggere 24 commenti
        diversi caro Calamari). Altrimenti conferma
        quanto diceva un certo 'non ho parole' che la
        accusava di sentirsi sopra le
        parti.
        Cordialmenteper 55Euro lordi ad articolo, pretendi pure che ti risponda?
    • ruppolo scrive:
      Re: Domanda per Cassandra
      - Scritto da: iRoby
      Ma la vorrei fare io una domanda a Cassandra...Non ti risponderà, noi per lui siamo indegni di risposta.
      • maxsix scrive:
        Re: Domanda per Cassandra
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: iRoby

        Ma la vorrei fare io una domanda a
        Cassandra...

        Non ti risponderà, noi per lui siamo indegni di
        risposta.Sarebbe bello.Qualche randellata gliela darei volentieri anche a lui.;)
        • ... scrive:
          Re: Domanda per Cassandra
          - Scritto da: maxsix
          - Scritto da: ruppolo

          - Scritto da: iRoby


          Ma la vorrei fare io una domanda a

          Cassandra...



          Non ti risponderà, noi per lui siamo indegni
          di

          risposta.

          Sarebbe bello.
          Qualche randellata gliela darei volentieri anche
          a
          lui.

          ;)tu il randello lo hai sempre a portata di mano, mi riferisco a quello che hai infilato su per il XXXX: mano dietro, rapido sfilamento e sei pronto all'azione. poi pero' rimettilo al suo posto, o apple si XXXXXXX.
      • ... scrive:
        Re: Domanda per Cassandra
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: iRoby

        Ma la vorrei fare io una domanda a
        Cassandra...

        Non ti risponderà, noi per lui siamo indegni di
        risposta.Lui quelli come te li sfanculizza, ma siccome e' un signore, preferisce tacere. In pero' non sono un signore, quindi vaffacnulo.
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Domanda per Cassandra
      - Scritto da: iRoby
      Ma la vorrei fare io una domanda a Cassandra...

      Ma come ha calcola i 24 lettori?
      Sono quelli che lo hanno insultato in privato in
      questi anni perché in disaccordo con l'articolo letto?Cassandra ama moltissimo le citazioni, ed il Manzoni e' una delle piu' ricorrenti.In questo articolo, ad esempio, lo cita 3 volteLa prima e' esplicita, virgolettata e con tanto di link.La seconda e' la parafrasi ".. se vi ho annoiato, ... non l'ho fatto apposta".La terza e' appunto quella dei 24 lettori .. il Manzoni ne aveva 25.Come buon peso, c'e' anche una citazione di R. A. Heinlein, ma te la puoi cercare da solo come esercizio.
      • iRoby scrive:
        Re: Domanda per Cassandra
        - Scritto da: Nome e cognome
        La terza e' appunto quella dei 24 lettori .. il
        Manzoni ne aveva 25.Naaaaaa suona più plausibile con quelli che lo hanno letto e lo hanno insultato.
        Come buon peso, c'e' anche una citazione di R. A.
        Heinlein, ma te la puoi cercare da solo come
        esercizio.Il maestro di Isaac Asimov.Me lo ricordo per questa frase:"Il tuo comportamento nei confronti dei gatti sulla Terra determinerà il tuo status in Paradiso."Io da bambino ero un terrorista pedo-satanista, coi gatti ho avuto un rapporto conflittuale, ed all'attivo ne ho 1 incendiato, 1 decapitato ed 1 centrifugato in lavatrice.Tutti per disattenzione e per incidente colposo ovviamente!E quindi andrò all'inferno...
        • nullazzo scrive:
          Re: Domanda per Cassandra
          Hai fatto la figura del caprone, ti consiglio spassionatamente di evitare di "seppellirti" con le tue mani.
      • iRoby scrive:
        Re: Domanda per Cassandra
        Comunque ti rispondo in modo serio.Per forza Heinlein doveva essere il suo mentore.È uno degli autori più pessimisti sulla condizione umana e le sue istituzioni.E rispecchia il modo di pensare del "pensatore" Calamari.Io vado oltre, e non trovo la condizione umana negativa. Perché non sono dualista e pessimista. Esistono solo esperienze.Il conflitto è ciò che fa l'Universo Virtuale (quello in cui viviamo) una scuola per "Anime".L'evoluzione della Coscienza (Dio) verso la Conoscenza, passa per l'esperienza dentro la Realtà Virtuale dell'Universo che ci sta ospitando.Però ritengo incredibilmente validi alcuni suoi aforismi:"Un essere umano deve essere in grado di cambiare un pannolino, pianificare un'invasione, macellare un maiale, guidare una nave, progettare un edificio, scrivere un sonetto, tenere la contabilità, costruire un muro, aggiustare un osso rotto, confortare i moribondi, prendere ordini, dare ordini, collaborare, agire da solo, risolvere equazioni, analizzare un problema nuovo, raccogliere il letame, programmare un computer, cucinare un pasto saporito, battersi con efficienza, morire valorosamente. La specializzazione va bene per gli insetti. "
        • ... scrive:
          Re: Domanda per Cassandra
          - Scritto da: iRoby
          Comunque ti rispondo in modo serio.

          Per forza Heinlein doveva essere il suo mentore.
          È uno degli autori più pessimisti sulla
          condizione umana e le sue
          istituzioni.

          E rispecchia il modo di pensare del "pensatore"
          Calamari.

          Io vado oltre, e non trovo la condizione umana
          negativa. Perché non sono dualista e pessimista.
          Esistono solo
          esperienze.

          Il conflitto è ciò che fa l'Universo Virtuale
          (quello in cui viviamo) una scuola per
          "Anime".

          L'evoluzione della Coscienza (Dio) verso la
          Conoscenza, passa per l'esperienza dentro la
          Realtà Virtuale dell'Universo che ci sta
          ospitando.

          Però ritengo incredibilmente validi alcuni suoi
          aforismi:

          "
          Un essere umano deve essere in grado di cambiare
          un pannolino, pianificare un'invasione, macellare
          un maiale, guidare una nave, progettare un
          edificio, scrivere un sonetto, tenere la
          contabilità, costruire un muro, aggiustare un
          osso rotto, confortare i moribondi, prendere
          ordini, dare ordini, collaborare, agire da solo,
          risolvere equazioni, analizzare un problema
          nuovo, raccogliere il letame, programmare un
          computer, cucinare un pasto saporito, battersi
          con efficienza, morire valorosamente. La
          specializzazione va bene per gli insetti.
          "non so le altre attivita', ma per raccogliere il letame, alfonso e' l'uomo giusto.
      • cicciobello scrive:
        Re: Domanda per Cassandra

        Come buon peso, c'e' anche una citazione di R. A.
        Heinlein, ma te la puoi cercare da solo come
        esercizio.Ti riferisci all'animale economico?Vado a memoria: "mi sono arruolato perché dovevo compiere un atto di fede: dovevo dimostrare a me stesso di essere un uomo, non solo un animale economico che produce e consuma, consuma e produce"(Fanteria dello spazio)
        • Nome e cognome scrive:
          Re: Domanda per Cassandra
          - Scritto da: cicciobello

          Come buon peso, c'e' anche una citazione di

          Heinlein, ma te la puoi cercare da solo come

          esercizio.

          Ti riferisci all'animale economico?

          Vado a memoria: "mi sono arruolato perché dovevo
          compiere un atto di fede: dovevo dimostrare a me
          stesso di essere un uomo, non solo un animale
          economico che produce e consuma, consuma e
          produce" (Fanteria dello spazio)NoNon esistono cose come i pasti gratuiti.TANSTAAFL There ain't no such thing as a free lunch"La Luna e' una severa maestra"
  • bubba scrive:
    "perdita secca" a chi??
    il grafico pubblicitario, la modella con le tette grosse, il produttore di slide powerpoint, il lobbysta, il seo spammer, e la pletora di lavori identificati da buzzword stile "chief retail sales marketing officer" NON sono affatto d'accordo sul concetto di 'perdita'. Guardandosi in tasca.
    • iRoby scrive:
      Re: "perdita secca" a chi??
      Sono d'accordo. Pioggia di denaro in tasca a gente, che poi lo spende, genera domanda aggregata quindi movimento di contante, quindi economia dinamica e vitale.Se si risparmiano restano tra i risparmid i chi non li ha spesi, e quindi non contribuiscono attivamente all'economia.Certo gettare denaro per muovere economia senza progresso reale è comunque un peccato.Io tutti gli intermediari e commercianti idioti li toglierei dalla circolazione.Il denaro risparmiato va investito nell'istruzione e non esistendo lavori dove non serve un alto QI non esisterebbero e quelle persone sarebbero costrette a formarsi per fare attività realmente produttive e contributive dell'aumento del progresso.
      • bubba scrive:
        Re: "perdita secca" a chi??
        - Scritto da: iRoby
        Sono d'accordo.
        Pioggia di denaro in tasca a gente, che poi lo
        spende, genera domanda aggregata quindi movimento
        di contante, quindi economia dinamica e
        vitale.

        Se si risparmiano restano tra i risparmid i chi
        non li ha spesi, e quindi non contribuiscono
        attivamente
        all'economia.hei! era sarcasmo :)certo, con un fondo di verita'...
        Certo gettare denaro per muovere economia senza
        progresso reale è comunque un
        peccato.
        Io tutti gli intermediari e commercianti idioti
        li toglierei dalla
        circolazione.salvato in corner :P se no va a finire che mi giustifichi i due omini, uno che scava e l'altro che ri-riempie la buca, perche' "fa girare l'economia"

        Il denaro risparmiato va investito
        nell'istruzione e non esistendo lavori dove non
        serve un alto QI non esisterebbero e quelle
        persone sarebbero costrette a formarsi per fare
        attività realmente produttive e contributive
        dell'aumento del
        progresso.ma non esageriamo neanche qui... lo spazzino e il fornaio sono utilissimi anche senza "alto QI"... il punto e' foraggiare meno possibile le 'anti feature'.. nel caso di specie, figure di contorno che pappano ma apportano, nel migliore dei casi, poco (o fan danni), e pero' accrescono il prezzo e il "malfunzionamento" del prodotto finale... Hai presente il tipico UL (uberluser) di 'storie dalla sala macchina'? :)
        • iRoby scrive:
          Re: "perdita secca" a chi??
          - Scritto da: bubba
          ma non esageriamo neanche qui... lo spazzino e il
          fornaio sono utilissimi anche senza "alto QI"...
          il punto e' foraggiare meno possibile le 'antiCOn categorie inutili io intendo i commercianti intermediari e gli avvocati!
      • Pietro scrive:
        Re: "perdita secca" a chi??
        - Scritto da: iRoby...
        Io tutti gli intermediari e commercianti
        li toglierei dalla
        circolazione.Sai quali sono i manager che guadagnano di più?produzione, R&D, maketing, commerciali, amministrativi?quelli che gudagnano di più sono quelli commerciali, mentre quelli che guadagnano meno sono quelli di R&D e il perchè è semplice, senza un buon ufficio commerciale non vendi, non guadagni e l'azienda chiude.
        • panda rossa scrive:
          Re: "perdita secca" a chi??
          - Scritto da: Pietro
          - Scritto da: iRoby
          ...

          Io tutti gli intermediari e commercianti

          li toglierei dalla

          circolazione.

          Sai quali sono i manager che guadagnano di più?
          produzione, R&D, maketing, commerciali,
          amministrativi?

          quelli che gudagnano di più sono quelli
          commerciali, mentre quelli che guadagnano meno
          sono quelli di R&D e il perchè è semplice, senza
          un buon ufficio commerciale non vendi, non
          guadagni e l'azienda
          chiude.E dopo che l'azienda ha chiuso, amministrativi, commericali, marketing, R&D sono in mezzo ad una strada.I tecnici invece vengono immediatamente contesi dalle aziende concorrenti.Senza buoni tecnici l'azienda manco apre.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 17 giugno 2014 17.18-----------------------------------------------------------
          • Pietro scrive:
            Re: "perdita secca" a chi??
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Pietro

            - Scritto da: iRoby

            ...


            Io tutti gli intermediari e
            commercianti



            li toglierei dalla


            circolazione.



            Sai quali sono i manager che guadagnano di
            più?

            produzione, R&D, maketing, commerciali,

            amministrativi?



            quelli che gudagnano di più sono quelli

            commerciali, mentre quelli che guadagnano
            meno

            sono quelli di R&D e il perchè è semplice,
            senza

            un buon ufficio commerciale non vendi, non

            guadagni e l'azienda

            chiude.

            E dopo che l'azienda ha chiuso, amministrativi,
            commericali, marketing, R&D sono in mezzo ad una
            strada.
            I tecnici invece vengono immediatamente contesi
            dalle aziende
            concorrenti.

            Senza buoni tecnici l'azienda manco apre.
            --------------------------------------------------
            Modificato dall' autore il 17 giugno 2014 17.18
            --------------------------------------------------Una azienda funziona quando ha un buon prodotto e riesce a venderlo bene, tecnici ne trova quanti ne vuole sono intercambiabili e costano poco
          • panda rossa scrive:
            Re: "perdita secca" a chi??
            - Scritto da: Pietro
            Una azienda funziona quando ha un buon prodotto e
            riesce a venderlo bene,Vero.
            tecnici ne trova quanti
            ne vuole sono intercambiabili e costano
            pocoUn buon prodotto non spunta dal nulla, non cresce sugli alberi, non cade dal cielo.Un buon prodotto e' concepito e creato da un tecnico.Sempre!
          • Pietro scrive:
            Re: "perdita secca" a chi??
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Pietro


            Una azienda funziona quando ha un buon
            prodotto
            e

            riesce a venderlo bene,

            Vero.


            tecnici ne trova quanti

            ne vuole sono intercambiabili e costano

            poco

            Un buon prodotto non spunta dal nulla, non cresce
            sugli alberi, non cade dal
            cielo.

            Un buon prodotto e' concepito e creato da un
            tecnico.
            Sempre!un prodotto nasce da un'idea, poi il tecnico la realizza, tu gli dici quello che deve fare e lui lo fa.
          • panda rossa scrive:
            Re: "perdita secca" a chi??
            - Scritto da: Pietro

            Un buon prodotto e' concepito e creato da un

            tecnico.

            Sempre!
            un prodotto nasce da un'idea, poi il tecnico la
            realizza, tu gli dici quello che deve fare e lui
            lo
            fa.Il tecnico e' quello che ha l'idea!
          • Pietro scrive:
            Re: "perdita secca" a chi??
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Pietro



            Un buon prodotto e' concepito e creato
            da
            un


            tecnico.


            Sempre!

            un prodotto nasce da un'idea, poi il tecnico
            la

            realizza, tu gli dici quello che deve fare e
            lui

            lo

            fa.

            Il tecnico e' quello che ha l'idea!voglio un telefono con i tasti touchscreen, con acXXXXX a internet, con un OS Posix, etc, l'idea era di Steve Jobs, poi ha chiamato i tecnici e ha detto: realizzatela!Bè anche Jobs era un tecnico, un pochino
          • panda rossa scrive:
            Re: "perdita secca" a chi??
            - Scritto da: Pietro

            Il tecnico e' quello che ha l'idea!
            voglio un telefono con i tasti touchscreen, con
            acXXXXX a internet, con un OS Posix, etc, l'idea
            era di Steve Jobs, poi ha chiamato i tecnici e ha
            detto:
            realizzatela!
            Bè anche Jobs era un tecnico, un pochinoL'idea deve essere plausibile e la tecnologia per realizzarla deve esistere.In alternativa occorre prima sviluppare la tecnologia.Ci vuole sempre un tecnico, sia nell'ideazione che nella ricerca che nella realizzazione.Un non tecnico dira': "voglio un asino rosa che sappia volare" e in quel caso il ruolo del tecnico e' dire: "NO!"
    • ... scrive:
      Re: "perdita secca" a chi??
      - Scritto da: bubbase qualcuno mi desse il suo biglietto da visita con su scritto "chief retail sales marketing officer" si prederebbe un "ma fai a XXXXXX" inframmezzato da fragorose risate :-)
      • bubba scrive:
        Re: "perdita secca" a chi??
        - Scritto da: ...
        - Scritto da: bubba

        se qualcuno mi desse il suo biglietto da visita
        con su scritto "chief retail sales marketing
        officer" si prederebbe un "ma fai a XXXXXX"
        inframmezzato da fragorose risate
        :-)qua ne puoi ottenere parecchie :) http://www.bullshitjob.com/title/Cmq gli UL del marketing sanno talmente bene di essere ridicoli, da prendersi in giro da soli http://projects.wsj.com/buzzwords2014/ ..
  • panda rossa scrive:
    Il nome di Wozniak e' Steve.
    Devo dissentire con Cassandra.Il nome di Wozniak e' Steve e lo conoscono tutti.
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
      - Scritto da: panda rossa
      Devo dissentire con Cassandra.

      Il nome di Wozniak e' Steve e lo conoscono tutti.Steve e' il nome di tutti e due .....
      • panda rossa scrive:
        Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
        - Scritto da: Nome e cognome
        - Scritto da: panda rossa

        Devo dissentire con Cassandra.



        Il nome di Wozniak e' Steve e lo conoscono
        tutti.

        Steve e' il nome di tutti e due .....Tutti e due chi?
        • ... scrive:
          Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: Nome e cognome

          - Scritto da: panda rossa


          Devo dissentire con Cassandra.





          Il nome di Wozniak e' Steve e lo
          conoscono

          tutti.



          Steve e' il nome di tutti e due .....

          Tutti e due chi?di quello vivo e di quello morto.
          • panda rossa scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Nome e cognome


            - Scritto da: panda rossa



            Devo dissentire con Cassandra.







            Il nome di Wozniak e' Steve e lo

            conoscono


            tutti.





            Steve e' il nome di tutti e due .....



            Tutti e due chi?

            di quello vivo e di quello morto.Quello vivo e' il genio grazie al quale oggi esiste apple.Quello morto credo che intendi quello grazie al quale oggi esistono i macachi, ma non ha avuto alcun merito tecnico, quindi non c'e' bisogno di ricordarlo.
          • iRoby scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            No no quello morto ha detto che Microsoft è un'azienda mediocre che fa prodotti mediocri per gente mediocre.E questa sarà anche un'ovvietà, ma è la verità e qualcuno doveva pur dirla.Per cui Grande Merito alla sincerità.Poi ok, stay ungry ecc. ecc. Sono altre ovvietà, ma di cui molto spesso ci di dimentica.Comunque per quanto era iracondo ed antipatico ha avuto una morte compatibile col suo carattere, pancreas, cistifellea e fegato si sono liquefatti con un tumoraccio ed è morto tra atroci sofferenze.Brutto dirlo, dispiace anche, ma è una morte compatibile con chi ha pessimi caratteri.
          • Prozac scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            - Scritto da: iRoby
            No no quello morto ha detto che Microsoft è
            un'azienda mediocre che fa prodotti mediocri per
            gente
            mediocre.Detto da uno che aveva un'azienda che fa prodotti ancora più mediocri di quelli di Microsoft.Ti rendi conto che per quando c'è di mezzo Microsoft tu perdi completamente lucidità, credendo alle parole di uno la cui abilità migliore e più osannata era quella del marketing? (E si sa che negli USA la pubblicità dispregiativa va tanto di moda ;)).Poi vieni qui a predicare di staccarsi dalle idolatrie di aziende e brand. E sei il primo a idolatrare Steve Jobs... (ah già, ma tu sei quello che aborra le banche e lavora in banca, oltre tutte le altre incongruenze).
          • iRoby scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            Io perdo lucidità quando si parla di Microsoft?Ma assolutamente no!Sotto sotto gli occhi di tutti anni di abuso di posizione dominante e monopolio. Fregature con sistemi operativi alpha o beta e poi corretti coi service pack durante il test degli utenti paganti.E di Steve Jobs non me ne frega una cippa. Non è il mio idolo e mi stava pure antipatico.Ed io lavoro in banca ma non "per" la banca. È un po' delicato da spiegare.
          • Prozac scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            - Scritto da: iRoby
            Io perdo lucidità quando si parla di Microsoft?Già già
            Ed io lavoro in banca ma non "per" la banca.
            È un po' delicato da
            spiegare.Un po' come quell'attivista contro la pena di morte che per lavoro fa il tecnico elettricista che si occupa di mantenere funzionanti i circuiti della sedia elettrica di un carcere dove si eseguono le pene capitali.
          • tucumcari scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            No panda.È vero che senza Steve Wozniak (detto Woz) Apple non esiterebbe.Così come è vero che Steve Jobs non era in termini di conoscenze tecniche e creatività (sempre nel senso tecnologico) nulla rispetto a Woz.La differenza tra i due su quel piano è ovvia.Ma Woz aveva diversi limiti.Il primo è che era un genio col saldatore in mano ma di software non capiva 'na ceppa.Il secondo è che non aveva quella che (con un termine che odio) viene solitamente definita "vision" ovvero la capacità di immaginare in termni di prospettiva la strada da fare per arrivare al prossimo incrocio e una volta arrivati scegliere la direzione che da più prospettive.Quello era il "mestiere" di Stefano Lavori.E nel bene e nel male lo ha sempre fatto.Ci sono "tennici" che invece (a differenza di Woz) hanno ambedue le cose (ad esempio Federico Faggin che oltre ad avere inventato il 4004 ovvero il microproXXXXXre come lo si intende oggi è stato e è un imprenditore che ha fondato un sacco di aziende innovative e di sucXXXXX).Ma nel caso di Woz e Stefano Lavori le cose non stavano così.Uno aveva il saldatore e basta e l'altro pensava al resto.Ad esempio il "rom basic" che stava sul primo Apple era il solito Microsoft Basic e solo in seguito (volendo) potevi utilizzare in alternativa e grazie all'accordo con l'università fatto da Jobs il P-CODE (una sorta di antenato del byte code di Java) e quindi UCSD paascal.http://en.wikipedia.org/wiki/UCSD_PascalFu Jobs a andare al PARC (c'era anche lo Zio Bill) e vedere l'Alto Xerox (la prima workstation moderna e in rete) mentre Woz restava legato alla vision del garage.Mentre col flop commerciale di Lisa e il sucXXXXX parziale di Macintosh Jobs introdusse nel mondo commerciale alcuni dei concetti avanzati visti al PARC.E fu sempre Jobs (in assenza di Woz in questo caso) che cacciato da Apple in "malo modo" si dedicò alla costruzione di NEXT una workstation (udite udite) Unix (ovvero con un sistema di base Standard cosa inconcepibile per Apple in quel momento) fondendolo con il concetto di usabilità (nel senso popolare del termine) delle workstation avanzate. Quella macchina (NEXT) è il padre (geneticamente parlando) dell'attuale MAC (infinitamente di più di quanto non lo sia il "classico macintosh" con cui non c'è quasi nessuna parentela).Questa "roba" la chiamano (gli altri non io) "vision" e Jobs ce la aveva.L'impatto complessivo che innovazione e vision hanno nella storia dell'informatica dipende da ambedue le componenti, SEMPRE.Nel caso dei due Steve ciascuno aveva una sola metà della mela (cosa vera anche in microsoft... ad esempio dove Gates non ha mai capito un tubo di software e senza Paul Allen non sarebbe mai esistito un "microsoft basic").Ci sono invece casi in cui il "tennico" possiede anche la vision (ad esempio ho detto Faggin ma potrei dire molti altri) e l'impatto è uguale o addirittura maggiore (perchè più coerente).Ma francamente non si può dire che Jobs non abbia avuto la sua parte nella storia dell'informatica "commerciale".È vero se vuoi che in sostanza non ha "inventato nulla" nel senso stretto del termine si limitato a comporre il "puzzle" in modo intelligente fondendo insieme concetti innovativi che erano già esistenti in altri contesti.Ma da qui a dire che non abbia avuto un peso ce ne corre e ce ne corre parecchio!Ciò detto se c'è uno a cui la "mitologia macaca" sta sulle 00 sono proprio io.Ma questo significa anche capire che Steve Jobs non era "macaco"... casomai ha trovato il "modo giusto" di trasformare in "macachi" molti suoi clienti (compreso l'ex macaco che oggi si definisce "cassandra"). :)
          • panda rossa scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            - Scritto da: tucumcari

            Ci sono invece casi in cui il "tennico" possiede
            anche la vision (ad esempio ho detto Faggin ma
            potrei dire molti altri) e l'impatto è uguale o
            addirittura maggiore (perchè più
            coerente).La vision effettivamente e' un pregio.Ma quando chi possiede questa vision, la indirizza TOTALMENTE al proprio egoistico tornaconto invece che all'evoluzione dell'umanita', allora merita di venire dimenticato.Tra Jobs e XXXXXponte (giusto per non voler citare altri che fomenterebbero solo dei flames) c'e' un abisso, al cui confronto la fossa delle Marianne e' un buchetto.
            Ma francamente non si può dire che Jobs non abbia
            avuto la sua parte nella storia dell'informatica
            "commerciale".O e' informatica o e' commericale.Una scienza non puo' paragonarsi ad imbonitori che vendono padelle al mercato rionale.
          • tucumcari scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: tucumcari




            Ci sono invece casi in cui il "tennico"
            possiede

            anche la vision (ad esempio ho detto Faggin
            ma

            potrei dire molti altri) e l'impatto è
            uguale
            o

            addirittura maggiore (perchè più

            coerente).

            La vision effettivamente e' un pregio.
            Ma quando chi possiede questa vision, la
            indirizza TOTALMENTE al proprio egoistico
            tornaconto invece che all'evoluzione
            dell'umanita', allora merita di venire
            dimenticato.Puoi dimenticare lui, ma non quello che ha prodotto. Rimane nella storia, a volte nell'attualità, se il nucleo su cui si basano i sistemi successivi è sempre quello.
            Tra Jobs e XXXXXponte (giusto per non voler
            citare altri che fomenterebbero solo dei flames)
            c'e' un abisso, al cui confronto la fossa delle
            Marianne e' un
            buchetto.Non samo qui per fare letteratura XXXXXgrafica.

            Ma francamente non si può dire che Jobs non
            abbia

            avuto la sua parte nella storia
            dell'informatica

            "commerciale".

            O e' informatica o e' commericale.
            Una scienza non puo' paragonarsi ad imbonitori
            che vendono padelle al mercato
            rionale.Si può, si può.L'abilitá è nel porsi come scienziati quando si desidera vendere padelle. Non c'è nulla di male nel vendere padelle, nota, ma a volte è necessario camuffarsi per venderne di più.
          • tucumcari scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            Legù Legù...Come te lo devo dire...Almeno impara a quotare se vuoi essere credibile come clone. ;)
          • tucumcari scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            - Scritto da: tucumcari
            Legù Legù...
            Come te lo devo dire...
            Almeno impara a quotare se vuoi essere credibile
            come
            clone.
            ;)Se non sai quotare mica è colpa mia.Impara!
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            - Scritto da: tucumcari
            Se non sai quotare mica è colpa mia.
            Impara!Ecco vedi...Quello che hai fatto è un "quoting" sbagliato.Questo invece è giusto....Capito adesso? ;)No vero? :D
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            - Scritto da: Leguf Iussef Khalifa
            - Scritto da: tucumcari


            Se non sai quotare mica è colpa mia.

            Impara!
            Ecco vedi...
            Quello che hai fatto è un "quoting" sbagliato.
            Questo invece è giusto....
            Capito adesso?
            ;) :) :D :) :D :) :D :) :D :) :D :) :D :) :D :) :D :) :D :) :D :) :D :) :D :) :D :) :D :) :D :) :D :) :D :) :D :) :D :) :D :) :D :) :D :) :D :) :D :) :D :) :D :) :D :) :D :) :D :) :D :) :D :) :D :) :D :) :D :) :D :) :D :) :D :) :D :) :D :) :D :) :D :) :D
            No vero?
            :D
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            già scoppiato?Vedi che effetto ti fa quando non prendi la pillola? :)
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            Infermiereeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!Abbiamo un ritardato:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3869788&m=3870118#p3870118
          • ... scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            preferivi "abbiamo un clone che si crede furbo"?(rotfl)(rotfl)
          • clone scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            Meglio un furbo che si crede clone. (rotfl) (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • bertuccia scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            - Scritto da: Leguf Iussef Khalifa


            Se non sai quotare mica è colpa mia.

            Impara!
            Ecco vedi...
            Quello che hai fatto è un "quoting" sbagliato.
            Questo invece è giusto....
            Capito adesso?
            ;)
            No vero?
            :Dmah, non mi sembra il massimo, questo è quotato meglionella riga vuota tra nome e testo ci va un segno maggiore, e se lasci una riga vuota tra il testo citato e il tuo commento si capisce meglio
          • tucumcari scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            - Scritto da: bertuccia
            mah, non mi sembra il massimo, questo è quotato
            meglioIl tuo è quotato male senza se e senza ma in compenso.Ti spiego io il perchè o lo fai tu? ;)
          • tucumcari scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            - Scritto da: tucumcari
            - Scritto da: bertuccia
            Il tuo è quotato male senza se e senza ma in
            compenso.
            Ti spiego io il perchè o lo fai tu?E dimenticavo: con trolletti della tua risma discutere è un piacere.
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            Legù una domanda sola.pensi davvero che qualcuno possa scambiarti per me? :D
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            - Scritto da: Leguf Iussef Khalifa
            Legù una domanda sola.INFERMIEREEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE!Qui c'è uno che si crede Amadeus.
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            - Scritto da: Leguf Iussef Khalifa
            INFERMIEREEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE
            Qui c'è uno che si crede Amadeus.Guarda che se lo chiami arriva...Anzi è già passato.Ma se non ti basta la cura lui ripassa eh...Io fossi in te andrei più cauto a invocarlo. ;)
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.

            Guarda che se lo chiami arriva...Guarda che la tosata è già passata, e ripassa.E i commenti miei rimangono, i tuoi no.
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            una domsanda legùMa tu sei davvero convinto che qualcuno pensi che tu sia me?
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            Ma davvero?
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            - Scritto da: Leguf Iussef Khalifa
            Ma davvero?Proprio così. Incredibile cosa sono in grado di fare gli imbelli.
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            - Scritto da: Leguf Iussef Khalifa
            Ma davvero?Eh sì, se avessero pensato a sfruttare meglio Xenix.Invece ci dobbiamo sorbire le salamelle.
          • tucumcari scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            Meglio...son sempre state meglio le salamelle
          • tucumcari scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            oddio "scienza" io ci starei attento.Si può definirla "Disciplina Scientifica" o "su basi scientifiche e tecnologiche" ma è piuttosto difficile definirla "Scienza" nel senso classico del termine.L'informatica è "strumentale" più che essere una scienza a se.Se poi volessimo stare sul "classico" la scienze sono:La matematica, La fisica (e le scienze "naturali"), La filosofia. Le altre cose sono tendenzialmente tecnologie (ad esempio la medicina non è una "scienza" nel senso stretto).Ma qui la faccenda diventa complicata....P.S.XXXXXponte è un cazzaro (a mio modesto parere) e sta a Steve Crocker piuttosto che a Bob Kahn o J.B. Postel come Piero Angela sta a Einstein.
          • tucumcari scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            - Scritto da: tucumcari
            XXXXXponte è un cazzaro (a mio modesto parere) e
            sta a Steve Crocker piuttosto che a Bob Kahn o
            J.B. Postel come Piero Angela sta a
            Einstein.Anche tu lo sei. Usi il sistema Xenix.
          • tucumcari scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            [yt]ZrJaQIycDmY[/yt]
          • tucumcari scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            <I
                  </I
          • tucumcari scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            - Scritto da: tucumcariB
            <I
                 
            </I

            (rotfl)(rotfl)(rotfl)Buca!Con acqua e palta!(rotfl)(rotfl)
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            [yt]ZrJaQIycDmY[/yt]
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            <I
                    </I
            <I
            </I
            <I
            </I
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            Altra buca con acqua e palta!(rotfl)(rotfl)
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            - Scritto da: Leguf Iussef Khalifa
            Altra buca con acqua e palta!
            (rotfl)(rotfl)Giusto. Sei nonno, e coi nipotini giochi con paletta, acqua e secchiello.Meglio la sabbia della palta però.
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            La sabbia solo quando si è abbastanza grandi da riuscire a fare un post per i dislessici la pizza di fango rimane un "must"
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            - Scritto da: Leguf Iussef Khalifa
            La sabbia solo quando si è abbastanza grandi da
            riuscire a fare un post per i dislessici la pizza
            di fango rimane un
            "must"Andremo in pizzeria col cocchio d'asini, sì. Checche ne dicano gli imbelli.
          • Prozac scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            - Scritto da: tucumcari
            oddio "scienza" io ci starei attento.
            Si può definirla "Disciplina Scientifica" o "su
            basi scientifiche e tecnologiche" ma è piuttosto
            difficile definirla "Scienza" nel senso classico
            del
            termine.
            L'informatica è "strumentale" più che essere una
            scienza a
            se.
            Se poi volessimo stare sul "classico" la scienze
            sono:
            La matematica, La fisica (e le scienze
            "naturali"), La filosofia.
            Strano che nelle facoltà di "matematica, fisica e scienze naturali" ci siano i corsi di laurea in matematica, fisica e informatica e che la facoltà di filosofia sia altra cosa.Prima della riforma universitaria, c'era il corso di laurea in "scienze dell'informazione". Dopo la riforma hanno messo la parola scienze davanti a praticamente tutti i corsi... e così quello di informatica ha preferito perderlo :D.Hai mai frequentato il corso di laurea in informatica di una facoltà di scienze? Sai cosa si studia? Come si studia?L'informatica è una scienza... purtroppo in Italia non è affronta come tale (non nelle università, ma dai presunti e sedicenti professionisti della stessa).
          • tucumcari scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            Ho detto definizione "classica" ...Ma immagino che parlare di trivio e quadrivio con te sia come parlare di "ammatriciana" e "carciofi alla giudia" a un eschimese.
          • tucumcari scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            Natura matrigna!
          • Prozac scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            - Scritto da: tucumcari
            Ho detto definizione "classica" ...
            Ma immagino che parlare di trivio e quadrivio con
            te sia come parlare di "ammatriciana" e "carciofi
            alla giudia" a un
            eschimese.Beh... Normale che non ci sia "informatica" nella definizione classica, visto che all'epoca non so quanto sapessero dell'esistenza dell'informatica ;) Questo non esula dal fatto che l'informatica sia una scienza.E poi, parli di "definizione classica" e mi togli la medicina che, per la filosofia, è una delle scienze principali-
          • Prozac scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            - Scritto da: tucumcari
            Si studiano i generatori di cifre casuali, ad
            esempio. Congegni che grazie a cristalli resi
            appositamente instabili emettono cifre a
            casaccio, e non numeri pseudocasuali come
            qualsiasi computer
            commerciale.Come immaginavo, non sai cos'è l'informatica e, quindi, perché sia una scienza.
          • tucumcari scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            E non ci sono solo i macachi, anche le salamelle.
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            Anche oggi niente pillola? :D
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            - Scritto da: Leguf Iussef Khalifa
            Anche oggi niente pillola?
            :DPiù che altro niente tosate. Per ora.
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            per ora... ma vedrai che arriva!Scommessina? :D
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            - Scritto da: Leguf Iussef Khalifa
            per ora... ma vedrai che arriva!
            Scommessina?
            :DE chi ci lascia lo zampino? Le salamelle, o i macachi?
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            nessuno dei 2 ce lo lascia (come sempre) Legù.
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            Natura matrigna.A cuccia, trolletto.
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            [yt]rkfkcIz1vh8[/yt]
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            [img]http://img1.wikia.nocookie.net/__cb20080126164828/nonciclopedia/images/thumb/d/db/Scimmia_idiota.jpg/225px-Scimmia_idiota.jpg[/img]
          • bertuccia scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            quoto tutto quello che hai detto, ma- Scritto da: tucumcari

            Ma Woz aveva diversi limiti.
            Il primo è che era un genio col saldatore in mano
            ma di software non capiva 'na
            ceppa.eh, ha solo scritto un f*ttuto sistema operativo da solo :Dmica male per uno che di sw non capisce una cippa
            Il secondo è che non aveva quella che (con un
            termine che odio) viene solitamente definita
            "vision"questo invece è verissimo, era questo il suo reale limite
          • tucumcari scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            Sistema operativo?E tu lo chiami sistema operativo?Sarei curioso di sapere quale sia la tua idea di "sistema operativo".Il CP/M ad esempio era un sistema operativo (vero) ma non è neppure lontanamente paragonabile (portabilità, modello di astrazione rispetto all' HW e alle periferiche quantità enorme per l'epoca di applicativi)..Lascia perdere va.
          • tucumcari scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            - Scritto da: tucumcari
            Sistema operativo?
            E tu lo chiami sistema operativo?
            Sarei curioso di sapere quale sia la tua idea di
            "sistema
            operativo".
            Il CP/M ad esempio era un sistema operativo
            (vero) ma non è neppure lontanamente paragonabile
            (portabilità, modello di astrazione rispetto all'
            HW e alle periferiche quantità enorme per l'epoca
            di
            applicativi)..
            Lascia perdere va.Che altrimenti passano gli zampini e le salamelle.
          • tucumcari scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            Avessi parlato di Xenix, ancora ancora...
          • tucumcari scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            Infatti è ancora li... ;)
          • bubba scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            - Scritto da: tucumcari
            Sistema operativo?
            E tu lo chiami sistema operativo?
            Sarei curioso di sapere quale sia la tua idea di
            "sistema
            operativo".
            Il CP/M ad esempio era un sistema operativo
            (vero) ma non è neppure lontanamente paragonabile
            (portabilità, modello di astrazione rispetto all'
            HW e alle periferiche quantità enorme per l'epoca
            di
            applicativi)..
            Lascia perdere va.... sei sicuro di non essere legu, si? :)l'apple e i sistemi dove mediamente ci girava cp/m non erano molto paragonabili dai.. l'apple I era un homebrew, del '76, e il II rimaneva cmq un home computer 'da smanettoni'.Non chiamiamolo 'sistema operativo' se vuoi, ma il firmware (ivi compresi la gestione del tape e il DiskII) e l' integer BASIC in rom e' roba di woz.. ed e' cio che faceva andare l'apple. Altro che mero hardwarista...Billo era un furbone e un baro, ma non si puo' dire che non fosse (ai tempi) un coder... magari quando era teen era meno esperto di Allen... ma dal timesharing scroccato al traf-o-data all'altair basic e i mille fork, per finire al messy-dos, di tempo (e codice) ne e' passato sotto i ponti.Poi inflitto il colpo gobbo a IBM e' iniziato un altro lavoro per lui...
          • tucumcari scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            - Scritto da: bubba
            - Scritto da: tucumcari

            Sistema operativo?

            E tu lo chiami sistema operativo?

            Sarei curioso di sapere quale sia la tua
            idea
            di

            "sistema

            operativo".

            Il CP/M ad esempio era un sistema operativo

            (vero) ma non è neppure lontanamente
            paragonabile

            (portabilità, modello di astrazione rispetto
            all'

            HW e alle periferiche quantità enorme per
            l'epoca

            di

            applicativi)..

            Lascia perdere va.
            ... sei sicuro di non essere legu, si? :)ma come ti permetti?
            l'apple e i sistemi dove mediamente ci girava
            cp/m non erano molto paragonabili dai.. l'apple I
            era un homebrew, del '76, e il II rimaneva cmq un
            home computer 'da
            smanettoni'.
            Non chiamiamolo 'sistema operativo' se vuoi, ma
            il firmware (ivi compresi la gestione del tape e
            il DiskII) e l' integer BASIC in rom e' roba di
            woz.. ed e' cio che faceva andare l'apple. Altro
            che mero
            hardwarista...Si può esser bravi meccanici con brugole e giratubi anche nel mettere assieme pezzi di software altrui.Nel 1976-1977 i brevetti sul software non c'erano, nemmeno in America.
            Billo era un furbone e un baro, ma non si puo'
            dire che non fosse (ai tempi) un coder... magari
            quando era teen era meno esperto di Allen... ma
            dal timesharing scroccato al traf-o-data
            all'altair basic e i mille fork, per finire al
            messy-dos, di tempo (e codice) ne e' passato
            sotto i
            ponti.
            Poi inflitto il colpo gobbo a IBM e' iniziato un
            altro lavoro per
            lui...Sí, è passato ai progetti umanitari di paesi in via di sviluppo.
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            guarda che ripassa...
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            - Scritto da: Leguf Iussef Khalifa
            guarda che ripassa...Chi dei due? il T-1000 o l'infermiere?
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            - Scritto da: Leguf Iussef Khalifa
            guarda che ripassa...Ma chi?!? Il T-1000 o l'infermiere?
          • tucumcari scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            - Scritto da: Leguf Iussef Khalifa
            Ma chi?!? Il T-1000 o l'infermiere?Tutti e 2 ;)
          • tucumcari scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            - Scritto da: tucumcari
            - Scritto da: Leguf Iussef Khalifa


            Ma chi?!? Il T-1000 o l'infermiere?
            Tutti e 2
            ;)Due asini che in coppia trascinano un cocchio.Imbelli!
          • tucumcari scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            - Scritto da: tucumcari
            Due asini che in coppia trascinano un cocchio.
            Imbelli!sicuro che sono asini?[yt]ZrJaQIycDmY[/yt]
          • tucumcari scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            - Scritto da: tucumcari
            - Scritto da: tucumcari


            Due asini che in coppia trascinano un
            cocchio.

            Imbelli!
            sicuro che sono asini?
            [yt]ZrJaQIycDmY[/yt]Dici che son scimmiette dementi?Ma con te son già tre. Un po' troppe.
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            - Scritto da: Leguf Iussef Khalifa
            guarda che ripassa...E se Miss K. la P.P.?
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            ti era già scappata ma purtroppo se ne è persa la memoria....Purtroppo quando si tosa si tosa tutto!(rotfl)(rotfl)
          • tucumcari scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            - Scritto da: Leguf Iussef Khalifa
            ti era già scappata ma purtroppo se ne è persa la
            memoria....
            Purtroppo quando si tosa si tosa tutto!
            (rotfl)(rotfl)No, tutto no.Alcuni rimangono. :)
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            - Scritto da: tucumcari
            No, tutto no.
            Alcuni rimangono. :)Infatti anche gli eunuchi non toglievano tutto... al massimo gli scappava la pipì ;)
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            - Scritto da: Leguf Iussef Khalifa
            - Scritto da: tucumcari


            No, tutto no.

            Alcuni rimangono. :)
            Infatti anche gli eunuchi non toglievano tutto...
            al massimo gli scappava la
            pipì
            ;)E' vero, gli eunuuchi, come ho fatto a non pensarci prima?E più sopra gli psicofarmaci.Siamo sempre lì: natura matrigna, e umanità crudele!
          • Leguf Iussef Khalifa scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            Fará un buco nell'acqua con la palta.
          • tucumcari scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            Guarda che il CP/M nasce su Altair (prima di Apple) e era il sistema che tutti i computer 8080 e z80 usavano in larga prevalenza.Paradossalmente girava pure su Apple con una scheda aggiuntiva (che conteneva lo z80) venduta da diversi OEM e solution provider.Il "dos" di Apple era estremamente rudimentale al confronto.Quanto a "zio bill" a parte fare "il manager" ha fatto molto poco e fin dall'inizio le dicussioni dentro al gruppo originario di MS furono note e feroci.La vera "furbata" (anche se è al limite del furto) fu quella di comprare una "licenza di sviluppo" del CP/M (che interessava molto a IBM per via della già ampia base software) e di farci (dopo il fallimento della trattativa tra digital research e IBM) MS-DOS che era così uguale al CP/M (non casualmente) che il porting del patrimonio software CP/M era uno scherzo per i developers.
          • tucumcari scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            Ma queste sono tutte cose da imbelli, che già conosci da solo.
          • tucumcari scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            - Scritto da: tucumcari
            Guarda che il CP/M nasce su Altair (prima di
            Apple) e era il sistema che tutti i computer 8080
            e z80 usavano in larga
            prevalenza.
            Paradossalmente girava pure su Apple con una
            scheda aggiuntiva (che conteneva lo z80) venduta
            da diversi OEM e solution
            provider.
            Il "dos" di Apple era estremamente rudimentale al
            confronto.

            Quanto a "zio bill" a parte fare "il manager" ha
            fatto molto poco e fin dall'inizio le dicussioni
            dentro al gruppo originario di MS furono note e
            feroci.

            La vera "furbata" (anche se è al limite del
            furto) fu quella di comprare una "licenza di
            sviluppo" del CP/M (che interessava molto a IBM
            per via della già ampia base software) e di farci
            (dopo il fallimento della trattativa tra digital
            research e IBM) MS-DOS che era così uguale al
            CP/M (non casualmente) che il porting del
            patrimonio software CP/M era uno scherzo per i
            developers.Aggiungo che se non fosse stato per Xenix, microsoft non sarebbe andata oltre il Dos 3.0.
          • ruppolo scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            - Scritto da: panda rossa
            Quello morto credo che intendi quello grazie al
            quale oggi esistono i macachi, ma non ha avuto
            alcun merito tecnico, quindi non c'e' bisogno di
            ricordarlo.Esistono anche altri meriti, grazie ai quali oggi tu puoi sXXXXXre il web.
          • furbissimo scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            detto da uno che imbratta PI con 32.592 post pubblicitari su Apple non fa un pochino ridere?
          • iRoby scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            Nooooooo, quello è la prova che il suo iOS/MacOSX è talmente efficiente nel fare le cose che gli lascia tantissimo tempo libero per scrivere e tritargli il topogigio a carotina alla gente in giro per forum...
          • ... scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ...

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: Nome e cognome



            - Scritto da: panda rossa




            Devo dissentire con Cassandra.









            Il nome di Wozniak e' Steve e
            lo


            conoscono



            tutti.







            Steve e' il nome di tutti e due
            .....





            Tutti e due chi?



            di quello vivo e di quello morto.

            Quello vivo e' il genio grazie al quale oggi
            esiste
            apple.

            Quello morto credo che intendi quello grazie al
            quale oggi esistono i macachi, ma non ha avuto
            alcun merito tecnico, quindi non c'e' bisogno di
            ricordarlo.tutto giusto.non mi sono dilungato in dettagli perche per quello vivo sono ovvieta', per quello morto era tempo cne non volevo sprecare.
          • Pietro scrive:
            Re: Il nome di Wozniak e' Steve.
            OGGI Apple esiste grazie al macintosh prima e all'Iphone poi, Wozniac non ha mai avuto a che fare con l'iPhone e pochissimo con il macintosh.Dopo l'incidente aereo dell'81' collaborò con Apple solo come consulente facendo altro nel frattempo e lasciò la società nell'85'.Wozniac è invece l'artefice di Apple I e Apple II, macchine che con il macintosh non hanno nulla a cui spartire.- Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ...

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: Nome e cognome



            - Scritto da: panda rossa




            Devo dissentire con Cassandra.









            Il nome di Wozniak e' Steve e
            lo


            conoscono



            tutti.







            Steve e' il nome di tutti e due
            .....





            Tutti e due chi?



            di quello vivo e di quello morto.

            Quello vivo e' il genio grazie al quale oggi
            esiste
            apple.

            Quello morto credo che intendi quello grazie al
            quale oggi esistono i macachi, ma non ha avuto
            alcun merito tecnico, quindi non c'e' bisogno di
            ricordarlo.
Chiudi i commenti