Artemis I: lancio riuscito, inizia la missione (update)

Artemis I: lancio riuscito, inizia la missione (update)

Dopo due tentativi falliti e il passaggio di due uragani, il razzo SLS della missione Artemis I è stato finalmente lanciato dal Kennedy Space Center.
Dopo due tentativi falliti e il passaggio di due uragani, il razzo SLS della missione Artemis I è stato finalmente lanciato dal Kennedy Space Center.

La missione Artemis I è partita. Il razzo SLS (Space Launch System) ha lasciato la base di lancio 39B del Kennedy Space Center alle ore 1:47 (7:47 in Italia). La navicella Orion, senza equipaggio a bordo, ha iniziato il suo viaggio verso la Luna. Anche stavolta si è verificata una perdita di idrogeno liquido, ma i tecnici hanno risolto subito il problema.

Artemis I: verso la Luna e oltre

Dopo due tentativi falliti e l’arrivo di due uragani, la missione Artemis I è finalmente partita. Alle ore 15:30 (21:30 in Italia) è iniziata la procedura di caricamento del propellente (ossigeno e idrogeno liquido) nei serbatoi degli stadi principale e superiore del razzo SLS. La sequenza prevede il raffreddamento delle condutture, il riempimento lento e il riempimento veloce. Durante il caricamento dell’idrogeno liquido nello stadio principale è stata rilevata una perdita in una valvola alla base del mobile launcher.

I tecnici hanno risolto il problema, stringendo una serie di bulloni. La procedura di caricamento è stata quindi portata a termine. I manager della missione hanno tuttavia deciso di posticipare il lancio di circa 30 minuti a causa della perdita del segnale da un sito radar, usato per tracciare il razzo e la navicella. Alle ore 1:47 (7:47 in Italia) è avvenuto il liftoff, come si può vedere nel video:

Dopo circa 2 minuti dal lancio è avvenuta la separazione dei due booster laterali. Dopo circa 8 minuti è avvenuta la separazione tra stadio principale e stadio superiore. Dopo circa 18 minuti dal lancio sono stati aperti i pannelli solari della navicella Orion.

Dopo circa 90 minuti dal lancio verrà effettuata la manovra nota come Trans-Lunar Injection (TLI), con la quale il motore dello stadio superiore spingerà la navicella fino a 22.600 miglia orarie (circa 36.370 Km/h), una velocità sufficiente per sfuggire all’attrazione gravitazionale della Terra. Circa 30 minuti dopo avverrà la separazione tra lo stadio superiore e la navicella Orion.

La missione Artemis I avrà una durata di circa 25 giorni. Il ritorno della navicella sulla Terra è previsto per l’11 dicembre. La NASA ha intanto comunicato che il secondo allunaggio (missione Artemis IV del 2027) avverrà ancora con lo Starship di SpaceX.

Aggiornamento: la manovra TLI è stata effettuata con successo ed è avvenuta la separazione dello stadio superiore. Orion è in viaggio verso la Luna.

Fonte: NASA
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 16 nov 2022
Link copiato negli appunti