Asteroide passerà vicino alla Terra il 1 aprile

Asteroide passerà vicino alla Terra il 1 aprile

Un asteroide passerà vicino alla Terra il 1 aprile 2022, ma nonostante non sia uno scherzo, non c'è da preoccuparsi vista la distanza.
Un asteroide passerà vicino alla Terra il 1 aprile 2022, ma nonostante non sia uno scherzo, non c'è da preoccuparsi vista la distanza.

La data è quella del 1 aprile, ma non è uno scherzo: vicino la Terra passerà un nuovo asteroide, si chiama 2007 FF1 e ci “sfiorerà” di 7 milioni di chilometri. Completa sicurezza per quanto riguarda tutto questo, visto che la distanza equivale a 20 volte quella con la Luna.

Come potete capire dalla sigla, questo asteroide è stato scoperto nel 2007 ed è stato inserito nella lista di quelli potenzialmente pericolosi (sempre per il criterio legato al range di distanza dalla Terra). Le dimensioni sono 110 metri per 260 metri, e passerà affianco al nostro pianeta ad una velocità di 48.000 chilometri orari.

Asteroide potenzialmente pericoloso, ma passerà a 7 milioni di chilometri

La tipologia di questi asteroidi è detta di classe Apollo: ne fanno parte circa 15.000 oggetti, e tutti condividono il fatto di avere un’orbita attorno al Sole molto simile a quella della Terra. Il nome viene proprio dal nome del dio greco e romano Apollo, che oltre a ciò era anche il dio delle scienze e dell’intelletto.

Asteroide

Non è la prima volta che questo 2007 FF1 passa vicino alla Terra: già il 22 agosto del 2020 era passato, ma a 17 milioni di chilometri di distanza (e ad una velocità maggiore). Tornerà di nuovo, dopo venerdì, il 22 agosto 2035 (esattamente 15 anni dopo il primo passaggio) ad una distanza simile. Nei rilevamenti fatti i dati mostrano soltanto un altro passaggio a 7 milioni di chilometri, il 2 aprile del 2037, mentre poi andando avanti negli anni passerà sempre più lontano.

Per essere definito PHO, un oggetto deve avere una minima distanza all’intersezione dell’orbita (MOID) con la Terra minore di 0,05 UA, oltre ad avere un diametro maggiore di 150 metri. I due dati servono a definire oggetti che, in caso impattassero la Terra, provocherebbero danni enormi in caso di impatto sulla Terra, o Tsunami in caso di impatto sull’Oceano. C’è però da stare tranquilli, visto che eventi del genere si verificano una volta ogni 10.000 anni.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 30 mar 2022
Link copiato negli appunti