Maggior controllo sulle attività fuori da Facebook

Arriva su Facebook una funzione che permette agli utenti di monitorare e controllare i dati che app e siti Web condividono con il social network.
Arriva su Facebook una funzione che permette agli utenti di monitorare e controllare i dati che app e siti Web condividono con il social network.

Con l’obiettivo di rendere maggiormente trasparenti le modalità di acquisizione e trattamento dei dati relativi agli utenti, come più volte promesso da Zuckerberg, oggi Facebook annuncia l’arrivo di una nuova funzionalità dedicata alla privacy: permette di monitorare e controllare le informazioni che app e siti Web condividono con il social network. Lo scopo in linea a ciò che nei mesi scorsi ha portato all’esordio o all’aggiornamento di Perché vedo questo post?Perché visualizzo questa inserzione? e della Libreria Inserzioni.

Le Attività fuori da Facebook

La caratteristica è stata battezzata Attività fuori da Facebook. Accedendovi si ha la possibilità di eliminare i dati in questione dal proprio account, se lo si desidera. Precisiamo che nel momento in cui viene scritto e pubblicato questo articolo non la vediamo ancora comparire nella nostra applicazione mobile né all’interno dell’interfaccia di Facebook accessibile da browser desktop. Il rollout interessa in un primo momento esclusivamente i territori di Irlanda, Spagna e Corea del Sud. Arriverà in futuro nel resto del mondo.

Una feature per controllare le Attività fuori da Facebook

Per meglio capire cosa si intende per Attività fuori da Facebook facciamo riferimento a un esempio fornito dallo stesso social network.

Immagina che un sito Web di abbigliamento voglia mostrare inserzioni a persone interessate a un nuovo modello di scarpe. Il sito può inviare a Facebook l’informazione che qualcuno su uno specifico device ha cercato quelle scarpe. Se quell’informazione sul dispositivo corrisponde all’account Facebook di qualcuno, possiamo mostrare inserzioni su quelle scarpe a quella persona.

Insomma, una dinamica alla base dell’advertising personalizzato che attraverso campagne mirate porta sullo schermo dell’utente pubblicità in linea con i suoi gusti personali e con le sue intenzioni d’acquisto. Attraverso la feature è possibile:

  • vedere un riepilogo delle informazioni che altre app e siti Web hanno inviato a Facebook attraverso gli strumenti di Facebook Business (come Facebook Pixel o Facebook Login);
  • disconnettere queste informazioni dall’account;
  • scegliere di disconnettere le future attività fuori da Facebook dall’account (anche solo per determinate app e siti Web).

Scegliendo di eliminare le informazioni potrebbero dunque essere visualizzati post o pubblicità non più in linea con i propri interessi, poiché non basati sulle informazioni fornite da realtà terze a Facebook. Nel comunicato che annuncia la novità, il social network sottolinea inoltre come la feature potrebbe mostrare elementi estranei alla propria cronologia di navigazione.

Quando accedi ad Attività fuori da Facebook, vedrai i siti Web e le app che hai usato regolarmente, ma potresti anche vedere alcuni servizi che non riconosci. Ad esempio, potresti visualizzare un sito Web che non hai visitato ma che un tuo amico ha consultato dal tuo cellulare oppure perché condividi il computer di casa con il partner e i figli.

Ulteriori informazioni sono disponibili all’interno del Centro Assistenza. Non è dato a sapere quando la caratteristica sarà disponibile in Italia.

Fonte: Facebook
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti