BBC lancia iPlayer oltre la Manica

Il player digitale del broadcaster britannico debutta su iPad in undici paesi europei. Contenuti gratuiti, ma la maggior parte a pagamento. Si punta su un'offerta di contenuti ampia e personalizzata. Al momento, però, senza sottotitoli

Roma – La BBC ha inaugurato “l’anno pilota” di iPlayer, la piattaforma digitale che propone in streaming i contentuti video prodotti dal broadcaster britannico. La diffusione globale del servizio è partita con il lancio dell’applicazione per iPad che sarà disponibile in undici paesi dell’Europa occidentale, mentre l’arrivo negli Stati Uniti, Canada e Australia è previsto entro la fine dell’anno corrente.

Il servizio offre una serie limitata di contenuti gratuiti sostenuti da inserzioni pubblicitarie pre-roll , anche se il modello di business privilegiato è la sottoscrizione a pagamento , che prevede un abbonamento mensile del costo di 6,99 euro settimanale e 49,99 euro annuali . I paesi coinvolti nel debutto del player d’Oltremanica sono Austria, Belgio, Francia, Germania, Italia, Lussemburgo, Irlanda, Olanda, Portogallo, Spagna e Svizzera.

Dal punto di vista tecnico, l’app include alcune funzionalità assenti nella versione UK, tra cui la possibilità di guardare gli show su rete 3G oltre che WiFi (si può scegliere se attivare il download via 3G) e un’opzione che permette di archiviare i programmi su iPad per poter fruire della visione offline .

La dirigenza di BBC esprime ottimismo circa l’inaugurazione del nuovo prodotto, sul quale è concentrata molta fiducia per compensare, probabilmente, l’ insoddisfazione espressa da molti utenti nel periodo successivo al lancio del progetto in terra madre. “Pensiamo di avere un carico di domanda insoddisfatta su scala internazionale per BBC e per i contenuti britannici”, ha dichiarato al Guardian Luke Bradley-Jones, direttore di BBC.com . Che spiega: “Non si tratta di un servizio catch-up, bensì di un servizio di video-on-demand. Offriremo contenuti relativi all’ultimo mese, ma anche i prodotti migliori del nostro catalogo, risalenti a 50-60 anni addietro”.

Gli utenti saranno abilitati a ricercare spettacoli particolari e potranno navigare tra i diversi generi, tra cui commedia e fiction, mentre per la cura della versione internazionale di iPlayer è stato assoldato un team di editor. L’obiettivo del progetto è quello di assemblare collezioni a tema intorno a spettacoli particolari o eventi speciali . Un esempio è dato dal famoso programma Doctor Who , i cui episodi sono stati raccolti in base ai diversi personaggi.

Testando la nuova app per iPad di iPlayer si può notare come effettivamente solo alcuni contenuti siano disponibili gratuitamente mentre la maggior parte dell’offerta è a pagamento. La qualità del video si rivela buona anche se non in formato alta definizione. La versione internazionale, inoltre, è disponibile al momento esclusivamente in lingua inglese in assenza di sottotitoli.

Cristina Sciannamblo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Osvaldo scrive:
    Domanda semplice per gli amanti del Dos
    Domanda per gli esperti tipo Alfonso Maruccia & co.Ma con una partizione DOS 6.22 è possibile far riconoscere una periferica USB tipo una stampante?E se si come è possibile farlo?
    • Alfonso Maruccia scrive:
      Re: Domanda semplice per gli amanti del Dos
      Si, dovrebbe essere possibile usando driver del genere...http://dosusb.net/ (parzialmente a pagamento, se ho ben capito)http://bretjohnson.us/Io non ho ancora sperimentato con questo genere di softwae, quindi non ti so dire se e quanto funziona come previsto dagli sviluppatori...
  • hohahola scrive:
    vecchi ricordi: infettato da Jeruzalem B
    Tutti si sforzano di ricordare i bei vecchi tempi con il MSDOS. Personalmente mi vien in mente il simpatico virus jeruzalem B che ti riempiva il disco rigido e ti suggeriva di contattare un programmatore istraeliano per essere cancellato, ovviamente pagando quel sant'uomo.
    • Osvaldo scrive:
      Re: vecchi ricordi: infettato da Jeruzalem B
      - Scritto da: hohahola
      Tutti si sforzano di ricordare i bei vecchi tempi
      con il MSDOS. Personalmente mi vien in mente il
      simpatico virus jeruzalem B che ti riempiva il
      disco rigido e ti suggeriva di contattare un
      programmatore istraeliano per essere cancellato,
      ovviamente pagando quel
      sant'uomo.Erano tempi in cui bastava mettere un dischetto mcafee e andare di scan c: per ripulire tutto.Tempi in cui anche il Norton era un eccellente antivirus, e funzionava alla grande senza rallentare il sistema come invece accade nella quasi totalità dei notebook su cui viene precaricato (attaccandosi al so come una zecca ai XXXXXXXX)
  • Alfonso Maruccia scrive:
    Re: Diatriba versioni DOS
    Eh?!? Non vedo dove possa esserci la diatriba: QEMM è EONI AVANTI a EMM in fatto di ottimizzazione della memoria. Personalmente l'ho usato per spremere ogni singolo kilobyte di memoria superiore/shadow/riservata nel mio complicatissimo Menu di avvio del DOS (6.22) su Pentium 4.Il "divertimento" ancora me lo ricordo, visto che avevo da far convivere cose assurde come l'emulatore Sound Blaster 16 della Sound Blaster Live! e altre cose ancora più esotiche! :-D-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 30 luglio 2011 15.45-----------------------------------------------------------
    • uno di allora scrive:
      Re: Diatriba versioni DOS
      - Scritto da: Alfonso Maruccia
      Eh?!? Non vedo dove possa esserci la diatriba:
      QEMM è EONI AVANTI a EMM in fatto di
      ottimizzazione della memoria. Personalmente l'ho
      usato per spremere ogni singolo kilobyte di
      memoria superiore/shadow/riservata nel mio
      complicatissimo Menu di avvio del DOS (6.22) su
      Pentium
      4.

      Il "divertimento" ancora me lo ricordo, visto che
      avevo da far convivere cose assurde come
      l'emulatore Sound Blaster 16 della Sound Blaster
      Live! e altre cose ancora più esotiche!
      :-DSe la memoria non mi inganna il quemm faceva strani scherzi sul 6.22 e poi, sempre andando a memoria, le vere differenze fra il 5 e il 6 erano solo per la gestione della memoria che con il qemm venivano azzerate mantenendo un lieve vantaggio per il 5 in termini di occupazione di ram.
      • Alfonso Maruccia scrive:
        Re: Diatriba versioni DOS
        - Scritto da: uno di allora
        Se la memoria non mi inganna il quemm faceva
        strani scherzi sul 6.22 e poi, sempre andando a
        memoria, le vere differenze fra il 5 e il 6 erano
        solo per la gestione della memoria che con il
        qemm venivano azzerate mantenendo un lieve
        vantaggio per il 5 in termini di occupazione di
        ram.La tua memoria è fallata. No sul serio :-DCon QEMM386 (mi pare usassi la versione 7,qualcosa) hai un controllo diretto e incomparabilmente superiore sulle modalità di ottimizzazione, le porzioni e i tipi di memoria da includere nella caccia degli UMB, la trasformazione in memoria convenzionale di ogni genere di "buco" riservato da DOS, BIOS e bus vari per usi dedicati.Il vantaggio su EMM386 non è lieve, è ENORME in termini di convenzionale aggiuntiva liberata... QEMM386 fa ottime, ottime cose persino con schede grafiche come le GeForce (Ti4200 retail, nel mio caso), che notoriamente si suggono un bel pò di memoria superiore per i fatti loro (non avendo l'utente normalmente a che fare col DOS nel 2004 mi pare pure comprensibile)....P.S.Mai avuto nessun problema di utilizzo di QEMM386 7.(5? boh...) con MS-DOS 6.22 (ita). Se si escludono i freeze durante l'ottimizzazione dei singoli TSR e device driver, quelli sono un fenomeno "standard" tipico anche del wizard di ottimizzazione di EMM386....
        • dont feed the troll/dovella scrive:
          Re: Diatriba versioni DOS
          Mi duole ammetterlo, ma Maruccia, ha ragione.
        • uno di allora scrive:
          Re: Diatriba versioni DOS
          Mi sa che mi sono espresso male ma era esattamente quello che dicevo. La diatriba a cui facevo riferimento era fra i "puristi" microsoft che dicevano che emm386 era ugale se non meglio al quemm mentre io e altri "smanettoni" usavamo il dos 5 con quemm che permetteva piu' "giochini" e i famosi 639k mi memoria free, ma per arrivarci che fatica! :)
    • Guybrush scrive:
      Re: Diatriba versioni DOS
      - Scritto da: Alfonso Maruccia
      Eh?!? Non vedo dove possa esserci la diatriba:
      QEMM è EONI AVANTI a EMM in fatto di
      ottimizzazione della memoria. Personalmente l'ho
      usato per spremere ogni singolo kilobyte di
      memoria superiore/shadow/riservata nel mio
      complicatissimo Menu di avvio del DOS (6.22) su
      Pentium
      4.

      Il "divertimento" ancora me lo ricordo, visto che
      avevo da far convivere cose assurde come
      l'emulatore Sound Blaster 16 della Sound Blaster
      Live! e altre cose ancora più esotiche!
      :-D
      --------------------------------------------------
      Modificato dall' autore il 30 luglio 2011 15.45
      --------------------------------------------------Con QEMM, calcolatore in modalita hex e un po' di pazienza si potevano liberare fino a 639k di memoria convenzionale.EMM, fornito con dos 6.22 e attivato tramite il famigerato MEMMAKER faticava a superare la soglia dei 634k.Che poi era una distinzione di lana caprina: con 634 si faceva girare la quasi totalita' dei programmi, ma vuoi mettere la soddisfazione di vedere 1 solo k di memoria convenzionale occupato?Nota: QEMM funzionava benissimo anche sotto dos 6.22GT
      • panda rossa scrive:
        Re: Diatriba versioni DOS
        - Scritto da: Guybrush

        Che poi era una distinzione di lana caprina: con
        634 si faceva girare la quasi totalita' dei
        programmi, ma vuoi mettere la soddisfazione di
        vedere 1 solo k di memoria convenzionale
        occupato?

        Nota: QEMM funzionava benissimo anche sotto dos
        6.22
        Io ricordo di una situazione in cui, tra mouse.sys, driver del cdrom, un altro device da caricare e un paio di tsr, in memoria alta non ci stava tutto, e quindi l'ordine di inserimento nel config.sys aveva la sua rilevanza.Perche' caricando in un certo ordine si riusciva a liberare piu' memoria mentre in un ordine diverso l'occupazione di memoria variava.Ricordo di aver pesantemente sfruttato una opzione del config.sys che produceva una specie di menu al boot, in cui si poteva impostare un profilo, e quindi caricare alcune cose e non altre, per avere piu' memoria libera da dedicare al game!
  • MeX scrive:
    compleanno?
    si festeggia il compleanno dei morti?
    • 0alfredo scrive:
      Re: compleanno?
      - Scritto da: MeX
      si festeggia il compleanno dei morti?dos è ancora vivo, stessa cosa per gli unix like, l'unico ad essere proprio morto è il primo so di apple, perfino amiga è ancora vivo meno quello apple
      • Sgabbio scrive:
        Re: compleanno?
        Bhe dopo OS9 hanno rifatto tutto da zero! Un giorno microsoft farà lo stesso ?
        • nome e cognome scrive:
          Re: compleanno?
          - Scritto da: Sgabbio
          Bhe dopo OS9 hanno rifatto tutto da zero! Un
          giorno microsoft farà lo stesso
          ?Mi auguro di no, microsoft al contrario di apple il software sa scriverlo...
          • panda rossa scrive:
            Re: compleanno?
            - Scritto da: nome e cognome
            - Scritto da: Sgabbio

            Bhe dopo OS9 hanno rifatto tutto da zero! Un

            giorno microsoft farà lo stesso

            ?

            Mi auguro di no, microsoft al contrario di apple
            il software sa
            scriverlo...M$ sa scrivere l'eula, non il software.
          • logicaMente scrive:
            Re: compleanno?
            - Scritto da: nome e cognome
            - Scritto da: Sgabbio

            Bhe dopo OS9 hanno rifatto tutto da zero! Un

            giorno microsoft farà lo stesso

            ?

            Mi auguro di no, microsoft al contrario di apple
            il software sa
            scriverlo...(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(troll4)
          • Franco Tiratore scrive:
            Re: compleanno?
            - Scritto da: nome e cognome
            - Scritto da: Sgabbio

            Bhe dopo OS9 hanno rifatto tutto da zero! Un

            giorno microsoft farà lo stesso

            ?

            Mi auguro di no, microsoft al contrario di apple
            il software sa
            scriverlo...Wow! Alla Microsoft sanno anche scrivere? :o
        • Darwin scrive:
          Re: compleanno?
          - Scritto da: Sgabbio
          Bhe dopo OS9 hanno rifatto tutto da zero!Andiamo con i piedi di piombo nel dire che hanno fatto tutto da zero.Hanno fatto poco e niente.Il sistema operativo FreeBSD era a loro disposizione, ci hanno solo eliminato dal kernel le parti vitali (lasciando NFS, TCP/IP e altre pu*tanate non vitali) e ci hanno messo mach (preso con NeXTSTEP).Quartz l'hanno creata modificando il display PostScript (già a loro disposizione) e basdando il tutto sul PDF anzichè sul PS.Aqua l'hanno ottenuta riscrivendo sotto Cocoa l'interfaccia del Mac OS Classic, ma basandola sulle specifiche OpenStep.Praticamente il lavoro "più pesante" è stato quello di scrivere un dekstop environment importando i suoi concetti su un nuovo framework.
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: compleanno?
          - Scritto da: Sgabbio
          Bhe dopo OS9 hanno rifatto tutto da zero! Un
          giorno microsoft farà lo stesso
          ?L'ha fatto quando è passata dal kernel di windows 9x al kernel NT.
          • panda rossa scrive:
            Re: compleanno?
            - Scritto da: uno qualsiasi
            - Scritto da: Sgabbio

            Bhe dopo OS9 hanno rifatto tutto da zero! Un

            giorno microsoft farà lo stesso

            ?

            L'ha fatto quando è passata dal kernel di windows
            9x al kernel
            NT.Ti riferisci all'icona del pulsante start, vero?Perche' di tutto il resto del codice quello che ha riscritto e' .../* printf("Microsoft Windows 98n"); */ printf("Microsoft Windows NTn");
    • Darwin scrive:
      Re: compleanno?
      È il compleanno di A/UX?
    • krane scrive:
      Re: compleanno?
      - Scritto da: MeX
      si festeggia il compleanno dei morti?Non ti rendi conto di quanta gente se c'e' li festeggia ! Cristo !!!!
  • pippo75 scrive:
    La bibbia del dos
    qualcuno l'ha mai comperata?io ne ho viste solo due copie, la terza era un txt presente su internet.costo della versione cartacea: 190klire
    • non fumo non bevo e non dico parolacce scrive:
      Re: La bibbia del dos
      - Scritto da: pippo75
      qualcuno l'ha mai comperata?

      io ne ho viste solo due copie, la terza era un
      txt presente su
      internet.

      costo della versione cartacea: 190klireIo acquistai "Enciclopedia dell'MS-DOS", versione italiana. Però, molti esempi erano sbagliati.Invece trovai fatto moooolto bene il libro di Norton sull'assembler x86.
      • pippo75 scrive:
        Re: La bibbia del dos


        Io acquistai "Enciclopedia dell'MS-DOS", versione
        italiana.

        Però, molti esempi erano sbagliati.
        Invece trovai fatto moooolto bene il libro di
        Norton sull'assembler
        x86.dici quello scritto con John Socha che ti fa scrivere un editor di settori, se è quello è veramente ben fatto, confermo.
        • Albedo 0,9 scrive:
          Re: La bibbia del dos

          dici quello scritto con John Socha che ti fa
          scrivere un editor di settori, se è quello è
          veramente ben fatto,
          confermo.XXXXXXX, pensavo fossi l'unico ad avere l'enciclopedia dell'ms-dos XDOra la sua funzione è quella del reggi-monitor, insieme al libro di Norton e Socha e "Linguaggio assembly avanzato" sempre di Norton.
    • Prozac scrive:
      Re: La bibbia del dos
      - Scritto da: pippo75
      qualcuno l'ha mai comperata?

      io ne ho viste solo due copie, la terza era un
      txt presente su
      internet.

      costo della versione cartacea: 190klireSe intendi "La grande enciclopedia dell'MS-DOS" io ce l'ho a casa (magari stasera posto la foto). Editore Microsoft Press. Prezzo 190.000 Lire.Adoro quel "libro". Grazie ad esso m'ero creato la mia implementazione dell'MS-DOS. Praticamente m'ero riscritto tutte le routine dell'MS-DOS :) :) :)
    • Prozac scrive:
      Re: La bibbia del dos
      - Scritto da: pippo75
      qualcuno l'ha mai comperata?

      io ne ho viste solo due copie, la terza era un
      txt presente su
      internet.

      costo della versione cartacea: 190klireScusa il ritardo :)Comunque avevi ragione tu. Il titolo è semplicemente "Enciclopedia dell'MS-DOS" chissà perché ricordavo "La Grande"...http://imageshack.us/photo/my-images/706/img2011073000601.jpg/http://imageshack.us/photo/my-images/853/img2011073000603.jpg/-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 30 luglio 2011 15.11-----------------------------------------------------------
  • say no scrive:
    per non fare torto ad alcuno...
    dato che nei posto precedenti si parlava di "storia" e "comportamenti" di certe multinazionali, è bene non fare torto a nessuno:*** MICROSOFT: - The Secret Origin of Windowshttp://technologizer.com/2010/03/08/the-secret-origin-of-windows/- Microsoft: storia di un monopoliohttp://web.peacelink.it/boycott/microsoft/ms.htmAPPLE: Mela marciahttp://www.agenziax.it/?pid=43&sid=30http://www.agenziax.it/imgProdotti/43D.pdfGOOGLE: Luci e ombrehttp://www.ippolita.net/googlehttp://www.ippolita.net/5.html
  • Alberto scrive:
    MS-DOS 6.22
    Io ho ancora una copia originale imballata dell'MS-DOS 6.22 del 1994!
    • Alfonso Maruccia scrive:
      Re: MS-DOS 6.22
      Io ne ho 3 o 4, italiane e inglesi. E 7-8 libri (nuovi o equivalenti al nuovo) dei più quotati sull'OS (Inside MS-DOS, Running MS-DOS di Wolverton, DOS for Dummies, Using MS-DOS Special Edition ecc. ecc.).E stò per reinstallarlo sul mio portatile (Core 2 Duo), in una partizione dedicata all'inizio dell'hard disk :-D
      • panda rossa scrive:
        Re: MS-DOS 6.22
        - Scritto da: Alfonso Maruccia
        E stò per reinstallarlo sul mio portatile (Core 2
        Duo), in una partizione dedicata all'inizio
        dell'hard disk
        :-DFacci un filmino da mettere sul tubo!
        • Alfonso Maruccia scrive:
          Re: MS-DOS 6.22
          Bah, sarebbe poco interessante da vedere, il massimo dell'ingegno sarebbe modificare le impostazioni del controller SATA nel BIOS in "legacy mode" per evitare che IO.SYS si intrippi appena caricato in memoria. Roba da poppanti, insomma :-DPiù interessante sarebbe (sarà) mettersi a registrare filmati di qualità eccelsa (almeno 720p@60 Hz, se avessi i soldi comprerei qualcuna di quelle meravigliose schede capaci di catturare il segnale VGA in Full HD a 60 frame al secondo e più...) di VERE macchine informatiche del millennio scorso. Roba tipo 286, 486, Pentium MMX e cose così :-D
          • say no scrive:
            Re: MS-DOS 6.22
            - Scritto da: Alfonso Maruccia
            [...] VERE macchine informatiche del
            millennio scorso. Roba tipo 286, 486, Pentium MMX
            e cose cosìeh ma queste che dici sono robe moderne...ho qui, perfettamente funzionanti con il loro bel DOS originale, un olivetti hermes 8086i e un portatile compaq lte... parliamo di CPU a 10MHz...
          • 0alfredo scrive:
            Re: MS-DOS 6.22
            - Scritto da: say no
            - Scritto da: Alfonso Maruccia

            [...] VERE macchine informatiche del

            millennio scorso. Roba tipo 286, 486,
            Pentium
            MMX

            e cose così

            eh ma queste che dici sono robe moderne...

            ho qui, perfettamente funzionanti con il loro bel
            DOS originale, un olivetti hermes 8086i e un
            portatile compaq lte... parliamo di CPU a
            10MHz...sono partito con un 8080 :(
          • carobeppe scrive:
            Re: MS-DOS 6.22

            ho qui, perfettamente funzionanti con il loro bel
            DOS originale, un olivetti hermes 8086i e un
            portatile compaq lte... parliamo di CPU a
            10MHz...Accanto alla testata del letto ho un bell'olivetti m24 con 640k di ram e disco da 20 mega, ovviamente funzionante e pronto a partire ;D
          • Alessandrox scrive:
            Re: MS-DOS 6.22
            - Scritto da: carobeppe

            ho qui, perfettamente funzionanti con il
            loro
            bel

            DOS originale, un olivetti hermes 8086i e un

            portatile compaq lte... parliamo di CPU a

            10MHz...

            Accanto alla testata del letto ho un
            bell'olivetti m24 con 640k di ram e disco da 20
            mega, ovviamente funzionante e pronto a partire
            ;Dper dove?(rotfl)
      • nonno di heidi scrive:
        Re: MS-DOS 6.22
        - Scritto da: Alfonso Maruccia

        E stò per reinstallarlo sul mio portatile (Core 2
        Duo), in una partizione dedicata all'inizio
        dell'hard disk
        :-DInteressante... Ma gira?Non so se i dischi Grossi e SATA vengano digeriti anche in legacy mode...
        • Alfonso Maruccia scrive:
          Re: MS-DOS 6.22
          Yep, gira gira.... a quanto ne so basta usare il controller SATA in modalità legacy e configurare il multi-boot con i dovuti crismi (partizione inferiore ai 2 Giga, "chainloading" del bootloader di MS-DOS attraverso apposita funzionalità di GRUB o EasyBCD, partizioni a 32-bit/NTFS nascoste al caricamento di quella del DOS) e tutto dovrebbe filare liscio come l'olio.Su Pentium 4 (non-SATA) il trucco funziona, presto verificheremo anche su Core 2 Duo :-P
          • bubba scrive:
            Re: MS-DOS 6.22
            - Scritto da: Alfonso Maruccia
            Yep, gira gira.... a quanto ne so basta usare il
            controller SATA in modalità legacy e configurare
            il multi-boot con i dovuti crismi (partizione
            inferiore ai 2 Giga, "chainloading" del
            bootloader di MS-DOS attraverso apposita
            funzionalità di GRUB o EasyBCD, partizioni a
            32-bit/NTFS nascoste al caricamento di quella del
            DOS) e tutto dovrebbe filare liscio come
            l'olio.

            Su Pentium 4 (non-SATA) il trucco funziona,
            presto verificheremo anche su Core 2 Duo
            :-Pma per curiosita' intendi installarlo realmente in una partizione dell'hdisk o caricare una raw image con grub+memdisk? perche nel 1'caso dovrai per forza metterlo all'inizio (o cmq entro spazio limitato, che varia a seconda del dos e del bootloader) del disco e quindi dovrai noiosamente fare move resize delle partizioni presenti..
          • panda rossa scrive:
            Re: MS-DOS 6.22
            - Scritto da: bubba
            ma per curiosita' intendi installarlo realmente
            in una partizione dell'hdisk o caricare una raw
            image con grub+memdisk? perche nel 1'caso dovrai
            per forza metterlo all'inizio (o cmq entro spazio
            limitato, che varia a seconda del dos e del
            bootloader) del disco e quindi dovrai noiosamente
            fare move resize delle partizioni
            presenti..Non sono mica sicuro che debba stare proprio all'inizio.L'importante e' che sia in una partizione FAT16 che verra' vista come C: mentre tutte le altre non verranno proprio viste, in quanto file system sconosciuti.Oppure forse deve star proprio all'inizio o comunque entro un raggio indirizzabile a 16 bit.
          • Alfonso Maruccia scrive:
            Re: MS-DOS 6.22

            ma per curiosita' intendi installarlo realmente
            in una partizione dell'hdisk o caricare una raw
            image con grub+memdisk?Installazione su partizione fisica del disco.
            perche nel 1'caso dovrai
            per forza metterlo all'inizio (o cmq entro spazio
            limitato, che varia a seconda del dos e del
            bootloader) del disco e quindi dovrai noiosamente
            fare move resize delle partizioni
            presenti..Nessun resize necessario: sono in procinto di partizionare un nuovo disco fisso su cui installerò i tre sistemi NT (XP, Vista 32-bit, 7 64-bit) e appunto una piccola partizione all'inizio per il DOS. In realtà questo è un requisito aggirabile, ma non mi va di sbattermi con eccessivi arzigogolo se posso tranquillamente scegliere la strada più lineare, pulita e pratica possibile :-P
          • lroby scrive:
            Re: MS-DOS 6.22
            - Scritto da: Alfonso Maruccia
            Nessun resize necessario: sono in procinto di
            partizionare un nuovo disco fisso su cui
            installerò i tre sistemi NT (XP, Vista 32-bit, 7
            64-bit) Io è un anno che possiedo un portatile con tre partizioni distinte per xp 32bit, Vista 64bit (che uso come s.o. principale) e 7 64bit, + una partizione in comune visibile a tutti e 3 i s.o. per i dati :D
        • Joe Tornado scrive:
          Re: MS-DOS 6.22

          Interessante... Ma gira?
          Non so se i dischi Grossi e SATA vengano digeriti
          anche in legacy
          mode...L'ultimo DOS che ho installato, era posizionato nei primi 2 GBytes di una partizione su RAID-0 di dischi SATA e si avviava perfettamente.
    • NS256 scrive:
      Re: MS-DOS 6.22
      - Scritto da: Alberto
      Io ho ancora una copia originale imballata
      dell'MS-DOS 6.22 del
      1994!Originale ? perchè a quei tempi esistevano copie originali dei software ? io mi ricordo che era tutto su dischetti della 3M con l'etichetta scribacchiata strappicchiata e reincollata
  • NS256 scrive:
    Scaricatevi il film
    "I pirati della silicon valley" spiega molte cose e non solo su bill gates ma anche su quel boia di SJ
    • Sgabbio scrive:
      Re: Scaricatevi il film
      quel film e fin troppo romanzato, molti fanni sono inventati o travisati.
      • collione scrive:
        Re: Scaricatevi il film
        è vero ma penso che lui si riferisse al fatto che Gates comprò un OS invece di crearlo e rubacchiò la GUI del macalla fine da quel film si capisce una grande verità e cioè che tutte le balle che ci raccontano sugli uomini di sucXXXXX e sul fatto che hanno lavorato a perdifiato sono appunto ballela realtà è che gli affaristi si appropriano del lavoro dei poveri "fessi" che sgobbano ore ed ore davanti ad un monitor o una stazione saldante e fanno miliardi a palate con le loro invenzionise guardi la storia dell'umanità ci sono pochissimi geni diventati miliardari ( Edison ad esempio ), la restante parte della storia tecnologica è divisa tra geni morti poveri e affaristi arricchitisi con le creazioni di questi ultimi
        • nome e cognome scrive:
          Re: Scaricatevi il film

          se guardi la storia dell'umanità ci sono
          pochissimi geni diventati miliardari ( Edison ad
          esempio ), la restante parte della storia
          tecnologica è divisa tra geni morti poveri e
          affaristi arricchitisi con le creazioni di questi
          ultimiE in quel caso il genio chi è? Quello che muore povero, o l'affarista che ha intuito la potenzialità dell'invenzione ed è riuscito a metterla a frutto?
          • panda rossa scrive:
            Re: Scaricatevi il film
            - Scritto da: nome e cognome

            se guardi la storia dell'umanità ci sono

            pochissimi geni diventati miliardari (
            Edison
            ad

            esempio ), la restante parte della storia

            tecnologica è divisa tra geni morti poveri e

            affaristi arricchitisi con le creazioni di
            questi

            ultimi

            E in quel caso il genio chi è? Quello che muore
            povero, o l'affarista che ha intuito la
            potenzialità dell'invenzione ed è riuscito a
            metterla a
            frutto?Se continui ad usare l'euro come metro per misurare le persone allora per te tutti i ricchi saranno geni.
          • nome e cognome scrive:
            Re: Scaricatevi il film

            Se continui ad usare l'euro come metro per
            misurare le persone allora per te tutti i ricchi
            saranno
            geni.L'euro è una delle misure. Non l'unica, ma va sicuramente tenuta da conto.
          • Polemik scrive:
            Re: Scaricatevi il film
            Come trollata non vale granché...
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: Scaricatevi il film
          - Scritto da: collione
          è vero ma penso che lui si riferisse al fatto che
          Gates comprò un OS invece di crearlo e rubacchiò
          la GUI del
          macIl film salta un passaggio importante: il GEM (primo programma ad implementare una GUI sul pc); era molto più simile al mac di quanto non lo fosse windows, ed era uscito un anno prima.
  • Ed Wilson scrive:
    caduto dove?
    "è caduto nel dimenticatoio dopo l'avvento di Windows (95) e la sua affermazione come OS a interfaccia grafica predominante nel mercato PC." --
    citation neededparlerei piuttosto di continuo uso ed evoluzionehttp://technet.microsoft.com/en-us/scriptcenter/bb410849
  • 486 DX 33 scrive:
    ed ora sveliamo il mito..
    format c: non faceva un gran danno, anche perche' lanciandolo da C: prima c'era la conferma, secondo dava errore perche' non si poteva lanciare da se stesso. Il vero pericolo era deltree /y c:Certo che mettere nell'autoexec.bat di un floppy format c:/autotest non sarebbe stato male.
    • ruppolo scrive:
      Re: ed ora sveliamo il mito..
      - Scritto da: 486 DX 33
      format c: non faceva un gran danno, anche perche'
      lanciandolo da C: prima c'era la conferma,
      secondo dava errore perche' non si poteva
      lanciare da se stesso.


      Il vero pericolo era deltree /y c:

      Certo che mettere nell'autoexec.bat di un floppy
      format c:/autotest non sarebbe stato
      male.Si, se il sistema lo avesse fatto partire da solo.Ma quelle corbellerie Microsoft le fece anni dopo per il suo Windows, per la "gioia" dei suoi clienti Plug&Pray.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 29 luglio 2011 08.48-----------------------------------------------------------
      • panda rossa scrive:
        Re: ed ora sveliamo il mito..
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: 486 DX 33

        format c: non faceva un gran danno, anche
        perche'

        lanciandolo da C: prima c'era la conferma,

        secondo dava errore perche' non si poteva

        lanciare da se stesso.





        Il vero pericolo era deltree /y c:



        Certo che mettere nell'autoexec.bat di un
        floppy

        format c:/autotest non sarebbe stato

        male.

        Si, se il sistema lo avesse fatto partire da solo.ruppolo: un disco bootabile dimenticato nel lettore floppy, parte da solo!E' cosi' che si propagavano i virus all'epoca.Scrivendo copia di se stessi nel MBR dei floppy che venivano passati da macchina a macchina e dimenticati nei lettori che venivano poi attivati semplicemente riaccendendo il computer, e non si poteva ancora settare da bios l'ordine di boot. Il floppy era sempre la prima opzione.
        • Craccolo scrive:
          Re: ed ora sveliamo il mito..
          panda rossa non ha capito niente!!! lascia perdere...
        • Mimmus scrive:
          Re: ed ora sveliamo il mito..
          L'unico virus preso in vita mia fu causato proprio da un floppy passato nel lab dell'università e poi dimenticato nel mio lettore....zzzzzzzzzzzzzZZZZZZZZZZZZZEra un virus simpatico, faceva apparire il mio HD da 50 MB come fosse di soli 30 MB :-)
        • Prozac scrive:
          Re: ed ora sveliamo il mito..
          - Scritto da: panda rossa
          ruppolo: un disco bootabile dimenticato nel
          lettore floppy, parte da
          solo!
          E' cosi' che si propagavano i virus all'epoca.
          Scrivendo copia di se stessi nel MBR dei floppy
          che venivano passati da macchina a macchina e
          dimenticati nei lettori che venivano poi attivati
          semplicemente riaccendendo il computer, e non si
          poteva ancora settare da bios l'ordine di boot.
          Il floppy era sempre la prima
          opzione.Ricordo di averlo scritto pure io un virus da MBR nel 1990 (ero in 4a superiore). Così, tanto per esercizio. La difficoltà più grossa era quella di scrivere un programma abbastanza compatto da riuscire a stare per intero nello spazio messo a disposizione dall'MBR.
          • Nome e Cognome scrive:
            Re: ed ora sveliamo il mito..
            Beh, è la stessa dimensione che ha oggi.Io per evitare il problema del "Non system disk or disk error" mi ero costruito un mio boot sector che riboottava automaticamente su C:, così se dimenticavo un dischetto nella macchina semplicemente non dava errore ma continuava come se il dischetto non ci fosse più.I virus erano talmente pochi in circolazione che ne ho beccato uno dopo più di 5 anni di uso del PC e scambio di dischetti tra amici e il tutto senza antivirus (che non esistevano ancora).In caso di problemi recuperavo io stesso la macchina, il mio primo antivirus l'ho installato a metà degli anni 90, prima non ne avevo mai avuto bisogno e dopo... beh, mi sono installato Linux. :-)
          • Non Me scrive:
            Re: ed ora sveliamo il mito..
            1024 Bytes (2 settori) nell'A500. Abbastnza per installarci un sinscroll ;-)* BootBlock (1024 bytes) sectors 0 and 1-------------------------------------------------------------------------------offsetsizenumbernamemeaning-------------------------------------------------------------------------------0/0char4DiskType'D''O''S' + flags (0-
            5)flags =setclr0FFSOFS1INTNOINT2DIRCNODIRC4/4long1Chksumspecial checksum8/8long1Rootblock==880DD and HD12/0x0cchar1012Bootblock code(see 4.2 'Bootable disk' for more information)-------------------------------------------------------------------------------
          • lroby scrive:
            Re: ed ora sveliamo il mito..
            - Scritto da: Non Me
            1024 Bytes (2 settori) nell'A500. Abbastnza per
            installarci un sinscrollE anche dove veniva installato quel boot manager che ti permetteva di disattivare la fast ram, se il gioco prevedeva l'obbligo di avere solo la slow ram, giusto? ;)
      • 0alfredo scrive:
        Re: ed ora sveliamo il mito..
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: 486 DX 33

        format c: non faceva un gran danno, anche
        perche'

        lanciandolo da C: prima c'era la conferma,

        secondo dava errore perche' non si poteva

        lanciare da se stesso.





        Il vero pericolo era deltree /y c:



        Certo che mettere nell'autoexec.bat di un
        floppy

        format c:/autotest non sarebbe stato

        male.

        Si, se il sistema lo avesse fatto partire da solo.
        Ma quelle corbellerie Microsoft le fece anni dopo
        per il suo Windows, per la "gioia" dei suoi
        clienti
        Plug&Pray.
        --------------------------------------------------
        Modificato dall' autore il 29 luglio 2011 08.48
        --------------------------------------------------lol ma che consulente informatico sei? poverino manco le basi sai
    • Ed Wilson scrive:
      Re: ed ora sveliamo il mito..
      - Scritto da: 486 DX 33
      format c: non faceva un gran danno, anche perche'
      lanciandolo da C: prima c'era la conferma,
      secondo dava errore perche' non si poteva
      lanciare da se stesso.


      Il vero pericolo era deltree /y c:

      Certo che mettere zzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzz ronf
    • NS256 scrive:
      Re: ed ora sveliamo il mito..
      - Scritto da: 486 DX 33
      format c: non faceva un gran danno, anche perche'
      lanciandolo da C: prima c'era la conferma,
      secondo dava errore perche' non si poteva
      lanciare da se stesso.


      Il vero pericolo era deltree /y c:il vero pericolo è e resta rm -rf /
    • Prozac scrive:
      Re: ed ora sveliamo il mito..
      - Scritto da: 486 DX 33
      format c: non faceva un gran danno, anche perche'
      lanciandolo da C: prima c'era la conferma,
      secondo dava errore perche' non si poteva
      lanciare da se stesso.


      Il vero pericolo era deltree /y c:

      Certo che mettere nell'autoexec.bat di un floppy
      format c:/autotest non sarebbe stato
      male.Ricordo una scena in laboratorio di informatica. Il prof che dava le istruzioni per formattare un floppy e una ragazza che, dopo aver scritto formar c: (invece di a:), dopo aver confermato ogni richiesta d'attenzione, chiamò il prof che arrivò alla postazione, guardò il monitor in silenzio e, appena la formattazione raggiunse il 100% mesto mesto disse: "ecco... mò è morto".
      • NS256 scrive:
        Re: ed ora sveliamo il mito..


        Ricordo una scena in laboratorio di informatica.
        Il prof che dava le istruzioni per formattare un
        floppy e una ragazza che, dopo aver scritto
        formar c: (invece di a:), dopo aver confermato
        ogni richiesta d'attenzione, chiamò il prof che
        arrivò alla postazione, guardò il monitor in
        silenzio e, appena la formattazione raggiunse il
        100% mesto mesto disse: "ecco... mò è
        morto".Io ricordo invece una scena relativa ad un personaggio che sosteneva che la FAT32 fosse il male, ma dopo averlo (quasi) convinto che fosse piu performante della FAT16 ne avviò la conversione, ma preso da una crisi d'identità la interruppe a metà... perdendo tutto.
      • Sgabbio scrive:
        Re: ed ora sveliamo il mito..
        io che non ho vissuto l'era del dos, come si faceva ?
        • lroby scrive:
          Re: ed ora sveliamo il mito..
          - Scritto da: Sgabbio
          io che non ho vissuto l'era del dos, come si
          faceva
          ?Non ricordo se era CTRL + C o CTRL + Pausa/break, uno di questi due qui..
        • lroby scrive:
          Re: ed ora sveliamo il mito..
          - Scritto da: Sgabbio
          io che non ho vissuto l'era del dos, come si
          faceva
          ?Dude mi ha confermato da un post sotto che era proprio CTRL C.Grazie DUDE ;)
          • DuDe scrive:
            Re: ed ora sveliamo il mito..
            - Scritto da: lroby
            - Scritto da: Sgabbio

            io che non ho vissuto l'era del dos, come si

            faceva

            ?
            Dude mi ha confermato da un post sotto che era
            proprio CTRL
            C.
            Grazie DUDE ;)Prego :D
  • lroby scrive:
    OT da paura sul C64
    Scusate l'OT molto evidente, ma qualcuno di voi ha notato il nuovo C64X che stanno producendo e vendendo in America per far tornare l'onore e lo splendore di quel computer mitico (e anche dell'Amiga in seguito)?lo trovo semplicemente fantastico anche se, personalmente mi sono innamorato del VIC-PRO
    • bubba scrive:
      Re: OT da paura sul C64
      - Scritto da: lroby
      Scusate l'OT molto evidente, ma qualcuno di voi
      ha notato il nuovo C64X che stanno producendo e
      vendendo in America per far tornare l'onore e lo
      splendore di quel computer mitico (e anche
      dell'Amiga in
      seguito)?
      lo trovo semplicemente fantastico anche se,
      personalmente mi sono innamorato del
      VIC-PRObeh e' lolloso si... anche se e' solo un normale PC col case da C64.. comunque e' una cosa + simpatica di altre corbellerie che hanno prodotto negli anni. Per l'amiga lascierei stare. Meglio comprarsi un MiniMig e pace :)
      • angros scrive:
        Re: OT da paura sul C64
        Tra gli ultimi computer della commodore c'era anche il PC 10 (un normale pc con msdos).Inoltre, a ben vedere, come hardware anche i mac sono poco più che normali pc. Ormai, i componenti sono quelli.
    • Prozac scrive:
      Re: OT da paura sul C64
      - Scritto da: lroby
      Scusate l'OT molto evidente, ma qualcuno di voi
      ha notato il nuovo C64X che stanno producendo e
      vendendo in America per far tornare l'onore e lo
      splendore di quel computer mitico (e anche
      dell'Amiga in
      seguito)?
      lo trovo semplicemente fantastico anche se,
      personalmente mi sono innamorato del
      VIC-PROIo sono combattuto... A vederli mi torna il magone e me ne innamoro, poi guardando il retro o leggendone le caratteristiche penso sia solo marketing per pescare noi vecchi innamorati di quel grande marchio!!!
      • Prozac scrive:
        Re: OT da paura sul C64
        - Scritto da: lroby
        Guarda onestamente.. pensandoci.. avendo già un
        super fisso, un mega notebook, un velocissimo
        netbook, non mi comprerei mai uno di questi per 2
        motivi, ho paura per l'assistenza tecnica (sia in
        garanzia che non) in quanto negli anni 80 la mia
        fobia più grande era che si rompessero le cose
        (TUTTE le volte che accendevo un computer o una
        periferica, avevo paura che non si accendesse
        più) mentre con un pc moderno il problema è
        decisamente ridotto al minimo. Il secondo motivo
        è che hanno un costo davvero molto alto rispetto
        alla dotazione di serie e come dici giustamente
        tu, sono solo dei pc che hanno una scocca di un
        prodotto storico come il C64. Ma vedendo come
        sono fatti all'interno (trovi i filmati sul
        tubo), ti passa la voglia di comprarli, in quanto
        lo vedi palesemente che sono pc inscatolati
        diversamente
        :(Io pure ho un super pc fisso, un buon portatile (con la mela :P) e un Commodore 64 in soffitta (senza il SID che ho messo su una scheda sonora di 25 anni fa e che non trovo più!!!) :)Al massimo svuoto quello e lo riempio io eheheh. Quei PC li prenderei solo perché partono in Basic V2 (rotfl)
      • apalmate scrive:
        Re: OT da paura sul C64
        il mio C64 si avvende ancora.. e funziona da anni.. cosa che non posso dire del mio ultimo portatile che è durato un anno.. secondo me invece le cose prima le facevano per durare molto di più.. adesso sarebbe una tragedia per l'economia mondiale..
        • lroby scrive:
          Re: OT da paura sul C64
          - Scritto da: apalmate
          cosa che non posso dire del mio ultimo
          portatile che è durato un anno.. curiosità, era per caso un HP/Compaq o un Acer/Packard Bell? :D
          • apalmate scrive:
            Re: OT da paura sul C64
            Acer of course.. ;)
          • lroby scrive:
            Re: OT da paura sul C64
            - Scritto da: apalmate
            Acer of course.. ;)Beh ma allora te le cerchi!! :DComprate la m...a e poi vi lamentate che dura poco..e scommetto anche (e sono strasicuro di vincere) che l'hai preso in qualche centro commerciale (GDO o GDS non importa)
          • apalmate scrive:
            Re: OT da paura sul C64
            non è che se lo compri da un'altra parte è diverso.. sempre la sessa m.. è.. io ho un vecchio asus del 2000 che parte ancora oggi è l'ho comprato all'auchan.. il fatto è che oggi le cose sono fatte per durare poco.. perchè serve fare prodotti usa e getta. Nessuno si sogna di far riparare a 200 euro un portatile che nuovo costa 300.. Io non mi lamento infatti.. purtroppo siamo costretti ad accettare questa brutta cosa. Solo mia madre si ostina a far riparare i televisori di 30 anni.. (e fa anche bene) ma noi non ne siamo capaci..
          • lroby scrive:
            Re: OT da paura sul C64
            - Scritto da: apalmate
            non è che se lo compri da un'altra parte è
            diverso.. sempre la sessa m.. è.. io ho un
            vecchio asus del 2000 che parte ancora oggi è
            l'ho comprato all'auchan.. Le produzioni dei centri commerciali non sono le stesse riservate ai negozi al dettaglio, infatti anche i modelli differiscono (non trovi la stessa sigla sia in negozio che nei centri commerciali).Il motivo è presto spiegato, i centri commerciali vogliono pagare meno per vendere a prezzi inferiori, e le case produttrici (Asus compresa, per citare la migliore) danno loro prodotti che io definisco di seconda scelta.Una mia amica comprò un portatile Asus al centro commerciale (convinta di aver risparmiato il 10% del totale della spesa) e dopo 3 mesi si brucio una singola porta USB, dopo 3 anni si guastò completamente la mainboard.Onestamente è l'unico portatile Asus che io abbia mai visto che si sia bruciata la mb dopo appena 3 anni..
          • apalmate scrive:
            Re: OT da paura sul C64
            io ho comprato un Asus core i7.. speriamo non sia il secondo.. :D
          • lroby scrive:
            Re: OT da paura sul C64
            - Scritto da: apalmate
            io ho comprato un Asus core i7.. speriamo non sia
            il secondo..
            :Dahahaha, auguri allora! :D
          • NS256 scrive:
            Re: OT da paura sul C64
            - Scritto da: apalmate
            Acer of course.. ;)La prossima volta compra Asus o Lenovo
    • attonito scrive:
      Re: OT da paura sul C64
      - Scritto da: lroby
      Scusate l'OT molto evidente, ma qualcuno di voi
      ha notato il nuovo C64X che stanno producendo e
      vendendo in America per far tornare l'onore e lo
      splendore di quel computer mitico (e anche
      dell'Amiga in
      seguito)?
      lo trovo semplicemente fantastico anche se,
      personalmente mi sono innamorato del
      VIC-PROoh, tu, povero uomo, che non hai mai provato lo ZX Spectrum....
      • lroby scrive:
        Re: OT da paura sul C64
        - Scritto da: attonito
        oh, tu, povero uomo, che non hai mai provato lo
        ZX
        Spectrum....Ti faccio l'elenco di cosa ho posseduto da quando uso i computer :C64 vecchia versioneC64 nuova versioneVic 20 con espansione 16KC16C128, dopppio monitor, doppio floppy (1541 I prima e II dopo + 1570), con REU1764, e varie cartuccie per accelerare il caricamento dei floppy e per sproteggere i programmi dalla cassetta al floppy)Philips MSX VG 8020 (che possiedo ancora in garage)Sinclair ZX81 (che possiedo ancora in garage)Sinclair Spectrum 48K prima e 128 +2 dopo (quello grigio con il lettore a cassette sulla destra)Sinclair QL (fantastico per l'epoca)Philips Videopac G7000+ con modulo BasicTI99/4A con modulo parlante aggiuntoAmstrad CPC464Olivetti M20 (non M24, proprio quello con PCOS come s.o.)Amiga500 1.2Amiga500 1.3 più rom 2.0 installata con selettore switch(erano due Amiga distinte)Amiga 1200 (che possiedo ancora adesso in garage)Al momento non ricordo altro..Apparte il C128 (che è durato ancora un po di tempo a livello di utilizzo), ho smesso di usarli nel momento in cui arrivo in casa un pc vero (Natale 1991) assemblato.. tutto il resto mi sembrava OLD..ora mi mancano un sacco..-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 29 luglio 2011 10.54-----------------------------------------------------------
        • attonito scrive:
          Re: OT da paura sul C64
          - Scritto da: lroby
          - Scritto da: attonito

          oh, tu, povero uomo, che non hai mai provato
          lo

          ZX

          Spectrum....
          Ti faccio l'elenco di cosa ho posseduto da quando
          uso i computer
          :
          C64 vecchia versione
          C64 nuova versione
          Vic 20 con espansione 16K
          C16
          C128, dopppio monitor, doppio floppy (1541 I
          prima e II dopo + 1570), con REU1764, e varie
          cartuccie per accelerare il caricamento dei
          floppy e per sproteggere i programmi dalla
          cassetta al
          floppy)
          Philips MSX VG 8020 (che possiedo ancora in
          garage)
          Sinclair ZX81 (che possiedo ancora in garage)
          Sinclair Spectrum 48K prima e 128 +2 dopo (quello
          grigio con il lettore a cassette sulla
          destra)
          Sinclair QL (fantastico per l'epoca)
          Philips Videopac G7000+ con modulo Basic
          TI99/4A con modulo parlante aggiunto
          Amstrad CPC464
          Olivetti M20 (non M24, proprio quello con PCOS
          come
          s.o.)
          Amiga500 1.2
          Amiga500 1.3 più rom 2.0 installata con selettore
          switch
          (erano due Amiga distinte)
          Amiga 1200 (che possiedo ancora adesso in garage)
          Al momento non ricordo altro..
          Apparte il C128 (che è durato ancora un po di
          tempo a livello di utilizzo), ho smesso di usarli
          nel momento in cui arrivo in casa un pc vero
          (Natale 1991) assemblato.. tutto il resto mi
          sembrava
          OLD..
          ora mi mancano un sacco..
          --------------------------------------------------
          Modificato dall' autore il 29 luglio 2011 10.54
          --------------------------------------------------Io invece avevo solo lo ZX spectrum e mi bastava :)
  • lroby scrive:
    inizi ... del DOS
    nel 1990 imparavo a scoprire e conoscere il DOS 3.3 Olivetti su un Amiga 500 che montava una scheda hardware ATONCE con cpu 286 8mhz, scheda grafica cga 4 colori e che usava la ram fisica dell'Amiga stessa, quando arrivò il mio primo pc (Dicembre 1991) autentico (386sx 16mhz, 1mb di ram su dip (8chip su zoccolo), 20mb di hdd e svga da 256kb, conoscevo già molto bene il Dos 3.3, poi saltai il 4.0 che era un aborto, provai il 4.1 che era leggermente rivisto e corretto e proseguii con il dos 5.0 che finalmente era davvero valido.. il resto è storia..
    • bubba scrive:
      Re: inizi ... del DOS
      - Scritto da: lroby
      nel 1990 imparavo a scoprire e conoscere il DOS
      3.3 Olivetti su un Amiga 500 che montava una
      scheda hardware ATONCE con cpu 286 8mhz, scheda
      grafica cga 4 colori e che usava la ram fisica
      dell'Amiga stessa, quando arrivò il mio primo pcPerche tu eri ricco.Noi poveri usavamo o il Transformer (moddato) o il PC-Task (talvolta ahem crackato ) :)
      • lroby scrive:
        Re: inizi ... del DOS
        - Scritto da: bubba
        Perche tu eri ricco.Non ero ricco, avevo 16 anni quando inizai ad usare questa Atonce e mio padre era anche lui molto molto appassionato di computer
  • Alvaro Vitali scrive:
    Microsoft acquistò l'OS originale????
    Come già sottolineato da altri, IBM contattò inizialmente Digital Research per la realizzazione del sistema operativo destinato al primo personal computer commerciale; si trattava di prendere il CP/M a 8 bit e adattarlo ai 16 bit della CPU 8086 che equipaggiava il PC.Le trattative si interruppero bruscamente a causa del mancato accordo sul copiryght; fu proprio a quel punto che Bill Gates e Paul Allen si presentarono alla IBM offrendo un "loro" SO a 16 bit denominato Disk Operating System.In realtà, si trattava proprio dello stesso CP/M convertito a 16 bit e venduto a Gates e Allen da un programmatore infedele della Digital Research.Questa è Storia dell'informatica; non si tratta certo di insinuazioni malevole.Diciamo chiaramente che, se all'epoca fossero esistite leggi contro la pirateria del software, Bill Gates e Paul Allen sarebbero finiti dritti dritti in galera!Maruccia poi dice che: "Microsoft fu parecchio accorta nel non cedere i diritti esclusivi del "suo" OS".In realtà, M$ non aveva alcun diritto esclusivo; infatti, il DOS all'epoca veniva commercializzato con proprie versioni anche da Digital Research (DR-DOS), da IBM (IBM-DOS) e se non erro anche da Peter Norton.
    • ruppolo scrive:
      Re: Microsoft acquistò l'OS originale????
      Oh, meno male che qualcuno la storia la conosce! Ma diciamolo, il nome del programmatore infedele: Tim Paterson!E come dici tu, con le attuali leggi lui e il ricettatore Bill Gates sarebbero finiti in galera!
      • Prozac scrive:
        Re: Microsoft acquistò l'OS originale????
        - Scritto da: ruppolo
        Oh, meno male che qualcuno la storia la conosce!
        Ma diciamolo, il nome del programmatore infedele:
        Tim
        Paterson!

        E come dici tu, con le attuali leggi lui e il
        ricettatore Bill Gates sarebbero finiti in
        galera!Eh già... La conoscete proprio bene la storia :D Tim Paterson non ha mai lavorato per Digital Research... Dopo l'università inizio a lavorare per Seattle Computer Products.
        • Alfonso Maruccia scrive:
          Re: Microsoft acquistò l'OS originale????
          A parte le corbellerie (...) di ruppolo che è notoriamente senza speranza, pare che la storia sia (come al solito) più complessa di come qualcuno vorrebbe far credere.https://secure.wikimedia.org/wikipedia/en/wiki/Bill_gates#IBM_partnershipAl momento non ho tempo di stare a verificare quindi prendo per buona la sezione dell'articolo di wikipedia....
          • bubba scrive:
            Re: Microsoft acquistò l'OS originale????
            - Scritto da: Alfonso Maruccia
            A parte le corbellerie (...) di ruppolo che è
            notoriamente senza speranza, pare che la storia
            sia (come al solito) più complessa di come
            qualcuno vorrebbe far
            credere.

            https://secure.wikimedia.org/wikipedia/en/wiki/Bil

            Al momento non ho tempo di stare a verificare
            quindi prendo per buona la sezione dell'articolo
            di
            wikipedia....Per essere un riassunto di 10 righe, direi che lo puoi prendere per buono.Sui perche' la nota Digital non raggiunse un accordo, mentre la piccola micro-soft, senza un OS, ci riusci', per giunta cedendolo su licenza, invece e' oggetto di altra discussione. :)
          • Alvaro Vitali scrive:
            Re: Microsoft acquistò l'OS originale????
            Ho il vago sospetto che quell'articolo di Wikipedia inglese sia stato leggerissimamente modificato da qualcuno molto vicino a Microsoft; un po' come fanno molti politici (o i loro staff) che si intrufolano e correggono le loro biografie eliminando le parti scomode.Affermare che sia stato Bill Gates a suggerire ad IBM di rivolgersi a DR mi sembra totalmente inverosimile; anzi, è una colossale assurdità.
          • lroby scrive:
            Re: Microsoft acquistò l'OS originale????
            - Scritto da: Alvaro Vitali
            Affermare che sia stato Bill Gates a suggerire ad
            IBM di rivolgersi a DR mi sembra totalmente
            inverosimile; anzi, è una colossale
            assurdità.No è vero, ho letto un libro (Il trionfo dei Nerds) che dice le stesse cose
          • Zucca Vuota scrive:
            Re: Microsoft acquistò l'OS originale????
            - Scritto da: bubba
            Sui perche' la nota Digital non raggiunse un
            accordo, mentre la piccola micro-soft, senza un
            OS, ci riusci', per giunta cedendolo su licenza,
            invece e' oggetto di altra discussione.Digital voleva troppi soldi e IBM non era disposta a darglieli.
        • Prozac scrive:
          Re: Microsoft acquistò l'OS originale????
          - Scritto da: Alvaro Vitali
          Pur di non perdere però tutti quei soldi, Gates e
          Allen non esitarono a rendersi protagonisti di
          una vera e propria operazione di ricettazione;
          infatti, acquistarono da Tim Paterson un clone a
          16 bit del CP/M realizzato grazie proprio al
          programmatore infedele della Digital Research di
          cui parlavo prima (è molto probabile che il tutto
          sia accaduto all'insaputa della Seattle Computer
          Products, come descritto anche nel film "I pirati
          della Silicon Valley"). Questo programmatore non
          aveva gradito l'atteggiamento della Digital
          Research nei confronti della IBM e si offrì di
          far uscire i sorgenti del CP/M in cambio
          evidentemente di un congruo
          compenso.Ah scusa, avevo capito male. Pensavo avessi detto che era Tim Paterson il programmatore infedele di Digital Research
        • bubba scrive:
          Re: Microsoft acquistò l'OS originale????

          Pur di non perdere però tutti quei soldi, Gates e
          Allen non esitarono a rendersi protagonisti di
          una vera e propria operazione di ricettazione;
          infatti, acquistarono da Tim Paterson un clone a
          16 bit del CP/M realizzato grazie proprio al
          programmatore infedele della Digital Research di
          cui parlavo prima credo di NON aver MAI sentito parlare di un programmatore infedele della DR... da dove ti e' uscito fuori sto particolare? non dirmi dal film sui pirati della s.v. :)
          • Alvaro Vitali scrive:
            Re: Microsoft acquistò l'OS originale????
            - Scritto da: bubba

            credo di NON aver MAI sentito parlare di un
            programmatore infedele della DR... da dove ti e'
            uscito fuori sto particolare? non dirmi dal film
            sui pirati della s.v.
            :)Ovviamente no, anche se il film è stato giudicato più che realistico da personaggi come Steve Jobs e Steve Ballmer.Tim Paterson, per sua stessa ammissione, sviluppò un clone a 16 bit del CP/M; e tu puoi capire che qualcuno avrà pur fatto uscire da DR i sorgenti dell'originale a 8 bit.Cito da http://it.wikipedia.org/wiki/DR-DOS <I
            Digital Research notò che il PC-DOS era molto simile al suo CP/M-86: il QDOS di partenza era infatti stato scritto usando le stesse API del CP/M. Digital Research decise perciò di citare in giudizio IBM, che si accordò con la società di Kildall per offrire come opzione sull'acquisto dei suoi PC anche il suo sistema operativo. </I
            In sostanza, IBM permise a DR di sviluppare una propria versione del DOS (il DR-DOS) come risarcimento per l'evidente plagio.
          • Nome e Cognome scrive:
            Re: Microsoft acquistò l'OS originale????
            Ti faccio semplicemente notare come un sistema operativo dell'epoca fosse semplice. Oggigiorno se avessi a disposizione la documentazione delle API del CPM dell'epoca e una macchine 8086 originale penso che potrei ricostruirlo in solo un paio di settimane di lavoro.Lo dico perché quando avevo 18 anni ho scritto sul Commodore +4 un macro-assemblatore completo in un paio di settimane di lavoro, avendo a disposizione unicamente un paio di manuali della macchina in questione.Chiaro che se prendi come metro un sistema operativo di oggi non basterebbero centinaia di anni per riscriverlo interamente, risulterebbe quindi indispensabile avere a disposizione i sorgenti originali per copiarli.
          • nome e cognome scrive:
            Re: Microsoft acquistò l'OS originale????

            Ti faccio semplicemente notare come un sistema
            operativo dell'epoca fosse semplice. OggigiornocheXXXXXta, abbiamo scritto la stessa cosa, nello stesso momento, usando lo stesso nick farlocco. Questo dovrebbe bastare a spiegare anche le similitudini tra cpm e dos O)
        • Prozac scrive:
          Re: Microsoft acquistò l'OS originale????


          - Scritto da: ruppolo

          Oh, meno male che qualcuno la storia la

          conosce!

          Ma diciamolo, il nome del programmatore

          infedele:

          Tim

          Paterson!- Scritto da ruppolo
          Il fatto che non abbia mai lavorato per DR indica
          solo che non era lui il programmatore infedele,Non aggiungo altro. Basta ciò che dici e smentisci da solo ;)
        • nome e cognome scrive:
          Re: Microsoft acquistò l'OS originale????

          Il fatto che non abbia mai lavorato per DR indica
          solo che non era lui il programmatore infedele,
          ma in quanto a ladro o ricettatore, chi può dire
          se l'abbia rubato lui di persona, lui con un
          complice (ad esempio il programmatore infedele),
          o
          ricettato?Non dire cagate Ruppolo, all'epoca i programmi si scrivevano su fogli di carta senza nemmeno l'elaboratore di fronte. Tralasciando il fatto che che tra CP/M e DOS c'erano differenze fondamentali quali la FAT che permetteva la gerarchizzazione del filesystem e l'ottimizzazione per l'hardware su cui doveva girare; rubare i sorgenti era una cosa completamente inutile: persino i sistemi operativi erano talmente semplici che si potevano clonare semplicemente consultando il manuale e guardando il codice macchina. All'epoca era cosa normale, digital research avrebbe potuto fare causa a microsoft ma non l'ha fatto. Allo stesso modo xerox avrebbe potuto fare causa a Apple ma non l'ha fatto...
          • Darwin scrive:
            Re: Microsoft acquistò l'OS originale????
            Non nominare il nome di Apple invano.Ruppolo sta solo cercando un altro modo per dire che Microsoft è brutta e cattiva, mentre Apple è buona e santa.Lui lo dice sempre: Apple lo coccola.[img]http://www.bachecaannunci.it/adpics/culla583.jpg[/img]-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 29 luglio 2011 10.52-----------------------------------------------------------
          • Craccolo scrive:
            Re: Microsoft acquistò l'OS originale????
            che vita misera... povero il nostro robertino...
        • pippo75 scrive:
          Re: Microsoft acquistò l'OS originale????

          Il fatto che non abbia mai lavorato per DR indica
          solo che non era lui il programmatore infedele,
          ma in quanto a ladro o ricettatore, chi può dire
          se l'abbia rubato lui di persona, lui con un
          complice (ad esempio il programmatore infedele),
          o ricettato?innocente fino a prova contraria.
    • FridayChild scrive:
      Re: Microsoft acquistò l'OS originale????
      Io ho letto da qualche parte (se ricordo bene qui: http://www.goodreads.com/book/show/68982.Bill_Gates) che IBM contatto' da subito Microsoft, che pero' inizialmente dirotto' la richiesta su Digital perche' non erano in grado di fornire su due piedi un OS. Quando poi l'accordo con DR salto', Microsoft ebbe la sua seconda chance e il resto si sa.Non e' cosi'?
      • Prozac scrive:
        Re: Microsoft acquistò l'OS originale????
        - Scritto da: FridayChild
        Io ho letto da qualche parte (se ricordo bene
        qui:
        http://www.goodreads.com/book/show/68982.Bill_Gate
        Non e' cosi'?Che io sappia andò proprio così. Sia da interviste di dirigenti e ingegneri IBM dell'epoca (che lavorarono al progetto Acorn), sia da interviste a Bill Gates. Non sono riuscito a trovare delle dichiarazioni dirette di Kildall o del suo avvocato dell'epoca...
        • Doh scrive:
          Re: Microsoft acquistò l'OS originale????

          USCD P-System una specie di virtual machine (no
          Java è arrivato secondo).UCSD P-system per la precisione... significa University of California - San Diego. Era un sistema in cui i vari compilatori in dotazione producevano non direttamente codice macchina ma una sorta di "codice intermedio" chiamato P-code, che poi veniva eseguito a runtime da un interprete molto semplice e veloce.
    • Difensore scrive:
      Re: Microsoft acquistò l'OS originale????
      Non avete capito niente.Nell'informatica per crescere si compra e si sviluppa il meno possibile:Microsoft:VirtualPCGoogle:PicasaCosi' si cresce, comprare costa meno tempo e soldi che creare.Io ho il mio datacenter per esempio, al posto di creare una nuova filiale, ne compro una esistente, in 1 settimana tutto fatto e comincio a guadagnare, cosi cresco.Stessa cosa con tutte le altre aziende
      • panda rossa scrive:
        Re: Microsoft acquistò l'OS originale????
        - Scritto da: Difensore
        in 1 settimana tutto fatto e comincio
        a guadagnare, cosi
        cresco.Vedi. Commetti il solito errore di tutti quanti quelli come te.Usi l'euro per misurare cose che non si possono misurare con l'euro.La cultura, la conoscenza e l'appagamento intellettivo non si misurano in euro.Quindi tu non cresci proprio per niente.
  • Africano scrive:
    questioni di famiglia
    la madre di zio Bill si chiama Maxwell, James Clerk Maxwell esplorò l'ignoto dell'elettromagnetismo e trovò nuove 40 leggi fisiche 40 che poi ridusse a sole 4, in Svizzera all'ufficio brevetti le catalogava Albert Einstein che fece l'ultimo passo per arrivare alla sua celeberrima equazione e al nobel, oggi chi si ricorda più di Maxwell?zio Bill se ne dovette ricordare sicuramente quando invece di rivendere un os propose la sua celeberrima EULA alla macchina internazionale degli affari che pensava che l'intelligenza fosse una sommatoria di chip creduti infallibili! e che snobbò il personal computer come una qualunque moda passeggera.la prima volta, la seconda il colosso si accordò con zio Bill per un nuovo os in comune e di nuovo zio Bill gli fece credere di assoggettarsi alla potenza dei chip e infine fece l'interesse del suo di business.ora basta fare un giro in un ufficio brevetti online per rendersi conto dell'assurdità della commercializzazione delle idee che offende l'intelligenza e la Storia della Civiltà e si aspetta la loro riforma e conseguentemente la fine dell'era delle eula et similia, tra cui la gpl che implicitamente la accredita.Conoscenza è LiberazioneuniversaleCèL
    • panda rossa scrive:
      Re: questioni di famiglia
      - Scritto da: Africano
      la madre di zio Bill si chiama Maxwell, James
      Clerk Maxwell esplorò l'ignoto
      dell'elettromagnetismo e trovò nuove 40 leggi
      fisiche 40 che poi ridusse a sole 4, in Svizzera
      all'ufficio brevetti le catalogava Albert
      Einstein che fece l'ultimo passo per arrivare
      alla sua celeberrima equazione e al nobel, oggi
      chi si ricorda più di
      Maxwell?Che domande fai?Tutti conoscono Maxwell.Quelli che studiano, naturalmente, non quelli che fanno la fila per i provini del gf o per acquistare l'ipad.
      • POSTPC scrive:
        Re: questioni di famiglia
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: Africano

        la madre di zio Bill si chiama Maxwell, James

        Clerk Maxwell esplorò l'ignoto

        dell'elettromagnetismo e trovò nuove 40 leggi

        fisiche 40 che poi ridusse a sole 4, in
        Svizzera

        all'ufficio brevetti le catalogava Albert

        Einstein che fece l'ultimo passo per arrivare

        alla sua celeberrima equazione e al nobel,
        oggi

        chi si ricorda più di

        Maxwell?

        Che domande fai?
        Tutti conoscono Maxwell.

        Quelli che studiano, naturalmente, non quelli che
        fanno la fila per i provini del gf o per
        acquistare l'ipad.Io faccio la fila (per divertimento) e conosco Maxwell...chiunque abbia minimo fatto la quinta superiore dovrebbe conoscerlo.Probabilmente si studia a livello base anche in terza media (spero).
    • Darwin scrive:
      Re: questioni di famiglia
      - Scritto da: Africano
      a Storia della Civiltà e si
      aspetta la loro riforma e conseguentemente la
      fine dell'era delle eula et similia, tra cui la
      gpl che implicitamente la
      accredita.La GPL (e le sue derivate) è l'unica licenza veramente libera esistente.
      Conoscenza è Liberazione
      universale
      CèLSe facessimo sparire la GPL potremmo dimenticarci sia della conoscenza, che della liberazione.
      • Africano scrive:
        Re: questioni di famiglia
        la gpl è una licenza che come l'eula accredita a una casta il diritto di imporre limiti alle copie digitali!! è enormemente più libera della eula ma ne accredita il modello di contratto che impone limiti alle copie digitali!!! quando si dovrebbero discutere anche le licenze per le copie non digitali.imho:copyrightcopyleftleftFREEFREEcopyvado a memoriaCanto libera copiecanto libera copia di copiae chi offende certezze di storianon son io che canto a memoriacome Omeri cantarono allorama chi crede e lo dice sicuroche la lingua che canto io fierosia lesiva di beni e materiae che lui non conosce davveroe cantare con tutti io possoe capiscono se non fessiche i greci vincevan strattatiscatenando parole focanticome fulmini fiondati addossoda un delirio di forza GROSSOcon licenza poetica nuova-di copiare le copie che vuoi-per librare copie di copie-e se ascolti e pure tu approvi-questa voce libera copie-che ti dà delle mie ora tue-anche a te e tu le puoi darConoscenza è LiberazioneuniversaleCèL
        • Darwin scrive:
          Re: questioni di famiglia
          - Scritto da: Africano
          la gpl è una licenza che come l'eula accredita a
          una casta il diritto di imporre limiti alle copie
          digitali!!Veramente è una licenza che dice: prendi i sorgenti e facci quello che vuoi, a patto che non mischi questo software libero con un proprietario e rendi libere le modifiche.
          è enormemente più libera della eulaÈ la più libera nel mondo del software. Il problema è che i sostenitori della BSD non lo capiscono e credono che la loro licenza "prendetemi tutto, ma non il mio breil" sia libera, quando in realtà è una barzelletta che non pone un divieto ai predoni di tecnologie.La GPL dice che se vuoi ottenere una copia del nostro lavoro, la puoi avere senza problemi. Se ci vuoi lavorare lo puoi fare senza problemi, MA devi dare anche agli altri le stesse possibilità che hai avuto tu.
          ma
          ne accredita il modello di contratto che impone
          limiti alle copie digitali!!!Quali sarebbero i limiti?
          imho:

          copyright
          copyleft
          leftFREE
          FREEcopyEhm...guarda che la GPL è già FREEcopy, eh..Anzi, Stallman non fa altro che invogliare alla condivisione del bene.
          • Africano scrive:
            Re: questioni di famiglia
            gpl bsd cc sono licenze di impianto totalmente diverso dalle eula ma sempre licenze che IMPLICITAMENTE avallano quelle non libere. non appena metti una qualunque condizione IMPLICITAMENTE ammetti che siano legittime anche le cosiddette licenze non libere, ammetti che altri possano arrogarsi il diritto di limitare la copia digitale, occorre mandare tutte le licenze al macero. la gpl non è FREEcopy perché impedisce per esempio a zio Bill di copiare non seguendo i dettami della gpl e così autorizza altri a dettare le loro condizioni.Stallman è un informatico più avanti degli zio Bill ma con lo stesso errore di fondo.all'inizio fu Gutemberg e fu un enorme passo avanti per la Conoscenza perché la stampa permise un incremento abnorme dei libri in circolazione ma poi venne il diritto d'autore e all'epoca con vantaggio di tutti gli attori interessati: autori, editori e lettori; ma introdusse un principio pericolosissimo per la Conoscenza perché sottrasse il diritto di copia, fino ad allora difficile da esercitare ma garantito per tutti quelli in grado di servirsene.poi venne l'ufficio brevetti che commercializza le idee stesse!! e col digitale si è arrivati all'assurdo logico di porre limiti alla copia digitale! assurdo perché tecnicamente illimitata e quindi con violazione patenti delle più elementari regole economiche.imhoConoscenza è LiberazioneuniversaleCèL
          • Darwin scrive:
            Re: questioni di famiglia
            - Scritto da: Africano
            gpl bsd cc sono licenze di impianto totalmente
            diverso dalle eula ma sempre licenze che
            IMPLICITAMENTE avallano quelle non libere.La GPL non avalla nulla.Dice semplicemente che quello che è mio è anche tuo, ma anche quello che è tuo deve essere degli altri, se preso da qualcun altro. È una questione di rispetto verso la comunità.Se tu vuoi prendere qualcosa di libero devi rispettarne la libertà.Quello tu chiami libertà, in realtà è anarchia. Ovvero, licenza BSD.
            non
            appena metti una qualunque condizioneLa condizione serve ad evitare che qualche parassita venga, rubi il codice e ne crei una sua versione proprietaria, senza lasciare nulla alla comunità.
            la gpl non è FREEcopy perché impedisce
            per esempio a zio Bill di copiare non seguendo i
            dettami della gpl e così autorizza altri a
            dettare le loro
            condizioni.Se le condizioni di zio Bill (o qualunque altro) significano: prendo ciò che è vostro, lo chiudo, lo brevetto e vi denuncio per violazione di brevetto, allora SI, sono d'accordo con te.Ma è una condizione giusta.
            Stallman è un informatico più avanti degli zio
            Bill ma con lo stesso errore di
            fondo.Stallman prima di essere un informatico è un filosofo.Uno che pensa che il progresso nasca dalla condivisione del sapere e da una visione collaborazionista nella quale c'è spazio anche per gli affari a livello monetario, ma senza che quest'ultimi minino la libertà.
            all'inizio fu Gutemberg e fu un enorme passo
            avanti per la Conoscenza perché la stampa permise
            un incremento abnorme dei libri in circolazione
            ma poi venne il diritto d'autore e all'epoca con
            vantaggio di tutti gli attori interessati:
            autori, editori e lettori; ma introdusse un
            principio pericolosissimo per la Conoscenza
            perché sottrasse il diritto di copia, fino ad
            allora difficile da esercitare ma garantito per
            tutti quelli in grado di
            servirsene.
            poi venne l'ufficio brevetti che commercializza
            le idee stesse!! e col digitale si è arrivati
            all'assurdo logico di porre limiti alla copia
            digitale! assurdo perché tecnicamente illimitata
            e quindi con violazione patenti delle più
            elementari regole
            economiche.In questo pezzo sono d'accordissimo con te.Ed è proprio per questo che sono un sostenitore della GNU GPL. Proprio perchè questa licenza offre garanzie di libertà e di libera circolazione della conoscenza.
          • Africano scrive:
            Re: questioni di famiglia
            - Scritto da: Darwin
            - Scritto da: Africano

            gpl bsd cc sono licenze di impianto
            totalmente

            diverso dalle eula ma sempre licenze che

            IMPLICITAMENTE avallano quelle non libere.
            La GPL non avalla nulla.avalla che un informatico possa corredare il suo software con una licenza, e fa lo stesso la BSD, altrimenti questa discussione sarebbe già stata fatta chissà quante volte.
            Dice semplicemente che quello che è mio è anche
            tuo, ma anche quello che è tuo deve essere degli
            altri, se preso da qualcun altro. È una
            questione di rispetto verso la
            comunità.
            Se tu vuoi prendere qualcosa di libero devi
            rispettarne la
            libertà.

            Quello tu chiami libertà, in realtà è anarchia.
            Ovvero, licenza
            BSD.
            quello che chiami anarchia era il presupposto della Civiltà prima dell'introduzione del diritto d'autore che ha calpestato il diritto naturale di copia dopo pubblicazione della prima, la BSD produce l'effetto che lamenti perché non incide sulle altre licenze, imho invece di schierarsi con una licenza in particolare occorre respingerle tutte e riaffermare il diritto di copia, zio Bill saccheggerebbe software libero? a che farci se poi legalmente glielo copiano? mantiene chiusi i sorgenti invece di condividerli? si è visto come quel modello di sviluppo sia perdente rispetto all'aperto ed economicamente dispendiosissimo.Conoscenza è LiberazioneuniversaleCèL
          • Darwin scrive:
            Re: questioni di famiglia
            - Scritto da: Africano
            avalla che un informatico possa corredare il suo
            software con una licenza,Un informatico non può e non deve escludere gli altr dei diritti che egli ha potuto godere.La libertà deve essere a 360°....per tutti.
            e fa lo stesso la BSD,La BSD non fa nulla.È proprio questo il suo problema.Permette a zio Bill e altri maiali di prendere il software degli altri e spacciarlo per suo chiudendo i sorgenti.
            altrimenti questa discussione sarebbe già stata
            fatta chissà quante
            volte.È già stata fatta milioni di volte.Forse non quì, ma su tanti altri forum.
            quello che chiami anarchia era il presupposto
            della Civiltà prima dell'introduzione del diritto
            d'autore che ha calpestato il diritto naturale di
            copia dopo pubblicazione della prima,No. Quello che chiamo anarchia è il dare in mano agli affaristi senza scrupoli dei software, senza che essi creino benefici per gli altri.Vai a chiedere agli sviluppatori di FreeBSD se hanno avuto qualche beneficio, da Darwin....Ah si...CUPS e libdisptach (rotfl)
            la BSD
            produce l'effetto che lamenti perché non incide
            sulle altre licenze,La BSD è quella che oggi ha permesso a Apple di fare miliardi con Mac OS X senza dare niente alla community open source.
            imho invece di schierarsi
            con una licenza in particolare occorre
            respingerle tutte e riaffermare il diritto di
            copia,Non siamo animali. Siamo uomini e come tali abbiamo bisogno di leggi.La GNU GPL è abbastanza libera come legge.Se a te piace questo tipo di libertà: http://sam.zoy.org/wtfpl/ è un altro discorso, ma questa è la soluzione più pericolosa.
            zio Bill saccheggerebbe software libero?Software libero no. Software open source sotto licenza BSD si. Infatti lo stack per il networking è tutto preso da FreeBSD.
            a
            che farci se poi legalmente glielo copiano?Con la licenza BSD, lui è nel pieno diritto di chiudere i sorgenti, rendendo impossibile la copia se no con reverse engineering.
            mantiene chiusi i sorgenti invece di
            condividerli? si è visto come quel modello di
            sviluppo sia perdente rispetto all'aperto ed
            economicamente
            dispendiosissimo.Intanto ha il 90% del mercato PC desktop.E con i software BSD-licensed ha a disposizione miliardi di righe di codice da XXXXXXX a sbafo.Come Microsoft anche Apple e tutte le multinazionali.Con la GPL si attaccherebbero al tram e rilascerebbero i sorgenti, completi di modifiche.
            Conoscenza è Liberazione
            universaleAppunto.Ma la BSD o il modo di condividere che pensi tu ammazzano la conoscenza.
          • Africano scrive:
            Re: questioni di famiglia
            - Scritto da: Darwin

            imho invece di schierarsi

            con una licenza in particolare occorre

            respingerle tutte e riaffermare il diritto di

            copia,
            Non siamo animali. Siamo uomini e come tali
            abbiamo bisogno di
            leggi.ma quelle giuste e le leggi c'erano ben prima del diritto d'autore che ha calpestato il diritto di copia che aveva permesso allo stesso Gutemberg di arrivare alla sua invenzione, altrimenti chissà quanti e quali signorotti del brevetto feudale avrebbe dovuto contrastare.
            La GNU GPL è abbastanza libera come legge.abbastanza non è sufficiente, e non quoto tutto ma nel tuo ragionamento manca il passaggio di cosa avverrebbe alle multinazionali del software se non disponessero dell'arbitrio logico di limitare la copia di ciò che non ha limiti!!Conoscenza è LiberazioneuniversaleCèL
          • Darwin scrive:
            Re: questioni di famiglia
            - Scritto da: Africano
            ma quelle giuste e le leggi c'erano ben prima del
            diritto d'autore che ha calpestato il diritto di
            copia che aveva permesso allo stesso Gutemberg di
            arrivare alla sua invenzione, altrimenti chissà
            quanti e quali signorotti del brevetto feudale
            avrebbe dovuto
            contrastare.Sono d'accordo. E la GPL è nata proprio in risposta a queste leggi balorde sul diritto d'autore.
            abbastanza non è sufficiente,Abbastanza vuol dire che è libera ma non ti permette di schiavizzare. Quanto basta ad essere considerata la vera licenza per la libertà del software.
            ma nel tuo ragionamento manca il passaggio di
            cosa avverrebbe alle multinazionali del software
            se non disponessero dell'arbitrio logico di
            limitare la copia di ciò che non ha
            limiti!!Due cose:- O si adegueranno e baseranno il core business sull'assistenza e/o sullo sviluppo comunitario- O fallirebbero.Nel caso vogliano evolversi sono le benvenute.Se vogliono invece continuare a chiudersi, possono anche fallire. Tanto la loro è una guerra persa.Non ci può essere vittoria contro il software Libero. Microsoft lo sa bene visto che si sta ancora leccando le ferite mentre chiede una tregua.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 29 luglio 2011 20.16-----------------------------------------------------------
        • Sgabbio scrive:
          Re: questioni di famiglia
          Casta ? Quale casta ???LA GPL e derivata è la licenza Opposta ad eula e contratti capestro.Qualcuno può dire che BSD sia la più libera inassoluto, quando in realtà sa solo libertà di depredare senza dare un XXXXX a BSD e derivati.Microsoft ed apple ne sono un esempio, anche se apple non ha mai fatto mistero sulle basi di OSX.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 29 luglio 2011 10.41-----------------------------------------------------------
          • Darwin scrive:
            Re: questioni di famiglia

            Microsoft ed apple ne sono un esempio,
            anche se apple non ha mai fatto mistero
            sulle basi di OSX.Ma la barzelletta più grande è che la maggiorparte dei sorgenti di Darwin non può essere compilata se non su OS X. Ad esempio: xnu richiede xcrun (parte di XCode) che è un software proprietario.Sono proprio open source ...sisi (geek)Se il codice fosse stato GNU GPL a quest'ora Apple starebbe già camminando con il sederino rosso per le sculacciate.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 29 luglio 2011 10.49-----------------------------------------------------------
          • Sgabbio scrive:
            Re: questioni di famiglia
            Bisogna ringraziare la licenza BSD che permette questi abomini.
          • Africano scrive:
            Re: questioni di famiglia
            - Scritto da: Sgabbio
            Casta ? Quale casta ???
            casta informatica, i comuni mortali devono costruire i loro manufatti uno ad uno e se anche dispongono di fabbriche devono produrre materialmente tutti i loro oggetti fisici e se non li vendono soffrono di magazzini zeppi di invenduto mentre gli informatici godono del privilegio di poter moltiplicare senza limiti il software.non ti sei accorto che addirittura possono vendere licenze in volume?! che possono vendere le sole licenze e lasciano il compito di riprodurre al cliente stesso? che possono fare gli sconti ad aziendam che gli garbano oltre ogni ragionevole decenza? che possono dare via il software anche a zero dindini?Conoscenza è LiberazioneuniversaleCèL
          • panda rossa scrive:
            Re: questioni di famiglia
            - Scritto da: Africano
            - Scritto da: Sgabbio

            Casta ? Quale casta ???


            casta informatica, i comuni mortali devono
            costruire i loro manufatti uno ad uno e se anche
            dispongono di fabbriche devono produrre
            materialmente tutti i loro oggetti fisici e se
            non li vendono soffrono di magazzini zeppi di
            invenduto mentre gli informatici godono del
            privilegio di poter moltiplicare senza limiti il
            software.Per questo motivo il software DEVE costare ZERO.
          • Sgabbio scrive:
            Re: questioni di famiglia
            Anzi, il software dovrebbe avere i costi che coprano le spese iniziali, ovvero sviluppo/Ricerca, non deve costare cifre esagerate dopo anni della sua realizzazione :D
          • Africano scrive:
            Re: questioni di famiglia
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Africano

            - Scritto da: Sgabbio


            Casta ? Quale casta ???




            casta informatica, i comuni mortali devono

            costruire i loro manufatti uno ad uno e se
            anche

            dispongono di fabbriche devono produrre

            materialmente tutti i loro oggetti fisici e
            se

            non li vendono soffrono di magazzini zeppi di

            invenduto mentre gli informatici godono del

            privilegio di poter moltiplicare senza
            limiti
            il

            software.

            Per questo motivo il software DEVE costare ZERO.imho il venditore può anche mettere il prezzo che preferisce però poi fa il suo corso il DIRITTO DI COPIA.Conoscenza è LiberazioneuniversaleCèL
          • pippo75 scrive:
            Re: questioni di famiglia


            Per questo motivo il software DEVE costare ZERO.per il momento lo zero è il valore che molte ditte mettono a ricerca e sviluppo. ( che abbiano preso dalla tua logica ? )
    • Ed Wilson scrive:
      Re: questioni di famiglia
      - Scritto da: Africano
      Conoscenza è Liberazione
      universale
      CèLhai notato che da quando la conoscenza è universalmente disponibile il livello dell'ignoranza è aumentato?
      • Darwin scrive:
        Re: questioni di famiglia
        Concordo.E questo accade proprio come nel mito della caverna di Platone.http://it.wikipedia.org/wiki/Mito_della_caverna
      • Africano scrive:
        Re: questioni di famiglia
        - Scritto da: Ed Wilson
        - Scritto da: Africano



        Conoscenza è Liberazione

        universale

        CèL

        hai notato che da quando la conoscenza è
        universalmente disponibile il livello
        dell'ignoranza è
        aumentato?ho notato che l'ignoranza era coltivata, vedi marx segreto e leo strauss, e la Conoscenza soffriva di veto planetario TOTALITARIO occulto su matematica! la propagandata più innocua delle scienze e dall'inizio della scrittura che nacque per esigenze matematiche, con una delle due superpotenze a distanza critica ingannata con vantaggio dell'ASSOLUTO ABOMINIO DI MACCHINA DELL'IGNORANZA di sstalin (due esse per i nazisti al suo servizio).Conoscenza è LiberazioneuniversaleCèL
  • monocellula re scrive:
    Se la XEROX avesse usato i brevetti...
    Col cappero che Windows e Apple oggi farebbero i fighetti!Ah, questi brevetti...
    • higgybaby scrive:
      Re: Se la XEROX avesse usato i brevetti...
      Xerox non ha usato i brevetto perché non ha visto il business e anche perché Jobs ha pagato un milione di dollari dell'epoca per lo sfruttamento dell'interfaccia a Xeroxciaoigor
      • monocellula re scrive:
        Re: Se la XEROX avesse usato i brevetti...
        - Scritto da: higgybaby
        Xerox non ha usato i brevetto perché non ha visto
        il business e anche perché Jobs ha pagato un
        milione di dollari dell'epoca per lo sfruttamento
        dell'interfaccia a
        Xerox

        ciao

        igorMa ti rendi conto che affarone ???
      • asd scrive:
        Re: Se la XEROX avesse usato i brevetti...
        vorrei vedere quel deficente che ha permesso il furto della tecnologia deridendo i suoi sottoopsti..... secondo me si sta mangiando i piedi, le mani sono finite
    • Nome e Cognome scrive:
      Re: Se la XEROX avesse usato i brevetti...
      Forse non li ha usati perché i brevetti software all'epoca non c'erano????
  • Ombromanto scrive:
    Preferisco l'oggi.....
    Bei tempi. Vero.Mi ricordo i primi giochi, la riga di comando, i comandi Dir....Sono stati bei tempi. Come quelli delle prime BBS e, poi, dell'avvento della Rete. Spinta, o meno, dall'operazione Hardware I. Ad ogni modo, non so voi, ma, personalmente, preferisco l'informatica di oggi.Semplice, diffusa, accessibile. Vero progresso perchè disponibile per un numero assai ampio di persone; anzi, per tutti.Siamo stati pionieri; oggi siamo utenti più che scafati.Io, oggi, uso iPad :-)Un caro saluto ai fratelli dei 2400 baud.
    • Non Me scrive:
      Re: Preferisco l'oggi.....
      Ho cominciato con un accoppiatore acustico (hai presente l'M10 dell'olivetti) e sono passato ai 300 baud. Poi i mitici USRobotics HST, Dual Statndard e la richiesta delle eprom in america per avere il 16.800 poi il 19.200 ah ah V32 oggi sono indeciso se mettere la fibra a 100 Mb in casa al posto della vdsl2 da 30 Mbit. Hai notato come all'aumentare della velocitá é aumentato anche il numero di XXXXXXXXX della rete...
      • pippo75 scrive:
        Re: Preferisco l'oggi.....


        Hai notato come all'aumentare della velocitá
        é aumentato anche il numero di XXXXXXXXX della
        rete...e come è sceso il prezzo di tutto?oggi una stampante costa 49 euro, al tempo quanto costava?vogliamo parlare dei "lettori di floppy del tempo" vs "masterizzatori dvd di oggi"?
        • bubba scrive:
          Re: Preferisco l'oggi.....
          - Scritto da: pippo75



          Hai notato come all'aumentare della
          velocitá

          é aumentato anche il numero di XXXXXXXXX
          della

          rete...


          e come è sceso il prezzo di tutto?

          oggi una stampante costa 49 euro, al tempo quanto
          costava?

          vogliamo parlare dei "lettori di floppy del
          tempo" vs "masterizzatori dvd di
          oggi"?a me personalmente colpisce di piu' come in 720k (o 880k nel mio caso) ci stessero FIOR FIOR DI OTTIMI PROGRAMMI e ora, almeno per windoz, fai fatica a farci stare un file di configurazione ;)
          • lroby scrive:
            Re: Preferisco l'oggi.....
            - Scritto da: bubba
            a me personalmente colpisce di piu' come in 720k
            (o 880k nel mio caso) 880K? Floppy formattato Amiga single sided? :Dio iniziai qualche anno prima, floppy 5.25" 170K per lato, bucati con la macchinetta per usare anche il lato B, ti ricorda nulla? :D
          • benzoapiren e scrive:
            Re: Preferisco l'oggi.....
            - Scritto da: lroby
            - Scritto da: bubba

            a me personalmente colpisce di piu' come in
            720k

            (o 880k nel mio caso)
            880K? Floppy formattato Amiga single sided? :D
            io iniziai qualche anno prima, floppy 5.25" 170K
            per lato, bucati con la macchinetta per usare
            anche il lato B, ti ricorda nulla?
            :D Commodore? ;)
          • lroby scrive:
            Re: Preferisco l'oggi.....
            - Scritto da: benzoapiren e
            Commodore? ;)64 e vic20 quasi in contemporanea, C16 e C128 in seguito (quest'ultimo è stato il mio computer preferito per anni, snobbavo l'Amiga 500 per il C128)Un mio grande rimpianto è stato non avere mai avuto il C128D nè il 1581 da 800Kb :(
          • angros scrive:
            Re: Preferisco l'oggi.....
            Io avevo (anzi, per la verità ho ancora) il 128 D.Purtroppo non ho mai avuto il monitor 80 colonne.... :-(
          • lroby scrive:
            Re: Preferisco l'oggi.....
            - Scritto da: angros
            Purtroppo non ho mai avuto il monitor 80
            colonne....
            :-(Avevo il doppio monitor, quello a colori per giocare nella modalità C64 o comunque per usarlo a 40 colonne, e poi trovai un vecchio Hercules monocromatico 12" che era compatibile con le 80 colonne del C128 e ci facevo girare i giochi in Basic in 80 colonne (e con la modalità Fast a 2mhz andavano più veloci), oppure il CP/M o il Geos 128 (e avevo anche la REU1764 da 256kb per accelerare il Geos stesso)
          • TADsince1995 scrive:
            Re: Preferisco l'oggi.....
            - Scritto da: lroby
            - Scritto da: benzoapiren e

            Commodore? ;)
            64 e vic20 quasi in contemporanea, C16 e C128 in
            seguito (quest'ultimo è stato il mio computer
            preferito per anni, snobbavo l'Amiga 500 per il
            C128) :| E' come snobbare una Ferrari per camminare con una 500 abarth! ;)
          • lroby scrive:
            Re: Preferisco l'oggi.....
            - Scritto da: TADsince1995
            :| E' come snobbare una Ferrari per camminare
            con una 500 abarth! Consideravo l'Amiga500 poco più di una potentissima console per giocare e poco più, reputavo più professionale l'utilizzo che riuscivo a fare sul C128, anche rispetto alla potenza hardware delle macchine stesse.
          • Non Me scrive:
            Re: Preferisco l'oggi.....
            Il C=64 e lo Z-80 erano (sarebbero/sono) le macchine base per imparare i fondamenti del L.M. e le tecniche di programmazione avanzata...Il C=64 e' stata la "scuola guida", l'Amiga la Ferrari da guidare ;-)Mi chiedo dove trovavo il tempo...
          • Joe Tornado scrive:
            Re: Preferisco l'oggi.....

            Un mio grande rimpianto è stato non avere mai
            avuto il C128D nè il 1581 da 800Kb
            :(Io li ho acquistati "fuori tempo massimo" ... ciclicamente li faccio funzionare e vanno ancora alla grande !
          • lroby scrive:
            Re: Preferisco l'oggi.....
            - Scritto da: Joe Tornado
            Io li ho acquistati "fuori tempo massimo" ...
            ciclicamente li faccio funzionare e vanno ancora
            alla grande
            !Io oggi mi accontento di poterli usare tramite Winvice, ma almeno (insieme a Winuae) posso dire di avere i vecchi Commodore e i vari Amiga anche come console portatili (sono installati anche sul mio netbook da 10" :D )
          • TADsince1995 scrive:
            Re: Preferisco l'oggi.....

            posso dire
            di avere i vecchi Commodore e i vari Amiga anche
            come console portatili (sono installati anche sul
            mio netbook da 10" :D
            )Netbook?!http://tadlabs.wordpress.com/2011/01/11/e-venne-il-giorno/ (amiga)(amiga)
          • lroby scrive:
            Re: Preferisco l'oggi.....
            - Scritto da: TADsince1995
            http://tadlabs.wordpress.com/2011/01/11/e-venne-il

            (amiga)(amiga)è un emulatore alla Winuae vero? sai se è compatibile anche con il HTC Desirè HD, con il Galaxy Tab da 7" e con il Asus EEE Pad Transformer??(riguardo al Transformer, non importa, ho preso apposta il netbook al suo posto perchè volevo la garanzia che winvice e winuae ci fossero,fossero perfettamente funzionanti e potessi usare la tastiera fisica e non quella virtuale!)
          • panda rossa scrive:
            Re: Preferisco l'oggi.....
            - Scritto da: lroby
            - Scritto da: TADsince1995


            http://tadlabs.wordpress.com/2011/01/11/e-venne-il



            (amiga)(amiga)
            è un emulatore alla Winuae vero?L'emulatore e' UAE.WinUAE e' il porting dell'emulatore per il colapasta.
          • bubba scrive:
            Re: Preferisco l'oggi.....
            - Scritto da: benzoapiren e
            - Scritto da: lroby

            - Scritto da: bubba


            a me personalmente colpisce di piu'
            come
            in

            720k


            (o 880k nel mio caso)

            880K? Floppy formattato Amiga single sided?
            :D

            io iniziai qualche anno prima, floppy 5.25"
            170K

            per lato, bucati con la macchinetta per usare

            anche il lato B, ti ricorda nulla?

            :D
            Commodore? ;)Chi ha detto che iniziai con Amiga? :)Iniziai nel 1982 (o '83) col vic-20 e un bel nastro magnetico :)Causa $$ il floppy arrivo' MOLTO piu' tardi, quando presi un bel 1570 (l'ibrido tra 1541 e 1571 :si cp/m, no dsdd)
          • TADsince1995 scrive:
            Re: Preferisco l'oggi.....
            - Scritto da: lroby
            - Scritto da: bubba

            a me personalmente colpisce di piu' come in
            720k

            (o 880k nel mio caso)
            880K? Floppy formattato Amiga single sided? :DE' chiaro! (amiga)
            io iniziai qualche anno prima, floppy 5.25" 170K
            per lato, bucati con la macchinetta per usare
            anche il lato B, ti ricorda nulla?
            :DMacchinetta? Io usavo delle normalissime forbici!
          • Joe Tornado scrive:
            Re: Preferisco l'oggi.....

            Macchinetta? Io usavo delle normalissime forbici!Io usavo una bucatrice per carta !
          • pippo75 scrive:
            Re: Preferisco l'oggi.....


            Macchinetta? Io usavo delle normalissime forbici!confermo per le forbici, se non li ho persi poi li ho convertiti tutti in file d64, ora che se ne parla, li archivio in modo migliore, compresa copia su chiavetta. ( chiavetta cose serie )
          • TADsince1995 scrive:
            Re: Preferisco l'oggi.....

            confermo per le forbici, se non li ho persi poi
            li ho convertiti tutti in file d64, ora che se ne
            parla, li archivio in modo migliore, compresa
            copia su chiavetta. ( chiavetta cose serie
            )Io pure l'ho fatto, ho portato in D64 tutti i floppy con i programmi e giochini che facevo da bambino e me li godo con il vice nei momenti di nostalgia! La cosa impressionante è che dopo 20 anni, quando ho fatto le immagini, quei floppy e il lettore (tenuti fermi in un armadio) erano ancora perfettamente funzionanti. Ho CD masterizzati 7 anni fa e mai usciti dalla custodia che sono diventati illeggibili!!!
          • Funz scrive:
            Re: Preferisco l'oggi.....
            - Scritto da: TADsince1995

            confermo per le forbici, se non li ho persiPresente: anche io usavo le forbici :D
            poi

            li ho convertiti tutti in file d64, ora che
            se
            ne

            parla, li archivio in modo migliore, compresa

            copia su chiavetta. ( chiavetta cose serie

            )
            Io pure l'ho fatto, ho portato in D64 tutti i
            floppy con i programmi e giochini che facevo da
            bambino e me li godo con il vice nei momenti di
            nostalgia!Non sapevo si potesse... ho ancora il vecchio drive (il C64 è defunto), come si fa a usarlo ancora?
            La cosa impressionante è che dopo 20 anni, quando
            ho fatto le immagini, quei floppy e il lettore
            (tenuti fermi in un armadio) erano ancora
            perfettamente funzionanti. Ho CD masterizzati 7
            anni fa e mai usciti dalla custodia che sono
            diventati
            illeggibili!!!Vero...
          • TADsince1995 scrive:
            Re: Preferisco l'oggi.....

            Non sapevo si potesse... ho ancora il vecchio
            drive (il C64 è defunto), come si fa a usarlo
            ancora?Con questo:http://cgi.ebay.it/Commodore-64-128-X1541-cable-/280709430599?pt=UK_VintageComputing_RL&hash=item415b95fd47#ht_904wt_1090E un programma per fare le immagini che ora non mi ricordo come si chiama, qui ci sono buone indicazioni:http://www.cbmitapages.it/tecnico/x1541.htm
          • Funz scrive:
            Re: Preferisco l'oggi.....
            - Scritto da: TADsince1995

            Non sapevo si potesse... ho ancora il vecchio

            drive (il C64 è defunto), come si fa a usarlo

            ancora?

            Con questo:

            http://cgi.ebay.it/Commodore-64-128-X1541-cable-/2

            E un programma per fare le immagini che ora non
            mi ricordo come si chiama, qui ci sono buone
            indicazioni:

            http://www.cbmitapages.it/tecnico/x1541.htmFantastico, grazie!
          • pippo75 scrive:
            Re: Preferisco l'oggi.....

            Non sapevo si potesse... ho ancora il vecchio
            drive (il C64 è defunto), come si fa a usarlo
            ancora?lo schema del cavo dovresti trovarlo quihttp://sta.c64.org/sc.htmlil progamma invece pure, non vorrei doveri rifare i dischetti da capo, sembra che il DVD stia morendo.spero di avere in giro altri backup di questo.


            La cosa impressionante è che dopo 20 anni,
            quando

            ho fatto le immagini, quei floppy e il
            lettore

            anni fa e mai usciti dalla custodia che sono

            diventati

            illeggibili!!!

            Vero...per questo che sto abbandonando i supporti ottici.troppo inaffidabili, solo per dare in giro.
          • DuDe scrive:
            Re: Preferisco l'oggi.....
            - Scritto da: bubba

            a me personalmente colpisce di piu' come in 720k
            (o 880k nel mio caso) ci stessero FIOR FIOR DI
            OTTIMI PROGRAMMI e ora, almeno per windoz, fai
            fatica a farci stare un file di configurazione
            ;)Mai avuto a che fare con la demo di QNX per x86? stava su un floppy da 1.44,
          • pippo75 scrive:
            Re: Preferisco l'oggi.....


            fatica a farci stare un file di
            configurazione

            ;)
            Mai avuto a che fare con la demo di QNX per x86?
            stava su un floppy da
            1.44,mai visto il geos? stava in un dischetto da 170 kb inclusi i driver per la stampante e i programmi di grafica e di videoscrittura. ;) ( e altri )
          • bubba scrive:
            Re: Preferisco l'oggi.....
            - Scritto da: pippo75


            fatica a farci stare un file di

            configurazione


            ;)

            Mai avuto a che fare con la demo di QNX per
            x86?

            stava su un floppy da

            1.44,

            mai visto il geos? stava in un dischetto da 170
            kb inclusi i driver per la stampante e i
            programmi di grafica e di videoscrittura. ;) ( e
            altri
            )bello ma entrambe le cose cosa hanno a che fare col mio post ,dove dicevo "(..)ora, almeno per <b
            windoz </b
            , fai fatica a farci stare un file di configurazione" ? :)
          • DuDe scrive:
            Re: Preferisco l'oggi.....
            - Scritto da: pippo75


            fatica a farci stare un file di

            configurazione


            ;)

            Mai avuto a che fare con la demo di QNX per
            x86?

            stava su un floppy da

            1.44,

            mai visto il geos? stava in un dischetto da 170
            kb inclusi i driver per la stampante e i
            programmi di grafica e di videoscrittura. ;) ( e
            altri
            )Me lo ricordo, il qnx era fenomenale, una gui e un ps in un floppy da 1.44
        • dont feed the troll/dovella scrive:
          Re: Preferisco l'oggi.....
          - Scritto da: pippo75



          Hai notato come all'aumentare della
          velocitá

          é aumentato anche il numero di XXXXXXXXX
          della

          rete...


          e come è sceso il prezzo di tutto?
          Perchè i negozi di informatica che sembravano banche e tutti erano serissimi, incravattati e oggi invece praticamente esistono solo on line?
          • Non Me scrive:
            Re: Preferisco l'oggi.....
            Lol, un PC IBM costava 3.500.000 di lire... erano davvero banche!!!
    • user_ scrive:
      Re: Preferisco l'oggi.....
      L'unica cosa che rimande di quei tempi sono le musiche che ancora io e altri ascoltiamo oggi, moduli musicali a 4 e più canali fatti con protracker e simili fatti con l'amiga e poi col pc (formati .mod .xm .s3m .it .m2t e altri meno conosciuti) , musiche in formato .sid addirittura ancora piu' vecchie fatte col commodore 64. Questo è rimasto che ancora usiamo mentre l'hardware di quei tempi occupa solo spazio, è da buttare. Giusto qualcos'altro si fa girare su dosbox o winuae come demo o giochi. ma se penso di rimettere le mani su quel dos nero pauroso e misterioso e con quel cursore lampeggiante no mi dispiace, ora sono abituato a windows 7 che è molto migliore. passavo giorni a imparare i comandi su 'help' per poter fare piccole operazioni su dos, per gestire qualcosa. oggi è molto meglio.
      • Prozac scrive:
        Re: Preferisco l'oggi.....
        - Scritto da: user_musiche in formato .sid addirittura
        ancora piu' vecchie fatte col commodore 64.Io con il SID (il chip) del Commodore 64 m'ero costruito una scheda sonora per PC! Era il 1987, mi sembra. Ricordo che avevo trovato su una rivista di elettronica dell'epoca gli schemi per collegare un chip (non ricordo che tipo di chip fosse) al bus di espansione ISA che c'era nel PC AT (che avevo all'epoca). Mi sono detto, se posso convertire i segnali che entrano ed escono dai piedini di quel chip ai segnali del bus ISA, alla fine posso farlo anche per il SID (visto che la Commodore nel manuale metteva anche la scheda tecnica dei vari componenti :D) E così, mi sono cimentato nella creazione della mia SoundBlaster personale (che all'epoca manco c'era, o almeno io non sapevo della sua esistenza). M'ero pure creato i programmi DOS per farla suonare!!! :D
        • Prozac scrive:
          Re: Preferisco l'oggi.....
          - Scritto da: Guybrush
          Bambini, il vecchio SID6581 non è morto. Il chip
          audio piu' famoso della storia dell'informatica è
          tutt'ora utilizzato per la costruzione di moduli
          sonori (ha un sound che è molto caratteristico e
          difficile da ricostruire) oltre ad essere molto
          facile da programmare e, con qualche piccolo
          trucco, riesce ad effettuare accordi di 4
          note.

          http://remix.kwed.org
          buon download: tutta roba CC/CopyLeft eccetera.
          Ogni tanto fanno la loro comparsa Rob Hubbard,
          Chris Abbott e qualche altro nome che (almeno per
          me) suscita più di un "OH"
          d'ammirazione.

          GT:D
        • user_ scrive:
          Re: Preferisco l'oggi.....
          il sid fa schifo a confronto delle potenzialità e qualità dei moduli musicali coi campionamenti dei moduli per amiga e pc da 4 canali in su'
          • user_ scrive:
            Re: Preferisco l'oggi.....
            I moduli li ho messi anche nel cellulare (sdcard)(vodafone 858, ha un ottimo speaker) con android , e li ascolto con il programma gratuito XMP FOR ANDROID scaricato da android market.
          • Guybrush scrive:
            Re: Preferisco l'oggi.....
            - Scritto da: user_
            il sid fa schifo a confronto delle potenzialità e
            qualità dei moduli musicali coi campionamenti
            dei moduli per amiga e pc da 4 canali in
            su'Non mi sto riferendo alle possibilita' dei 4 DSP di Amiga gestiti dalla gloriosa Paula.La tecnologia su cui è basato il sid6581 è totalmente differente ed è come cercare di dire che il suono di un pianoforte è piu' bello di quello di un flauto traverso.La ricchezza di armoniche (cioe' l'ampiezza dello spettro sonoro) di un suono prodotto con il sid6581 è pari a quella di uno strumento musicale. Quella dei suoni generati da Paula (e giocoforza da tutti i moduli sonori prodotti dal 1981 in poi) invece è molto piu' ristretto, qualcuno direbbe "pulito" e infatti è cosi': se dai in pasto un wav ad un dsp ottieni una riproduzione fedelissima del suono (cosa che è piu' difficile con il sid, se non proprio impossibile) d'altro canto è proprio questo che rende il sid unico: qualunque nota gli dai in pasto la "fa propria" e la rende riconoscibile come "made by C=64" e che permette, per esempio, di generare accordi di piu' note su un solo canale senza ricorrere alla sintesi assistita dal proXXXXXre.GT
    • Non Me scrive:
      Re: Preferisco l'oggi.....
      Vabbeh, il discorso regge... peró oggi ricevi ca. 40-50 email di lavoro al giorno da processare, una volta (nel 1995) al massimo 2-3 fax al giorno.E tutto andava avanti lo stesso, anzi forse con piú attenzione ai particolari.Mi pare che oggi manchino il tempo e la pazienza anche se non a tutti, visto che i "nerds" - ma li chiamano hacker e li perseguitano - ci sono ancora!Sigh, nostalgia di un mondo di ricordi e un po' piú underground del passato.
    • Darwin scrive:
      Re: Preferisco l'oggi.....
      Quotone...uno dei post più sensati che ho letto.
    • non fumo non bevo e non dico parolacce scrive:
      Re: Preferisco l'oggi.....
      - Scritto da: Ombromanto
      Bei tempi. Vero.
      Mi ricordo i primi giochi, la riga di comando, i
      comandi
      Dir....

      Sono stati bei tempi. Come quelli delle prime BBS
      e, poi, dell'avvento della Rete. Spinta, o meno,
      dall'operazione Hardware I.


      Ad ogni modo, non so voi, ma, personalmente,
      preferisco l'informatica di
      oggi.
      Semplice, diffusa, accessibile. Vero progresso
      perchè disponibile per un numero assai ampio di
      persone; anzi, per
      tutti.

      Siamo stati pionieri; oggi siamo utenti più che
      scafati.

      Io, oggi, uso iPad :-)

      Un caro saluto ai fratelli dei 2400 baud.PERFETTAMENTE D'ACCORDO.
    • Funz scrive:
      Re: Preferisco l'oggi.....
      - Scritto da: Ed Wilson
      Il punto è che la soggezione del mezzo viene dal
      non voler imparare nulla. E' quello che Giancarlo
      Livraghi ha intelligentemente individuato nel suo
      libro (scaricabile e/o leggibile anche
      grautitamente online, qui
      http://gandalf.it/stupid/terza.htm ) "il potere
      della stupidità", nel capitolo "la stupidità
      della paura" (o qualcosa del genere...) ... è
      quel "non voglio imparare, non voglio sapere, no
      no no lalalalalalala non sento non sento, non
      voglio sapere come funziona e perché devo o non
      devo fare questo e quello lalalalalalal non sento
      non
      sentoooooooooo"

      Questa apparente "semplificazione" rende scialba
      l'arte, superficiale un po' tutto, limitato, non
      aperto alla reale complessità della vita e a
      tutte le sfaccettature e possibilità che sfociano
      naturalmente dai nostri
      desideri.

      E'bello che sia DISPONIBILE per tutti, ma non è
      bello che nessuno voglia fare la fatica che c'è
      da fare per imparare ad usare le cose al loro
      meglio.

      Come le arti marziali che non servono più a nulla
      ... o la gente che va in palestra o in bicicletta
      per chiacchierare. Bello, si, si passa il
      tempo.

      Ma lo fanno ovunque: persino al cinema: ti mostra
      che la gente non vuole dedicare al 100% la
      propria attenzione a
      NULLA.

      Nemmeno ad una cosa da godere.Quoto tutto, specialmente quest'ultima parte.La gente non vuole saperne niente, però poi non capisce i rischi per la propria privacy, non capisce nemmeno più perché vada tutelata, e nei casi peggiori subisce pure furti di identità, truffe, clonazioni di carte di credito...
  • Franc scrive:
    Bei Tempi
    DIR,CD,SETUP,INSTALL,CHKDSK. Queste sono i primi comandi e le prime configurazioni che ho fatto con il DOS da ragazzo ho cominciato con la versione 4.0 quando ho acquistato il mio primo PC un PS/2 mod 70 dell'IBM poi piano piano ho imparato ad usare WINDOWS 3 ssquito dal DOS 5 per poi legarmi all'OS/2 l'unico vero S.O. con le palle di IBM che la storia dell'informatica abbia avuto. FIno a quando a MS non ha messo in ginocchio tutti con Windows 95 che comunqe rimaneva legato al DOS il che non si liberava completamente dell' onnipotente DISK OPERATING SYSTEM.
    • panda rossa scrive:
      Re: Bei Tempi
      - Scritto da: Franc
      DIR,CD,SETUP,INSTALL,CHKDSK. Queste sono i primi
      comandi e le prime configurazioni che ho fatto
      con il DOS da ragazzoDilettante...Si faceva boot dal dischetto.Poi FDISK per impostare la partizione sull'hard disk e renderla avviabile.Poi FORMAT C:Quindi MD DOSQuindi COPY A:*.* C:DOSQuindi SYS C:E a quel punto il disco C era bootabile con il sistema presente.C'era solo da editare il config.sys e l'autoexec.bat, e qui entrava in gioco la capacita' di riuscire a far stare tutto quello che serviva in memoria alta (quando c'era).Se poi c'era la soundblaster bisognava configurarla pure quella. A mano!E tutti sapevano che cos'era un IRQ all'epoca!
      • carobeppe scrive:
        Re: Bei Tempi

        E tutti sapevano che cos'era un IRQ all'epoca!A 8 anni (ora ne ho 26) ricordo che trafficavo con IRQ, DMA, driver ANSI per avere la shell a colori, loadhigh, il mitico switches /f in config.sys per far bootare il sistema senza attendere l'eventuale pressione di f5 ecc ecc.. i bimbi/ragazzetti che si avvicinano oggi all'informatica non possono comprenderla senza essere passati da questo, da ciò che una volta era vita di tutti i giorni e che oggi invece diamo per scontato.
      • Franc scrive:
        Re: Bei Tempi
        Dilettante a me? hahah non ho messo tutti i comnandi sapientone ne ho solo citati alcuni per ricordare come era tu non esistevi ancora hai tempi del DOS!!
      • nonlosapess imaloso scrive:
        Re: Bei Tempi
        fortunato che avevi un disco C:
        • panda rossa scrive:
          Re: Bei Tempi
          - Scritto da: nonlosapess imaloso
          fortunato che avevi un disco C:Potrei anche avere usato macchine senza disco, ma andiamo parecchio indietro nel tempo e non mi ricordo.Ricordo di avere sicuramente usato dischi da 5 1/4.Anche per installare uno sco unix!
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Bei Tempi
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: nonlosapess imaloso

            fortunato che avevi un disco C:

            Potrei anche avere usato macchine senza disco, ma
            andiamo parecchio indietro nel tempo e non mi
            ricordo.
            Ricordo di avere sicuramente usato dischi da 5
            1/4.
            Anche per installare uno sco unix!Io sono CERTO di aver usato macchine senza disco e i dischi da 5 e 1/4 li ho ancora conservati da qualche parte.Adoravo fare il "fornaio", e mi ingegnavo con l'append per far girare programmi + grandi dei famosi 360K (!!!) dei miei DD/SD.Anzi, quando iniziarono a diffondersi gli hard disk mi stavano pure sulle balle, l'idea di avere tutti i floppy separati per ciascun programma mi piaceva, era, secondo me, ordinato.
      • logicaMente scrive:
        Re: Bei Tempi
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: Franc

        DIR,CD,SETUP,INSTALL,CHKDSK. Queste sono i
        primi

        comandi e le prime configurazioni che ho
        fatto

        con il DOS da ragazzo

        Dilettante...
        Si faceva boot dal dischetto.
        Poi FDISK per impostare la partizione sull'hard
        disk e renderla
        avviabile.
        Poi FORMAT C:
        Quindi MD DOS
        Quindi COPY A:*.* C:DOS
        Quindi SYS C:con FORMAT /S evitavi il sys... (geek)
        E tutti sapevano che cos'era un IRQ all'epoca!P.S. per rispondere al primo messaggio: in MSDOS il comando INSTALL non c'era, ne interno ne esterno... o mi sbaglio?
        • panda rossa scrive:
          Re: Bei Tempi
          - Scritto da: logicaMente
          - Scritto da: panda rossa

          - Scritto da: Franc


          DIR,CD,SETUP,INSTALL,CHKDSK. Queste
          sono
          i

          primi


          comandi e le prime configurazioni che ho

          fatto


          con il DOS da ragazzo



          Dilettante...

          Si faceva boot dal dischetto.

          Poi FDISK per impostare la partizione
          sull'hard

          disk e renderla

          avviabile.

          Poi FORMAT C:

          Quindi MD DOS

          Quindi COPY A:*.* C:DOS

          Quindi SYS C:

          con FORMAT /S evitavi il sys... (geek)Nel format del dos 3.0 non c'era ancora lo switch /S se ricordo bene.Mi pare che venne introdotto col 4.0 o forse col 5.0

          E tutti sapevano che cos'era un IRQ
          all'epoca!



          P.S. per rispondere al primo messaggio: in MSDOS
          il comando INSTALL non c'era, ne interno ne
          esterno... o mi
          sbaglio?Infatti non c'era alcun INSTALL.COM o INSTALL.EXE.Mi pare che fosse una direttiva del config.sys pero'... che non ricordo di aver mai usato che io facevoDEVICEHIGH=oppure LOADHIGH=ma stiamo gia' parlando delle ultime versioni di dos, quando c'era ben un mega di ram e si poteva sfruttare la memoria alta!
          • simone scrive:
            Re: Bei Tempi
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: logicaMente
            DEVICEHIGH=
            oppure
            LOADHIGH=
            ma stiamo gia' parlando delle ultime versioni di
            dos, quando c'era ben un mega di ram e si poteva
            sfruttare la memoria
            alta!E chi si ricorda i programmi TSR (Terminate and Stay Resident) come Sidekick (http://en.wikipedia.org/wiki/SideKick) ? Sembrava magico il copia & incolla primordiale tramite il notepad tra applicazioni diverse (aperte 1 alla volta, naturalmente)....meno magico quando entrava in conflitto con i miei tentativi di controllo della tastiera & TSR :-/Qui siamo comunque già nella storia avanzata....
          • Albedo 0,9 scrive:
            Re: Bei Tempi
            Oppure quando via TSR prendevi il posto del tasto PrintScreen e andavi a mettere le mani sulla ram video!Che bei tempi!!!
          • Ortolanolar ingoiatra scrive:
            Re: Bei Tempi
            Ehi, non è che si salta così da 3 a 4... c'era la3.2, da 3.3 e la mitica 3.31 con una caratteristica mooolto speciale.......
          • logicamente non loggato scrive:
            Re: Bei Tempi
            - Scritto da: Ortolanolar ingoiatra
            Ehi, non è che si salta così da 3 a 4... c'era
            la3.2, da 3.3 e la mitica 3.31 con una
            caratteristica mooolto
            speciale.......Corsi e ricorsi storici: la 3.31 venne introdotta DOPO la fallimentare versione 4.0 che fu in pratica il Vista di MSDOS (rotfl).Ma il mio gigantesco disco da 40MB, formattato in un'unica partizione, non l'ha mai conosciuto: quando mi arrivò avevo gia per le mani il DRDOS 5.0 che era una spanna sopra.
        • pippo75 scrive:
          Re: Bei Tempi


          con FORMAT /S evitavi il sys... (geek)eravate troppo avanti, io ero già tecnologico quando c'eraopen 1,8,15,"n:nome,aa"close 1spero di averlo azzeccato.

          E tutti sapevano che cos'era un IRQ
          all'epoca!con la SB che andava in conflitto con la stampante?
          • logicamente non loggato scrive:
            Re: Bei Tempi
            - Scritto da: pippo75



            con FORMAT /S evitavi il sys... (geek)

            eravate troppo avanti, io ero già tecnologico
            quando
            c'era

            open 1,8,15,"n:nome,aa"
            close 1

            spero di averlo azzeccato.Ma qua sei OT ;) - quanto tempo ho passato sul C64, ricordo che ad un certo punto mi ero procurato addirittura una sorta di emulatore MSDOS (non emulava, ovviamente, ma permetteva di usare alcuni dei comandi...).La mia "funzione killer" del DOS però era quella che mi permetteva di creare e editare i file di testo quando il buon edit (editor nel drdos) non c'era o si era danneggiato: qualcuno ricorda di aver mai usato COPY CON nomefile.txt?Vecchiaia (si fa per dire!) e geekitudine: combinazione letale.
          • panda rossa scrive:
            Re: Bei Tempi
            - Scritto da: logicamente non loggato
            qualcuno ricorda di
            aver mai usato COPY CON
            nomefile.txt?Era il tempo in cui noi che lo si sapeva fare, sembravamo dotati di poteri magici!!!COPY CON: e dovevi scrivere tutto senza sbagliare! Che altrimenti anche il backspace finiva nel file come ^H
            Vecchiaia (si fa per dire!) e geekitudine:
            combinazione
            letale.Vecchiaia un par di balle.Noi siamo quelli che abbiamo sempre insegnato informatica.Quando avevamo 15 anni le spiegavamo a quelli di 45.Adesso che ne abbiamo 45 le spieghiamo a quelli di 15.
          • lroby scrive:
            Re: Bei Tempi
            - Scritto da: panda rossa
            Era il tempo in cui noi che lo si sapeva fare,
            sembravamo dotati di poteri
            magici!!!Ma in realtà anche adesso qualcuno di quelli che iniziò allora, sembra dotato di poteri magici ;)
            COPY CON: e dovevi scrivere tutto senza
            sbagliare! Che altrimenti anche il backspace
            finiva nel file come
            ^He chiudendo con un bel F6 o CTRL + Z ;)
            Vecchiaia un par di balle.
            Noi siamo quelli che abbiamo sempre insegnato
            informatica.
            Quando avevamo 15 anni le spiegavamo a quelli di
            45.
            Adesso che ne abbiamo 45 le spieghiamo a quelli
            di
            15.Questa parte la quoto in pieno, ricordo che mio padre mi svegliava (anche all'una o le due di notte) perchè non si ricordava come si faceva questo o quello, e io il mattino dopo mi dovevo svegliare per andare a scuola (media)Ora ne ho ancora qualcuno meno di 40 però si che lo spiego ai ragazzini di oggi.. che tanto non hanno più la predisposizione e la voglia di imparare come l'avevamo noi all'epoca d'oro degli anni 80/90
          • Prozac scrive:
            Re: Bei Tempi
            - Scritto da: panda rossa
            Vecchiaia un par di balle.
            Noi siamo quelli che abbiamo sempre insegnato
            informatica.
            Quando avevamo 15 anni le spiegavamo a quelli di
            45.
            Adesso che ne abbiamo 45 le spieghiamo a quelli
            di
            15.Quanto è vera questa affermazione (a parte 45... io ne ho un po' di meno: 6 :P)
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Bei Tempi
            - Scritto da: panda rossa
            Era il tempo in cui noi che lo si sapeva fare,
            sembravamo dotati di poteri
            magici!!!
            Ricordo l'odio dei molti che ci accusavano di essere "stregoni" che tenevano per sè il sapere. Come se fossimo nati già consapevoli di molte cose, io gli rispondevo che come lo avevo imparato io potevano farlo anche loro: studiando.
            COPY CON: e dovevi scrivere tutto senza
            sbagliare! Che altrimenti anche il backspace
            finiva nel file come
            ^H
            Lacrimoni.Ci ho scritto persino programmi assembler per il mio primo esame all'uni.E lì scrivere senza sbagliare era abbastanza difficile.Ma voi siete pischelli, quello era dos 2.1!!!

            Vecchiaia (si fa per dire!) e geekitudine:

            combinazione

            letale.

            Vecchiaia un par di balle.
            Noi siamo quelli che abbiamo sempre insegnato
            informatica.Bah io non ne ho mai avuto la pazienza.
          • nome e cognome scrive:
            Re: Bei Tempi
            edlin è sempre stato presente in MS-DOS
          • Lemon scrive:
            Re: Bei Tempi

            Vecchiaia un par di balle.
            Noi siamo quelli che abbiamo sempre insegnato
            informatica.
            Quando avevamo 15 anni le spiegavamo a quelli di
            45.
            Adesso che ne abbiamo 45 le spieghiamo a quelli
            di
            15.Che discorsi da vecchi bigotti.la verità è che l'informatica c'è ci la crea e chi la usa, la maggior parte di noi è utilizzatrice (o qualcuno ha mai scritto sistemi operativi, linguaggi di programmazione, progettato proXXXXXri??)Il classico comportamento da chi sente genietto ma non ha mai creato nulla di nuovo è questo: sentirsi superiori, a 15 anni come a 45 evidentemente. La verità che quando avevavo 15 anni c'era gente che l'inforamtica la facave ed adesso che ne abbiamo 45 ci sono quindicenni che ci possono mangiare in testa tranquillamente, chi non lo sa accettare è un fallito, mi dispiace.
          • lroby scrive:
            Re: Bei Tempi
            - Scritto da: Lemon
            Che discorsi da vecchi bigotti.
            la verità è che l'informatica c'è ci la crea e
            chi la usa, la maggior parte di noi è
            utilizzatrice (o qualcuno ha mai scritto sistemi
            operativi, linguaggi di programmazione,
            progettato
            proXXXXXri??)Io ho creato una versione Abarth dei vari s.o. Windows a partire da xp in poi, non rientro nella categoria dei semplici utilizzatori, mi dispiace :D
          • Lemon scrive:
            Re: Bei Tempi

            Io ho creato una versione Abarth dei vari s.o.
            Windows a partire da xp in poi, non rientro nella
            categoria dei semplici utilizzatori, mi dispiace
            :DCon tutto il rispetto per la tua versione Abarth, tu hai preso qualcosa che esiste e la hai modificata che è diverso da averla creata. Per utilizzatore intendevo questo, non l'"utonto" che usa un PC/device e basta.La maggior parte degli informatici è gente che usa al meglio cose che altri hanno inventato e creato, il fatto di aver scritto righe di data e poke in giovane età non ci rende geni dell'informatica, era questo il mio discorso.
          • panda rossa scrive:
            Re: Bei Tempi
            - Scritto da: Lemon

            Vecchiaia un par di balle.

            Noi siamo quelli che abbiamo sempre insegnato

            informatica.

            Quando avevamo 15 anni le spiegavamo a
            quelli
            di

            45.

            Adesso che ne abbiamo 45 le spieghiamo a
            quelli

            di

            15.


            Che discorsi da vecchi bigotti.
            la verità è che l'informatica c'è ci la crea e
            chi la usa, la maggior parte di noi è
            utilizzatrice (o qualcuno ha mai scritto sistemi
            operativi, linguaggi di programmazione,
            progettato
            proXXXXXri??)Io si.Tu no?
            Il classico comportamento da chi sente genietto
            ma non ha mai creato nulla di nuovo è questo:
            sentirsi superiori, a 15 anni come a 45
            evidentemente.Qui nessuno si sente superiore.Io mi sento assolutamente normale.Non e' che sei tu quello che si sente inferiore?
            La verità che quando avevavo 15 anni c'era gente
            che l'inforamtica la facave ed adesso che ne
            abbiamo 45 ci sono quindicenni che ci possono
            mangiare in testa tranquillamente, Vero. Oggi ci sono 15enni in gamba, come noi lo eravamo a 15 anni.Ma la proporzione e' diminuita di brutto.
            chi non lo sa
            accettare è un fallito, mi
            dispiace.Tu stai rosicando di invidia, ma parecchio.
          • Lemon scrive:
            Re: Bei Tempi


            Io si.
            Tu no?
            Io no e neppure te. I nomi di chi ha fatto l'informatica e la fa ancora sono noti, non mi risulta ci sia un Panda Rossa tra questi.

            Qui nessuno si sente superiore.
            Io mi sento assolutamente normale.
            Non e' che sei tu quello che si sente inferiore?
            Che non sei superiore lo sapevo, sei tu che vai a dire che è da 30 anni che spieghi l'informatica a tutti. Io invece sono certo che quando avevi 15 anni è stato proprio un 45enne a spiegarti l'informatica o se non altro a rendere possibile che tu ti appassionassi, ed adesso molti giovani nerd/geek/hacker potrebbero tranquillamente mangiarti in testa.Tu ti sei solo perfezionato ad usare qualcosa che altri hanno inventato e creato, sarai bravissimo fin che vuoi, non lo discuto, ma non sei un creatore.

            La verità che quando avevavo 15 anni c'era
            gente

            che l'inforamtica la facave ed adesso che ne

            abbiamo 45 ci sono quindicenni che ci possono

            mangiare in testa tranquillamente,

            Vero. Oggi ci sono 15enni in gamba, come noi lo
            eravamo a 15
            anni.
            Ma la proporzione e' diminuita di brutto.
            Per forza è diminuita, l'informatica è più diffusa. Il numero assoluto invece secondo me è aumentato.

            chi non lo sa

            accettare è un fallito, mi

            dispiace.

            Tu stai rosicando di invidia, ma parecchio.Invidia per chi scusa? io riconosco i miei limiti, non ho problemi ad ammetterlo, sono solo rispettoso e fiducioso nei confronti dei giovani.
          • panda rossa scrive:
            Re: Bei Tempi
            - Scritto da: Lemon



            Io si.

            Tu no?



            Io no e neppure te. I nomi di chi ha fatto
            l'informatica e la fa ancora sono noti, non mi
            risulta ci sia un Panda Rossa tra
            questi.Non risulta a nessuno.Panda Rossa esiste solo su PI come puoi benissimo verificare da solo, googolando.
            Che non sei superiore lo sapevo, sei tu che vai a
            dire che è da 30 anni che spieghi l'informatica a
            tutti. Puoi anche non crederci.Io mangio e dormo lo stesso.
            Io invece sono certo che quando avevi 15
            anni è stato proprio un 45enne a spiegarti
            l'informatica o se non altro a rendere possibile
            che tu ti appassionassi, Tecnicamene impossibile.30 anni fa nessun 45enne conosceva l'informatica visto che era una cosa nuova.
            ed adesso molti giovani
            nerd/geek/hacker potrebbero tranquillamente
            mangiarti in testa.Lo fanno. Per alcuni aspetti.Per altri avrebbero qualcosa da imparare.Si e' diversificata molto l'informatica.Oggi non esiste piu' quello che sa tutto di tutto.
            Tu ti sei solo perfezionato ad usare qualcosa che
            altri hanno inventato e creato, sarai bravissimo
            fin che vuoi, non lo discuto, ma non sei un
            creatore.Come preferisci.Non devo certo dimostrare niente a te.Libero di non crederci.
            Per forza è diminuita, l'informatica è più
            diffusa. Il numero assoluto invece secondo me è
            aumentato.Sara' sicuramente aumentato, ma non in proporzione.Se quelli bravi erano l'1% 30 anni fa, oggi sono lo 0,1%, anche se il numero assoluto e' aumentato.
            Invidia per chi scusa? io riconosco i miei
            limiti, non ho problemi ad ammetterlo, sono solo
            rispettoso e fiducioso nei confronti dei
            giovani.Io pure riconosco i miei limiti.E conosco pure i giovani, con cui mi tocca interagire quotidianamente per lavoro.Se 30 anni fa, un laureato in ingegneria, senza aver mai visto un computer si metteva li', lo smontava e ci capiva, oggi un laureato in informatica, che ha vissuto gli ultimi 10 anni della sua vita con un computer in mano, ci sono cose che non sa, che non capisce, e che addirittura non gliene frega niente.Io questo vedo nei giovani.
          • Lemon scrive:
            Re: Bei Tempi


            Non risulta a nessuno.
            Panda Rossa esiste solo su PI come puoi benissimo
            verificare da solo,
            googolando.
            Non perdo tempo di solito

            Che non sei superiore lo sapevo, sei tu che
            vai
            a

            dire che è da 30 anni che spieghi
            l'informatica
            a

            tutti.

            Puoi anche non crederci.
            Io mangio e dormo lo stesso.
            Non è che non ci credo: lo so! Tu sei un ottimo programmatore e sistemista linux, questo è il tuo lavoro, bravissimo, niente da dire.

            Io invece sono certo che quando avevi 15

            anni è stato proprio un 45enne a spiegarti

            l'informatica o se non altro a rendere
            possibile

            che tu ti appassionassi,

            Tecnicamene impossibile.
            30 anni fa nessun 45enne conosceva l'informatica
            visto che era una cosa
            nuova.
            Il mondo non si sveglia con te e va a dormire con te, l'informatica esiste da più di 30 e se tu quando ne avevi 15 hai iniziato ad usare una qualsiasi forma di informatica lo devi a persone ben più più anziane di te, uno fra tutti Alan Turing (che a onor del vero non arrivò a 45 anni ma poco cambia). Quella gente ha cambiato il mondo, non tu, mi dispiace.

            Lo fanno. Per alcuni aspetti.
            Per altri avrebbero qualcosa da imparare.
            Si e' diversificata molto l'informatica.
            Oggi non esiste piu' quello che sa tutto di tutto.
            A sentire te non mi sembrerebbe
            Come preferisci.
            Non devo certo dimostrare niente a te.
            Libero di non crederci.Ma non ho dubbi guarda. I creatori e sviluppatori dell'informatica non sono certo qua a postare tutto il giorno.


            Per forza è diminuita, l'informatica è più

            diffusa. Il numero assoluto invece secondo
            me
            è

            aumentato.

            Sara' sicuramente aumentato, ma non in
            proporzione.
            Se quelli bravi erano l'1% 30 anni fa, oggi sono
            lo 0,1%, anche se il numero assoluto e'
            aumentato.
            magra consolazione

            Io pure riconosco i miei limiti.
            E conosco pure i giovani, con cui mi tocca
            interagire quotidianamente per
            lavoro.
            Se 30 anni fa, un laureato in ingegneria, senza
            aver mai visto un computer si metteva li', lo
            smontava e ci capiva, oggi un laureato in
            informatica, che ha vissuto gli ultimi 10 anni
            della sua vita con un computer in mano, ci sono
            cose che non sa, che non capisce, e che
            addirittura non gliene frega
            niente.

            Io questo vedo nei giovani.Appunto, tu vedi un giovane laureato che magari viene da te con un progetto vincente mentre tu stai a la a guardargli che sistema operativo monta o se usa il pico al posto del vi, e poi questo prende anche più soldi di te.Ci sono lavori differenti dal tuo, mettitelo in testa.saluti
          • panda rossa scrive:
            Re: Bei Tempi
            - Scritto da: Lemon
            Il mondo non si sveglia con te e va a dormire con
            te, l'informatica esiste da più di 30 e se tu
            quando ne avevi 15 hai iniziato ad usare una
            qualsiasi forma di informatica lo devi a persone
            ben più più anziane di te, uno fra tutti Alan
            Turing (che a onor del vero non arrivò a 45 anni
            ma poco cambia). Quella gente ha cambiato il
            mondo, non tu, mi
            dispiace.Io non ho mai detto ne' pensato di aver cambiato il mondo.Io so solo di aver cambiato la vita ad una mezza dozzina di persone, e facilitato le cose a moltissime altre che pero' sono inconsapevoli di questo, ma non importa.
            Oggi non esiste piu' quello che sa tutto di
            tutto.



            A sentire te non mi sembrerebbeHai un modo tutto tuo di interpretare le cose che uno scrive.Io di informatica non so quasi niente. Eppure la mia conoscenza e' immensa rispetto alla maggior parte delle persone.

            Come preferisci.

            Non devo certo dimostrare niente a te.

            Libero di non crederci.

            Ma non ho dubbi guarda. I creatori e sviluppatori
            dell'informatica non sono certo qua a postare
            tutto il giorno.Ma ce l'hai con me per qualche motivo?Sei risentito per qualcosa che ho scritto?O proprio non ti va giu' la cosa che 15 anni fa qualcuno, che oggi scrive su questo forum, possa aver davvero fatto qualcosa di innovativo?

            Io questo vedo nei giovani.

            Appunto, tu vedi un giovane laureato che magari
            viene da te con un progetto vincente mentre tu
            stai a la a guardargli che sistema operativo
            monta o se usa il pico al posto del vi, e poi
            questo prende anche più soldi di te.Da questo si capisce che:1) non hai a che fare con giovani informatici2) non conosci il mondo del lavoroSecondo te quanto prende un giovane laureato appena assunto (diciamo assunto, anche se in realta'...)?
            Ci sono lavori differenti dal tuo, mettitelo in
            testa.Sicuro. Ma al di fuori dell'IT.
          • Lemon scrive:
            Re: Bei Tempi

            Io so solo di aver cambiato la vita ad una mezza
            dozzina di persone, e facilitato le cose a
            moltissime altre che pero' sono inconsapevoli di
            questo, ma non
            importa.
            Io di informatica non so quasi niente. Eppure la
            mia conoscenza e' immensa rispetto alla maggior
            parte delle
            persone.
            O proprio non ti va giu' la cosa che 15 anni fa
            qualcuno, che oggi scrive su questo forum, possa
            aver davvero fatto qualcosa di
            innovativo?

            Da questo si capisce che:
            1) non hai a che fare con giovani informatici
            2) non conosci il mondo del lavoro
            Sicuro. Ma al di fuori dell'IT.Ok, ho sbagliato io.Ricapitoliamo a grandi linee, giusto per esser chiari:- è da 30 anni che insegni informatica agli altri (dai 15 ai 45 anni)- hai cambiato la vita ad una mezza dozzina di persona e facilitato la vita a non so quante altre- non sai niente di informatica ma rispetto ad altri ne sai immensamente- 15 anni fa hai fatto qualcosa di innovativo, non si sa cosa ma ci crediamo- hai a che fare con i giovani informatici- conosci il mondo del lavoro- chi fa un lavoro diverso dal tuo è sicuramente fuori dall'IT (evidentemente tu ti occupi di tutto l'IT possibile ed immaginabile, dall'analisi alla progettazione alla grafica al sistemista allo sviluppo ecc ecc)Se ho capito male correggimi se hai tempo e voglia.Io volevo solo dire che i 15enni di oggi sono tanto bravi e geek dei 15enni di ieri (no, non ho 15 anni ma molto più del doppio), se poi vogliamo stare qui a dire se oggi sono mille e 30 anni fa erano 1500 facciamoci pure le seg.e mentali che vogliamo, il fatto che non smanettino più con gli irq non vuol dire che non ne capiscono di informatica. Non riusciamo a vedere il futuro nei giovani? vuol dire che siamo vecchi bigotti spacca maroni, così la penso io.PS: per la cronaca, con tutto il rispetto Panda Rossa, sono straconvinto che tu sia un bravissimo sviluppatore/sistemista niente da dire, ma dopo 11.000 post un pochino so come ragioni e cosa fai e se adesso vuoi far credere che sei pure un "docente" a tutto tondo di informatica, lascia perdere. Ok, tu dormi tranquillo lo stesso anche se non ti credo, va bene, siamo in due, non serve insistere, come dici giustamnete non mi devi dimostrare nulla.saluti
          • panda rossa scrive:
            Re: Bei Tempi
            - Scritto da: Lemon
            Ok, ho sbagliato io.

            Ricapitoliamo a grandi linee, giusto per esser
            chiari:
            - è da 30 anni che insegni informatica agli altri
            (dai 15 ai 45
            anni)No. Io non insegno informatica nel senso proprio del termine.Semplicemente trasmetto volentieri le mie conoscenze a chi si dimostra interessato a volerle conoscere.
            - hai cambiato la vita ad una mezza dozzina di
            persona e facilitato la vita a non so quante
            altreOk.
            - non sai niente di informatica ma rispetto ad
            altri ne sai immensamenteL'informatica cresce piu' velocemente di quanto io riesca o voglia starci dietro. Mi limito al mio ambito da qualche anno.
            - 15 anni fa hai fatto qualcosa di innovativo,
            non si sa cosa ma ci crediamoNon ci credere: non c'e' bisogno.
            - hai a che fare con i giovani informaticiSi. Lavorando nell'it di una grossa azienda, ci sono anche giovani informatici appena laureati.
            - conosci il mondo del lavorono comment.
            - chi fa un lavoro diverso dal tuo è sicuramente
            fuori dall'IT (evidentemente tu ti occupi di
            tutto l'IT possibile ed immaginabile,
            dall'analisi alla progettazione alla grafica al
            sistemista allo sviluppo ecc
            ecc)Il pelo nell'uovo.Se vuoi parlare di casi specifici, parliamo di casi specifici.Se vuoi generalizzare, generalizza.Non mischiare le due cose pero'.
            Se ho capito male correggimi se hai tempo e
            voglia.Ho tempo fino alle 18:00 salvo XXXXXX in sala macchine.
            Io volevo solo dire che i 15enni di oggi sono
            tanto bravi e geek dei 15enni di ieri (no, non ho
            15 anni ma molto più del doppio), E a me non sembra.Da un punto di vista statistico a me non sembra.Quando stavo alle superiori, e si stava diffondendo il fenomeno dei computer, in classe mia (e non solo in quella) c'erano due categorie di persone: quelli che di computer ci volevano capire, e si documentavano e si informavano, e se non avevano il computer loro, passavano i pomeriggi in casa del compagno che il computer ce l'aveva; e gli altri a cui non fregava e non poteva fregar di meno.Il rapporto era non dico 50 e 50, ma un buon 45% erano quelli che volevano capire il computer.Trovami una classe di una scuola superiore di oggi dove c'e' il 45% di ragazzi che passano tutti i pomeriggi a studiarsi circuiti elettronici, imparare linguaggi, scrivere programmini. (e no, giocare alla playstation non vale!)
            se poi vogliamo
            stare qui a dire se oggi sono mille e 30 anni fa
            erano 1500 facciamoci pure le seg.e mentali che
            vogliamo, il fatto che non smanettino più con gli
            irq non vuol dire che non ne capiscono di
            informatica.Oggi non smanetti con gli irq, ma smanetterai con le porte del socket.C'e' sempre qualcosa di smanettabile.Mancano coloro che smanettano.
            Non riusciamo a vedere il futuro nei
            giovani? vuol dire che siamo vecchi bigotti
            spacca maroni, così la penso
            io.Sei tu il pessimista.Io se trovo qualche ragazzo interessato, ne avrei da raccontare...
            PS: per la cronaca, con tutto il rispetto Panda
            Rossa, sono straconvinto che tu sia un bravissimo
            sviluppatore/sistemista niente da dire, ma dopo
            11.000 post un pochino so come ragioni e cosa fai
            e se adesso vuoi far credere che sei pure un
            "docente" a tutto tondo di informatica, lascia
            perdere.Non ci siamo capiti, allora.Io non intendo essere docente, non intendo insegnare.Ho solo tante conoscenze da trasmettere.Io sono qua, in condivisione... chi vuole scaricare conoscenza deve connettersi e scaricare.
            Ok, tu dormi tranquillo lo stesso anche
            se non ti credo, va bene, siamo in due, non serve
            insistere, come dici giustamnete non mi devi
            dimostrare nulla.E allora vado a farmi un caffe'.
          • Lemon scrive:
            Re: Bei Tempi


            E allora vado a farmi un caffe'.Io invece vado al mare, ciao
          • Prozac scrive:
            Re: Bei Tempi
            - Scritto da: Lemon
            Che discorsi da vecchi bigotti.
            la verità è che l'informatica c'è ci la crea e
            chi la usa, la maggior parte di noi è
            utilizzatrice (o qualcuno ha mai scritto sistemi
            operativi, linguaggi di programmazione,
            progettato
            proXXXXXri??)
            Il classico comportamento da chi sente genietto
            ma non ha mai creato nulla di nuovo è questo:
            sentirsi superiori, a 15 anni come a 45
            evidentemente.A me non sembra un discorso da bigotti. All'epoca l'informatica era "romantica" e per smanettoni. E i 15enni dell'epoca che si avvicinavano all'informatica, lo facevano per passione. Essendo appassionati, la smontavano, la studiavano, la modificavano. E la insegnavano ai loro genitori 45enni.Ora quei 15enni hanno 45 anni, ma hanno ancora quello spirito verso l'informatica. Grazie alla diffusione dell'informatica che abbiamo ai giorni d'oggi, al mondo ci sono molti più 15enni che l'informatica la utilizzano come semplici utenti (ed è giusto che sia così). A questi 15enni, sono i 45enni geek di una volta ad insegnar loro ad usare i computer (oltre a qualche nuovo 15enne smanettone con la passione dell'informatica).
            La verità che quando avevavo 15 anni c'era gente
            che l'inforamtica la facave ed adesso che ne
            abbiamo 45 ci sono quindicenni che ci possono
            mangiare in testa tranquillamente, chi non lo sa
            accettare è un fallito, mi
            dispiace.Può essere che ci siano dei 15enni che ci mangiano in testa. Ma, da quello che leggo qui, molti 45enni (dai anche i 35enni :P) ne masticano tantissimo di informatica.
          • Lemon scrive:
            Re: Bei Tempi


            A me non sembra un discorso da bigotti. All'epoca
            l'informatica era "romantica" e per smanettoni. E
            i 15enni dell'epoca che si avvicinavano
            all'informatica, lo facevano per passione.
            Essendo appassionati, la smontavano, la
            studiavano, la modificavano. E la insegnavano ai
            loro genitori
            45enni.
            Ho capito, ci sono passato anche io. Quello che a me non piace è arrivare ad una certa età, guardare i giovani di adesso e dire (o far capire) che non sanno fare niente, che non hanno la stessa passione ecc ecc. Questi discorsi li fanno gli SFIGATI, e non solo nell'informatica, in tutti i campi, vai a sentire un vecchio meccanico, o un politico o qualsiasi altro lavoro/professione. La verità è che i tempi cambiano, noi ci dovevamo smazzare con gli IRQ e amenità simili, i giovani di adesso no, si chiama evoluzione. I giovani di ADESSO hanno altre sfide, quelli del 2050 ne avranno altre ancora, io non vedo tempi più belli o felici o evoluti, semplicemente tempi diversi.Era questo il senso del mio commento. Nostalgici fin che vuoi, io per primo, però non venitemi a dire che i quindicenni di oggi non ne capiscono nulla o i quarantacinquenni di ieri non sapevano usare i PC, li hanno inventati loro i PC, altro che storie.
            Ora quei 15enni hanno 45 anni, ma hanno ancora
            quello spirito verso l'informatica. Grazie alla
            diffusione dell'informatica che abbiamo ai giorni
            d'oggi, al mondo ci sono molti più 15enni che
            l'informatica la utilizzano come semplici utenti
            (ed è giusto che sia così). A questi 15enni, sono
            i 45enni geek di una volta ad insegnar loro ad
            usare i computer (oltre a qualche nuovo 15enne
            smanettone con la passione
            dell'informatica).
            Sicuramente i PC e l'informatica sono più diffusi di allora però i geek ci sono anche adesso, a me non sembra che ai miei tempi tutti quelli che avevano un commodore o uno spectrum fossero tutti geek, la maggior parte ci caricava i giochetti e basta esattamente come adesso la maggior parte ci guarda facebook.

            Può essere che ci siano dei 15enni che ci
            mangiano in testa. Ma, da quello che leggo qui,
            molti 45enni (dai anche i 35enni :P) ne masticano
            tantissimo di
            informatica.Ma certo, è un forum di informatica! è normale che ci sia gente che ne mastica.Io personalmente sono andato a qualche raduno definito "underground" e ho visto gente di tutte le età, sinceramente non quindicenni visto anche che hanno una età dove non è facile muoversi da soli, andare a dormire in tenda e cose di questo tipo (non per loro, per i genitori), però alcune menti brillanti di 18-20 anni è ovviamente gente che ha iniziato a smanettare molto prima.Volevo solo difendere la categoria dei giovani, categoria alla quale non faccio più parte purtroppo, solo che spesso vengono trattati con sufficienza invece i giovani sono il futuro, dovremmo vedere noi in loro e non buttarli sempre giù. Tra i giovani ci saranno i rivoluzionari di domani, magari quel "cretino" che sta sempre con facebook e cuffie non cambierà l'informatica ma sarà il nuovo Linus Torvalds ma farà qualche altra cosa in un altro campo, non facciamo i bigotti per favore. tutto qua, niente di personale.
          • Prozac scrive:
            Re: Bei Tempi
            - Scritto da: Lemon[CUT]Nessuno mette in dubbio quello che dici. Io la penso esattamente come te. Il fatto è che in questi 30 anni di evoluzione informatica, la diffusione dei computer è cambiata parecchio. 30 anni fa, i computer se li compravano gli appassionati. Il rapporto 15enne smanettone 45enne ebete era sbilanciato verso il primo (sto parlando di home/personal computing). Poi, certo, anche all'epoca c'erano i professionisti dell'informatica (45enni) di cui parli tu.Ora, quel rapporto è sbilanciato dall'altra parte. Ci sono più 45enni ex-geek dell'epoca che 15enni smanettoni.Questo è quello che penso. Poi, condivido anche ciò che hai scritto tu.
          • Prozac scrive:
            Re: Bei Tempi
            - Scritto da: Lemon
            La mia esperienza ad esempio è stata un pò come
            quella di tanti adulti di oggi, con il C64 e via
            dicendo, però se guardo indietro io ad esempio
            guardo con ammirazione mio padre che mi comprò il
            computer quando ancora non sapevo cosa voleva
            dire, fu LUI a comprarmelo, una sua iniziativa.
            Io ho questo ricordo, non penso a me che ci
            smanettavo e quindi ero "figo" in quanto geek o
            altro, io penso che fu la sua IDEA la carta
            vincente del mio sucXXXXX (nel mio piccolo si
            intende). ok, ci avrò messo del mio per arrivare
            dove sono adesso, però è l'idea che viene prima
            di tutto e l'idea può venire a tutte le età,
            anche ai
            quindicenni.
            salutiIo pure ho iniziato la mia passione su di un Commodore 64 compratomi da mio padre. Anche se sono stato io a obbligarlo a comprarmelo dopo che il prof. di tecnica delle medie ci fece vedere "il computer". Era un Sinclair ZX Spectrum... A prima vista rimasi deluso, ma quando inizio a cambiare i colori e a far uscire dei suoni, me ne innamorai. Tornai a casa e insistetti così tanto che alla fine mio padre mi comprò il computer. Era, però, un Commodore 64! Amore a prima vista :DDa li in poi tutto cambio. Quello che interessava a me non era saperlo usare, ma scoprire fino in fondo come funzionava e cosa potevo spremere da quella macchina. Era una sfida con me stesso!Infatti grazie a questo approccio, più avanti mi auto-costruii una scheda sonora per PC usando il SID del 64 (quando ancora la SoundBlaster non c'era!). Più tardi ho portato questo approccio al mondo PC. Ho smanettato così tanto dietro MS-DOS, da modificarne le routine sfruttando un manuale che spiegava nei dettagli le API.Ancora oggi, che "faccio" l'informatica per lavoro, utilizzo lo stesso approccio. Cerco di capire fino in fondo quello che ho davanti per poterlo usare al meglio per ciò che mi interessa.Credo che Panda Rossa volesse esprimere questi concetti.E poi... Visto che si sta festeggiando il 30nnale di MS-DOS, lasciaci crogiolare nei nostri ricordi da nerd :D :D :D
          • Lemon scrive:
            Re: Bei Tempi


            Credo che Panda Rossa volesse esprimere questi
            concetti.
            E poi... Visto che si sta festeggiando il 30nnale
            di MS-DOS, lasciaci crogiolare nei nostri ricordi
            da nerd :D :D
            :DCome ho già detto io sono il primo ad essere nostalgico, da qui a pensare che so tutto io perchè ho iniziato 30 anni fa ce ne passa (non parlo di te)Ho sbagliato ad intendere il pensiero di Panda Rossa? non credo, saluti
          • fruttolo scrive:
            Re: Bei Tempi
            No ti sbagli.Anche se ci sono ancora (ovviamente!) giovani con passione, la maggior parte è semplicemente... incapace!Non sono neanche capaci ad usare bene Google!E parlo di gente tra 16-25 anni.
          • Lemon scrive:
            Re: Bei Tempi
            - Scritto da: fruttolo
            No ti sbagli.

            Anche se ci sono ancora (ovviamente!) giovani con
            passione, la maggior parte è semplicemente...
            incapace!

            Non sono neanche capaci ad usare bene Google!

            E parlo di gente tra 16-25 anni.E' ovvio che la MAGGIOR parte è incapace, ma questo non vuol dire che NOI siamo meglio di LORO, è questo che non mi va giù.Siccome noi scopiazzavamo centinaia di righe di righe di pascal e o inserivamo 4 comandi in DOS siamo più appassionati e intelligenti di ragazzini che scrivono già i primi virus a 15-16 anni? esattamente come ai nostri tempi ci sarà gente che scopiazza, altri che vanno più fondo, non vedo i noi 40enni una intelligenza superiore.
          • panda rossa scrive:
            Re: Bei Tempi
            - Scritto da: Lemon
            - Scritto da: fruttolo

            No ti sbagli.



            Anche se ci sono ancora (ovviamente!)
            giovani
            con

            passione, la maggior parte è semplicemente...

            incapace!



            Non sono neanche capaci ad usare bene Google!



            E parlo di gente tra 16-25 anni.


            E' ovvio che la MAGGIOR parte è incapace, ma
            questo non vuol dire che NOI siamo meglio di
            LORO, è questo che non mi va
            giù.
            Siccome noi scopiazzavamo centinaia di righe di
            righe di pascal e o inserivamo 4 comandi in DOS
            siamo più appassionati e intelligenti di
            ragazzini che scrivono già i primi virus a 15-16
            anni? esattamente come ai nostri tempi ci sarà
            gente che scopiazza, altri che vanno più fondo,
            non vedo i noi 40enni una intelligenza
            superiore.Non e' questione di intelligenza superiore, e non e' neppure questione se ci siano o no ragazzini di 16 anni capaci di craccare il ccs del dvd costato milioni di dollari di progettazione.Il punto e' che ai nostri tempi, anni 80, c'era gente molto piu' appassionata alle nuove tecnologie, rispetto ad oggi.E parlo di massa, non di casi particolari.Negli anni 80, o non sapevi proprio che cosa fosse un computer, o, se lo sapevi, lo sapevi veramente.La figura di quello che "crede di capirci qualcosa di computer perche' sa doppiocliccare, ma che poi fa solo danni" a quei tempi non c'era.Oggi c'e'. E i ragazzini ne fanno parte.
          • Funz scrive:
            Re: Bei Tempi
            - Scritto da: Lemon
            Che discorsi da vecchi bigotti.
            la verità è che l'informatica c'è ci la crea e
            chi la usa, la maggior parte di noi è
            utilizzatrice (o qualcuno ha mai scritto sistemi
            operativi, linguaggi di programmazione,
            progettato
            proXXXXXri??)
            Il classico comportamento da chi sente genietto
            ma non ha mai creato nulla di nuovo è questo:
            sentirsi superiori, a 15 anni come a 45
            evidentemente.

            La verità che quando avevavo 15 anni c'era gente
            che l'inforamtica la facave ed adesso che ne
            abbiamo 45 ci sono quindicenni che ci possono
            mangiare in testa tranquillamente, chi non lo sa
            accettare è un fallito, mi
            dispiace.Ma che acidità, cos'è, sei invidioso?Io ho giocherellato col C64 da quando avevo 6 anni, sono passato a smanettare direttamente al DOS, non sono mai stato capace di programmare né di fare tante cose oltre quelle poche che sapevo. Però non tiro mer*a addosso a chi all'epoca si faceva una vera cultura informatica.Te sei utonto nell'anima, te lo dico io.
          • Lemon scrive:
            Re: Bei Tempi

            Ma che acidità, cos'è, sei invidioso?
            Io ho giocherellato col C64 da quando avevo 6
            anni, sono passato a smanettare direttamente al
            DOS, non sono mai stato capace di programmare né
            di fare tante cose oltre quelle poche che sapevo.
            Però non tiro mer*a addosso a chi all'epoca si
            faceva una vera cultura
            informatica.Non hai capito una mazza, non sono io che tiro addosso a qualcuno ma qualcuno che tira addosso ai ragazzini di oggi. Torna indietro ai tuoi 15 anni e pensa da chi sentivi questi discorsi: dai vecchi bigotti.Io difendo i 15enni di oggi, io difendo i giovani. E ricordiamoci che sono come li abbiamo tiranti su noi nella società che abbiamo creato noi.
            Te sei utonto nell'anima, te lo dico io.Si si, sarà come dici tu, alla faccia che ero io che tiravo addosso agli altri!
          • Darwin scrive:
            Re: Bei Tempi
            - Scritto da: Lemon
            Che discorsi da vecchi bigotti.O forse discorsi fatti da chi ha visto l'ignoranza informatica media che c'è in giro.
            La verità che quando avevavo 15 anni c'era gente
            che l'inforamtica la facave ed adesso che ne
            abbiamo 45 ci sono quindicenni che ci possono
            mangiare in testa tranquillamente, chi non lo sa
            accettare è un fallito, mi
            dispiace.Può darsi e spero vivamente che sia così. Ma ormai la maggioranza è informaticamente ignorante. Troppo pigra per capire e per apprendere.Sicuramente ci saranno 15 enni abbastanza bravi. Ma quanti sono? Li conti sulle dita? Molto probabilmente si.Poi se vogliamo dire che oggi basta saper formattare il computer per essere definiti "hacker", allora si. Ci sono molto giovani che ci battono di gran lunga.Poi se riescono ad installare "il Linux" (come lo sento chiamare da molti), allora penso che a quel punto voglia dire che questi hacker possano essere messi già a paragone con Ken Thompson.Basta sentire la maggiorpare di coloro che si riempono la bocca di UNIX, usando OS X, vantandosene con superiorità e con aria di saggezza (come se cliccare su due pulsantini come OK e Annulla significasse diventare esperti di un sistema vastissimo, come l'universo UNIX), per poi farli rimanere di XXXXX chiedendogli semplicemente: << sai cos'è toor? Non TOR, ma toor

            .PS: Se vuoi vedere la grande cultura dei giovani di oggi, puoi semplicemente andare a leggere un paio di topic su Yahoo Answer.
          • bubba scrive:
            Re: Bei Tempi

            La mia "funzione killer" del DOS però era quella
            che mi permetteva di creare e editare i file di
            testo quando il buon edit (editor nel drdos) non
            c'era o si era danneggiato: qualcuno ricorda di
            aver mai usato COPY CON
            nomefile.txt?

            Vecchiaia (si fa per dire!) e geekitudine:
            combinazione
            letale.questa NON e' affatto vecchia...:) io la uso correntemente sotto XP, se sono da CMD e devo scrivere un file breve al volo.. bisogna solo ricordarsi di dare un bel ctrl+z invece del ctrl+d unixiano :)
          • lroby scrive:
            Re: Bei Tempi
            - Scritto da: bubba
            questa NON e' affatto vecchia...:) io la uso
            correntemente sotto XP, se sono da CMD e devo
            scrivere un file breve al volo.. bisogna solo
            ricordarsi di dare un bel ctrl+z invece del
            ctrl+d unixiano
            :)io per scrivere piccoli files .BAT ormai faccio da cmdnotepad nomefile.bat e confermo alla richiesta di creazione di un nuovofile, poi lo chiudo salvando e il file .BAT è pronto :)
          • nome e cognome scrive:
            Re: Bei Tempi

            file, poi lo chiudo salvando e il file .BAT è
            pronto
            :)edit c'è ancora su xp.
          • nome e cognome scrive:
            Re: Bei Tempi
            - Scritto da: nome e cognome

            file, poi lo chiudo salvando e il file .BAT è

            pronto

            :)

            edit c'è ancora su xp.e anche edlin.
          • panda rossa scrive:
            Re: Bei Tempi
            - Scritto da: nome e cognome
            - Scritto da: nome e cognome


            file, poi lo chiudo salvando e il file
            .BAT
            è


            pronto


            :)



            edit c'è ancora su xp.

            e anche edlin.Miiii e' vero! C'e' ancora edlin....Ma come diavolo funziona che non me lo ricordo piu'?i per inserire righe, ma come si salva? mi pare di ricordare fosse x, o w?Vado a cercare un manuale in rete!
          • panda rossa scrive:
            Re: Bei Tempi
            - Scritto da: panda rossa
            Vado a cercare un manuale in rete!Trovato! Si usa E per uscire salvando.Scopro dalla wikipedia che edlin lo scrisse proprio Tim Paterson, di cui stiamo parlando.Chissa' che editor ha usato per scrivere il codice di edlin?
          • bbo scrive:
            Re: Bei Tempi
            - Scritto da: nome e cognome

            file, poi lo chiudo salvando e il file .BAT è

            pronto

            :)

            edit c'è ancora su xp.c'è perfino EDLIN, anche su Windows 7!
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Bei Tempi
            - Scritto da: bbo
            - Scritto da: nome e cognome


            file, poi lo chiudo salvando e il file
            .BAT
            è


            pronto


            :)



            edit c'è ancora su xp.

            c'è perfino EDLIN, anche su Windows 7!su xp funziona su 7 no
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Bei Tempi
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: bbo

            - Scritto da: nome e cognome



            file, poi lo chiudo salvando e il
            file

            .BAT

            è



            pronto



            :)





            edit c'è ancora su xp.



            c'è perfino EDLIN, anche su Windows 7!

            su xp funziona su 7 noper la precisione non funziona su seven 64bit
          • nome e cognome scrive:
            Re: Bei Tempi
            non nella versione a 64 bit
          • logicamente non loggato scrive:
            Re: Bei Tempi
            - Scritto da: bubba

            La mia "funzione killer" del DOS però era
            quella

            che mi permetteva di creare e editare i file
            di

            testo quando il buon edit (editor nel drdos)
            non

            c'era o si era danneggiato: qualcuno ricorda
            di

            aver mai usato COPY CON

            nomefile.txt?



            Vecchiaia (si fa per dire!) e geekitudine:

            combinazione

            letale.
            questa NON e' affatto vecchia...:) io la uso
            correntemente sotto XP, se sono da CMD e devo
            scrivere un file breve al volo.. io mi devo essere rammollito: oggi, anche per due righe da shell, almeno un edit nomefile mi scappa.. ;)
          • pippo75 scrive:
            Re: Bei Tempi

            che mi permetteva di creare e editare i file di
            testo quando il buon edit (editor nel drdos) non
            c'era o si era danneggiato: qualcuno ricorda di
            aver mai usato COPY CON
            nomefile.txt?al tempo in genere era per i file di configurazione ( autoexec e config ), comunque lo uso pochissimo.copy con -
            copia da console a file.poco ma ho usato anche il "pip", ma qualcuno sa cosa sta a significare questo nome?
          • Doh scrive:
            Re: Bei Tempi

            poco ma ho usato anche il "pip", ma qualcuno sa
            cosa sta a significare questo
            nome?Ma il PIP non era nel CP/M? Serviva per interagire con dischi eccetera mi pare... Peripheral interchange, o qualcosa del genere...
        • nome e cognome scrive:
          Re: Bei Tempi
          C'era il comando "select" per installare il DOS sui dischi rigidi ... almeno a partire dalla versione 3.3 ...
        • Andrea_D scrive:
          Re: Bei Tempi

          P.S. per rispondere al primo messaggio: in MSDOS
          il comando INSTALL non c'era, ne interno ne
          esterno... o mi
          sbaglio?Potrei ricordarmi male, ma mi sembra che proprio nella famigerata versione 4.0 del DOS ci fosse un INSTALL con una specie di wizard di configurazione. Una cosa talmente brutta che hanno fatto in fretta a toglierla
      • DuDe scrive:
        Re: Bei Tempi
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: Franc

        DIR,CD,SETUP,INSTALL,CHKDSK. Queste sono i
        primi

        comandi e le prime configurazioni che ho
        fatto

        con il DOS da ragazzo

        Dilettante...
        Si faceva boot dal dischetto.
        Poi FDISK per impostare la partizione sull'hard
        disk e renderla
        avviabile.
        Poi FORMAT C:
        Quindi MD DOS
        Quindi COPY A:*.* C:DOS
        Quindi SYS C:
        E a quel punto il disco C era bootabile con il
        sistema
        presente.
        C'era solo da editare il config.sys e
        l'autoexec.bat, e qui entrava in gioco la
        capacita' di riuscire a far stare tutto quello
        che serviva in memoria alta (quando
        c'era).
        Se poi c'era la soundblaster bisognava
        configurarla pure quella. A
        mano!

        E tutti sapevano che cos'era un IRQ all'epoca!senza dimenticare un bel debug g=c800:5 e via di formattazione a basso livello dei 20 MEGA di disco mfm, se eri "ricco" ne avevi uno esdi, meccanicamente simile al mfm ma con prestazioni nettamente superiori.In quel periodo chi montava e configurava i pc era davvero in gamba, perche' dovevi fare tutto tramite jumper e gli internals di peter norton erano una vera bibbia, quando peter norton si chiamava Peter Norton.
      • Lucadiver scrive:
        Re: Bei Tempi
        io mi ricordo quando avevo 7 anni giocavo ad arkanoid, tetris o Gatto un gioco che non so più riuscito a trovare in giro, ora sembra un altra epoca a confronto con i giochi moderni. un po mi manca l'atmosfera di una volta :)
      • Lord Kap scrive:
        Re: Bei Tempi
        - Scritto da: panda rossa
        E tutti sapevano che cos'era un IRQ all'epoca!Ah, quanti ricordi tutti in un colpo solo! ;)-- Saluti, Kap
      • Osvaldo scrive:
        Re: Bei Tempi
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: Franc

        DIR,CD,SETUP,INSTALL,CHKDSK. Queste sono i
        primi

        comandi e le prime configurazioni che ho
        fatto

        con il DOS da ragazzo

        Dilettante...
        Si faceva boot dal dischetto.
        Poi FDISK per impostare la partizione sull'hard
        disk e renderla
        avviabile.
        Poi FORMAT C:
        Quindi MD DOS
        Quindi COPY A:*.* C:DOS
        Quindi SYS C:
        E a quel punto il disco C era bootabile con il
        sistema
        presente.
        C'era solo da editare il config.sys e
        l'autoexec.bat, e qui entrava in gioco la
        capacita' di riuscire a far stare tutto quello
        che serviva in memoria alta (quando
        c'era).
        Se poi c'era la soundblaster bisognava
        configurarla pure quella. A
        mano!

        E tutti sapevano che cos'era un IRQ all'epoca!Confesso che mi è uscita una lacrima.Bei tempi
  • ruppolo scrive:
    Re: il dos non e' morto.
    - Scritto da: POSTPC
    A lavoro usiamo tranquillamente file batO Batfile? (rotfl)
    • difensore scrive:
      Re: il dos non e' morto.
      Batch files?Cmq puoi usare anche i .cmd ;-)
    • A s d f scrive:
      Re: il dos non e' morto.
      Na na na Na na na Na na na Na na na Na na naBATFILE!Na na na Na na na Na na na Na na na Na na naScusate.. dovevo farlo- Scritto da: ruppolo
      - Scritto da: POSTPC

      A lavoro usiamo tranquillamente file bat

      O Batfile? (rotfl)
  • ruppolo scrive:
    Scritto da chi, Maruccia?
    Da Tim Paterson?Che bravo, questo Tim Paterson, riuscì a scrivere un sistema operativo <u
    IDENTICO </u
    al CP/M di Gary Kildall così, su due piedi. Un GENIO.Della criminalità, però!
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: Scritto da chi, Maruccia?
      Guarda, io ho usato sia il cpm che il dos. Non erano identici. Le directory, ad esempio, sul cpm originario non c'erano.
      • bubba scrive:
        Re: Scritto da chi, Maruccia?
        - Scritto da: uno qualsiasi
        Guarda, io ho usato sia il cpm che il dos. Non
        erano identici. Le directory, ad esempio, sul cpm
        originario non
        c'erano.no infatti zuffolo come al solito straparla. Non ha "rubato i sorgenti" come dice ruppolo... Si e' ispirato MOLTO (POCO) LIBERAMENTE al funzionamento, interfaccia, gestione del CP/M. Detto in altro modo, ha fatto un porting per x86. Ovviamente senza essere autorizzato. E poi l'ha addirittura venduto. Ed e' stato inchiapettato pure lui eheh (mai l'avrebbe venduto se avesse saputo cosa ci stava per fare Billie)
        • TADsince1995 scrive:
          Re: Scritto da chi, Maruccia?

          Ed e' stato inchiapettato
          pure lui eheh (mai l'avrebbe venduto se avesse
          saputo cosa ci stava per fare
          Billie)O per lo meno se lo sarebbe fatto pagare 100 volte tanto. In ogni caso alla fine ha comunque lavorato in MS ed è uno dei "colpevoli" del Visual Basic.
      • difensore scrive:
        Re: Scritto da chi, Maruccia?
        ehm, comunque, neanche sul dos c'erano, mi sembra furnon ointrodotte nel 3.0
        • dont feed the troll/dovella scrive:
          Re: Scritto da chi, Maruccia?
          - Scritto da: difensore
          ehm, comunque, neanche sul dos c'erano, mi sembra
          furnon ointrodotte nel
          3.0Non credo proprio
          • pioppo scrive:
            Re: Scritto da chi, Maruccia?
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: difensore

            ehm, comunque, neanche sul dos c'erano, mi
            sembra

            furnon ointrodotte nel

            3.0

            Non credo proprioInfatti dalla 2.0 e non dalla 3.0
    • Prozac scrive:
      Re: Scritto da chi, Maruccia?
      - Scritto da: ruppolo
      Da Tim Paterson?

      Che bravo, questo Tim Paterson, riuscì a scrivere
      un sistema operativo <u
      IDENTICO
      </u
      al CP/M di Gary Kildall così, su due
      piedi. Un
      GENIO.

      Della criminalità, però!Per fortuna che c'eri ed eri pure grande!!!Non sono per nulla identici. Hanno le stesse API quindi i programmi sono compatibili tra loro MA, ad esempio, il DOS usava FAT com file system (infatti i Floppy formattati per/da DOS non erano compatibili con CP/M). Inoltre la gestione della memoria era completamente diversa. Se avesse veramente rubato i sorgenti come mai queste incongruenze? (che non sono di sicuro marginali!)
      • Craccolo scrive:
        Re: Scritto da chi, Maruccia?
        ottima precisazione ma ti consiglio di rivolgerti ai lettori non a ruppolo che tanto non cpaisce una mazza come al solito
  • SALTOM ADOSS scrive:
    DOS
    SO della XXXXXXX, ancora in vigore in molti sistemi produttivi e mission critical.
  • bubba scrive:
    Maruccia, nessun accenno al CP/M?
    e al vergognoso rip-off operato da paterson (anche se so che gia' da anni si e' messo a scrivere che non e' vero) ai danni della digital research.. e della digital comprata da novell comprata da caldera che poi ha fatto causa alla M$, vincendo? (vittoria di pirro ovviamente)E niente sul gioco delle tre carte? (M$ diceva di avere un OS a IBM, ma non l'aveva e compro' un prodotto ancora monco da paterson, a sua volta ignaro a cosa dovesse servire) ecc ?
    • ruppolo scrive:
      Re: Maruccia, nessun accenno al CP/M?
      - Scritto da: bubba
      e al vergognoso rip-off operato da paterson
      (anche se so che gia' da anni si e' messo a
      scrivere che non e' vero) ai danni della digital
      research..Eh, ma quello non si dice. Non si dice che Paterson rubò i sorgenti a Gary Kildall. Sei matto? Vuoi che tutti sappiano che l'impero Microsoft è fondato sulla ricettazione del CP/M?
      e della digital comprata da novell
      comprata da caldera che poi ha fatto causa alla
      M$, vincendo? (vittoria di pirro
      ovviamente)Stendiamo un velo pietoso.
      E niente sul gioco delle tre carte? (M$ diceva di
      avere un OS a IBM, ma non l'aveva e compro' un
      prodotto ancora monco da paterson, a sua volta
      ignaro a cosa dovesse servire) ecc
      ?Non ci sono aggettivi per descrivere il comportamento di quell'ignobile individuo.
      • nome e cognome scrive:
        Re: Maruccia, nessun accenno al CP/M?

        Non ci sono aggettivi per descrivere il
        comportamento di quell'ignobile
        individuo.ROTFL, detto da uno che ha il santino di Steve Jobs sul comodino suona piuttosto ridicolo.
        • ruppolo scrive:
          Re: Maruccia, nessun accenno al CP/M?
          - Scritto da: nome e cognome

          Non ci sono aggettivi per descrivere il

          comportamento di quell'ignobile

          individuo.

          ROTFL, detto da uno che ha il santino di Steve
          Jobs sul comodino suona piuttosto
          ridicolo.Sul mio comodino ho un modellino del Mac del 1984 di carta :D
          • monocellula re scrive:
            Re: Maruccia, nessun accenno al CP/M?
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: nome e cognome


            Non ci sono aggettivi per descrivere il


            comportamento di quell'ignobile


            individuo.



            ROTFL, detto da uno che ha il santino di
            Steve

            Jobs sul comodino suona piuttosto

            ridicolo.

            Sul mio comodino ho un modellino del Mac del 1984
            di carta
            :DQuesto ?[img]http://en.wikipedia.org/wiki/File:Apple_I_Computer.jpg[/img]
          • higgybaby scrive:
            Re: Maruccia, nessun accenno al CP/M?
            no ha scritto Apple II del 1984 quello che hai postato tu è un Apple I del 1976, a detta di tutti il primo vero PC mai "prodotto"ciaoigor
          • higgybaby scrive:
            Re: Maruccia, nessun accenno al CP/M?
            neanche Apple II bensì Mac il primo e originale!!!:)ciaoigor
          • nome e cognome scrive:
            Re: Maruccia, nessun accenno al CP/M?
            - Scritto da: higgybaby
            no ha scritto Apple II del 1984 quello che hai
            postato tu è un Apple I del 1976, a detta di
            tutti il primo vero PC mai
            "prodotto"

            ciao

            igorA detta di tutti il primo pc mai prodotto è stata la programma 101 dell'olivetti. Per una volta che abbiamo qualcosa di cui essere orgogliosi.
          • Prozac scrive:
            Re: Maruccia, nessun accenno al CP/M?
            - Scritto da: nome e cognome
            A detta di tutti il primo pc mai prodotto è stata
            la programma 101 dell'olivetti. Per una volta che
            abbiamo qualcosa di cui essere
            orgogliosi.Quotissimo!!! :)
      • bubba scrive:
        Re: Maruccia, nessun accenno al CP/M?
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: bubba

        e al vergognoso rip-off operato da paterson

        (anche se so che gia' da anni si e' messo a

        scrivere che non e' vero) ai danni della
        digital

        research..

        Eh, ma quello non si dice. Non si dice che
        Paterson rubò i sorgenti a Gary Kildall. Sei
        matto? Vuoi che tutti sappiano che l'impero
        Microsoft è fondato sulla ricettazione del
        CP/M?Dai ruppie, CONTIENITI! Non ha "rubato i sorgenti" ! Detto in termini sintetici, ha fatto un porting non autorizzato per x86. E poi l'ha pure venduto (rimanendo beffato pure lui... avesse saputo che partita truccata stava giocando M$, non l'avrebbe certo fatto).

        e della digital comprata da novell

        comprata da caldera che poi ha fatto causa
        alla

        M$, vincendo? (vittoria di pirro

        ovviamente)

        Stendiamo un velo pietoso.E poi mi sono scordato della precedente faccenda dell'accordo ottenuto per DR/DOS (un altra presa per il naso.... era una roba tipo... MSDOS in bundle a $10 e DRDOS a 100$... non erano queste le cifre.. e' per dare la misura..)

        E niente sul gioco delle tre carte? (M$
        diceva
        di

        avere un OS a IBM, ma non l'aveva e compro'
        un

        prodotto ancora monco da paterson, a sua
        volta

        ignaro a cosa dovesse servire) ecc

        ?

        Non ci sono aggettivi per descrivere il
        comportamento di quell'ignobile
        individuo.Si, concordo. Questo non migliora la mia opinione per Stewie jobs, comunque. Il vero grand'uomo per me e' solo wozniak...
        • Prozac scrive:
          Re: Maruccia, nessun accenno al CP/M?
          - Scritto da: bubba
          Dai ruppie, CONTIENITI! Non ha "rubato i
          sorgenti" ! Detto in termini sintetici, ha fatto
          un porting non autorizzato per x86. E poi l'ha
          pure venduto (rimanendo beffato pure lui...
          avesse saputo che partita truccata stava giocando
          M$, non l'avrebbe certo
          fatto).Beh... le API del CP/M erano state pubblicate. Lui le ha implementate per i proXXXXXri Intel.

          Stendiamo un velo pietoso.
          E poi mi sono scordato della precedente faccenda
          dell'accordo ottenuto per DR/DOS (un altra presa
          per il naso.... era una roba tipo... MSDOS in
          bundle a $10 e DRDOS a 100$... non erano queste
          le cifre.. e' per dare la
          misura..) Comunque non vendevano il MS-DOS a 10$ e il DR-DOS a 100$ perché il DR-DOS non esisteva...Vendevano il MS-DOS a 10$ e il CP/M a 100$ (ora non ricordo di preciso i prezzi, mi fido dei tuoi 10 e 100 dollari :P).
          Si, concordo. Questo non migliora la mia opinione
          per Stewie jobs, comunque. Il vero grand'uomo per
          me e' solo
          wozniak...Anche a me piace tantissimo Woz!!! P.S. Ma quanti anni hai che scrivi ancora M$ invece che MS? ;)
          • Prozac scrive:
            Re: Maruccia, nessun accenno al CP/M?
            - Scritto da: bubba
            mah... no.. cioe, ho spiegato in sintesi estrema.
            E' difficile descrivere il clima del periodo in 3
            righe. Di un fork del cp/m c'erano anche sorgenti
            pubblici se e' per questo (per motivi
            educazional). Il cp/m c'era per intel 8080, non
            solo per z80 cmq... e' che kildall e' stato un po
            lento (secondo gli usurpatori) a produrre una ver
            per 8086, e quindi e' uscito il dirtydos, che poi
            billy si e' accaparrato. Il punto vero e' che la
            DR (e kildall) era un serio programmatore e
            innovatore, non era un pool di avvocati avidi di
            brevetti e di biz [quindi non aveva il XXXX
            parato su tutto.. non era periodo e mood], e
            billy invece era un piccolo squalo in erba,
            supportato dalle entrature della
            madre.
            Difficile poi dire che non ci sia copia invece di
            "acXXXXX alle api", quando l'msdos ha copiato
            pari pari anche i nomi dei device (tipo CON PRN
            ecc ,per
            dire).Hai ragione. Dovevo scrivere proXXXXXri a 8bit, m'ero dimenticato della versione per 8080!Beh, i programmi per CP/M dovevano funzionare pari pari sul QDOS quindi è normale chiamare le risorse con gli stessi nomi.Sono convinto che Paterson non abbia mai visto i sorgenti del CP/M. All'epoca c'erano un sacco di programmi per CP/M e molto fermento intorno ai nuovi sistemi a 16 bit. Paterson voleva cogliere l'opportunità di realizzare un sistema compatibile CP/M per questi nuovi sistemi.Per il resto sono d'accordo con te. Gates ha fiutato l'affare. Ma l'ha fatto solo dopo che Kildall è stato così "scemo" da snobbare IBM. Secondo me non l'ha fatto per ingenuità o lentezza. L'ha fatto per arroganza e poca lungimiranza. Oppure, come racconta la leggenda, fu colpa di sua moglie e del suo avvocato :PComunque, per spezzare una lancia a Bill Gates, essendo senza sistema operativo (e non avendone mai scritto uno) indirizzò gli ingegneri di IBM ad andare da Kildall. Ricordo un'intervista a Bill Lowe dove descriveva proprio questo aneddoto (Bill Lowe era l'ingegnere capo del progetto Acorn-
            PC IBM): Bill Gates disse loro di non avere un sistema operativo e di chiedere a Digital Research... Loro solo dopo essere stati da Kildall sono tornati da Gates che a quel punto ha deciso di prendere la palla al balzo e ha fatto lo squalo della situazione.
            si ovviamente era CP/M-86 non DRDOS , giusto :)
            secondo en.wiki "At $240 per copy it sold poorly
            compared to the $40 PC-DOS" pc-dos = m$dos ..non
            male come imbroglio comunque
            :P)Eh... Qui è stato per l'appunto il carattere da squalo di Gates. Ha imposto a IBM quei prezzi ;)
            beh e' per distinguere Microsoft da due
            consonanti affiancate. Scrivendo "M$" si capisce
            subito che si parla del dragasaccocce di
            redmond.Ok :P
          • Prozac scrive:
            Re: Maruccia, nessun accenno al CP/M?
            - Scritto da: bubba
            mhh... come facevano a funzionare paripari se
            erano compilati per un architettura diversa? (ah
            o forse dici quelli compilati per 8088? Veramente
            e' un dubbio che non mi ero mai posto, avendo
            avuto solo z80 e sw per
            z80)Beh, certo. I programmi per 16bit :)Comunque, all'epoca la Intel aveva rilasciato un paper che dimostrava come i programmi a 8bit potevano essere convertiti meccanicamente in programmi a 16bit. Appunto per questo, Paterson voleva farsi trovare pronto per far girare sul suo sistema tutti i programmi a 8bit convertiti a 16.
            si.... non so neanch'io... (e non ho certo voglia
            di andar a ripescare chissa quali dettagli)...
            certo rimango convinto del fatto che stava
            clonando una cosa non sua... (e cmq se non fosse
            arrivato billy e ibm, probabilmente quel fork
            8086 sarebbe stato venduto a un numero minimo di
            persone, i clienti di paterson e suoi conoscenti
            che vedevano l'annuncio pubblicitario in riviste
            per nerd. Poi il cp/m-86 sarebbe uscito e pace. E
            kildall non avrebbe fatto nessuna causa legale
            imho)Su questo potrei anche essere d'accordo :)
            Su questa interpretazione come si puo intuire non
            sono
            d'accordo.
            Billy non ha semplicemente fiutato l'affare..
            billy aveva le potenti entrature della madre (e
            quindi di potenti dirigenti IBM come lowe) ...NON
            c'e' ragione al mondo altrimenti che spieghino
            perche' un azienda tascabile come M$, potesse
            proporre a ibm un prodotto (tra l'altro
            INESISTENTE) per una linea nuova di prodotti (che
            ,ok, vero, una buona parte dei dirigenti ibm
            snobbava. loro erano i mainframe i pc in ogni
            casa era una stupidata), IN LICENZA, poi!Io mi tengo ai fatti dell'epoca e all'intervista di Lowe (o non ricordo chi del suo gruppo). Poi, certo, può anche aver mentito ed in realtà s'è messo d'accordo con la madre di Gate (ricordo anch'io che sua madre era una potenza all'epoca :))
            In collegamento a questo ho difficolta a credere
            che billy abbia tentato di favorire la DR... ma
            diciamo pure che abbia proposto la DR perche a
            lui sembrava gia sufficiente vendere l'interprete
            basic & affini.. e che nei primi approcci IBM e
            DR non si siano "presi"... alla versione della
            mera arroganza e stupidita' di kildall credo
            assai poco. Magari c'e' stata un po di jella,
            posso credere a una certa arroganza di IBM e
            magari kildall (o la moglie) avrebbe dovuto
            essere piu accondiscendente... boh.. certo e' che
            la DR era una azienda affermata con un OS ben
            piazzato.... non capisco come si possa ,con
            estrema rapidita', lasciar perdere, per pescare
            un OS "impalpabile" da un aziendina a
            caso..Su questo sono d'accordo. Io all'epoca ero veramente piccolo, ma qualche anno dopo, quando ho iniziato a vedere MS-DOS, CP/M e DR-DOS, sono rimasto un po' male che non avesse vinto il CP/M.
            Ma sta cosa che bill porto' la DR in IBM e'
            proprio sicurasicura? o lo dicono solo i
            dirigenti amici della madre? :) no non lo so sul
            serio
            :)Eh... io ricordo un'intervista di Lowe (o chi per esso, ora ho pure il dubbio!) che la raccontava tipo aneddoto "divertente". Poi è scritto un po' ovunque... Chissà cosa avrebbe da dire Kildall su quel fatto (a parte la diatriba con Paternson).
            Una cosa folle solo da immaginare :)
            Anche se la piu FOLLE e' l'OS in licenza...
            forse sbaglio nome ma Lowe fu preso rapidamente a
            calci per quella scelta scellerata... magari era
            un altro dirigente IBM non
            so..Non so chi decise i prezzi. Lowe era il capo del gruppo di Boca Raton. Poi il manager che decise il tipo di marketing poteva essere qualcun altro (tipo Don Estridge). Comunque, a parte il nome del manager, sono d'accordo con te.
            Cmq bel discorso. Per farlo meglio dovrei
            (ri)ricercare gli articoli e cose varie... ma non
            fa gnente :) Già, se ti capita e scopri qualche lacuna, fammi sapere :)
            Anche se non ho i dettagli precisi in mente ora,
            niente mi cava dalla mente che billy sin
            dall'universita' fu un maledetto squalo e baro.
            Incidentalmente per qualche anno fu anche
            realmente un programmatore e un nerd. Poi il
            filone si esauri' e rimase solo lo
            squalo.
            E invece Kildall no... semplicemente al tempo non
            si faceva uso anche per sternutire dell'ufficio
            brevetti e di pool di avvocati... si mostravano
            sorgenti(!) e si copiava (per usare, non per
            clonare e rivendere :P) sw e quant'altro, con
            piu' liberta'... e lui e' rimasto un po (molto)
            XXXXXXXX :PSì, pure io lo vedo come un eroe romantico e sfigato :D P.S. Pure io ho ancora il mio vecchio Commodore 64 (il CP/M non ce l'ho più) :(
      • attonito scrive:
        Re: Maruccia, nessun accenno al CP/M?
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: bubba

        e al vergognoso rip-off operato da paterson

        (anche se so che gia' da anni si e' messo a

        scrivere che non e' vero) ai danni della
        digital

        research..

        Eh, ma quello non si dice. Non si dice che
        Paterson rubò i sorgenti a Gary Kildall. Sei
        matto? Vuoi che tutti sappiano che l'impero
        Microsoft è fondato sulla ricettazione del
        CP/M?


        e della digital comprata da novell

        comprata da caldera che poi ha fatto causa
        alla

        M$, vincendo? (vittoria di pirro

        ovviamente)

        Stendiamo un velo pietoso.


        E niente sul gioco delle tre carte? (M$
        diceva
        di

        avere un OS a IBM, ma non l'aveva e compro'
        un

        prodotto ancora monco da paterson, a sua
        volta

        ignaro a cosa dovesse servire) ecc

        ?

        Non ci sono aggettivi per descrivere il
        comportamento di quell'ignobile
        individuo.un po come quando jobs presento' alla fiera i soli 3 prototipi esistenti dell'apple facendo credere ai clienti che ne avesse gia' a cataste in magazzino pronti per la nendita... si sa, questi signori erano e sono pieni di "inventiva" e "fantasia imprenditoriale".
      • 0alfredo scrive:
        Re: Maruccia, nessun accenno al CP/M?
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: bubba

        e al vergognoso rip-off operato da paterson

        (anche se so che gia' da anni si e' messo a

        scrivere che non e' vero) ai danni della
        digital

        research..

        Eh, ma quello non si dice. Non si dice che
        Paterson rubò i sorgenti a Gary Kildall. Sei
        matto? Vuoi che tutti sappiano che l'impero
        Microsoft è fondato sulla ricettazione del
        CP/M?come non si dice che la seconda volta che jobs visitò la xerox si portò appresso un team da mandare in giro per i laboratori copiando e rubando tutto il possibile


        e della digital comprata da novell

        comprata da caldera che poi ha fatto causa
        alla

        M$, vincendo? (vittoria di pirro

        ovviamente)

        Stendiamo un velo pietoso.si guarda la pagliuzza nell'occhio del nemico per non guardare la trave che sale per il..


        E niente sul gioco delle tre carte? (M$
        diceva
        di

        avere un OS a IBM, ma non l'aveva e compro'
        un

        prodotto ancora monco da paterson, a sua
        volta

        ignaro a cosa dovesse servire) ecc

        ?

        Non ci sono aggettivi per descrivere il
        comportamento di quell'ignobile
        individuo.io ne conosco molti, infame, traditore di amici, bugiardo, manie di onnipotenza, ladro etc etc
    • Prozac scrive:
      Re: Maruccia, nessun accenno al CP/M?
      - Scritto da: bubba
      E niente sul gioco delle tre carte? (M$ diceva di
      avere un OS a IBM, ma non l'aveva e compro' un
      prodotto ancora monco da paterson, a sua volta
      ignaro a cosa dovesse servire) ecc
      ?Pensa che in realtà fu proprio Gary Kildall a fregarsi con le sue mani!L'IBM aveva fretta di far uscire il proprio PC e così non aveva tempo di progettare tutto ex-novo. Aveva un sistema basato sull'8088 della Intel ed era a conoscenza che Microsoft aveva scritto un Basic per quella piattaforma. Andò ad Albuquerque per comprare il Basic convinti che Micro-Soft avesse anche un sistema operativo adatto a quel proXXXXXre. Bill Gates disse loro: Noi non abbiamo un sistema operativo, ma conosciamo chi ce l'ha. Ha tirato sul il telefono, ha chiamato Kildall e ha gli ha detto: "Ciao Gary, ti mando delle persone importanti, trattale bene". L'IBM andò alla Digital Research e usci dai loro uffici senza nemmeno aver parlato con Kildall! Parlarono con la moglie di Kildall e un avvocato che gli disse di non firmare nulla fino al ritorno del marito (dovevano solo firmare una NDA. L'IBM stizzita tornò da Gates e disse loro: Oltre al Basic vi compriamo anche un Sistema Operativo. Bill Gates, non essendo scemo, rispose: Va bene!Grazie a Paul Allen andarono alla Seattle Computer e comprarono il QDOS che era compatibile con le API di CP/M.Paterson voleva creare un sistema operativo per le nuove macchine a 16bit vendute da SCP. Per aumentare il bacino d'utenza, decise che le nuove macchine avrebbero dovuto far girare gli applicativi già creati per il CP/M della Digital Research. Così, prese le API del CP/M ed implementò il QDOS. NON rubò alcun sorgente alla Digital Research, utilizzò le API (pubblicate direttamente da loro) per realizzare un sistema operativo compatibile.Bill Gates, l'anno dopo aver comprato alla SCP la licenza del QDOS per 25,000$ (che se valutati ai giorni nostri sono circa tra i 65000 e i 15000$). Un anno dopo hanno assunto Paterson e hanno pagato altri 50.000$ (circa tra i 130.000$ e i 300000$). Non erano proprio bruscolini...Praticamente se guardi la storia, è esattamente identica a quella di Apple con Xerox.Pure Apple ha comprato la tecnologia per Lisa e Mac da Xerox, oltre ad assumere chi quella tecnologia l'aveva inventata.P.S.Anni dopo la Digital Research clonò l'MS-DOS. Chi se lo ricorda il DR-DOS? ;)
      • user_ scrive:
        Re: Maruccia, nessun accenno al CP/M?
        digital research? 'sto nome mi ricorda solo dos navigator 2, aveva anche un clone di tetris.
        • Prozac scrive:
          Re: Maruccia, nessun accenno al CP/M?
          - Scritto da: user_
          digital research? 'sto nome mi ricorda solo dos
          navigator 2, aveva anche un clone di
          tetris.A dire il vero Dos Navigator non mi sembra abbia a che fare con Digital Research.Diciamo che il prodotto loro più famoso fu per l'appunto il CP/M e poi, quando il DOS era ormai consolidato, un clone di questo il DR-DOS (che a me piaceva molto).
      • Prozac scrive:
        Re: Maruccia, nessun accenno al CP/M?
        - Scritto da: bubba
        molto piu' no che si :)
        a) so leggere anch'io wikipediaIo è l'unico posto che non avevo letto :P
        b) sulla faccenda ho letto molte altre
        cose/fonti, a partire da BIT e MC ai
        tempi...Io pure. Sto andando a memoria dei vecchi MC :) P.S. Ora non ho qui il segnalibro (lo ho in un altra partizione), ma avevo trovato un sito dove ci sono tutti i numeri di MC Microcomputer digitalizzati!
        c) la storia del volo aereo e del mancato
        agreement e' molto meno chiara e lineare di come
        la
        descriviSì, lo penso pure io. Non sono sicuro sia colpa di sua moglie e dell'avvocato o sia solo una leggenda.
        d) il mancato agreement di quel giorno NON
        implica che billy si potesse quindi mettere a far
        il baro a poker, coadiuvato dalla madre, con
        qdos, kildall e
        ibm.Io penso che con Kildall non l'abbia fatto: è stato lui a mandare IBM da Kildall, e questo lo ha detto Bill Lowe in un'intervista (Mi sembra fosse Bill Lowe, comunque uno del gruppo manageriale di Boca Raton).Con Paterson (e QDOS), alla fine ha pagato 75.000$ dell'epoca che equivalgono a 200.000$/500.000$ di oggi... Non proprio bruscolini... Se poi pensi che l'ha pure assunto (3 volte!!!).Con IBM è giusto che abbia fatto il baro :P Alla fine IBM era il super-squalo dell'epoca ;)
        • nome e cognome scrive:
          Re: Maruccia, nessun accenno al CP/M?

          Però nei Pirati di Silicon Valley,
          Bill/Allen/Ballmer ne escono meglio che Jobs/Woz
          @^Beh ... si nota lo stile anche oggi:Bill Gates 56 anni, pensionato, si dedica a beneficenza. Steve Jobs, 56 anni, CEO di Apple, spenna attivamente polli
  • Riccardo Mori scrive:
    la comunità open source non emula!
    "la community open source ancora prova a emulare (e migliorare) la tecnologia a interfaccia di comandi di MS-DOS"eh?!?!?! Che stai dicendo??Mai sentito parlare delle shell dei sistemi unix e unix-like?? Secondo te è un'emulazione dell'ms-dos??
    • Alfonso Maruccia scrive:
      Re: la comunità open source non emula!
      No, ma FreeDOS si. Nasce come progetto per raggiungere una compatibilità del 100% con le applicazioni DOS. Quindi nei fatti è un tentativo (lodevolissimo, per carità) di "emulazione" del codice originale di Paterson/Microsoft.
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: la comunità open source non emula!
        Il Freedos però non è una emulazione, però. È una nuova implementazione.Un esempio di emulazione è il dosbox.
      • panda rossa scrive:
        Re: la comunità open source non emula!
        - Scritto da: Alfonso Maruccia
        No, ma FreeDOS si. Nasce come progetto per
        raggiungere una compatibilità del 100% con le
        applicazioni DOS. Quindi nei fatti è un tentativo
        (lodevolissimo, per carità) di "emulazione" del
        codice originale di
        Paterson/Microsoft.Il che, beninteso, non e' un <b
        inseguire </b
        , ma un autolesionistico tagliarsi le gambe all'altezza del ginocchio e poi serrare il moncherino che resta in pesanti ceppi legati a due grossi e pesanti macigni.In questo modo si riesce ad ottenere una buona compatibilita'.Un mero esercizio di programmazione.Perche' di fatto nessuno userebbe mai quella roba se potesse installarsi cygwin (che di solito e' la prima cosa che fa qualunque sistemista, se la policy glielo consente).
        • miky scrive:
          Re: la comunità open source non emula!
          non sempre un emulatore funziona. Ci sono ancora software+schede proprietarie di vecchi macchinari che girano su dos (o win95 in modalità dos). FreeDos è una valida alternativa. Tu dirai perchè non cambi macchina? perchè giustificare una spesa di 20/30 mila euro per cambiare una cosa che funziona non è facile...
          • panda rossa scrive:
            Re: la comunità open source non emula!
            - Scritto da: miky
            non sempre un emulatore funziona. Ci sono ancora
            software+schede proprietarie di vecchi macchinari
            che girano su dos (o win95 in modalità dos).
            FreeDos è una valida alternativa. Tu dirai perchè
            non cambi macchina? Io non direi mai una cosa del genere.Il software deve poter girare sull'hardware che c'e'.Io sono quello che si XXXXXXX quando l'hardware nuovo non e' in grado di far girare la roba vecchia!
          • Joe Tornado scrive:
            Re: la comunità open source non emula!

            Io sono quello che si XXXXXXX quando l'hardware
            nuovo non e' in grado di far girare la roba
            vecchia!A chi lo dici ...
      • Darwin scrive:
        Re: la comunità open source non emula!
        Si chiama reimplementazione...detto altresì clone.Non è una emulazione.
        • Alfonso Maruccia scrive:
          Re: la comunità open source non emula!
          Si, conosco bene il significato di emulazione, visto che l'ho studiato sulla tesi di laurea di Nicola Salmoria (uno che in fatto di emulazione ne sa più di chiunque altro, credo).E' solo che non mi veniva un termine migliore e ho dato per scontato che il lettore avrebbe afferrato il significato specifico della parola all'interno del contesto della frase (FreeDOS è un OS, quindi "emula" MS-DOS nel senso che ne replica fedelmente le funzionalità).
          • MeX scrive:
            Re: la comunità open source non emula!

            E' solo che non mi veniva un termine migliore e
            ho dato per scontato che il lettore avrebbe
            afferrato il significato specifico della parola
            all'interno del contesto della frase (FreeDOS è
            un OS, quindi "emula" MS-DOS nel senso che ne
            replica fedelmente le
            funzionalità).[yt]dZbkVgPfGs0[/yt]
          • Giggi Giggi scrive:
            Re: la comunità open source non emula!
            - Scritto da: Alfonso Maruccia
            Si, conosco bene il significato di emulazione,
            visto che l'ho studiato sulla tesi di laurea di
            Nicola Salmoria (uno che in fatto di emulazione
            ne sa più di chiunque altro,
            credo).Gia', Il mitico MAME ;-)
          • LuciferSam scrive:
            Re: la comunità open source non emula!
            non era EMMA? Emulatore Macchine Multiple Arcade ? :-D
      • say no scrive:
        Re: la comunità open source non emula!
        - Scritto da: Alfonso Maruccia
        No, ma FreeDOS si. Nasce come progetto per
        raggiungere una compatibilità del 100% con le
        applicazioni DOS. Quindi nei fatti è un tentativo
        (lodevolissimo, per carità) di "emulazione" del
        codice originale di
        Paterson/Microsoft.ma hai usato una terminologia sbagliata e fuorviantenon si tratta assolutamente di emulazione (semmai è una nuova implementazione libera)... dovresti usare "liberazione" e non emulazione...
  • uno qualsiasi scrive:
    Farewell to DOS
    Dedico questa canzone al DOS.http://www.qbasicstation.com/Farewell_to_DOS.mp3Qui c'è il testo:http://www.qbasicstation.com/index.php?c=i_f2dos
    • nessuno scrive:
      Re: Farewell to DOS
      Ma quale addio. Il dos prompt sta sempre lí.Se devi mettere le mani su un server dove il sistemista non ha installato nemmeno Process explorer vai di netstat a manella.
      • nessuno scrive:
        Re: Farewell to DOS
        - Scritto da: nessuno
        Ma quale addio. Il dos prompt sta sempre lí.
        Se devi mettere le mani su un server dove il
        sistemista non ha installato nemmeno Process
        explorer vai di netstat a
        manella.E poi piangi perché non puoi fare nemmeno un tail
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: Farewell to DOS
        - Scritto da: nessuno
        Ma quale addio. Il dos prompt sta sempre lí.Dal sito: <i
        Now in Windows XP and Vista, the Command Prompt doesn't even give credit to the name DOS. So I guess this means that DOS is really gone! </i
        • styx scrive:
          Re: Farewell to DOS
          - Scritto da: uno qualsiasi
          - Scritto da: nessuno

          Ma quale addio. Il dos prompt sta sempre
          lí.

          Dal sito: <i
          Now in Windows XP and Vista,
          the Command Prompt doesn't even give credit to
          the name DOS. So I guess this means that DOS is
          really gone! </i

          Si , in un certo senso sono corrette entrambe le affermazioni.In XP non c'e' l'msdos (ma un programma chiamato ntvdm.exe) MA C'E' il "dos prompt" (appunto implementato nel ntvdm)
    • monocellula re scrive:
      Re: Farewell to DOS
      - Scritto da: uno qualsiasi
      Dedico questa canzone al DOS.

      http://www.qbasicstation.com/Farewell_to_DOS.mp3

      Qui c'è il testo:
      http://www.qbasicstation.com/index.php?c=i_f2dosBellissima!...la trovo su iTunes ?; )
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: Farewell to DOS
        No. Ma su youtube trovi questa, dello stesso autore:[yt]Mal6XbN5cEg[/yt]
        • Prozac scrive:
          Re: Farewell to DOS
          - Scritto da: uno qualsiasi
          No. Ma su youtube trovi questa, dello stesso
          autore:

          [yt]Mal6XbN5cEg[/yt]Allora, visto che siamo in Italia, rispondo con questa:[yt]7jI4DnRJP3k[/yt]-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 28 luglio 2011 22.12-----------------------------------------------------------
    • bertuccia scrive:
      Re: Farewell to DOS
      - Scritto da: uno qualsiasi

      Dedico questa canzone al DOS.

      http://www.qbasicstation.com/Farewell_to_DOS.mp3 :D lol

      Qui c'è il testo:
      http://www.qbasicstation.com/index.php?c=i_f2dos <i
      "C <b
      colin </b
      backslash greater than sign" </i
      ma non è <i
      colon </i
      ?
      • panda rossa scrive:
        Re: Farewell to DOS
        - Scritto da: bertuccia
        - Scritto da: uno qualsiasi



        Dedico questa canzone al DOS.




        http://www.qbasicstation.com/Farewell_to_DOS.mp3

        :D lol




        Qui c'è il testo:


        http://www.qbasicstation.com/index.php?c=i_f2dos

        <i
        "C <b
        colin </b

        backslash greater than sign" </i



        ma non è <i
        colon </i
        ?Certo che e' colon, ma chi ha trascritto il testo evidentemente e' un utente fessbuk e non un informatico.
  • Ruppolo scrive:
    Chi è ricco oggi è stato un ladro ieri
    Microsoft 'ruba' il qdos a SPC, Apple 'ruba' il mouse a Xerox,Microsoft 'ruba' l'interfaccia del macintosh e realizza il windows.Bill e Steve, due lati della stessa medaglia.
    • panda rossa scrive:
      Re: Chi è ricco oggi è stato un ladro ieri
      - Scritto da: RuppoloChi sei tu? Non sei ruppolo.Se vuoi dire la tua, dilla, ma senza travestirti da qualcun altro.
      • James Kirk scrive:
        Re: Chi è ricco oggi è stato un ladro ieri
        - Scritto da: panda rossa
        Non sei ruppolo.Infatti non è ruppolo. Nè il titolo nè la frase in generale possono essere suoi, ma specialmente non avrebbe mai potuto scrivere 'Apple ruba il mouse a Xerox'.... e poi Jobs ladro ??? Ruppolo chiederebbe l'eutanasia piuttosto che solo pensarlo.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 28 luglio 2011 18.35-----------------------------------------------------------
      • Lucadiver scrive:
        Re: Chi è ricco oggi è stato un ladro ieri
        fosse lui veramente avrebbe detto altro 8)
    • pietro scrive:
      Re: Chi è ricco oggi è stato un ladro ieri
      - Scritto da: Ruppolo
      Microsoft 'ruba' il qdos a SPC, Apple 'ruba' il
      mouse a
      Xerox,
      Microsoft 'ruba' l'interfaccia del macintosh e
      realizza il
      windows.
      Bill e Steve, due lati della stessa medaglia.dovresti informati meglio, Apple ha regolarmente acquistato da Xerox sia l'interfaccia che l'uso del mouse, microsoft ha regolarmente acquistato il dos ma non ha pagato nulla per le finestre.
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: Chi è ricco oggi è stato un ladro ieri
        Ma hai guardato il nick? Non ti sei accorto che è uno scherzo questo post?
    • Andrea S scrive:
      Re: Chi è ricco oggi è stato un ladro ieri
      Vattene buffone, non sei il vero Ruppolo!Ridacci quello vero... anzi tieniti pure lui :-D
    • styx scrive:
      Re: Chi è ricco oggi è stato un ladro ieri
      - Scritto da: Ruppolo
      Microsoft 'ruba' il qdos a SPC, Apple 'ruba' il
      mouse a
      Xerox,
      Microsoft 'ruba' l'interfaccia del macintosh e
      realizza il
      windows.
      Bill e Steve, due lati della stessa medaglia.Troll a parte, il titolo assomiglia in modo inquietante alla verita'. Comunque ci sono dei distinguo: per es tra Apple #1 e Apple#2. Apple#1 era fondamentalmente wozniak ,ed e' stato cult. Apple#2 (quella dei mac) lo e' meno. Specie OGGI (gadget company). Il porcheggiamento con xerox non e' probabilmente una cosa di cui vantarsi, ma il Billo nazionale ha fatto molto di peggio.Il Billo infatti ha fatto delle porchierie furbesche da PRIMA di fondare la micro-soft ... come quando usava a sbafo per motivi privati di biz il tempo macchina universitario in timesharing e le abilita' hw altrui per il suo traf-o-data. Salvo poi lagnarsi quando qualcuno ha trovato valido il basic per l'altair e -orrore- l'ha duplicato.. scandalo.
    • Zanna scrive:
      Re: Chi è ricco oggi è stato un ladro ieri
      Ruba pagandolo 75K dollari ? Ed esattamente perchè ? Perchè non va da Paterson a dire "ehi con il tuo lavoro, che ovviamente ti pago, io ci posso fare miliardi perchè ho l'aggancio giusto in IBM e tu no" ? Quindi oggi se una azienda qualsiasi ne' acquista un'altra (o un suo prodotto) per poi rivenderlo perchè ha agganci sul mercato è un ladro ? Cioè quello che fa LEGALMENTE il 100% delle società di oggi ?Originale come interpretazione di rubare, meno originale come trollata gratuita.
      • ruppolo scrive:
        Re: Chi è ricco oggi è stato un ladro ieri
        - Scritto da: Zanna
        Ruba pagandolo 75K dollari ? Ed esattamente
        perchè ?Il mio falso ha semplicemente sbagliato verbo, non voleva dire "ruba", ma "ricetta".
    • say no scrive:
      Re: Chi è ricco oggi è stato un ladro ieri
      - Scritto da: Ruppolo
      Microsoft 'ruba' il qdos a SPC, Apple 'ruba' il
      mouse a
      Xerox,
      Microsoft 'ruba' l'interfaccia del macintosh e
      realizza il
      windows.
      Bill e Steve, due lati della stessa medaglia.da quando in qua dici anche qualcosa di ragionevole, sensato e realistico?ad ogni modo, anche se probabilmente c'è stato un qualche "furto di dentità", me ne compiaccio
    • say no scrive:
      Re: Chi è ricco oggi è stato un ladro ieri
      - Scritto da: Ruppolo
      Bill e Steve, due lati della stessa medaglia.MICROSOFT:- The Secret Origin of Windowshttp://technologizer.com/2010/03/08/the-secret-origin-of-windows/- Microsoft: storia di un monopoliohttp://web.peacelink.it/boycott/microsoft/ms.htmAPPLE: Mela marciahttp://www.agenziax.it/?pid=43&sid=30http://www.agenziax.it/imgProdotti/43D.pdfGOOGLE: Luci e ombrehttp://www.ippolita.net/googlehttp://www.ippolita.net/5.html
    • Darwin scrive:
      Re: Chi è ricco oggi è stato un ladro ieri
      Non sei il vero ruppolo e si vede.I suoi post sono unici nel loro genere. :D
Chiudi i commenti