Blade Runner 2099: la serie confermata da Amazon

Blade Runner 2099: la serie confermata da Amazon

Un sequel per il film uscito negli anni scorsi: Amazon conferma la produzione di Blade Runner 2099, nel progetto c'è anche Ridley Scott.
Un sequel per il film uscito negli anni scorsi: Amazon conferma la produzione di Blade Runner 2099, nel progetto c'è anche Ridley Scott.

Sulla falsariga di quanto fatto con Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere (da oggi è disponibile il quarto episodio), Amazon darà vita al sequel di una delle saghe più iconiche della cinematografia sci-fi. Il gruppo ha confermato la produzione di Blade Runner 2099. Non si tratterà questa volta di un lungometraggio, bensì di una serie.

Amazon conferma la serie Blade Runner 2099

Hanno dunque trovato conferma le indiscrezioni circolate nei mesi scorsi. Il progetto vedrà il coinvolgimento diretto del regista Ridley Scott, seppur nelle vesti di produttore esecutivo. Questo dovrebbe garantire la qualità del prodotto finale, come già avvenuto per la seconda pellicola vista negli anni scorsi, rivelatasi in grado di soddisfare anche gli appetiti dei più esigenti per fedeltà narrativa e stilistica.

Nessun dettaglio è trapelato a proposito della trama. Con tutta probabilità, conosceremo l’evoluzione degli eventi iniziati con la trasposizione su grande schermo del romanzo Ma gli androidi sognano pecore elettriche? di Philip K. Dick, che ha visto Harrison Ford nei panni di uno dei protagonisti. Al momento non è dato a sapere nemmeno per quando sia stata fissata la data di uscita, che comunque immaginiamo non avverrà almeno fino al 2023. Non ci sorprenderebbe assistere al rilascio di un teaser trailer già a breve, così da far crescere hype e aspettative.

Per ingannare l’attesa è possibile guardare in streaming il primo Blade Runner uscito nel 1982 e il sequel Blade Runner 2049 del 2017. Una maratona perfetta in vista del weekend. I due film si trovano su Prime Video. L’intero catalogo della piattaforma è accessibile con l’abbonamento Amazon Prime: chi non l’ha ancora attivato può approfittare dei 30 giorni di prova gratuita, beneficiando così di tutti i servizi inclusi.

Fonte: Variety
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 16 set 2022
Link copiato negli appunti