Blocco di Beeper Mini: indagine della FCC su Apple?

Blocco di Beeper Mini: indagine della FCC su Apple?

La FCC potrebbe avviare un'indagine su Apple per verificare il rispetto delle regole su accessibilità e usabilità dei servizi di messaggistica.
Blocco di Beeper Mini: indagine della FCC su Apple?
La FCC potrebbe avviare un'indagine su Apple per verificare il rispetto delle regole su accessibilità e usabilità dei servizi di messaggistica.

Apple ha impedito agli utenti Android di accedere al servizio iMessage con l’app Beeper Mini. Secondo Brendan Carr, commissario della FCC (Federal Communications Commission), l’agenzia dovrebbe avviare un’indagine per verificare se l’azienda di Cupertino ha violato le regole su accessibilità, usabilità e compatibilità.

Indagine della FCC su Apple?

Beeper Mini è stata rilasciata all’inizio di dicembre 2023. Consentiva agli utenti Android di accedere al servizio iMessage, grazie al reverse engineering del protocollo. Le comunicazioni erano protette dalla crittografia end-to-end e i messaggi ricevuti dagli utenti Android venivano mostrati sull’iPhone con una bolla blu, invece di verde.

Qualche giorno dopo, Apple ha bloccato l’accesso al servizio. È quindi iniziato uno scontro tra la software house guidata da Eric Migicovsky e l’azienda di Cupertino. Beeper ha introdotto vari workaround, tra cui l’uso di Apple ID, Mac e iPhone, ma alla fine è stata costretta ad arrendersi (l’app è stata rimossa dal Google Play Store).

Alcuni politici statunitensi di entrambi gli schieramenti hanno chiesto al Dipartimento di Giustizia di avviare un’indagine sul comportamento di Apple. La FTC ha invece pubblicato un post che parla di interoperabilità, senza tuttavia nessun riferimento allo scontro tra Apple e Beeper.

Durante la State of the Net Conference, il commissario Brendan Carr ha chiesto alla FCC di avviare un’indagine per verificare la violazione delle regole su accessibilità, usabilità e compatibilità dei servizi di messaggistica.

Al punto 14.20 è scritto che i fornitori dei servizi di comunicazione non possono usare funzionalità che impediscono l’accessibilità. Secondo il commissario, le bolle verdi non permettono agli utenti con problemi visivi di capire chi ha inviato i messaggi.

I colori differenti per i messaggi fanno parte di un insieme più ampio di pratiche implementate da Apple per ostacolare i concorrenti. Al momento non ci sono conferme relative all’avvio di un procedimento formale.

Fonte: The Verge
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 13 feb 2024
Link copiato negli appunti