Blockchain e IA: incentivi per 45 milioni dal MISE

Blockchain e IA: incentivi per 45 milioni dal MISE

Il MISE ha pubblicato le modalità e i termini di presentazione delle domande per accedere ai fondi riservati a blockchain, IA e Internet of Things.
Il MISE ha pubblicato le modalità e i termini di presentazione delle domande per accedere ai fondi riservati a blockchain, IA e Internet of Things.

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato il decreto che stabilisce le modalità e i termini di presentazione delle domande per chiedere l’accesso ai finanziamenti del fondo per lo sviluppo delle tecnologie e delle applicazioni di intelligenza artificiale, blockchain e Internet of Things, per il quale è prevista una dotazione iniziale di 45 milioni di euro. Le richieste potranno essere inviata a partire dal 21 settembre 2022.

Incentivi per IA, blockchain e IoT

Possono accedere al fondo le aziende di qualsiasi dimensione, costituite in forma societaria e che esercitano attività industriali di produzione di beni e servizi, agro-industriali, artigiane, di trasporto e di servizi alle imprese, oltre ai centri di ricerca con personalità giuridica. Le grandi imprese devono però avviare una collaborazione con le PMI beneficiarie. I soggetti ammissibili possono presentare anche progetti in forma congiunta, fino ad un numero massimo di cinque partecipanti per ciascun progetto.

I 45 milioni di euro sono così ripartiti: 25 milioni di euro per lo sviluppo dell’intelligenza artificiale; 10 milioni di euro per lo sviluppo della tecnologia blockchain; 10 milioni di euro per lo sviluppo delle tecnologie Internet of Things (IoT). Una quota pari al 60% è riservata ai progetti di ricerca, sviluppo e innovazione proposti da PMI e reti di imprese.

Gli incentivi copriranno le spese e i costi non inferiori a 500.000 euro e non superiori 2 milioni di euro nei seguenti settori strategici prioritari: industria e manifatturiero, sistema educativo, agroalimentare, salute, ambiente ed infrastrutture, cultura e turismo, logistica e mobilità, sicurezza e tecnologie dell’informazione, aerospazio.

A partire dal 14 settembre sarà disponibile una fase di precompilazione che consentirà di avviare l’inserimento della documentazione sulla piattaforma online. La richiesta potrà essere inviata dal 21 settembre.

Fonte: MISE
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 5 lug 2022
Link copiato negli appunti