Blockchain, IA e IoT: incentivi per le imprese

Blockchain, IA e IoT: incentivi per le imprese

Le imprese possono caricare da oggi la documentazione per accedere ai fondi dedicati a blockchain, intelligenza artificiale e Internet of Things.
Le imprese possono caricare da oggi la documentazione per accedere ai fondi dedicati a blockchain, intelligenza artificiale e Internet of Things.

A partire dal 21 settembre sarà possibile presentare la domanda per richiedere i finanziamenti del Fondo per lo sviluppo delle tecnologie e delle applicazioni di intelligenza artificiale, blockchain e Internet of Things. Le imprese e i centri di ricerca potranno accedere ai 45 milioni di euro stanziati dal Ministero dello Sviluppo Economico. Da oggi è disponibile la fase di precompilazione delle domande.

Fondo per blockchain, IA e IoT

Il fondo è stato istituito dalla legge di bilancio 2019 con una dotazione complessiva pari a 45 milioni di euro. La somma è destinata alla realizzazione di progetti che prevedono attività di ricerca industriale, sviluppo sperimentale, innovazione dell’organizzazione e innovazione di processo, finalizzate al sostegno e allo sviluppo delle tecnologie e delle applicazioni di intelligenza artificiale, blockchain e Internet of Things, nei seguenti settori:

  • industria e manifatturiero
  • sistema educativo
  • agroalimentare
  • salute
  • ambiente ed infrastrutture
  • cultura e turismo
  • logistica e mobilità
  • sicurezza e tecnologie dell’informazione
  • aerospazio

Sono ammissibili i progetti che prevedono spese e costi non inferiori a 500.000 e non superiori a due milioni di euro. Possono partecipare le imprese di qualsiasi dimensione, costituite in forma societaria e che esercitano attività industriali di produzione di beni e servizi, agro-industriali, artigiane, di trasporto, di servizi alle imprese che esercitano le predette attività, nonché i centri di ricerca con personalità giuridica. Tuttavia, le grandi imprese devono presentare progetti che prevedono una collaborazione effettiva con le piccole e medie impres beneficiarie.

Il Ministero ha comunicato che è possibile pre-caricare la documentazione a partire da oggi. L’invio effettivo della richiesta sarà possibile dalle ore 10 del 21 settembre.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Fonte: MiSE
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 14 set 2022
Link copiato negli appunti