Blu-ray, da oggi una sola licenza. A metà costo

Le aziende che possiedono i brevetti delle tecnologie alla base di Blu-ray, DVD e CD hanno unito le forze. Per permettere ai produttori di device di evitare le lungaggini burocratiche e di risparmiare

Roma – Per implementare lo standard Blu-ray all’interno dei propri dispositivi, oggi i produttori devono contattare ciascun detentore dei brevetti, e trattare il costo della licenza con ognuno di essi. Una simile procedura fa lievitare il costo complessivo della tecnologia Blu-ray e rischia di scoraggiare i produttori più piccoli dall’implementarla. Per ovviare a questo ostacolo, e semplificare il licensing della specifica, le aziende titolari dei brevetti relativi a Blu-ray si sono alleate per creare una singola licenza.

Tale licenza non copre soltanto lo standard Blu-ray, ma anche quello DVD e CD: la quasi totalità dei driver a laser blu sul mercato, infatti, è in grado di riprodurre anche i precedenti formati ottici a laser rosso.

Il nuovo programma di licenza verrà gestito da una società indipendente con quartier generale negli States e filiali in Asia, Europa e America Latina. Il nome di tale società non è ancora stato annunciato.

Con questa mossa i supporter di Blu-ray sperano di accelerare la diffusione di questo standard sul mercato, e questo soprattutto grazie ad una drastica riduzione dei costi di licenza, stimata intorno al 40%. Da oggi le royalty saranno di 9,50 dollari per un player hardware, di 14 dollari per un videoregistratore digitale, di 0,11 dollari per un disco ROM, di 0,12 dollari per un disco registrabile e di 0,15 dollari per un disco riscrivibile.

Gli analisti prevedono che, grazie alla riduzione del prezzo delle licenze e a quello dei costi di produzione, entro la fine dell’anno i player Blu-ray scenderanno sotto la soglia 100-150 dollari.

A quanto pare, la nuova società costituita da Sony e compagni non si occuperà solo di vendere licenze, ma – come riporta CDRinfo.com – anche di “applicare speciali misure per incoraggiare i vendor di prodotti Blu-ray a rispettare i vincoli previsti dalla licenza e a identificare più facilmente sul mercato prodotti privi di licenza”. Tra i compiti della nuova entità vi sarà dunque anche quello del controllo, soprattutto su quei mercati – come Taiwan e Cina – dove non sempre i produttori più piccoli rispettano le regole.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Joker scrive:
    Ma scusate...
    in questo articolo sempre di PI non si affermava che il brevetto era stato revocato?http://punto-informatico.it/586519/PI/News/fat-respinto-brevetto.aspx
    • Joker scrive:
      Re: Ma scusate...
      come non detto. http://punto-informatico.it/1378823/PI/News/fat-microsoft-si-garantisce-brevetto.aspx
  • paoloholzl scrive:
    TomTom ... io mi vendicherei!
    Comincerei con il supportare ext3.E soprattutto creare il client di aggiornamento per Linux.Sarebbe un ottimo precedente ...
    • pabloski scrive:
      Re: TomTom ... io mi vendicherei!
      soprattutto la primal'utilizzo del filesystem ext in combinazione con la richiesta agli utenti windows di installare il driver ifs, con tanto di pubblicità dove dice che quel filesystem usato da linux è più stabile, performante e avanzato
  • Flavioweb scrive:
    Cogli l'attimo.
    Prossime versioni di "TomTom" basate solo su Ext2.Nel file d'installazione del software di gestione dei navigatori, basterà inserire anche il driver per il file sistem: http://www.fs-driver.org/.Microsoft contenta (?), noi ancora di più.E se proprio su Windows non funzionerà, basterà installare una qualsiasi distro Linux per risolvere questo (ed altri) problemi.
    • pippo75 scrive:
      Re: Cogli l'attimo.


      E se proprio su Windows non funzionerà, basterà
      installare una qualsiasi distro Linux per
      risolvere questo (ed altri)
      problemi.più facile che tutti passino a Garmin e Tommy lo prenda sui denti.
      • pabloski scrive:
        Re: Cogli l'attimo.
        in pratica dovrebbe esserci una rivoluzione nel mercato dei navigatori solo perchè MS ha fatto causa a TomTom?è impossibile
  • ullala scrive:
    la vedo complicata in europa!
    http://www.linux-watch.com/news/NS9467496750.html
  • Alb scrive:
    Prima devono vincere la causa!
    Il fatto che un'azienda detenga un brevetto non significa che gli venga automaticamente riconosciuta la ragione in tribunale: prima deve dimostrare in che il brevetto è valido e che l'altra parte lo viola. Molti dei brevetti detenuti negli USA sono "facilmente" invalidabili. Ricordate, per es, che hanno cercato di brevettare una cosa simile al sudo? In tribunale è possibile dimostrare che quella cosa esisteva già prima ed annullare il brevetto. Il fatto è che la maggior parte della gente non si vuole imbarcare in una lunga e complessa causa contro una grande azienda e finisce per pagare quanto chiesto.Ciò detto, se MS ritiene di poter difendere i suoi brevetti in tribunale, fa bene a provarci, ma di strada da percorrere prima di vincere una causa del genere ce n'è ed aspetterei un po' prima di cantare vittoria!
  • Paolini scrive:
    GRANDE MS
    Speriamo di liberarci di sto Tom Tom una volta per tutte.
  • anti trust scrive:
    Interoperabilità
    Questa causa potrebbe rivelarsi un boomerang contro Microsoft, se attira l'attenzione dell'antitrust.Sarebbe la prova provata che Microsoft ostacola l'interoperabilità tra i suoi prodotti e quelli della concorrenza.
    • sklivvz scrive:
      Re: Interoperabilità
      Sono assolutamente d'accordo con te. E' chiaro che dal punto di vista dei filesystem Linux abbia un'ampia scelta nativa e che francamente non abbia bisogno e non usi normalmente FAT32 (yuck).La scelta di TomTom di usare FAT32 è chiaramente una scelta di interoperabilità: fatta cioè per permettere agli utenti Windows di poter accedere al loro filesystem con facilità.Sarebbe come dire che Microsoft facesse causa a OpenOffice perchè permette di salvare i documenti in formato Word... Ridicolo!
    • advange scrive:
      Re: Interoperabilità
      Ottima riflessione: sottoscrivo.Anche perché la decisione di usare il FAT non è dettata certo da motivi tecnologici (è il peggior FS sul mercato) ma da semplice presa d'atto di un monopolio di fatto.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 marzo 2009 14.43-----------------------------------------------------------
  • Gigi scrive:
    Per chi non l'avesse capito
    Se si vuole usare un sistema brevettato o tutelato (e non solo per gli OS che sono in fondo una cosa marginale rispetto ad esempio ai medicinali) DEVE PAGARE.Altrimenti utilizza una cosa gratuita.Vuoi usare FAT32? LO PAGHIVuoi usare Windows? LO PAGHIAltrimenti installi Linux e usi altri file system.PUNTOTra l'altro sembra quasi che il cervello che una persona ci mette a inventare una cosa (e non mi riferisco a MS o a OSs) valga meno del ferro che un'industria ci mette a fare una lavatrice (che quelli di TomTom non ruberebbero mai). Discorso trito e ritrito ma non ne diminuisce la validita'.
    • CCC scrive:
      Re: Per chi non l'avesse capito
      - Scritto da: Gigi
      Se si vuole usare un sistema brevettato o
      tutelato (e non solo per gli OS che sono in fondo
      una cosa marginale rispetto ad esempio ai
      medicinali) DEVE
      PAGARE.questo è l'unico scopo per cui esistono i brevetti: servono solo a garantire enormi rendite DEL TUTTO INGIUSTIFICATE a poche persone a discapito del resto del mondo
      Altrimenti utilizza una cosa gratuita.ti ripeto quello detto nell'altro postci sono milioni di persone ogni anno che MUOIONO perché non hanno acXXXXX a FARMACI SALVAVITA (tipo gli antibiotici) a causa dei brevetti sui farmaci: con i brevetti le alternative gratuite NON POSSONO ESISTERE vaglielo a dire ai bambini che muoiono di raffreddore che i brevetti servono...vergognati delle cose che scrivi!!!
      Vuoi usare FAT32? LO PAGHI
      Vuoi usare Windows? LO PAGHIno grazie, non ci tengo proprio...FAT32 fa semplicemente penaWindow$ idem come sopratieniteli... e PAGA!!!o sei di quelli che fanno questi discorsi assurdi e poi hanno Windows e tutto il software craccato???
      Tra l'altro sembra quasi che il cervello che una
      persona ci mette a inventare una cosa (e non mi
      riferisco a MS o a OSs) valga meno del ferro che
      un'industria ci mette a fare una lavatrice (che
      quelli di TomTom non ruberebbero mai). Discorso
      trito e ritrito ma non ne diminuisce la
      validita'.certo... infatti la validità del tuo discorso era ZERO e ZERO rimane
      • pippo75 scrive:
        Re: Per chi non l'avesse capito

        ci sono milioni di persone ogni anno che MUOIONO
        perché non hanno acXXXXX a FARMACI
        SALVAVITA (tipo gli antibiotici) a causa dei
        brevetti sui farmaci: con i brevetti le
        alternative gratuite NON POSSONO
        ESISTERE purtroppo la situazione non è delle migliori, ma qui si parla di altro.
        vaglielo a dire ai bambini che muoiono di
        raffreddore che i brevetti servono...In Africa il problema non sono le medicine, sono le persone che se ne approfittano.Hanno la maggior quantità di materie prime ma vanno a finire per la gente dei peaei "ricchi".
        no grazie, non ci tengo proprio...
        FAT32 fa semplicemente pena
        Window$ idem come sopra
        tieniteli... e PAGA!!!LA FAT32 usata in modo corretto è ancora una soluzione più che ottima.Windows invece pure.
        o sei di quelli che fanno questi discorsi assurdi
        e poi hanno Windows e tutto il software
        craccato???Stesso discorso per chi usa Ubuntu e cracca SW proprietario.
        • Matteo Italia scrive:
          Re: Per chi non l'avesse capito
          - Scritto da: pippo75
          LA FAT32 usata in modo corretto è ancora una
          soluzione più che
          ottima.Ma per favore, un file system senza journaling, senza ACL, che per i dischi attuali deve usare cluster enormi al giorno d'oggi non ha praticamente più ragion d'essere sui dischi fissi dei PC. Il suo unico pregio è la semplicità della struttura, per cui può essere comodo sui dispositivi con poche risorse (come i lettori MP3), che possono leggerlo facilmente.
          • pippo75 scrive:
            Re: Per chi non l'avesse capito

            praticamente più ragion d'essere sui dischi fissi
            dei PC. Il suo unico pregio è la semplicità della
            struttura, per cui può essere comodo sui
            dispositivi con poche risorse (come i lettori
            MP3), che possono leggerlo
            facilmente.quindi in questi casi qui va ancora bene.
          • Matteo Italia scrive:
            Re: Per chi non l'avesse capito
            Certamente, ma appunto solo per il fatto che è un file system semplice (e quindi è supportato un po' da qualunque dispositivo). Sotto tutti gli altri aspetti ci sono alternative molto migliori.Tra l'altro, se Microsoft decidesse di fare causa a tutti i produttori di dispositivi che impiegano FAT32 credo che le corti americane resterebbero ingolfate per diversi anni (pensiamo alle macchine fotografiche digitali, ai lettori MP3, a tutti gli apparecchi con slot per memory card formattate in FAT32...). :)
          • Dan 66 scrive:
            Re: Per chi non l'avesse capito
            - Scritto da: Matteo Italia

            Tra l'altro, se Microsoft decidesse di fare causa
            a tutti i produttori di dispositivi che impiegano
            FAT32 credo che le corti americane resterebbero
            ingolfate per diversi anni (pensiamo alle
            macchine fotografiche digitali, ai lettori MP3, a
            tutti gli apparecchi con slot per memory card
            formattate in FAT32...).
            :)... ma tu sei sicuro che non abbiano pagato i diritti di utilizzo? Non stiamo mica parlando di rapporti fra un gigante (Microsoft) ed un nano filantropo. TomTom non è il poveretto in Africa che muore perchè non ha le medicine. TomTom è un colosso che fa miliardi usando, fra l'altro, il lavoro di altri. Vi sembra così assurdo che lo debba pagare? Non vuole pagarlo? Fat32 "fa schifo"? Non c'è problema. sviluppa un proprio sistema, pagando adeguatamente i propri ingegneri e programmatori e non dovrà dare nulla a MS...Se il lavoro intellettuale non vale nulla, parlo di quello commercialmente sfruttabile, non vale nulla nemmeno il lavoro del programmatore... Allora perchè pagarlo? Non sarebbe più comodo per MS licenziare una valanga di programmatori ed infarcire il proprio codice del lavoro fatto gratuitamente dagli sviluppatori di Linux... e farsi pagare? Perchè non è che TomTom i suoi prodotti te li regala (almeno a me non li regala, non so a voi)... Allora dovremmo protestare con TomTom perchè ci vende qualcosa che non è suo... Un po' come Totò (curiosa l'assonanza) che si vendeva la Fontana di Trevi...L'esempio delle medicine e dell'Africa, quando di mezzo c'è MS è quanto mai fuori luogo... Zio Bill ha devoluto fior di quattrini proprio per il problema dei farmaci in Africa, per cui accostarlo a questo mi sembra quanto meno ingiurioso...
          • CCC scrive:
            Re: Per chi non l'avesse capito
            [...]
            Se il lavoro intellettuale non vale nulla, parlo
            di quello commercialmente sfruttabile, non vale
            nulla nemmeno il lavoro del programmatore...
            Allora perchè pagarlo? Non sarebbe più comodo per
            MS licenziare una valanga di programmatori ed
            infarcire il proprio codice del lavoro fatto
            gratuitamente dagli sviluppatori di Linux... e
            farsi pagare? peccato che allora M$ dovrebbe pubblicare tutto il codice sorgente e rilasciare il software con una licenza libera: e ciao ciao soldini...inoltre, le licenze d'uso per i software SONO UNA COSA BEN DIVERSA DAI BREVETTI, tanto è che ci sono leggi diverse che reglolano il diritto d'autore e i brevetti...mi sa che anche tu, come la maggior parte della gente, parli tanto per parlare e sei molto poco informato sulle cose di cui parli
            Perchè non è che TomTom i suoi
            prodotti te li regala (almeno a me non li regala,
            non so a voi)... Allora dovremmo protestare con
            TomTom perchè ci vende qualcosa che non è suo...
            Un po' come Totò (curiosa l'assonanza) che si
            vendeva la Fontana di
            Trevi...bravo... è un esempio che rende abbastanza l'idea di cosa sono i brevetti: qualcun che si appropria di beni comuni e li "rivende" come fossero suoi... solo che questa gente è molto più brava di totò: si fa legalizzare il tutto!
            L'esempio delle medicine e dell'Africa, quando di
            mezzo c'è MS è quanto mai fuori luogo... Zio Bill
            ha devoluto fior di quattrini proprio per il
            problema dei farmaci in Africa, per cui
            accostarlo a questo mi sembra quanto meno
            ingiurioso...come come??? ma tu hai idea di cosa fa zio bill con la sua fondazione??? chi e cosa finanzia? su quali banche si appoggia? quanto scarica ogni anno dalle tasse grazie alle "donanzioni"???cerca un po' in rete, leggi qualche libro, documentati... e poi ne riparliamo...
        • CCC scrive:
          Re: Per chi non l'avesse capito
          - Scritto da: pippo75

          ci sono milioni di persone ogni anno che MUOIONO

          perché non hanno acXXXXX a FARMACI

          SALVAVITA (tipo gli antibiotici) a causa dei

          brevetti sui farmaci: con i brevetti le

          alternative gratuite NON POSSONO

          ESISTERE

          purtroppo la situazione non è delle migliori, ma
          qui si parla di
          altro.di altro? mi sambrava si parlasse di brevetti... vabbé sarò io che mi sono sbagliato...

          vaglielo a dire ai bambini che muoiono di

          raffreddore che i brevetti servono...

          In Africa il problema non sono le medicine, sono
          le persone che se ne
          approfittano.giusto: sono le stesse lobby che brevettano i farmaci e sostengono i governi ladri e dittatori dell'Africa...
          Hanno la maggior quantità di materie prime ma
          vanno a finire per la gente dei peaei
          "ricchi".appunto...e come credi che questo avvenga?documentati prima di scrivere

          no grazie, non ci tengo proprio...

          FAT32 fa semplicemente pena

          Window$ idem come sopra

          tieniteli... e PAGA!!!

          LA FAT32 usata in modo corretto è ancora una
          soluzione più che
          ottima.
          Windows invece pure.ahahahahhh... guarda che lo dice pure zio Bill che FAT32 è una cagata... vatti a leggere un buon libro sui sistemi operativi e file system prima di difendere l'indifendibile...se vuoi ti dò qualche titolo...

          o sei di quelli che fanno questi discorsi
          assurdi

          e poi hanno Windows e tutto il software

          craccato???

          Stesso discorso per chi usa Ubuntu e cracca SW
          proprietario.chi usa software libero non ha alcun bisogno di craccare alcunché... le cose che dici dimostrano tutta la tua ignoranza...
          • pippo75 scrive:
            Re: Per chi non l'avesse capito

            di altro? mi sambrava si parlasse di brevetti...
            vabbé sarò io che mi sono sbagliato...si sta parlando di brfevetti sul SW, i medicinali non sono di questo tipo.

            Hanno la maggior quantità di materie prime ma

            vanno a finire per la gente dei peaei

            "ricchi".

            appunto...e come credi che questo avvenga?
            documentati prima di scrivereprendiamo l'africa, dici che hanno brevettato i giacimenti di petrolio o di minerali?

            LA FAT32 usata in modo corretto è ancora una

            soluzione più che

            ottima.

            Windows invece pure.

            ahahahahhh... guarda che lo dice pure zio Bill
            che FAT32 è una cagata... vatti a leggere un buon
            libro sui sistemi operativi e file system prima
            di difendere l'indifendibile...nell'uso in memorie CF, penne USB e simili che problemi ha questa fat32?Considerando la situaziona attuale degli apparecchi, cosa consigli?Non ti viene in mente che Zio Bill deve dire certe cose per spingere sempre più i nuovi OS?
            se vuoi ti dò qualche titolo...se ne conosci qualcuno di interessante, grazie.

            Stesso discorso per chi usa Ubuntu e cracca SW

            proprietario.

            chi usa software libero non ha alcun bisogno di
            craccare alcunché... le cose che dici dimostrano
            tutta la tua ignoranza...E cosa c'entra, il fatto che uno usa Ubuntu non significa che "deve" per forza usare SW libero e gratuito.Io dimostro sicuramente la mia ignoranza, ma tu dimostri la tua arroganza.
          • CCC scrive:
            Re: Per chi non l'avesse capito
            - Scritto da: pippo75

            di altro? mi sambrava si parlasse di brevetti...

            vabbé sarò io che mi sono sbagliato...

            si sta parlando di brfevetti sul SW, i medicinali
            non sono di questo
            tipo.si stava parlando del "sistema dei brevetti" e di cosa genera, per cui la distinzione che fai non è pertinente


            Hanno la maggior quantità di materie prime ma


            vanno a finire per la gente dei peaei


            "ricchi".



            appunto...e come credi che questo avvenga?

            documentati prima di scrivere

            prendiamo l'africa, dici che hanno brevettato i
            giacimenti di petrolio o di
            minerali?non mi sogno di dirlo... sei tu che forse lo immagini... il che conferma che hai molto bisogno di documentarti


            LA FAT32 non aggiungo altro... dì pure quello che vuoi...non perdo altro tempo su cose ovvie (ampiamente documentate e conclamate) come la pochezza di FAT32

            se vuoi ti dò qualche titolo...

            se ne conosci qualcuno di interessante, grazie.inizia da qui...http://www.libreriauniversitaria.it/moderni-sistemi-operativi-tanenbaum-andrew/libro/9788825618983http://www.deastore.com/book/operating-systems-design-and-implementation-andrew-s-tanenbaum-albert-s-woodhull-pearson-education-us-/9780135053768.html


            Stesso discorso per chi usa Ubuntu e cracca SW


            proprietario.



            chi usa software libero non ha alcun bisogno di

            craccare alcunché... le cose che dici dimostrano

            tutta la tua ignoranza...

            E cosa c'entra, il fatto che uno usa Ubuntu non
            significa che "deve" per forza usare SW libero e
            gratuito.ubuntu non è mica tutto software libero...ha il kernel linux infarcito di blob, usa firmaware e driver non liberi...software libero è altro...
            Io dimostro sicuramente la mia ignoranza, ma tu
            dimostri la tua
            arroganza.arrogante è chi sentenzia su cose come i brevetti senza sapere bene di cosa sta parlando
      • CCC scrive:
        Re: Per chi non l'avesse capito
        - Scritto da: Ciobix[...]
        Quello che dici è ineccepibile dal punto di vista
        morale, ma economicamente, purtroppo, non ha
        senso.
        Se non esistessero i brevetti sui farmaci,
        nessuna impresa investirebbe un euro in ricerca e
        sviluppo, perchè senza la garanzia di ritorno
        economico offerta dal brevetto, sarebbe
        impossibile far fronte agli enormi investimenti
        necessari per la R&S in questo
        settore.hai almeno una vaga idea di quanto prendano queste imprese, da stati e organizzazioni internazionali, in italia e nel mondo, tra finanziamenti pubblici e agevolazioni fiscali varie???la ricerca la fanno CON SOLDI PUBBLICI, salvo poi PRIVATIZZARE i risultati tramite i brevetti e intascarsi LE RENDITE che ne derivano
        E se non esistessero le imprese farmaceutiche, a
        morire non sarebbero solo i bambini dell'Africa,
        ma noi
        tutti.tutti noi e pure i bambini avrebbero le medicine e costerebbero pure enormemente di meno
        Il brevetto, in questo caso, è un compromesso.io lo chiamerei per quello che è: una appropriazione indebita
        Più che altro i governi dovrebbero accordarsi e
        pagare di tasca loro i farmaci ai bambini
        africani...quindi secondo te i governi dovrebbero prima pagare la ricerca (come fanno) con soldi pubbilici (cioé miei e tuoi), poi sempre noi dobbiamo pagarci i farmaci 100 volte quello che dovrebbero valere per far incassare alle imprese le rendite derivanti dai brevetti che si sono fatte coi nostri soldi, e poi, per finire in bellezza, i governi dovrebbero pagare, sempre con i nostri soldi, le medicine ai bimbi africani...ecco a cosa servono i brevetti: a pagare 3 volte, ad un prezzo 10 volte più alto del valore reale, la stessa cosa...
    • gerry scrive:
      Re: Per chi non l'avesse capito
      - Scritto da: Gigi
      Vuoi usare FAT32? LO PAGHIAridaje.In USA forse, in europa quel brevetto non è valido per cui non devi pagare se ti scrivi il codice da solo.
    • the_m scrive:
      Re: Per chi non l'avesse capito
      - Scritto da: Gigi
      Vuoi usare FAT32? LO PAGHI
      Vuoi usare Windows? LO PAGHIMa capisci la differenza tra le due cose?Windows è un PRODOTTO FINALE e quindi ci può stare che sia tutelato dalle leggi (sul copyright) e che non possa masterizzare e lanciare giù dai carri di carnevale. Lo stesso vale per il DRIVER creato e compilato da ms per accedere a fat32 da os windows.FAT32 invece un CONCETTO, una struttura dati, come se io brevettassi una "tabella" (struttura formata da righe e colonne), una "anagrafica clienti", o una qualsiasi delle strutture normalmente usate nei software (liste, pile, alberi, grafi,...)Nessuno di TomTom ha preso e copiato i driver proprietari di MS per la fat32. Hanno usato quelli di linux che sono implementati in modo tale da poter accedere a questo filesystem ma senza usare una sola riga di codice di microsoft. Anche la mia tastiera wireless, mouse, stampante, router, sk grafica, sk audio, monitor, tutto, per interagire tra loro usano strutture dati, protocolli e metodologie che in un certo momento qualcuno ha "inventato", ma per questo non va in giro a chiedere il pizzo a tutti.
    • paolo scrive:
      Re: Per chi non l'avesse capito
      - Scritto da: Gigi
      Se si vuole usare un sistema brevettato o
      tutelato (e non solo per gli OS che sono in fondo
      una cosa marginale rispetto ad esempio ai
      medicinali) DEVE
      PAGARE.
      Altrimenti utilizza una cosa gratuita.

      Vuoi usare FAT32? LO PAGHI
      Vuoi usare Windows? LO PAGHI

      Altrimenti installi Linux e usi altri file system.

      PUNTO

      Tra l'altro sembra quasi che il cervello che una
      persona ci mette a inventare una cosa (e non mi
      riferisco a MS o a OSs) valga meno del ferro che
      un'industria ci mette a fare una lavatrice (che
      quelli di TomTom non ruberebbero mai). Discorso
      trito e ritrito ma non ne diminuisce la
      validita'.Magari il cervello di chi ha "inventato" FAT abita in un corpo indigente mentre i profitti li incamerano gli uffici legali. E' ridicolo parlare di "proprietà intellettuale" perchè è difficile che sia l'intelletto a ricavarne profitto rispetto invece allo sfruttamento che ne fanno consigli di amministrazione e studi legali.
  • Gigi scrive:
    No brevetti no parti
    Senza la possibilita' di sfruttare i diritti di un'invenzione le aziende non investirebbero piu' in ricerca. Poi, che uno possa inventarsi brevetti per tutelare sistemi chiusi (e quindi non un'invenzione) questo e' un'altro discorso ma i brevetti ci vogliono eccome.
    • CCC scrive:
      Re: No brevetti no parti
      - Scritto da: Gigi
      Senza la possibilita' di sfruttare i diritti di
      un'invenzione le aziende non investirebbero piu'
      in ricerca. balle...ci sono università che investono in ricerca e non brevettanoci sono professori ordinari che fanno ricerca (e che conosco di persona) che se potessere eliminerebbero i brevetti dalla faccia della terra perché li ritengono UN GRAVISSIMO OSTACOLO ALLA RICERCA
      Poi, che uno possa inventarsi
      brevetti per tutelare sistemi chiusi (e quindi
      non un'invenzione) questo e' un'altro discorso ma
      i brevetti ci vogliono
      eccome.questo lo dici tunessuno inventa nulla: tecnologia e ricerca nascono da milioni di anni di conoscenza condivisa accumulata dall'umanità con esperienze e sforziio sono discendente di chi ha inventato la scrittura: dovresti pagarmi per il post che hai appena scritto?il punto è che sono i brevetti in generale ad essere immorali e del tutto ingiustificatibrevettare equivale sempre ad appropriarsi di conoscenze comuni a tutti perché ogni brevetto nasce sfruttando le conoscenze accumulate dall'uomo nei millenni...brevettare è UN FURTO, una APPROPRIAZIONE INDEBITA di beni comuni...brevettare NON porta progresso ma, anzi, LO OSTACOLA, vreando anche sofferenze immense agli uominici sono milioni di persone ogni anno che MUOIONO perché non hanno acXXXXX a FARMACI SALVAVITA (tipo gli antibiotici) a causa dei brevetti sui farmaci: vaglielo a dire che i brevetti servono...servono solo a garantire enormi rendite DEL TUTTO INGIUSTIFICATE a poche persone a discapito del resto del mondovergognati delle cose che scrivi
      • Pinguino scrive:
        Re: No brevetti no parti
        Bravo! Bravo! Bravo!Ti quoto pienamente!Se avessi avuto una visione cosi' chiara del problema lo avrei scritto anche io cosi'!!:)L'esempio dei medicinali.. fantastico! Complimenti perchè sei uno dei pochi che ha capito come gira il mondo!
  • Redo scrive:
    [OT] Petizione diritto alla cultura
    Non mi sembra di aver letto un rifermiento da parte di PI a questa petizione che riporta la data del 2 gennaio...http://www.altroconsumo.it/asp/SmartInquiry/SmartInquiry.aspx?src=231823Ciao e scusate l'OT, ma penso che a qualcuno possa interessare.Ciao.
  • pippolo scrive:
    Infatti Dante Alighieri...
    ...ha intitolato la sua opera più famosa "LADIVCOM", a dimostrazione del fatto che prima di MS nessuno aveva mai pensato di assegnare a un contenitore di informazione un nome di lunghezza superiore a otto caratteri!Addirittura Plinio il Giovane (in arte Plinio Fernando) scrisse un libello dal provocatorio titolo "DEBRENOM" (De Brevitate Nominis) in cui stigmatizzava pesantemente la corrente di pensiero costituita dai cosiddetti "Logorroici"!Quindi grande novità il brevetto di MS, clap, clap, clap.
  • mirafiori scrive:
    W I BREVETTI
    Alla fine dei conti, la maggiorparte dei post in questo articolo sono OT, faziosi, e dettati da persone assolutament eignoranti in materia di proprietà intellettuale. Chi usa tecnologie altrui, anche se vecchie, senza accordi con chi detiene il brevetto, deve pagare!. Stop. la richiesta di MS è legittima, come è legittima qualsiasi richiesta di violazione di brevetti da parte di Apple, o qualsiasi altra azienda.Che tomtom usi fs non coperti da brevetti, su Linux ne esistono tanti. Hanno usato Linux come OS dei soui tomtom poi per avere maggiore compatibilità con le schedine, hanno pensato male di utilizzare FAT32....
    • andoviene scrive:
      Re: W I BREVETTI
      perche' posti XXXXXte figliolo?
    • mimmo c scrive:
      Re: W I BREVETTI
      E si vero...che mondo sarebbe senza brevetti..la conoscenza dell'uomo, le scoperte scientifiche, e persino le leggi della fisica!http://www.dreambox.it/news/view.php?id=4912
      • mirafiori scrive:
        Re: W I BREVETTI
        - Scritto da: mimmo c
        E si vero...che mondo sarebbe senza brevetti..la
        conoscenza dell'uomo, le scoperte scientifiche, e
        persino le leggi della
        fisica!
        La conoscenza dell'uomo, le scoperte scientifiche non sono brevettabili ma dopo aver acquisito questi fattori, ovvero le competenze tecniche, si applicano, può venir fuori un prodotto che migliora la nostra vita quotidiana ed è quì che si può innescare il brevetto. Poi se vogliamo andare avanti di luoghi comuni come volete, ma per fortuna queste cose vengono regolamentate da persone intelligenti!
        http://www.dreambox.it/news/view.php?id=4912
      • Andrea scrive:
        Re: W I BREVETTI
        Lunedi io brevetto il sistema per percorrere traiettorie curvilinee sospinti da mezzi di trasporto alimentati a combustibile fossile.Poi il primo di voi che non va a sbattere in macchina mi deve pagare.
    • pabloski scrive:
      Re: W I BREVETTI
      quindi pure i patent troll hanno aspirazioni legittime?e brevettare il "meccanismo di espulsione di liquidi corporei" pure ti pare logico? no perchè se è così io corro a brevettarlo, poi azzi tua quando devi andare in bagno
      • mirafiori scrive:
        Re: W I BREVETTI
        Il brevetto è un titolo giuridico in forza al quale viene conferito un monopolio temporaneo di sfruttamento dell'invenzione in un territorio e per un periodo ben determinati, al fine di impedire ad altri di produrre, vendere o utilizzare la propria invenzione senza autorizzazione. Per invenzioni si intende una soluzione nuova ed originale di un problema tecnico. Essa può riguardare un prodotto o un proXXXXX (metodo, procedimento). Da wikipedia.it. Per te l'espulsione di liquidi è un innovazione di proXXXXX o di prodotto?
        • pabloski scrive:
          Re: W I BREVETTI
          hai detto bene...innovazione di un prodotto o un process, non di un principio teoricomotivo per cui quando i legislatori erano legislatori fu deciso di non concedere i brevetti per le opere letterarie ed artistichegli algoritmi sono ascrivibili appunto alla categoria delle opere letterarie ed artistichepurtroppo per spinte lobbistiche, negli USA si è passati a considerare gli algoritmi come prodottie infatti in nessun Paese al di fuori degli USA esistono i brevetti in campo informaticosi concedono brevetti per specifiche implementazioni, ma mai per un principio, come invece sta accadendo negli USAsecondo te FAT è un'innovazione di prodotto o proXXXXX?
    • CCC scrive:
      Re: W I BREVETTI
      - Scritto da: mirafiori
      Alla fine dei conti, la maggiorparte dei post in
      questo articolo sono OT, faziosi, e dettati da
      persone assolutament eignoranti in materia di
      proprietà intellettuale.1°) parla per te2°) la cisddetta "proprietà intellettuale" NON esiste né nel diritto né nel senso comune... http://www.gnu.org/philosophy/words-to-avoid.it.html#IntellectualPropertyhttp://www.gnu.org/philosophy/not-ipr.it.html
      Chi usa tecnologie
      altrui, anche se vecchie, senza accordi con chi
      detiene il brevetto, deve pagare!. Stop. nessuno inventa nullatecnologia e ricerca nascono da milioni di anni di conoscenza condivisa accumulata dall'umanità con esperienze e sforziio sono discendente di chi ha inventato la scrittura: dovresti pagarmi per il post che hai appena scritto?
      la richiesta di MS è legittima, come è legittima
      qualsiasi richiesta di violazione di brevetti da
      parte di Apple, o qualsiasi altra azienda.il punto è che sono i brevetti in generale ad essere immorali e del tutto ingiustificatibrevettare equivale sempre ad appropriarsi di conoscenze comuni a tutti perché ogni brevetto nasce sfruttando le conoscenze accumulate dall'uomo nei millenni...brevettare è UN FURTO, una APPROPRIAZIONE INDEBITA di beni comuni
      Che tomtom usi fs non coperti da brevetti, su Linux
      ne esistono tanti. non sai di cosa parli
      Hanno usato Linux come OS dei
      soui tomtom poi per avere maggiore compatibilità
      con le schedine, balle... se avessero usato un altro kernel, o un s.o. Micro$oft per esempio, avrebbero avuto la stesa identica compatibilità... forse anche di più...
      hanno pensato male di utilizzare
      FAT32....su questo concordo: FAT32 è una immensa cag.ta...
      • the_m scrive:
        Re: W I BREVETTI
        Non sono l'altro utente ma ti rispondo lo stesso, visto che non hai capito proprio niente- Scritto da: mirafiori
        Ahahah, mi riporti il sito di gnu? e che mi frega
        scusa, parliamo di Miucrosoft o di altre aziende
        che investono ingenti somme di denaro in ricerca
        e sviluppo, poi ne riparliamo.Le aziende che difendono e sfruttano i brevetti sul software e sulle idee sono solo quelle MILIARDARIE, gestiste da colletti bianchi e cravatte non certo da scienziati e tecnici, aziende che possono usare i loro soldi per brevettare ogni sciocchezza.Le ditte di sw piccole o piccolissime, cioè praticamente tutte quelle che ci sono in Italia, avrebbero solo SVANTAGGI dai brevetti perchè potrebbero essere attaccate legalmente per ogni riga di codice che scrivono e per ogni pixel che inseriscono in una GUI.Informati meglio anzichè sparare str*nzate

        io sono discendente di chi ha inventato la

        scrittura: dovresti pagarmi per il post che hai

        appena

        scritto?

        La scrittura non è un prodotto , mi dispiace.- FAIL -Neanche un insignificante algoritmo su una ancor più insignificante struttura dati NON È un prodotto.Tutti i brevetti sul sw pretendono di essere applicati non ai prodotti (per quelli ci sono le leggi sul copyright) ma alle IDEE, ai ragionamenti, come Area_quadrato = lato^2, o quelle vere che ci sono tipo il doppio click del mouse, i tasti pgup/pgdown, la procedura per effettuare un acquisto su internet, insomma tutte XXXXXte del genere.Tra l'altro la FAT non è brevettata, lo è solo il trucchetto che permette di estendere i nomi dei file oltre gli 11 caratteri mantenendo la compatibilità.Gli autori del driver di linux per fat32 si sono studiati queste strutture dati e in UNA LORO LIBRERIA hanno creato le funzioni e scritto il codice per accedervi. Dimmi qual'è il problema? Cosa vuole m$.. che vadano a lavorare, parassiti

        il punto è che sono i brevetti in generale ad

        essere immorali e del tutto

        ingiustificati
        ingiustificato far valere la propria proprietà
        su un sistema non Windows? Questa è la più bella
        di tutte, sarai sicuramente un ragazzo che ha
        fatto carriera :-DCerto anche tu l'avrai fatta, dall'altro delle tue competenze e capacità intellettive
        Brevettare serve a non far imitare, (Ricordo che si parla sempre di brevetti sui software e quindi sulle IDEE)
        a tenere
        alto il marchio dell'azienda, significa tutelare
        la ricerca tecnologica di proprietà dell'azienda.Stai delirando? Questo che vantaggio porterebbe agli utenti, all'umanità, alla concorrenza, al libero mercato, a coloro che vogliono creare qualcosa in proprio, ecc.?
        Queste cose di proprietà intellettuale di tutti,
        può solo uscire da bocca a qualche cantinaro. E il tuo post può solo uscire di bocca da un MS-lobotomizzato-boy
        Il sapere umano è una cosa, ma le idee sui prodotti,
        è dell'azienda e comunqueSecondo te dovrebbero essere brevettabili le idee, quindi dovrebbe esserci una sola azienda per ogni tipo di prodotto: fazzoletti da naso, mutande, mouse, telefono, auto con motore a scoppio, cd-rom, tutto il vocabolario insomma.Ovviamente con l'impossibilità di pensare o fare qualsiasi cosa nuova perchè è tutto bloccato e si andrebbero a pestare i piedi ai brevetti esistenti.A che bel mondo di MER*A a cui aspira certa gente

        su questo concordo: FAT32 è una immensa

        cag.ta...
        Tomtom non è del tuo parere, fortunatamente tu
        non sei nessuno!Le tue competenze tecniche sono imbarazzanti.FAT32 fa SCHIFO tecnicamente in confronto a tutti i fs moderni (liberi e non), questo è un dato di fatto.Ha il vantaggio di essere semplice e di essere l'unico fs al momento compatibile con tutti gli os. Visto che il 90% dei PC hanno win il quale esce APPOSTA con i driver per i soli 2 filesystem microsoftiani, la scelta di fat è obbligata per chiavi usb e schede di memoria.
      • advange scrive:
        Re: W I BREVETTI

        Ahahah, mi riporti il sito di gnu? e che mi frega
        scusa, parliamo di Miucrosoft o di altre aziende
        che investono ingenti somme di denaro in ricerca
        e sviluppo, poi ne riparliamo.Soldi buttati nel XXXXX, visti i risultati.
        COPnoscenzqa condivisa? Ma da chi? Mica è sempre così?Purtroppo no: è questo che dobbiamo combattere.
        La scrittura non è un prodotto , mi dispiace.E perché no? La scrittura è un prodotto! Molto più del FAT32: ma sai quali sono le caratteristiche del FAT32?
        ingiustificato far valere la propria proprietà
        su un sistema non Windows? Questa è la più bella
        di tutte, sarai sicuramente un ragazzo che ha
        fatto carriera
        :-DIl concetto di carriera per la gente normale non è quello di farsi pagare per scrivere stupidaggini sui forum.
        Brevettare serve a non far imitare, a tenere
        alto il marchio dell'azienda, significa tutelare
        la ricerca tecnologica di proprietà dell'azienda.
        Queste cose di proprietà intellettuale di tutti,
        può solo uscire da bocca a qualche cantinaro. Il
        sapere umano è una cosa, ma le idee sui prodotti,
        è dell'azienda e comunqueMAI e in nessun caso. Tu deridi GNU eppure gran parte del progresso tecnologico in campo informatico si deve a loro ed esclusivamente a loro. Ma tu questo lo ignori senz'altro.
        Tomtom non è del tuo parere, fortunatamente tu
        non sei nessuno!Tomtom, come MS, è del suo stesso parere. Nessun essere umano che capisca qualcosa di informatica la pensa diversamente da lui. Il FAT in tutte le sue versioni è il peggior FS esistente.
        • mirafiori scrive:
          Re: W I BREVETTI
          - Scritto da: advange

          Ahahah, mi riporti il sito di gnu? e che mi
          frega

          scusa, parliamo di Miucrosoft o di altre aziende

          che investono ingenti somme di denaro in ricerca

          e sviluppo, poi ne riparliamo.
          Soldi buttati nel XXXXX, visti i risultati.

          COPnoscenzqa condivisa? Ma da chi? Mica è
          sempre
          così?
          Purtroppo no: è questo che dobbiamo combattere.

          La scrittura non è un prodotto , mi dispiace.
          E perché no? La scrittura è un prodotto! Molto
          più del FAT32: ma sai quali sono le
          caratteristiche del
          FAT32?

          ingiustificato far valere la propria proprietà

          su un sistema non Windows? Questa è la più bella

          di tutte, sarai sicuramente un ragazzo che ha

          fatto carriera

          :-D
          Il concetto di carriera per la gente normale non
          è quello di farsi pagare per scrivere
          stupidaggini sui
          forum.

          Brevettare serve a non far imitare, a tenere

          alto il marchio dell'azienda, significa tutelare

          la ricerca tecnologica di proprietà
          dell'azienda.

          Queste cose di proprietà intellettuale di tutti,

          può solo uscire da bocca a qualche cantinaro. Il

          sapere umano è una cosa, ma le idee sui
          prodotti,

          è dell'azienda e comunque
          MAI e in nessun caso. Tu deridi GNU eppure gran
          parte del progresso tecnologico in campo
          informatico si deve a loro ed esclusivamente a
          loro. Ma tu questo lo ignori
          senz'altro.

          Tomtom non è del tuo parere, fortunatamente tu

          non sei nessuno!
          Tomtom, come MS, è del suo stesso parere. Nessun
          essere umano che capisca qualcosa di informatica
          la pensa diversamente da lui. Il FAT in tutte le
          sue versioni è il peggior FS
          esistente.Mi fa ridere quanto risiki. Fat può essere anche il peggior Fal system esistente, ma allora:1) Perchè tomtom non ne usa uno libero e sicuramente migliore di Fat32? Forse è ridicolo chge il 90% dei pc non la riconoscono?2) Perchè quando Ms viola i brevetti caccia tanti soldono, mentre se li violano gli altri, tutti a criticare Ms che vuole tutelare i suoi brevetti (per un brevetto, venmgono spesi ingenti quantità di capitali).3) Tomtom dal punto sdi vista legale ha torto, e sarà punita, come èp giusto che facciano per chiunque abusi dei brevetti altrui.4) Potete solo riempire questo post di inutile fud, ma alla fine, vedrete che Tomtom dovrà sborsare!
          • advange scrive:
            Re: W I BREVETTI

            Mi fa ridere quanto risiki.Chi non risica non rosica :-)
            Fat può essere anche il peggior Fal system esistente,Non, lo è e basta!
            ma allora:
            1) Perchè tomtom non ne usa uno libero e
            sicuramente migliore di Fat32? Perché si trova di fronte ad un monopolio di fatto ed è pigra.
            Forse è ridicolo chge il 90% dei pc non la
            riconoscono?Non è ridicolo. Si chiama abuso di posizione dominante: per quello esiste l'antitrust.
            2) Perchè quando Ms viola i brevetti caccia tanti soldono,Fatti suoi; è un atteggiamento coerente il suo: campa di brevetti, quindi paga i brevetti.
            mentre se li violano gli altri, tutti a
            criticare Ms che vuole tutelare i suoi brevettiIo l'ho criticata su questo: il FAT non ha nessun concetto innovativo ed è in giro da decenni. Inoltre viene usato solo causa monopolio di fatto. Come vedi la mia è una critica circostanziata e non generica; anche perché in generale sono contrario ai brevetti.
            (per un brevetto, venmgono spesi ingenti quantità
            di capitali)."buttati" è il termine esatto.
            3) Tomtom dal punto sdi vista legale ha torto, e
            sarà punita, come èp giusto che facciano per
            chiunque abusi dei brevetti altrui.Hai già dato la sentenza: ti faccio i miei complimenti.

            4) Potete solo riempire questo post di inutile
            fud, ma alla fine, vedrete che Tomtom dovrà sborsare!Se lo dici tu, ci credo; se per caso il giudice desse torto a MS (magari tra 5 anni) scopriremmo che il FUD era di MS. Sempre che tu sappia cosa significa esattamente FUD.
      • CCC scrive:
        Re: W I BREVETTI
        - Scritto da: mirafiori[...]
        IO non son servo di nessuno. Ms non è l'unica
        azienda che fa rispettare i suoi brevetti, è una
        questione di proprietà intellettuale. come già ampiamente detto e documentato in altri post, la "proprietà intellettuale" non esiste...ber farla breve ti riporto solo questo link, che spiega abbastanza bene come stanno le cose:http://www.gnu.org/philosophy/not-ipr.it.html
        Fat non è
        il frutto di nessuna ricerca universitaria o
        ricerca pagata da noi, è frutto di ricerca di un
        azienda, MS. e quindi? cambia forse qualcosa rispetto al discorso generale sui brevetti?scusa ma questa è decisamente debole... non hai proprio nessuan'altra argomentazione?
        E' del tutto legittima la sua mossa
        legalee chi ha mai detto il contrario?prorpio non sai a cosa aggrapparti...
    • gerry scrive:
      Re: W I BREVETTI
      - Scritto da: mirafiori
      Chi usa tecnologie
      altrui, anche se vecchie, senza accordi con chi
      detiene il brevetto, deve pagare!. Stop.Non è vero, in europa i brevetti software non valgono.
    • lufo88 scrive:
      Re: W I BREVETTI
      Ok, i brevetti nel loro piccolo possono anche servire, ma non per il software! Il software è un'idea! Per tutelare le idee c'è il copyright non certo il brevetto! Un po' come se io brevettassi una canzone! è ridicolo!Dal punto di vista legale Microsoft ha tutte le ragioni di questo mondo naturalmente, ma devo ancora capire perché si parla di Linux in questa notizia.....
  • Luis scrive:
    samba
    Anche smb potrebbe avere lo stesso problema?
    • fiat scrive:
      Re: samba
      No, a meno che quelli di Samba non decidano di distribuire il loro software su memorie di massa formattate in FAT32.
    • ... scrive:
      Re: samba
      non credo,il protocollo CIFS è aperto. il problema è che la stessa microsoftlo implementa non completamente compatibile con le specifiche :)
  • Simone scrive:
    Il bue da del cornuto all'asino!
    perchè Microsoft non ci fa dare un'occhiata al codice di windows.....mi sa che troveremo parecchio codice sotto licenza BSD ( e forse qualcosa anche sotto licenza GPL).... e seppur non violi nessun brevetto dal lato pratico ..dal punto di vista MORALE è tutta un'altra cosa ...
    • pabloski scrive:
      Re: Il bue da del cornuto all'asino!
      no sarebbe interessante un'occhiata al codice proprio per vedere quanti brevetti violano loroin passato se ricordi bene, molte società hanno fatto causa a MS perchè con IE violava un mucchio di brevettie MS ha sempre risolto sborsando qualcosa
    • liberty scrive:
      Re: Il bue da del cornuto all'asino!
      - Scritto da: Simone
      perchè Microsoft non ci fa dare un'occhiata al
      codice di windows.....mi sa che troveremo
      parecchio codice sotto licenza BSD ( e forse
      qualcosa anche sotto licenza GPL)Non serve. E stato già appurato questo. Ed anche per propria ammissione della M$ stessa.
  • serramentis ta scrive:
    devono crepare
    devono crepare sia la microsoft sia la apple!!!
  • Steve Austin scrive:
    Provocazione: microsoft pensa al futuro?
    ovvero se fosse di prossima uscita un navigatore GPS di casa MS con windows mobile?Perché non inziare complicando la vita al produttore numero 1 di navigatori satellitari?
  • ninjaverde scrive:
    Non-capisco
    Non capisco il perchè Tom Tom non renda il suo apparecchio indipendente da brevetti prorietari.Inoltre non capisco il perche' per aggiornare, cambiare ampliare il programma o le librerie sul Tom Tom occorre avere un compuer con XP e scaricare il tutto dal sito ufficiale, obbligatoriamente sulla partizione (o disco C:) e non su di un supportao diverso (tipo d: o secondo disco).... E perchè non scaricare il pacchetto o il tutto su di una partizione linux per poi caricarla sul Tom Tom?....Basterebbe avere qualche utility in più a disposzione per risolvere il problema.Quindi mi pare vi sia su quell'apparecchio una forte incongruenza tra l'uso di Linux e l'uso (obbligatorio) di windows.Ovviamente queste sarebbero domande da fare alla ditta in questione. Forse con un uso misto dei due sistemi hanno semplificato le operazioni di aggiornameto agli utilizzatori di windows, ma non si sono preoccupati di fare un sistema coerente, nè si sono preoccupati di chi usa un SO diverso da windows.
    • iRoby scrive:
      Re: Non-capisco
      Il Tom Tom deve potersi interfacciare con un computer...E il 90% dei computer hanno un sistema operativo Windows. Motivo per cui il Tom Tom per essere accessibile come drive deve avere un file system compatibile con quello di Windows che è brevettato.
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: Non-capisco
        contenuto non disponibile
        • iRoby scrive:
          Re: Non-capisco
          Scusa perché la mia affermazione è falsa?Tra le tante possibilità di connessione che citi, loro hanno preferito quella che ha pestato i piedi a M$. E questo è ciò che ho detto...
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Non-capisco
            contenuto non disponibile
          • gerry scrive:
            Re: Non-capisco
            - Scritto da: unaDuraLezione
            Però visto che tomtom pretende di installare
            parecchia roba sui client, tanto valeva far
            l'interfaccia web o la soluzione di disco
            virtuale (con i/o intercettate) che permettevano
            entrambe l'uso di un filesystem libero (o anche
            proprietario differente da quelli di MS) in mopdo
            trasparente
            all'utente.State banalizzando un po' la cosa, sembra che il solo problema sia attaccare il tom tom al pc.Io la SD la uso (senza riformattarla) su PC, tom tom e macchina fotografica.Ormai il formato di interscambio de facto è FAT, per cui me lo tengo oppure vado incontro a numerosi sbattimenti.Daltronde se la UE pensa che sia una buona cosa standardizzare i caricabatterie, non è un'idea così peregrina standardizzare il formato delle SD.
      • ninjaverde scrive:
        Re: Non-capisco
        Certo, ma basta una utility per rendere possibile l'uso di una altro file-ytem o passare dall'uno all'altro. Inoltre qui la diatriba pare parta dal fatto che si userebbero più di 11 caratteri sui nomefiles, anche perchè mi pare che la FAT32 non appartenga come brevetto alla M$ (o solo alla M$)Al di là di questo il Tom Tom ha delle limitazioni inconcepibili con un sistema Open..... quindi credo sia giusto che paghi i diritti dovuti. Se non voleva pagarli poteva pensarci prima.
  • Dereck Tano scrive:
    Quale miglior Occasione?
    .. per far morire un po per volta anche questa eredità... e passare direttamente anche per le memorie portatili ai filesystem ext3 o reiserfs ??che c'è vo?... potrebbero anche risolvere le vecchie versioni del tom tom brillantemente con degli aggiornamenti
    • millant at ore scrive:
      Re: Quale miglior Occasione?
      infatti, e scrivere da win su ext2/3 è piuttosto semplicewww.fs-driver.orgè ora di buttare via la spazzatura
      • Andrea scrive:
        Re: Quale miglior Occasione?
        si è vero, ext per win è un semplice doppioclick avanti avanti avanti, però il problema è che l'utente medio non sa cosa significhi ne la parola partizione ne la parola filesystem, ne tantomeno la parola PuntoInformatico....ad ogni modo temo che M$ abbia ragione stavolta, sarà che fat32 è un vetusto giocattolo di 15 anni fa creato per poter far funzionare un SO giocattolo di 15 anni fa, ma se tomtom vuole usare una "tecnologia" proprietaria purtroppo deve prima accordarsi con chi la ha creata. se poi è vero che non rispettano la GPL rischiano guai legali anche per quello
        • chepalle scrive:
          Re: Quale miglior Occasione?

          ma se tomtom vuole
          usare una "tecnologia" proprietaria purtroppo
          deve prima accordarsi con chi la ha creata. Più che altro DEVE. Visto che il sistema operativo più diffuso supporta nativamente solo 4 mezzi file system.Fosse per me mi guarderei bene dall'usare fat32 ma si sa se non lo fai sei fuori dai giochi o al max ti devi ridurre a far funzionare il tuo device solo con driver sviluppati appositamente da te (ovvero se non installi il driver non ti funziona) e per dispositivi di archiviazione USB la vedo durina......MS deve schiantare ben bene.
    • bro scrive:
      Re: Quale miglior Occasione?
      - Scritto da: Dereck Tano
      .. per far morire un po per volta anche questa
      eredità... e passare direttamente anche per le
      memorie portatili ai filesystem ext3 o reiserfs
      ??
      ReiserFS?Per carità, dimenticati questo filesystem se tieni ai tuoi dati.
  • millant at ore scrive:
    quello che ANNUNZIATA NON DICE
    è che il mondo opensource aspetta solo un'occasione ghiotta come questa!e sarà il momento della NUCLEAR OPTION grazie ai brevetti registrati dalla OIN http://en.wikipedia.org/wiki/Open_Invention_Network appunto per difendere linux in queste situazioni.sapevate che anche google fa parte di OIN? ;)MS sa bene che non le conviene iniziare questa guerra,vuole solo racimolare un po' di spiccioli per compensare tutti i mancati introiti degli ultimi annistiamo raschiando il barile
    • chojin scrive:
      Re: quello che ANNUNZIATA NON DICE
      - Scritto da: millant at ore
      è che il mondo opensource aspetta solo
      un'occasione ghiotta come
      questa!

      e sarà il momento della NUCLEAR OPTION grazie ai
      brevetti registrati dalla OIN
      http://en.wikipedia.org/wiki/Open_Invention_Networ

      sapevate che anche google fa parte di OIN? ;)

      MS sa bene che non le conviene iniziare questa
      guerra,
      vuole solo racimolare un po' di spiccioli per
      compensare tutti i mancati introiti degli ultimi
      anni

      stiamo raschiando il barileLa Microsoft farà fallire Tom Tom che ha già i conti in rosso e la comprerà in svendita. E se Gates volesse potrebbe anche comprarsi Google--che gonfiata com'è presto farà il botto come tutte le altre speculazioni finanziarie.
      • millant at ore scrive:
        Re: quello che ANNUNZIATA NON DICE
        - Scritto da: chojin

        La Microsoft farà fallire Tom Tom che ha già i
        conti in rosso e la comprerà in svendita.lo spero per MS, perchè in un'era in cui anche il mio XXXXX di casa ha un GPS integrato, non mi pare che brilli nel campo delle mappe... mentre i diretti avversari (nokia con symbian e maemo, google con android, e non dimentichiamo il progetto openstreetmap che cresce in maniera esponenziale) stanno crescendo molto in questo campo.purtroppo per MS, la tua sembra più una trollata che non una profezia... LOL tom tom in svendita (rotfl)

        E se Gates volesse potrebbe anche comprarsi
        GoogleAnche qui gli augurerei vivamente di farlo il più in fretta possibile, perchè per chi non se ne fosse accorto, google sta diventando la nuova MSpurtroppo per lui (e forse per noi) google non ha proprio l'aspetto di una speculazione finanziaria ;)
      • Roger scrive:
        Re: quello che ANNUNZIATA NON DICE

        La Microsoft farà fallire Tom Tom che ha già i
        conti in rosso e la comprerà in svendita.

        E se Gates volesse potrebbe anche comprarsi
        Google--che gonfiata com'è presto farà il botto
        come tutte le altre speculazioni
        finanziarie.Volendo La Microsoft potrebbe comprare la Tom Tom già adesso, non è quello il problema. Google invece no. Casomai, se il trend negativo prosegue, sarà microsoft ad avere seri problemi.
      • advange scrive:
        Re: quello che ANNUNZIATA NON DICE

        La Microsoft farà fallire Tom Tom che ha già i
        conti in rosso e la comprerà in svendita.

        E se Gates volesse potrebbe anche comprarsi
        Google--che gonfiata com'è presto farà il botto
        come tutte le altre speculazioni
        finanziarie.E il caso SCO sta lì a dimostrare quanto tu possa avere ragione...
      • Paul scrive:
        Re: quello che ANNUNZIATA NON DICE
        - Scritto da: chojin
        E se Gates volesse potrebbe anche comprarsi
        Google--che gonfiata com'è presto farà il botto
        come tutte le altre speculazioni
        finanziarie.Ahahah, questa è bella!Casomai è Google che tra un paio di anni si comprerà Microsoft, visto che le sue azioni sono in calo continuo da 10 anni e stanno diventando carta straccia! :-)
        • advange scrive:
          Re: quello che ANNUNZIATA NON DICE

          Ahahah, questa è bella!
          Casomai è Google che tra un paio di anni si
          comprerà Microsoft, visto che le sue azioni sono
          in calo continuo da 10 anni e stanno diventando
          carta straccia!Impossibile: Google finora ha acquistato solo aziende a forte innovazione o strategiche; MS non ha nessuna delle due qualità.
          • Paul scrive:
            Re: quello che ANNUNZIATA NON DICE
            - Scritto da: advange
            Impossibile: Google finora ha acquistato solo
            aziende a forte innovazione o strategiche; MS non
            ha nessuna delle due
            qualità.Infatti la mia era una battuta per sottolineare una cosa che non potrai mai succedere :-)
  • il cuGGino scrive:
    ma sarà possibile brevettare...
    ma sarà possibile brevettare il concetto di brevetto? così chiunque chieda un brevetto dovrà pagare al detentore del brevetto del concetto di brevetto un qualcosa!
    • Senbee scrive:
      Re: ma sarà possibile brevettare...
      ROTFL il brevetto ricorsivo!Geniale, questa me la segno ^____^
    • robi scrive:
      Re: ma sarà possibile brevettare...
      beh.. è gia cosi....... paghi per farti registrare un brevetto..........
    • Darkat scrive:
      Re: ma sarà possibile brevettare...
      se non sbaglio IBM ha fatto una cosa del genere...prova a googlare un pò...come vedi in america le software house non hanno meglio da fare ;)
  • samu scrive:
    e quindi ?
    se non erro i brevetti software in europa non esistono e sopratutto un brevetto americano deve essere registrato anche in europa per valere altrimenti vale la prior art
  • 1.21 GigoWatt scrive:
    Domani mi pagate tutti 1 euro a passo
    Oggi vado a brevettare un "Innovativo metodo per spostarsi senza l'ausilio di mezzi di trasporto" E il primo che vedo camminare senza avermi pagato... in tribunale...MICROSOFT = PAGLIACCI.
    • sdsd scrive:
      Re: Domani mi pagate tutti 1 euro a passo
      hanno brevettato il loro filesystem. Ne hanno diritto
    • Gigi scrive:
      Re: Domani mi pagate tutti 1 euro a passo
      Lo puoi fare tranquillamente e poi se in tribunale hai ragione prendi un sacco di soldi.Puoi anche registrare il marchio www se vuoi poi tutti quelli fai causa a tutti quelli che lo usano.PAGLIACCIO
  • L0cutus scrive:
    ext2/ext3
    cominciassero ad usare il fs in oggetto visto che e' accessibile pure da windows con drivers free e molto stabili...
  • orcoipod scrive:
    Che c'è di strano???
    Tutti i produttori di macchine fotografiche e dispositivi vari che implementano fat 32 pagano microsoft per poterlo fare, è una cosa risaputa, se avessero voluto aggirare il problema sarebbe bastato usare un file system diverso...
    • Gino Pilotino scrive:
      Re: Che c'è di strano???
      Non necessariamente. I brevetti sono sulla gestione dei nomi di files lunghi. Una macchina fotografica, normalmente, non li usa. FAT16 o 32 non sono sotto brevetto.
    • iRoby scrive:
      Re: Che c'è di strano???
      Io penso che una coalizione di aziende che fanno device USB che scelgono un file system libero da integrare nei propri prodotti e installarlo su Windows col CD che è spesso allegato con software di vario tipo, potrebbero obbligare Microsoft a dover integrare anche lei quel file system.E comunque Windows già oggi necessita una continua installazione di qualcosa che faciliti l'uso di dispositivi ed altro...Mia pare una miopia generalizzata.
  • the_m scrive:
    Ma alla fine il SOLITO VERO problema è..
    ..il monopolio di microsoft! C-r-e-p-a!(Vediamo se qualcuno è così poco perspicace da chiedere il perchè o da dire che questo non c'entra con il brevetto su FAT32!!)E intanto noi ci dobbiamo tenere sulle unità esterne un fs *imbarazzante* come fat32 perchè gli altri più decenti e liberi non vengono riconosciuti dagli os windows.Complimenti a M$ e ai M$-fanboy, ora vado a vomitare.
    • deactive scrive:
      Re: Ma alla fine il SOLITO VERO problema è..
      - Scritto da: the_m
      ..il monopolio di microsoft! C-r-e-p-a!

      (Vediamo se qualcuno è così poco perspicace da
      chiedere il perchè o da dire che questo non
      c'entra con il brevetto su
      FAT32!!)

      E intanto noi ci dobbiamo tenere sulle unità
      esterne un fs *imbarazzante* come fat32 perchè
      gli altri più decenti e liberi non vengono
      riconosciuti dagli os
      windows.
      Complimenti a M$ e ai M$-fanboy, ora vado a
      vomitare.si pero' vedi di rimanere in bagno perche' di banalita' simili se ne sono sentite fin troppe.
      • the_m scrive:
        Re: Ma alla fine il SOLITO VERO problema è..
        - Scritto da: deactive
        si pero' vedi di rimanere in bagno perche' di
        banalita' simili se ne sono sentite fin
        troppe.Invece sono già uscito..Sì di banalità se ne sentono tante, come anche di risposte utili e piene di argomentazioni come la tua
    • Luca Schiavoni scrive:
      Re: Ma alla fine il SOLITO VERO problema è..
      - Scritto da: the_m
      ..il monopolio di microsoftMonopolio: 1 forma di mercato caratterizzata dal controllo di una merce o di un servizio da parte di un solo venditore C'e' chi non usa Microsoft, si può non usare microsoft, esistono alternative sul mercato e persino gratuite.
      (Vediamo se qualcuno è così poco perspicace da
      chiedere il perchè o da dire che questo non
      c'entra con il brevetto su
      FAT32!!)Se tu avessi un brevetto credo faresti lo stesso per tenertelo stretto, o no?
      E intanto noi ci dobbiamo tenere sulle unità
      esterne un fs *imbarazzante* come fat32 perchè
      gli altri più decenti e liberi non vengono
      riconosciuti dagli os
      windows.perche' "devi" tenerti unita' esterne imbarazzanti? Io ho una quindicina di hd esterni e chiavette (sommandole), nessuno su fat32.
      Complimenti a M$ e ai M$-fanboy, ora vado a
      vomitare.non ho capito perche' continui ad usare un sistema che non ami, visto che ci sono le alternative :Dfan o non fan, visto che sai che ci sono alternative, abbracciale. E dimentica fat32 e quel che ti fa rovinare la digestione ;)ciao!LucaS
      • sdsd scrive:
        Re: Ma alla fine il SOLITO VERO problema è..
        boh si vede che queste alternative non gli bastanno.Insomma.. sputa dal piatto dove vuole mangiare
        • picard12 scrive:
          Re: Ma alla fine il SOLITO VERO problema è..
          oppure perchè se metto una memoria formattata in ext4 su una macchina digitale non la vede?bravo bel commento..
      • the_m scrive:
        Re: Ma alla fine il SOLITO VERO problema è..
        - Scritto da: Luca Schiavoni
        Monopolio:
        C'e' chi non usa Microsoft, si può non usare
        microsoft, esistono alternative sul mercato e
        persino gratuite.Stai forse dicendo che non esiste il monopolio???Microsoft è stata condannata per questo varie volte, è tutt'ora accusata e cmq non c'è bisogno dei tribunali per capirlo - basta entrare in un'azienda o in un'abitazione privata a caso su questo pianeta.
        Se tu avessi un brevetto credo faresti lo stesso
        per tenertelo stretto, o no?Sì, se avessi decine di miliardi di dollari in tasca farei anche tanto altro.. e certo non farei le pulci a uno stupido hack (di questo si tratta, solo un hack..) patent-trolloso come questo
        Io ho una quindicina di hd esterni e chiavette
        (sommandole), nessuno su fat32.Dimmi a cosa ti serve un'unità mobile se non puoi trasportarla da nessuna parte tranne che sul tuo pc, perchè i clienti, gli amici, i parenti, chi ti pare, non possono accedere da win senza driver specifici a ext2-3-xfs-reiser-quello_che_vuoi
        non ho capito perche' continui ad usare un
        sistema che non ami, visto che ci sono le
        alternative :Dmandriva linux user NON in dual boot da anni, win solo virtualizzato
        fan o non fan, visto che sai che ci sono
        alternative, abbracciale. E dimentica fat32 e
        quel che ti fa rovinare la digestione ;)magari potessi :
        ma il resto del mondo me lo impedisce, se voglio lavorare, comunicare, interagire.... e non stare "chiuso in cantina"-_-(discorso generico che vale per altre 1000 "tecnologie" che ci vengono imposte, non solo per fat ovviamente ^^ )
        • millant at ore scrive:
          Re: Ma alla fine il SOLITO VERO problema è..
          - Scritto da: the_m

          Stai forse dicendo che non esiste il monopolio???
          Microsoft è stata condannata per questo varie
          volte, è tutt'ora accusata e cmq non c'è bisogno
          dei tribunali per capirlobeh tecnicamente ha ragione...si chiama posizione dominante, e l'antitrust serve proprio a regolamentare le aziende che operano in tale situazione.di fatto da posizione dominante a monopoliola strada non è poi così lunga
        • Luca Schiavoni scrive:
          Re: Ma alla fine il SOLITO VERO problema è..
          - Scritto da: the_m
          - Scritto da: Luca Schiavoni

          Monopolio:

          C'e' chi non usa Microsoft, si può non usare

          microsoft, esistono alternative sul mercato e

          persino gratuite.

          Stai forse dicendo che non esiste il monopolio???io dico quel che vedo: puoi comprare un computer che non usa Windows? si. Io ho piu computer "non windows" che Windows, in casa. Ma sul satellite posso usare solo Sky a pagamento. Sky ha il monopolio. La linea telefonica puo installarmela solo Telecom, che ha un monopolio. Se non vedi la differenza.. non so che farci ;)che Microsoft abbia una posizione dominante e' un dato di fatto, ma che si possa scegliere anche.Se qualcuno usa un brevetto Microsoft violandolo questo e' un altro dato di fattoMonopolio o meno.. non puoi violare brevetti. Ao. Lo sa bene la Apple, che per non pagare brevetti decide di cambiare le porte dei propri computer. Tanto per fare un esempio..
          Microsoft è stata condannata per questo varie
          volte, è tutt'ora accusata e cmq non c'è bisogno
          dei tribunali per capirlo - basta entrare in
          un'azienda o in un'abitazione privata a caso su
          questo
          pianeta.non so tu, ma io frequento case e aziende che usano anche altri sistemi.

          Se tu avessi un brevetto credo faresti lo stesso

          per tenertelo stretto, o no?

          Sì, se avessi decine di miliardi di dollari in
          tasca farei anche tanto altro.. e certo non farei
          le pulci a uno stupido hack (di questo si tratta,
          solo un hack..) patent-trolloso come
          questoI miliardi li fai vendendo i tuoi prodotti e facendo rispettare i tuoi brevetti, anche. ;)Ma ao.. il mercato dei PC era ed è aperto a tuttiChi e cosa ha lasciato che Microsoft aumentasse le proprie quote di mercato? E' sucXXXXX solo perche' sono cattivoni e sono stati condannati per questo?Non so tu da quanto usi computer, io dal 1981, Microsoft non sapevo neanche cosa faceva, usavo Sinclair, poi Amiga, poi Apple. Ora uso tutto, e anche tu puoi fare altrettanto.Ergo: il monopolio io non lo vedo, sorry!
          Dimmi a cosa ti serve un'unità mobile se non puoi
          trasportarla da nessuna parte tranne che sul tuo
          pc, perchè i clienti, gli amici, i parenti, chi
          ti pare, non possono accedere da win senza driver
          specifici a
          ext2-3-xfs-reiser-quello_che_vuoida anni col wifi e drive web ho risolto questo e molti altri problemi, ci sono alternative, basta usarle. Se è per questo anche una chiavetta formattata su Mac non posso vederla ovunque, ma non sento mai nessuno urlare contro i formati usati dalla Apple ;) strano, no?
          mandriva linux user NON in dual boot da anni, win
          solo
          virtualizzato
          famme capi', usi Linux e dici che Microsoft ha il monopolio? :DChe Microsoft usi la sua posizione dominante per determinare le scelte ho i miei dubbi, e me li tengo, visto che chiunque puo scegliereIMHO la posizione dominante a microsoft gliel hanno data gli utenti, pigri, e le altre aziende che non hanno saputo fare altrettanto in termini di bassi prezzi, e cloni (leggi Apple) o desktop intuitivi e semplici da usare e standard (leggi: seimila Distro)
          (discorso generico che vale per altre 1000
          "tecnologie" che ci vengono imposte, non solo per
          fat ovviamente ^^
          )questo non giustifica il mancato rispetto di un brevetto, e - repetita juvant - "ci vengono imposte" solo se lasci che sia cosi'. Fat32 e dintorni, fra l'altro, sono anni che sono state superate da file system migliori, persino su sistemi Winesistono ancora?? :D pare di si ? ;)LucaS
          • millant at ore scrive:
            Re: Ma alla fine il SOLITO VERO problema è..
            - Scritto da: Luca Schiavoni

            Non so tu da quanto usi computer, io dal 1981,
            Microsoft non sapevo neanche cosa faceva, usavo
            Sinclair, poi Amiga, poi Apple. Ora uso tutto, e
            anche tu puoi fare
            altrettanto.

            Ergo: il monopolio io non lo vedo, sorry! un piccolo appunto.tu sei luca schiavoni, hai a che fare con i computer dal 1981 e scrivi per una testata del settore ICT.hai, come molti di noi, le skill necessarie per concederti il lusso di usare tutto, e di scegliere A piuttosto che B.questa però non è la norma, siamo ancora un'eccezione.di conseguenza MS può permettersidi abusare della sua posizione dominante
    • TheB scrive:
      Re: Ma alla fine il SOLITO VERO problema è..
      - Scritto da: the_m
      E intanto noi ci dobbiamo tenere sulle unità
      esterne un fs *imbarazzante* come fat32 perchè
      gli altri più decenti e liberi non vengono
      riconosciuti dagli os windows.Veramente il driver per ext2/3 per windows esiste... e non ci ho mai perso un dato.
      • the_m scrive:
        Re: Ma alla fine il SOLITO VERO problema è..
        - Scritto da: TheB
        Veramente il driver per ext2/3 per windows
        esiste... e non ci ho mai perso un
        dato.copio&incollo dal mio post sopra:Dimmi a cosa ti serve un'unità mobile se non puoi trasportarla da nessuna parte tranne che sul tuo pc, perchè i clienti, gli amici, i parenti, chi ti pare, non possono accedere da win senza driver specifici a ext2-3-xfs-reiser-quello_che_vuoi
        • Ciscolo scrive:
          Re: Ma alla fine il SOLITO VERO problema è..
          - Scritto da: the_m
          - Scritto da: TheB

          Veramente il driver per ext2/3 per windows

          esiste... e non ci ho mai perso un

          dato.

          copio&incollo dal mio post sopra:

          Dimmi a cosa ti serve un'unità mobile se non puoi
          trasportarla da nessuna parte tranne che sul tuo
          pc, perchè i clienti, gli amici, i parenti, chi
          ti pare, non possono accedere da win senza driver
          specifici a
          ext2-3-xfs-reiser-quello_che_vuoiIo ho risolto facendo 2 partizioni sul drive/penna... la prima in fat32 di qualche mega e il resto in ext3. Indovina che c'è sulla prima? Esatto, proprio i driver per usare la seconda sotto win! Basta cercare e la soluzione la trovi...
          • the_m scrive:
            Re: Ma alla fine il SOLITO VERO problema è..
            - Scritto da: Ciscolo
            Io ho risolto facendo 2 partizioni sul
            drive/penna... la prima in fat32 di qualche mega
            e il resto in ext3. Indovina che c'è sulla prima?
            Esatto, proprio i driver per usare la seconda
            sotto win!Questa non è una cattiva idea, ti ringrazio potrebbe essere utile ;)Ma dai clienti non puoi ne' far perdere tempo ad installare driver per accedere alla chiavetta, ne' hanno i diritti utente necessari per farlo (e chiamare il sysadmin per questo è fuori discussione).. quindi mi tocca tenere FAT32 per ora ;( ;(
          • algaso scrive:
            Re: Ma alla fine il SOLITO VERO problema è..
            invece di ext2ifs (http://www.fs-driver.org/) nella partizione FAT32 ci metti l'eseguibile explore2fs.exe (http://www.chrysocome.net/explore2fs) così puoi esplorare la partizione ext2 senza installare nulla su windows
  • lufo88 scrive:
    Cosa c'entra Linux
    Prima si parla di Linux, poi di FAT32. Confratulazioni a chi ha scritto titolo e i primi paragrafi, questa si che è disinformazione.
    • a n o n i m o scrive:
      Re: Cosa c'entra Linux
      - Scritto da: lufo88
      Prima si parla di Linux, poi di FAT32.
      Confratulazioni a chi ha scritto titolo e i primi
      paragrafi, questa si che è
      disinformazione....per i prossimi articoli è prevista pure la versione ad immagini (ma con pochi colori ad alto contrasto!) per voi che non c'arrivate, abbi fede va... :(
      • anonimo jettatore scrive:
        Re: Cosa c'entra Linux
        forse perchè l'OS di TomTom....è Linux ???per me sa di ....intimidazione mafiosa :"ue tommetomme aggio visto che usi linuzzo ,,qusto ao padrino ...nuvvabbenepecciò o cambi OS ...o ti facciamo una bella causa pecchè usaste o nostro meddoso fat32 miiinchiiiiia !
      • lufo88 scrive:
        Re: Cosa c'entra Linux
        Credo di esserci arrivato, invece. Microsoft contesta ai creatori del tomtom l'uso di FAT32 come file system. Questa è una scelta esclusiva dei programmatori. Cioè, non c'entra con Linux in sì, perché già Linux ha vari file system completamente open come EXT3 e 4.Qui Linux in sé non c'entra una beata mazza.ciao ciao
  • punto scrive:
    forse è un bene
    Forse è un bene e non un male come appare in prima lettura questa diatriba tra m$ e il gatto Tom.TomTom fa girare il suo programma di navigazione su un sistema libero, non paga nessuna licenza per il lavoro altrui e non da neanche niente in cambio. E non sto parlando del fs fat ma di linux stesso. TomTom non sta contribuendo minimamente allo sviluppo di linux, non pubblica come sarebbe obbligata eventuali modifiche al kernel per far girare il suo hardware; se compri un apparecchio TomTom non puoi modificarlo, ricompilare il kernel .. mettere tue applicazioni su quel hardware perche è tutto close. Visto che ha chi ha fatto il lavoro non paga niente .. .almeno pagasse a chi pensa di aver scoperto lAmerica scrivendo un fs a 16 bit. e nel 2009 è ancora valido solo perche è lunico fs (eccetto fratelli maggiori) supportato dallos monopolio dei pc.
    • Andreabont scrive:
      Re: forse è un bene
      Effettivamente la GPL2 impone il rilascio del sorgente e la non-modifica della licenza d'uso...TomTom sta violando anche le licenze GNU??? XD
    • liberty scrive:
      Re: forse è un bene
      - Scritto da: punto
      Forse è un bene e non un male come appare in
      prima lettura questa diatriba tra m$ e il gatto
      Tom.
      TomTom fa girare il suo programma di navigazione
      su un sistema libero, non paga nessuna licenza
      per il lavoro altrui e non da neanche niente in
      cambio. E non sto parlando del fs fat ma di linux
      stesso. TomTom non sta contribuendo minimamente
      allo sviluppo di linux, non pubblica come sarebbe
      obbligata eventuali modifiche al kernel per far
      girare il suo hardware; se compri un apparecchio
      TomTom non puoi modificarlo, ricompilare il
      kernel .. mettere tue applicazioni su quel
      hardware perche è tutto close. Visto che ha chi
      ha fatto il lavoro non paga niente .. .almeno
      pagasse a chi pensa di aver scoperto lAmerica
      scrivendo un fs a 16 bit. e nel 2009 è ancora
      valido solo perche è lunico fs (eccetto fratelli
      maggiori) supportato dallos monopolio dei
      pc.Questo e un altro discorso, e tomtom andra in tribunale anche per questo se e in violazione della gpl.
    • turycell scrive:
      Re: forse è un bene
      - Scritto da: punto
      [...] TomTom non sta contribuendo minimamente
      allo sviluppo di linux, non pubblica come sarebbe
      obbligata eventuali modifiche al kernel per far
      girare il suo hardware; se compri un apparecchio
      TomTom non puoi modificarlo, ricompilare il
      kernel .. mettere tue applicazioni su quel
      hardware perche è tutto close. Ti sbagli: dal sito di TomTom puoi scaricare il sorgente di tutti i componenti GPL del loro software, comprese le modifiche fatte da TomTom stessa:http://www.tomtom.com/page.php?Page=gplEsiste inoltre un'intera wiki di gente che si diletta a installare svariati software liberi, se non addirittura Debian stessa, sul proprio TomTom:http://www.opentom.org/Main_Pagehttp://www.mail-archive.com/opentom@lists.gnumonks.org/msg00360.htmlCiao! 8)
  • liberty scrive:
    come al solito di parte
    Non ho capito che c'entra Linux con il FAT32. Linux non lo utilizza come file system, ne ha altri meglio anche del agognato ntfs. Il supporto al FAT32 e stato scritto in comunità e le sorgenti sono a disposizione di tutti. Inoltre, M$ rischia di immischiarsi più grossa anche per i suoi 50 miliardi di dollari. La comunità applicherà la cosiddetta " nuclear option " facendo causa alla M$ per violazione di brevetti della comunità che M$ copiosamente utilizza in tutti i suoi prodotti
    • Andreabont scrive:
      Re: come al solito di parte
      Concordo, quanti sorgenti sotto GPL sono stati usati impudentemente da M$???Im primis su windows seven, noto una certa somiglianza dei widgets con i plasmoidi di kde....
      • pippo75 scrive:
        Re: come al solito di parte
        - Scritto da: Andreabont
        Concordo, quanti sorgenti sotto GPL sono stati
        usati impudentemente da
        M$???

        Im primis su windows seven, noto una certa
        somiglianza dei widgets con i plasmoidi di
        kde....denunciala.è brutto ma se MS ha questo brevetto ha tutti il diritto di chiedere i rispetto.Secondo te la ditta di TomTom non farebbe altrettanto?MS quante volte a pagato l'acacia ?Se hanno un sistema di brevetti del ciuffolo, fino a quando esiste, si tiene cosi.
        • liberty scrive:
          Re: come al solito di parte
          - Scritto da: pippo75
          - Scritto da: Andreabont

          Concordo, quanti sorgenti sotto GPL sono stati

          usati impudentemente da

          M$???



          Im primis su windows seven, noto una certa

          somiglianza dei widgets con i plasmoidi di

          kde....

          denunciala.

          è brutto ma se MS ha questo brevetto ha tutti il
          diritto di chiedere i
          rispetto.

          Secondo te la ditta di TomTom non farebbe
          altrettanto?

          MS quante volte a pagato l'acacia ?

          Se hanno un sistema di brevetti del ciuffolo,
          fino a quando esiste, si tiene
          cosi.Con i suoi brevetti la M$ può fare quello che gli pare. Qui si sta insinuando che utilizzando il kernel di Linux tomtom utilizza illegalmente il FAT32 il che e una bugia bella e grossa.
  • Crononauta scrive:
    Titolo fuorviante e sbagliato
    Non si capisce cosa c'entri il riferimento a Linux e al suo kernel: nel caso specifico il problema è che TomTom ha adottato per un suo apparecchio il filesystem FAT32 senza avere regolare licenza, punto.Il fatto che *oltre* al FAT32, TomTom abbia messo un firmware basato su Linux è irrilevante alla questione.
    • Titoli scrive:
      Re: Titolo fuorviante e sbagliato
      Sono d'accordo!Basta con quest titoli gossip alla Novella 2000!
    • Andreabont scrive:
      Re: Titolo fuorviante e sbagliato
      Bhe, il supporto FAT arriva proprio grazie a linux, che ha un modulo implementato dalla comunità per gestire il FAT....Ma non so che brevetti possa aver violato... in fondo è un codice riscritto... non copiato....
      • markoer scrive:
        Re: Titolo fuorviante e sbagliato
        - Scritto da: Andreabont
        Bhe, il supporto FAT arriva proprio grazie a
        linux, che ha un modulo implementato dalla
        comunità per gestire il
        FAT....

        Ma non so che brevetti possa aver violato... in
        fondo è un codice riscritto... non
        copiato....Questo significa che non hai violato il diritto di autore (per usare un termine Italiano), ma è una violazione di brevetto, anche se reimplementi indipendentemente una idea o tecnologia inventata da qualcun altro.E ci mancherebbe che non fosse così!!!Cordiali saluti
    • advange scrive:
      Re: Titolo fuorviante e sbagliato
      Oggi è venerdì: è il giorno in cui si mettono articoli flammosi per tenere vivo il forum fino a lunedì.La storia insegna ;-)
  • ruppolo scrive:
    MS inizia la carriera di patent troll
    Dopo l'impennata di brevetti registrati da Microsoft, non ultimo i tasti Page Up/Page Down, considerata l'incapacità di fare software decente, la perdita continua a costante di quote di mercato e del valore azionario, ciò che ci possiamo aspettare da questa azienda è l'inizio di una carriera come patent troll. Un modo come un altro per salvarsi dal fallimento.
    • Andreabont scrive:
      Re: MS inizia la carriera di patent troll
      Le cause non ti salvano dalla perdita di clienti XDE ne hanno persi molti in tanti settori.... ora iniziano a perderli anche nel settore dove per anni hanno detenuto il monopolio: i personal computer.E' logico che si stanno leggermente spaventando XD
  • ZannaBianca scrive:
    Microsoft ha chiuso
    Ha finito di prendere per i fondelli il mondo intero.Finalmente vedremo licenziati i leccaculi che lavorano nell' IMPERO DEL MALE che sta crollando. Questa crisi gli darà il colpo di grazia.
  • Xilitolo scrive:
    Al posto di FAT32...
    ... che usino un filesystem libero.
    • gohan scrive:
      Re: Al posto di FAT32...
      e poi tutti gli utenti del tomtom come lo collegano a windows senza diventare di gomma? Magari chi ne capisce un po' d'informatica non avrebbe problema ad installare un supporto ad un FS diverso, ma per l'utonto medio avere la possibilità di collegare il TT ad un qualsiasi pc e questo viene visto come una chiavetta USB è una comodità non indifferente.Certo bisognerebbe vedere quanto MS pretende di royalty per ogni tomtom venduto visto che alla fine sarebbe l'utente finale a pagare di più
      • palin scrive:
        Re: Al posto di FAT32...
        Basterebbe a una denuncia di violazione di brevetto contrapporre un abuso di posizione dominante: windows non legge alcun filesystem diverso dai suoi e quindi si è costretti a usare il suo.Per fare questo occorrerebbe che esista un FS libero sufficientemente semplice da implementare e minimamente diffuso. Ma non c'è, perché tutti usano FAT32.Certo su un device tipo SD o MMC usare ext2/3 è come uccidere le mosche con il carrarmato...
        • Andreabont scrive:
          Re: Al posto di FAT32...
          Essesimo abuso di posizione dominante, ma basterebbe implementare davvero l'ext2/3 (anche se è eccessivo per memorie così piccole) e diffondere tramite cd i driver per leggerlo...Prendi due piccioni con una fava... non paghi M$ per il FAT e aiuti a diffondere filesystem migliori....Io ODIO il FAT!!! La ps3 lo usa e non riesco a registrare dalla tv (playTV) certi programmi perchè superano i 4GB (limite dato dal FAT) è assurdo, siamo nel 2009 e dobbiamo usare un filesystem risalente a MS-DOS, il punto è che siamo obbligati a farlo....
          • tandreatta scrive:
            Re: Al posto di FAT32...

            Io ODIO il FAT!!! La ps3 lo usa e non riesco a
            registrare dalla tv (playTV) certi programmi
            perchè superano i 4GB (limite dato dal FAT)... siamo pronti per il FAT64 ...(brevettiamolo!)
          • Zarbon scrive:
            Re: Al posto di FAT32...
            - Scritto da: tandreatta

            Io ODIO il FAT!!! La ps3 lo usa e non riesco a

            registrare dalla tv (playTV) certi programmi

            perchè superano i 4GB (limite dato dal FAT)

            ... siamo pronti per il FAT64 ...
            (brevettiamolo!)che si chiama ExFat
          • Shu scrive:
            Re: Al posto di FAT32...
            - Scritto da: Andreabont
            Essesimo abuso di posizione dominante, ma
            basterebbe implementare davvero l'ext2/3 (anche
            se è eccessivo per memorie così piccole) ePerche` eccessivo?Le memorie ormai hanno superato da un pezzo le dimensioni degli HD per cui la FAT32 (la 32, non la 12 o la 16) era stata pensata: 4-8 GBE stanno superando anche il limite massimo per cui era stata pensata: 32 GB.Inoltre la FAT ha un pessimo difetto: ha due aree dello storage (la FAT primaria e quella di backup) che sono fisse sulla memoria, quindi man mano che cancelli e ricrei file, la rovini, perche` vaia scrivere i metadati (nome, dimensione, lista dei blocchi, directory, permessi, ecc.) sempre negli stessi blocchi.ext2 sparge queste informazioni in giro per il disco.Paradossalmente e` molto meno dannoso usare ext3 con un journal fisso (che e` un ring buffer, quindi viene usato in modo regolare) che una FAT, per cui se scrivi e cancelli sempre e solo pochi file rovina di piu` la memoria.Oltretutto, usando FAT32 per dispositivi con 8, 16 o 32 GB di spazio, i cluster sono enormi, quindi hai frammentazione interna ed esterna grandissima, e spreco di spazio altrettanto grande. Un file da 200 bytes può occupare tranquillamente 16 o più KB sul disco.Con ext2, fino a qualche TB di spazio, i blocchi sono sempre da 4 KB (ma puoi farli anche da 1 o 2).ext2 sarebbe un fs molto migliore di FAT per le memorie flash, ma FAT e` un monopolio di fatto, alimentato dalla MS che ha deciso di "concederlo liberamente" prima ai produttori di tastiere elettroniche (che usavano floppy in FAT per memorizzare i midi) e poi a produttori di fotocamere, videocamere, lettori mp3, navigatori satellitari, ecc.E` l'unico formato supportato senza problemi da praticamente tutto quello che ha dell'elettronica dentro.Cambiarlo ora sarà una cosa necessaria (si è superato il limite "di design" dei 32 GB) ma sarà molto costoso e lento.
          • Domokun scrive:
            Re: Al posto di FAT32...
            - Scritto da: Andreabont
            il punto è che
            siamo obbligati a
            farlo....Bah... io non lo uso in NESSUN mio dispositivo... fai te
      • Xilitolo scrive:
        Re: Al posto di FAT32...
        Un classico CD autoinstallante con i driver no?
      • mirafiori scrive:
        Re: Al posto di FAT32...
        - Scritto da: gohan
        e poi tutti gli utenti del tomtom come lo
        collegano a windows senza diventare di gomma?
        Magari chi ne capisce un po' d'informatica non
        avrebbe problema ad installare un supporto ad un
        FS diverso, ma per l'utonto medio avere la
        possibilità di collegare il TT ad un qualsiasi pc
        e questo viene visto come una chiavetta USB è una
        comodità non
        indifferente.
        Certo bisognerebbe vedere quanto MS pretende di
        royalty per ogni tomtom venduto visto che alla
        fine sarebbe l'utente finale a pagare di
        piùPazienza, la prossima volta, usano WIndows CE sui propri navigatori e potranno godere di Fat32. Hanno fatto una scelta : "linux", allora usassero pure file system liberi
  • Giggetto scrive:
    Per una volta son d'accordo con MS
    Dopotutto se Tomtom usa il FAT32 senza averne diritto e' in torto.A quanto ne so un fs proprietario e brevettato ha gli stessi diritti di una qualunque altra opera d'ingegno.Comunque fessa Tomtom che non ha usato un qualunque fs free..
    • Pinguino scrive:
      Re: Per una volta son d'accordo con MS
      E' un tale peccato che ci siano i brevetti sul software...Saranno pure necessari, per carità, ma certo che se non ci fossero ci sarebbe molta più tecnologia da impastare ed amalgamare al giorno d'oggi...
      • Pinco Pallino scrive:
        Re: Per una volta son d'accordo con MS
        e molta meno gente che potrebbe tirarci fuori uno stipendio e sopravvivere. Cosa fai tu? lo studente? l'idraulico? il panettiere?
        • Pinguino scrive:
          Re: Per una volta son d'accordo con MS
          Hai aperto un dibattito che non è per niente semplice...http://www.nosoftwarepatents.com/it/m/intro/index.htmlChe ti posso dire... A me i brevetti software non sembrano molto etici, perché trasformano l'informatica pura in una mera questione commerciale... Certo la tua ragione è sacrosanta, tutti i programmatori devono portare la pagnotta a casa!Però non è giusto che le aziende lucrino in modo "esagerato" e che ci siano brevetti assurdi che frenino l'innovazione, citando:"È molto probabile che i brevetti sul software, pratica comune negli Stati Uniti e sul punto di essere legalizzati in Europa, possano frenare l'innovazione. L'Europa ha ancora la facoltà di cambiare questo corso"Ricerca Deutsche Bank Penso che ci siano comunque molti altri modi per guadagnare sul software, per citarne alcuni, i servizi di assistenza sul proprio software e la produzione di software personalizzato su richiesta...Insomma, riassumendo: ci sono dei modi di guadagnare che per la società si trasformano in vicoli ciechi, altri invece ne aumentano il benessere, bisogna saper tirare avanti a campare penso...
          • Andreabont scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            Finchè i brevetti coprono tecnologie pessime (vedi il FAT) a me non da per nulla fastidio...Mi da fastidio che si obbligino gli utenti ad usare quelle tecnologie pessime...Io uso ext3, ma la mia ps3 non lo supporta.... supporta solo il FAT, con immense problematiche sul limite dei 4Gb (vedi post sotto)
          • Zarbon scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            - Scritto da: Andreabont
            Finchè i brevetti coprono tecnologie pessime
            (vedi il FAT) a me non da per nulla
            fastidio...

            Mi da fastidio che si obbligino gli utenti ad
            usare quelle tecnologie
            pessime...

            Io uso ext3, ma la mia ps3 non lo supporta....
            supporta solo il FAT, con immense problematiche
            sul limite dei 4Gb (vedi post
            sotto)In questo caso la colpa è della Sony
          • sdsd scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            faranno schifo ma guarda caso tutti le usano.Forse non sono ottime ma consentono di portare a termine il lavoro.La fat non fa schifo! è semplicemente vecchia, ma per questo molto diffusa
          • sdsd scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            Allo stesso tempo tomtom potrebbe pagare a microsoft la licenza per usare fat32, invece pensava di cavarsela senza pagare niente sfruttando il sistema sviluppato dai "muli" e usando 4 sistemisti per adattarlo.E' la solita storia di linux: "tanto è gratis quindi usiamo quello su cellulari,piccoli apparecchi,ecc."
        • rusty scrive:
          Re: Per una volta son d'accordo con MS
          - Scritto da: Pinco Pallino
          e molta meno gente che potrebbe tirarci fuori uno
          stipendio e sopravvivere. Cosa fai tu? lo
          studente? l'idraulico? il
          panettiere?Tu invece guadagni dai brevetti, perche' tu invece hai dei brevetti, hai il tempo di documentarti, di richiederli di creare opportuna documentazione.Dai diccelo cosa hai inventato di straordinario.
        • iRoby scrive:
          Re: Per una volta son d'accordo con MS
          È vero il contrario invece...Senza brevetti ci sarebbe un mare di tecnologia che un mare di gente (e non sempre le solite grandi aziende) potrebbero utilizzare e combinare per creare cose nuove. I brevetti sono un freno al progresso umano!
          • sdsd scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            Nei sogni!!senza i brevetti (ovviamente alcuni sono ridicoli ma non tutti) ci sarebbero un sacco di dittarelle che inizierebbero a scopiazzare.Queste dittarelle non avendo avuto i costi di ricerca e sviluppo,ecc. fanno dei prezzi ridicoli e alla fine va a chi fa pagare meno il prodotto e si inizia a soffrire tutti la fame.Ovviamente sono i soldi che spingono a fare ricerca e a innovare e questa cosa dell'ometto che, chiudendosi in cantina, assembla pezzettini fatti da altri, crea un ufo e diventa milionario è una cavolata (anche se a una o due persone sarà pure successa)
          • panda rossa scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            - Scritto da: sdsd
            Nei sogni!!

            senza i brevetti (ovviamente alcuni sono ridicoli
            ma non tutti) ci sarebbero un sacco di dittarelle
            che inizierebbero a
            scopiazzare.Guarda che la storia dell'umanita' e' lunga piu' di 50.000 anni, e circa 10.000 sono documentati.Gli ultimi 20/30 anni sono nulla in confronto.E il progresso c'e' sempre stato, senza bisogno di brevetti.
            Queste dittarelle non avendo avuto i costi di
            ricerca e sviluppo,ecc. fanno dei prezzi ridicoli
            e alla fine va a chi fa pagare meno il prodotto e
            si inizia a soffrire tutti la
            fame.O si inizia a godere tutti quanti del progresso al costo di produzione e non soffrira' la fame piu' nessuno.
            Ovviamente sono i soldi che spingono a fare
            ricerca e a innovare Devi essere ben meschino se la pensi in questo modo.C'e' gente che fa le cose per il piacere di farle, e non per i soldi.
            e questa cosa dell'ometto
            che, chiudendosi in cantina, assembla pezzettini
            fatti da altri, crea un ufo e diventa milionario
            è una cavolata (anche se a una o due persone sarà
            pure
            successa)Una di queste due e' il caro zio Bill.
          • sdsd scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: sdsd

            Nei sogni!!



            senza i brevetti (ovviamente alcuni sono
            ridicoli

            ma non tutti) ci sarebbero un sacco di
            dittarelle

            che inizierebbero a

            scopiazzare.

            Guarda che la storia dell'umanita' e' lunga piu'
            di 50.000 anni, e circa 10.000 sono
            documentati.
            Gli ultimi 20/30 anni sono nulla in confronto.
            E il progresso c'e' sempre stato, senza bisogno
            di
            brevetti.I brevetti esistono da più di 30 anni e se ci pensi i grossi sviluppi tecnologici li abbiamo da poco più di 100 anni

            Queste dittarelle non avendo avuto i costi di

            ricerca e sviluppo,ecc. fanno dei prezzi
            ridicoli

            e alla fine va a chi fa pagare meno il prodotto
            e

            si inizia a soffrire tutti la

            fame.

            O si inizia a godere tutti quanti del progresso
            al costo di produzione e non soffrira' la fame
            piu'
            nessuno.
            non esiste proprio. Si inizia a licenziare quasi tutto il reparto di ricerca e sviluppo e a prendere operai assemblatori invece di progettisti. Di sicuro non sono mai le grosse aziende che ci rimettono

            Ovviamente sono i soldi che spingono a fare

            ricerca e a innovare

            Devi essere ben meschino se la pensi in questo
            modo.
            C'e' gente che fa le cose per il piacere di
            farle, e non per i
            soldi.
            certo, ma peccato che queste persone hanno 2 ore libere la sera (perchè di giorno lavorano per mangiare) in cui non dispongono di certo dei soldi per comprare le costose apparecchiature per la ricerca. Vita reale e meschina!!

            e questa cosa dell'ometto

            che, chiudendosi in cantina, assembla pezzettini

            fatti da altri, crea un ufo e diventa milionario

            è una cavolata (anche se a una o due persone
            sarà

            pure

            successa)

            Una di queste due e' il caro zio Bill.Il caro zio bill ha fatto questa cosa quando l'informatica era fatta con computer con 16kb di ram e non ha inventato lui il BASIC. In definitiva non ha creato nessun progesso tecnologico Bill quando lavorava in cantina (http://it.wikipedia.org/wiki/Bill_Gates)
          • sdsd scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            Aggiungo un pensierino meschino.Supponiamo che lavorando in cantina tu scopra qualcosa di veramente innovativo (questo ovviamente non vuol dire fare la nuova distro linux con kde invece di gnome e la compatibilità fat32).Supponiamo ora che tu non possa brevettare questa tua idea perchè i brevetti non esistono più (come tu desideri)Tu con i tuoi 4 soldi messi da parte inizi a produrre la tua invenzione, ma la grossa industria la vede e la ruba producendola a prezzi inferiori e in massa. Non ci crederai ma andrai in fallimento (certo se tu avessi potuto brevettare, la grossa industria avrebbe dovuto pagarti... e parecchio!!)
          • iRoby scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            Se non esistono più i brevetti non esisterà più nessuna grande industria che ci mangia sopra.Si distruibuirà ricchezza e capacità produttive su più soggetti e aziende PMI in giro per il mondo.Se il tuo progetto viene rubato da una PMI cinese, tu comunque continuerai a produrre e vendere nella tua area perché alla PMI cinese costerà troppo portare fino da te un prodotto che già produci tu. Sempre che la Cina non continui a barare sfruttando la gente.Mettiamola così che non esisteranno più i ricchi, e molto del lavoro di fornire fondi e ricchezza per R&D spetterà alle università e allo Stato. O alle banche. Ma se si ricerca insieme con altre migliaia di PMI in giro per il mondo che investono tutte nel loro piccolo, e ci si coordina via Internet, si arriva allo stesso risultato della grande azienda molto ricca che però poi deve proteggere l'investimento iniziale.
          • sdsd scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            - Scritto da: iRoby
            Se non esistono più i brevetti non esisterà più
            nessuna grande industria che ci mangia
            sopra.
            Guarda... quelle non ci rimettono MAI. Al limite hanno i macchinari e LORO si fregano la tua idea e iniziano la grande produzione... e tu fallisci miseramente perchè non hai i soldi per i materiali e la manodopera
            Si distruibuirà ricchezza e capacità produttive
            su più soggetti e aziende PMI in giro per il
            mondo.
            oppure di distribuirà la poverta perchè a questo punto c'e' sempre quello più disperato di te che lavora per meno o può sfruttare il terzo mondo
            Se il tuo progetto viene rubato da una PMI
            cinese, tu comunque continuerai a produrre e
            vendere nella tua area perché alla PMI cinese
            costerà troppo portare fino da te un prodotto che
            già produci tu. Sempre che la Cina non continui a
            barare sfruttando la
            gente.
            Stai tranquillo... bareranno SEMPRE
            Mettiamola così che non esisteranno più i ricchi,
            e molto del lavoro di fornire fondi e ricchezza
            per R&D spetterà alle università e allo Stato. O
            alle banche.
            sì e probabilmente i fondi li ruberà il raccomandato/barone di turno che ne userà solo 10% per fare... nulla. Le banche di ricerca e sviluppo se ne fregano... quelle muovono solo i soldi
            Ma se si ricerca insieme con altre migliaia di
            PMI in giro per il mondo che investono tutte nel
            loro piccolo, e ci si coordina via Internet, si
            arriva allo stesso risultato della grande azienda
            molto ricca che però poi deve proteggere
            l'investimento
            iniziale.non ci riusciarai mai. Molti piccoli inizierebbero a cercare di truffare il prossimo e alla fine farebbero tutti i poveri. Queste sono utopie molto belle, ma non ci spererei mai (peccato che la pratica e la teoria spiritualista/accademica spesso siano diverse)
          • iRoby scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            Tu sei non solo una persona negativa, ma fai anche fatica a vedere tutto come un sistema interconnesso...Nel lungo periodo rubarti idee e progetti penzi che gli convenga?Hai visto che fine fanno le aziende che rubano all'opensource? Non solo perdono in tribunale, ma vengono anche boicottate e criticate. L'informazione in rete è velocissima e chi fa il furbo ha una vita molto breve.Microsoft vive su un monopolio, ma non perché la gente e gli utenti la amino.Tornando al nostro "sistema" o visione di insieme...Se a Napoli (per fare un esempio) molta gente truffa le assicurazioni con finti incidenti, alla lunga tutta la città si è ritrovata con polizze da 1000-2000 euro annui e tutti non possono più permettersi una polizza moto o auto. Sono costretti a fare tagliandi falsi, prendere residenze al nord Italia, solo per permettersi l'auto/moto.Quanto durerebbero secondo te in un sistema distribuito in cui tutti collaborano, quelli furbi che vogliono rubare?Specie nel momento in cui si diffonde la voce di tale furbizia...Ti faccio un esempio col software opensource. XFree86 era dominante, ma ad un certo punto cambiò licenza diventando incompatibile con la GPL. Ossia i capi del progetto vollero fare i furbi avere più privilegi o maggiori meriti anche sulle spalle degli altri.Dato che la licenza non garantiva le medesime libertà della GPL ci furono vari forke alla fine emerse X.org.XFree86 è ora in disuso.Una volta che il mondo capirà i vantaggi dello sviluppo distribuito e condiviso, non potrà rubare nessuno, perché nell'immaginario collettivo si capisce che quello è il modo sbagliato di produrre e che non va a vantaggio di nessuno.È in atto una guerra invisibile tra il marketing delle grandi aziende che tendono a separare gli individui e Internet e i social network che li unisce e gli fa scambiare saperi e informazioni. Questo è un dato di fatto.E tra queste informazioni c'è una nuova socialità che pone le basi dell'era dell'informazione distribuita.
          • sdsd scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            - Scritto da: iRoby
            Tu sei non solo una persona negativa, ma fai
            anche fatica a vedere tutto come un sistema
            interconnesso...

            Nel lungo periodo rubarti idee e progetti penzi
            che gli
            convenga?

            Hai visto che fine fanno le aziende che rubano
            all'opensource? Non solo perdono in tribunale, ma
            vengono anche boicottate e criticate.
            L'informazione in rete è velocissima e chi fa il
            furbo ha una vita molto
            breve.
            Microsoft vive su un monopolio, ma non perché la
            gente e gli utenti la
            amino.
            Sì ma chi ha guadagnato da sto open source? spesso open source si traduce in gratuito e alla fine ci guadagnano i "distributori" e ci rimettono gli sviluppatori
            Tornando al nostro "sistema" o visione di
            insieme...
            Se a Napoli (per fare un esempio) molta gente
            truffa le assicurazioni con finti incidenti, alla
            lunga tutta la città si è ritrovata con polizze
            da 1000-2000 euro annui e tutti non possono più
            permettersi una polizza moto o auto. Sono
            costretti a fare tagliandi falsi, prendere
            residenze al nord Italia, solo per permettersi
            l'auto/moto.

            Quanto durerebbero secondo te in un sistema
            distribuito in cui tutti collaborano, quelli
            furbi che vogliono
            rubare?
            Specie nel momento in cui si diffonde la voce di
            tale
            furbizia...
            Sì ma ti dico... è un sistema basato su beni gratuiti. Quanto può durare sta gente senza guadagnare? poi ci sono molti modi di fare i furbi...
            Ti faccio un esempio col software opensource.
            XFree86 era dominante, ma ad un certo punto
            cambiò licenza diventando incompatibile con la
            GPL. Ossia i capi del progetto vollero fare i
            furbi avere più privilegi o maggiori meriti anche
            sulle spalle degli
            altri.
            Dato che la licenza non garantiva le medesime
            libertà della GPL ci furono vari forke alla fine
            emerse
            X.org.
            XFree86 è ora in disuso.
            Ho letto questa cosa pochi giorni fa... se ho capito bene appena questi hanno pensato di mettersi in una posizione dove guadagnare qualcosa son saltati. Dovevano riuscirci con il prodotto GPL
            Una volta che il mondo capirà i vantaggi dello
            sviluppo distribuito e condiviso, non potrà
            rubare nessuno, perché nell'immaginario
            collettivo si capisce che quello è il modo
            sbagliato di produrre e che non va a vantaggio di
            nessuno.

            È in atto una guerra invisibile tra il marketing
            delle grandi aziende che tendono a separare gli
            individui e Internet e i social network che li
            unisce e gli fa scambiare saperi e informazioni.
            Questo è un dato di
            fatto.
            E tra queste informazioni c'è una nuova socialità
            che pone le basi dell'era dell'informazione
            distribuita.Tieni conto che spesso non si parla di informazione ma di prodotti finiti di cui basta fare copia-incolla... e quello economicamente è una distruzione
          • iRoby scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            - Scritto da: sdsd
            Le tasse non diminuiscono e i soldi se li tengono
            i pesci grossi. Le aziende in questo caso devonoQuesto è un problema diverso, che esula dalla nostra discussione.
            per il macellaio sotto casa. Il vantaggio sociale
            è che fatto openoffice nessuno potra mai più
            sviluppare un word proXXXXXr, spreadsheet,ecc.
            guadagnandociQuindi tu dici che è colpa di OpenOffice.org se nessuno potrà mai sviluppare un word proXXXXXr? E MS Office non ha colpe?Eppure ho visto una Sun che il suo Star Office, IBM che da OpenOffice ha fatto Symphony, già ci sono 2 alternative a OpenOffice e basate su questo.Chi glielo ha fatto fare a Sun e IBM di investire in queste alternative?
            ma credimi... fare il consulente fa proprio
            schifo. Sei l'interinale di turnoA essere sinceri io facendo il consulente non ho mai guadagnato meno di 2000 netti con picchi di 3000-3400.E quasi sempre con e per tecnologie open source (Linux, Apache, MySQL, Joomla!, Samba, phpCollab, P4A, Eclipse, ecc.).
            si ma il difetto principale è che faccio il morto
            di fameMa il morto di fame lo fai adesso o lo faresti con un sistema di saperi distribuiti?Cos ti fa pensare che con il modello distribuito continueresti a fare il morto di fame, soprattutto se non è mai stato applicato, e vedo che coloro che ne fanno parte non godono di cattiva salute...
            ma che politico si mette ad applicare sto governo
            teorico? ma questa è una bella teoria e bastaEppure Cina, India e Venezuela ci sono molto vicini...La Cina non è comunista come l'ex-URSS.E la Cina nel suo interno è un enorme serbatoio di saperi distribuiti presi alle aziende che hanno delocalizzato.La Cina sa farsi tutto grazie a coloro che hanno imparato dall'occidente.Sforna 200mila ingegneri l'anno, e produce di tutto in barba a qualsiasi copyright e con violazioni palesi di brevetti, come non esistessero. Hai visto la causa per la copia della Panda?Qunta roba puoi comprare da loro? Quanto si stanno sviluppando le città e le zone produttive? Vuoi dire che il fenomeno cinese non può fare a meno dei brevetti?
            vuoi dire che se scarico openoffice pago
            qualcosa? non è una semplice idea openoffice... è
            proprio un prodotto realizzatoLa cui realizzazione è distruibuita, quindi gli oneri diluiti su più team di sviluppatori.Basti pensare ai volontari del PLIO che hanno curato dizionario e sillabazione.
            uh credimi che non fanno grossi introiti in
            proporzione a cosa distribuiscono. Chi controlla
            red hat guadagna dal fatto che molta gente ha
            lavorato gratis per lui... e non da niente a nessunoDipende dal lato da cui si guarda la cosa.Non fanno grossi introiti in proporzione a cosa distribuiscono o a quelli che fanno altri che si fanno proteggere da brevetti e monopolio?Non saranno questi ultimi invece a fare introiti troppo sproporzionati rispetto a cosa distribuiscono?Chi controlla RedHat ha capito che lo sviluppo distribuito e l'opensource non è a senso unico, è come un rapporto d'amore tra due individui, deve esserci un dare e riceve da entrambi in un equilibrio che non faccia pendere la bilancia verso uno dei due.Per cui non è vero che RedHat non da niente a nessuno. Al progetto Fedora e ai suoi utenti da infrastruttura e tecnologie.E a me ha dato CentOS che è una RedHat Enterprise completa da poter studiare e anche rivendere e installare a clienti che non necessitano di supporto di classe enterprise. Per quest'ultimo ci pensa la stessa RedHat e i suoi certified partner.
            ma siamo aziende in povertà... e facciamo ben
            poche assunzioni di personaleOh guarda negli ultimi 2 anni ho cambiato lavoro 4 volte sempre assunto a tempo indeterminato o su mia selta come consulente al prezzo che volevo io.Ma dipende da tanti fattori...Come sto cercando di far capire lo sviluppo distribuito permette a molte più persone di lavorare, forse non si arricchiranno mai, ma di vivere sì.Non so se ti rendi conto che le 3 persone più ricche al mondo posseggono da sole l'intero PIL di oltre 62 tra gli stati più poveri del pianeta.Se ognuno di loro possedesse 10milioni di dollari invece che decine o centinaia di miliardi, non riuscirebbe a spenderli in una vita "normale". E non toglierebbe risorse a miliardi di altri individui in stato di povertà.E a queste ricchezze quegli individui ci sono arrivati col monopolio di una qualche risorsa (il petrolio, il software personale, il credito alle nazioni).
            Si ma PLUS vuol dire poche assunzioni anche
            perchè dopo un periodo in cui ci saranno 50
            distro dello stesso prodotto... ne resteranno al
            massimo 4 (e sempre meno gente che ha lavoro)Scusa quante aziende producono versioni di Windows, Office, MSSQL, Exchange?E quanti dipendenti ha?Quante aziende producono distribuzioni commerciali di Linux, software opensource e servizi annessi (Linux, MyQL, PostgreeSQL, OpenOffice, ecc.?E quanti dipendenti hanno tutte messe insieme?E ciò nonostante ci siano più versioni di Linux e di OpenOffice.
            Boh. Mi sembra infattibile... per me va tutto
            allo sfascio e si finisce tutti a fare gli operai
            da 1000 euro di giorno (poi lo 0,001% la sera
            apporterà ... forse... innovazione). Mandami
            qualche sito dove possa leggere queste utopie
            economiche che adesso son curiosoScusami stai parlando di come si finirebbe col sistema distribuito, o come siamo adesso col capitalismo ultraliberista e protetto dai brevetti?Io preferirei essere un operaio da 1000 euro al mese dove però la maggior parte di ciò che mi serve è gratuito o a costo bassissimo perché non gravato dai brevetti, che nella condizione attuale dove una fetta di quei 1000 euro servono per pagare royalty e vitalizi perpetui a qualcuno e a qualche multinazionale straniera dietro ad ogni prodotto che ci compro.Se ci pensi i brevetti in fondo non sono che una tassa... Ma che in cambio non ti porta nessun servizio e nessun valore aggiunto.Ed ogni oggetto tecnologico che compri ha una miriade di queste tasse che vanno a chi ha inventato una sola volta questa o quell'altra piccola tecnologia, ed ora potrebbe anche avere smesso di innovare perché vive solo di quelle rendite indirette.
          • sdsd scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS


            A essere sinceri io facendo il consulente non ho
            mai guadagnato meno di 2000 netti con picchi di
            3000-3400.
            E quasi sempre con e per tecnologie open source
            (Linux, Apache, MySQL, Joomla!, Samba, phpCollab,
            P4A, Eclipse,
            ecc.).
            Quanti anni sono che lavori? per chi lavori (se posso)?sei a partita iva o dipendente? che ruolo hai? devi girare o vai tutti i giorni nello stesso posto?io quì più di 1300 euro da dipendente non vedo mai girare. Se mi dai qualche indizio mi metto a cercare un lavoro migliore
          • iRoby scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            - Scritto da: sdsd
            Quanti anni sono che lavori? per chi lavori (se
            posso)?
            sei a partita iva o dipendente? che ruolo hai?
            devi girare o vai tutti i giorni nello stesso
            posto?
            35 anni;per banche, TLC, P.A.;a progetto, o prestazioni occasionali o a tempo determinato;sistemista Solaris/Linux e programmatore PHP, Java, C#, ma anche non disdegno il DBA Oracle junior;quando cambio lavoro spesso cambio anche città ma mi viene pagato come trasferta o lo prevedo nel compenso giornaliero lordo durante gli accordi di collaborazione.Zona Triveneto, Lombardia, nord-Emilia.
          • sdsd scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            wow 35 anni.Hai visto i tempi belli!!peccato che non ti sei comprato un VIC20 e non hai realizzato una specie di pacman... ci scrivevi dalla tua isola personale adesso!!
          • AntoNY scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            E' verissimo. Più etica e meno cinica avidità farebbero questo un mondo migliore. Ma purtroppo c'è chi ruba con o senza i brevetti.- Scritto da: iRoby
            Tu sei non solo una persona negativa, ma fai
            anche fatica a vedere tutto come un sistema
            interconnesso...

            Nel lungo periodo rubarti idee e progetti penzi
            che gli
            convenga?

            Hai visto che fine fanno le aziende che rubano
            all'opensource? Non solo perdono in tribunale, ma
            vengono anche boicottate e criticate.
            L'informazione in rete è velocissima e chi fa il
            furbo ha una vita molto
            breve.
            Microsoft vive su un monopolio, ma non perché la
            gente e gli utenti la
            amino.

            Tornando al nostro "sistema" o visione di
            insieme...
            Se a Napoli (per fare un esempio) molta gente
            truffa le assicurazioni con finti incidenti, alla
            lunga tutta la città si è ritrovata con polizze
            da 1000-2000 euro annui e tutti non possono più
            permettersi una polizza moto o auto. Sono
            costretti a fare tagliandi falsi, prendere
            residenze al nord Italia, solo per permettersi
            l'auto/moto.

            Quanto durerebbero secondo te in un sistema
            distribuito in cui tutti collaborano, quelli
            furbi che vogliono
            rubare?
            Specie nel momento in cui si diffonde la voce di
            tale
            furbizia...

            Ti faccio un esempio col software opensource.
            XFree86 era dominante, ma ad un certo punto
            cambiò licenza diventando incompatibile con la
            GPL. Ossia i capi del progetto vollero fare i
            furbi avere più privilegi o maggiori meriti anche
            sulle spalle degli
            altri.
            Dato che la licenza non garantiva le medesime
            libertà della GPL ci furono vari forke alla fine
            emerse
            X.org.
            XFree86 è ora in disuso.

            Una volta che il mondo capirà i vantaggi dello
            sviluppo distribuito e condiviso, non potrà
            rubare nessuno, perché nell'immaginario
            collettivo si capisce che quello è il modo
            sbagliato di produrre e che non va a vantaggio di
            nessuno.

            È in atto una guerra invisibile tra il marketing
            delle grandi aziende che tendono a separare gli
            individui e Internet e i social network che li
            unisce e gli fa scambiare saperi e informazioni.
            Questo è un dato di
            fatto.
            E tra queste informazioni c'è una nuova socialità
            che pone le basi dell'era dell'informazione
            distribuita.
          • patents pending scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            - Scritto da: sdsd
            Tu con i tuoi 4 soldi messi da parte inizi a
            produrre la tua invenzione, ma la grossa
            industria la vede e la ruba producendola a prezzi
            inferiori e in massa. Non ci crederai ma andrai
            in fallimento (certo se tu avessi potuto
            brevettare, la grossa industria avrebbe dovuto
            pagarti... e
            parecchio!!)Invece, coi brevetti, succede questo:la grossa industria la vede e la ruba producendola a prezzi inferiori e in massa. Nel momento in cui il tuo mercato comincia ad espandersi, inoltre, un patent-troll, imparentato con la industria di cui sopra, sostiene che tu abbia violato qualcuno dei loro brevetti super-generici. Visto che non hai fondi paragonabili ai loro per sostenere la battaglia legale sul brevetto, non ci crederai, ma andrai in fallimento.
          • panda rossa scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            - Scritto da: sdsd
            Aggiungo un pensierino meschino.

            Supponiamo che lavorando in cantina tu scopra
            qualcosa di veramente innovativo (questo
            ovviamente non vuol dire fare la nuova distro
            linux con kde invece di gnome e la compatibilità
            fat32).

            Supponiamo ora che tu non possa brevettare questa
            tua idea perchè i brevetti non esistono più (come
            tu
            desideri)Pensa che la prima cosa che farei dopo aver scoperto qualcosa di veramente innovativo e' di andare a pubblicarla, altro che brevetti.Tutto il resto del tuo ragionamento non ha quindi alcun senso.
          • sdsd scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            appunto. Differenze di punti di vista.
          • iRoby scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            - Scritto da: sdsd
            I brevetti esistono da più di 30 anni e se ci
            pensi i grossi sviluppi tecnologici li abbiamo da
            poco più di 100 anniLo sviluppo tecnologico recente è stato dato dalla comunicazione a distanza non dall'invenzione dei brevetti.Se ci fai caso ora c'è stata un'involuzione, un freno. Non si innova ma si producono varianti continue con varie funzioni delle stesse tecnologie degli ultimi anni...
          • sdsd scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            Io vedo che le persone che hanno idee se non possono brevettarle e non hanno le possibilità economiche per passare alla produzione lasciano perdere o iniziano a dire "ma se diffondo la cosa che ho inventato poi se le fragno gli altri".Con i brevetti puoi farti i soldi perchè poi le grosse azinde che hanno il potere di produrre ti devono pagare
          • iRoby scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            L'edonismo è una caratteristica del genere umano, specialmente insita nel maschio.Inventare e poi mostrare al prossimo un atto creativo è una sensazione irresistibile per l'uomo. Lo dice un sociologo di nome Pekka Imanen che ha scritto anche un libro sull'etica Hacker e la conivisione.L'uomo non ha mai inventato e diffuso informazioni sulle sue invenzioni solo per denaro ma è nella sua natura.È così che funziona tutto il mondo del software libero.Il denaro che si può fare da un brevetto non sempre interessa tutti, specie se vivessimo in una società che ci garantisce i diritti fondamentali al cibo, l'acqua, la casa, la salute.Non a caso molti sviluppatori open source lo fanno nel tempo libero perché hanno altre fonti di reddito.Se la mia vita fosse già piena e ricca di stimoli così, mi annoierei a non far niente solo perché penso che sarebbe inutile o mi farei derubare da qualche azienda. A me interessa che si sappia che quel qualcosa l'ho inventato io.E questo lo fa già il copyright e le licenze GPL e Creative Commons. Tu copi e usi, sfrutti anche economicamente se vuoi, ma non puoi attribuirti la paternità.Credimi l'evoluzione umana non si arresterebbe. E poi se non si guadagna direttamente dalla vendita del diritto di sfruttamento del brevetto si guadagnerebbe dalle consulenze ad aziende e governi che vogliono sapere come implementarlo e svilupparlo.Stallman, Torvalds, Raymond, Cox, De Icaza ecc. (sviluppatori opensource) lavorano tutti, stanno bene e sono molto rispettati e ricercati. Non hanno panfili e megaville, ma cosa ti fa pensare che le desiderano?
          • sdsd scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            - Scritto da: iRoby
            L'edonismo è una caratteristica del genere umano,
            specialmente insita nel
            maschio.

            Inventare e poi mostrare al prossimo un atto
            creativo è una sensazione irresistibile per
            l'uomo. Lo dice un sociologo di nome Pekka Imanen
            che ha scritto anche un libro sull'etica Hacker e
            la
            conivisione.

            L'uomo non ha mai inventato e diffuso
            informazioni sulle sue invenzioni solo per denaro
            ma è nella sua
            natura.
            È così che funziona tutto il mondo del software
            libero.

            Il denaro che si può fare da un brevetto non
            sempre interessa tutti, specie se vivessimo in
            una società che ci garantisce i diritti
            fondamentali al cibo, l'acqua, la casa, la
            salute.
            Ancora per poco in Italia (newbie)
            Non a caso molti sviluppatori open source lo
            fanno nel tempo libero perché hanno altre fonti
            di
            reddito.
            sì ma le altre fonti di reddito (tipo fare i consulenti schiavetti o farsi mantenere da mamma perchè si è studenti) sono sempre meno presenti
            Se la mia vita fosse già piena e ricca di stimoli
            così, mi annoierei a non far niente solo perché
            penso che sarebbe inutile o mi farei derubare da
            qualche azienda. A me interessa che si sappia che
            quel qualcosa l'ho inventato
            io.
            E questo lo fa già il copyright e le licenze GPL
            e Creative Commons. Tu copi e usi, sfrutti anche
            economicamente se vuoi, ma non puoi attribuirti
            la
            paternità.
            Ok ti basta renderti famoso e non ti interessa guadagnarci. In pratica il tuo guadagno è nel rafforzamento della tua autostima perchè ti dicono che sei bravo. Le persone che fanno così in genere vengono sfruttate. Ti dicono tutti "bravo bravo" e si prendono il tuo lavoro... e a te non resta nulla
            Credimi l'evoluzione umana non si arresterebbe. E
            poi se non si guadagna direttamente dalla vendita
            del diritto di sfruttamento del brevetto si
            guadagnerebbe dalle consulenze ad aziende e
            governi che vogliono sapere come implementarlo e
            svilupparlo.
            Fare il consulente è terribile. E' come lavorare per le agenzie interinali... credimi!!!
            Stallman, Torvalds, Raymond, Cox, De Icaza ecc.
            (sviluppatori opensource) lavorano tutti, stanno
            bene e sono molto rispettati e ricercati. Non
            hanno panfili e megaville, ma cosa ti fa pensare
            che le
            desiderano?Mi parli di quelli più famosi. E' come dire che cantando si mangia e poi nominare XXXXXXX, Michael Jackson, Tina Turner,ecc.Sono le poche persone che sono emerse.Riguardo alle megaville... hai pensato che le possiedono proprio quelli che sfruttano il loro lavoro? se non gli interessavano le megaville potevano guadagnare molti soldi e poi darli in beneficenza, invece li hanno dati ai soliti parassiti
          • iRoby scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            - Scritto da: sdsd
            Ancora per poco in Italia (newbie)Ma è una cosa artificiale. In Giappone il lavoro è un diritto perpetuo come la sanità pubblica.
            Ok ti basta renderti famoso e non ti interessa
            guadagnarci. In pratica il tuo guadagno è nel
            rafforzamento della tua autostima perchè ti
            dicono che sei bravo. Le persone che fanno così
            in genere vengono sfruttate. Ti dicono tutti
            "bravo bravo" e si prendono il tuo lavoro... e a
            te non resta nullaTu fai sempre un confronto con la società corrotta o distorta di adesso.Quello che bisogna gettare con l'opensource e la lotta contro i brevetti e i copyright perpetui ma anche contro le privatizzazioni di beni come l'acqua, e soprattutto contro un sistema bancario usuraio e che non risponde all'idea di ciò che avrebbe dovuto essere ossia aiuto creditizio per lo sviluppo, è il concetto di merito da atto creativo.Quando lo sfruttare l'atto creativo altrui senza l'apporto di qualcosa sarà eticamente deprorevole, non sarà sfruttato più nessuno. Non converrà farlo. Oggi come oggi che effetto ti fa la notizia di un ragazzo nigeriano che da solo dal rottamaio costruisce un elicottero:http://portalino.org/africa/index.php?option=com_content&task=view&id=322&Itemid=29ed uno Stefano Tarricone che perché ha partecipato ad una stupida trasmissione ha contratti pubblicitari e attività varie e remunerative?Ecco, se riusciamo a far diventare degni di nota e di premio il merito intellettivo derivante dall'atto creativo, non solo non ci sarà nessuno a sfruttare chi è bravo, ma ci sarà una gara non a XXXXXXX di più, ma ad inventare di più, a mostrare bravura e abilità creativa.Sarà il ragazzo nigeriano ad avere proposte di lavoro e contratti di vario genere.I mass media sono farciti di gente inutile ma che guadagna molto facendo inutilità come il solo apparire nei media.Per tali motivi i media tradizionali sono in crisi, sono troppo fini a se stessi, alla gente non interessano più personaggi che si lodano e s'imbrodano solo perché appaiono nei media.Non è un caso che per attrarre e far parlare di se sono obbligati anche a gesti estremi, che vanno da volontariato e impegno sociale, fino a provocazione e comportamenti anti-convenzionali.
            Fare il consulente è terribile. E' come lavorare
            per le agenzie interinali... credimi!!!Continuiamo a confrontare con la situazione locale tua/nostra?All'estero le consulenze specifiche e professionali sono ricercate e ben pagate.Conosco una piccola azienda che in Austria fa SOL-Linux Server Optimized Linux, una sua distribuzione personalizzata che mette a cliendi fidati ed ha commesse nella pubblica amministrazione locale.http://www.sol-linux.com/Questo per segnalare un piccola, piccolissima realtà che regala qualcosa ma nel contempo vive di altro.Se a qualcuno piace SOL non è detto che non aiuti ad estenderlo e migliorarlo aiutando la Antitachyon (azienda dietro SOL-Linux) nel suo lavoro in Austria.
            Mi parli di quelli più famosi. E' come dire cheProprio poche righe fa ti ho parlato della sconosciuta Antitachyon e di SOL-Linux in Austria.E conosci la Maguma di Bolzano e i suoi IDE per programmatori. Li vedo spesso a convegni e non mi sembrano poveri alla canna del gas.
          • sdsd scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            per me a parte le eccezioni non ci stiamo tutti con questo sistema, inoltre stai assumendo che non ci sia corruzione (impossibile!!).Quello che dici è troppo distante dalla realtà che vedo e che ho sempre visto. Comunque se hai dei link che spieghino queste realtà parallele dammeli che vado a leggere (grazie)
          • iRoby scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            Ti posterò un autore francese molto interessante che è stato anche un consulente del precedente governo Prodi. Profetizzava il cambiamento ad opera della rete ben 15 anni fa.Poi c'è Pekka Imanen, di suo sicuramente interessante anche perché in tema è "Etica Hacker" edito da Feltrinelli.Io non dico che la corruzione non esisterà. Ma se oggi più grandi sono le aziende e più palese e l'effetto della corruzione su milioni di individui quando la corruzione serve a difendere i loro affari, è quindi auspicabile che in un sistema distribuito dove le aziende sono mediamente più piccole e con minore potere corruttivo perché c'è un'etica maggiormente diffusa, la corruzione avrà effetti minori e su un minore numero di persone ed un'area geografica più circoscrita.Per fare un esempio il potere corruttivo di Microsoft ha impedito il suo smembramento e quindi consolidamento del suo monopolio. Ancora oggi nel mondo non riesci a comprare un computer qualsiasi senza sistema operativo o con sistemi alternativi.
          • sdsd scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            salvato nei preferiti Pekka Himanen. Per l'altro attendoGrazie
          • iRoby scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            Guarda il suo curriculum:http://www.pekkahimanen.org/Il suo libro inizia dall'Accademia Platonica......Riunirsi fuori dalle porte della città di Atene sotto una quercia per discutere di politica, scienza, economia, confutazioni filosofiche e teologiche, non è forse stato il primo esempio di libero scambio di idee e conoscenze?
          • sdsd scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            E' come ai primi tempi dell'informatica dove usare un computer era considerato come viaggiare con un UFO (tempi di cui parla stallman).Il guaio è che ora il sapere è di massa e non sono sicuro che valgano le stesse regole (nel senso che non devono campare solo i ricercatori).
          • panda rossa scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            - Scritto da: sdsd

            Gli ultimi 20/30 anni sono nulla in confronto.

            E il progresso c'e' sempre stato, senza bisogno

            di

            brevetti.

            I brevetti esistono da più di 30 anni e se ci
            pensi i grossi sviluppi tecnologici li abbiamo da
            poco più di 100
            anniTutti derivati da tecnologie militari.negli ultimi 100 anni si sono combattute guerre con piu' morti che in tutto il resto della storia messi assieme.


            Queste dittarelle non avendo avuto i costi di


            ricerca e sviluppo,ecc. fanno dei prezzi

            ridicoli


            e alla fine va a chi fa pagare meno il
            prodotto

            e


            si inizia a soffrire tutti la


            fame.



            O si inizia a godere tutti quanti del progresso

            al costo di produzione e non soffrira' la fame

            piu'

            nessuno.



            non esiste proprio. Si inizia a licenziare quasi
            tutto il reparto di ricerca e sviluppo e a
            prendere operai assemblatori invece di
            progettisti. Di sicuro non sono mai le grosse
            aziende che ci
            rimettonoE neanche i progettisti che possono mettersi a fare gli assemblatori.


            Ovviamente sono i soldi che spingono a fare


            ricerca e a innovare



            Devi essere ben meschino se la pensi in questo

            modo.

            C'e' gente che fa le cose per il piacere di

            farle, e non per i

            soldi.



            certo, ma peccato che queste persone hanno 2 ore
            libere la sera (perchè di giorno lavorano per
            mangiare) in cui non dispongono di certo dei
            soldi per comprare le costose apparecchiature per
            la ricerca. La ricerca nel software non richiede costose apparecchiature.E qui stiamo parlando di ricerca nel software.
            Vita reale e meschina!!Basta trovarsi uno scopo diverso da quello di seguire il grande fratello in tv.


            e questa cosa dell'ometto


            che, chiudendosi in cantina, assembla
            pezzettini


            fatti da altri, crea un ufo e diventa
            milionario


            è una cavolata (anche se a una o due persone

            sarà


            pure


            successa)



            Una di queste due e' il caro zio Bill.

            Il caro zio bill ha fatto questa cosa quando
            l'informatica era fatta con computer con 16kb di
            ram e non ha inventato lui il BASIC. In
            definitiva non ha creato nessun progesso
            tecnologico Bill quando lavorava in cantina
            (http://it.wikipedia.org/wiki/Bill_Gates)Lo so. Bill non ha mai creato niente. Ha sempre copiato e acquisito, difeso dai brevetti.
          • sdsd scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS


            non esiste proprio. Si inizia a licenziare quasi

            tutto il reparto di ricerca e sviluppo e a

            prendere operai assemblatori invece di

            progettisti. Di sicuro non sono mai le grosse

            aziende che ci

            rimettono

            E neanche i progettisti che possono mettersi a
            fare gli
            assemblatori.
            Certo... guadagnando come un operaio. Inoltre i nuovi progettisti non nasceranno perchè converrà andare a fare gli operai a 15 anni (oh ma è la realtà italiana di adesso!)

            certo, ma peccato che queste persone hanno 2 ore

            libere la sera (perchè di giorno lavorano per

            mangiare) in cui non dispongono di certo dei

            soldi per comprare le costose apparecchiature
            per

            la ricerca.

            La ricerca nel software non richiede costose
            apparecchiature.
            E qui stiamo parlando di ricerca nel software.
            non è detto. I costi sono nel numero di persone che devono lavorarci, nella pubblicità/promozione del prodotto, nel confezionamento dei DVD, nell'assistenza che deve essere fornita, nel bug fixing... uuuh quanti costi che la grossa azienda può sopportare con poco sforzo
            Basta trovarsi uno scopo diverso da quello di
            seguire il grande fratello in
            tv.
            buh ma nelle due ore di grande fratello fai poco... per non parlare del fatto che molti hanno altri impegni importanti oltre al lavoro come la famiglia
          • iRoby scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            - Scritto da: sdsd
            Certo... guadagnando come un operaio. Inoltre i
            nuovi progettisti non nasceranno perchè converrà
            andare a fare gli operai a 15 anni (oh ma è la
            realtà italiana di adesso!)Il basso potere di acquisto dei salari degli operai è una cosa voluta e artificiale.Fino agli anni '80 un dipendente pubblico o operaio aveva uno stipendio sufficiente alla famiglia e anche tempo libero se faceva orari 8-16 o 7:30-13:30 con anche il sabato di lavoro.È la società basata sul debito (o credito bancario) che impedisce sviluppo e potere d'acquisto, se ogni governo deve dare alle banche centrali il costo del denaro, oltre a farselo prestare invece che stamparlo da se.Pensa che ci sono studiosi di economia pazzoidi che sono convinti che ci possa essere una società senza il concetto di salario e denaro. Ma avresti dei crediti mensili direttamente proporzionali a quanto vali e produci. E che i crediti base anche se non fai nulla sono sufficienti a mantenerti in vita (acqua, cibo, vestiti, sanità gratuita e l'affitto di un monolocale popolare).Ma una volta che hai ciò gratis per diritto di nascita, riusciresti a stare innanzi al Grande Fratello tutto il giorno, vedendo magari che altri inventando qualcosa, aiutando nel sociale e producendo possono avere molto di più?Non importa a chi dai ciò che inventi, se te lo rubano, intanto ciò che hai fatto è andato a vantaggio della collettività globale e ricade su di te indirettamente come altri prodotti e oggetti.Tanto a te il diritto alla vita e alle necessità basilari è garantito.
          • sdsd scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            - Scritto da: iRoby
            - Scritto da: sdsd

            Certo... guadagnando come un operaio. Inoltre i

            nuovi progettisti non nasceranno perchè converrà

            andare a fare gli operai a 15 anni (oh ma è la

            realtà italiana di adesso!)

            Il basso potere di acquisto dei salari degli
            operai è una cosa voluta e
            artificiale.
            A parte quello perchè uno dovrebbe spaccarsi la schiena all'università per poi guadagnare come l'operaio?
            Fino agli anni '80 un dipendente pubblico o
            operaio aveva uno stipendio sufficiente alla
            famiglia e anche tempo libero se faceva orari
            8-16 o 7:30-13:30 con anche il sabato di
            lavoro.

            È la società basata sul debito (o credito
            bancario) che impedisce sviluppo e potere
            d'acquisto, se ogni governo deve dare alle banche
            centrali il costo del denaro, oltre a farselo
            prestare invece che stamparlo da
            se.

            Pensa che ci sono studiosi di economia pazzoidi
            che sono convinti che ci possa essere una società
            senza il concetto di salario e denaro. Ma avresti
            dei crediti mensili direttamente proporzionali a
            quanto vali e produci. E che i crediti base anche
            se non fai nulla sono sufficienti a mantenerti in
            vita (acqua, cibo, vestiti, sanità gratuita e
            l'affitto di un monolocale
            popolare).
            I grossi cani mastini non accetteranno mai. Sono solo fantasie di questi autori per vendere libri di pura utopia
            Ma una volta che hai ciò gratis per diritto di
            nascita, riusciresti a stare innanzi al Grande
            Fratello tutto il giorno, vedendo magari che
            altri inventando qualcosa, aiutando nel sociale e
            producendo possono avere molto di
            più?

            Non importa a chi dai ciò che inventi, se te lo
            rubano, intanto ciò che hai fatto è andato a
            vantaggio della collettività globale e ricade su
            di te indirettamente come altri prodotti e
            oggetti.
            Tanto a te il diritto alla vita e alle necessità
            basilari è
            garantito.Son sogni basati sul fatto che si possa vivere senza stipendio. Utopie molto belle ma inutili in pratica.Con il "sarebbe bello se" non si fa nulla.Inoltre se distruggi il sistema attuale, prima che crollino i potenti, i piccoli saranno già alla fame da tempo
          • panda rossa scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            - Scritto da: sdsd
            A parte quello perchè uno dovrebbe spaccarsi la
            schiena all'università per poi guadagnare come
            l'operaio?Considerazione idiota tipica di chi l'universita' l'ha passata grazie al CEPU.Uno studia perche' gli piace farlo, e se gli piace non si spacca la schiena.E se non gli piace, non e' mica obbligatorio studiare.Un eventuale maggiore guadagno non e' il fine dello studio ma la conseguenza.E se non capisci questa sottile differenza, non c'e' speranza.
            I grossi cani mastini non accetteranno mai. Sono
            solo fantasie di questi autori per vendere libri
            di pura
            utopiaPensa un po'... nel medioevo c'erano i feudatari e i servi della gleba. La democrazia e la giustizia sociale erano concetti talmente inconcepibili che neppure si parlava di utopia...Il mondo evolve, lentamente ma evolve.I grossi cani mastini faranno il loro tempo.
          • sdsd scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: sdsd

            A parte quello perchè uno dovrebbe spaccarsi la

            schiena all'università per poi guadagnare come

            l'operaio?

            Considerazione idiota tipica di chi l'universita'
            l'ha passata grazie al
            CEPU.

            Uno studia perche' gli piace farlo, e se gli
            piace non si spacca la
            schiena.
            E se non gli piace, non e' mica obbligatorio
            studiare.
            Un eventuale maggiore guadagno non e' il fine
            dello studio ma la
            conseguenza.
            E se non capisci questa sottile differenza, non
            c'e'
            speranza.Ehm... non è che sei studente/studentessa? Dopo la laurea, quando vedi che non arrivi a fine mese, aaaahhhh come ti passano dalla testa ste teorie.Da come parli forse sarai un dottorando/ricercatore/studente perchè fuori il mondo è proprio diverso


            I grossi cani mastini non accetteranno mai. Sono

            solo fantasie di questi autori per vendere libri

            di pura

            utopia

            Pensa un po'... nel medioevo c'erano i feudatari
            e i servi della gleba. La democrazia e la
            giustizia sociale erano concetti talmente
            inconcepibili che neppure si parlava di
            utopia...

            Il mondo evolve, lentamente ma evolve.
            I grossi cani mastini faranno il loro tempo.I feudatari ora sono i grossi imprenditori e i politici.I servi della gleba siamo noi.Le condizioni sono migliorate ma il più forte continua a mangiare il debole
          • panda rossa scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            - Scritto da: sdsd
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: sdsd


            A parte quello perchè uno dovrebbe spaccarsi
            la


            schiena all'università per poi guadagnare come


            l'operaio?



            Considerazione idiota tipica di chi
            l'universita'

            l'ha passata grazie al

            CEPU.



            Uno studia perche' gli piace farlo, e se gli

            piace non si spacca la

            schiena.

            E se non gli piace, non e' mica obbligatorio

            studiare.

            Un eventuale maggiore guadagno non e' il fine

            dello studio ma la

            conseguenza.

            E se non capisci questa sottile differenza, non

            c'e'

            speranza.

            Ehm... non è che sei studente/studentessa? Si, lo ero, una ventina d'anni fa...
            Dopo la laurea, quando vedi che non arrivi a fine
            mese, aaaahhhh come ti passano dalla testa ste
            teorie.Non e' la laurea che conta, ma il cervello.Se manca quello, puoi averci tutte le lauree che vuoi...E anche l'umilta' e' un'altra buona dote: quella che ti permette, anche se sei laureato, di poter fare il magazziniere, l'elettricista, l'installatore di hardware, di stampanti, di fotocopiatrici, per poi arrivare ad installare sistemi operativi e reti, entrare in tanti uffici, farti conoscere, e alla fine qualcuno si accorge che le cose le sai fare e ti propone un lavoretto, due, tre, e poi ti paga perche' tu ti fermi li' da lui...E allora ti fermi per un po' ma poi non ti basta, e allora viaggi, conosci persone, visiti luoghi, impari un po' meglio le lingue, e alla fine, quando torni ti puoi presentare presso qualche posto un po' piu' grosso dove entri, impari, trasmetti agli altri quello che sai, ti sai far apprezzare, cresci all'interno, vedono che sei bravo, capace che hai tanta voglia di fare e di essere disponibile...Poi capita un'altra occasione, saluti tutti, cambi posto, e ti ritrovi ad amministrare dei server in una grossa azienda...E abbiamo appena cominciato!E il problema e' che la fine del mese arriva troppo presto e non hai fatto in tempo a fare tutto quello che avresti voluto fare in quel mese.Una storia a caso. La mia.
            Da come parli forse sarai un
            dottorando/ricercatore/studente perchè fuori il
            mondo è proprio diversoIl mondo lo conosco bene, sia dentro che fuori.


            I grossi cani mastini non accetteranno mai.
            Sono


            solo fantasie di questi autori per vendere
            libri


            di pura


            utopia



            Pensa un po'... nel medioevo c'erano i feudatari

            e i servi della gleba. La democrazia e la

            giustizia sociale erano concetti talmente

            inconcepibili che neppure si parlava di

            utopia...



            Il mondo evolve, lentamente ma evolve.

            I grossi cani mastini faranno il loro tempo.

            I feudatari ora sono i grossi imprenditori e i
            politici.

            I servi della gleba siamo noi.Io non mi sento proprio servo di nessuno.
            Le condizioni sono migliorate ma il più forte
            continua a mangiare il
            deboleSi chiama selezione naturale.
          • sdsd scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: sdsd

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: sdsd



            A parte quello perchè uno dovrebbe spaccarsi

            la



            schiena all'università per poi guadagnare
            come



            l'operaio?





            Considerazione idiota tipica di chi

            l'universita'


            l'ha passata grazie al


            CEPU.





            Uno studia perche' gli piace farlo, e se gli


            piace non si spacca la


            schiena.


            E se non gli piace, non e' mica obbligatorio


            studiare.


            Un eventuale maggiore guadagno non e' il fine


            dello studio ma la


            conseguenza.


            E se non capisci questa sottile differenza,
            non


            c'e'


            speranza.



            Ehm... non è che sei studente/studentessa?

            Si, lo ero, una ventina d'anni fa...


            Dopo la laurea, quando vedi che non arrivi a
            fine

            mese, aaaahhhh come ti passano dalla testa ste

            teorie.

            Non e' la laurea che conta, ma il cervello.
            Se manca quello, puoi averci tutte le lauree che
            vuoi...
            E anche l'umilta' e' un'altra buona dote: quella
            che ti permette, anche se sei laureato, di poter
            fare il magazziniere, l'elettricista,
            l'installatore di hardware, di stampanti, di
            fotocopiatrici, per poi arrivare ad installare
            sistemi operativi e reti, entrare in tanti
            uffici, farti conoscere, e alla fine qualcuno si
            accorge che le cose le sai fare e ti propone un
            lavoretto, due, tre, e poi ti paga perche' tu ti
            fermi li' da
            lui...
            E allora ti fermi per un po' ma poi non ti basta,
            e allora viaggi, conosci persone, visiti luoghi,
            impari un po' meglio le lingue, e alla fine,
            quando torni ti puoi presentare presso qualche
            posto un po' piu' grosso dove entri, impari,
            trasmetti agli altri quello che sai, ti sai far
            apprezzare, cresci all'interno, vedono che sei
            bravo, capace che hai tanta voglia di fare e di
            essere
            disponibile...
            Poi capita un'altra occasione, saluti tutti,
            cambi posto, e ti ritrovi ad amministrare dei
            server in una grossa
            azienda...
            E abbiamo appena cominciato!

            E il problema e' che la fine del mese arriva
            troppo presto e non hai fatto in tempo a fare
            tutto quello che avresti voluto fare in quel
            mese.

            Una storia a caso. La mia.
            Insomma ancora tanto lavoro prima di ottenere qualcosina (era meglio fare l'operaio a 15 anni).Tra l'altro 20 anni fa era diverso. Il millenium bug e la conversione lira euro hanno aiutato parecchio.Ora la strada è molto più in salita

            Da come parli forse sarai un

            dottorando/ricercatore/studente perchè fuori il

            mondo è proprio diverso

            Il mondo lo conosco bene, sia dentro che fuori.
            A quanto pare sì. E' proprio una differenza di punti di vista la nostra



            I grossi cani mastini non accetteranno mai.

            Sono



            solo fantasie di questi autori per vendere

            libri



            di pura



            utopia





            Pensa un po'... nel medioevo c'erano i
            feudatari


            e i servi della gleba. La democrazia e la


            giustizia sociale erano concetti talmente


            inconcepibili che neppure si parlava di


            utopia...





            Il mondo evolve, lentamente ma evolve.


            I grossi cani mastini faranno il loro tempo.



            I feudatari ora sono i grossi imprenditori e i

            politici.



            I servi della gleba siamo noi.

            Io non mi sento proprio servo di nessuno.
            io sì ma non sto facendo i sacrifici ulteriori che hai fatto tu. Quello che mi chiedo è se quello che ti torna indietro è paragonabile allo sforzo fatto... per non parlare del fatto che tu parli di molti anni fa in cui i tempi non erano così tragici

            Le condizioni sono migliorate ma il più forte

            continua a mangiare il

            debole

            Si chiama selezione naturale.e allora già sai
          • panda rossa scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            - Scritto da: sdsd
            Insomma ancora tanto lavoro prima di ottenere
            qualcosina (era meglio fare l'operaio a 15
            anni).
            Tra l'altro 20 anni fa era diverso. Il millenium
            bug e la conversione lira euro hanno aiutato
            parecchio.
            Ora la strada è molto più in salita Vero, il millenium bug e l'euro hanno creato un bel giro, ma io mi ero gia' inserito prima, quindi non posso dire di essermi avvantaggiato piu' di tanto.Ora la strada e' molto piu' in salita ma il mondo si e' allargato anche parecchio.15 anni fa era meno concepibile di oggi trovare sbocchi all'estero, mentre oggi con l'Erasmus gia' all'universita' uno puo' provare a spaziare altrove.



            Io non mi sento proprio servo di nessuno.



            io sì ma non sto facendo i sacrifici ulteriori
            che hai fatto tu. Quello che mi chiedo è se
            quello che ti torna indietro è paragonabile allo
            sforzo fatto... per non parlare del fatto che tu
            parli di molti anni fa in cui i tempi non erano
            così
            tragiciMa perche' continui a misurare le cose in termini di sforzo o di denaro?Io ho sempre e solo fatto cose che mi piaceva di fare che sapevo fare e che serviva fare in quel momento.Non nego che a volte sia stato faticoso e stressante, ma il piacere di fare qualcosa che appassiona va al di la'...
          • sdsd scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS

            Ma perche' continui a misurare le cose in termini
            di sforzo o di
            denaro?
            Io ho sempre e solo fatto cose che mi piaceva di
            fare che sapevo fare e che serviva fare in quel
            momento.
            Non nego che a volte sia stato faticoso e
            stressante, ma il piacere di fare qualcosa che
            appassiona va al di
            la'...guarda la questione è che per arrivare a fine mese si fa fatica e che ho l'impressione che per le aziende dove fanno da fornitori i consulenti programmatore===operaio .Questo mi crea una sorta di amarezza che mi leva il piacere
          • panda rossa scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            - Scritto da: sdsd

            Ma perche' continui a misurare le cose in
            termini

            di sforzo o di

            denaro?

            Io ho sempre e solo fatto cose che mi piaceva di

            fare che sapevo fare e che serviva fare in quel

            momento.

            Non nego che a volte sia stato faticoso e

            stressante, ma il piacere di fare qualcosa che

            appassiona va al di

            la'...

            guarda la questione è che per arrivare a fine
            mese si fa fatica e che ho l'impressione che per
            le aziende dove fanno da fornitori i consulenti
            programmatore===operaio
            .Ci sono anche queste realta': ci sono passato pure io, e come ci sono passato me ne sono anche andato senza rimpianti.Pero' esistono anche realta' in cui l'informatico tuttofare e' richiesto e ben apprezzato, e pure da quelle ci sono passato, e me ne sono andato con molto piu' rincrescimento, perche' erano bei posti, solo che l'attivita' non permetteva di crescere piu' di tanto, e quindi dopo aver rinnovato tutta la struttura informatica, averli formati come si deve e messo qualcuno al posto mio, me ne sono andato pure da li'.Credo avessero una mia foto con firma, appesa da qualche parte, e se la tengono ancora sono certo che non la usano come bersaglio per le freccette.
            Questo mi crea una sorta di amarezza che mi leva
            il piacereChe cosa devo dirti? Approfitta di quello che riesci ad approfittare, fai curriculum, e poi saluta e trova un posto migliore.Le alternative esistono.
          • panda rossa scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            - Scritto da: sdsd

            La ricerca nel software non richiede costose

            apparecchiature.

            E qui stiamo parlando di ricerca nel software.



            non è detto. I costi sono nel numero di persone
            che devono lavorarci, nella pubblicità/promozione
            del prodotto, nel confezionamento dei DVD,
            nell'assistenza che deve essere fornita, nel bug
            fixing... uuuh quanti costi che la grossa azienda
            può sopportare con poco
            sforzoQuesta e' l'antiquata logica del XX secolo e delle major.Un buon prodotto software non richidere pubblicita'.E non richiede neppure di essere distribuito su un supporto come il DVD.Tutti costi inutili che servono solo ad inquinare il mercato e il resto del mondo.
          • sdsd scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            - devi mandare il commerciale dai vari clienti a proporre il prodotto e la pubblicità serve sempre. - Appena inizi devi mantenerti perchè i soldi arrivano doponon è reale quello che dici. Non esiste che ti apri l'ecommerce con zencart o oscommerce e senza spendere ti fai la grana. Certo che se metti un software per iPhone sull'apple store è diverso ma in questo caso i soldi della pubblicità li ha messi apple
          • beebox scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            - Scritto da: sdsd
            Nei sogni!!Nei sogni tuoi, forse.
            senza i brevetti (ovviamente alcuni sono ridicoli
            ma non tutti) ci sarebbero un sacco di dittarelle
            che inizierebbero a
            scopiazzare.E` quello che si è sempre fatto, brevetti o non brevetti.Per i brevetti sw in particolare, che sono brevetti sul nulla, questi sono utili solo a due categorie:1) i patent trolls, perché non producono nulla e quindi male che vada non fanno cassa in tribunale.2) alcune grandi aziende, che anche se devono spesso scucire quattrini ai primi, ritengono che comunque il potere ricattatorio che i lori grossi portafogli di brevetti sul nulla gli consentono verso altre aziende possa valere la candela, il che non è vero (è solo l'opinione dei loro avvocati, che ovviamente hanno solo da guadagnare).Il mito del brevetto come motore dell'innovazione poteva forse funzionare nell'800, quando "l'immaginario collettivo" era ancora facilmente incantabile con queste baggianate, ma oggi è una favoletta orchestrata ad arte per quelli che se la bevono.Il fatto che i brevetti sw siano brevetti sul nulla è palese nel fatto che solo chi non produce nulla (patent trolls) può trarne i maggiori benefici. Le aziende che producono qualcosa hanno solo da perdere.
            Ovviamente sono i soldi che spingono a fareOvviamente una cippa. Se parliamo di brevetti. Altre forme di protezione della creatività sono più dignitose, ma si sta volgarmente abusando anche di quelle.
          • sdsd scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            per il solito discorso che teoria e pratica non coincidono.Certo sarebbe bello se.... e poi se ... e poi se...ma non è così
          • iRoby scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            Si chiama sviluppo distribuito...Nell'era di Internet e della cibernetica i saperi divengono distribuiti e si sviluppa in condivisione spalmando i costi di R&D tra tutti gli attori.Come avviene già oggi col software libero si potrà fare con miriadi di altri prodotti.Se non c'è brevetto tutte le aziende si possono unire nello sviluppo dei prodotti che poi vengono costruiti e distribuiti localmente.Lo stesso accade in ogni parte del mondo, un'azienda prende da Internet produce e vende nella sua area. Non può esportare perché altrove c'è un'altra azienda che fa lo stesso.Se apporta modifiche, le modifiche le possono prendere anche altri.Ma non importa perché anche lei ha trovato qualcosa di già fatto da usare, per cui ha beneficiato di ciò, come gli altri beneficeranno di ciò che apporta questa azienda.Oggi la produzione è delocalizzata in paesi come la Cina da grandi aziende che hanno l'esclusiva su un prodotto.In futuro non ci potrebbe essere delocalizzione e si lavorerebbe tutti su progetti comuni.Già in Cina stessa ci sono esempi di questo genere di produzione, basti pensare a molti oggetti dell'elettronica che condividono il medesimo progetto, stessa CPU, stessa base di sistema operativo, stessa componentistica.Basti pensare a router con chip Conexant o TI, ai telefoni cinesi dual-sim, agli access point wifi marchiati sotto i vari Edimax, Roper, D-Link, Atlantis Land, sono lo stesso prodotto sviluppato da consorzi e poi rivenduto con diversi involucri brandizzati.Il progetto OpenWRT non è solo un firmware per varie piattaforme è un access point basato su Linux e libero, implementabile da qualsiasi marchio dell'elettronica.Il futuro è condivisione e progettazione distribuita.Quando Beppe Grillo fa una battuta dicendo che fabbriche di biscotti sud-americane esportano in Olanda e quelle olandesi in Sud-America, propone: "perché non si scambiano semplicemente la ricetta?", meno inquinamento e problemi logistii, ma soprattutto costi inutili e prezzo alto alla vendita con margini esigui.
          • sdsd scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            - Scritto da: iRoby
            Si chiama sviluppo distribuito...

            Nell'era di Internet e della cibernetica i saperi
            divengono distribuiti e si sviluppa in
            condivisione spalmando i costi di R&D tra tutti
            gli
            attori.

            Come avviene già oggi col software libero si
            potrà fare con miriadi di altri
            prodotti.
            Peccato che il software libero rende ai grossi come IBM. I piccoli lavorano solo gratis o ci guadagnano ben poco (a meno dello studentello che può fare il sito di ecommerce a 100 euro per il macellaio sotto casa... ma non ci si può vivere). I costi di Ricerca e Sviluppo sono quasi azzerati... ma anche i guadagni. Meglio non fare ricerca e sviluppo e sfruttare quello che ti danno gli ingenui che lavorano gratis
            Se non c'è brevetto tutte le aziende si possono
            unire nello sviluppo dei prodotti che poi vengono
            costruiti e distribuiti
            localmente.
            Lo stesso accade in ogni parte del mondo,
            un'azienda prende da Internet produce e vende
            nella sua area. Non può esportare perché altrove
            c'è un'altra azienda che fa lo
            stesso.
            Se apporta modifiche, le modifiche le possono
            prendere anche
            altri.
            Ma non importa perché anche lei ha trovato
            qualcosa di già fatto da usare, per cui ha
            beneficiato di ciò, come gli altri beneficeranno
            di ciò che apporta questa
            azienda.
            Si finisce per fare i consulenti per 4 clienti grossi che non ti lasciano manco di che vivere perchè i prezzi li fanno loro
            Oggi la produzione è delocalizzata in paesi come
            la Cina da grandi aziende che hanno l'esclusiva
            su un
            prodotto.
            In futuro non ci potrebbe essere delocalizzione e
            si lavorerebbe tutti su progetti
            comuni.

            Già in Cina stessa ci sono esempi di questo
            genere di produzione, basti pensare a molti
            oggetti dell'elettronica che condividono il
            medesimo progetto, stessa CPU, stessa base di
            sistema operativo, stessa
            componentistica.

            Basti pensare a router con chip Conexant o TI, ai
            telefoni cinesi dual-sim, agli access point wifi
            marchiati sotto i vari Edimax, Roper, D-Link,
            Atlantis Land, sono lo stesso prodotto sviluppato
            da consorzi e poi rivenduto con diversi involucri
            brandizzati.
            Il progetto OpenWRT non è solo un firmware per
            varie piattaforme è un access point basato su
            Linux e libero, implementabile da qualsiasi
            marchio
            dell'elettronica.
            Ho capito .. ma basti anche pensare che in cina chi lavora fa la fame!!
            Il futuro è condivisione e progettazione
            distribuita.

            Quando Beppe Grillo fa una battuta dicendo che
            fabbriche di biscotti sud-americane esportano in
            Olanda e quelle olandesi in Sud-America, propone:
            "perché non si scambiano semplicemente la
            ricetta?", meno inquinamento e problemi logistii,
            ma soprattutto costi inutili e prezzo alto alla
            vendita con margini
            esigui.Perchè altrimenti diminuiscono i loro guadagni... e devono far fuori 1000 dipendenti. Poi beppe grillo fa tanti bei discorsi sparando contro tutti ma vorrei metterlo al governo e vedere cosa succede.
          • iRoby scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            - Scritto da: sdsd
            Peccato che il software libero rende ai grossi
            come IBM. I piccoli lavorano solo gratis o ci
            guadagnano ben poco (a meno dello studentello che
            può fare il sito di ecommerce a 100 euro per il
            macellaio sotto casa... ma non ci si può vivere).
            I costi di Ricerca e Sviluppo sono quasi
            azzerati... ma anche i guadagni. Meglio non fare
            ricerca e sviluppo e sfruttare quello che ti
            danno gli ingenui che lavorano gratisMa tu vedi solo grossi lupi cattivi, ovunque che vogliono mangiare te e il tuo denaro e sfruttarti vitanaturaldurante?Abbiamo capito che se mai ci sarà una rivoluzione non arriverà mai da quelli come te...Fortunatamente il mondo è vario e ci sono persone che ci danno tanto buon software e prodotti sviluppati in modo condiviso...Oggetti e tecnologie che ci stanno cambiando la vita.Apache + Linux + un CMS/E-Commerce ci mettono su Internet a vendere qualcosa o farci conoscere.Il motore di blog Wordpress a parlare di noi e delle nostre idee.OpenOffice a fare produttività personale.I social network gratuiti a farci conoscere gente che la pensa come noi.E l'elettronica senza brevetti dei router e degli access point con Linux, col suo basso costo ci fa essere sempre più connessi.Non piangerti addosso, metti il naso fuori ogni tanto, incontra gente, fai qualcosa per loro in modo disinteressato, anche azioni semplici, l'aiuto in un trasloco, ad assemblare un PC, un lavoretto semplice senza chiedere nulla in cambio.Vedrai che quella persona non ti dimentica e se sarai tu ad avere bisogno di qualcosa te la troverai a disposizione e ti ricambierà 2-3 volte tanto. E insieme avrete scoperto che invece che alzarsi al mattino per XXXXXXX qualcuno una ed una sola volta, invece dando qualcosa a qualcuno se ne riceve sempre e ad ogni occasione...Sembra un aneddoto o un discorso newage ma se hai mai visitato e frequentato comunità di appassionati di qualcosa ti accorgerai della vera indole umana.
          • Mr. lo Pesce scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            - Scritto da: sdsd
            Nei sogni!!

            senza i brevetti (ovviamente alcuni sono ridicoli
            ma non tutti) ci sarebbero un sacco di dittarelle
            che inizierebbero a
            scopiazzare.E soprattutto, per evitare di farsi scopiazzare le dittarelle dovrebbero tenere segrete le idee che altrimenti circolano coi brevetti, privando i volonterosi inventori di tanti buoni punti di partenza.
          • sdsd scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            spiegalo a questi utopisti
          • panda rossa scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            - Scritto da: Mr. lo Pesce
            E soprattutto, per evitare di farsi scopiazzare
            le dittarelle dovrebbero tenere segrete le idee
            che altrimenti circolano coi brevetti, privando i
            volonterosi inventori di tanti buoni punti di
            partenza.Avessi mai inventato qualcosa di nuovo una sola volta in vita tua!Avevo conosciuto uno una volta in un ufficio, che credeva di sapere tutto lui e non aiutava mai nessuno, mentre io avevo il viziaccio di dare una mano un po' a tutti, di spiegare le cose che facevo, e piu' di uno ha imparato qualcosa da me.Oggi, a distanza di anni, con molti di questi sono rimasto in contatto, mentre quello la' che sapeva tutto lui, di lui non si ricorda nessuno ne' si sa che fine abbia fatto.
          • advange scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            Deve ritenersi fortunato il tuo amico: fosse capitato tra le mie mani lo avrei "fatto fuori" (in senso lavorativo) definitivamente (a parlo soprattutto di pezzi grossi). Negli ultimi 3 anni ne ho "uccisi" parecchi così. Di solito si tratta di gente completamente incapace che può farsi sentire indispensabile all'azienda solo nascondendo; spesso fanno gli importanti anche solo perché hanno una password. Appena si viene a sapere qual è la loro reale competenza sono messi in un angolo.
        • beebox scrive:
          Re: Per una volta son d'accordo con MS
          - Scritto da: Pinco Pallino
          e molta meno gente che potrebbe tirarci fuori uno
          stipendio e sopravvivere. Cosa fai tu? lo
          studente? l'idraulico? il
          panettiere?No, il killer della camorra, ed avrò pure il diritto di tirarci fuori uno stipendio anch'io in quello che faccio, no ?
          • panda rossa scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            - Scritto da: beebox
            - Scritto da: Pinco Pallino

            e molta meno gente che potrebbe tirarci fuori
            uno

            stipendio e sopravvivere. Cosa fai tu? lo

            studente? l'idraulico? il

            panettiere?

            No, il killer della camorra, ed avrò pure il
            diritto di tirarci fuori uno stipendio anch'io in
            quello che faccio, no ?Lavori come esclusivista o puoi anche avere contratti con altri fornitori?
      • Angelo Russo scrive:
        Re: Per una volta son d'accordo con MS
        Io magari per lavoro faccio il programmatore, impiego anni a sviluppare un software..... e che faccio lo regalo ?
        • mbohpz scrive:
          Re: Per una volta son d'accordo con MS
          - Scritto da: Angelo Russo
          Io magari per lavoro faccio il programmatore,
          impiego anni a sviluppare un software..... e che
          faccio lo regalo
          ?pensa se un domani ti brevettassero il trim, lo split, il sort, i controlli di validità... e ogni volta che li vuoi usare o paghi o riscrivi tutto da zero.invece che anni ci metteresti secoli.io sono favorevole ai brevetti sul software, ma attenzione che la linea di confine tra software e idea è sottile.e ci stanno provando da tempo.
          • Pinguino scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            quoto...se avessero brevettato integrali e derivate e differenziali saremmo tutti rovinati, e forse ancora staremo nel medioevo della matematica e della scienza...
          • eineki scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            Non puoi riscrivere tutto da zero. Anche implementando da capo una feature protetta da brevetto, tanto più nell'ambito dei brevetti software che sono molto generici, bisogna pagare le royalty connesse allo sfruttamento dell'idea.
        • Pinguino scrive:
          Re: Per una volta son d'accordo con MS
          Assolutamente no!Il tuo programma lo fai pagare eccome...Ma se uno ha avuto la tua "stessa idea", perché ti deve pagare? Chi ti ha dato l'esclusiva?Invece bisogna reinventarsi, fare pagare bene il prodotto, offrendo costosa assistenza verso il tuo software e dei servizi ancora più costosi di personalizzazione, senza considerare che già ti dovevano aver pagato per la progettazione.. e ti pagheranno per l'acquisto delle nuove versioni...Se un altro produce software migliore del tuo, fa parte della concorrenza e crea competitività, non è un male...Invece il brevetto ti mette sopra un piedistallo d'argento, a scapito di tutti gli altri produttori che devono quindi pagare due volte, una per lo sviluppo e una per l'idea... e questo per la società non è un bene, ...certo lo è per il produttore... ma il mercato ristagnerebbe credo..Dici che non funziona? Non sò.. dimmi la tua se hai più esperienza......però in ogni caso non regali nulla...
        • the_m scrive:
          Re: Per una volta son d'accordo con MS
          - Scritto da: Angelo Russo
          Io magari per lavoro faccio il programmatore,
          impiego anni a sviluppare un software..... e che
          faccio lo regalo?Non hai capito un tubo dei brevetti sul software e del fatto che NOI sviluppatori indipendenti siamo i primi a RIMETTERCI se venissero applicati anche in Europa.Ogni volta che pubblichi un software potresti rischiare che ti venga fatta contro una causa perchè infrangi SENZA SAPERLO decine di stupide idee brevettate da aziende che neanche sapevi esistessero.Ti consiglio di informarti.
          • Angelo Russo scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            Si parla di FAT32.......... è un FS o sbaglio ? sviluppato da Microsoft o sbaglio ? quindi non ho capito perché non dovrebbero farselo pagare.
          • Skywalker scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            Intanto perché in Europa i brevetti software non sono valide (e Tom Tom è olandese).Secondo perché brevetta idee banali (alla faccia del fatto che un brevetto dovrebbe essere "non banale ed innovativo"), che il USPTO, che guadagna sul numero di brevetti concessi, ha conXXXXX.Terzo perché la mancanza di interoperabilità con altre tecnologie è il principio alla base di già ben DUE procedure di infrazione dell'Unione Europea contro Microsoft: aggiungiamo anche questa e facciamo un bel 3x2?
          • the_m scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS
            L'altro utente aveva fatto un discorso generico e io ho dato una risposta generica.La risposta alla tua domanda è semplice1) FAT viene usato unicamente a causa del MONOPOLIO di m$, visto che esistono *decine* di fs LIBERI e MIGLIORI di fat, ma non possono usati unicamente perchè windows di proposito non è compatibile con questi.2) FAT è usato ovunque da quando esistono le SD, MMC, chiavi USB, ecc. e la maggior parte dei produttori NON PAGA (come TomTom) l'obolo a m$ - per vari motiviFigurati se per ogni fotocamera, cellulare, palmare, molte stampanti (come la mia che ha l'attacco per la chiave USB), anche router (es. nuovi Aladino di Alice), tutto insomma, si dovesse pagare il pizzo a m$ per una stupida e obsoleta struttura dati scritta su una memoria di massa.Ma che vadano a LAVORARE che è meglio
          • noid scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS

            Ogni volta che pubblichi un software potresti
            rischiare che ti venga fatta contro una causa
            perchè infrangi SENZA SAPERLO decine di stupide
            idee brevettate da aziende che neanche sapevi
            esistessero.

            Ti consiglio di informarti.Quoto in pieno...da quello che so è brevettabile l'implementazione, non l'idea, se qualcuno è esperto mi corregga. In pratica non puoi brevettare l'idea di un farmaco che curi, che ne so, il mal di testa, ma ne puoi brevettare l'implementazione, una molecola che ha quell'effetto. Ma nel software il confine tra implementazione e idea è assolutamente incerto e quindi interpretabile, manco a dirlo, a favore del più forte.
          • advange scrive:
            Re: Per una volta son d'accordo con MS

            Quoto in pieno...da quello che so è brevettabile
            l'implementazione, non l'idea, se qualcuno è
            esperto mi corregga. In pratica non puoi
            brevettare l'idea di un farmaco che curi, che ne
            so, il mal di testa, ma ne puoi brevettare
            l'implementazione, una molecola che ha
            quell'effetto. Ma nel software il confine tra
            implementazione e idea è assolutamente incerto e
            quindi interpretabile, manco a dirlo, a favore
            del più forte.Ignoranza per ignoranza dico la mia: che io sappia basta l'idea, ma potrebbe essere una fesseria.
        • Paolo scrive:
          Re: Per una volta son d'accordo con MS
          - Scritto da: Angelo Russo
          Io magari per lavoro faccio il programmatore,
          impiego anni a sviluppare un software..... e che
          faccio lo regalo ?Forse non hai ben compreso che i brevetti sul software servono ad impedire "a te" di realizzare e vendere programmi che sfruttano tali brevetti, senza prima accordarti economicamente con i detentori dei brevetti stessi. Se sei fortunato paghi le royalties e te lo fanno vendere, se per loro sei una minaccia, semplicemente non ti concedono la licenza d'uso.
    • Xavio scrive:
      Re: Per una volta son d'accordo con MS
      Secondo me il problema è che windows è un sistema di monopolio e fintanto che non supporta nativamente ad esempio ext2 tutti i produttori di hardware che creano periferiche che una volta collegate si vedano come disco fisso sono costretti ad utilizzare FAT32.Ci sono drivers ext2 free per windows e vanno generalmente bene, ogni tanto però vanno a BSOD...
  • David Coverdale scrive:
    arrampicarsi sugli specchi
    ..sento lo stridere delle unghie che scivolano giu' lentamente ma inesorabilmente.Sono le unghie di gates, forse ne ha ancora un po', a forza di grattare il fondo del barile...Addio microshaft, a mai piu' rivederci.. sara' una lenta agonia ..R.I.P.Questo sara' il loro epitaffio«..anche la morte l'abbiamo brevettata noi e guai a chi dovesse copiarci..»
    • Angelo Russo scrive:
      Re: arrampicarsi sugli specchi
      Tom Tom utilizza tecnologie Microsoft e non paga......... non so chi abbia raschiato il barile nella questine in analisi.
      • Skywalker scrive:
        Re: arrampicarsi sugli specchi
        Tom Tom usa dei concetti oggi banali di quasi 10 anni fa perché, stante l'attuale Abuso di Posizione Dominante, il SO più diffuso si rifiuta di essere interoperabile con qualunque altro FS. Io ho provato ad inserire una chiavetta formattata ext2 su Windows Vista (preinstallato...), la monta ma poi mi chiede di riformattarla: bontà sua mi avvisa che perderò tutti i dati contenuti. Ho provato anche a fare una ricerca automatica di un nuovo driver, ma non mi trova nulla...Ed invece se cerco con Google trova più di qualcosa! Ma allora Google è meglio di Microsoft... ;-)
        • sdsd scrive:
          Re: arrampicarsi sugli specchi
          ma il fatto è che se microsoft integrasse ext2 direbbero che sono dei copioni che sfruttano l'open.Possono fare cosa vogliono ma per il linaro sono sempre in torto
          • Senbee scrive:
            Re: arrampicarsi sugli specchi
            Rendersi compatibili con una tecnologia altrui non è copiare. Nessuno ha mai accusato M$ di copiare le poche volte che si è aperta a standard esterni.Il tuo pregiudizio sui Linux user è sintomo di profonda ignoranza.
          • sdsd scrive:
            Re: arrampicarsi sugli specchi
            ah si vede che non hai letto cosa si scriveva quando si è scoperto che microsoft usava i "socket" di Unix.Se si fosse fatta i suoi socket non andava e se li prende da Unix non va... fai tu
          • Shu scrive:
            Re: arrampicarsi sugli specchi
            - Scritto da: sdsd
            ah si vede che non hai letto cosa si scriveva
            quando si è scoperto che microsoft usava i
            "socket" di
            Unix.No. Si diceva che MS ha "rubato" codice (non l'idea, proprio il codice) da BSD per implementare i socket. Cosi` come l'ha "rubato" per scrivere IE e per chissà quante altre cose.E infatti qualche anno dopo MS, che fino ad allora diceva che l'open source era il male, è saltata fuori dicendo "BSD è bellissimo, è la GPL che è un cancro"
            Se si fosse fatta i suoi socket non andava e se
            li prende da Unix non va... fai
            tuBastava rispettare la licenza e dare i credits agli autori originali, eh...Se la MS implementa correttamente ext2/ext3 in Windows io sono solo che contento.Ma visto che ha preso LDAP e l'ha martoriato rendendolo incompatibile con chiunque (e lo stesso con Netware e con HTML, e con qualunque cosa abbia "implementato"), io sono sicuro che riuscirebbe a fare anche un ext2 incompatibile con lo standard.Bye.
  • AxAx scrive:
    Idiozia allo stato puro
    Allora anche tutte le chiavette USB che permettono l'uso di FAT32 sono fuorilegge.
    • Lemon scrive:
      Re: Idiozia allo stato puro
      - Scritto da: AxAx
      Allora anche tutte le chiavette USB che
      permettono l'uso di FAT32 sono
      fuorilegge.No perchè dentro non c'è un SO
      • Funz scrive:
        Re: Idiozia allo stato puro
        - Scritto da: Lemon
        - Scritto da: AxAx

        Allora anche tutte le chiavette USB che

        permettono l'uso di FAT32 sono

        fuorilegge.

        No perchè dentro non c'è un SOChe c'entra, c'è FAT32.Le chiavette quindi a rigor di logica andrebbero vendute non formattate, o formattate in EXT, ed il povero utente win (già disgraziato di suo per dover usare Windows) se le dovrebbe formattare per poterle usare...
        • sdsd scrive:
          Re: Idiozia allo stato puro
          no. Il problema è che il linux messo nel tomtom è in grado di gestire la fat32 (scrivere e leggere la fat32).La chiavetta può essere benissimo formattata con windows e poi messa in un qualsiasi sistema operativo per cui sia stata pagata la licenza fat32 a microsoft
          • Senbee scrive:
            Re: Idiozia allo stato puro
            Bah, mi pare assurdo. Anche perché TUTTI i Linux preinstallati o su CD Live leggono perfettamente FAT32 (la compatibilità è proprio nel kernel).Forse è perché su TomTom c'è un Linux installato SU fat32 invece che su ext3 (cosa peraltro che mi farebbe rabbrividire)?A parte che poi anche in questo caso la differenza legale tra leggere una partizione in FAT32 e installarsi su una partizione FAT32 è un'interpretazione del tutto personale da parte di Microsoft.Secondo me stanno solo facendo il solito FUD.C'è crisi, e invece di puntare su innovazione ricerca e sviluppo, raschiano il barile, rubacchiano le ultime briciole. Avete visto che Microsoft ha licenziato 1400 persone e poi ha chiesto loro indietro il TFR? Sono alla frutta. Il futuro è open.
          • sdsd scrive:
            Re: Idiozia allo stato puro
            Il TFR poi non la ha più preso, ma ho letto che il problema è su alcune funzionalità del FAT. Cerca il tipo che ha riportato i dati in questo forum
    • Angelo Russo scrive:
      Re: Idiozia allo stato puro
      Tu sei sicuro del fatto che i produttori dei chip per le pendrive non abbiano nessun accordo con microsoft per l'utilizzo del FS FAT32 ?Io non lo so, però non credo che tu abbia la certezza del contrario.
    • vac scrive:
      Re: Idiozia allo stato puro
      La chiavetta USB è solo una memoria.Io l'ho formattata EXT3
      • advange scrive:
        Re: Idiozia allo stato puro

        La chiavetta USB è solo una memoria.
        Io l'ho formattata EXT3Ma solitamente sono formattate FAT32: quindi hanno pagato per fare questa cosa? Se sì, bene. altrimenti stanno violando un brevetto.
        • panda rossa scrive:
          Re: Idiozia allo stato puro
          - Scritto da: advange

          La chiavetta USB è solo una memoria.

          Io l'ho formattata EXT3
          Ma solitamente sono formattate FAT32: quindi
          hanno pagato per fare questa cosa? Se sì, bene.
          altrimenti stanno violando un
          brevetto.Oppure i produttori sono stati pagati per preformattarle fat32 in modo che l'utontus vulgaris (sottospecie di primate appartenente al sottordine degli utilizzatori di winsozz) possa infilarla nella usb e trovarla pronta all'uso.Vai a saperlo.
          • sdsd scrive:
            Re: Idiozia allo stato puro
            ma che pagati!! i produttori guardano e vedono ch 99% delle chiavette viene ficcato su computer windows. Vuoi che le formattino per sistemi che non hanno manco il 10% del mercato? fanno prima a non formattarle
          • advange scrive:
            Re: Idiozia allo stato puro

            ma che pagati!! i produttori guardano e vedono ch
            99% delle chiavette viene ficcato su computer
            windows. Vuoi che le formattino per sistemi che
            non hanno manco il 10% del mercato? fanno prima a
            non formattarleLa domanda è: pagano o no? Se pagano, nulla questio. Se non pagano è illegale, quindi, dovrebbero dartela non formattata.
          • nome e cognome scrive:
            Re: Idiozia allo stato puro
            - Scritto da: advange
            La domanda è: pagano o no? Se pagano, nulla
            questio. Se non pagano è illegale, quindi,
            dovrebbero dartela non
            formattata.Aridaje, perchè dovrebbero pagare ? C'è del CODICE per gestire la Fat32 dentro la chiavetta ? Ovviamente NO.La questione del Tom Tom è riguardo al CODICE per la gestione della Fat32, ed è QUELLO che è brevettato. Non è il semplice "uso" del Fat32 che Microsoft rivendica!
          • advange scrive:
            Re: Idiozia allo stato puro

            Aridaje, perchè dovrebbero pagare ? C'è del
            CODICE per gestire la Fat32 dentro la chiavetta ?
            Ovviamente
            NO.In verità dipende dal tipo di chiavetta; ho utilizzato un termine generico, ma io facevo riferimento anche ai lettori mp3. Questi sono in grado di leggere solo da FAT32? Cioè se formatto ext2 il mio lettore mp3 dopo sarà in grado di funzionare?

            La questione del Tom Tom è riguardo al CODICE per
            la gestione della Fat32, ed è QUELLO che è
            brevettato. Non è il semplice "uso" del Fat32 che
            Microsoft rivendica!Sì, su questo hai ragione; mi domandavo anche se MS non può richiedere soldi alle aziende che mettono in giro prodotti formattati FAT32. Io penso di no: ma alla stupidità dei brevetti non c'è limite...
          • sdsd scrive:
            Re: Idiozia allo stato puro
            - Scritto da: advange

            Aridaje, perchè dovrebbero pagare ? C'è del

            CODICE per gestire la Fat32 dentro la chiavetta
            ?

            Ovviamente

            NO.
            In verità dipende dal tipo di chiavetta; ho
            utilizzato un termine generico, ma io facevo
            riferimento anche ai lettori mp3. Questi sono in
            grado di leggere solo da FAT32? Cioè se formatto
            ext2 il mio lettore mp3 dopo sarà in grado di
            funzionare?



            La questione del Tom Tom è riguardo al CODICE
            per

            la gestione della Fat32, ed è QUELLO che è

            brevettato. Non è il semplice "uso" del Fat32
            che

            Microsoft rivendica!
            Sì, su questo hai ragione; mi domandavo anche se
            MS non può richiedere soldi alle aziende che
            mettono in giro prodotti formattati FAT32. Io
            penso di no: ma alla stupidità dei brevetti non
            c'è
            limite...Ma chi ti dice che le aziende di mp3 non paghino una licenza a microsoft?magari pagano e non lo dicono a te, mentre tomtom non ha pagato
          • advange scrive:
            Re: Idiozia allo stato puro

            Ma chi ti dice che le aziende di mp3 non paghino
            una licenza a microsoft?
            magari pagano e non lo dicono a te, mentre tomtom
            non ha pagatoInfatti la mia in origine era una domanda cui non so rispondere. Certo se la gente sapesse che paga anche solo 1 centesimo in più per ogni lettore mp3 (telefonini compresi) a causa del monopolio MS sui SO penso che qualche domanda in più se la farebbe. E la stessa UE avrebbe un motivo in più per portare avanti cause e multe all'antitrust...
          • sdsd scrive:
            Re: Idiozia allo stato puro
            boh con i problemi che ci sono all'mp3 non ci pensi più di tanto
          • gerry scrive:
            Re: Idiozia allo stato puro
            - Scritto da: advange
            Sì, su questo hai ragione; mi domandavo anche se
            MS non può richiedere soldi alle aziende che
            mettono in giro prodotti formattati FAT32. Io
            penso di no: ma alla stupidità dei brevetti non
            c'è
            limite...Le chiavette non credo, ma sicuramente in fabbrica ci deve essere un macchinario che le formatta.Questo dovrebbe avere una licenza, in teoria.
          • advange scrive:
            Re: Idiozia allo stato puro

            Le chiavette non credo, ma sicuramente in
            fabbrica ci deve essere un macchinario che le
            formatta.
            Questo dovrebbe avere una licenza, in teoria.Era anche a quello che mi riferivo: però in fin dei conti la licenza da pagare sarebbe minima (una sola, teoricamente).
        • gerry scrive:
          Re: Idiozia allo stato puro
          - Scritto da: advange

          La chiavetta USB è solo una memoria.

          Io l'ho formattata EXT3
          Ma solitamente sono formattate FAT32: quindi
          hanno pagato per fare questa cosa? Se sì, bene.
          altrimenti stanno violando un
          brevetto.Perchè mai? Violi un brevetto se metti a disposizione una tecnologia per leggere/scrivere FAT32.Una preformattazione quale brevetto viola?
          • Senbee scrive:
            Re: Idiozia allo stato puro
            No. Ripeto: tutti Linux della Terra sono in grado di leggere FAT32. Quindi in teoria per Microsoft, se seguissero il tuo ragionamento, tutti i Linux sarebbero illegali.Ma a leggere l'articolo, questa volta dicono che è solo il tomtom a esserlo.Però qui ancora non capiamo la differenza.
          • nome e cognome scrive:
            Re: Idiozia allo stato puro
            - Scritto da: Senbee
            No. Ripeto: tutti Linux della Terra sono in grado
            di leggere FAT32. Quindi in teoria per Microsoft,
            se seguissero il tuo ragionamento, tutti i Linux
            sarebbero illegali.Non è così, e lo dice la stessa Microsoft
            Ma a leggere l'articolo, questa volta dicono che
            è solo il tomtom a esserlo.
            Però qui ancora non capiamo la differenza.A leggere QUESTO articolo.Ma QUI, è spiegato un po' meglio:http://oknotizie.virgilio.it/go.php?us=58f10899a566a90e"Le parole di Horacio Gutierrez a CNet sembrano comunque per il momento tenere Linux fuori dai guai: il responsabile Microsoft pone un distinguo, spiegando che c'è modo e modo di implementare il kernel Linux nei prodotti in distribuzione."Evidentemente, non è la semplice implementazione di un QUALSIASI sistema di gestire la Fat32 il problema, ma il fatto che TomTom abbia specificamente usato gli STESSI metodi descritti nei brevetti Microsoft.Non si parla dell'INTERO Fat32, si parla di 3 funzioni precise (modo di gestire nomi lunghi/corti, modo di risolvere alcuni problemi di compatibilità, modo di gestione delle rom flash), che TomTom potrebbe aver implementato in modo diverso da una "normale" distribuzione Linux, realizzando queste funzioni come descritto nei brevetti Microsoft.
          • Shu scrive:
            Re: Idiozia allo stato puro
            - Scritto da: nome e cognome
            Ma QUI, è spiegato un po' meglio:

            http://oknotizie.virgilio.it/go.php?us=58f10899a56No, non è spiegato meglio. In nessuno dei due e` spiegato in nessun modo, perché semplicemente Gutierrez non ha detto niente.
            Evidentemente, non è la semplice implementazione
            di un QUALSIASI sistema di gestire la Fat32 il
            problema, ma il fatto che TomTom abbia
            specificamente usato gli STESSI metodi descritti
            nei brevetti
            Microsoft.Non e` che ce ne siano molti altri, eh.Il brevetto descrive esattamente il layout dei dati nella FAT del fs FAT16/32.Se la memoria è formattata così, c'è un solo modo per leggere i dati, e un solo modo per scriverli.Quindi quello che ha detto Gutierrez è una baggianata.Poteva tranquillamente dire "stiamo denunciando TomTom perché la vogliamo comprare / vogliamo dare un esempio per tutti / è grossa e ci rende tanto se vinciamo / varie ed eventuali sensate".
          • gerry scrive:
            Re: Idiozia allo stato puro
            - Scritto da: Senbee
            No. Ripeto: tutti Linux della Terra sono in grado
            di leggere FAT32. Quindi in teoria per Microsoft,Mi spieghi in che punto siamo passati dalle chiavette usb di cui parlava advange a linux? :pNo, perchè non ho capito mica...
            se seguissero il tuo ragionamento, tutti i Linux
            sarebbero
            illegali.E' potenzialmente così, almeno dove i brevetti hanno un valore legale.Ammesso che lo dica un giudice.
          • Senbee scrive:
            Re: Idiozia allo stato puro
            E allora perché Microsoft dice che c'è una differenza enorme e che TomTom è colpevole mentre Linux no?Cioè, è questo distinguo che non capisco.
  • bubba scrive:
    x Redazione
    cmq leggendo gli articoli originali (ma sopratutto il "Complaint" in pdf) sembra che sia il FAT16 coinvolto, non il FAT32. Boh non ho voglia di verificare puntualmente :)
    • Senbee scrive:
      Re: x Redazione
      Urca!Questa sì che non la sapevo!E allora come possono rivendicare il brevetto?O_o
      • Federico scrive:
        Re: x Redazione
        Ma guarda che non mi stupirei che il "giornalista" avesse confuso Microsoft con Apple... o se avesse capito che si parlava di computer quando invece si parlava di frullatori...
      • bubba scrive:
        Re: x Redazione
        http://www.hwupgrade.it/news/storage/approvato-il-brevetto-del-file-system-fat-di-microsoft_16128.html. D'altro canto come non poteva essere fud quest'ìaltra asserzione. SVegliaaaa, Fat è un brevetto, e tomtom l'ha violato!
    • bubba scrive:
      Re: x Redazione
      Ma leggi ancora theregister tu? non hanno mai detto una verità!
  • bubba scrive:
    i 3 punti divertenti sono
    a) almeno i 3 brevetti citati sono ridicoli.. ma passiamo oltreb) non ho visto sino ad ora un singolo articolo che dica effettivamente cosa ha violato gnu/linux (e se lo ha violato)Il tenore delle risposte di gutierrez e' pari agli avvocati IFPI nel proXXXXX ebay"Q: Is the technology being used by TomTom something it developed on its own, or is it outside or open-source technology that they're using?Gutierrez: Well, it's hard for me to tell where the technology comes from. I think they would be the ones that would be able to tell. What I will say is that in the case of TomTom, even though they are a global commercial manufacturer and seller of a proprietary embedded hardware device, the case involves infringement of Microsoft patents by TomTom devices that employ both proprietary and open-source software code."C) il piu DIVERTENTE e PARADOSSALE e' il terzo punto. Perche' l'implementazione tomtom, basata su linux, dovrebbe usare il FAT32 (fs M$)? Beh e' semplice: per aiutare le limitate capacita' mentali degli utenti dell OS + diffuso sul pianeta, visto che supporta solo 4 filesystem (di cui 3 quasi uguali) a differenza del centinaio supportati da linux/bsd. Dovrebbe essere M$ a pagare TomTom..
    • pentolino scrive:
      Re: i 3 punti divertenti sono
      è vero questa diffusione a macchia d' olio di fat32 è a dir poco fastidiosa.D' altra parte sono ancora alla ricerca di un file system (locale, non distribuito) che sia condivisibile tra windows, linux e mac e che appunto non sia fat32 dati gli odiosi limiti che impone (file di max 4GB su tutti); quello che più si avvicina è ext2/3, tuttavia non mi risulta che ne esistano implementazioni free affidabili per mac. Hfs+ potrebbe andare ma stavolta la palla al piede è windows... Tu hai qualche soluzione?
      • Mr. X scrive:
        Re: i 3 punti divertenti sono
        - Scritto da: pentolino
        è vero questa diffusione a macchia d' olio di
        fat32 è a dir poco
        fastidiosa.
        D' altra parte sono ancora alla ricerca di un
        file system (locale, non distribuito) che sia
        condivisibile tra windows, linux e mac e che
        appunto non sia fat32 dati gli odiosi limiti che
        impone (file di max 4GB su tutti); quello che più
        si avvicina è ext2/3, tuttavia non mi risulta che
        ne esistano implementazioni free affidabili per
        mac. Hfs+ potrebbe andare ma stavolta la palla al
        piede è windows...

        Tu hai qualche soluzione?ext2 su windows funziona molto bene, mentre come dici tu su mac purtoppo lo sviluppo si è fermato, il vero problema è che cmq è un addon da installare a parte che bisogna cmq fornire all'utente finale
        • pentolino scrive:
          Re: i 3 punti divertenti sono
          eh appunto... è proprio il mac il tallone d' achille di ext2/3...Ci sarebbe NTFS ma sia su linux che su mac ho avuto per lo più delusioni...
          • Senbee scrive:
            Re: i 3 punti divertenti sono
            Non ho provato su altri Linux, ma su Ubuntu, almeno dalla 7.10 in poi, il sistema NTFS è visto in lettura/scrittura con affidabilità assoluta.Ha resistito anche a esperimenti malsani, come usarlo per la cartella temporanea di programmi di file sharing condivisi con Windows (roba per cui scrivi e leggi dal disco file enormi e in continuazione) e non c'è mai stato un solo intoppo, un solo rallentamento, usato 24 ore su 24 per mesi.Direi che ormai su Linux il sistema NTFS è quasi completamente natio.Il problema rimane Mac a quanto sento dire, ma non lo so, non ho mai avuto - purtroppo! - un Mac sottomano per provare.
          • pentolino scrive:
            Re: i 3 punti divertenti sono
            grazie per le info, proverò, in effetti le mie esperienze si basano su versioni di ntfs-3g più datate; probabilmente hai ragione tu.Sul mac invece per esperienza diretta mi sembra che funzionino perfettamente solo FAT32 (anche meglio di ubuntu) e hfs+ (e ci mancherebbe, è quello nativo!).Ntfs da tutte le prove che ho fatto mi è sempre risultato read-only... anche se mi pare di avere letto che dovrebbe essere anche scrivibile. Purtroppo la condivisione più frequente che faccio è appunto linux-mac; windows me lo tengo buono giusto per l' uso nomadico.
          • pentolino scrive:
            Re: i 3 punti divertenti sono
            grazie era quello che cercavo! Da provare assolutamente.Macfuse ce lo ho già però appunto mi mancava il driver ext2...
      • asd scrive:
        Re: i 3 punti divertenti sono
        ci sono i driver ext3 per windozer li fnano instalalre nel cd insieme al loro programma tom tom home e il gioco e' fatto
        • pentolino scrive:
          Re: i 3 punti divertenti sono
          ok, e per il mac come fai? Bastava leggere la mia domanda con attenzione per evitare una risposta del genere...
    • gohan scrive:
      Re: i 3 punti divertenti sono
      sono scelte commerciali di TT se vuole usare un FS proprietario, se poi ci sono licenze da pagare le pagherà. Di certo non è stata MS a imporre a TT di usare la FAT....
      • liberty scrive:
        Re: i 3 punti divertenti sono
        - Scritto da: gohan
        Di certo non è stata MS a imporre a
        TT di usare la
        FAT....Ma neanche la Linux comunity gli ha imposto il fat. Avrebbero potuto utilizzare un fs open che qualitativamente era migliore mille volte. Il fatto e che nel articolo si fanno delle affermazioni stupide e fuorvianti. Questo si chiama trolling e fud. Sapiamo gia, pero, che anunziata e un campione in trolling e fuding
        • LuigiT scrive:
          Re: i 3 punti divertenti sono
          - Scritto da: liberty
          Il fatto e che nel articolo si fanno delle
          affermazioni stupide e fuorvianti. Questo si
          chiama trolling e fud. Sapiamo gia, pero, che
          anunziata e un campione in trolling e
          fudingE allora che ci fai qui ... sciò ... pussa via ... vai a trollare da un'altra parte ...
      • Skywalker scrive:
        Re: i 3 punti divertenti sono
        - Scritto da: gohan
        sono scelte commerciali di TT se vuole usare un
        FS proprietario, se poi ci sono licenze da pagare
        le pagherà. Di certo non è stata MS a imporre a
        TT di usare la
        FAT....E qui ti sbagli: Abuso di Posizione Dominante, ti dice niente? Facciamo che l'Unione Europea, dopo Media Player e Internet Explorer, apre una procedura di infrazione anche per mancanza di interoperabilità sui FS?
    • xccc scrive:
      Re: i 3 punti divertenti sono

      C) il piu DIVERTENTE e PARADOSSALE e' il terzo
      punto. Perche' l'implementazione tomtom, basata
      su linux, dovrebbe usare il FAT32 (fs M$)? Beh e'
      semplice: per aiutare le limitate capacita'
      mentali degli utenti dell OS + diffuso sul
      pianeta, visto che supporta solo 4 filesystem (di
      cui 3 quasi uguali) a differenza del centinaio
      supportati da linux/bsd. Dovrebbe essere M$ a
      pagare TomTom..Applausi!!Ma in sto Tom Tom non potevano includere un cd con un beltool per leggere ext2 o ext3 dagli altro OS?Microsoft e' davvero un pacco, si ostina a non includereil supporto ad altri file system ma vedrete chepian piano abbassera' la cresta.
  • Il Detrattore scrive:
    M$ HA RAGIONE !!
    concordo in pieno con M$.chi ruba brevetti altrui ora ne paghera' la conseguenzee serva da lezione anche agli altri cantinari.le vacche grasse sono finite.
    • Federico scrive:
      Re: M$ HA RAGIONE !!
      Tu sei quello che scrive tutti i post che finiscono con la frase "le vacche grasse sono finite", vero? Sei anche quello che scrive tutti i post che si intitolano "firefox al tappeto"?? E sei tu quello che aveva scritto, mesi fa, che gli sviluppatori del System V erano degli "aspiranti anarchici"????? E quindi sei anche quello che sosteneva che il buffer è un bug?????Se sei tu ti voglio conoscere!!!! Fammi un autografo!!!! Ti pago!!!!Voglio fare un film su di te... ci sono dei ragazzi cattivi e tu scappi e una bambina ti grida: "corri, Detrattore, corri!". E tu continui a correre per tutta la vita. A un certo punto ti mandano in Afghanistan e tu dici al capitano: "stupido è chi lo stupido fa, signore!". E allora ti fucilano. Ti piace la trama? E' un po' triste, ma penso che renda l'idea della tua personalità...
    • rockroll scrive:
      Re: M$ HA RAGIONE !!
      - Scritto da: Il Detrattore
      concordo in pieno con M$.

      chi ruba brevetti altrui ora ne paghera' la
      conseguenze
      e serva da lezione anche agli altri cantinari.

      le vacche grasse sono finite.Oddio, le hanno rubato nientedimeno che quel gioiellino di FAT32... ammesso che "rubato" anzichè utilizzato sia il termine esatto! Ed ora come farà sta M$ a riprendersi di un colpo simile? Giusto che cerchi di raschiare soldi dove può sguinzagliando lo stuolo dei suoi scagnozzi azzeccagarbugli.A proposito, cosa c'entrano i cosidetti cantinari, che oltretutto non lavorano più spesso in quel di Redmond che in cantina?...
      • sdsd scrive:
        Re: M$ HA RAGIONE !!
        microsoft ha fatto il gioellino (che fa talmente schifo che tomtom lo ha adottato) e microsoft ha diritto di stabilire se regalarlo o meno
      • Federico scrive:
        Re: M$ HA RAGIONE !!
        Ma la vera domanda è un'altra: perchè hanno censurato il mio messaggio dove prendevo in giro questo troll, e non hanno censurato lui che sostiene che TomTom abbia sede in una cantina? Mah...
        • advange scrive:
          Re: M$ HA RAGIONE !!

          Ma la vera domanda è un'altra: perchè hanno
          censurato il mio messaggio dove prendevo in giro
          questo troll, e non hanno censurato lui che
          sostiene che TomTom abbia sede in una cantina?
          Mah...Perché qui vige la strana politica per cui se tu insulti indistintamente e immotivatamente un'intera categoria di persone allora il tuo messaggio va bene. Se replico a te dimostrando la pochezza dei tuoi contenuti e ribaltando su te stesso gli insulti allora sono censurato.Che vuoi farci? La redazione ragiona così: a me è sucXXXXX una decina di volte...
    • Shiba scrive:
      Re: M$ HA RAGIONE !!
      - Scritto da: Il Detrattore
      concordo in pieno con M$.

      chi ruba brevetti altrui ora ne paghera' la
      conseguenze
      e serva da lezione anche agli altri cantinari.

      le vacche grasse sono finite.Hai ragione, se facessero tutti così microsoft rischierebbe di chiudere per fallimento! Ma vai a giocare a bocce va...
    • leo amen scrive:
      Re: M$ HA RAGIONE !!
      Tu sei una persona stupida
    • Pinguino scrive:
      Re: M$ HA RAGIONE !!
      Bisogna però essere contro i brevetti sul software, perché limitano l'avanzare della tecnologia...Capisco pure che si debba campare, ma non sulle spalle dell'avanzamento tecnologico dell'uomo...Comunque il mondo OpenSource stà sviluppando il nuovo Ext4 http://it.wikipedia.org/wiki/Ext4, e spero che questo ne aumenti la competitività...
      • sdsd scrive:
        Re: M$ HA RAGIONE !!
        ma ti pare che usare un filesystem sia avanzamento tecnologico?voglio dire... non si discute sulla tecnica di teletrasporto del capitano kirk, su una nuova formula di fisica o sulla formula chimica di una medicina contro il cancro
        • Pinguino scrive:
          Re: M$ HA RAGIONE !!
          non si discute sulla tecnica di teletrasporto del capitano kirk, su una nuova formula di fisica o sulla formula chimica di una medicina contro il cancrose esistessero si brevetterebbero subito stai tranquillo...
      • AtariLover scrive:
        Re: M$ HA RAGIONE !!
        Ext4 è inserito come stabile nel ekrnel 2.6.28.Mancano alcune funzionalità che saranno isnerite più avanti, ma sul mio PentiumIII ext4 non ha dato problema alcuno.Ciau!
    • RealEnneci scrive:
      Re: M$ HA RAGIONE !!
      Sei proprio un XXXXXXXX
    • Petengy scrive:
      Re: M$ HA RAGIONE !!
      - Scritto da: Il Detrattore
      concordo in pieno con M$.

      chi ruba brevetti altrui ora ne paghera' la
      conseguenze
      e serva da lezione anche agli altri cantinari.

      le vacche grasse sono finite.anche io concordo, M$ DEVE proseguire su questa strada, cosi se tutto va bene ce lo togliamo dalle palle una volta per tutte...
  • Frugal scrive:
    Del GUTIERREZ ce ne sbattiamo
    Un altro parassita, uno dei tanti, che vuol campare sulla pelle degli altri. Tipico di un mostro come microsoft. Questa crisi spazzerà via anche microsoft riducendola ai minimi termini.
    • Pax scrive:
      Re: Del GUTIERREZ ce ne sbattiamo
      - Scritto da: Frugal
      Un altro parassita, uno dei tanti, che vuol
      campare sulla pelle degli altri. Tipico di un
      mostro come microsoft. Questa crisi spazzerà via
      anche microsoft riducendola ai minimi
      termini.Non credo proprio che accadra'...Al massimo sta storia finira' in una bolla di sapone.IMHO semplicemente M$ e' infastidita da TomTom e i vari kernel che infastidiscono il mercato windows nell'ambito dei navigatori. Siccome non riescono a vincere facendo prodotti migliori, attaccano con brevetti di dubbia sensatezza :D
    • Blackstorm scrive:
      Re: Del GUTIERREZ ce ne sbattiamo
      - Scritto da: Frugal
      Questa crisi spazzerà via
      anche microsoft riducendola ai minimi
      termini.E un "questo è l'anno di linux" non ce lo mettiamo?
      • Voyager scrive:
        Re: Del GUTIERREZ ce ne sbattiamo
        No è nel 2012, come previsto dal calendario maya! :D
        • Eugenio Odorifero scrive:
          Re: Del GUTIERREZ ce ne sbattiamo
          Ma no, quello è l'anno della fine di Microsoft! Sempre a confondere le date, eh? (rotfl) (rotfl) (rotfl)- Scritto da: Voyager
          No è nel 2012, come previsto dal calendario maya!
          :D
          • ruppolo scrive:
            Re: Del GUTIERREZ ce ne sbattiamo
            - Scritto da: Eugenio Odorifero
            Ma no, quello è l'anno della fine di Microsoft!
            Sempre a confondere le date, eh? (rotfl) (rotfl)
            (rotfl)Esatto, quello è l'anno del trapasso MS.
      • doc allegato velenoso scrive:
        Re: Del GUTIERREZ ce ne sbattiamo
        Io non sò se l'anno di Linux sarà questo, il prossimo o quello dopo ancora, quel che però vedo è che lo strapotere che aveva MS negli anni novanta è un lontano ricordo. I primi a saperlo sono loro e la sicurezza che cercano di ostentare in ogni occasione è proprio la spia di questa consapevolezza. Sparano a destra e a manca, annunciano e minacciano ma il loro "problema" non regredisce.Il problema non può regredire ed è anzi destinato a crescere perchè, negli anni la MS, ha accumulato figure di palta e XXXXXte su XXXXXte e alla fine anche i clienti più rimba perdono giustamente fiducia e la vedono come il fumo negli occhi.I proverbi, quel che si dice sia la saggezza popolare, possono far sorridere, ma mi sembra che il seguente colga il punto:chi semina vento raccoglie tempesta.Negli anni novanta ti beccavi win sul pc ed eri tutto contento.Oggi ho perso il conto degli amici, parenti, conoscenti che hanno rasato sVista per ritornare ad xp.Evidentemente non sono per nulla contenti, fanno costantemente pubblicità negativa e si stanno guardando intorno... è un trend inesorabile.Tutto questo IMHO
        • alanford scrive:
          Re: Del GUTIERREZ ce ne sbattiamo
          - Scritto da: doc allegato velenoso
          Oggi ho perso il conto degli amici, parenti,
          conoscenti che hanno rasato sVista per ritornare
          ad
          xp.
          Evidentemente non sono per nulla contenti, fanno
          costantemente pubblicità negativa e si stanno
          guardando intorno... è un trend
          inesorabile.
          Tutto questo IMHOsottovaluti l'inerzia, che in questo caso e' enorme.Io non conosco nessuno che parli bene di windows... pero' continuano tutti a usarlo. Tireranno fuori un nuovo prodotto (win7?)e nessuno pensera' piu' a vista.
          • doc allegato velenoso scrive:
            Re: Del GUTIERREZ ce ne sbattiamo

            sottovaluti l'inerzia, che in questo caso e'
            enorme.
            Io non conosco nessuno che parli bene di
            windows... pero' continuano tutti a usarlo.Poco prima di natale un amico che lavora in una ditta medio-piccola che produce eventi e spot pubblicitari mi ha chiesto di installare Linux Ubuntu sul suo Asus Eee PC.Non conosceva e non era particolarmente interessato al software libero e ai concetti che l'accompagnano.Non era uno smanettone ed aveva sempre e solo usato win.Era in definitiva solamente attirato dalla novità senza alcuna aspettativa o entusiasmo particolare.Forse voleva fare solamente il figo con i colleghi...A distanza di nemmeno tre mesi gli altri due pc che ha a casa girano con Ubuntu. Uno in dual boot e l'altro 100% linux.Mi ha telefonato l'altro ieri dicendomi che, dopo aver visto lui che faceva lo splendido con Ubuntu, sette suoi colleghi lo hanno installato sui loro notebook e alcuni di loro sono diventati dei convinti utilizzatori/sostenitori.Sembra già un bel risultato no? La parte più interessante arriva adesso...I tempi sono quelli che tutti conosciamo e in azienda ci sono stati dei licenziamenti.Nello stesso momento l'azienda ha dovuto rinnovare le licenze con MS spendendo (buttando) più di 40.000 euro.Alcuni dei new linux user sono andati a parlare con i due titolari proponendo di passare, ove possibile, a linux per risparmiare bei soldoni, slegarsi definitivamente dal taglieggio annuale ed evitare magari qualche ulteriore licenziamento.Come test, al momento, hanno installato Ubuntu sul notebook di uno dei due titolari e su altri tre pc in azienda.Non so come andrà a finire. Certo è che nessuno, e tantomeno la MS, potrà ormai togliere dalla testa di queste persone l'idea che c'è un'alternativa funzionante, e che il costo è una tantum e non una semper :DDi quanto si dovrà calare le braghe la MS per recuperare?E basterà per recuperare? A sentire lui i titolari si sono "illuminati" e non ne vogliono più sapere in ogni caso. Se non troveranno difficoltà insormontabili nella transizione mi sa che questi se li sono persi. Vedremo.Guardate che macello è venuto fuori dall'installazione su un Eee PC.
          • advange scrive:
            Re: Del GUTIERREZ ce ne sbattiamo
            Nulla di strano, ho esperienze analoghe anche se non su ditte, ma su singoli utenti.Quando i netbook cominciarono ad uscire MS fiutò il pericolo e decise di ripristinare XP e regalarlo, pur di impedire di far conoscere al pubblico Linux.
  • Balmer scrive:
    Farà la stessa fine di SCO
    Microsoft è uin danno per l' umanità. Microsoft dovrà sparire come SCO e sarà un bene per tutti.
    • Eugenio Odorifero scrive:
      Re: Farà la stessa fine di SCO
      Molti senza microsoft butteranno il loro pc nel cestino. Il lock-in p una brutta bestia. Quando ci scommetti?- Scritto da: Balmer
      Microsoft è uin danno per l' umanità. Microsoft
      dovrà sparire come SCO e sarà un bene per
      tutti.
    • Pinguino scrive:
      Re: Farà la stessa fine di SCO
      Hai ragione, l'unico bene per l'umanità è lo spirito OpenSource che è in ognuno di noi...Pentitevi e convertitevi!Quando il giorno del giudizio arriverà (La caduta di Microsoft), verrà un pinguino e allora la gente sarà costretta a una scelta: l'ultima versione di linux o Windows Vista per l'eternità....(Whohohoho, dai stò scherzando! non prendetemi sul serio... )
    • ruppolo scrive:
      Re: Farà la stessa fine di SCO
      - Scritto da: Balmer
      Microsoft è uin danno per l' umanità.Quoto!
    • Federico scrive:
      Re: Farà la stessa fine di SCO
      E anche questo è vero... ma nel caso specifico se il media si contraddice da solo si dà del cretino :)
  • Federico scrive:
    Articolo curioso
    E' strano questo articolo. Le prime righe sostengono che Micro$oft sta per distruggere GNU/Linux facendo valere 200 brevetti software (alla cui esistenza nessuno ha mai creduto). Tutto il resto dell'articolo parla di 3 brevetti (che riguardano solo ed esclusivamente questo "tom tom") e di come Micro$oft giuri e spergiuri di adorare la comunità "open source" (sarebbe più corretto dire "free software").Un consiglio per il futuro: forse le prime righe degli articoli e le righe seguenti dovrebbero essere scritte dalla stessa persona. Se proprio questo metodo non vi piace, almeno spiegate alla persona che scrive le prime righe di cosa si sta parlando. O almeno dategli il numero di telefono dell'altro giornalista!Infine, non vedo cosa potrebbe cambiare tra M$ e la comunità del software libero. Quest'ultima ha sempre considerato M$ una multinazionale spregevole. Nessuno ha dimenticato che fino a quattro anni fa sostenevano che "la GPL è un cancro", che i programmatori GNU/Linux sono "braccia rubate all'agricoltura" e altre amenità di questo genere. Nessuno ha dimenticato che M$ ha versato ingenti somme di denaro nei conti di SCO. Purtroppo per loro, non abbiamo ancora finito di ridere di come si è evoluta la questione.Novell e Red Hat non rappresentano nessuno, sono solo due aziende che cercano di fare i loro interessi economici. Chiaramente alcune delle loro scelte non migliorano la loro credibilità agli occhi della comunità.
    • TDC4ever scrive:
      Re: Articolo curioso
      -multipost sorry... connessione penosa...------------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 27 febbraio 2009 00.53-----------------------------------------------------------
      • Federico scrive:
        Re: Articolo curioso
        Dici che lo sanno? Mah... quel che è certo è che Punto Informatico non lo sa e confonde le idee alla gente.Puoi spiegarglielo tu per favore? Io ci ho già provato, ma è un'impresa superiore alle mie forze.
    • TDC4ever scrive:
      Re: Articolo curioso
      ma quale free... microsoft giura e spergiura di amare "l'open source" non il software libero, sappiamo bene le diverse implicazioni e loro lo sanno meglio di noi... cercano di i metodi open source e persino programmatori della comunità open per infiltrare prodotti microsoft la dove per microsoft ci sono più pericoli... non hanno mai detto di volere software libero... Se alla fine gnu/linux avrà bisogno di un applicazione fatta da microsoft (di certo non licenziata con GPL) per essere usato con profitto avranno compiuto la loro mission
      • Darkat scrive:
        Re: Articolo curioso
        microsoft già produce software free ma non opensource: msn, internet explorer ecc...
        • Funz scrive:
          Re: Articolo curioso
          - Scritto da: Darkat
          microsoft già produce software free ma non
          opensource: msn, internet explorer
          ecc...Non è roba free manco per niente...
          • Darkat scrive:
            Re: Articolo curioso
            ci mancherebbe pure altro
          • Funz scrive:
            Re: Articolo curioso
            - Scritto da: Darkat
            ci mancherebbe pure altroAltrochè invece.E' tutta roba parte integrante di Windows (e alla MS ci tengono particolarmente che sia considerata così)Quindi è roba a pagamento.
          • Federico scrive:
            Re: Articolo curioso
            State parlando due lingue diverse.Free in inglese può significare gratis, ma in italiano non ha molto senso dire free quando pui dire gratis (parola peraltro capita in tutto il mondo)Free significa anche "libero" nel senso di software libero, cioè che rispetta le libertà degli utenti così come sono state definite nel 1984 da Richard Stallman, fondatore del sistema operativo GNU al quale è stato aggiunto un kernel chiamato Linux (GNU/Linux).Per chiarire questo concetto, spesso viene usato lo slogan "Free as in Freedom, not as in free beer" (libero come libertà, non come birra gratis)Alcuni prodotti di M$ vengono distribuiti gratuitamente a chi ha speso un capitale per comprare il suo sistema operativo, ma ovviamente nessuno di essi è libero.
          • Funz scrive:
            Re: Articolo curioso
            Tutto vero, ma io parlavo puramente di soldi :)IE e MSN sarebbero gratis se uno potesse installarli senza dover comprare Windows.Giusto con wine la penultima o terzultima versione (una volta ho installato IE5 con winetools :D) girano su Linux, quindi potrebbero essere considerate "gratis". Chissà se ci sono limitazioni di licenza? :)
          • Darkat scrive:
            Re: Articolo curioso
            no si parlava di gratis nel senso italiano di gratis, cioè che non costa nulla :)
          • Federico scrive:
            Re: Articolo curioso
            - Scritto da: Darkat
            no si parlava di gratis nel senso italiano di
            gratis, cioè che non costa nulla
            :)Ah, bene! :)Però mi ha fuorviato la risposta che hai dato a TDC. Infatti tecnicamente potrebbe esistere del software "libero ma non open source", perchè le famose 10 regole definite dall'OSI sono in parte assurde e girano intorno al vero problema per evitare di dare giudizi etici/politici radicali come fa la FSF.
          • Darkat scrive:
            Re: Articolo curioso
            tranquillo comunque hai ragione però devi tenere conto che il concetto etico che ha in mente stallman rappresenta un mondo ideale, dove l'informatica fa parte di tutti e tutti hanno acXXXXX libero ai sorgenti e tutti sono in grado di modificarli e quindi di contribuire al software stesso e quindi poi spiega anche perchè sia inutile che i software abbiamo un costo(sempre secondo stallman)...è una bella teoria che attualmente è lontana da l'essere vera purtroppo, sono ancora pochi quelli che riesco a maneggiare un codice che gli viene messo davanti così all'improvviso e se capiscono che non si mangia è già tanto
          • Darkat scrive:
            Re: Articolo curioso
            in verità esistono versioni per mac, quindi è gratuito(nel senso di gratis, e non libero, scusa devo specificarlo sennò qui i geni di turni si sentono il dovere di dovermi riprendere per qualcosa che non dico)
          • llll scrive:
            Re: Articolo curioso
            IE per Mac non esiste più
          • Markus scrive:
            Re: Articolo curioso
            E tanto meglio perche' era na schifezza immonda...
          • Darkat scrive:
            Re: Articolo curioso
            era per dire che è gratuito, comunque msn esiste ancora per mac anche se in versione troglodita
        • dgali scrive:
          Re: Articolo curioso
          - Scritto da: Darkat
          microsoft già produce software free ma non
          opensource: msn, internet explorer
          ecc...Quello è freeware, non free software (software LIBERO)... è completamente diverso.
          • Darkat scrive:
            Re: Articolo curioso
            infatti ho apertamente detto gratis non libero, ma ragazzi siete forti leggete attentamente quelloo che uno scrive per favore prima di parlare
    • littlegauss scrive:
      Re: Articolo curioso
      ti quoto l'articolo curioso, il sedicente giornalista l'ha buttata sul sensazionale quando invece linux non c'entra un bel niente in tutto questo, infatti è indifferente se tomtom monta linux o un bsd o windows, il fatto era che non aveva la licenza per il fat32.Bah!
      • Zucca Vuota scrive:
        Re: Articolo curioso
        - Scritto da: littlegauss
        ti quoto l'articolo curioso, il sedicente
        giornalista l'ha buttata sul sensazionale quando
        invece linux non c'entra un bel niente in tutto
        questo, infatti è indifferente se tomtom monta
        linux o un bsd o windows, il fatto era che non
        aveva la licenza per il
        fat32.
        Bah!L'articolo è "ispirato" ad un paio di commentatori esteri.
        • Federico scrive:
          Re: Articolo curioso
          Sarà, ma devi ammettere che o l'inizio dell'articolo e il continuo sono scritti da due persone diverse... oppure il giornalista quando è arrivato alla sesta riga ha cambiato idea... oppure è stato frainteso DA CERTA SINISTRA hahahahaha
      • Shu scrive:
        Re: Articolo curioso
        - Scritto da: littlegauss
        ti quoto l'articolo curioso, il sedicente
        giornalista l'ha buttata sul sensazionale quando
        invece linux non c'entra un bel niente in tutto
        questo, infatti è indifferente se tomtom monta
        linux o un bsd o windows, il fatto era che non
        aveva la licenza per il
        fat32.Il problema e` che il codice per lettura e scrittura di FAT32 e` presente nel kernel standard di Linux, non solo in TomTom.Quello che questa vicenda ci insegna e` che MS puo` denunciare in qualsiasi momento chiunque usi Linux per qualsiasi cosa.Girano voci che MS l'abbia fatto per comprare TomTom, e la strategia ci sta: li denunciamo, stanno usando il nostro brevetto in milioni di device già venduti, gli chiediamo 10 dollari a device, ci devono un valore pari a quello della loro azienda, ci pagano dandoci l'azienda. Classica tattica MS, niente di nuovo sotto il sole.E purtroppo c'è gente che pensa che usare Mono (coperto da brevetti su cui MS ha "giurato" che non farà mai valere in tribunale) sia un bene.Spero che questa vicenda faccia aprire gli occhi a un po' di persone.
    • melamarcia scrive:
      Re: Articolo curioso
      guarda che stai parlando di Luca Annunziata il re dei Troll, è una sua specialità iniziare gli articoli con 5 righe di FUD
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Articolo curioso
      contenuto non disponibile
      • Federico scrive:
        Re: Articolo curioso
        Ma io non dubito che dal punto di vista dell'audience funzioni. Solo che secondo me per una persona è importante anche non essere deriso da una folla di gente che ti considera un cretino...
  • Nome e cognome scrive:
    qualcuno ha letto il 6,256,642 ?
    Sembrano le istruzioni per lavarsi i denti!!!!!Ma chi ha conXXXXX un brevetto del genere????Sembra la descrizione di una struttura dati del piu' antico e scontato algoritmo:praticamente descrive la una lista di puntatori che descrivono lo stato di un blocco, se e' libero o occupato!!!!!BHO
    • Federico scrive:
      Re: qualcuno ha letto il 6,256,642 ?
      Forse tu non lo sai, ma anni fa proprio su Punto Informatico uscì una notizia spettacolare: un padre di famiglia aveva brevettato le istruzioni per andare su e giù con l'altalenza. Di cosa ti stupisci?Se fossi nato negli USA brevetterei il numero 3 e mi farei pagare tutti quelli che lo usano. Per fortuna i nordamericani sono tutti stupidi e quindi nessuno ci ha mai pensato.
      • Pax scrive:
        Re: qualcuno ha letto il 6,256,642 ?
        - Scritto da: Federico[]
        Se fossi nato negli USA brevetterei il numero 3 e
        mi farei pagare tutti quelli che lo usano. Per
        fortuna i nordamericani sono tutti stupidi e
        quindi nessuno ci ha mai
        pensato.Non potresti: esiste prior art in proposito!
        • Federico scrive:
          Re: qualcuno ha letto il 6,256,642 ?
          Invece sull'altalena non ci era mai andato nessuno? Mmm... si, forse hai ragione: i nordamericani sono troppo stupidi per capire come si fa :))
          • Eugenio Odorifero scrive:
            Re: qualcuno ha letto il 6,256,642 ?
            Infatti a brevettare la ruota è stato un australiano. Ha vinto pure il premio IGNobel.- Scritto da: Federico
            Invece sull'altalena non ci era mai andato
            nessuno? Mmm... si, forse hai ragione: i
            nordamericani sono troppo stupidi per capire come
            si fa
            :))
          • Zago scrive:
            Re: qualcuno ha letto il 6,256,642 ?
            - Scritto da: Eugenio Odorifero
            Infatti a brevettare la ruota è stato un
            australiano. Ha vinto pure il premio
            IGNobel.
            quel brevetto venne depositato d aun avvocato per dimostrare come fosse ridicola la legislazione dei brevetti in australia e non per farci soldi
    • TDC4ever scrive:
      Re: qualcuno ha letto il 6,256,642 ?
      non è mica una novità che il sistema dei brevetti software made in USA non ha nessun senso... in generale un brevetto su una cosa come il software non ha senso, una cosa è brevettare una formula chimica o un pezzo di "hardware" nella concezione più vasta del termine, ben altra cosa è rivendicare dei diritti su un algoritmo che potrebbe aver ideato chiunque e che chiunque potrebbe re-inventare senza bisogno di copiare chicchessia...dobbiamo solo sperare che l'europa non ceda introducendo cose del genere anche qui, per ora siamo relativamente al sicuro, in fututo bho...
      • Federico scrive:
        Re: qualcuno ha letto il 6,256,642 ?
        Stai sostenendo che i brevetti in generale hanno senso?Meno male che gli etruschi non hanno brevettato i ponti.Sai come vengono fatti i brevetti genetici? Alcune multinazionali, come Bayer e Monsanto, creano continuamente il maggior numero possibile di segmenti di DNA. Non sanno se gli serviranno, non hanno nemmeno la minima idea di quali effetti possano avere questi segmenti nella pratica, però corrono a brevettarli prima che possa farlo qualcun altro. Se poi scopriranno che il brevetto serve a qualcosa, lo useranno.Ma anche questo è molto arduo: inserire una determinata "mutazione" in un punto della catena ha un effetto, inserirla in un altro punto ha spesso un effetto diverso. Solo che le tecnologie attuali non consentono di inserire il segmento brevettato dove vuoi tu. L'inserimento è del tutto casuale.Vogliamo poi parlare di quanti brevetti sono proprietà di multinazionali che li hanno letteralmente rubati al loro vero scopritore?
        • Eugenio Odorifero scrive:
          Re: qualcuno ha letto il 6,256,642 ?
          Ben detto: i brevetti, così come sono adesso, sono un problema per tutti e un vantaggio per quattro gatti. Minimo andrebbero riformati.- Scritto da: Federico
          Stai sostenendo che i brevetti in generale hanno
          senso?
        • ferdinando scrive:
          Re: qualcuno ha letto il 6,256,642 ?
          Il brevetto in linea di principio è un bene comune che evita che le scoperte delle aziende rimangano in mano loro. Al costo di assicurare un "giusto introito" relativo alla scoperta viene conXXXXX a questi un diritto di usufrutto esclusivo per un tempo limitato. Passato questo tutto ciòò contenuto nel brevetto è di pubblico dominio.Io continuamente per il lavoro prendo spunto anche dai brevetti: sono nati per questo!. Il fondamento antropologico del brevetto è il medesimo del copyright, favorire la diffusione delle informazioni aiutando chi le scopre / pubblica.I punti che i legislatori dovrebbero prendere in mano sono dal mio punto di vista i seguenti:* I BREVETTI SONO ANCORA USATI PER LA CRESCITA COMUNE?* DOVE E' IL LIMITE TRA SCOPERTA E BANALITA'?* E' ANCORA SENSATO IL LIMITE DI 10ANNI SULLA DURATA DEL DIRITTO DI ESCLUSIVITA'?* LE AZIENDE CHE POSSIEDONO I DIRITTI DI ESCLUSIVITA' SUI BREVETTI, NE FANNO UN USO PER LA CRESCITA HO NE FANNO USO AI COERCIZIONE DEI MERCATI?
          • Skywalker scrive:
            Re: qualcuno ha letto il 6,256,642 ?
            - Scritto da: ferdinando
            Il brevetto in linea di principio è un bene
            comune che evita che le scoperte delle aziende
            rimangano in mano loro. Correggiamo il tiro (sono un po' pignolo di natura):"evita che le aziende mantengano segrete le loro scoperte".Che era la situaziona ante introduzione dei Brevetti. Solo che questo funziona sui "processi di produzione", che posso tenerli nascosti in azienda e far uscire il prodotto finito, ma non funziona con i "prodotti", perché appena esce dai cancelli dell'azienda tutti lo vedono. Perciò:"evita che i processi industriali rimangano segreti, ma consente di blindare anche i prodotti finali, cosa prima impossibile".
            Al costo di assicurare un
            "giusto introito" relativo alla scoperta viene
            conXXXXX a questi un diritto di usufrutto
            esclusivo per un tempo limitato. Passato questo
            tutto ciòò contenuto nel brevetto è di pubblico
            dominio.Pignolamente concordo.
            Io continuamente per il lavoro prendo spunto
            anche dai brevetti: sono nati per questo!. Il
            fondamento antropologico del brevetto è il
            medesimo del copyright, favorire la diffusione
            delle informazioni aiutando chi le scopre /
            pubblica."fondamento antropologico" per una cosa che ha meno di 150 anni mi sembra un po' troppo. Diciamo che "il consenso popolare per giustificare l'introduzione di un Monopolio Legislativamente Garantito, contro il principio base per cui i monopoli sono normalmente dannosi per la collettività, chiamato "brevetto" si appoggia alla stessa idea usata per giustificare l'altro Monopolio Legislativamente Garantito detto "copyright": favorire la diffusione delle informazioni aiutando chi le scopre / pubblica".
            I punti che i legislatori dovrebbero prendere in
            mano sono dal mio punto di vista i
            seguenti:

            * I BREVETTI SONO ANCORA USATI PER LA CRESCITA
            COMUNE?
            * DOVE E' IL LIMITE TRA SCOPERTA E BANALITA'?
            * E' ANCORA SENSATO IL LIMITE DI 10ANNI SULLA
            DURATA DEL DIRITTO DI
            ESCLUSIVITA'?
            * LE AZIENDE CHE POSSIEDONO I DIRITTI DI
            ESCLUSIVITA' SUI BREVETTI, NE FANNO UN USO PER LA
            CRESCITA O NE FANNO USO A COERCIZIONE DEI
            MERCATI?Buone domande. Forse però è il caso che facciamo un po' di pressione sui "legislatori", perché ultimamente hanno un po' troppo la tendenza a "legiferare" copia carbonando i comunicati stampa delle aziende con fatturato superiore al miliardo di euro. Anche a danno della collettività.Saluti pignoli
    • pabloski scrive:
      Re: qualcuno ha letto il 6,256,642 ?
      ormai è risaputo che il sistema dei brevetti USA è fallato fino alla radicedel resto permettono di brevettare cose di una generalità pazzesca e poi ci si ritrova con i patent troll tra le scatole
      • tardi per fare il log scrive:
        Re: qualcuno ha letto il 6,256,642 ?
        a napoli avevano brevetato il "ciao"... :Dcmq in italia dura 5 anni ma chi ha mai detto che diventa di dominio pubblico???...il segreto d'impresa c'è anche dopo, se tu sai copiare bene per te...altrimenti t'attachi al tramcmq sia, si arrivera a brevettare pure i vestiti :D e l'intimo femminile :p @^
  • abbia contenuto antispam scrive:
    assurdo
    Si è scatenata la guerra tra farm al grido di "è tutto mio!".My 0,01 cent.
    • Pax scrive:
      Re: assurdo
      - Scritto da: abbia contenuto antispam
      Si è scatenata la guerra tra farm al grido di "è
      tutto
      mio!".
      My 0,01 cent.Secondo me dimostra semplicemente che Windows Mobile e le sue varie incarnazioni sono infastidite dai kernel Linux come TomTom nel mercato dei navigatori satellitari.Altrimenti M$ non avrebbe attaccato attraverso i brevetti (di dubbia sensatezza peraltro)
      • mirafiori scrive:
        Re: assurdo
        Allora a che serve brevettare una cosa, se è insensato pretendere che non venga violato?
        • Federico scrive:
          Re: assurdo
          E chi ha detto che i brevetti hanno senso?
          • Circus scrive:
            Re: assurdo
            - Scritto da: Federico
            E chi ha detto che i brevetti hanno senso?La realtà.Se invento qualcosa, quel qualcosa è mio e nessuno deve potermi rubare l'idea.Questa è la base dell'innovazione.Se tutti possono copiare tutto da chiunque, nessuno avrebbe più incentivo ad innovare, perché gli basterebbe attendere che altri innovino al posto suo, per poi copiare.
          • io me e ciccio scrive:
            Re: assurdo
            - Scritto da: Circus
            - Scritto da: Federico

            E chi ha detto che i brevetti hanno senso?
            La realtà.
            Se invento qualcosa, quel qualcosa è mio e
            nessuno deve potermi rubare
            l'idea.
            Questa è la base dell'innovazione.
            Se tutti possono copiare tutto da chiunque,
            nessuno avrebbe più incentivo ad innovare, perché
            gli basterebbe attendere che altri innovino al
            posto suo, per poi
            copiare.Oppre esattamente l'opposto. Perché innovare e fare prodotti concorrenziali se si rischia in continazione di essere citati per violazione di brevetti? Questo caso poi è esemplare.
          • Skywalker scrive:
            Re: assurdo
            - Scritto da: Circus
            - Scritto da: Federico

            E chi ha detto che i brevetti hanno senso?
            La realtà.
            Se invento qualcosa, quel qualcosa è mio e
            nessuno deve potermi rubare
            l'idea.
            Questa è la base dell'innovazione.
            Se tutti possono copiare tutto da chiunque,
            nessuno avrebbe più incentivo ad innovare, perché
            gli basterebbe attendere che altri innovino al
            posto suo, per poi
            copiare.Buona questa seconda opzione: sono per il ritorno all'originale metodo del segreto industriale e all'abolizione del Brevetto. Ci siamo evoluti dalle caverne fino al secolo scorso anche senza brevetto: visto quanto vengono pagati i ricercatori oggi, significa che chi fa ricerca (non chi ORDINA la ricerca) non lo fa per soldi.
          • Funz scrive:
            Re: assurdo
            - Scritto da: Skywalker
            Buona questa seconda opzione: sono per il ritorno
            all'originale metodo del segreto industriale e
            all'abolizione del Brevetto.Bello, così tu produci un nuovo dispositivo, io te lo copio e ti butto fuori dal mercato. Il tuo segreto industriale vale ben poca cosa.
          • Federico scrive:
            Re: assurdo
            Ti dirò di più: io non mi spremerei MAI le meningi per un creare un buon algoritmo se non lo posso rilasciare come software libero. E come me molti altri più bravi di me. Ecco perchè il software commerciale fa schifo. Certo, investendoci miliardi e brevettando ogni minima XXXXXXX riescono a metterci qualche pezza... ma non sarà mai paragonabile al software libero, sviluppato con costante ricerca della perfezione.
          • Dan 66 scrive:
            Re: assurdo
            ... ma tu campi d'aria, vero?
          • advange scrive:
            Re: assurdo

            ... ma tu campi d'aria, vero?LIBERO != GratisLo marco come "Risolto"?
          • jfk scrive:
            Re: assurdo
            - Scritto da: Circus
            - Scritto da: Federico

            E chi ha detto che i brevetti hanno senso?
            La realtà.
            Se invento qualcosa, quel qualcosa è mio e
            nessuno deve potermi rubare
            l'idea.
            Questa è la base dell'innovazione.
            Se tutti possono copiare tutto da chiunque,
            nessuno avrebbe più incentivo ad innovare, perché
            gli basterebbe attendere che altri innovino al
            posto suo, per poi
            copiare.E perche' debbo pagarti per un'idea e basta?In tutti gli altri brevetti, e' previsto che ci sia una descrizione ben dettagliata di cosa ilbrevetto protegge protegge e tutto il necessario per poter realizzare (progetti e quant'altro) l'oggetto del brevetto.Per il software basta invece dire due-tre XXXXXXX e ti brevettano l'aria.
          • mirafiori scrive:
            Re: assurdo
            Lo dice l'intelligenza umana. Se tu nella tua vita avessi fatto qualcosa di buono, avessi avuto qualche idea originale, sicuramente ti dispiacerebbe se arriva un altra persona che te le copia e costruisce la sua fortuna su di essa.
          • advange scrive:
            Re: assurdo

            Lo dice l'intelligenza umana. Se tu nella tua
            vita avessi fatto qualcosa di buono, avessi avuto
            qualche idea originale, sicuramente ti
            dispiacerebbe se arriva un altra persona che te
            le copia e costruisce la sua fortuna su di essa.Una cosa che a te non potrà mai capitare: siamo assolutamente sicuri che nessuno vuole copiare i tuoi post (che è peraltro l'unica tua attività).
        • rippone scrive:
          Re: assurdo
          infatti i brevetti non hanno senso
          • The Bishop scrive:
            Re: assurdo
            - Scritto da: rippone
            infatti i brevetti non hanno sensoNon concordo.IMHO i brevetti avrebbero senso solo se di durata ragionevole (ad esempio durata 3-4 anni per poi passare di dominio pubblico). Solo in questo caso tutelerebbero sia gli interessi di chi produce innovazione (dando un vantaggio temporale) che la possibilita' di sfruttare queste conoscenze per produrre ulteriore innovazione da parte di terzi.
          • the_m scrive:
            Re: assurdo
            - Scritto da: The Bishop
            IMHO i brevetti avrebbero senso solo se di durata
            ragionevole (ad esempio durata 3-4 anni per poi
            passare di dominio pubblico). Solo in questo caso
            tutelerebbero sia gli interessi di chi produce
            innovazione (dando un vantaggio temporale) che la
            possibilita' di sfruttare queste conoscenze per
            produrre ulteriore innovazione da parte di
            terzi.Questa sarebbe sicuramente un'opzione accettabile - certamente meglio di quello che accade ora negli USA.Considera comunque che chi ha un'idea e ci realizza sopra un prodotto, normalmente *ha già* un vantaggio temporale di questo tipo, in quanto normalmente i concorrenti scoprono la sua idea solo dopo aver visto il prodotto finito o almeno una preview. Da quel momento, dovrebbero partire da zero con la creazione del un nuovo prodotto basato sulla stessa (o simile) idea, partendo quindi in svantaggio di parecchio tempo.
          • Zago scrive:
            Re: assurdo
            guarda che i brevetti li paghi mica te li danno gratis ... il giorno che smetti di pagare il brevetto quel brevetto scade e diventa di dominio pubblico
          • cvb scrive:
            Re: assurdo
            Quindi?Il problema è appunto bloccare ad libitum il progresso perchè tu pretendi a vita di farti pagare che so... la ruota!tu ti prendi i soldi per 2 anni di licenze per l'uso della ruota poi il brevetto decade e tutti possono cominciare a usare la ruota gratis...per tutelare il mondo oltre che l'inventore... per permettere sviluppo, concorrenza, competitività, abbassamento dei prezzi e quindi risparmio per tutti....
      • Blackstorm scrive:
        Re: assurdo
        - Scritto da: Pax
        - Scritto da: abbia contenuto antispam

        Si è scatenata la guerra tra farm al grido di "è

        tutto

        mio!".

        My 0,01 cent.


        Secondo me dimostra semplicemente che Windows
        Mobile e le sue varie incarnazioni sono
        infastidite dai kernel Linux come TomTom nel
        mercato dei navigatori
        satellitari.Se il fs montato fosse stato ext o reiser, per esempio, non ci sarebbe stato il problema.
        • rippone scrive:
          Re: assurdo
          il problema è la compatibilità delle sd
          • zidagar scrive:
            Re: assurdo
            - Scritto da: rippone
            il problema è la compatibilità delle sdAppunto...quindi il problema è in parte di Microsoft, che non implementa una sola fottuta tecnologia funzionante e open nel suo sistema operativo. Se implementasse ext2/3/4, reiser e molti dei fs più usati, ci sarebbero molti meno problemi...ma questo a loro non interessa, perché hanno il predominio del mercato, quindi fanno le scelte che vanno bene a loro e non agli altri (ma in parte li "capisco" anche....).A sto punto TomTom potrebbe passare a ext2 e mettere nel CD di installazione del suo dispositivo, un driver per windows che abiliti il supporto ext2...ci sono già delle implementazioni di ext2 su windows, quindi non sarebbe poi un grande spreco di risorse...boh, ma magari io la vedo storpiata sta cosa.
          • mirafiori scrive:
            Re: assurdo
            - Scritto da: zidagar
            - Scritto da: rippone

            il problema è la compatibilità delle sd
            Appunto...quindi il problema è in parte di
            Microsoft, che non implementa una sola fottuta
            tecnologia funzionante e open nel suo sistema
            operativo. Se implementasse ext2/3/4, reiser e
            molti dei fs più usati, ci sarebbero molti meno
            problemi...ma questo a loro non interessa, perché
            hanno il predominio del mercato, quindi fanno le
            scelte che vanno bene a loro e non agli altri (ma
            in parte li "capisco"
            anche....).

            A sto punto TomTom potrebbe passare a ext2 e
            mettere nel CD di installazione del suo
            dispositivo, un driver per windows che abiliti il
            supporto ext2...ci sono già delle implementazioni
            di ext2 su windows, quindi non sarebbe poi un
            grande spreco di risorse...boh, ma magari io la
            vedo storpiata sta
            cosa.Le alternative open esistono, non vedo perchè Microsoft debba utilizzare Tecnologie open . A limite tomtom dovrebbe usare fs open, ma che qualcuno sostenga che MS deve usare formati open mi fa ridere... Ognuno è libero di fare quel ke gli pare, il cosnumatore può e non può acquistare.
          • zidagar scrive:
            Re: assurdo
            - Scritto da: mirafiori
            Le alternative open esistono, non vedo perchè
            Microsoft debba utilizzare Tecnologie open . A
            limite tomtom dovrebbe usare fs open, ma che
            qualcuno sostenga che MS deve usare formati open
            mi fa ridere... Ognuno è libero di fare quel ke
            gli pare, il cosnumatore può e non può
            acquistare.Ma chi obbliga Microsoft ad usarle?Implementare ed usare sono 2 cose ben distinte. Anche il kernel linux implementa ntfs (si vabbe...), ma mica sono obbligato ad usarlo!?Il problema è che potrebbero benissimo offrire molti più servizi di quelli che in realtà offrono, ma loro hanno il potere e quindi loro decidono.Cosa gli cosa implementare ext2? Nulla come spesa di progetto, ma evidentemente non vogliono offrire opportunità all'utente...punto.
          • bubba scrive:
            Re: assurdo
            - Scritto da: zidagar
            - Scritto da: mirafiori

            Le alternative open esistono, non vedo perchè

            Microsoft debba utilizzare Tecnologie open . A

            limite tomtom dovrebbe usare fs open, ma che

            qualcuno sostenga che MS deve usare formati open

            mi fa ridere... Ognuno è libero di fare quel ke

            gli pare, il cosnumatore può e non può

            acquistare.
            Ma chi obbliga Microsoft ad usarle?
            Implementare ed usare sono 2 cose ben distinte.
            Anche il kernel linux implementa ntfs (si
            vabbe...), ma mica sono obbligato ad
            usarlo!?
            Il problema è che potrebbero benissimo offrire
            molti più servizi di quelli che in realtà
            offrono, ma loro hanno il potere e quindi loro
            decidono.
            Cosa gli cosa implementare ext2? Nulla come spesa
            di progetto, ma evidentemente non vogliono
            offrire opportunità
            all'utente...punto.E allora è giusto che pagano le royalty a MS, come tutte le aziende fanno. MS ha sborsato tanti soldi per aver violato brevetti, te ne sei dimenticato?
          • zidagar scrive:
            Re: assurdo
            - Scritto da: bubba
            E allora è giusto che pagano le royalty a MS,
            come tutte le aziende fanno. MS ha sborsato tanti
            soldi per aver violato brevetti, te ne sei
            dimenticato?Mah, probabilmente MS ha ragione, ma non ho tutte le informazioni necessarie per poter dare un giudizio valido e sensato, ma non ho giudicato questo, semplicemente chiarito alcune faccende che stanno attorno...per il resto se la vedranno loro per vie legali :)
Chiudi i commenti