Boom per il web hosting

Uno studio Colt mette in evidenza le grandi potenzialità del mercato dell'hosting in Italia


Roma – Entro il 2005 saranno 760mila le aziende con un proprio sito Web e un quarto di queste ne affiderà la gestione a una web farm. Questi i risultati di uno studio condotto da Colt che ha individuato anche come il mercato dei servizi di Internet hosting crescerà dagli attuali 158 a oltre 647 milioni di euro nei prossimi 4 anni.

Alla fine del 2001 in Italia 400mila aziende avevano un sito Web. In forte crescita gli host che hanno fatto registrare un incremento del 139 per cento negli ultimi sei mesi, raggiungendo quota 1,6 milioni circa.

Secondo Colt, l?orientamento della domanda privilegerà la scelta di partner o fornitori in grado di offrire soluzioni globali che abbinano servizi di connettività alla richiesta di e-banking, consulenza strategico-organizzativa, gestione database e storage.

Sono cinque i fattori chiave che Colt ha individuato come stimolo principale della crescita di questo mercato nel prossimo futuro:
1) la crescente domanda di siti Internet da parte di pmi che non sono presenti in rete;
2) il potenziamento dei siti già esistenti, quindi una maggiore necessità di web farms all?avanguardia che garantiscano più spazio web;
3) l?aumento di aziende che migrano verso piattaforme di e-business e necessitano di strutture sicure, veloci ed efficienti;
4) la riduzione dei prezzi dei servizi di accesso a Internet a banda larga che stimolano l?offerta di contenuti multimediali più sofisticati;
5) la mancanza di risorse specializzate nelle aziende.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Che colpo!
    Bella iniziativa: da oggi in poi un ladro assassino e stupratore potrà in un click radunare un gruppo per fare qualche colpo, oppure svagarsi con stupri di gruppo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Che colpo!
      si certo come se in prigione non si scambiano i contatti fra di loro...ma non diciamo buttanate...ByTheWay: bello il nick ;-0)
      Bella iniziativa: da oggi in poi un ladro
      assassino e stupratore potrà in un click
      radunare un gruppo per fare qualche colpo,
      oppure svagarsi con stupri di gruppo.
Chiudi i commenti