Boris Johnson chiede ai russi di usare le VPN

Boris Johnson chiede ai russi di usare le VPN

Il primo ministro britannico Boris Johnson chiede ai cittadini russi di usare VPN per accedere alle fonti d'informazione occidentali.
Il primo ministro britannico Boris Johnson chiede ai cittadini russi di usare VPN per accedere alle fonti d'informazione occidentali.

L’attuale guerra in Ucraina, oltre ai tristi risvolti sul campo, vede anche una serie di mosse e contromosse da ambo le parti per quanto riguarda informazione e propaganda. Gli stessi eventi infatti del conflitto infatti, vengono interpretati spesso in maniera diversa dalle due parti.

Il terreno di contesa è spesso costituito dai social, come Twitter, Facebook e Instagram che sono state recentemente censurate sul territorio russo. Ovviamente, per aggirare qualunque tipo di limitazione in tal senso, esistono delle soluzioni pratiche.

A ricordare tutto ciò ai cittadini russi è stato anche il primo ministro del Regno Unito Boris Johnson che, durante un video trasmesso sui canali social di Downing Street, ha sottolineato quanto possano essere utili le VPN per una libera informazione.

Il politico britannico, nel discorso, ha esortato i cittadini russi a cercare la verità aggirando le limitazioni governative e accedendo ai canali d’informazione occidentale. Va detto però che le VPN non sono utili solo ai russi: questa soluzione infatti è indispensabile per tutelare privacy e sicurezza anche nel nostro paese.

Boris Johnson si schiera dalla parte delle VPN

Le Virtual Private Network sono utili non solo per aggirare censure più o meno palesi, ma anche per contrastare tutti i pericoli legati al Web contemporaneo.

Installando un apposito software sul dispositivo da proteggere, è possibile filtrare la propria connessione, criptando i dati in entrata/uscita e rendendo impossibili intromissioni da parte di pirati informatici ed enti governativi.

Un servizio di un certo livello, permette anche di mantenere la privacy rispetto al proprio provider. Proprio per questo non tutti i servizi del settore sono uguali: affidarsi a una VPN gratuita, di fatto, è praticamente come non utilizzarla affatto.

Rientra in questa categoria NordVPN, una piattaforma con un decennio alle spalle per quanto concerne l’esperienza sul campo. Grazie alla tecnologia Threat Protection, la piattaforma è in grado di proteggere in maniera eccellente rispetto a tracker, malware e annunci pubblicitari fastidiosi.

La possibilità di utilizzare un account su ben 6 diversi dispositivi e la compatibilità con piattaforme mobile, come Android e iOS, hanno contribuito all’iscrizione di milioni di utenti.

Va poi tenuto conto degli sconti: ad oggi infatti, è possibile ottenere NordVPN con uno sconto del 66% rispetto al prezzo di listino. Ciò significa che il servizio costa solamente 3,49 euro al mese.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 6 apr 2022
Link copiato negli appunti