Bot cinesi infettano migliaia di server

Dalla Cina è partita negli scorsi giorni una nuova ondata di attacchi diretta contro migliaia di server Windows: i siti compromessi redirigono gli utenti verso malware e JavaScript maligni

Roma – Non si ferma l’ondata di cyber-attacchi proveniente dalla Cina. Dopo il picco registrato verso la fine di aprile, quando vennero infettate circa mezzo milione di pagine web, da circa una settimana gli esperti di sicurezza registrano un crescendo di attacchi simile al precedente, ma basati su nuovi exploit.

L’origine di questi attacchi, secondo quanto riporta la società di sicurezza Armorize Technology , è una server farm cinese costituita da circa un migliaio di sistemi. Come in passato, gli aggressori si avvalgono di un tool capace di sfruttare lo spider di Google per automatizzare la ricerca di computer vulnerabili. Le falle sfruttate dai cracker sono oltre una decina, e riguardano Windows, RealPlayer, ASP, StormPlayer ecc.

Armorize sostiene che, solo nell’ultima settimana, i cracker cinesi hanno compromesso almeno 10mila server Windows e centinaia di migliaia di pagine web. Alcuni degli attacchi utilizzati da questi criminali informatici è di tipo SQL injection, la stessa tecnica utilizza lo scorso mese per penetrare su moltissimi siti web, alcuni anche molto noti.

Attacchi di SQL injection sono stati lanciati la scorsa settimana anche dalla botnet Asprox, nota soprattutto come origine di molte email di phishing. La botnet è stata aggiornata con un nuovo tool di cracking capace di mascherarsi come Microsoft Security Center Extension e cercare, sempre attraverso Google, falle note nelle pagine ASP: quando il tool trova una pagina vulnerabile, vi inietta un IFrame che redirige i visitatori verso server contenenti vari tipi di malware, inclusi trojan e keylogger.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • salvatore scrive:
    perke mininova kosa ha fatto!
    sul portale tu non puoi scarikare i file veri e propri ma solo file da pochi kb quindi ke materiale protettoda copyrigt
  • Paolo scrive:
    Forza Mininova
    E' inutile, tanto la realtà del web e della condivisione questi ingordi avidi di soldi non la possono fermare.Forza Mininova!
  • Franco scrive:
    I soliti abusi di potere
    E' sempre la solita storia, i ricchi contro i poveri.Ecco una notizia assurda: Wikisubtitles.net fatto chiudere dall Federacion Anti Piratería (FAP)http://torrentfreak.com/wikisubtitles-taken-down-by-spanish-anti-piracy-outfit-080520/Cosa facevano sti qua? Trascrivevano e traducevano sottotitoli dall'audio originale, il che non è reato. Non è che rippassero i sottotitoli da dvd e li mettessero online, il che potrebbe essere una violazione di copyright.Non c'erano link a files illegali, ma solamente i nomi dei files senza nessun riferimento.
  • chiedovenia scrive:
    ma cosa fanno su mininova?
    che link danno?torrent o ed2k?o altri?
    • Mauro scrive:
      Re: ma cosa fanno su mininova?
      Aprire l'url del sito ti sarebbe costato la metà del tempo che ti ci è voluto per scrivere sto messaggio, ed avresti avuto risposta immediata ai tuoi dubbi.A me evitare di risponderti sarebbe costato 1 minuto in meno, ma mal comune, mezzo gaudio.
  • pentolino scrive:
    Qui si fa la rivoluzione!
    Anzi no, chi c'è andato che delusione, era chiuso anche il portone!Boh a me sembra demenziale, però temo che le cose stiano come scrive get real; stanno pian piano chiudendo tutti i buchi, presto (nel senso di prima o poi) avremo una rete blindatissima dove gireranno solo contenuti ancora più blindati e li manderemo a ca**re tornando a giocare a tresette al bar con gli amici invece che rincretinirci con i contenuti sempre più idioti che ci propinano.Forse alla fine non sarà così male.
    • fiertel scrive:
      Re: Qui si fa la rivoluzione!
      la pirateria non avrà mai confini! il business dietro essa è troppo potente, ci sono troppi appigli legislativi per porre fine a questo fenomeno. E' la globalizzazione... (lo dico con un sorriso sul viso) ps.: non è certo il prezzo che non ci fa acquistare un software, è il prezzo e basta...
  • luna scrive:
    ma basta
    già la corte suprema americana (o chi fosse non ricordo) si è espressa sul fatto che RIAA la deve finire di fare assurde richieste e sembrerebbe (mi pare ne ha parlato proprio PI) che ci saranno processi per verificare se e quando queste "major" hanno avuto ragione di chiedere giustizia. Voglio ricordare anche che sono stati sparsi da queste stesse società numeri inconsistenti ed ultragonfiati sui danni subiti.La devono finire ! Chiudete Mininova, se ci riuscite. Pronti altri 20 nuovi tracker. Abbassate i PREZZI, coglionazzi !!!!!!!!!!!!!!!!!!!
  • Trollo scrive:
    Il futuro é la rete decentralizzata!
    Chi sará in grado di chiudere kad? o gnutella???Alla rete torrent basta tirare giú il tracker e la condivisione del file in questione sará bloccata...Quindi il futuro sono le reti decentralizzate! ciaooooooooolin ro :)
    • Get Real scrive:
      Re: Il futuro é la rete decentralizzata!
      Dagli tempo, chiuderanno ogni cosa.E' solo questione di tempo e quando accadrà rimarrai stupito per quanto rapida e devastante è stata la loro offensiva.Ti dirai: "vabbè, ne chiudono uno, ne aprono cento" ma nessun altro aprirà.Penserai: "ma ci sono i protocolli criptati" e scoprirai che niente potrà passare oltre i loro filtri.Da un momento all'altro, scaricare o uploadare materiale diventerà impossibile quanto manipolare il teletext.Passeranno settimane, poi mesi, e le cose non cambieranno.Passeranno anni, e tutti si dovranno adattare.Questo è quello che accadrà: sperare in un'altra conclusione è da ingenui.
      • anon scrive:
        Re: Il futuro é la rete decentralizzata!
        Con questa motivazione il fascismo delle case produttrici avrà la meglio, l'unica è boicottare, sabotare e protestare per rendergli la vita almeno un po' più difficile.
      • Joe Tornado scrive:
        Re: Il futuro é la rete decentralizzata!


        Passeranno anni, e tutti si dovranno adattare.possono passare secoli : chi ha avuto occhio, s'è fatto le scorte !

        Questo è quello che accadrà: sperare in un'altra
        conclusione è da
        ingenui.ma no, rimarranno gli scambi diretti tra gli individui di cui sopra !
      • krane scrive:
        Re: Il futuro é la rete decentralizzata!
        - Scritto da: Get Real
        Dagli tempo, chiuderanno ogni cosa.

        E' solo questione di tempo e quando accadrà
        rimarrai stupito per quanto rapida e devastante è
        stata la loro
        offensiva.

        Ti dirai: "vabbè, ne chiudono uno, ne aprono
        cento" ma nessun altro
        aprirà.

        Penserai: "ma ci sono i protocolli criptati" e
        scoprirai che niente potrà passare oltre i loro
        filtri.

        Da un momento all'altro, scaricare o uploadare
        materiale diventerà impossibile quanto manipolare
        il
        teletext.

        Passeranno settimane, poi mesi, e le cose non
        cambieranno.

        Passeranno anni, e tutti si dovranno adattare.

        Questo è quello che accadrà: sperare in un'altra
        conclusione è da
        ingenui.Suicidati : Non potra' farti che bene viste le condizioni attuali...
    • Sgabbio scrive:
      Re: Il futuro é la rete decentralizzata!
      non ha caso stanno studiando un modo di rendere decentralizzato il torrente.
      • Mauro scrive:
        Re: Il futuro é la rete decentralizzata!
        esistono già i tracker decentralizzati, anche se un primissimo tracker serve lo stesso per farti scaricare il torrent vero e proprio.
Chiudi i commenti