Brasile, straordinari per l'email dopo il lavoro

L'invio delle missive elettroniche al di fuori dell'orario lavorativo viene equiparato ad un comune ordine impartito ai dipendenti. Dunque valido per il calcolo degli straordinari. Ratificato un disegno di legge

Roma – Il nuovo disegno di legge è stato ratificato dal Presidente brasiliano Dilma Rousseff: i messaggi di posta elettronica inviati dalle aziende al di fuori dell’orario lavorativo verranno considerati ai fini del calcolo per i bonus legati allo straordinario degli impiegati in terra carioca.

La nuova legge brasiliana equipara una missiva elettronica – ovviamente spedita in orari non lavorativi – ad un qualsivoglia ordine impartito dai vertici societari ai vari dipendenti .

Una vittoria per il sindacato brasiliano dei lavoratori, che aveva esercitato pressioni sul governo affinché i sottoposti fossero meglio tutelati da eventuali ingerenze aziendali nelle ore del relax e del tempo libero. Allo scorso agosto, i possessori brasiliani di telefono cellulare hanno toccato quota 210 milioni su 195 milioni di abitanti .

Alla fine dello scorso dicembre, i vertici della casa automobilistica tedesca Volkswagen avevano annunciato il blocco delle missive elettroniche 30 minuti dopo la fine dell’orario lavorativo . I server dedicati si sarebbero riattivati 30 minuti prima dell’inizio della nuova giornata, in modo da lasciare in pace i dipendenti nelle ore del riposo serale.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Menestrello scrive:
    Costi elevati
    Il problema di queste cose è che i costi del controller sono ancora troppo elevati perché si possa pensare ad una diffusione di massa: http://www.bitsandchips.it/hardware/9-hardware/245-prezzi-molto-elevati-per-i-controller-thunderbolt
Chiudi i commenti