Browser, Redmond cede ancora sul ballot screen?

Voci non confermate hanno spiegato che l'accordo tra BigM e UE si avvicina. Microsoft avrebbe accolto le richieste dei competitor. La guerra dei browser si avvia a una tregua

Roma – Microsoft avrebbe ceduto, e rivisto ancora l’accordo antitrust con le autorità dell’Unione Europea, (apparentemente) risolvendo una volta per tutte le controversie legate al cosiddetto ballot screen per la scelta del browser predefinito del sistema operativo Windows. Si tratta soltanto di voci, non confermate dalla stessa BigM, che hanno fatto trapelare la decisione finale di soddisfare le richieste avanzate dai competitor di Internet Explorer, fortemente preoccupati per un legame troppo stretto tra il sistema operativo Windows e il browser made in Redmond .

Le fonti – rimaste anonime dal momento che i termini dell’accordo non sono stati ancora resi pubblici – hanno spiegato che Microsoft avrebbe accettato le condizioni illustrate in primis da Mozilla e Opera, che avevano sottolineato un serio problema derivante dalla proposizione all’utente di un elenco dei browser in rigoroso ordine alfabetico. Questo avrebbe fornito un vantaggio non indifferente ad Apple Safari. Redmond avrebbe allora accolto la proposta di un ordine di presentazione assolutamente casuale generato dal computer.

Le obiezioni definitive da parte dei browser competitor erano arrivate puntuali in Commissione Europea all’inizio dello scorso novembre, dopo che Microsoft aveva proposto una schermata di selezione per offrire all’utente le varie opzioni di scelta da installare e impostare come browser di sistema. Tra queste, oltre al discorso sulla casualità dell’ordine di presentazione, era emerso un problema relativo al fatto che la schermata di selezione sarebbe stata sviluppata all’interno di una finestra di IE.

Anche qui Microsoft avrebbe ceduto – stando alle fonti che tuttavia non hanno spiegato la cosa nel dettaglio – prevedendo una finestra web apposita al di fuori del contesto specifico di Internet Explorer. Come ha dichiarato Philip Lowe, direttore generale del dipartimento per la competizione in Commissione Europea, ci sarebbero a questo punto tutte le premesse per definire l’accordo finale, possibilmente entro i primi quindici giorni di questo mese. A meno che non emergano nuovi dubbi strategici nella guerra dei browser.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • CoHdXhtAXJL F scrive:
    vCmxrXMnyKHy
    http://www.findautoinsurplans.com/ auto insurance =DDD http://www.dearandfrom.com/home.html home loans 8OOO http://www.heatherlaforce.com/online_colleges.html online college :D
  • lMyDBVKfry scrive:
    JYMDdLWo
    http://www.heatherlaforce.com/mba.html art college eplp http://www.lanewayhousingvancouver.com/mortgage_refinance.html mortgage refinance quotes :-] http://www.heatherlaforce.com/masters-degree.html masters degree 59770 http://www.myrefinanceratesplace.com/ mortgage rate okcft
  • xcOdMjOVUqw yTEckfzD scrive:
    lqGoZtfKxlK
    http://www.goldenringphoto.com/Goldenring_Photography/Home_Insurance.html homeowner s insurance ckuv http://www.senseigraphics.com/cheapautoinsurance.html cheap auto insurance
    :-PPP
  • so sempre io scrive:
    MA chi se ne fregaaaaa
    Come da oggetto
  • V R scrive:
    Terza rivoluzione
    Dopo il sonoro e il colore arriva la terza rivoluzione: la stereoscopia .
    • aaaaaaa scrive:
      Re: Terza rivoluzione
      - Scritto da: V R
      Dopo il sonoro e il colore arriva
      la terza rivoluzione: la
      stereoscopia .la quarta e ultima sarà la proiezione di se stessi nell'luogo dell'"azione"
    • angros scrive:
      Re: Terza rivoluzione
      Ehm... l' avevi già detto, e ti avevamo risposto (per me, e anche per altri, la stereoscopia non è accettabile se richiede gli occhiali).Non è bello postare lo stesso identico commento due volte.
      • V R scrive:
        Re: Terza rivoluzione

        (per me, e anche per altri, la stereoscopia non è
        accettabile se richiede gli occhiali).Ne prendo atto, ma non vedo dove sia il problema.Nessuno obbliga te, o gli altri 2 commentatori, ad usarla.Per quanto mi riguarda, potete anche togliere l'audio e rendere grigia l'immagine simulando il cinema anni '20.Ognuno deve essere libero di fare quello che gli pare. Non credi?
        Non è bello postare lo stesso identico commento
        due volte.Questa è una tua personalissima opinione.Decido io quando, cosa e come commentare.Inoltre ti faccio notare che nelle policy (http://punto-informatico.it/policy.asp) non esiste nulla del genere (e ci mancherebbe...)
        • angros scrive:
          Re: Terza rivoluzione
          Allora mi ripeto anch' io: dubito fortemente che possa avere sucXXXXX una tecnologia che dipende dagli occhialini (esattamente come la gente non si vede un film con la cuffia per avere un audio migliore, non credo che tanti cogliano guardarselo con gli occhiali)
          • . . scrive:
            Re: Terza rivoluzione
            Veramente parlano di una generica tecnologia 3d sony. Personalmente credo si tratti degli lcd (o led o quel che e') sovrapposti, per dare un maggior senso di profondita'.
          • soulista scrive:
            Re: Terza rivoluzione
            - Scritto da: . .
            Veramente parlano di una generica tecnologia 3d
            sony. Personalmente credo si tratti degli lcd (o
            led o quel che e') sovrapposti, per dare un
            maggior senso di
            profondita'.tanto se una partita fa schifo... farà schifo uguale.
          • p4bl0 scrive:
            Re: Terza rivoluzione
            no"[...] starebbe per presentare alcuni nuovi monitor predisposti proprio per visualizzare contenuti 3D con l'ausilio dei classici occhiali"
Chiudi i commenti