BSA, i nuovi numeri dei pirati

Il report annuale dell'associazione dei produttori software: il valore commerciale generato dalla pirateria continua ad aumentare. I maggiori problemi vengono dai paesi emergenti, l'Italia condiziona in negativo i dati medi europei

Roma – A rivelarlo è stato l’ultimo report annuale commissionato dalla Business Software Alliance (BSA), l’associazione internazionale di produttori software. Nell’anno 2011, il 57 per cento dei possessori di PC ha ammesso l’acquisto o lo scaricamento di software pirata , che si tratti di attività occasionale o abituale.

È così aumentato il valore commerciale del software illegale installato a livello globale, dai 58,8 miliardi di dollari nel 2010 ai 63,4 miliardi registrati nell’anno scorso . Un nuovo record registrato da BSA, alimentato dalle sempre più massive spedizioni di personal computer nei paesi emergenti. Ovvero in quelle economie dove i tassi della pirateria sono tra i più elevati sul Pianeta.

È infatti l’area asiatico-pacifica che ha fatto registrare i valori più imponenti di software pirata. Sui 116 mercati analizzati dal report Global Software Piracy Study , quelli cinesi hanno mantenuto un livello stabile, al 60 per cento tra il 2010 e il 2011. È cresciuto però il valore commerciale del software illecito, con un nuovo record fissato a 21 miliardi di dollari nei soli paesi emergenti .

Il primato spetta ancora una volta alla Cina, il cui mercato vale da solo 9 miliardi di dollari contro i 3 miliardi di quello legale . In media, un utente cinese non spende nemmeno 9 dollari per singolo PC o software autorizzato, meno del 25 per cento rispetto ad un utente negli altri mercati del Pianeta. L’attuale livello di pirateria a Pechino ha raggiunto quota 77 per cento.

L’Italia si assesta invece su un tasso di illegalità del 48 per cento, in calo di un punto percentuale rispetto allo scorso anno ma ancora elevato rispetto alla media dell’Unione Europea (33 per cento), per un mercato del sommerso che vale 1.398 milioni di euro.

I risultati del Global Software Piracy Study hanno ovviamente scatenato l’ira di BSA, i cui vertici sono tornati sulle problematiche legate alla perdita in termini d’innovazione e posti di lavoro. Secondo il report, il 20 per cento dei pirati attivi nei mercati maturi smetterebbe di acquisire software illecito con la paura di essere colto in fallo . L’associazione ha dunque chiesto più drastiche misure in materia di enforcement del diritto d’autore per tutelare la proprietà intellettuale dei suoi associati: “Se il 48 per cento dei consumatori taccheggiasse i prodotti sugli scaffali dei negozi, questo sicuramente indurrebbe le Istituzioni ad intensificare la sorveglianza da parte delle forze dell’ordine e ad appesantire le pene per i trasgressori della legge”, questo il commento di Matteo Mille, Presidente di BSA Italia.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • maria santos scrive:
    galazy
    Hola
  • Gabriele Battistuta scrive:
    la scoperta dell'acqua calda
    Tutti i programmi di messagistica non criptata sono sniffabili se si trova sulla stessa rete (lan o wifi che sia).Abbiamo usato MSN per anni senza preoccuparci (e c'è ancora chi lo usa!), oltre ai vari AIM, Google, Jabber e Yahoo .
  • alvaro scrive:
    sai ke falla
    sai ke falla qui al massimo la useranno per scambiarsi i link dei programmi da piratare.
  • Rizzo Master scrive:
    sempre colpa di android comunque
    tutti i problemi nascono per colpa di quel FAR WEST che è android. Rischiendo addirittura a creare problemi li dove regna l'ordine (iOS)
    • Rizzo Master scrive:
      Re: sempre colpa di android comunque
      - Scritto da: Rizzo Master
      tutti i problemi nascono per colpa di quel FAR
      WEST che è android. Rischiendo addirittura a
      creare problemi li dove regna l'ordine
      (iOS)*Riuscendo
      • panda rossa scrive:
        Re: sempre colpa di android comunque
        - Scritto da: Rizzo Master
        - Scritto da: Rizzo Master

        tutti i problemi nascono per colpa di quel
        FAR

        WEST che è android. Rischiendo addirittura a

        creare problemi li dove regna l'ordine

        (iOS)

        *RiuscendoLa prossima volta usa android per scrivere: il correttore ortografico di android funziona meglio di quello dell'ifogn.
        • Rizzo Master scrive:
          Re: sempre colpa di android comunque
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: Rizzo Master

          - Scritto da: Rizzo Master


          tutti i problemi nascono per colpa di
          quel

          FAR


          WEST che è android. Rischiendo
          addirittura
          a


          creare problemi li dove regna l'ordine


          (iOS)



          *Riuscendo

          La prossima volta usa android per scrivere: il
          correttore ortografico di android funziona meglio
          di quello
          dell'ifogn.scrivo da un iMac
          • panda rossa scrive:
            Re: sempre colpa di android comunque
            - Scritto da: Rizzo Master
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Rizzo Master


            - Scritto da: Rizzo Master



            tutti i problemi nascono per colpa
            di

            quel


            FAR



            WEST che è android. Rischiendo

            addirittura

            a



            creare problemi li dove regna
            l'ordine



            (iOS)





            *Riuscendo



            La prossima volta usa android per scrivere:
            il

            correttore ortografico di android funziona
            meglio

            di quello

            dell'ifogn.

            scrivo da un iMacNon avevo dubbi, infatti hai inserito errori e strafalcioni.
    • crumiro scrive:
      Re: sempre colpa di android comunque
      Bella battuta!È sarcastica questa vero?
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: sempre colpa di android comunque
      Ti sbagli: dimostri solo una debolezza di iphone, che non sa difendersi dagli attacchi esterni, e perciò non sa fare altro che proibire tutte le applicazioni in grado di attaccare. Ma non può proibire niente fuori dal walled garden... e basta che arrivi uno con un telefonino diverso ed il software di attacco per buttare giùù tutto il castello di carte di ios.
      • Rizzo Master scrive:
        Re: sempre colpa di android comunque
        - Scritto da: uno qualsiasi
        Ti sbagli: dimostri solo una debolezza di iphone,
        che non sa difendersi dagli attacchi esterni, e
        perciò non sa fare altro che proibire tutte le
        applicazioni in grado di attaccare. Ma non può
        proibire niente fuori dal walled garden... e
        basta che arrivi uno con un telefonino diverso ed
        il software di attacco per buttare giùù tutto il
        castello di carte di
        ios.l'unica cosa che ho dimostrato è che android è il male, terra di nessuno, dove se non giri armato sei in pericolo.
        • krane scrive:
          Re: sempre colpa di android comunque
          - Scritto da: Rizzo Master
          - Scritto da: uno qualsiasi

          Ti sbagli: dimostri solo una debolezza di
          iphone,

          che non sa difendersi dagli attacchi
          esterni,
          e

          perciò non sa fare altro che proibire tutte
          le

          applicazioni in grado di attaccare. Ma non
          può

          proibire niente fuori dal walled garden... e

          basta che arrivi uno con un telefonino
          diverso
          ed

          il software di attacco per buttare giùù
          tutto
          il

          castello di carte di

          ios.

          l'unica cosa che ho dimostrato è che android è il
          male, terra di nessuno, dove se non giri armato
          sei in
          pericolo.Ma voi non siete nel recinto ? Non siete immuni a tutto ?No ? Ops.... Allora il recinto a che serve ?
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: sempre colpa di android comunque

          l'unica cosa che ho dimostrato è che android è il
          male, terra di nessuno, dove se non giri armato
          sei in
          pericolo.Hai anche dimostrato che nel vostro recinto non siete armati... e che perciò noi (che nel mondo di android dobbiamo girare "armati", altrimenti non possiamo sopravvivere) possiamo entrare e conquistare tutto, perchè voi non siete in grado di difendervi.
    • alvaro scrive:
      Re: sempre colpa di android comunque
      e stattene con ios...chi ti ci vuole con android...a lavurar
      • Rizzo Master scrive:
        Re: sempre colpa di android comunque
        - Scritto da: alvaro
        e stattene con ios...chi ti ci vuole con
        android...a
        lavurario lavoro tranquillo, siete voi pezzenti disoccupati che non avete i soldi e ripiegate su android
        • krane scrive:
          Re: sempre colpa di android comunque
          - Scritto da: Rizzo Master
          - Scritto da: alvaro

          e stattene con ios...chi ti ci vuole con

          android...a lavurar
          io lavoro tranquillo, siete voi pezzenti
          disoccupati che non avete i soldi e
          ripiegate su androidE pensa che con un pezzente android ti rompono il prezioso ifogn alla faccia del giardinetto dorato.
  • manuel scrive:
    interessante ma...
    ....whatsap serve per le XXXXXXX, se uno deve comunicare in maniera confidenziale deve usare altri sistemi come ad esempio skype
    • krane scrive:
      Re: interessante ma...
      - Scritto da: manuel
      ....whatsap serve per le XXXXXXX, se uno deve
      comunicare in maniera confidenziale deve usare
      altri sistemi come ad esempio skype(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl) skype confidenziale (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • brain scrive:
      Re: interessante ma...
      - Scritto da: manuel
      ....whatsap serve per le XXXXXXX, se uno deve
      comunicare in maniera confidenziale deve usare
      altri sistemi come ad esempio
      skypen'artro expertone de sicurezza :(
  • iii scrive:
    WiFi cifrata
    Non mi è chiara una cosa: non basta che la connessione wifi sia protetta (WPA & co.) per impedire che gli terzi possano leggere quello che faccio? Certo, a meno di hack al wifi...ma direi che con una WPA2 dovrebbe già essere abbastanza difficile, diciamo non alla portata del primo bibmboXXXXXXX che passa di lì con installata l'app in questione. Sbaglio?
    • bubba scrive:
      Re: WiFi cifrata
      - Scritto da: iii
      Non mi è chiara una cosa: non basta che la
      connessione wifi sia protetta (WPA & co.) per
      impedire che gli terzi possano leggere quello che
      faccio? Certo, a meno di hack al wifi...ma direi
      che con una WPA2 dovrebbe già essere abbastanza
      difficile, diciamo non alla portata del primo
      bibmboXXXXXXX che passa di lì con installata
      l'app in questione.
      Sbaglio?non ti e' chiaro perche l'articolo non e' fatto poi molto bene. Il wifi e' solo incidentale. Detto in altri termini, se WhatsApp girasse su PC dotato di scheda di rete WIRED, avrebbe gli stessi problemi.Rileggilo 5 o 6 volte, vedrai che ti sara' piu chiaro :)
  • bubba scrive:
    articoli per parucchiere
    con buona pace per il nobile mestiere... mi riferisco al fatto che -non solo P.I. ma anche altri- in articoli sullo sniffing, lasciano sempre oscuro un fattore chiave: l'RFMON.A scorrer l'articolo sembra che tutti i telefoni android possano "analizza(re) tutto il traffico dati di una rete WiFi" e sapendo -aime'- che NON e' vero, cercavo di "tradurre" l'articolo. E' vero che poco sopra parla di "connessi alla stessa rete wireless", ed e' pure gia un indizio... pero' resta cmq confuso il metodo di azione.Rileggendo un po i link in inglese e' piu chiaro... queste appz "generaliste" NON sniffano affatto "tutto il traffico di una rete wifi" (come si farebbe ponendo la scheda in modalita' rfmon - metodo elegante e silenzioso) ma DEVONO essere associati alla rete oggetto di attacco, e generano un brutale e rumoroso ARP spoofing (hijacking delle connessioni) e dopo sniffi te stesso a livello datalink (cosa canonica).Ancorche' funzionante, e' come un caterpillard contro un bancomat VS broseggio in metropolitana [non mi riferisco ai reati]... crea "pasticcio" sulla rete, e' immediatamente visibile, e NON improbabile che un AccessPoint lo blocchi mettendoti in blacklist o "peggio" crei un DoS alla rete...
    • crumiro scrive:
      Re: articoli per parucchiere
      Mah... blacklistato non mi è mai sucXXXXX. E parlo di access point da migliaia di euro.
      • bubba scrive:
        Re: articoli per parucchiere
        - Scritto da: crumiro
        Mah... blacklistato non mi è mai sucXXXXX. E
        parlo di access point da migliaia di
        euro.beh identificare l'arp spoof e' immediato (ma e' probabile che molti se ne freghino - sugli economici AP con openwrt e' possibile.. quindi penso anche su dei juniper o cisco :P )... blacklistare in automatico meno, perche, come dicevo, e' operazione ben prona ai DoS. Quindi qualcuno i logs dovrebbe vederli, ecc. Meglio lasciare gli apparati nelle configurazione di default e farsi hijackare la connessione :PpP
  • daniele_dll scrive:
    sai che novità...
    Cioè ... fare un'articolo su una cosa del genere ti fa capire che non si sa che pubblicareIl rischio di essere "sniffati" c'è sempre, a prescindere dalle SSL.Anche con le SSL, benché tecnicamente più complesso, se in un internet PC installi dei certificati root fatti in casa e poi li usi per crearti dei certificati validi puoi sniffare qualsiasi cosa tu voglia senza alcun problema facendo da ponte e senza che nessuno, per altro, se ne accorga
    • piolo scrive:
      Re: sai che novità...
      hai rgione.Ma l'articolo faceva riferimento ad una falla (=
      data da una scelta progettuale) di Whatsapp che faceva passare in chiaro tutto il traffico (anche se usava la porta 443).Lo sniffer dell'articolo (come altri che trovi in rete) sfuttava il fatto che il protocollo era in chiaro per riuscire a "catturare" i messaggi degli utenti di Whatsapp.Facevo solamente notare che non era piu' cosi!Se per quello anche il GSM citato nell'altricolo e' aggirabile... con costi non proibitivi... ovviamente illegalmente, come l'utillizzo di quell'applicazione per farsi i cavoli altrui.
    • Odz scrive:
      Re: sai che novità...
      Falso. Questo avviene solo se il client non valida il certificato proposto dal server. Un certificato fatto in casa non è emesso da una CA riconosciuta per default da qualsiasi client, per cui un'applicazione che si comporta correttamente non accetta la connessione. Un'applicazione poi che si connette solo ad uno specifico server potrebbe perfino imporre di accettare solo uno specifico certificato.L'unico modo per fare accettare ad un client un certificato fatto in casa è installarlo come trusted nel sistema client o ignorare la validazione (vedi il caso di quando visiti un sito con certificato sconosciuto e conseguente warning). In caso contrario non avrebbe proprio senso usare SSL.
    • Luca Annunziata scrive:
      Re: sai che novità...
      non cogli la principale notizia: uno strumento chiavi-in-mano da installare, una roba da script kiddies ma comunque capace di farti fare i fatti altrui senza dover sapere niente di certificati, flussi, protocolliquesta è la notizia
      • tucumcari scrive:
        Re: sai che novità...
        - Scritto da: Luca Annunziata
        non cogli la principale notizia: uno strumento
        chiavi-in-mano da installare, una roba da script
        kiddies ma comunque capace di farti fare i fatti
        altrui senza dover sapere niente di certificati,
        flussi,
        protocolli

        questa è la notizia..Cioè 'na App bucata (de questo stamo a parlà) è 'na "notizia"? mecoj...... notiziona!se è così te ne porto a vagonate de notizie da "news kiddies" come questa!Abbellloo! Comunque a me "me fa più notizia" er fatto (e nessuno la dice sta notizia de solito) che per ascolta 'na conversazione gsm te bastano 2 righe de software (peraltro pubblicamente "well known") e 'na atrezzatura che te costa meno de 'na scatola "der piccolo chimico" il tutto a disposizione non della magistratura (che sarebbe ovvio) ma di qualunque "investigatore privato pure lui (eventualmente) appartenente alla categoria dei "kiddies" o anche "wannabe"...Cuntent Brambilla? (come diceva il compianto Bramieri)
        • Luca Annunziata scrive:
          Re: sai che novità...
          whatsapp lo usano migliaia e migliaia di utenti, non è faccenda da pocogsm? dici questo? http://punto-informatico.it/3064106/PI/News/gsm-intercettati-al-costo-un-caffe.aspxma perché i commenti qua dentro devono sempre essere una gara a chi ce l'hà più lungo (il feed)? non potreste cercare di rilassarvi e chiacchierare?
          • tucumcari scrive:
            Re: sai che novità...
            - Scritto da: Luca Annunziata
            whatsapp lo usano migliaia e migliaia di utenti,
            non è faccenda da
            poco

            gsm? dici questo?
            http://punto-informatico.it/3064106/PI/News/gsm-in

            ma perché i commenti qua dentro devono sempre
            essere una gara a chi ce l'hà più lungo (il
            feed)? non potreste cercare di rilassarvi e
            chiacchierare?Mai io sono rilassato ... è francamente (tra le 2 notizie) questa mi pare meno notizia.... (ciò detto e riconfermato) se vogliamo passare al feed....Be... io il feed (quello al centro della antenna del satellitare) ce lo ho davvero lungo! (è condominiale) ...a spanne direi almeno 'na 90ina di centimetri!Non è da monte palomar ma non è malaccio! :D
  • piolo scrive:
    SSL/TLS
    Dall'ultima versione (non prima) Whatsapp e' cifrato (ssl), quindi questa notizia e' gia' superata dall'ultima versione di Whatsapp, con buona pace degli sniffer.
    • Luca Annunziata scrive:
      Re: SSL/TLS
      G Data dice il contrarioe il mio whatsapp, su iphone, è aggiornato al 7 marzo: dubito che incorpori questi aggiornamenti
      • tucumcari scrive:
        Re: SSL/TLS
        - Scritto da: Luca Annunziata
        G Data dice il contrario
        e il mio whatsapp, su iphone, è aggiornato al 7
        marzo: dubito che incorpori questi
        aggiornamentiFrancamente e semiseriamente (per una volta)... Luca il chatting (anche quello analogico delle comari) è difficilmente "riservato" io non credo che tu (o altri) siano così gonzi da usare questa categoria di apps se si devono dire qualcosa di realmente "privato".Posso essere smentito dai numeri (ovviamente) non essendo uno paricolarmente appassionato o particolarmente fan di questa categoria di apps (questa in particolare manco la ho mai usata) ma mi pare davvero 'na roba da gonzi.... chiedere una particolare cura della "privacy" a questa categoria di apps..just my 2 cents...
        • Luca Annunziata scrive:
          Re: SSL/TLS
          mi pare che le comunicazioni cifrate siano lo "standard" ormai...
          • tucumcari scrive:
            Re: SSL/TLS
            - Scritto da: Luca Annunziata
            mi pare che le comunicazioni cifrate siano lo
            "standard"
            ormai...'nsomma si e no!Dove "vale la pena" sono assolutamente favorevole (anzi di più) ma ripeto a mio modo di vedere non sono proprio "tipiche" del "target" di questo tipo di applicazioni...In pratica un uso "conscio" degli strumenti che ti aiutano a relizzare una ragionevole privacy (quando conta davvero) lo trovo migliore di soluzioni che pretendono di applicarla ovunque (forse anche quando non sarebbe il caso) in modo solo "apparentemente semplice" e poi "bada ben badadaben" si scopre che "non era così semplice" e difatti ecco il buco....Mi sono spiegato?Dopo di che riaffermo che si tratta di roba (le apps tipo quella citata) di cui non sono particolarmente fan... e non insisto oltre...La privacy può essere ressa incredibilmente e realmente semplice per tutti se si mantiene nel ragionevole (sicurizzare una conversazione end to end è appunto semplice e funziona praticamente sempre) sicurizzare roba (se capisco bene) tipo "chat" da molti a molti sembra semplice ma non lo è affatto a meno di non avere investito sul serio in developpers con in mente una visione chiara e (security oriented) del design architetturale.Ma il vero punto non è questo quanto la domanda se sia davvero una feature critica o vitale per questo tipo di apps o la gente non le scelga piuttosto per altri motivi più "importanti" (per loro) praticità, immediatezza ecc. ecc..T'è capì brambilla? ;)
          • iii scrive:
            Re: SSL/TLS
            - Scritto da: tucumcari
            La privacy può essere ressa incredibilmente e
            realmente semplice per tutti se si mantiene nel
            ragionevole (sicurizzare una conversazione end to
            end è appunto semplice e funziona praticamente
            sempre) sicurizzare roba (se capisco bene) tipo
            "chat" da molti a molti sembra semplice ma non lo
            è affatto a meno di non avere investito sul serio
            in developpers con in mente una visione chiara e
            (security oriented) del design
            architetturale.A me sembra semplice (lo so, faccio parte dei molti): non basta qualcosa in stipe PGP?
          • crumiro scrive:
            Re: SSL/TLS
            il 93% degli utenti Facebook a fine 2011 (mi sembra di ricordare Dicembre) usava ancora http al posto di https.Compreso sullo smartphone.
          • Mucca scrive:
            Re: SSL/TLS
            Come fai a mettere l'https su faccialibro di Android???
      • piolo scrive:
        Re: SSL/TLS
        Piccolo dettaglio che non ho precisato: la versone Andorid a me cifra la connessione, non ho un iphone e quindi non so come sia presa qualla versione.
  • Massimo scrive:
    ma alla fine..
    chi ha interesse visualizzare i messaggi di altri? non avrebbe senso comunque, a meno che non si tratti di dati sensibili come carta di credito ecc..
  • crumiro scrive:
    Sai che novità!
    Anche facebook, stessa menata.basta avere il telefono rootato ed usare droidsheep et voilà... potete impersonare l'amico che sfrutta la stessa wifi.Idem taaaaanti altri servizi sul web. E per quelli che mancano basta prendere il sorgente di droidsheep e porre le dovute modifiche (banali) al codice ;)
    • crumiro scrive:
      Re: Sai che novità!
      PS: ma perchè fino a metà articolo sembra che solo Android sia vulnerabile? Poi ci si lamenta dei flame :|
Chiudi i commenti