Build 2020: Microsoft annuncia novità per Teams

Spazio anche a Teams durante l'evento Build 2020: Microsoft annuncia novità rivolte sia agli sviluppatori sia agli amministratori IT.
Spazio anche a Teams durante l'evento Build 2020: Microsoft annuncia novità rivolte sia agli sviluppatori sia agli amministratori IT.
Guarda 11 foto Guarda 11 foto

Capace di imporsi negli ultimi mesi come una delle piattaforme più utilizzate a livello globale per lo smart working, Microsoft Teams è oggetto di una continua evoluzione. Il gruppo di Redmond, in occasione dell’evento Build 2020, annuncia alcune novità che riguardano il servizio.

Build 2020: le novità di Microsoft Teams

Il focus è ovviamente sul mondo degli sviluppatori. A loro sono offerte modalità semplificate per la realizzazione e la pubblicazione delle applicazioni destinate a Teams, direttamente da Visual Studio e Visual Studio Code.

Le nuove estensioni di Teams in Visual Studio e Visual Studio Code permettono agli sviluppatori di realizzare applicazioni per Teams all’interno degli strumenti che già conoscono. Consentono inoltre di pubblicarle direttamente su AppSource o nel catalogo della loro organizzazione.

Agli amministratori IT viene inoltre offerta la possibilità di validare, approvare e preinstallare applicazioni business e provenienti da ISV (Independent Software Vendor) per gli utenti gestiti.

Una volta che l’applicazione è pubblicata, gli amministratori IT disporranno di nuove caratteristiche nell’admin center di Teams che includono la possibilità di acquistare licenze in modo diretto. Potranno anche validare e approvare le applicazioni per i loro utenti.

Microsoft Teams: la dashboard degli amministratori IT

Sempre rivolte agli sviluppatori due novità studiate con l’obiettivo di migliorare l’interazione con Teams: il sistema di autenticazione “one click” per le applicazioni utilizzate nella piattaforma e la Teams Activity Feed API che semplifica l’invio delle notifiche su tutti i dispositivi utilizzati.

I template per Microsoft Teams

A questo si aggiungono i miglioramenti apportati al motore di ricerca delle applicazioni con consigli personalizzati su quelle che l’utente potrebbe ritenere più interessanti, un template ridisegnato (su cui gli amministratori IT potranno intervenire) per gestire la comunicazione tra i membri di un gruppo di lavoro e la possibilità di aprire le app in una finestra separata in arrivo entro fine anno.

Fonte: Microsoft
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti