C'è una Tigre in OS X

Come anticipato, Apple ha presentato l'anteprima di Tiger, major release di Mac OS X attesa per il prossimo anno. Un felino, quello di Jobs, che vuole farsi beffe di Microsoft

San Francisco (USA) – Fra gli affollati stand della Worldwide Developers Conference (WWDC) di San Francisco, uno degli appuntamenti più attesi dalla comunità di fan della Mela, si aggirava una giovane “tigre”: Mac OS X 10.4. La nuova revisione del sistema operativo Unix-like di Apple , soprannominata “Tiger”, è al momento poco più di un cucciolo, ma un cucciolo con le zanne.

Con le sue oltre 150 nuove funzionalità, Tiger rappresenta uno dei più importanti aggiornamenti di Mac OS X. Per il suo debutto sul mercato, previsto nella prima metà del 2005, Apple si prepara ad una campagna di lancio in grande stile. Già in questi giorni, in occasione della presentazione di un’anteprima di Mac OS X 1.4, Apple ha voluto sottolineare il carattere innovativo del suo nuovo sistema operativo attraverso l’esposizione di alcuni cartelloni giganti contenenti slogan che punzecchiano Microsoft: fra questi, “Redmond, accendi le tue fotocopiatrici” e “Tiger: Longhorn due anni prima”. Il boss di Apple, Steve Jobs, afferma infatti che la prossima versione di Windows, Longhorn, includerà caratteristiche che si trovano già da tempo in Mac OS X o che verranno introdotte in Tiger, la cui data di uscita dovrebbe anticipare di almeno un anno quella di Longhorn.

Come si potrebbe ben dire in questo caso, chi di penna ferisce di penna perisce. I due sviluppatori di un noto programma shareware per Mac OS X, Konfabulator , sostengono infatti che le fotocopiatrici abbiano lavorato a tempo pieno anche a Cupertino. In particolare, Arlo Rose e Perry Clarke accusano Apple di aver copiato le funzionalità e i concetti alla base del proprio software, e di averli utilizzati per creare una delle novità più pubblicizzate di Tiger: Dashboard. Entrambi i tool fanno girare sul desktop piccoli componenti software, chiamati “widgets”, che forniscono un rapido accesso a vari servizi e funzionalità, quali ad esempio fusi orari, calendari, informazioni meteorologiche, toolbar di ricerca e indici di borsa.

Come forma di protesta contro quello che definiscono “un insulto” al proprio lavoro, gli ideatori di Konfabulator hanno deciso di pubblicare sulla home page del proprio sito slogan che fanno il verso a quelli di Apple: “Cupertino, accendi le tue fotocopiatrici” e “Perché aspettare fino alla prima metà del 2005 quando puoi avere il Dashboard originale adesso?”.

Apple si è difesa sostenendo che l’idea dei widgets non è nuova e che Dashboard, fondato sulla tecnologia di Exposé , rappresenta la naturale evoluzione degli “accessori da scrivania” già presenti nel vecchio Mac OS. Sebbene questa tesi non venga accettata da Rose e Clarke, i due si sono detti rassegnati a rinunciare allo sviluppo della propria applicazione per focalizzarsi su altri progetti o… piattaforme.

Di seguito alcune delle principali novità di Tiger desktop e server. Oltre a Dashboard, fra le novità più in vista di Tiger c’è Spotlight, un nuovo strumento di ricerca che fornisce funzionalità avanzate per trovare file e documenti. Il software è in grado di “fiutare” le informazioni che si trovano all’interno dei file con formati supportati, quali Office, Adobe Acrobat (PDF) e Photoshop, o dei “metadata”, consentendo in questo modo di compiere ricerche in base ad autore, proprietario, bit-rate, ecc.

Le funzionalità alla base di Spotlight sono simili a quelle che Microsoft dovrebbe includere in WinFS, il file system di alto livello di Longhorn basato su di un motore di database relazionale.

Tiger includerà anche una nuova versione del programma di videoconferenza iChat capace di supportare fino a tre sessioni video o fino a nove sessioni audio contemporaneamente. Grazie alla nuova tecnologia di compressione video H.264/AVC, il nuovo iChat dovrebbe fornire anche una migliore qualità delle immagini e della voce. Il neo standard H.264/AVC sarà anche alla base di Core Image e Core Video, due nuove tecnologie che gli sviluppatori potranno utilizzare per accelerare, all’interno delle proprie applicazioni, l’elaborazione di immagini e video.

Su Mac OS X 1.4 debutterà anche una nuova versione di Safari con supporto a RSS, uno standard sempre più popolare per l’aggiornamento di informazioni e notizie pubblicate sul Web (il sommario RSS di Punto Informatico si trova qui ). Il nuovo browser, che permetterà anche di creare un proprio servizio RSS, includerà poi una più sofisticata funzione per la memorizzazione su disco delle pagine Web (complete di immagini e collegamenti funzionanti) e una più robusta protezione della privacy.

A livello più profondo, Tiger include un kernel Unix parzialmente rivisto che promette di migliorare le prestazioni e la scalabilità dei sistemi Symmetric Multi-Processing (SMP) e di sfruttare finalmente a fondo la tecnologia a 64 bit dei processori G5.

Insieme alla versione desktop, il prossimo anno Apple rilascerà anche la versione server di Tiger: questo includerà un sistema per la pubblicazione rapida dei Weblog; un nuovo server iChat per le comunicazioni attraverso reti private virtuali; nuovi tool di migrazione per chi proviene da Windows; un nuovo servizio di directory per gli utenti mobili; e Xgrid 1.0, prima versione stabile della piattaforma di grid computing di Apple.

Tiger desktop costerà 129 dollari mentre la versione server costerà 499 dollari con licenza fino a 10 client e 999 dollari con licenza per numero illimitato di client.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Occorre distinguere
    Secondo me il punto fondamentale è distinguere se il sito viene usato per esprimere delle opinioni o è coinvolto in attività connesse a un reato.Nel secondo caso, una volta che i responsabili siano stati identificati e condannati, si chiude il sito, in quanto mezzo con il quale un reato è stato commesso, o comunque coinvolto (un legale potrebbe essere più preciso su cosa significhi coinvolto).In tutti gli altri casi, cioè se il sito non è coinvolto in un reato, no.Per fare un esempio: in un paese che non preveda reati di opinione, un sito che diffonda opinioni razziste (es. che chi ha la pelle scura, il naso aquilino, le orecchie a sventola, l'alluce valgo è un essere spregevolmente inferiore) non viene chiuso. Credo che negli Stati Uniti sia così. Se invece il sito invita a passare alle vie di fatto con le suddette persone, incita a commettere un reato e può essere chiuso, o almeno obbligato a rimuovere le frasi incriminate - contestualmente alla condanna per il reato di incitazione a delinquere.Quanto poi al sito del primo tipo, in altre parole ai reati di opinione, la mia opinione è che i reati di opinione non dovrebbero esistere.
  • Anonimo scrive:
    Re: Gli USA, baluardo contro il male
  • Anonimo scrive:
    Re: Questione "difficile"...vostre opini
    Grazie mille, sia a te che agli altri che hanno risposto, mi avete schiarito le idee su questa questione che ho sempre ritenuto spinosa.
  • Anonimo scrive:
    Re: Questione "difficile"...vostre opini
    - Scritto da: Anonimo
    [cut]
    Infatti dalle risposte ricevute mi sembra di
    si. E' per questo che sto cercando di
    capire: quindi in pratica mi stai dicendo
    che andrebbero censurate le cose illegali
    soltanto...giusto?Attenzione a queste argomentazioni, signori.La questione è complessa. Per me e probabilmente anche per voi può essere chiaro ciò che dovrebbe essere proibito e cosa no. Ma ricordatevi che:1 - la legge italiana è ambigua in materia;2 - le leggi sono nazionali, mentre internet e transnazionale per definizione. Tanto per intenderci per un saudita una ragazza in bikini è già pienamente pornografia; io non mi sento certo di affermare che noi siamo "migliori" o più "benpensanti" dei sauditi (è solo un esempio) ma è ovvio che le esigenze e le culture sono diverse.E' palese che la pedopornografia va bandita e credo che lo sia in tutti i paesi, ma è l'idea di "filtro" preventivo che è pericolosa, oltre che stupida e inutile. Basti pensare all'idea di filtrare la "pornografia" dai computer per es. delle biblioteche: cosa vuol dire "pornografia"? Dipende da persona a persona, da periodo a periodo, da cultura a cultura. Se il bibliotecario è un imam bigotto (è solo un esempio scherzoso) anche il calendario di Max diventa orrenda pornografia. Per fare un esempio più concreto, io ho conosciuto persone, anche dicretamente colte e appartenenti tutto sommato alla nostra cultura, considerare oscenità e pornografia cose che per altri sono importanti e fondamentali opere d'arte.Quindi, in definitiva, occorre identificare sì le cose "illegali" secondo legge (e per quelle c'è la polizia prima ed il giudice dopo) ma occorre grande saggezza e buon senso nel fare ed applicare la legge. Per il resto occorre tanta, tanta prudenza.Di sicuro la caccia alle streghe non serve a nulla.SalutiProspero
  • Anonimo scrive:
    Re: Questione "difficile"...vostre opini



    Ma quindi quale è la differenza tra
    chiudere un sito e censurarlo?censurare un sito: tu non puoi accedere a quel sito. la censura la esercita l'ISP. Probabilmente una persona di un'altro stato ci può accedere.togliere il sito: non esiste più. (file cancellati!, computer spenti, ...)
  • Anonimo scrive:
    Re: Questione "difficile"...vostre opini
    - Scritto da: Anonimo
    lo diceva una cosa del genere anche una
    vecchia canzone degli articolo 31.Infatti mi è venuta l'idea di fare questa domanda ascoltando "Fotti la censura" qualche minuto fa!!
    cmq la censura come intendi te e sbagliata.Infatti dalle risposte ricevute mi sembra di si. E' per questo che sto cercando di capire: quindi in pratica mi stai dicendo che andrebbero censurate le cose illegali soltanto...giusto?
  • Anonimo scrive:
    Re: Questione "difficile"...vostre opini
    - Scritto da: Anonimo

    Cioè un sito che ha schifezze del

    genere andrebbe censurato? o si parla
    sempre

    di "libertà di espressione"?
    non andrebbe censurato: andrebbe chiuso
    (è un po diverso)


    Onestamente io in casi del genere sarei
    a

    favore, ma il problema sarebbe poi:
    quali

    casi censurare e quali no?
    si alla censura per siti:
    -di quelle schifezze
    -razzisti (per colore pelle & per religione
    & .. )
    no alla censura per tutti gli altri
    Ma quindi quale è la differenza tra chiudere un sito e censurarlo?
  • Anonimo scrive:
    Questione "difficile"...vostre opinioni?
    Salve a tutti, leggendo (ultimamente sempre più spesso) questioni riguardanti la censura mi sorge un dubbio: non riesco a pormi nè completamente a favore nè contro.Come primo impatto direi di no alla censura, infatti parlando con altri dico: "e che stiamo in cina?..."Però poi pensando a cose gravi (tipo la pedofilia) come non essere a favore!?Cioè un sito che ha schifezze del genere andrebbe censurato? o si parla sempre di "libertà di espressione"?Onestamente io in casi del genere sarei a favore, ma il problema sarebbe poi: quali casi censurare e quali no?Aspetto volentieri vostre opinioni sull'argomento
    • Anonimo scrive:
      Re: Questione "difficile"...vostre opini
      - Scritto da: Anonimo
      Salve a tutti, leggendo (ultimamente sempre
      più spesso) questioni riguardanti la
      censura mi sorge un dubbio: non riesco a
      pormi nè completamente a favore
      nè contro.[cut]Credo che il tuo dubbio non sia impostato correttamente; nessuno qui sta dicendo che tutto deve essere lecito. Il punto è se un intervento repressivo (più che censorio) debba esserci a posteriori o a livello preventivo, imponendo delle limitazioni a tutti, appunto preventivamente.SalutiProspero
      • Anonimo scrive:
        Re: Questione "difficile"...vostre opini
        (cut)
        Credo che il tuo dubbio non sia impostato
        correttamente; nessuno qui sta dicendo che
        tutto deve essere lecito. Il punto è
        se un intervento repressivo (più che
        censorio) debba esserci a posteriori o a
        livello preventivo, imponendo delle
        limitazioni a tutti, appunto
        preventivamente.
        Saluti
        ProsperoMa infatti io non mi riferivo a questo articolo ma alla questione della censura in generale.
    • Anonimo scrive:
      Re: Questione "difficile"...vostre opinioni?

      Cioè un sito che ha schifezze del
      genere andrebbe censurato? o si parla sempre
      di "libertà di espressione"?non andrebbe censurato: andrebbe chiuso (è un po diverso)
      Onestamente io in casi del genere sarei a
      favore, ma il problema sarebbe poi: quali
      casi censurare e quali no?si alla censura per siti:-di quelle schifezze-razzisti (per colore pelle & per religione & .. )no alla censura per tutti gli altri
    • Anonimo scrive:
      Re: Questione "difficile"...vostre opinioni?
      lo diceva una cosa del genere anche una vecchia canzone degli articolo 31.cmq la censura come intendi te e sbagliata.la pedofilia e illegale, di fatti si oscurano i siti per impedire (l'idea e questa) gli introiti che crea questa cosa.La pornografia non è illegale, come L'animazione giapponese, i film e le canzoni.Quelle vengono censurate(i porno no che io sappia) inpunemente per i motivi più stupidi. Mettendo di mezzo pure robe che non c'entrano una fava:Pedofilia dell'animazione giapponeseCanzoni come messaggi satanicie via discorrendo.La censura e una cosa orrenda che tenda di lobotomizare le persone.Tu pensi che la legge per i "bambini" siano state fatte per loro? Io dico di no! La storia dei minorenni da tutelare e sempre la balla per reprimere le libertà altrui.poi non ho capito perchè per lo stato quando si tratta di censura un ragazzo/a di 17 anni e considerato/a un/a bambino/a, ma per la legge, possono gia andare in galera?E la loro spiche?ovviamente in questo punto parlo con tono ironico.
    • Anonimo scrive:
      Re: Questione "difficile"...vostre opinioni?
      - Scritto da: Anonimo
      Salve a tutti, leggendo (ultimamente sempre
      più spesso) questioni riguardanti la
      censura mi sorge un dubbio: non riesco a
      pormi nè completamente a favore
      nè contro.Bene che sia così, in queste questioni, partire con dei legittimi dubbi sui meriti di un lato e di un altro è meglio che avere un convizione grantica.
      Come primo impatto direi di no alla censura,
      infatti parlando con altri dico: "e che
      stiamo in cina?..."
      Però poi pensando a cose gravi (tipo
      la pedofilia) come non essere a favore!?
      Cioè un sito che ha schifezze del
      genere andrebbe censurato? o si parla sempre
      di "libertà di espressione"?La differenza è posta male. La pedofilia, in tutte le sue forme, è, oltre che essere un orrore assolutamente da condannare, è anche illegale. Ovvero, oltre ad essere orripilante da un punto di vista morale, è anche vietata dalle leggi dello stato.La pornografia, non è invece assolutamente vietata. Al massimo, è regolamentata (ma se è per questo è regolamentato anche guidare l'automobile).
      Onestamente io in casi del genere sarei a
      favore, ma il problema sarebbe poi: quali
      casi censurare e quali no?
      Partendo da quanto detto, ritengo che più che giusto che uno stato oscuri (o cerchi di chiudere se presente sul suo territorio) siti illegali, quali siti di pedopornografia.Allo stesso modo però è assolutamente sbagliato per uno stato applicare la censura su cose assolutamente legali.Sono anche contrario alla censura su siti per reati di "opinione", perchè è un tipo di censura che sa dove inizia, e non si sa quando possa finire.Inoltre conta che spesso si applica la censura partendo dalle scuse più risibili (esempi: il rock rovina la testa ai giovani, quella tal musica spinge al satanismo, quel tale videogioco crea degli assassini, quel tale libro incita al razzismo, quel fumetto è indecente, etc, etc...), in modi davvero incomprensibili e debordanti nella demagogia e nel luogo comune. Ultimamente poi spesso e volentieri si cerca inoltre di colpire internet, e il suo ruolo come mezzo di scambio di idee: Quante volte avete sentito dire su certi media che :"I terroristi/pedofili/satanisti/criminali/arbitri venduti agiscono soprattuto su internet" seguita da invocazioni alla censura in modello comunista?
  • Anonimo scrive:
    Re: proibizionismo
    Mi auguro che tuo figlio sbatta contro un po di siti porno a 10 anni e si faccia una bella cultura gratuita e magari a 12 cerchi di violentare le ragazzine!
  • Anonimo scrive:
    Re: una cosa che invidio agli usa

    Sembra fatta d'acciaio.La costituzione americana, nelle intenzioni degli estensori formulata come un sistema assiomatico, contiene alcuni principi chiari, tra cui la libertà d'espressione. Cito liberamente: il Congresso non emetterà alcuna legge che limiti la libertà di parola o della stampa.Principio così chiaro, ed esteso successivamente dalla giurisprudenza, che oltre duecento anni di governi non sono ancora riusciti a prevalere su di esso.La costituzione americana non comprende un analogo pronunciamento contro la pena di morte, e non si riesce a eradicarla dalla coscienza collettiva statunitense.In Italia c'è scritto che la Repubblica tutela il paesaggio, e in certe zone è tutto un groviglio di tangenziali: perché è un principio vago, messo lì per imbonire qualcuno, tra i fondatori della Repubblica, che al paesaggio ci teneva.
    ci sono alcuni punti controversi in essa
    (come il diritto al possesso delle armi)Il diritto di portare armi era stato previsto come una misura deterrente contro eventuali svolte tiranniche del governo. Temo che tra un po' ne avremo anche bisogno noi - non tanto per Berlusconi, chi mi fa paura sono gli europai con le loro velleità orwelliane.
  • Anonimo scrive:
    Re: Gli USA, baluardo contro il male
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    100 anni di code Mosca per poter avere

    quattro pezzi di pane e non poter
    comperare

    la carne ti farebbero bene.

    parli dei tantissimi cittadini usa ridotti
    al barbonaggio?lì sono "tantissimi", là era tutto un popolo, e questo è un tantinino peggio.......


    Spari stupidaggini che è un
    piacere,

    ti sarebbe piaciuto poco vivere in un
    paese

    dove i servizi segreti ti avrebbero
    fatto

    sparire senza problemi se avevi idee

    leggermente diverse da quelle del
    governo,

    ok e' chiaro che stai parlando degli usa, e'
    noto che la CIA ha la mano dura con chi non
    si allineacerto, gli USA son pieni di gulag e le foreste si concimano con le tombe dei dissidenti assassinati.....


    poi questi odiavano il fascismo, e
    facevano

    di peggio...

    perche' voi marionette avete la fissa che
    chiunque odi gli usa sia comunista? Io odio
    profondamente gli usa per quel che hanno
    fatto all'Italia dopo averla occupata, ma
    sono mooooolto piu' a destra di quanto tu
    possa credere.occupata?? quando??devi solo ringraziare il cielo che siamo stati liberati da loro, invece che dai rossi..... vallo a raccontare ai parenti degli infoibati, così magari ti fai coprire di sputi, cosa che meriteresti solo per aver pensato le str****te che hai scritto......
  • Anonimo scrive:
    Re: Gli USA, baluardo contro il male
    - Scritto da: Anonimo


    - Scritto da: Anonimo

    100 anni di code Mosca per poter avere

    quattro pezzi di pane e non poter
    comperare

    la carne ti farebbero bene.

    Spari stupidaggini che è un
    piacere,

    ti sarebbe piaciuto poco vivere in un
    paese

    dove i servizi segreti ti avrebbero
    fatto

    sparire senza problemi se avevi idee

    leggermente diverse da quelle del
    governo,

    poi questi odiavano il fascismo, e
    facevano

    di peggio...

    Complimenti come al solito ipocrisia a
    tutto

    spiano...

    Sara' anche ipocrisia.....ma io in uno
    scienzato britannico che aveva partecipato
    alla commissione che doveva trovare armi di
    distruzione di massa in Iraq (che non
    c'erano) e che viene trovato in un fossato
    strangolato nudo non ci vedo molto di
    diverso rispetto ai servizi segreti
    comunisti che ti facevano sparire...qui,
    quelli britannici l'hanno ammazzato, non
    c'e' molta differeza....e i falsi filmati di
    decapitazione in Iraq? hai delle notizie in questo senso??parlane alla magistratura allora, potresti far aprire un filone di indagine che, oltre a rendere famoso il giudice (e oggi non conta la legge ma l'immagine che se ne ricava per far progredire le inchieste), smaschererebbe un gravissimo complotto....ma se questa affermazione è solo aria alla bocca è meglio che ti stai zitto, se non per non essere denunciato, quanto meno per rispetto ai morti..... ammesso che tu conosca il significato vero della parola "rispetto".....e la sai una cosa?? io propendo per la seconda che ho detto....
  • Anonimo scrive:
    Re: La lobby del porno...
    - Scritto da: Anonimo
    e' davvero potente negli USA. :D... e meno male !!! :D
    • Anonimo scrive:
      Re: La lobby del porno...
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo

      e' davvero potente negli USA. :D

      ... e meno male !!! :DBello perchè la lobby del porno:1) E' l'unica che, nel problema del P2P ci sta guadagnando (il settore erotico/pornografico c'ha solo guadagnato con tali divulgazioni) e non rompe le scatole a nessuno2) Tutti (stranamente :p) non la odiano, tranne chi, ovviamente, è puritano, moralista ecc..Eh, eh ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: La lobby del porno...
        Alt! qua non si tratta di moralismo. A me piace anche ma non voglio lo veda mio figlio per sbaglio! Cosa mi dici?
        • Anonimo scrive:
          Re: La lobby del porno...
          - Scritto da: Anonimo
          Alt! qua non si tratta di moralismo. A me
          piace anche ma non voglio lo veda mio figlio
          per sbaglio! Cosa mi dici?prodotti a carattere sessuale (video giornali piuttosto che vibratori) non possono essere venduti a minorenni....per il resto il buon senso...segui tuo figlio invece di lasciarlo davanti alla tv o alla play come fossero delle babysitter...esistono filtri su tutti i browser per i contenuti adulti, la tv non può trasmettere scene troppo spinte in fascie porotette...c'è già tutto quello che serve....anche se ha dire il vero qualche spam di vigra è saltato fuori mentre controllavo la posta con mia nipote nei paraggi..da quel giorno lettura email in formato testo e quando non c'è mia nipote...
  • Anonimo scrive:
    La lobby del porno...
    e' davvero potente negli USA. :D
  • carbonio scrive:
    Re: una cosa che invidio agli usa
    - Scritto da: avvelenato
    è come difendono la loro
    costituzione. Sembra fatta d'acciaio.dipende dalle convenienze del caso.vedi i presunti terrosti ancora in carcere senza neanche la formulazione dell'accusavedi la intergazione razzialevedi la struttura per l'educazionevedi la struttura per la sanità e l'assistenzavedi la struttura sociale (sindacati e associazioni ecc.)
    ci sono alcuni punti controversi in essa
    (come il diritto al possesso delle armi), ma
    guai a toccarla.anche perchè è la prima industria nazionale
    in usa una vergogna come quella accaduta qui
    in italia non sarebbe potuta accadere.succede, purtroppo succede anche li', forse si dovrebbe rivedere all'indietro la storia di questa grande nazione, soprattutto quello che è accaduto negli anni 50/60 che con la scusa della guerra fredda anno usato e abusato della legge su una enormita' di categorie di persone.
  • Anonimo scrive:
    Re: proibizionismo
    - Scritto da: ishitawa
    la mania tutta americana (vabbe, non solo,
    ma loro sono i massimi esperti) di proibire
    preventivamente "così da non peccare"
    tipicamente puritana è dura a morireEssi'...accorgendosi poi dopo anni che stavano facendo soltanto un danno e facendo fiorire il mercato e le associazioni criminali...tornando sui loro passi...lo fanno sempre...sono uno spasso....sono poco intelligenti sicuramente :)
  • Anonimo scrive:
    Re: una cosa che invidio agli usa
    - Scritto da: nessuno53
    Io non li invidio proprio per niente. Gli
    scheletri dentro i ns. armadi fanno ridere
    se li confrontiamo con i lorovorresti essere tanto gentile da specificare??magari ci siamo persi qualcosa per strada, ci è sfuggito, era troppo ben nascosto per queste nostre menti semplici.....
    A chi dice che noi siamo solo dei
    pagliacci...x favore... parli per se stesso!
    noi italiani agli americani gli facciamo un
    c. cosìè proprio vero, siamo i primi in tutto, in democrazia, in economia, in cultura, nello sviluppo in genere.......
  • Anonimo scrive:
    Re: una cosa che invidio agli usa
    Io non li invidio proprio per niente. Gli scheletri dentro i ns. armadi fanno ridere se li confrontiamo con i loroA chi dice che noi siamo solo dei pagliacci...x favore... parli per se stesso!noi italiani agli americani gli facciamo un c. così (____________________________________________)
  • Anonimo scrive:
    Re: Gli USA, baluardo contro il male
    - Scritto da: Anonimo
    Gli USA sono il baluardo contro le forze del
    male, non bisogna permettersi assolutamente
    di criticarli. Senza di loro saremmo caduti
    nelle grinfie dei demoni rossi (altrimenti
    detti comunisti).
    Dovrebbe esserci un impero con Uoshinton
    come capitale: e il presidente USA dovrebbe
    essere l'imperatore du mund!!!
    Ave Bush!hahahahahahahahahahahavai lì e restaci ... ahhh.. stai attento a sceglierti il quartiere!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Gli USA, baluardo contro il male
    100 anni di code Mosca per poter avere quattro pezzi di pane e non poter comperare la carne ti farebbero bene.Spari stupidaggini che è un piacere, ti sarebbe piaciuto poco vivere in un paese dove i servizi segreti ti avrebbero fatto sparire senza problemi se avevi idee leggermente diverse da quelle del governo, poi questi odiavano il fascismo, e facevano di peggio...Complimenti come al solito ipocrisia a tutto spiano...
    • Anonimo scrive:
      Re: Gli USA, baluardo contro il male
      come al solito da un estremo si cade nell'altro.complimenti a tutte e due.
    • Anonimo scrive:
      Re: Gli USA, baluardo contro il male
      - Scritto da: Anonimo
      ti sarebbe piaciuto poco vivere in un paese
      dove i servizi segreti ti avrebbero fatto
      sparire senza problemi se avevi idee
      leggermente diverse da quelle del governo,Hai ragione, la prigione di Guantanamo e' una vergogna.
      • Garson Poole scrive:
        Re: Gli USA, baluardo contro il male
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo


        ti sarebbe piaciuto poco vivere in un
        paese

        dove i servizi segreti ti avrebbero
        fatto

        sparire senza problemi se avevi idee

        leggermente diverse da quelle del
        governo,

        Hai ragione, la prigione di Guantanamo e'
        una vergogna.E basta parlare male dell'Impero del Bene!!!(Se non altro perchè Egli Sempre Ascolta con i suoi occhi e orecchi Echelon ecc ecc)
        • Kheru scrive:
          Re: Utenti e Releaser
          - Scritto da: Garson Poole

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo




          ti sarebbe piaciuto poco vivere in
          un

          paese


          dove i servizi segreti ti avrebbero

          fatto


          sparire senza problemi se avevi
          idee


          leggermente diverse da quelle del

          governo,



          Hai ragione, la prigione di Guantanamo
          e'

          una vergogna.
          E basta parlare male dell'Impero del Bene!!!
          (Se non altro perchè Egli Sempre
          Ascolta con i suoi occhi e orecchi Echelon
          ecc ecc)Chissa' allora quanto Che rume ha nelle grandi orecchie :-D
    • Anonimo scrive:
      Re: Gli USA, baluardo contro il male
      - Scritto da: Anonimo
      100 anni di code Mosca per poter avere
      quattro pezzi di pane e non poter comperare
      la carne ti farebbero bene.Si parlava di USA, non si capisce cosa c'entri Mosca. L'autore del primo post prendeva bonariamente (e un po' amaramente) in giro gli Stati Uniti, non ha scritto una sola parola su Russia, Cina, Cuba, Fantasilandia, eccetera.Mi riferisco al post che ho parzialmente citato, ma mi spiegate da dove arriva questa pessima abitudine di controbattere ad ogni critica che si fa agli USA, o ai paesi occidentali in generale, con queste insensate frasi fatte. Uno non può dire che in Inghilerra il tempo fa schifo che subito qualcuno se ne esce inca**ato gridando che in Siberia invece fa un freddo cane. E allora? Chi ti ha chiesto niente?E basta, no? Il fatto che la Russia abbia fatto e faccia boiate non implica automaticamente che perciò gli USA facciano tutto benone. "Non sequitur", non c'entra una mazza.Se uno mi dà un calcio nel sedere, non mi consola proprio sapere che in Russia me lo avrebbero dato in bocca.
    • Anonimo scrive:
      Re: Gli USA, baluardo contro il male
      - Scritto da: Anonimo
      100 anni di code Mosca per poter avere
      quattro pezzi di pane e non poter comperare
      la carne ti farebbero bene.
      Spari stupidaggini che è un piacere,
      ti sarebbe piaciuto poco vivere in un paese
      dove i servizi segreti ti avrebbero fatto
      sparire senza problemi se avevi idee
      leggermente diverse da quelle del governo,
      poi questi odiavano il fascismo, e facevano
      di peggio...
      Complimenti come al solito ipocrisia a tutto
      spiano...Sara' anche ipocrisia.....ma io in uno scienzato britannico che aveva partecipato alla commissione che doveva trovare armi di distruzione di massa in Iraq (che non c'erano) e che viene trovato in un fossato strangolato nudo non ci vedo molto di diverso rispetto ai servizi segreti comunisti che ti facevano sparire...qui, quelli britannici l'hanno ammazzato, non c'e' molta differeza....e i falsi filmati di decapitazione in Iraq? e la falsa liberazione degli ostaggi italiani?! insomma...puo' anche cambiare il colore....ma la sostanza non cambia
    • Anonimo scrive:
      Re: Gli USA, baluardo contro il male
      - Scritto da: Anonimo
      100 anni di code Mosca per poter avere
      quattro pezzi di pane e non poter comperare
      la carne ti farebbero bene.parli dei tantissimi cittadini usa ridotti al barbonaggio?
      Spari stupidaggini che è un piacere,
      ti sarebbe piaciuto poco vivere in un paese
      dove i servizi segreti ti avrebbero fatto
      sparire senza problemi se avevi idee
      leggermente diverse da quelle del governo,ok e' chiaro che stai parlando degli usa, e' noto che la CIA ha la mano dura con chi non si allinea
      poi questi odiavano il fascismo, e facevano
      di peggio...perche' voi marionette avete la fissa che chiunque odi gli usa sia comunista? Io odio profondamente gli usa per quel che hanno fatto all'Italia dopo averla occupata, ma sono mooooolto piu' a destra di quanto tu possa credere.
      Complimenti come al solito ipocrisia a tutto
      spiano...concordo
  • Anonimo scrive:
    Re: Gli USA, baluardo contro il male
    prosit! :
  • Anonimo scrive:
    Re: proibizionismo
    - Scritto da: ishitawa
    la mania tutta americana (vabbe, non solo,
    ma loro sono i massimi esperti) di proibire
    preventivamente "così da non peccare"
    tipicamente puritana è dura a morireTutta americana?Hai mai letto le leggi del tuo stato? (è ovviamente una domanda retorica, assommando a circa 200,000 pagine di rimandi e richiami incomprensibili anche ai laureati in giurispudenza non specializzati nel campo in oggetto). Da noi si preferisce un più mafioso: è tutto proibito. Fate come volete, ma non date fastidio a chi comanda. Se lo fate, applichiamo la legge (ad personam, su chi infastidisce).Saluti.
    • Anonimo scrive:
      Re: proibizionismo

      la mania tutta americana (vabbe, non solo,
      ma loro sono i massimi esperti)
      Tutta americana?ehm... vabbe, non solo, ma loro sono i massimi espertino giusto per evidenziare... magari non avevi visto :D
  • Anonimo scrive:
    Gli USA, baluardo contro il male
    Gli USA sono il baluardo contro le forze del male, non bisogna permettersi assolutamente di criticarli. Senza di loro saremmo caduti nelle grinfie dei demoni rossi (altrimenti detti comunisti).Dovrebbe esserci un impero con Uoshinton come capitale: e il presidente USA dovrebbe essere l'imperatore du mund!!!Ave Bush!
  • Anonimo scrive:
    Re: proibizionismo
    l'ipocrisia americana non conosce limiti.
  • Anonimo scrive:
    proibizionismo
    la mania tutta americana (vabbe, non solo, ma loro sono i massimi esperti) di proibire preventivamente "così da non peccare" tipicamente puritana è dura a morire
  • Anonimo scrive:
    Re: una cosa che invidio agli usa
    - Scritto da: avvelenato
    è come difendono la loro
    costituzione. Sembra fatta d'acciaio.

    ci sono alcuni punti controversi in essa
    (come il diritto al possesso delle armi), ma
    guai a toccarla.

    in usa una vergogna come quella accaduta qui
    in italia non sarebbe potuta accadere.Parole sante!Vedi, la differenza tra noi e loro è che negli usa la costituzione è l'ossatura dello stato e viene rispettata al 100%!Da noi invece quando la costituzione da fastidio a qualcuno si fanno le seguenti cose:o si infrange senza pudore, aspettanto il pronunciamento della corte costituzionale o si cerca di cambiarla con bicamerali, costituenti e robbe varie !Siamo solo dei pagliacci !
    • Anonimo scrive:
      Re: una cosa che invidio agli usa
      C'è da aggiungere che loro quando la modificano lo fanno come dio comanda!!
      • argo scrive:
        Re: una cosa che invidio agli usa
        già, sob.:'(
      • Anonimo scrive:
        Re: una cosa che invidio agli usa
        - Scritto da: Anonimo
        C'è da aggiungere che loro quando la
        modificano lo fanno come dio comanda!!E allora? quello che vuole modificare la nostra non si crede Dio?KaysiX
    • Anonimo scrive:
      Re: una cosa che invidio agli usa
      - Scritto da: Anonimo
      Parole sante!
      Vedi, la differenza tra noi e loro è
      che negli usa la costituzione è
      l'ossatura dello stato e viene rispettata al
      100%!
      Da noi invece quando la costituzione da
      fastidio a qualcuno si fanno le seguenti
      cose:
      o si infrange senza pudore, aspettanto il
      pronunciamento della corte costituzionale o
      si cerca di cambiarla con bicamerali,
      costituenti e robbe varie !
      Siamo solo dei pagliacci !Guarda che la costituzione non e' stata fatta da dio, e' stata scritta da persone normali che possono aver fatto degli errori quindi non ci vedo nulla di male nel volerla cambiare quando si tratta di articoli ormai obsoleti o altro
      • avvelenato scrive:
        Re: una cosa che invidio agli usa
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        Parole sante!

        Vedi, la differenza tra noi e loro
        è

        che negli usa la costituzione è

        l'ossatura dello stato e viene
        rispettata al

        100%!

        Da noi invece quando la costituzione da

        fastidio a qualcuno si fanno le seguenti

        cose:

        o si infrange senza pudore, aspettanto
        il

        pronunciamento della corte
        costituzionale o

        si cerca di cambiarla con bicamerali,

        costituenti e robbe varie !

        Siamo solo dei pagliacci !

        Guarda che la costituzione non e' stata
        fatta da dio, e' stata scritta da persone
        normali che possono aver fatto degli errori
        quindi non ci vedo nulla di male nel volerla
        cambiare quando si tratta di articoli ormai
        obsoleti o altroneanche io ci vedo nulla di male a cambiarla, quando si tratta di articoli ormai obsoleti .invece a passarvi su con nonchalanche ci vedo eccome del male, e tanto anche.
        • Anonimo scrive:
          Re: una cosa che invidio agli usa
          - Scritto da: avvelenato
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          Parole sante!


          Vedi, la differenza tra noi e loro

          è


          che negli usa la costituzione
          è


          l'ossatura dello stato e viene

          rispettata al


          100%!


          Da noi invece quando la
          costituzione da


          fastidio a qualcuno si fanno le
          seguenti


          cose:


          o si infrange senza pudore,
          aspettanto

          il


          pronunciamento della corte

          costituzionale o


          si cerca di cambiarla con
          bicamerali,


          costituenti e robbe varie !


          Siamo solo dei pagliacci !



          Guarda che la costituzione non e' stata

          fatta da dio, e' stata scritta da
          persone

          normali che possono aver fatto degli
          errori

          quindi non ci vedo nulla di male nel
          volerla

          cambiare quando si tratta di articoli
          ormai

          obsoleti o altro

          neanche io ci vedo nulla di male a
          cambiarla, quando si tratta di articoli
          ormai obsoleti.

          invece a passarvi su con nonchalanche ci
          vedo eccome del male, e tanto anche.già.... peccato che sia già accaduto, e che accadrà di nuovo....
      • Anonimo scrive:
        Re: Dio ...
        La costituzione americana e' stata fatta secoli orsono ... quando era impensabile anche solo mettere in dubbio la fede ... ci fu una acerba battaglia per non scrivere una costituzione che richiamasse Dio come base di ogni principio ... alla fine la battaglia la vinsero i freethinkers illuministi ... agnostici ... riuscirono a strappare ai credenti piu' ferventi l'accordo di nominare Dio una sola volta nella costituzione, all'inizio della stessa.Per rendersi conto di quanto sia stato grande il balzo per la societa' del tempo, basti pensare che in Europa vigevano ancora le monarchie per diritto divino! Eppure quella battaglia ha reso la costituzione moderna ancora oggi a secoli di distanza, e diro' di piu', ancora in divenire ... non ancora realizzata compiutamente secondo quello che avevano in mente i padri (che non a caso erano anche scienziati e classicisti, uomini di cultura che mancano sempre di piu' tra i politici di mezzo mondo).Detto tutto questo, ne e' passato di tempo da allora ... eppure con la costituzione europea si e' riproposto seppure in forma leggera un problema analogo ... e non e' detta l'ultima parola.... che direbbero Jefferson, Franklin, Paine ... se si svegliassero ora dal loro sonno e vedessero che il tempo e' passato ... che la scenza ha fatto passi da gigante ... ma che non sono sparite le credenze, le superstizioni, l'ignoranza ... una volta Jefferson ha scritto che se ci fosse un Dio, preferirebbe certo l'omaggio della ragione ad un cieco terrore ...
    • Anonimo scrive:
      Re: una cosa che invidio agli usa
      Soprattutto la Costituzione USA contiene degli emendamenti chiari, semplici e comprensibili da tutti, senza che sia necessaria la Corte Costituzionale per qualsiasi sciocchezza.Parole come "libertà", "uguaglianza" e via dicendo, riempiono la carta e la bocca con concetti tanto belli quanto astratti, e poi non si capisce mai in che cosa consista questa libertà e quali siano i suoi limiti.Più una Costituzione è vaga e più diventa interpretativa; ciò non fa altro che renderla manipolabile per qualsiasi occasione.Non è un caso che nella nuova costituzione europea compaiano già nel preambolo le parole "libertà" e "uguaglianza", così si crea subito un senso di vaghezza che impedisce di riconoscere subito quali siano i limiti entro cui ci si deve muovere. Tutto vago e fumoso, in modo che tutto possa essere "interpretato" in base alle esigenze del momento e in base alla corte costituzionale del momento.Personalmente ritengo che le regole che stanno alla base di una civiltà debbano essere chiare, semplici e comprensibili da tutti, senza che sia necessario un interprete per poterle capire. Senza questi presupposti si crea solo una civiltà fondata sul sospetto e sulla malafede.
      • Anonimo scrive:
        Re: una cosa che invidio agli usa

        Soprattutto la Costituzione USA contiene
        degli emendamenti chiari, semplici e
        comprensibili da tutti, senza che sia
        necessaria la Corte Costituzionale per
        qualsiasi sciocchezza.

        Parole come "libertà", "uguaglianza"
        e via dicendo, riempiono la carta e la bocca
        con concetti tanto belli quanto astratti, e
        poi non si capisce mai in che cosa consista
        questa libertà e quali siano i suoi
        limiti.

        Più una Costituzione è vaga e
        più diventa interpretativa;
        ciò non fa altro che renderla
        manipolabile per qualsiasi occasione.

        Non è un caso che nella nuova
        costituzione europea compaiano già
        nel preambolo le parole "libertà" e
        "uguaglianza", così si crea subito un
        senso di vaghezza che impedisce di
        riconoscere subito quali siano i limiti
        entro cui ci si deve muovere. Tutto vago e
        fumoso, in modo che tutto possa essere
        "interpretato" in base alle esigenze del
        momento e in base alla corte costituzionale
        del momento.

        Personalmente ritengo che le regole che
        stanno alla base di una civiltà
        debbano essere chiare, semplici e
        comprensibili da tutti, senza che sia
        necessario un interprete per poterle capire.
        Senza questi presupposti si crea solo una
        civiltà fondata sul sospetto e sulla
        malafede.8) quoto et quoto et quoto
      • Anonimo scrive:
        Re: una cosa che invidio agli usa
        ...come in Italia la legge sul finanziamento pubblico dei partiti! :$ :$ :$- Scritto da: Anonimo
        Personalmente ritengo che le regole che
        stanno alla base di una civiltà
        debbano essere chiare, semplici e
        comprensibili da tutti, senza che sia
        necessario un interprete per poterle capire.
        Senza questi presupposti si crea solo una
        civiltà fondata sul sospetto e sulla
        malafede.
  • Anonimo scrive:
    Re: una cosa che invidio agli usa
    - Scritto da: avvelenato
    è come difendono la loro
    costituzione. Sembra fatta d'acciaio.

    ci sono alcuni punti controversi in essa
    (come il diritto al possesso delle armi), ma
    guai a toccarla.

    in usa una vergogna come quella accaduta qui
    in italia non sarebbe potuta accadere.:'(:'(
  • avvelenato scrive:
    una cosa che invidio agli usa
    è come difendono la loro costituzione. Sembra fatta d'acciaio.ci sono alcuni punti controversi in essa (come il diritto al possesso delle armi), ma guai a toccarla.in usa una vergogna come quella accaduta qui in italia non sarebbe potuta accadere.
Chiudi i commenti