Caricabatteria USB-C approvato dal Parlamento UE

Caricabatteria USB-C approvato dal Parlamento UE

Il Parlamento europeo ha approvato la modifica alla direttiva sulle apparecchiature radio che rende obbligatorio l'uso di un caricabatteria USB Type-C.
Il Parlamento europeo ha approvato la modifica alla direttiva sulle apparecchiature radio che rende obbligatorio l'uso di un caricabatteria USB Type-C.

Dopo circa un anno dalla proposta della Commissione europea, il Parlamento UE ha approvato in via definitiva le modifiche alla direttiva sulle apparecchiature radio che obbliga i produttori di dispositivi elettronici ad utilizzare una porta USB Type-C per la ricarica della batteria. Le nuove norme entreranno in vigore entro fine 2024.

Caricabatteria USB-C obbligatorio dal 2024

All’inizio di giugno era stato raggiunto un accordo provvisorio tra Parlamento e Consiglio sulla proposta della Commissione europea. Ora il Parlamento ha approvato il testo legislativo con 602 voti favorevoli, 13 contrari e 8 astensioni.

Indipendentemente dal produttore, tutti i nuovi telefoni cellulari, tablet, fotocamere digitali, auricolari, cuffie, console per videogiochi portatili, altoparlanti portatili, e-reader, tastiere, mouse, sistemi di navigazione portatili e notebook, che operano con una potenza fino a 100 Watt, dovranno essere dotati di una porta USB Type-C.

L’adozione di uno standard universale permetterà ai produttori di non inserire il caricabatteria nella confezione, in quanto sarà possibile utilizzare quello già in possesso del consumatore. Ciò avrà benefici sull’ambiente perché verranno evitate circa 11.000 tonnellate di rifiuti elettronici all’anno. La nuova direttiva prevede inoltre che la ricarica deve avvenire alla stessa velocità con qualsiasi caricabatteria USB Type-C.

Sulle confezioni dovranno essere applicate specifiche etichette per indicare la presenza o meno del caricabatteria, la potenza minima/massima e il supporto del protocollo USB Power Delivery. L’obbligo sarà valido entro il 2024 per tutti i dispositivi elencati, ad eccezione dei notebook, per i quali l’obbligo entrerà in vigore nella primavera 2026. Entro il 2024 è prevista una proposta della Commissione per garantire l’interoperabilità tra le diverse soluzioni di ricarica wireless.

La direttiva dovrà ora essere approvata dal Consiglio dell’Unione europea. Entrerà in vigore 20 giorni dopo la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale dell’Unione europea. I paesi UE avranno di 12 mesi di tempo per recepire le norme e 12 mesi dalla scadenza del periodo di recepimento per la loro applicazione. Le nuove norme riguarderanno esclusivamente i prodotti immessi sul mercato dopo la data di applicazione.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 4 ott 2022
Link copiato negli appunti