Cassandra Crossing/ AGCOM: sconfitta travestita da vittoria

di M. Calamari - Non ci sono le disconnessioni per i singoli che violano il diritto d'autore, ma non è il caso festeggiare. C'è la censura, innescata per rendere inaccessibile certi contenuti

Roma – “Il Diavolo sta nei dettagli” è un antico detto, che talvolta viene enunciato anche come “è nei dettagli che il Diavolo nasconde la sua coda”. Questo detto si applica perfettamente alla situazione che il più volte annunciato ed ora reso pubblico “Schema di regolamento per la tutela del diritto d’autore sulle reti di comunicazione elettronica” prevede , se letto alla ricerca del suo significato vero, non di quello che si vorrebbe che dicesse.

In effetti esso esclude l’uso del distacco (incostituzionale) della connessione alla Rete come arma da opporre agli ancora “presunti” (perché non condannati in un regolare processo) internauti che accedano a “pretesi” (perché non ancora valutati da regolari indagini di Polizia Giudiziaria) “contenuti illegali”. Poiché di questa pratica punitiva si è parlato per anni, prima in Francia e negli Stati Uniti, forse i nostri legislatori l’hanno presa sul serio, e forse i cittadini italiani delle Rete si sono veramente spaventati.
Senza un valido motivo però. Hanno infatti trascurato diversi punti fondamentali.

Primo. In qualunque formulazione, in un paese a costituzione democratica, una HADOPI è un mostro giuridico, che nega un diritto fondamentale sulla base di esigenze di privati. Solo l’esistenza di lobby fortissime e di legislatori disinformati, disposti a tutto e privi del senso del ridicolo può far nascere proposte del genere.

Secondo. Dal punto di vista tecnico solo l’esistenza di un controllo pervasivo permette di attuare questo tipo di leggi… ma può darsi che molti dei promotori dei vari HADOPI, del Datagate conoscessero già l’esistenza.

Terzo. Proprio in Francia la proposta di legge si è ripetutamente arenata e poi schiantata contro ostacoli legislativi insuperabili, e negli Stati Uniti è rimasta al livello di contratti capestro tra alcuni provider ed i loro utenti (i meno battaglieri).
AGCOM taglia quindi il traguardo della ragionevolezza (solo apparente, come vedremo) a corsa terminata, quando lo striscione è già stato tolto.

L’assenza di un sistema HADOPI nella bozza AGCOM allora è una vittoria? No, perché era comunque destinata prima o poi all’inefficacia.
Allora è una mezza vittoria perché comunque è stata scoraggiata dall’azione dei cittadini? Ma non scherziamo!
Quelli che hanno aperto la bocca sono i soliti 4 gatti, quasi tutti che scrivono su Punto Informatico, più qualche politico istrione che della Rete parla solo quando c’è un’argomento di moda.
Il popolo della Rete dei Balocchi italiana poi si è limitato a maree di tweet che non cambiano certo, checchè se ne dica, le questioni economiche e geopolitiche.

Ok, d’accordo, non è stata una vittoria. Ma perché definirla “sconfitta”?
Anche questo è semplice da spiegare, perché il Re è nudo da tempo, e chiunque voglia lo può vedere, sommando 2+2 a mente, posto che sappia farlo senza usare una app.
Perché in Italia il reale controllo all’accesso dei contenuti lo si realizza da anni, come in Cina ed in Siria, con la sovversione ed il filtraggio imposti da una legge dello Stato della parte di Rete italiana.

A nessuno dei 24 lettori di Cassandra, e nemmeno a nessuno che abbia mai letto di questioni della Rete, può infatti sfuggire il fatto che un piccolo Datagate è da anni legge in Italia.
Un Datagate dove non vengono memorizzati i dati delle persone, ma viene deciso a priori, anche solo in base di una denuncia per diffamazione o gli interessi di una lobby, quali contenuti gli Italiani (che non usino Tor) possono vedere e quali no.
Sui dizionari questo si chiama in un modo solo: “Censura”.

Senza tutele legali. Senza controlli indipendenti. Nelle mani di un esecutivo che nomina Autorità che si controllano da sole. Nella totale indifferenza di una classe politica. Con la totale inazione delle tante organizzazionucole che in Italia si ergono a paladini della Rete quando si deve rilasciare un’intervista e poi ripiombano nel sonno o nella routine di iniziative per nulla incisive, inutili ed inefficaci.

La bozza AGCOM prevede una “proporzionale” escalation di mezzi per rimuovere i contenuti.
Ma se i contenuti, come sempre accade, non sono in territorio italiano, non c’è un percorso di escalation. Si può solo far scattare la censura. Perché in Italia, come in Cina ed in altri paesi ben poco democratici la Rete è sovvertita e censurata da anni .

Ed è questo che, neppure troppo tra le righe, c’è scritto nella tanto osannata bozza, che somiglia tanto ad una ” danse macabre “.
Ed è così che muoiono le democrazie. Tra gli applausi. Gli applausi di chi non capisce.

Marco Calamari
Lo Slog (Static Blog) di Marco Calamari

Tutte le release di Cassandra Crossing sono disponibili a questo indirizzo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Luco, giudice di linea mancato scrive:
    I federali hanno chiesto...
    ...dall'altra parte non hanno risposto.Semplice.
    • zoomx scrive:
      Re: I federali hanno chiesto...
      Magari fosse così.Ricordo inoltre che quando parlano di mandato del giudice per accedere ai dati, si riferiscono solamente ai cittadini americani. Per tutti gli altri, compreso noi, non ci vuole alcun mandato.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 06 agosto 2013 08.02-----------------------------------------------------------
  • zoomx scrive:
    Prism è solo l'ultimo nome
    Cercate il report "Interception Capabilities 2000" redatto nel 1999 quando si scopri "Echelon".Un estratto42. The same technique was re-used in 1995, when NSA became concerned about cryptographic security systems being built into Internet and E-mail software by Microsoft, Netscape and Lotus. The companies agreed to adapt their software to reduce the level of security provided to users outside the United States. In the case of Lotus Notes, which includes a secure e-mail system, the built-in cryptographic system uses a 64 bit encryption key. This provides a medium level of security, which might at present only be broken by NSA in months or years.43. Lotus built in an NSA "help information" trapdoor to its Notes system, as the Swedish government discovered to its embarrassment in 1997. By then, the system was in daily use for confidential mail by Swedish MPs, 15,000 tax agency staff and 400,000 to 500,000 citizens. Lotus Notes incorporates a "workfactor reduction field" (WRF) into all e-mails sent by non US users of the system. Like its predeXXXXXr the Crypto AG "help information field" this device reduces NSA's difficulty in reading European and other e-mail from an almost intractable problem to a few seconds work. The WRF broadcasts 24 of the 64 bits of the key used for each communication. The WRF is encoded, using a "public key" system which can only be read by NSA. Lotus, a subsidiary of IBM, admits this. The company told Svenska Dagbladet:"The difference between the American Notes version and the export version lies in degrees of encryption. We deliver 64 bit keys to all customers, but 24 bits of those in the version that we deliver outside of the United States are deposited with the American government".(94)44. Similar arrangements are built into all export versions of the web "browsers" manufactured by Microsoft and Netscape. Each uses a standard 128 bit key. In the export version, this key is not reduced in length. Instead, 88 bits of the key are broadcast with each message; 40 bits remain secret. It follows that almost every computer in Europe has, as a built-in standard feature, an NSA workfactor reduction system to enable NSA (alone) to break the user's code and read secure messages.
    • vrioexo scrive:
      Re: Prism è solo l'ultimo nome
      Stesso discorso vale anche per il DES, antesignano del più moderno AES. Quello che probabilmente non tutti sanno è che il DES altro non è che la versione depotenziata dell'algoritmo Lucifer. Questo algoritmo, che poi diverrà di fatto il primo sistema crittografico moderno standardizzato a livello mondiale noto come Data Encryption Standard (per gli amici DES), fu sviluppato all'inizio degli anni settanta da Horst Feistel. L'algoritmo, così come era stato ideato, risultava computazionalmente troppo complesso, quindi di fatto inviolabile anche per le risorse quasi illimitate del Governo Americano dell'epoca...ecco perché venne ufficializzato come standard solo dopo che fu approntata una sua versione ''light'' depotenziata (dai 128 bit originari ai 56 bit, chiavi con le quali fu poi proposto ed utilizzato quale Standard Crittografico nella pratica quotidiana con la benedizione dell'NSA e da quest'ultima dichiarato ''sicuro'' (della serie: la volpe che fa la guardia al pollaio). Insomma, il primo requisito per creare uno standard crittografico sembrerebbe essere oltre la solidità comprovata dell'algoritmo stesso, che la dimensione delle chiavi utilizzate siano di un ordine di grandezza sufficienti a resistere con sucXXXXX ad attacchi perpetrati da singoli o da organizzazioni non-governative (ma solo e soltanto a quelli).
  • Trollollero scrive:
    occhebello.....
    SPERO seriamente sia una bufala (ma TEMO sia fin troppo vera), altrimenti l'unica opzione possibile sarebbe abbandonare all'istante qualsiasi servizio e/o prodotto informatico (sopratutto quelli closed) soggetto al diritto americano.....
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: occhebello.....
      contenuto non disponibile
      • thebecker scrive:
        Re: occhebello.....
        - Scritto da: unaDuraLezione
        - Scritto da: Trollollero

        SPERO seriamente sia una bufala

        ma se hanno già dimostrato che intercettano tutto
        quanto, compreso ciò che usa HTTPS, compreso
        Skype che è crittografato, questa notizia che
        cosa ti cambia
        esattamente?

        Se vuoi la sicurezza, usi la crittografia PRIMA
        di inviare qualunque
        cosa.Il problema e convincere il destinatario. Per ora sono riuscito ad inviare file zip con password creato con 7zip (cifratura se non sbaglio AES). Come convinci il destinatario ad usare ad esempio TrueCrypt? Per me non è un problema inviare o inserire file cifrati in uno spazio web, meglio Mega.co.nz cosi si ha doppia criptazione ma se di mezzo c'è un altra persona tutto diventa più difficile.
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: occhebello.....
          contenuto non disponibile
        • astro scrive:
          Re: occhebello.....
          - Scritto da: thebecker
          Il problema e convincere il destinatario. Per ora
          sono riuscito ad inviare file zip con password
          creato con 7zip (cifratura se non sbaglio AES).
          Come convinci il destinatario ad usare ad esempio
          TrueCrypt? Per me non è un problema inviare o
          inserire file cifrati in uno spazio web, meglio
          Mega.co.nz cosi si ha doppia criptazione ma se di
          mezzo c'è un altra persona tutto diventa più
          difficile.Non ti fidi di google ma del panza si?(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: occhebello.....
            contenuto non disponibile
          • astro scrive:
            Re: occhebello.....
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: astro


            Non ti fidi di google ma del panza si?

            (rotfl)(rotfl)(rotfl)

            Il sistema del panza è basato su JS lato client.
            Chiunque può verificarne la robustezza e Kim
            stesso ha messo in palio delle belle cifre per
            chi riesce a 'rompere' il
            sistema.Non credo che alla nsa siano interessati a risquotere il premio, preferiscono pescare :D
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: occhebello.....
            contenuto non disponibile
          • astro scrive:
            Re: occhebello.....
            - Scritto da: unaDuraLezione
            Quanto al resto, la mia risposta non era per te
            (ricordi il discorso del celenterato? ecco), ma
            per i lettori di PI eventualmente colti dal
            dubbio.Immagino siano mooooolto interessati ai tuoi vaneggiamenti Gomplottisti :d
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: occhebello.....
            contenuto non disponibile
          • thebecker scrive:
            Re: occhebello.....
            - Scritto da: astro
            - Scritto da: thebecker

            Il problema e convincere il destinatario.
            Per
            ora

            sono riuscito ad inviare file zip con
            password

            creato con 7zip (cifratura se non sbaglio
            AES).

            Come convinci il destinatario ad usare ad
            esempio

            TrueCrypt? Per me non è un problema inviare o

            inserire file cifrati in uno spazio web,
            meglio

            Mega.co.nz cosi si ha doppia criptazione ma
            se
            di

            mezzo c'è un altra persona tutto diventa più

            difficile.
            Non ti fidi di google ma del panza si?
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)Hai letto tutto? Anche su Mega se voglio il file lo carico criptato, poi con il sistema lato browser ho un ulteriore cifratura..Un alra cosa importante non ha server in USA :D
          • astro scrive:
            Re: occhebello.....
            - Scritto da: thebecker
            - Scritto da: astro

            - Scritto da: thebecker


            Il problema e convincere il
            destinatario.

            Per

            ora


            sono riuscito ad inviare file zip con

            password


            creato con 7zip (cifratura se non
            sbaglio

            AES).


            Come convinci il destinatario ad usare
            ad

            esempio


            TrueCrypt? Per me non è un problema
            inviare
            o


            inserire file cifrati in uno spazio web,

            meglio


            Mega.co.nz cosi si ha doppia
            criptazione
            ma

            se

            di


            mezzo c'è un altra persona tutto
            diventa
            più


            difficile.

            Non ti fidi di google ma del panza si?

            (rotfl)(rotfl)(rotfl)

            Hai letto tutto? Anche su Mega se voglio il file
            lo carico criptato, poi con il sistema lato
            browser ho un ulteriore cifratura..
            Un altra cosa
            importante non ha server in USA
            :DNe sei certo?
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: occhebello.....
            contenuto non disponibile
          • unaDuraLezi one scrive:
            Re: occhebello.....
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: astro

            - Scritto da: thebecker


            - Scritto da: astro



            - Scritto da: thebecker




            Il problema e convincere il


            destinatario.



            Per



            ora




            sono riuscito ad inviare file
            zip

            con



            password




            creato con 7zip (cifratura se
            non


            sbaglio



            AES).




            Come convinci il destinatario
            ad

            usare


            ad



            esempio




            TrueCrypt? Per me non è un
            problema


            inviare


            o




            inserire file cifrati in uno

            spazio

            web,



            meglio




            Mega.co.nz cosi si ha doppia


            criptazione


            ma



            se



            di




            mezzo c'è un altra persona
            tutto


            diventa


            più




            difficile.



            Non ti fidi di google ma del panza
            si?



            (rotfl)(rotfl)(rotfl)





            Hai letto tutto? Anche su Mega se
            voglio
            il

            file


            lo carico criptato, poi con il sistema
            lato


            browser ho un ulteriore cifratura..


            Un altra cosa


            importante non ha server in USA


            :D

            Ne sei certo?

            (rotfl)(rotfl)(rotfl)ma quanto rido oggi :D
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: occhebello.....
            contenuto non disponibile
          • unaDuraLezi one scrive:
            Re: occhebello.....
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: unaDuraLezi one



            (rotfl)(rotfl)(rotfl)

            ma quanto rido oggi :D

            http://www.imageurlhost.com/images/8jytd9zkuz6f7lvnon riesco a trattenermi
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: occhebello.....
            contenuto non disponibile
      • Trollollero scrive:
        Re: occhebello.....
        - Scritto da: unaDuraLezione
        - Scritto da: Trollollero

        SPERO seriamente sia una bufala

        ma se hanno già dimostrato che intercettano tutto
        quanto, compreso ciò che usa HTTPS, compreso
        Skype che è crittografato, questa notizia che
        cosa ti cambia
        esattamente?
        Dall'articolo :"chiesto la consegna delle password scelte dagli utenti per la registrazione ai più disparati servizi digitali.....rilasciare gli specifici algoritmi di cifratura adottati per la protezione di milioni di account......"Questo va ben oltre la "semplice" intercettazione. Questa bella gente vuole la possibilita' di accedere liberamente a qualsiasi account si appoggi ad un server americano.Praticamente e' come se avessero chiesto la copia delle chiavi di ogni porta presente sul territorio americano, e la possibilita' di aprire quelle porte ogni volta che vogliono.
        Se vuoi la sicurezza, usi la crittografia PRIMA
        di inviare qualunque
        cosa.Giusto e doveroso, ma con un dettaglio aggiunto: crittografia basata SOLO E SOLTANTO su protocolli open e non proprietari.
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: occhebello.....
          contenuto non disponibile
          • astro scrive:
            Re: occhebello.....
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: Trollollero
            di crittografia end to end closed adottata su
            ampia scala, sinceramente non ne conosco e dubito
            che il mondo la conoscerà
            mai.Roba vecchia: enigma?
          • collione scrive:
            Re: occhebello.....
            però c'è una nota positiva in tutto questo, ovvero la loro foga nel cercare accessi diretti ai datacenter, alle password, ecc... dimostra che gli algoritmi crittografici li spaventano, segno che sono davvero robusti e difficilmente violabiliergo, basta usare crittografia end to end per star tranquilli....e no, se l'amico o il cuggggino non vogliono/possono/si annoiano, allora si cambiano amicizie o si stratificano le amicizie ( i fessi nell'outer level e i dritti nell'inner ) :D
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: occhebello.....
            contenuto non disponibile
          • vrioexo scrive:
            Re: occhebello.....
            - Scritto da: collione
            però c'è una nota positiva in tutto questo,
            ovvero la loro foga nel cercare accessi diretti
            ai datacenter, alle password, ecc... dimostra che
            gli algoritmi crittografici li spaventano, segno
            che sono davvero robusti e difficilmente
            violabiliPenso che il vero ostacolo non sia tanto quello della crittografia in sé, quanto del volume complessivo dei dati protetti da decifrare: ecco spiegato questo tipo di richiese; un conto è avere qualche decina di file su cui far lavorare i supercomputer, un conto è averne qualche milione (anche se protetti con cifrature non eccelse o mal implementate e quindi potenzialmente violabili in tempi ragionevoli). Visti i numeri in gioco si tratterebbe comunque di un lavoro immane e quindi mi sembra logico nonché più efficiente rivolgersi, quando possibile, direttamente al fornitore dei servizi: inoltre in questo modo i dati verrebbero acquisiti ed analizzati in tempo reale o quasi, e con un costo computazionale pressoché nullo.
      • collione scrive:
        Re: occhebello.....
        infatti non capisco perchè ci si meraviglia tantoforse il problema è che, dopo lo scandalo PRISM, alcuni utenti hanno cominciato ad aprire gli occhisicchè la NSA, accortasi che non può più rubacchiare le password in chiaro, è andata a battere casse presso i providerperò mi spaventa il fatto che posseggano password in chiaro!!! lo standard pci ssc ( ad esempio ) impone di conservare gli hash delle password e non le password stessequindi tutti i fornitori di servizi violano sistematicamente la legge??comunque sta uscendo fuori che il web dei signori capitalisti in doppio petto, è un porcile senza limiti
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: occhebello.....
          contenuto non disponibile
          • collione scrive:
            Re: occhebello.....
            in questo caso è già più accettabilein fondo NSA e soci devono pur fare il loro lavoro, fermo restando che non sono d'accordo sulla necessità/opportunità di farsi una corte costituzionale segreta per avallare ogni operazione gli venga in menteil problema non è il tipo di attività che svolgono, ma la totale mancanza di trasparenza e controllo politico
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: occhebello.....
            contenuto non disponibile
          • Trollollero scrive:
            Re: occhebello.....
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: collione

            in questo caso è già più accettabile

            Più che d'accordo: se uno è seriamente sospettato
            e se un giudice decide di indagare, la
            collaborazione degli intermediari è
            sacrosanta.

            Ma ovviamente il diavolo si nasconde nei due 'se'
            che ho usato
            sopra.http://www.nytimes.com/2013/07/07/us/in-secret-court-vastly-broadens-powers-of-nsa.html?pagewanted=all&_r=0Nel caso specifico, almeno un giudice che decide di "indagare" l'hanno trovato. "Indagare" su cosa non e' chiaro, pero' intanto si "indaga"......
Chiudi i commenti