Cassandra Crossing/ Censura, AGCOM e il tassello mancante

di M. Calamari - Dagli strumenti di cui gli ISP sono stati dotati per contrastare la pedopornografia all'enforcement che AGCOM metterà in atto a breve. Il cerchio si chiude, e stritola la rete italiana

Roma – È di questi giorni la notizia che l’AGCOM ha presentato in Parlamento la sua raccomandazione “La tutela del diritto d’autore sulle reti di comunicazione elettronica” che il suo presidente Corrado Calabrò definisce “una sintesi efficace tra le contrapposte esigenze di tutelare la libertà della Rete e la titolarità dei contenuti”.

Per questo motivo, visto che l’ottimo Guido Scorza ha già commentato dal punto di vista giuridico questa mostruosità, questa puntata di Cassandra Crossing dedicata all’AGCOM ed alla censura (è la quinta della serie) sarà destinata esclusivamente a valutare quanto la raccomandazione tuteli effettivamente “la libertà della Rete”.

Aldilà dello specifico valore della difesa della cosiddetta “Proprietà Intellettuale”, poco rilevante in questa sede, è centrale notare come questa raccomandazione aggiunga un tassello importante, anzi essenziale, al progredire dalla censura della Rete italiana e contro cittadini italiani.

Il quadro di quello che sarebbe successo, cioè l’istituzione in Italia di una censura della Rete del tutto simile a quella vigente in paesi totalitari come la Cina o l’Iran, era già perfettamente delineato, per coloro che non volevano essere ciechi, nel 2007 con il decreto Gentiloni.
Il decreto istituiva e finanziava, all’interno dell’AGCOM e nell’ambito di iniziative giustificate con la lotta contro la pedopornografia in Rete, un ente dedicato alla censura dei siti visibili dall’Italia (il CNCP) e stabiliva per gli ISP l’obbligo di entrare a far parte dell’infrastruttura tecnica volta a realizzare questa censura prima tramite sovversione dei DNS e successivamente tramite filtraggio degli indirizzi IP. Si trattava in buona sostanza della creazione dell’infrastruttura tecnica ed organizzativa di tipo cinese necessaria per censurare qualsiasi contenuto della Rete raggiungibile dall’Italia, logicamente conseguente ad una serie di leggi approvate nel 1998, nel 2003 e nel 2006 e teoricamente rivolte al contrasto della pedopornografia

Questa infrastruttura, amministrata direttamente da un’ente indipendente (il CNCP) interno alla già indipendente AGCOM, era in effetti pronta ad esercitare la censura della Rete per altri motivi, e questo è anche dimostrato dai successivi disegni di legge (per fortuna mai discussi) a firma degli onorevoli Carlucci e Barbareschi che giustificavano la censura della Rete con la necessità di tutelare la cosiddetta “Proprietà Intellettuale”.

Si trattava di costruire meccanismi in stile HADOPI che permettessero di agire a scopo censorio sull’altra metà del collegamento, quella a valle del sito, per distaccare forzatamente dalla Rete quegli utenti che, facendo uso di sistemi P2P o pubblicando contenuti, violassero la cosiddetta “Proprietà Intellettuale” di terzi. Il problema è che nel meccanismo francese dell’HADOPI l’accertamento non è attuato da chi è deputato a questo tipo di compiti, cioè ad un’autorità giudiziaria, ma ad un ente cosiddetto indipendente, e che trova la sua ragione di essere solo in questo compito specifico, è promosso solo ed esclusivamente dai detentori della cosiddetta “Proprietà Intellettuale”, ed effettua contemporaneamente ed in completa autonomia accertamento e distacco.

Poco dopo la sua creazione l’infrastruttura di censura controllata dal CNCP è stata utilizzata non per il contrasto alla pedopornografia ma per tutelare altri interessi, a cominciare da quelli dell’AAMS, che ha fatto censurare tutti i siti esteri di gioco d’azzardo che non le versavano la dovuta tassa (lo Stato Italiano è e vuole essere biscazziere unico della Rete , “pecunia non olet”), e continuando poi con quelli di chi si sentiva minacciato da “the Pirate Bay”.

Per riassumere questa storia possiamo fare un elenco ordinato dei tasselli presenti e passati che compongono la via che ci conduce verso una Rete “cinese”:

– decreto Gentiloni che istituisce il CNCP ed annessi obblighi tecnici per gli ISP
– uso dell’infrastruttura di censura per tutelare interessi commerciali (AAMS)
– aggiornamento dell’infrastruttura di censura dal metodo DNS al più efficace filtraggio degli indirizzi IP
– uso dell’infrastruttura di censura per oscurare siti in seguito a provvedimento preventivo dell’autorità giudiziaria (The Pirate Bay)
– uso dell’infrastruttura di censura per oscurare qualsiasi contenuto su decisione di un’autorità indipendente (e fortemente lobbizzata), senza l’intervento e la tutela dell’autorità giudiziaria

Viene da chiedersi come qualunque cittadino della Rete possa assistere senza far niente a questa devastazione dei suoi diritti, continuando magari a dedicare il suo tempo ad aggiornare il profilo di Facebook.
Ma si sa, nelle comunità sociali commerciali la censura è praticata correntemente, talvolta in maniera clamorosa, talvolta in maniera sottile e strisciante, e suscita al massimo scandali momentanei e circoscritti.
Forse, dopotutto, la Rete come l’avevano concepita i suoi padri proprio non ce la meritiamo, ed ha ragione V quando dice che “… se cerchiamo un colpevole, dobbiamo solo guardarci allo specchio”.

Marco Calamari
Lo Slog (Static Blog) di Marco Calamari

Tutte le release di Cassandra Crossing sono disponibili a questo indirizzo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • iupiter scrive:
    ecco gli zozzoni ladri
    ecco gli zozzoni ladri scatenati..tutta gentaccia
  • zilraag scrive:
    Re: La musica compressa fa schifo
    Io adoro la musica in vinile, anche per una questione "generazionale", ma questa cosa del "suono più caldo" non l'ho mai capita.Io compro i vinili perché:- penso di acquistare un oggetto oltre che la musica che c'è dentro. La copertina, le note interne, il formato e la clorazione del vinile fanno parte ell'oggetto. Spesso, sono più note della musica contenuta (ad es. alcune copertine di Frank Zappa). In un CD di 12 cm x 12, tutto questo si perde.- mi obbligo ad ascoltare l'LP dall'inizio alla fine, e non ascoltare due-tre pezzi in una playlist (e poi si scaricano migliaia di brani, legalmente o no, e si ascoltano sempre gli stessi da una vita...)- ascoltare musica prende una sua "ritualità" (togliere il vinile dalla busta, metterlo sul piatto, pulirlo, appoggiare la testina...) che ti fa dare il 100% di attenzione all'oggetto che hai appena acquistato. Anche la conservazione ha bisogno di una sua "ritualità". I CD possono stare in un cassetto. Gli mp3 in mille cartelle sull'HD. I vinili stanno in salotto, ordinati in verticale.- per acquistarli (almeno dalle mie parti) devo prendere la macchina ed andare a prendere "quel" disco, in quei pochi negozi che hanno una scelta di vinili decente. Scaricare (a sbafo) una discografia intera prende meno tempo. Nota: anche io passo la maggior parte del mio tempo in un ufficio. Proprio per questo non avrò mai tempo di ascoltare una discografia intera. Cosìti compri solo la musica che ti piace. Non scarichi gigabyte che non potrai mai ascoltare. Quelle non sono mancate vendite, perché nessuno acquisterebbe mai tutto ciò che scarica.- In ogni modo, per ascoltare la musica in macchina o nei lettori portatili, ormai più del 50% delle nuove produzioni in vinile allegano al disco o un cd o un "buono" per scaricare l'album altrove.Poi, non potendomi permettere un impianto da audiofilo, la differenza nel suono è nulla, e non mi interessa.Per me la differenza sta nella fruizione della musica. Con i vinili mi pare più consapevole.
  • SpeakerMuto scrive:
    Le mie riflessioni
    Sono qui (e parlo anche del furto di auto): http://radiofreemouth.blogspot.com/2011/06/scaricare-musica-illegalmente.html.
  • prnice cane scrive:
    mah
    15 milioni di euro...Muovi il XXXX e vai a suonare in giro, che campi lo stesso, pagliaccio
  • jfk scrive:
    Grazie!
    1000, volte grazie. Speriamo non la debellino mai!!!
  • Cotton scrive:
    ....ma Pince ?
    ... chi è ?
  • Funz scrive:
    Musica fatta di bit?
    Io sapevo che il suono è una vibrazione formata da onde di pressione che si propagano attraverso l'aria e vanno a stimolare il mio apparato uditivo...ma forse l'Artista ha un apparato di tipo diverso che reagisce quando viene picchiettato di bit (chissà che cosa sono) :p
  • Principe di Piemonte scrive:
    L'artista ed il denaro
    La proprietà intellettuale e artistica va tutelata, non si discute.Tuttavia il tizio conosciuto in precedenza come Prince, e ancora prima come Prince Rogers Nelson, e prima ancora, quando aveva i calzoni corti, non so come lo chiamasse sua mamma, forse dimentica che per tanti anni l'unico modo di acquistare musica è stato su costosissimi supporti, costosissimi non tanto per i materiali e la lavorazione ma per sostenere un mondo di inutile sfarzo, per rendere miliardari case discografiche, produttori e (pochi) artisti. Ecco, visto che è tanto artista (!), e l'artista non si sofferma su aspetti tanto materiali (!!), non credo avrà problemi a ridursi i guadagni per rendere più accessibile la sua musica...Il punto è che il grande artista è una persona come tante, che bada ai propri interessi e non vuole perdere i propri privilegi, e che, forse perché l'età avanza, comincia a provare fastidio per un mondo che cambia e magari non capisce bene. Comunque se non vuole più registare, ed aspettare la prossima vita per uscire con un altro disco e chiamarsi "L'artista che in una vita precedente era conosciuto come l'artista che in precedenza era conosciuto come Prince", beh, cercherò di farmene una ragione...
  • nino scrive:
    inutile commentare
    questo articolo, l'ammasso di commenti-spazzatura rende inutile ogni parola
  • Andreabont scrive:
    illuso
    Come da titolo...La pirateria si batte conquistando la fiducia e il rispetto dei propri ascoltatori.Lui sta facendo l'esatto opposto.
  • uno qualsiasi scrive:
    Re: La musica compressa fa schifo

    Io compro solo dischi in vinile e vado ai
    concerti. Fai bene. In tal caso, la pirateria ti avvantaggerà: i cd spariranno, e venderanno solo più i dischi in vinile (almeno, quelli non si possono piratare senza perdita di qualità). E le majors si cureranno solo dei clienti come te (perchè saranno gli unici a continuare a comprare).
    Secondo me queste generazioni di
    giovani che hanno ascoltato la musica in digitale
    sono state danneggiate per sempre. Come al
    solito, come soluzione alla Elton Jon, propongo
    di eliminare Internet per via della distribuzione
    di musica compressa che trovo diseducativaSu internet deve rimanere solo la musica gratis. La vendita di musica via internet va eliminata, sono d'accordo. Bisogna proprio mettere in chiaro che sono due cose che non c'entrano per nulla.
    , ma
    anche di vietare la vendita di CD musicali. Solo
    dischi in vinile per legge.Sono d'accordo. E aggiungo: niente dvd, i film si potranno vendere o noleggiare solo su pizze di celluloide.Su internet, film e musica saranno limitati a megavideo e youtube, rippati dagli utenti, con attrezzature di fortuna, e quindi con qualità mediocre: sarà un ottimo modo per incentivare all'acquisto della versione analogica.Per i libri, è già così: di alcuni ebook che avevo scaricato gratis, mi sono poi comprato la versione cartacea. Ovviamente non avrei mai comprato la versione digitale (a che pro? Se ce l'ho già, non ha senso comprarla)
  • Franky scrive:
    No Problem...!!!
    Prince? Chi e' costui? Non si preoccupi signor Prince la sua musica non ci interessa minimamente se la tenga stretta per se'... E ricordi che un artista oltre che per la musica e' ammirato dai suoi fans per la sua filosofia e per il suo pensiero...nel suo caso lasciano a desiderare tutti e tre questi elementi...quindi stia tranquillo...se decide o non decide di registrare a noi non importa un bel niente...
  • rudy scrive:
    pubblicita estrema
    anche a costo di sembrare ottuso, meglio che niente.non originale raschibarile prepensione.lo faro anche io, velodico, ora smetto di scrivere agratis..
  • ciccio quanta ciccia scrive:
    Re: La musica compressa fa schifo
    Io intanto propongo di eliminare te... vedrai che sarà un grande passo in avanti per tutti...
  • Spengler scrive:
    Prince?
    la cosa più artistica che ha fatto negli ultimi 15 anni è stato indossare infradito con la zeppa coi calzini bianchihttp://3.bp.blogspot.com/_CUnbEa-qJaA/SgJEKmcIwLI/AAAAAAAAAgw/yjO0GyI6j9U/s400/prince.0.0.0x0.432x374.jpeg
  • FridayChild scrive:
    The Prince previously known as an artist
    ^ ecco.
  • hermanhesse scrive:
    Per quanto mi riguarda...
    ... può continuare su questa strada seguito da tutti gli altri.Saluti.
  • Flac scrive:
    Re: La musica compressa fa schifo

    anche ai CD vengono applicati degli
    algoritmi di compressioneNo, sono in formato uncompressed.https://secure.wikimedia.org/wikipedia/en/wiki/Compact_Disc#Audio_CDComunque, al posto degli mp3 che sono lossy, è meglio usare FLAC che è lossless, open e royalty-free.https://secure.wikimedia.org/wikipedia/en/wiki/FLAC
  • ruppolo scrive:
    Re: La musica compressa fa schifo
    - Scritto da: krane
    Ma il vinile non e' quella cosa che ha il fruscio
    ?No, quello è il nastro.'sti giovani...
    • Zappolo scrive:
      Re: La musica compressa fa schifo
      ha parecchio fruscio anche il vinile, ma non il disco in se bensì lo stadio testina/pre-amp phono a meno che tu non vada su questi livelli:http://www.playstereo.com/product_info.php?cPath=3&products_id=876
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: La musica compressa fa schifo
      Mai sentito un disco in vinile impolverato? Fruscia eccome!Per la cronaca: sì, ho dei dischi in vinile, e perfino qualche 78 giri.
  • Tenerone scrive:
    Prince, nemmeno un suo MP3
    Penso che sia talmente scarso che non dovrei avere nemmeno un MP3. Zero.Prince, ma vai a lavorare ! Nanetto del piffero.
  • picard12 scrive:
    concerti
    io sono andato al concerto degli stadio e il gg dopo mi son preso 4 cd a 9.90. Soldi spesi bene, come per il concerto.Diciamo che uno tira l'altro, ma sicuramente il cd aiuta anche ad andare al concerto e viceversa.Qualcuno lo ha capito, altri no, tutto questo attaccare la pirateria, oramai non convince nemmeno le case discografiche,che hanno pure loro, fatto l'ennesimo studio sul fenomeno, dimostrando che gli scarrrricconi sono quelli che acquistano di più e vanno maggioremente a concerti, cinema etc.La cosa che molti fanno finta di non vedere è che la loro ostinazione di accusare la pirateria di tutti i loro mali, è semplicemente un tentativo maldestro di far sopravvivere una classe di parassiti, sulle spalle di artisti.Vi sono molte indicazioni al riguardo, in primis a volere sempre cambiare le regole del gioco, come estendere sempre la durata del copyright..-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 luglio 2011 08.20-----------------------------------------------------------
  • mik.fp scrive:
    E' un eroe!
    Va in pensione per sempre e lascia spazio ai giovani artisti!E poi il meglio l'ha fatto quando ancora si chiamava Prince; mi faceva ballare davanti alla TV come un cretino... era un grande... Sexy Mother Fuuucckeerrrrrrr! (Se po' di' Fucker in quanto citazione artistica di una licenza poetica dell'artista oggetto dell'articolo, o devo scrive Fricker per evitare che il Senatore Del Vermont mi trascini in tribbunale perche' ho ucciso I Puffi?)
  • Luco, giudice di linea mancato scrive:
    FORZA AGCOM VAI CON LA CENSURA!!!
    Com'è sucXXXXX in Francia con la HADOPI, finalmente le reti anonime si diffonderanno e saranno veloci come la rete normale.NON VEDO L'ORA CHE SUCCEDA.FORZA AGCOM!!! SIAMO TUTTI CON VOI!!! :D
  • Luco, giudice di linea mancato scrive:
    Re: La musica compressa fa schifo
    - Scritto da: il solito bene informato
    direi: meno male che non sei tu il sindaco del
    mondo!

    me li dai tu poi i soldi per un impianto con cui
    ascoltare la musica dal vinile in modo
    decente?E tu dove vivevi negli anni 70 e 80? Perché hai buttato il giradischi?
    • il solito bene informato scrive:
      Re: La musica compressa fa schifo
      - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
      - Scritto da: il solito bene informato

      direi: meno male che non sei tu il sindaco del

      mondo!



      me li dai tu poi i soldi per un impianto con cui

      ascoltare la musica dal vinile in modo

      decente?

      E tu dove vivevi negli anni 70 e 80? Perché hai
      buttato il
      giradischi?negli anni '70 ero nato da poco, negli anni '80 mio padre era già stato "catturato" dalla purezza del digitale :)
  • Luco, giudice di linea mancato scrive:
    Re: La musica compressa fa schifo
    - Scritto da: il solito bene informato
    scherzi a parte, il suono che produce la musica
    registrata su vinile ha un calore ed una
    "corposità" diversi da quella del CD (eh sì, come
    il vino), ma è solo una mia sensazione.Non è solo tua: qualunque audiofilo, qualunque persona che si intende di musica (come, secondo molti, il sottoscritto) ti dirà che il vinile ha un suono più corposo. Non è una metafora: il CD è campionato, dunque ha un range di frequenze ben preciso. Il vinile IN TEORIA ha un range che verso l'alto tende a infinito (IN TEORIA, se non segui le curve RIAA e se avessi un impianto in grado di riprodurli potresti registrare pure gli ultrasuoni, cosa che col CD è impossibile perché ci sono limiti intrinsechi del formato). Per questo motivo, il CD rispetto al vinile è più povero di armonici. Per alcuni tipi di musica può andare ancora bene, per altri (tra cui la musica classica) assolutamente no.Per chi non sapesse cosa sono gli armonicihttp://it.wikipedia.org/wiki/Armonici_naturalihttp://it.wikipedia.org/wiki/Armonici_artificialihttp://it.wikipedia.org/wiki/Ipertoni_%28musica%29Diciamo molto banalmente che il CD è come un mp3 solo che viene tagliato meno. L'mp3 si basa su un principio diverso, però: l'mp3 tende ad eliminare le frequenze (e quindi i suoni) che sono "meno udibili" delle altre. Più il bitrate è basso, più frequenze "meno udibili" vengono eliminate, quindi ciò che rimane sarà tanto più povero di armonici quanto più è basso il bitrate.Il CD audio ha, viceversa, un bitrate fisso che però essendo un suono non compresso (campionato sì, ma non compresso) non si può paragonare al bitrate dell'mp3 (che è sia campionato che compresso).Il vinile, viceversa, è compresso (tranne che nei 78 giri dove non è compresso) ma (ovviamente) non è campionato. La compressione è fatta secondo lo standard RIAA, che in teoria è una compressione lossless cioè è come comprimere un wav con winrar. La compressione è effettuata per evitare, in caso di suoni molto gravi o molto forti, di fare solchi troppo profondi che, in un sistema a microsolco quali sono i vinili standard (tranne, ancora, i 78 giri) comprometterebbe il solco adiacente (cioè del "giro" dopo e prima di quello che si sta ascoltando: ricordo che il vinile è una spirale).Chiaramente per capire fino in fondo questi concetti bisogna avere certe nozioni di acustica, di sistemi di campionamento audio, di incisione e anche di sistemi di compressione sia analogici sia digitali. Ho comunque cercato di spiegarlo in modo che anche i non addetti ai lavori possano capire.
    A parte che dipende sempre tutto dalla sorgente:
    un vinile trasportato su CD esattamente come un
    disco registrato per il digitale ed inciso su
    vinile (perché negli USA comincia ad andare di
    moda tra i ragazzi comprare i vinili... il disco
    che ho ascoltato era una "ballad" in edizione
    speciale degli Slipknot , se non li
    conosci, sono questi qui
    sotto)

    [img]http://www.lamusicarock.com/wp-content/upload

    suonerà sempre peggio, quindi è difficile fare un
    raffronto davvero alla
    pari.Per avere un suono accettabile partendo da vinile e arrivando su CD (accettabile non significa identico) bisogna apportare delle modifiche al suono e non lo si può in alcun modo fare con dei filtri automatici (nessun filtro automatico funziona bene senza distruggere le parti buone del suono). L'unico modo è agire manualmente sulla forma d'onda. Per quanto mi riguarda l'ho fatto solo una volta e per fare un lavoro a regola d'arte su tutte le tracce del disco ci ho impiegato un mese. Quella volta lo feci per me, oggi non lo rifarei se non per qualcuno che mi paghi profumatamente per farlo. Diciamo che, almeno rivolgendosi a me, varrebbe la pena fare questo lavoro solo per cose molto rare e mai ristampate su CD; altrimenti il costo per restaurare tutto l'audio come si deve sarebbe molto inferiore e con dei risultati comunque apprezzabili ricomprando l'album su CD.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 luglio 2011 01.55-----------------------------------------------------------
    • max scrive:
      Re: La musica compressa fa schifo
      - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
      - Scritto da: il solito bene informato

      scherzi a parte, il suono che produce la musica

      registrata su vinile ha un calore ed una

      "corposità" diversi da quella del CD (eh sì,
      come

      il vino), ma è solo una mia sensazione.

      Non è solo tua: qualunque audiofilo, qualunque
      persona che si intende di musica (come, secondo
      molti, il sottoscritto) ti dirà che il vinile ha
      un suono più corposo. Non è una metafora: il CD è
      campionato, dunque ha un range di frequenze ben
      preciso. Il vinile IN TEORIA ha un range che
      verso l'alto tende a infinito (IN TEORIA, se non
      segui le curve RIAA e se avessi un impianto in
      grado di riprodurli potresti registrare pure gli
      ultrasuoni, cosa che col CD è impossibile perché
      ci sono limiti intrinsechi del formato). Per
      questo motivo, il CD rispetto al vinile è più
      povero di armonici. Per alcuni tipi di musica può
      andare ancora bene, per altri (tra cui la musica
      classica) assolutamente
      no.

      Per chi non sapesse cosa sono gli armonici
      http://it.wikipedia.org/wiki/Armonici_naturali
      http://it.wikipedia.org/wiki/Armonici_artificiali
      http://it.wikipedia.org/wiki/Ipertoni_%28musica%29
      Diciamo molto banalmente che il CD è come un mp3
      solo che viene tagliato meno. L'mp3 si basa su un
      principio diverso, però: l'mp3 tende ad eliminare
      le frequenze (e quindi i suoni) che sono "meno
      udibili" delle altre. Più il bitrate è basso, più
      frequenze "meno udibili" vengono eliminate,
      quindi ciò che rimane sarà tanto più povero di
      armonici quanto più è basso il
      bitrate.
      Il CD audio ha, viceversa, un bitrate fisso che
      però essendo un suono non compresso (campionato
      sì, ma non compresso) non si può paragonare al
      bitrate dell'mp3 (che è sia campionato che
      compresso).
      Il vinile, viceversa, è compresso (tranne che nei
      78 giri dove non è compresso) ma (ovviamente) non
      è campionato. La compressione è fatta secondo lo
      standard RIAA, che in teoria è una compressione
      lossless cioè è come comprimere un wav con
      winrar. La compressione è effettuata per evitare,
      in caso di suoni molto gravi o molto forti, di
      fare solchi troppo profondi che, in un sistema a
      microsolco quali sono i vinili standard (tranne,
      ancora, i 78 giri) comprometterebbe il solco
      adiacente (cioè del "giro" dopo e prima di quello
      che si sta ascoltando: ricordo che il vinile è
      una
      spirale).
      Chiaramente per capire fino in fondo questi
      concetti bisogna avere certe nozioni di acustica,
      di sistemi di campionamento audio, di incisione e
      anche di sistemi di compressione sia analogici
      sia digitali. Ho comunque cercato di spiegarlo in
      modo che anche i non addetti ai lavori possano
      capire.a parità di impianto audio e qualità della registrazione è impossibile distinguere un CD da un vinile, ammesso che il giradischi e il vinile siano perfetti.tutta autosuggestione chi dice che il suono del vinile è più caldo più profondo e boiate simili...
      • Cbuttius scrive:
        Re: La musica compressa fa schifo
        - Scritto da: max

        a parità di impianto audio e qualità della
        registrazione è impossibile distinguere un CD da
        un vinile, ammesso che il giradischi e il vinile
        siano
        perfetti.
        tutta autosuggestione chi dice che il suono del
        vinile è più caldo più profondo e boiate
        simili...Vabbe, credici pure...
        • luppolo scrive:
          Re: La musica compressa fa schifo
          - Scritto da: Cbuttius
          - Scritto da: max



          a parità di impianto audio e qualità della

          registrazione è impossibile distinguere un CD da

          un vinile, ammesso che il giradischi e il vinile

          siano

          perfetti.

          tutta autosuggestione chi dice che il suono del

          vinile è più caldo più profondo e boiate

          simili...

          Vabbe, credici pure...e tu PROVACI, se ci riesci... :D
      • ciccio quanta ciccia scrive:
        Re: La musica compressa fa schifo
        la fisica è autosuggestione certo... prova a gettare l'impianto di cui sopra dal 20° piano convinto che non gli succeda niente...
    • Skywalker scrive:
      Re: La musica compressa fa schifo
      - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
      Non è solo tua: qualunque audiofilo, qualunque
      persona che si intende di musica (come, secondo
      molti, il sottoscritto) ti dirà che il vinile ha
      un suono più corposo. Non è una metafora: il CD è
      campionato, dunque ha un range di frequenze ben
      preciso. Il vinile IN TEORIA ha un range che
      verso l'alto tende a infinito (IN TEORIA, se non
      segui le curve RIAA e se avessi un impianto in
      grado di riprodurli potresti registrare pure gli
      ultrasuoni, cosa che col CD è impossibile perché
      ci sono limiti intrinsechi del formato).[...sproloqui abbastanza corretto...]L'errore di fondo di tutto questo è aver dimenticato un anello della Catena: il primo. Il MICROFONO o il TRASDUTTORE che ha acquisito il suono ANALOGICO è INTRINSECAMENTE LIMITATO IN BANDA. Se guardate i dati tecnici del microfono ha 10-24KHz.A questo punto, che tu registri su vinile o su CD, o su file wav a 196KHz di campionamento e 96 bit di quantizzazione poco cambia. La perdita l'hai GIA' avuta in fase di acquisizione ANALOGICA.Armonici, frequenze, direzionalità, dinamica, rapporto S/N sono stati ormai irrimediabilmente fissati. Quello che sta tra il microfono e l'amplificatore non può metterci quello che non c'è.Percio disco in vinile o Compact Disc che sia, a differenza di quanto sopra detto, non REGISTRANO AUDIO ma un SEGNALE ELETTRICO. E riproducono un SEGNALE ELETTRICO. Se mettete un sottrattore tra una replica del SEGNALE ELETTRICO IN INGRESSO e IL SEGNALE ELETTRICO IN USCITA, prima dal giradischi e poi da un Compact Disc, siete in grado di misurare QUANTO FEDELMENTE l'uno o l'altro RIPRODUCONO IL SEGNALE ELETTRICO.E dato che il SEGNALE ELETTRICO INIZIALE, dopo il microfono, NON HA FREQUENZE SUPERIORI A 22KHz, se ce ne sono nel SEGNALE IN USCITA vuol dire che E' STATO ERRONEAMENTE INTRODOTTO dal sistema.Quindi dato che un SEGNALE LIMITATO IN BANDA E' PERFETTAMENTE NOTO AVENDO 44.000 Campioni al secondo dello stesso (OKKIO: PERFETTAMENTE NOTO, non APPROSSIMATAMENTE NOTO!), il problema è eventualmente la quantizzazione rispetto al rumore. Un normale giradischi su un normale vinile introduce più rumore di quanto faccia la quantizzazione del DA Converter.Certo che se uso un disco di "vinile" che non è di vinile, lo incido con un laser e lo leggo con una puntina laser, POSSO OTTENERE rapporti S/N MIGLIORI DI UN CD. Ma con molta meno fatica ottengo risultati ancora migliori con file digitale quantizzato su 48 bit invece che sui 16 del CD che compresso con un algoritmo lossless probabilmente occupa ancora lo spazio di un CD o poco più.Detto altrimenti: non ha senso confrontare un CD "standard" con un Disco in Vinile "non standard". O confrontiamo un CD standard con un vinile standard o confrontiamo un Vinile "non standard" con un CD "non standard". E non serve mettere qualcuno con "buone orecchie" perché dal filo dopo il mixer dei microfoni al filo in ingresso all'amplificatore, i due sistemi sono gli stessi.Ma farei anche un'ultima domanda: dato che non si registra in tempo reale "su vinile", ma prima si registra in digitale su file (magari a 192KHz/48bit PCM) e POI si applicano le curve di compressione di dinamica (in digitale) e SOLO ALLA FINE si incide il Vinile, come fa il Vinile a migliorare il suono registrato inizialmente in digitale?Un "Audiofilo" non dovrebbe chiedere una registrazione in vinile. Dovrebbe chiedere il file iniziale che sta sull'Hard Disk dell'iniziale impianto di registrazione.
      • Cbuttius scrive:
        Re: La musica compressa fa schifo
        - Scritto da: Skywalker

        L'errore di fondo di tutto questo è aver
        dimenticato un anello della Catena: il primo. Il
        MICROFONO o il TRASDUTTORE che ha acquisito il
        suono ANALOGICO è INTRINSECAMENTE LIMITATO IN
        BANDA. Se guardate i dati tecnici del microfono
        ha
        10-24KHz.E qui si cade in confusione: risposta in frequenza != frequenza di campionamento. Il microfono non campiona, fornisce un segnale continuo e la banda passante indica gli estremi entro i quali il segnale non subisce attenuazioni significative (poi bisogna valutare anche il rapporto segnale/rumore). La frequenza di campionamento indica la frequenza con cui e' prelevato lo stato istantaneo del segnale. E poi i microfoni da studio hanno range anche piu' elevati (per la max frequenza non si scostano piu' di tanto, ma per quanto riguarda le frequenze piu' basse arrivano anche fino a 15Hz).
        A questo punto, che tu registri su vinile o su
        CD, o su file wav a 196KHz di campionamento e 96
        bit di quantizzazione poco cambia. La perdita
        l'hai GIA' avuta in fase di acquisizione
        ANALOGICA.E qui cadi nell'errore derivante la tua prima affermazione. Di fatti, un buon segnale campionato, deve avere una frequenza significativamente maggiore del doppio della frequenza massima del segnale che si vuole rappresentare per evitare l'insorgenza di aliasing. Questo significa che il CD che ha frequenza di campionamento di 44.100Hz, ha la frequenza di taglio di Nyquist a 22.050Hz e quindi produce aliasing all'interno della banda udibile dall'orecchio umano e non eliminabile tramite alcun filtro. http://en.wikipedia.org/wiki/Nyquist_frequency#The_aliasing_problemPoi cadi in un altro tranello: tu parli di catena. Bene: il primo a non tenerne conto sei proprio tu. Infatti, raramente un segnale e' campionato per essere riprodotto tale e quale. In studio, molti segnali diversi vengono campionati per poi essere processati e mixati per essere poi esportati nella loro forma finale. Per evitare di introdurre aliasing, la frequenza di campionamento iniziale deve essere successivamente elevata per non compromettere i passaggi successivi, quindi deve essere notevolmente uperiore rispetto a quella prevista per il supporto finale.
        Armonici, frequenze, direzionalità, dinamica,
        rapporto S/N sono stati ormai irrimediabilmente
        fissati. Quello che sta tra il microfono e
        l'amplificatore non può metterci quello che non
        c'è.Non si deve recuperare nulla, solo evitare di mandare a gentili signore quello che c'e'...E ti ricordo che il rapporto S/N non dipende solo e unicamente dal trasduttore, ma da ogni elemento della catena: bisogna evitare che peggiori.
        Percio disco in vinile o Compact Disc che sia, a
        differenza di quanto sopra detto, non REGISTRANO
        AUDIO ma un SEGNALE ELETTRICO. E riproducono un
        SEGNALE ELETTRICO. Se mettete un sottrattore tra
        una replica del SEGNALE ELETTRICO IN INGRESSO e
        IL SEGNALE ELETTRICO IN USCITA, prima dal
        giradischi e poi da un Compact Disc, siete in
        grado di misurare QUANTO FEDELMENTE l'uno o
        l'altro RIPRODUCONO IL SEGNALE
        ELETTRICO.E qui si entra in una diatriba annosa, perenne e destinata a durare in eterno tra analogisti e digitalisti.Bisogna considerare che il suono non e' una mera questione di segnale elettrico: il suono e la musica hanno forti componenti emotive, che variano da persona a persona. Sicuramente una catena digitale con i controco**ioni riesce teoricamente a conservare e riprodurre una versione piu' fedele di una registrazione rispetto alla controparte analogica (seppur con i controco**ioni). Ma la catena analogica, con tutte le sue piccole imperfezioni, riesce a riprodurre un suono decisamente piu' emotivo e coinvolgente, forse anche per la sua naturale imperfezione, che al contrario di una imperfezione digitale (che si traduce in aliasing, artefatti e glitches), non altera la fluidita' e la continuita' del suono (e credo che questa sia la grande differenza a livello psicoacustico).
        E dato che il SEGNALE ELETTRICO INIZIALE, dopo il
        microfono, NON HA FREQUENZE SUPERIORI A 22KHz, se
        ce ne sono nel SEGNALE IN USCITA vuol dire che E'
        STATO ERRONEAMENTE INTRODOTTO dal
        sistema.Ni: in ingresso dipende dalla sorgente (e puo' anche non essere un microfono) e nella catena digitale sono presenti segnali a frequenza piu' elevata dovuti all'aliasing: l'uso di frequenze di campionamento elevate serve appunto a generare aliasing solo nella parte di spettro che non interessa gli step successivi, in modo da poterlo eliminare con un passa-basso prima di un successivo ricampionamento o dell'ascolto.
        Quindi dato che un SEGNALE LIMITATO IN BANDA E'
        PERFETTAMENTE NOTO AVENDO 44.000 Campioni al
        secondo dello stesso (OKKIO: PERFETTAMENTE NOTO,
        non APPROSSIMATAMENTE NOTO!), il problema è
        eventualmente la quantizzazione rispetto al
        rumore.E ancora, ti stai dimenticando dell'aliasing: con una frequenza di 44.100Hz, in riproduzione generi un aliasing che non puoi eliminare (almeno la parte che interessa le frequenze inferiori ai 25.000Hz).
        Un normale giradischi su un normale
        vinile introduce più rumore di quanto faccia la
        quantizzazione del DA
        Converter.Ni: il rischio non e' tanto il rumore quanto la distorsione.In compenso, un errore in un formato digitale genera un bel picco (che mi han detto che e' piacevole, soprattutto quando te lo spara in cuffia).
        Certo che se uso un disco di "vinile" che non è
        di vinile, lo incido con un laser e lo leggo con
        una puntina laser, POSSO OTTENERE rapporti S/N
        MIGLIORI DI UN CD.Esiste una casa giapponese che produce un giradischi con un trasduttore laser al posto della cartuccia tradizionale. Il risultato ? A differenza della puntina, il laser legge bene anche la polvere e quindi il rumore va alle stelle !!!
        Ma con molta meno fatica
        ottengo risultati ancora migliori con file
        digitale quantizzato su 48 bit invece che sui 16
        del CD che compresso con un algoritmo lossless
        probabilmente occupa ancora lo spazio di un CD o
        poco
        più.Almeno sulla quantizzazione oscena dei CD siamo d'accordo !!!Sullo spazio credo tu sia stato mooolto ottimista, ma comunque adesso certo non mancano supporti piu' capienti, quindi anche se le traccie "pesano" di piu', non vedo il problema.
      • Cbuttius scrive:
        Re: La musica compressa fa schifo
        ----dannato limite di caratteri...----- Scritto da: Skywalker[...]

        Detto altrimenti: non ha senso confrontare un CD
        "standard" con un Disco in Vinile "non standard".
        O confrontiamo un CD standard con un vinile
        standard o confrontiamo un Vinile "non standard"
        con un CD "non standard".???
        E non serve mettere qualcuno con "buone orecchie"
        perché dal filo dopo il mixer dei microfoni al
        filo in ingresso all'amplificatore, i due sistemi
        sono gli
        stessi.Ma decisamente no !!!Esistono tanti sistemi in commercio dalle specifiche piu' disparate: non puoi fare di tutta un'erba un fascio !!!
        Ma farei anche un'ultima domanda: dato che non si
        registra in tempo reale "su vinile", ma prima si
        registra in digitale su file (magari a
        192KHz/48bit PCM) e POI si applicano le curve di
        compressione di dinamica (in digitale) e SOLO
        ALLA FINE si incide il Vinile, come fa il Vinile
        a migliorare il suono registrato inizialmente in
        digitale?Partiamo dal fatto che il suono originale non si migliora. Ma il vinile, a differenza del CD non lo mortifica. E poi ci sono altri fattori che ho elencato prima.
        Un "Audiofilo" non dovrebbe chiedere una
        registrazione in vinile. Dovrebbe chiedere il
        file iniziale che sta sull'Hard Disk
        dell'iniziale impianto di
        registrazione.Dovrebbe chiedere la registrazione che lo soddisfa.Di certo un audiofilo digitalista, quando puo' usa i SACD e non i CD.E per la cronaca: gli HDD delle registrazioni iniziali, ti servono solo se vuoi mixare e produrre, non se vuoi ascoltare.
        • Matrix scrive:
          Re: La musica compressa fa schifo
          Purtroppo il vinile è soggetto ad usura e infatti i 20Khz si hanno solo al primo ascolto del disco per poi scendere dal secondo in poi. Se volete una storia completa del vinile date un'occhiata qui:http://it.wikipedia.org/wiki/Disco_in_vinile
          • Cbuttius scrive:
            Re: La musica compressa fa schifo
            - Scritto da: Matrix
            Purtroppo il vinile è soggetto ad usura e infatti
            i 20Khz si hanno solo al primo ascolto del disco
            per poi scendere dal secondo in poi. Se volete
            una storia completa del vinile date un'occhiata
            qui:
            http://it.wikipedia.org/wiki/Disco_in_vinileVero, il vinile e' soggetto a usura, per questo va tenuto e usato con cura e andrebbe usato solo su impianti di un certo livello (altrimenti lo rovini e non ne godi i benefici).
  • Luco, giudice di linea mancato scrive:
    Re: La musica compressa fa schifo
    - Scritto da: krane
    Ma il vinile non e' quella cosa che ha il fruscio
    ? Il fruscio e' sinonimo di qualita
    ?In senso assoluto, con un impianto come si deve, un vinile mai suonato e adeguatamente lavato con una puntina, braccio e giradischi in ottimo stato, suonerà meglio di qualunque CD.Ma il problema del CD è che anche di fronte a un vinile in pessimo stato rimarrà con un suono freddo perché comunque approssimativo: il campionamento, per quanto fatto 44100 volte al secondo, rimarrà sempre un campionamento quindi un'approssimazione della forma d'onda originale.E' lo stesso discorso della pellicola super8 contro un impianto digitale anche in alta definizione. La pellicola, se adeguatamente conservata e mantenuta, darà risultati molto migliori (ancora più sul b/n o per i film su poliestere). La definizione teorica di un fotogramma super8 è di poco superiore a quella di un BD (figuriamoci a un DVD). Un film stampato di recente su super8 dalla Derann proiettato con un Elmo GS1200 con lampada allo Xenon ha, per schermi fino a 4~6 metri di base, una qualità identica a quella del 35mm al cinema. Ovviamente su schermi più grandi la dimensione del fotogramma si fa sentire, ma per un utilizzo casalingo è decisamente superiore a qualunque BD DVD e (orrore) VHS.Peccato che in Italia nessuno stampi più film in super8 perché oggi i videotecari forse si ricorderebbero meglio di cosa facevano i loro colleghi delle cineteche 30 anni fa: copie pirata di film usciti al cinema erano all'ordine del giorno ed alla luce del sole. E i pochi distributori ufficiali che c'erano (Sil.ma. e Sanpaolofilm su tutti) non perdevano tempo e soldi a mettere in commercio quei film che avevano avuto buone stampe pirata.E i cinenoleggi noleggiavano tantissimo anche visto l'alto costo di un film completo (negli anni 70 si parlava di anche 200.000 lire per un film completo) con la differenza che la pellicola aveva una durata di vita e quindi i cinenoleggi non potevano noleggiarla in eterno perché giunte e righe dopo qualche anno non erano più accettabili.Ci guadagnavano tutti.Poi sono arrivate le videocassette: c'erano i Betamax, qualità superba, diffusissimi nei primi anni 80 e poi spariti, c'erano i Video2000 con qualità paragonabile ai Betamax che avevano la proprietà di essere registrabili sui due lati come le musicassette, e poi c'erano i VHS che avevano qualità pessima ma che qualcuno pensò ignobilmente di spingere alla faccia dei tanti che avevano pagato anche un milione (che nei primi anni 80 significava un intero stipendio di un impiegato) un videoregistratore Betamax o Video2000. Dopo la pessima idea del VHS che era inferiore tantissimo al super8 (non parliamo del 16mm) e chiaramente lo era anche rispetto al Video2000 e al Betamax, decisero di fare il laserdisc (che in Italia non prese nessuno) e quindi di mettere il digitale e quest'ultimo, introdotto -ci tengo a ricordarlo- dalle major stesse "per migliorare la qualità" (non era vero ma ve l'hanno fatto credere). Il digitale c'era già nella musica fin dal 1986 e già nei primi anni dei DVD la pirateria dei CD (cd audio e playstation) era florida, sia dentro che soprattutto fuori dalla rete.Il resto lo sappiamo: l'aumento di banda ha messo completamente fuori gioco la pirateria fuori dalla rete (e questo già è un evento) ma chiaramente ha portato anche a copiare i film che prima col 56k era impensabile scaricare (io l'ho fatto, il primo film scaricato col 56k fu Star Wars I Phantom Menace -tra l'altro una grande ca*ata, detto da uno che la trilogia storica la amava- quando in Italia non era nemmeno uscito nei cinema, ma non credo che molti lo facessero all'epoca).Morale: avete voluto il digitale? Copiare numeri senza sbagliare è più facile che copiare un'onda senza sbagliare. Voi lo sapevate perché è stato più facile anche per voi. Chi è causa del suo mal pianga sé stesso.
    • max scrive:
      Re: La musica compressa fa schifo
      - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
      - Scritto da: krane

      Ma il vinile non e' quella cosa che ha il
      fruscio

      ? Il fruscio e' sinonimo di qualita

      ?

      In senso assoluto, con un impianto come si deve,
      un vinile mai suonato e adeguatamente lavato con
      una puntina, braccio e giradischi in ottimo
      stato, suonerà meglio di qualunque
      CD.
      Ma il problema del CD è che anche di fronte a un
      vinile in pessimo stato rimarrà con un suono
      freddo perché comunque approssimativo: il
      campionamento, per quanto fatto 44100 volte al
      secondo, rimarrà sempre un campionamento quindi
      un'approssimazione della forma d'onda
      originale.
      E' lo stesso discorso della pellicola super8
      contro un impianto digitale anche in alta
      definizione. La pellicola, se adeguatamente
      conservata e mantenuta, darà risultati molto
      migliori (ancora più sul b/n o per i film su
      poliestere). La definizione teorica di un
      fotogramma super8 è di poco superiore a quella di
      un BD (figuriamoci a un DVD). Un film stampato di
      recente su super8 dalla Derann proiettato con un
      Elmo GS1200 con lampada allo Xenon ha, per
      schermi fino a 4~6 metri di base, una qualità
      identica a quella del 35mm al cinema. Ovviamente
      su schermi più grandi la dimensione del
      fotogramma si fa sentire, ma per un utilizzo
      casalingo è decisamente superiore a qualunque BD
      DVD e (orrore)
      VHS.
      Peccato che in Italia nessuno stampi più film in
      super8 perché oggi i videotecari forse si
      ricorderebbero meglio di cosa facevano i loro
      colleghi delle cineteche 30 anni fa: copie pirata
      di film usciti al cinema erano all'ordine del
      giorno ed alla luce del sole. E i pochi
      distributori ufficiali che c'erano (Sil.ma. e
      Sanpaolofilm su tutti) non perdevano tempo e
      soldi a mettere in commercio quei film che
      avevano avuto buone stampe
      pirata.
      E i cinenoleggi noleggiavano tantissimo anche
      visto l'alto costo di un film completo (negli
      anni 70 si parlava di anche 200.000 lire per un
      film completo) con la differenza che la pellicola
      aveva una durata di vita e quindi i cinenoleggi
      non potevano noleggiarla in eterno perché giunte
      e righe dopo qualche anno non erano più
      accettabili.
      Ci guadagnavano tutti.
      Poi sono arrivate le videocassette: c'erano i
      Betamax, qualità superba, diffusissimi nei primi
      anni 80 e poi spariti, c'erano i Video2000 con
      qualità paragonabile ai Betamax che avevano la
      proprietà di essere registrabili sui due lati
      come le musicassette, e poi c'erano i VHS che
      avevano qualità pessima ma che qualcuno pensò
      ignobilmente di spingere alla faccia dei tanti
      che avevano pagato anche un milione (che nei
      primi anni 80 significava un intero stipendio di
      un impiegato) un videoregistratore Betamax o
      Video2000. Dopo la pessima idea del VHS che era
      inferiore tantissimo al super8 (non parliamo del
      16mm) e chiaramente lo era anche rispetto al
      Video2000 e al Betamax, decisero di fare il
      laserdisc (che in Italia non prese nessuno) e
      quindi di mettere il digitale e quest'ultimo,
      introdotto -ci tengo a ricordarlo- dalle major
      stesse "per migliorare la qualità" (non era vero
      ma ve l'hanno fatto credere). Il digitale c'era
      già nella musica fin dal 1986 e già nei primi
      anni dei DVD la pirateria dei CD (cd audio e
      playstation) era florida, sia dentro che
      soprattutto fuori dalla
      rete.
      Il resto lo sappiamo: l'aumento di banda ha messo
      completamente fuori gioco la pirateria fuori
      dalla rete (e questo già è un evento) ma
      chiaramente ha portato anche a copiare i film che
      prima col 56k era impensabile scaricare (io l'ho
      fatto, il primo film scaricato col 56k fu Star
      Wars I Phantom Menace -tra l'altro una grande
      ca*ata, detto da uno che la trilogia storica la
      amava- quando in Italia non era nemmeno uscito
      nei cinema, ma non credo che molti lo facessero
      all'epoca).

      Morale: avete voluto il digitale? Copiare numeri
      senza sbagliare è più facile che copiare un'onda
      senza sbagliare. Voi lo sapevate perché è stato
      più facile anche per voi. Chi è causa del suo mal
      pianga sé
      stesso.ma quale male?
    • ... scrive:
      Re: La musica compressa fa schifo
      ma la finite di mettere in giro ste leggende metropolitane?cd e vinile è la stessa cosa per un semplice, BANALE motivo, NESSUN ESSERE UMANO è in grado sentire un suono oltre i 18 kHz-20kHz quando va bene, campionando a 24bit e 96 kHz, state ben oltre le condizioni del teorema del campionamento, quindi potete riscostruire perfettamente il segnale iniziale, tutto il resto è fuffama siete anche di quelli che comprano i cavi in oro?? ma vi rendete conto di quanto siete cretini? :)ovviamente un mp3 ha qualità inferiore, ma è un formato di compressione lossy che taglia delle frequenze e quantizza per occupare meno spazio, che è ben diverso dal campionare un segnale audioè come dire che le macchine fotografiche digitali sono peggio della pellicola, era vero 10 anni fa, ora con i sensori da 25 mpixel la sensibilità della pellicola è stata SUPERATA di un fattore 2 (è stimata intorno a 12 mpixel)se avete speso 20000 euro per un lettore di vinili, siete dei POLLI
  • FDG scrive:
    Re: La musica compressa fa schifo
    - Scritto da: Dottor StranamoreVedi di fanculizzarti in vinile.
  • Mastro Geppetto scrive:
    Ottimo... bravo Prince...
    tanto è da Sign o' the Times che non produci più niente di ascoltabile.
    • prova123 scrive:
      Re: Ottimo... bravo Prince...
      Ma chi è che si scarica la musica di Prince? Anche se si paga la tassa antipirateria gli HD mica li regalano! :D
  • energy9drink scrive:
    povero piccolo principe
    ...di sicuro non ci mancherai
    • Rover scrive:
      Re: povero piccolo principe
      Sono certo che molti di quelli che stanno sparando su Prince, se lo stesso si fosse espresso a favore della pirateria, ora lo starebbero glorificando.Così va il mondo....
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: povero piccolo principe
        - Scritto da: Rover
        Sono certo che molti di quelli che stanno
        sparando su Prince, se lo stesso si fosse
        espresso a favore della pirateria, ora lo
        starebbero glorificando.
        Così va il mondo....Ceppaflex s'è espresso a favore della pirateria e non finirò mai di elogiarlo (e non solo per questo, anche perché sia lui sia i musicisti che suonano con lui -che a dirla tutta in questo brano non danno il meglio di loro ma provate a sentire gli altri brani di "Coito ergo sum", come "Clero ttura de XXXXXX" o anche "Mandami in radio col beep"- sono gente che ha i XXXXXX quadrati e al di là dei testi che possono piacere o meno -ma se non ti piacciono sei un bigotto- ci sono molti aspetti musicalmente anche molto interessanti in alcuni loro brani):[yt]iI6mc46lxFA[/yt]-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 luglio 2011 01.01-----------------------------------------------------------
        • luppolo scrive:
          Re: povero piccolo principe
          - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
          - Scritto da: Rover

          Sono certo che molti di quelli che stanno

          sparando su Prince, se lo stesso si fosse

          espresso a favore della pirateria, ora lo

          starebbero glorificando.

          Così va il mondo....

          Ceppaflex s'è espresso a favore della pirateriaA beh, allora... :D
        • Lucio, addome cianciugliante scrive:
          Re: povero piccolo principe
          - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
          - Scritto da: Rover

          Sono certo che molti di quelli che stanno

          sparando su Prince, se lo stesso si fosse

          espresso a favore della pirateria, ora lo

          starebbero glorificando.

          Così va il mondo....

          Ceppaflex(rotfl)
      • Lucio, addome cianciugliante scrive:
        Re: povero piccolo principe
        - Scritto da: Rover
        Sono certo che molti di quelli che stanno
        sparando su Prince, se lo stesso si fosse
        espresso a favore della pirateria, ora lo
        starebbero
        glorificandoVero. Detto questo, Prince puo' piacere o no, ma la sua bella importanza nella musica ce l'ha avuta. E detto questo, e' anche vero che saranno almeno 20 anni che praticamente non fa nulla di decente.
  • girocollo scrive:
    furto?!?!
    e allora lady gaga (giusto per fare un sempio), insulsa ed esibizionista poco piu' che ventenne con 90 milioni di dollari di ricavi in un anno come li chiami? e questi XXXXXXX hanno anche il coraggio di chiedere agli altri di fare beneficenza! ah gia', poi la ggente se la prende con i banchieri o i politici... patetica massa di idioti!
    • lol scrive:
      Re: furto?!?!
      Ti rode il fatto che non sei famoso come lei, eh? :D
      • Rover scrive:
        Re: furto?!?!
        Credo che sia più legittimo il rodimento x la pecunia.
      • girocollo scrive:
        Re: furto?!?!
        assolutamente no, se e' per quello c'e' gente quasi completamente ignota al popolino e che guadagna anche 100 volte di piu' di lei facendo molto meno, e allora? a me piu' che altro fa XXXXXXXre la stupidita' della gente... si', sono sempre XXXXXXXto...
  • uno qualsiasi scrive:
    Così è giusto
    Non ti pagano le somme che vuoi? Smetti di lavorare.Se qualcuno sentirà la mancanza del tuo lavoro, sarà lui stesso a cercarti e a offrirti i soldi che prima ti aveva negato.Se invece nessuno sente la mancanza... vuol dire che era un lavoro inutile, e quindi pagarti significava buttare i soldi. Si eviteranno altri sprechi, se non lavori più.E non c'è alcun bisogno nè di denunce, nè di iniqui compensi, nè di censura.
  • Maurizio Soddu scrive:
    Peccato che...
    ...la sua ultima canzone ascoltabile sia di venti anni fa e che se non fosse per internet e per i formati digitali, quasi nessuno si ricorderebbe più di lui se non i suoi fans dell'epoca e chi ha seguito la vicenda della sua condanna per plagio.
    • Quotator Maximus scrive:
      Re: Peccato che...
      - Scritto da: Maurizio Soddu
      ...la sua ultima canzone ascoltabile sia di venti
      anni fa e che se non fosse per internet e per i
      formati digitali, quasi nessuno si ricorderebbe
      più di luiQUOTO.
  • Jacopo Monegato scrive:
    Re: La musica compressa fa schifo
    io ho notato che invece l'impianto audio della macchina distrugge la compressione della dinamica :D riesco a tirare fuori bassi favolosi che scaldano il cuore COMPRERO' A CIRCA BREVE) è in mp3, il resto un rip in flac dai cd.. in fondo ai rush che gliene è mai fregato di avere una dinamica ultracompressa, suonano sempre bene :D
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: La musica compressa fa schifo
      - Scritto da: Jacopo Monegato
      io ho notato che invece l'impianto audio della
      macchina distrugge la compressione della dinamica
      :DLe frequenze che vengono tagliate dai vari sistemi di compressione sono quelle alte, non quelle basse. Il non sentire decentemente le frequenze basse dipende spesso dall'impianto con cui si ascolta (nei restanti casi dipende dall'inettitudine di chi stava al mixer in sala di incisione e purtroppo non sono casi isolati) e non c'entra niente con quello che dici, tranne i vari sistemi di elaborazione a posteriori che mettono la dinamica in modalità "notte" e cose simili.Ma non c'entra comunque niente, se la stessa canzone sull'impianto di casa non la senti coi bassi profondi, o hai equalizzato male i bassi sull'equalizzatore, o il/i subwoofer del tuo impianto di casa sono rotti o sono di bassa qualità (in un impianto audio che si possa definire "decente", il solo sub costa almeno la metà di tutto il costo dell'impianto e assorbe il doppio se non il triplo della corrente o della potenza in termini di W rispetto al resto dell'impianto).
  • Sgabbio scrive:
    Re: La musica compressa fa schifo
    FFFFFFF A parte che elton john aveva proposto di chiudere internet per tot tempo, comunque faccio notare che la qualità dei CD audio non è cosi orrenda, oltre al vantaggio di non degradasrsi come il vinile.Semmai si può incolpare le major di aver affossato per loro stessa miopia i possibili sucXXXXXri dei CD.
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: La musica compressa fa schifo
      - Scritto da: Sgabbio
      FFFFFFF A parte che elton john aveva proposto di
      chiudere internet per tot tempo, comunque faccio
      notare che la qualità dei CD audio non è cosi
      orrenda, oltre al vantaggio di non degradasrsi
      come il vinile.Se i vinili non li ascolti col mangiadischi Penny (un aratro usato come puntina avrebbe rovinato meno dischi), la qualità del vinile rimane alta (non perfetta ma alta) anche dopo diversi ascolti.
  • cognome scrive:
    Re: La musica compressa fa schifo
    - Scritto da: Dottor Stranamore
    anche ai CD
    vengono applicati degli algoritmi di compressione
    che appiattiscono la definizione della musica. Lo
    ha detto pure Bob Dylan tempo
    fa:Ah, se lo dice Bob Dylan... (rotfl)
  • Cbuttius scrive:
    Re: La musica compressa fa schifo
    - Scritto da: krane

    Ma il vinile non e' quella cosa che ha il fruscio
    ? Il fruscio e' sinonimo di qualita
    ?
    Tipica risposta di chi non ha mai ascoltato un vinile (o non lo ha mai fatto su un impianto decente).Ho degli amici che la pensavano allo stesso modo: quando gli ho fatto ascoltare un vinile sul mio impianto sono rimasti di stucco. Fruscio ??? Se il disco e' tenuto bene e se l'impianto e' buono non ve n'e' la minima traccia. In compenso il suono e' veramente impareggiabile.
  • Cbuttius scrive:
    Re: La musica compressa fa schifo
    - Scritto da: Dottor Stranamore
    Io non so la gente come fa a comprare i CD o
    ascoltare quegli schifo di
    mp3.[...]
    Io compro solo dischi in vinile e vado ai
    concerti. Secondo me queste generazioni di
    giovani che hanno ascoltato la musica in digitale
    sono state danneggiate per sempre. Come al
    solito, come soluzione alla Elton Jon, propongo
    di eliminare Internet per via della distribuzione
    di musica compressa che trovo diseducativa, ma
    anche di vietare la vendita di CD musicali. Solo
    dischi in vinile per legge. Farebbe ritornare in
    auge i negozi di dischi. Quindi nuovi posti di
    lavoro.Anch'io sono un analogista convinto, ma mi pare tu sia un po' troppo estremista. La musica su vinile e' bella, quella digitale e' comoda. A casa ho il mio impianto serio dove ascolto i vinili, poi ho la raccolta digitale che ascolto in macchina e quando sono fuori casa. Vietare la vendita di CD e' una ignorantata bella e buona come lo sarebbe il vietare la vendita dei vinili.
  • Cbuttius scrive:
    Non tornera' a registrare ???
    Non ne sentiremo la mancanza !!!
    • krane scrive:
      Re: Non tornera' a registrare ???
      - Scritto da: Cbuttius
      Non ne sentiremo la mancanza !!!Qualcuno si era accorto avesse smesso ???
      • Cbuttius scrive:
        Re: Non tornera' a registrare ???
        - Scritto da: krane
        - Scritto da: Cbuttius

        Non ne sentiremo la mancanza !!!

        Qualcuno si era accorto avesse smesso ???La domanda giusta e':Qualcuno si era accorto che avesse iniziato ???
        • krane scrive:
          Re: Non tornera' a registrare ???
          - Scritto da: Cbuttius
          - Scritto da: krane

          - Scritto da: Cbuttius


          Non ne sentiremo la mancanza !!!

          Qualcuno si era accorto avesse smesso ???
          La domanda giusta e':
          Qualcuno si era accorto che avesse iniziato ???(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • c64 scrive:
            Re: Non tornera' a registrare ???
            Prince chi?
          • Pino scrive:
            Re: Non tornera' a registrare ???
            Forse Prince of Persia... :D
          • Tony da Roma scrive:
            Re: Non tornera' a registrare ???
            Si certo. Voi negli anni 80 ancora giocavate con le bambole...Tony
          • Cbuttius scrive:
            Re: Non tornera' a registrare ???
            - Scritto da: Tony da Roma
            Si certo. Voi negli anni 80 ancora giocavate con
            le
            bambole...

            TonyE' che c'era musica piu' interessante da ascoltare...
  • lellykelly scrive:
    Re: La musica compressa fa schifo
    se è aaa ok, ma se è daa o dda che fai? chi fa ancora gli aaa?FAIL
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: La musica compressa fa schifo
      - Scritto da: lellykelly
      se è aaa ok, ma se è daa o dda che fai?Non compri o compri su cd, tanto il danno è stato già fatto in sala di incisione.
  • Jerry Garcia scrive:
    Un motivo in più per scaricare
    Far piangere prince e non fargli più registrare la sua roba.
    • aphex twin scrive:
      Re: Un motivo in più per scaricare
      Dare banda a quello schifo di musica ? MAIAl massimo , solo per farlo XXXXXXXre , scarico nella sua cartella di destinazione principale , IL CESTINO.
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: Un motivo in più per scaricare
        - Scritto da: aphex twin
        Dare banda a quello schifo di musica ? MAI

        Al massimo , solo per farlo XXXXXXXre , scarico
        nella sua cartella di destinazione principale ,
        IL
        CESTINO.download
        /dev/null
      • Tenerone scrive:
        Re: Un motivo in più per scaricare
        Ah ah ah
    • Mighael scrive:
      Re: Un motivo in più per scaricare
      io non so manco chi è :D
  • Izio scrive:
    Re: La musica compressa fa schifo
    - Scritto da: luppolo
    - Scritto da: il solito bene informato



    sul fatto che il suono del vinile sia migliore
    di

    quello del CD, concordo anch'io con il dottor

    stranamore;
    E i dati per sostenere quest'affermazione?
    O basta la parola di tuo cuGGino? :DA quanto ne so, tutte le volte che hanno messo alla prova in doppio cieco i sostenitori del "so distinguere benissimo un formato lossy ad alta qualità da un wav", questi sono stati sp.....ati alla grande.Col disco vs. CD non puoi farlo, purtroppo: *snap* *crackle* *poof* dzing bang *pock* "Ahhhh, non ci sono dubbi, QUESTO è il suono corposo e vitale del vinile, mica quella fredda schifezza del CD!" ;-)
    • Cbuttius scrive:
      Re: La musica compressa fa schifo
      - Scritto da: Izio

      A quanto ne so, tutte le volte che hanno messo
      alla prova in doppio cieco i sostenitori del "so
      distinguere benissimo un formato lossy ad alta
      qualità da un wav", questi sono stati sp.....ati
      alla
      grande.Io conosco persone che se ne accorgono subito (e talvolta individuano anche il tipo di compressione lossy).
      Col disco vs. CD non puoi farlo, purtroppo:
      *snap* *crackle* *poof* dzing bang *pock* "Ahhhh,
      non ci sono dubbi, QUESTO è il suono corposo e
      vitale del vinile, mica quella fredda schifezza
      del CD!"
      ;-)Beh, se usi una stampa sudamericana, magari con il giradischi usb da 100 Euro su mediashopping, grazie al caxxo !!!
      • Vihai Varlog scrive:
        Re: La musica compressa fa schifo
        Anche lui è per caso mio cuggino?
      • luppolo scrive:
        Re: La musica compressa fa schifo
        - Scritto da: Cbuttius
        - Scritto da: Izio



        A quanto ne so, tutte le volte che hanno messo

        alla prova in doppio cieco i sostenitori del "so

        distinguere benissimo un formato lossy ad alta

        qualità da un wav", questi sono stati sp.....ati

        alla

        grande.

        Io conosco persone che se ne accorgono subito (e
        talvolta individuano anche il tipo di
        compressione
        lossy).
        Mio cuGGino? :D
      • TADsince1995 scrive:
        Re: La musica compressa fa schifo

        Io conosco persone che se ne accorgono subito (e
        talvolta individuano anche il tipo di
        compressione
        lossy).Ti dirò, sarà forse una suggestione, ma io su certi tipi di musica la differenza la sento. Certo, ascoltandoti Shakira o Ligabue non c'è modo di accorgersene, ma su certi tipi di brani la differenza c'è. Provate ad ascoltarvi un live o un unplugged, prima da un mp3 e poi direttamente da un CD. E' come se dal CD ci fosse più "aria" tra gli strumenti, la loro posizione è più definita e il segnale è meno pasticciato che nell'mp3. L'importante è avere una catena di riproduzione dignitosa, io ho un "semplice" Denon con delle discrete cuffie Sennheiser ed è già sufficiente. Sul vinile non ho molta esperienza, ma se esistono cose come questa un motivo ci sarà:http://www.tnt-audio.com/sorgenti/belladonna2.html
    • luppolo scrive:
      Re: La musica compressa fa schifo
      - Scritto da: Izio
      Col disco vs. CD non puoi farlo, purtroppo:
      *snap* *crackle* *poof* dzing bang *pock* "Ahhhh,
      non ci sono dubbi, QUESTO è il suono corposo e
      vitale del vinile, mica quella fredda schifezza
      del CD!"(rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • Rizzo Master scrive:
    prince
    XXXXXX isterica
  • pocomolto scrive:
    Prince, GRANDE ARTISTA!
    ok, vai con le risate...
    • Jerry Garcia scrive:
      Re: Prince, GRANDE ARTISTA!
      - Scritto da: pocomolto
      ok, vai con le risate...(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • il solito bene informato scrive:
      Re: Prince, GRANDE ARTISTA!
      - Scritto da: pocomolto
      ok, vai con le risate...TAFKAAA(The Artist Formerly Known As An Artist)
    • Franky scrive:
      Re: Prince, GRANDE ARTISTA!
      - Scritto da: pocomolto
      ok, vai con le risate...(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • .poz scrive:
    Re: La musica compressa fa schifo
    Lascia stare Dylan che per soldi ha accontentato i censori cinesi non suonado le sue canzoni più "rivoluzionarie" nel recente tour in cina....Detto questo, hai ascoltato dell' audio digitale non compresso ad alta definizione come un SACD od un DVD audio, ovviamente su un impianto adeguato (sopratutto le cassema anche l'ampli) a riprodurre una simile gamma e risposta in frequenza ? Oppure hai ascoltato un cd da un player portatile con delle cuffiette da 20 euri ed hai stabilito che l'audio digitale fa schifo ?SACD e DVD-Audio per frequenza e bit di campionamento riescono a riprodurre il suono con una fedeltà di diversi ordini di grandezza superiore a quella che l'orecchio umano, anche allenato, è in grado di percepire.Il problema è: cosa vale la pena di ascoltare con simili livelli di fedeltà ? lady gaga ? La buona musica rock è stata incisa prima del 1979, quindi niente HD... forse un po di jazz-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 30 giugno 2011 15.14-----------------------------------------------------------
    • lellykelly scrive:
      Re: La musica compressa fa schifo
      infatti se ascolti i beatles o i queen in sacd ti viene male, se ascolti i rammstain o i dire straits i pantaloni cominciano a diventare stretti...
    • Sgabbio scrive:
      Re: La musica compressa fa schifo
      Modificato dall' autore il 30 giugno 2011 15.14
      --------------------------------------------------Dipende salla sorgente dell'audio, comunque c'è da dire che se no fosse per la miopia delle mahor, il DVD audio e/o SACD (per non parlare dei DAT) avrebbero sostituito i CD da un bel pò.
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: La musica compressa fa schifo
      - Scritto da: .poz
      Il problema è: cosa vale la pena di ascoltare con
      simili livelli di fedeltà ? lady gaga ? La buona
      musica rock è stata incisa prima del 1979, quindi
      niente HD... forse un po di jazzI master analogici non venivano registrati su musicassette eh... si usavano nastri da un pollice negli studi più scrausi... il problema semmai è se quei master sono ancora reperibili e qual è lo stato di conservazione e questo purtroppo quasi mai succede infatti spesso le ristampe su cd le devono fare prendendo il più delle volte, come master, il vinile metallico (il negativo su cui si pressavano i vinili). Il problema è che non avendo più (o non avendo mai avuto) il master con le tracce dei singoli strumenti non puoi tentare di fare una riequalizzazione meglio adeguata al nuovo supporto e agli impianti moderni. Da qui la qualità mediocre di molti cd ristampati, che è infinitamente inferiore allo stesso album su vinile ben conservato (anche non nuovo, purché ben conservato)
  • Fetente scrive:
    Prince non registrerà più...
    ESTIQAATSI! pensa che è un vero peccato che artista così bravo ecc. ecc.(solo per gli ascoltatori di 610 - radio due)
    • pocomolto scrive:
      Re: Prince non registrerà più...
      - Scritto da: Fetente
      ESTIQAATSI! pensa che è un vero peccato che
      artista così bravo ecc.
      ecc.

      (solo per gli ascoltatori di 610 - radio due)infatti. dopo le sue affermazioni vorrei tanto sentire cosa ne pensa il gran capo... EstiXXXXX
      • Fetente scrive:
        Re: Prince non registrerà più...
        Grande Capo Estiqaatsi!Si scrive Estiqaatsi!un pò di serietà quando si parla della comicità demenziale, che è l'unica cosa seria rimasta in italia
  • Pepito il breve scrive:
    e' uno schifo
    e' uno schifo che esista ancora gente che paga per ascoltare quel bifolco pederasta.trovo inoltre difficile credere ci sia gente che scarica la sua immondizia digitale.
  • Luco, giudice di linea mancato scrive:
    Più gente che ascolterà me
    Meglio così. :D
  • Luco, giudice di linea mancato scrive:
    Un cretino in meno sulla piazza =
    = Più gente che ascolterà me.
  • Alessio scrive:
    Ecchissenefrega di quello che pensa
    Fa musica di XXXXX
    • gomez scrive:
      Re: Ecchissenefrega di quello che pensa
      - Scritto da: Alessio
      Fa musica di XXXXXazz mi hai anticipato di un nanosecondo :-)Mauro
    • ziovax scrive:
      Re: Ecchissenefrega di quello che pensa
      - Scritto da: Alessio
      Fa musica di XXXXXAnche se avesse fatto la musica migliore del mondo, non me ne sarebbe fregato nulla lo stesso.
    • Uha uha scrive:
      Re: Ecchissenefrega di quello che pensa
      Ma prince non è mica quel negretto brutto piccolo e XXXXXo?
  • ABOLIRE IL COPYRIGHT scrive:
    Copiare NON significa rubare
    COPIARE NON SIGNIFICA RUBARE http://www.penale.it/page.asp?IDPag=24 Corte di Cassazione, Sezione IV Penale, 13 novembre 2003 (dep. 29 gennaio 2004), n. 3449 (2110/2003) ...non configurabilità del reato di furto dei files mediante duplicazione (o copiatura)...http://www.penale.it/page.asp?IDPag=903 Corte di Cassazione, Sezione IV Penale, 26 ottobre 2010 (dep. 21 dicembre 2010), n. 44840 ...è da escludere la configurabilità del reato di furto nel caso di semplice copiatura...
    • uno qualunque scrive:
      Re: Copiare NON significa rubare
      vero, ma spesso viene attribuito il fine di lucro. Lucro inteso come "non hai speso per comprare quel brano = hai risparmiato denaro = il fine è lucrare ovvero guadagnarci = ottenere qualcosa senza pagare".Io sono d'accordo che i veri soldi li fanno con i concerti, anzi dovrebbe essere libera la condivisione di tutti i brani di tutti gli artisti a 96kbit, poi se mi piace davvero ahivoglia se me li compro, lo faccio tutt'ora
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: Copiare NON significa rubare
        - Scritto da: uno qualunque
        vero, ma spesso viene attribuito il fine di
        lucro.Non lucro, profitto... SONO UOMINI MARKETING[yt]ociuUrQzx80[/yt]
      • ABOLIRE IL COPYRIGHT scrive:
        Re: Copiare NON significa rubare

        Lucro inteso come "non hai speso per
        comprare quel brano = hai risparmiato denaro = il
        fine è lucrare ovvero guadagnarci = ottenere
        qualcosa senza pagare".Ma quello è il profitto , non il lucro . Sono due cose molto diverse.
      • 01234 scrive:
        Re: Copiare NON significa rubare
        - Scritto da: uno qualunque
        vero, ma spesso viene attribuito il fine di
        lucro. Lucro inteso come "non hai speso per
        comprare quel brano = hai risparmiato denaro = il
        fine è lucrare ovvero guadagnarci = ottenere
        qualcosa senza
        pagare".sì, vabbeh, allora ogni parola può significare qualsiasi cosa :-|cosa che in astratto è, in concreto un tantinello meno.Essùùùù :-)
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: Copiare NON significa rubare

        Io sono d'accordo che i veri soldi li fanno con i
        concerti, anzi dovrebbe essere libera la
        condivisione di tutti i brani di tutti gli
        artisti a 96kbit, poi se mi piace davvero
        ahivoglia se me li compro, lo faccio
        tutt'oraPerò, non li compro in digitale. Un file digitale è identico, copiato o scaricato.Se vuoi venderlo, lo vendi analogico: un bel disco in vinile... e chi vuole ripparlo può provarci.
      • zerobyte scrive:
        Re: Copiare NON significa rubare
        - Scritto da: uno qualunque
        vero, ma spesso viene attribuito il fine di
        lucro. Lucro inteso come "non hai speso per
        comprare quel brano = hai risparmiato denaro = il
        fine è lucrare ovvero guadagnarci = ottenere
        qualcosa senza
        pagare".
        Lucro = ottenere dei soldi in cambio di un'attività.Se non ottengo i soldi ( ma li risparmio ), in pratica non CREO soldi nel mio portafogli.Sinteticamente : Se non ho soldi e scarico 100 mp3 non posso andar a comprare il pane ugualmente.Differente se VENDO opere d'autore NON ORIGINALI. In tal caso, la vendita mi porta dei soldi in tasca e potrei andar a comprare il pane.Spero che la differenza sia ora chiarita.
    • ruppolo scrive:
      Re: Copiare NON significa rubare
      - Scritto da: ABOLIRE IL COPYRIGHT
      COPIARE NON SIGNIFICA RUBARE

      http://www.penale.it/page.asp?IDPag=24
      Corte di Cassazione, Sezione IV Penale, 13
      novembre 2003 (dep. 29 gennaio 2004), n. 3449
      (2110/2003)
      ...non configurabilità del reato di furto dei
      files mediante duplicazione (o
      copiatura)...

      http://www.penale.it/page.asp?IDPag=903
      Corte di Cassazione, Sezione IV Penale, 26
      ottobre 2010 (dep. 21 dicembre 2010), n.
      44840
      ...è da escludere la configurabilità del reato di
      furto nel caso di semplice
      copiatura...Se solo un ipocrita. Anzi, il rappresentate degli ipocriti.
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: Copiare NON significa rubare

        Se solo un ipocrita. Anzi, il rappresentate degli
        ipocriti.Per aver citato la legge?Cioè, tu a quale legge ti vorresti attenere? A quella del far west?
        • iupiter scrive:
          Re: Copiare NON significa rubare
          si le leggi che vi fanno comodo...e poi la cassazione e' comunista vi appoggia sempre a voi zozzi di sinistra.
  • uno scrive:
    Un idiota
    Non trovo altri modi per definire uno che afferma tante e tali stupidaggini. Da paragonare la duplicazione di informazione al furto d'auto, alla scempiaggine della musica digitale...
  • Luca Bernini scrive:
    Prince
    Prince, se non torni a registrare ci fai solo che un piacere! :-)
  • luisito scrive:
    Vabbè', è Prince
    È fatto così, bisogna prenderlo come viene :DKevin Smith ne fa un divertente ritratto raccontando la settimana passata a lavorare per lui:i video sono in inglese purtroppo, ma sono estremamente comprensibili[yt]Gy_cLJ19HMg[/yt][yt]a9O130NYr_4[/yt][yt]rCm4Jxo3ltE[/yt][yt]Vo0LbQzdz1A[/yt]
    • aphex twin scrive:
      Re: Vabbè', è Prince
      - Scritto da: luisito
      È fatto così, bisogna prenderlo come viene :DIo , come viene , lo prenderei a calci , uno al XXXX ed uno alle gengive , ma non da quando si é scagliato contro la pirateria ma da quando si é scagliato contro i suoi stessi fans....., "ah principino , é gia' buono che li hai dei fans."E' un uomo piccolo piccolo, sotto tutti o punti di vista @^
  • lele scrive:
    Musica fatta di bit...
    "Si tratta di un suono fatto di bit... Quando lo ascolti non senti nulla. Noi siamo esseri analogici, non digitali"Peccato che il suono fatto di bit scaricato da internet sia lo stesso suono fatto di bit che viene registrato sui CD. Quelli non gli fanno schifo.A meno che non si ascolti un disco in vinile... e la trasposizione del suono sia fatta direttamente dalla puntina al trombone del grammofono.Che dica, piuttosto, che i soldi che prende a palate gli bastano per vivere, che fa più bella figura...
    • il solito bene informato scrive:
      Re: Musica fatta di bit...
      - Scritto da: lele
      "Si tratta di un suono fatto di bit... Quando lo
      ascolti non senti nulla. Noi siamo esseri
      analogici, non
      digitali"

      Peccato che il suono fatto di bit scaricato da
      internet sia lo stesso suono fatto di bit che
      viene registrato sui CD. Quelli non gli fanno
      schifo.O come quando paragona la condivisione al furto di un'auto.Lo facevo più intelligente...
    • Picchiatell o scrive:
      Re: Musica fatta di bit...
      - Scritto da: lele
      "Si tratta di un suono fatto di bit... Quando lo
      ascolti non senti nulla. Noi siamo esseri
      analogici, non
      digitali"

      Peccato che il suono fatto di bit scaricato da
      internet sia lo stesso suono fatto di bit che
      viene registrato sui CD. Quelli non gli fanno
      schifo.
      A meno che non si ascolti un disco in vinile... e
      la trasposizione del suono sia fatta direttamente
      dalla puntina al trombone del
      grammofono.

      Che dica, piuttosto, che i soldi che prende a
      palate gli bastano per vivere, che fa più bella
      figura...verrebbe da dire da chi ha copiato prince per fare quelle 4 canzoni in croce degli anni '80...
    • smilzoboboz scrive:
      Re: Musica fatta di bit...
      che comunque (il vinile) non è nenche lui propriamente 'analogico'. E comunque, per la musica che fa Prince (e in generale il pop/rock) un MP3 a 128k va più che bene. Sarei d'accordo con chi la musica classica in MP3 (anche fosse 320k+++++) che perde ogni cosa.
      • Picchiatell o scrive:
        Re: Musica fatta di bit...
        - Scritto da: il solito bene informato

        questa cosa del mp3 a 320 kbps è una cosa che mi
        fa davvero girare le "pale" (sì, come gli
        elicotteri): è un mp3, quindi uno dei formati di
        compressione più datati e scrausi, ed è a 320
        kbps quindi difficilmente portabile. A questo
        punto meglio un formato loseless, un aac a 256
        kbps (che supporta il suono multicanale) o,
        volendo fare gli sboroni i grandi
        emettitori di liquido dell'ammore ,
        addirittura AIFF o
        WAV...ma se sul 99% degli icosi c'e' scritto mp3 usi l'mp3 mi sembra chiaro... (rotfl)(rotfl)(rotfl)
        • Sgabbio scrive:
          Re: Musica fatta di bit...
          A parte che pure un ACC di quelle dimensioni come dici te è poco "portabile" per le sue dimensioni :DComunque mp3 al massimo della sua qualità a minor perdite rispetto ai 128 che impasta i suoni.Comunque sbaglio oppure tale codifica si è evoluta con il tempo (parlando del LAME) ?Comunque hanno fatto la veriane lossless degli mp3.
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: Musica fatta di bit...
        - Scritto da: il solito bene informato
        questa cosa del mp3 a 320 kbps è una cosa che mi
        fa davvero girare le "pale" (sì, come gli
        elicotteri): è un mp3, quindi uno dei formati di
        compressione più datati e scrausi,Ma è anche uno dei più compatibili, e dopo il cd audio è il più compatibile in assoluto
        ed è a 320 kbps quindi difficilmente portabile.Gli mp3 a 320kbps sono assolutamente standard, se esiste qualcosa che non dovesse leggerlo (mai sucXXXXX e di mp3 a 320kbps me ne capitano quotidianamente) è quella cosa ad essere fuori dalle specifiche.Gli mp3 leggermente fuori standard sono i VBR cioè quelli con un bitrate variabile (non quelli a 320kbps che sono CBR), ma oggi la stragrande maggioranza dei lettori (da tavolo, portatili, mobili, desktop) legge perfettamente anche quelli. I problemi si avevano con i lettori costruiti 15 anni fa, i primi Diamond per intenderci, ossia i primi lettori mp3 standalone in assoluto. Da allora le cose si sono un po' evolute ;)Resta che in ambito musicale l'mp3 è molto più standard del wav (che di suo è un contenitore, come lo è l'avi insomma, quindi può contenere un codec anche diverso dal windows pcm) ed è, ripeto, secondo solo al cd audio in fatto di portabilità.
        A questo
        punto meglio un formato loseless, un aac a 256
        kbps (che supporta il suono multicanale) o,
        volendo fare gli sboroni i grandi
        emettitori di liquido dell'ammore ,
        addirittura AIFF o WAV...AIFF va solo su computer. AAC funziona su computer e poco altro. WAV dipende dal codec che usa ma a quel punto tanto vale fare un cd audio tanto lo spazio occupato è analogo.
        • il solito bene informato scrive:
          Re: Musica fatta di bit...
          - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
          - Scritto da: il solito bene informato

          questa cosa del mp3 a 320 kbps è una cosa che mi

          fa davvero girare le "pale" (sì, come gli

          elicotteri): è un mp3, quindi uno dei formati di

          compressione più datati e scrausi,

          Ma è anche uno dei più compatibili, e dopo il cd
          audio è il più compatibile in
          assolutonon ho parlato di compatibilità

          ed è a 320 kbps quindi difficilmente portabile.

          Gli mp3 a 320kbps sono assolutamente standard, se
          esiste qualcosa che non dovesse leggerlo (mai
          sucXXXXX e di mp3 a 320kbps me ne capitano
          quotidianamente) è quella cosa ad essere fuori
          dalle
          specifiche.non ho parlato di compatiblità :)Per portabilità mi riferisco alle dimensioni dei file: un album che a 128 kpbs è 100 mega, a 320 sarà quasi tre volte più grande, il che fa una certe differenza quando vuoi portare più album in una scheda da 2 o 4 giga. E poi l'mp3 è "per definizione" portabile, quindi difficilmente si riesce ad apprezzare la qualità di un brano mentre si è in autobus, in treno, camminando in mezzo al traffico o mentre ci si fa investire da un SUV.
          AIFF va solo su computer. AAC funziona su
          computer e poco altro.dopo che mi hanno fregato l'iPod ho ascoltato la musica solo sui cellulari e finora tutti supportavano i file aac (anzi, gli .m4a decodificati da iTunes). L'unico problema sono i tag: devi mettere un numerino davanti al titolo del brano altrimenti il lettore ti piazza le tracce in ordine alfabetico...
      • ciccio quanta ciccia scrive:
        Re: Musica fatta di bit...
        grandi emettitori di liquido dell'ammore è meravigliosa! Clap clap!
        • il solito bene informato scrive:
          Re: Musica fatta di bit...
          - Scritto da: ciccio quanta ciccia
          grandi emettitori di liquido dell'ammore è
          meravigliosa! Clap
          clap! :) copyright: Faso degli Elio e le Storie Tese
    • poiuy scrive:
      Re: Musica fatta di bit...
      "A meno che non si ascolti un disco in vinile... e la trasposizione del suono sia fatta direttamente dalla puntina al trombone del grammofono."Peccato che in sala registrazione probabilmente usano dei PC...
    • Cavallo Pazzo scrive:
      Re: Musica fatta di bit...
      Ehhh ma non può comprarsi contemporaneamente la limousine, la maserati e la lamborghi se scaricate, quindi gli state rubando l'auto... (dico voi, perchè io non so nemmeno che musica faccia)...Poi, per inciso, non sarei tanto sicuro del fatto che siamo esseri analogici, dal momento che gli impulsi nervosi nelle sinapsi sono quanti di energia ben definiti, in questo senso paragonabili con i bit della comunicazione digitale.
      • krane scrive:
        Re: Musica fatta di bit...
        - Scritto da: Cavallo Pazzo
        Ehhh ma non può comprarsi contemporaneamente
        la limousine, la maserati e la lamborghi se
        scaricate, quindi gli state rubando l'auto...
        (dico voi, perchè io non so nemmeno che
        musica faccia)...Se gli rubiamo l'auto che si faccia una bella assicurazione contro il furto e gli passa la paura :)
        Poi, per inciso, non sarei tanto sicuro del fatto
        che siamo esseri analogici, dal momento che gli
        impulsi nervosi nelle sinapsi sono quanti di
        energia ben definiti, in questo senso
        paragonabili con i bit della comunicazione
        digitale.Non abbiamo un clock che io sappia.
  • .poz scrive:
    oddio come faremo....
    Come faremo a resistere senza nuove canzoni di prince ?Mentre questo solone dimostra di non aveere capito un tubazzo dei media digitali, band di suXXXXX pubblicano video in anteprima su youtube....
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: oddio come faremo....
      - Scritto da: .poz
      Come faremo a resistere senza nuove canzoni di
      prince
      ?

      Mentre questo solone dimostra di non aveere
      capito un tubazzo dei media digitali, band di
      suXXXXX pubblicano video in anteprima su
      youtube....Esatto tra cui i Dream Theater.
      • il solito bene informato scrive:
        Re: oddio come faremo....
        - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
        - Scritto da: .poz

        Come faremo a resistere senza nuove canzoni di

        prince

        ?



        Mentre questo solone dimostra di non aveere

        capito un tubazzo dei media digitali, band di

        suXXXXX pubblicano video in anteprima su

        youtube....

        Esatto tra cui i Dream Theater.I Drea... che? scusa ma ogni volta che provo a leggere il loro nome mi addormento prima della fine... (rotfl)
        • Chuck Norris scrive:
          Re: oddio come faremo....
          - Scritto da: il solito bene informato
          - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

          - Scritto da: .poz


          Come faremo a resistere senza nuove canzoni di


          prince


          ?





          Mentre questo solone dimostra di non aveere


          capito un tubazzo dei media digitali, band di


          suXXXXX pubblicano video in anteprima su


          youtube....



          Esatto tra cui i Dream Theater.

          I Drea... che? scusa ma ogni volta che provo a
          leggere il loro nome mi addormento prima della
          fine...
          (rotfl)Beh, il problema è tuo, che non capisci niente di musica! :)
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: oddio come faremo....
          - Scritto da: il solito bene informato
          - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

          - Scritto da: .poz


          Come faremo a resistere senza nuove canzoni di


          prince


          ?





          Mentre questo solone dimostra di non aveere


          capito un tubazzo dei media digitali, band di


          suXXXXX pubblicano video in anteprima su


          youtube....



          Esatto tra cui i Dream Theater.

          I Drea... che? scusa ma ogni volta che provo a
          leggere il loro nome mi addormento prima della
          fine...
          (rotfl)L'ultimo pezzo è bello. Ascoltalo.[yt]oasnbzEMV08[/yt]
          • il solito bene informato scrive:
            Re: oddio come faremo....
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            - Scritto da: il solito bene informato

            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato


            - Scritto da: .poz



            Come faremo a resistere senza nuove canzoni
            di



            prince



            ?







            Mentre questo solone dimostra di non aveere



            capito un tubazzo dei media digitali, band
            di



            suXXXXX pubblicano video in anteprima su



            youtube....





            Esatto tra cui i Dream Theater.



            I Drea... che? scusa ma ogni volta che provo a

            leggere il loro nome mi addormento prima della

            fine...

            (rotfl)

            L'ultimo pezzo è bello. Ascoltalo.
            [yt]oasnbzEMV08[/yt]riconosco la bravura... ma il progressive mi entra da un orecchio ed esce dall'altro.Del resto, io non sono un appassionato di musica.
  • ruppolo scrive:
    Dovrebbero fare tutti come lui
    Volete ascoltare la musica? Muovete il culetto e andate ai concerti, PAGANDO viaggio e biglietto.
    • Ciccio scrive:
      Re: Dovrebbero fare tutti come lui
      Il principino non vuole più produrre cose nuove perchè ha paura che vengano piratate? Chi se ne frega!
    • il solito bene informato scrive:
      Re: Dovrebbero fare tutti come lui
      - Scritto da: ruppolo
      Volete ascoltare la musica? Muovete il culetto e
      andate ai concerti, PAGANDO viaggio e
      biglietto.per una volta sono d'accordo con te: così dovranno lavorare anche loro.
      • anonimo scrive:
        Re: Dovrebbero fare tutti come lui
        - Scritto da: il solito bene informato
        - Scritto da: ruppolo

        Volete ascoltare la musica? Muovete il culetto e

        andate ai concerti, PAGANDO viaggio e

        biglietto.

        per una volta sono d'accordo con te: così
        dovranno lavorare anche
        loro.Perché Prince prima non ne faceva di concerti?
        • il solito bene informato scrive:
          Re: Dovrebbero fare tutti come lui
          - Scritto da: anonimo
          - Scritto da: il solito bene informato

          - Scritto da: ruppolo


          Volete ascoltare la musica? Muovete il
          culetto
          e


          andate ai concerti, PAGANDO viaggio e


          biglietto.



          per una volta sono d'accordo con te: così

          dovranno lavorare anche

          loro.

          Perché Prince prima non ne faceva di concerti?rettifico la mia precedente dichiarazione:per far soldi dovranno lavorare e non lucrare a vita su un'opera prodotta nel 1985
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Dovrebbero fare tutti come lui
            - Scritto da: il solito bene informato
            - Scritto da: anonimo

            - Scritto da: il solito bene informato


            - Scritto da: ruppolo



            Volete ascoltare la musica? Muovete il

            culetto

            e



            andate ai concerti, PAGANDO viaggio e



            biglietto.





            per una volta sono d'accordo con te: così


            dovranno lavorare anche


            loro.



            Perché Prince prima non ne faceva di concerti?

            rettifico la mia precedente dichiarazione:
            per far soldi dovranno lavorare e non lucrare a
            vita su un'opera prodotta nel
            1985Io vengo dal passato! Sono venuto qui con una macchina del tempo che tu hai inventato. E ora ho bisogno del tuo aiuto per tornare all'anno... millenovecento... ottantacinque!! (rotfl)[img]http://img534.imageshack.us/img534/741/martymcflybasito.jpg[/img](rotfl)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 luglio 2011 01.07-----------------------------------------------------------
          • ciccio quanta ciccia scrive:
            Re: Dovrebbero fare tutti come lui
            MITICO!!!!!!!!!
          • Doc. Emmet Brown scrive:
            Re: Dovrebbero fare tutti come lui
            GRANDE ... GIOVE!
      • FDG scrive:
        Re: Dovrebbero fare tutti come lui
        - Scritto da: il solito bene informato
        - Scritto da: ruppolo

        Volete ascoltare la musica? Muovete il culetto e

        andate ai concerti, PAGANDO viaggio e

        biglietto.

        per una volta sono d'accordo con te: così
        dovranno lavorare anche loro.(rotfl)Apprezzo molto di più i gruppi che si fanno il c*lo suonando nei locali che certi "musicisti" fighetti con la puzza sotto il naso.
        • Findi scrive:
          Re: Dovrebbero fare tutti come lui
          - Scritto da: FDG
          - Scritto da: il solito bene informato


          - Scritto da: ruppolo


          Volete ascoltare la musica? Muovete il
          culetto
          e


          andate ai concerti, PAGANDO viaggio e


          biglietto.



          per una volta sono d'accordo con te: così

          dovranno lavorare anche loro.

          (rotfl)

          Apprezzo molto di più i gruppi che si fanno il
          c*lo suonando nei locali che certi "musicisti"
          fighetti con la puzza sotto il
          naso.Sono d'accordo, le major dovrebbero aiutare LORO ad emergere...e smetterla di stare sempre a menarla con gente che 20 anni fa era in testa alle classifiche!:-)
    • bubba scrive:
      Re: Dovrebbero fare tutti come lui
      - Scritto da: ruppolo
      Volete ascoltare la musica? Muovete il culetto e
      andate ai concerti, PAGANDO viaggio e
      biglietto.concordo! E mi raccomando *NIENTE* cd, dvd, blueray. E nessun uso di macintosh e di synth digitali al concerto. Nessun videoclip trasmesso via DVB-T o DVB-S.E SOLO vendita di audiocassette... perche' siamo "esseri analogici" e odiamo "la musica digitale".
      • anonimissim o scrive:
        Re: Dovrebbero fare tutti come lui
        C'è questa stranissima concezione per cui se uno è musicista affermato deve essere anche multimilionario, E chi lo dice?????Per come la vedo io, se sei davvero davvero bravo ti fai il tuo bel culetto e vai in giro per il mondo a fare concerti. QUELLA è la tua musica e QUELLA devi vendere. Il cddvd dovrebbe essere lo strumento promozionale per convincermi a partecipare ad un concerto per il quale pagherei volentieri (se li meriti). Se poi sei bravo bravo bravo il biglietto del concerto lo fai pagare anche salato che cmq la gente viene.E così diventi abbastanza ricco.Ma magari non milionario. E, ribadisco, non capisco perchè rockstar debba andare a braccetto con milionario.....
        • Homo Musicalis scrive:
          Re: Dovrebbero fare tutti come lui
          - Scritto da: anonimissim o
          E, ribadisco, non
          capisco perchè rockstar debba andare a braccetto
          con milionario.....Perchè "ascoltatore" fa rima con "consumatore"...
        • ruppolo scrive:
          Re: Dovrebbero fare tutti come lui
          Niente CD/DVD, vuoi lo spettacolo? Muovi il XXXX.
          • jobs melone scrive:
            Re: Dovrebbero fare tutti come lui
            ruppolo il digitale è vita...itunes dove lo metti?? ti stai comportando male e il posto a foxxcon puo' andare ad altri candidati.. stai attento
          • krane scrive:
            Re: Dovrebbero fare tutti come lui
            - Scritto da: ruppolo
            Niente CD/DVD, vuoi lo spettacolo? Muovi il XXXX.Ma questo lo dicono da un po' proprio i sostenitori degli mp3 aggratisse.
          • ciccio pasticcio quello vero scrive:
            Re: Dovrebbero fare tutti come lui
            - Scritto da: ruppolo
            Niente CD/DVD, vuoi lo spettacolo? Muovi il XXXX.certo, chiudiamo iTunes e tutte le emittenti radiofoniche, basta ipod.E pure i cinema, va: vuoi lo spettacolo? vai a teatro.Idem per le partite di calcio la domenica: chi vuole se le va a vedere allo stadio, tutti gli altri a casa o al mare, a fare le parole crociate.Come al solito, hai davvero un bel modo di ragionare :)
          • il solito bene informato scrive:
            Re: Dovrebbero fare tutti come lui
            - Scritto da: ciccio pasticcio quello vero
            - Scritto da: ruppolo

            Niente CD/DVD, vuoi lo spettacolo? Muovi il
            XXXX.

            certo, chiudiamo iTunes e tutte le emittenti
            radiofoniche, basta
            ipod.W la radio parlata.E poi eliminare la grande distribuzione della musica vorrebbe dire la fine della musica "commerciale", tutto a vantaggio della qualità
            E pure i cinema, va: vuoi lo spettacolo? vai a
            teatro.a quando una versione teatrale, o meglio, MUSICAL di The Matrix? :D
            Idem per le partite di calcio la domenica: chi
            vuole se le va a vedere allo stadio,AMEN
          • ciccio pasticcio quello vero scrive:
            Re: Dovrebbero fare tutti come lui
            - Scritto da: il solito bene informato
            - Scritto da: ciccio pasticcio quello vero

            - Scritto da: ruppolo


            Niente CD/DVD, vuoi lo spettacolo? Muovi il

            XXXX.



            certo, chiudiamo iTunes e tutte le emittenti

            radiofoniche, basta

            ipod.

            W la radio parlata.
            E poi eliminare la grande distribuzione della
            musica vorrebbe dire la fine della musica
            "commerciale", tutto a vantaggio della
            qualità


            E pure i cinema, va: vuoi lo spettacolo? vai a

            teatro.

            a quando una versione teatrale, o meglio, MUSICAL
            di The Matrix?
            :D


            Idem per le partite di calcio la domenica: chi

            vuole se le va a vedere allo stadio,

            AMENcerto, amen. Ma se uno evita di ragionare da quadrumane e fa due semplici calcoli, capisce quanto può guadagnare diffondendo la musica in digitale, trasmettendo le partite di calcio alla tele, e la musica alla radio. E vedi che il tuo "AMEN" passa subito :)
          • il solito bene informato scrive:
            Re: Dovrebbero fare tutti come lui
            - Scritto da: ciccio pasticcio quello vero
            - Scritto da: il solito bene informato

            - Scritto da: ciccio pasticcio quello vero


            - Scritto da: ruppolo



            Niente CD/DVD, vuoi lo spettacolo? Muovi il


            XXXX.





            certo, chiudiamo iTunes e tutte le emittenti


            radiofoniche, basta


            ipod.



            W la radio parlata.

            E poi eliminare la grande distribuzione della

            musica vorrebbe dire la fine della musica

            "commerciale", tutto a vantaggio della

            qualità




            E pure i cinema, va: vuoi lo spettacolo? vai a


            teatro.



            a quando una versione teatrale, o meglio,
            MUSICAL

            di The Matrix?

            :D




            Idem per le partite di calcio la domenica: chi


            vuole se le va a vedere allo stadio,



            AMEN

            certo, amen. Ma se uno evita di ragionare da
            quadrumane e fa due semplici calcoli, capisce
            quanto può guadagnare diffondendo la musica in
            digitale, trasmettendo le partite di calcio alla
            tele, e la musica alla radio.

            E vedi che il tuo "AMEN" passa subito :)appunto... il mio ragionamento era utopico: quanto sarebbe migliore il mondo senza i soldi.
          • ruppolo scrive:
            Re: Dovrebbero fare tutti come lui
            - Scritto da: ciccio pasticcio quello vero
            - Scritto da: ruppolo

            Niente CD/DVD, vuoi lo spettacolo? Muovi il
            XXXX.

            certo, chiudiamo iTunes e tutte le emittenti
            radiofoniche, basta
            ipod.
            E pure i cinema, va: vuoi lo spettacolo? vai a
            teatro.
            Idem per le partite di calcio la domenica: chi
            vuole se le va a vedere allo stadio, tutti gli
            altri a casa o al mare, a fare le parole
            crociate.
            Come al solito, hai davvero un bel modo di
            ragionare
            :)Non sei tu quello che vuole le comodità gratis? Be', le comodità invece si pagano!
          • Findi scrive:
            Re: Dovrebbero fare tutti come lui
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: ciccio pasticcio quello vero

            - Scritto da: ruppolo


            Niente CD/DVD, vuoi lo spettacolo? Muovi il

            XXXX.



            certo, chiudiamo iTunes e tutte le emittenti

            radiofoniche, basta

            ipod.

            E pure i cinema, va: vuoi lo spettacolo? vai a

            teatro.

            Idem per le partite di calcio la domenica: chi

            vuole se le va a vedere allo stadio, tutti gli

            altri a casa o al mare, a fare le parole

            crociate.

            Come al solito, hai davvero un bel modo di

            ragionare

            :)

            Non sei tu quello che vuole le comodità gratis?
            Be', le comodità invece si
            pagano!non sempre...tu paghi la tua donna?anzi, non mi rispondere, non lo voglio sapere....
          • ciccio pasticcio quello vero scrive:
            Re: Dovrebbero fare tutti come lui
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: ciccio pasticcio quello vero

            - Scritto da: ruppolo


            Niente CD/DVD, vuoi lo spettacolo? Muovi il

            XXXX.



            certo, chiudiamo iTunes e tutte le emittenti

            radiofoniche, basta

            ipod.

            E pure i cinema, va: vuoi lo spettacolo? vai a

            teatro.

            Idem per le partite di calcio la domenica: chi

            vuole se le va a vedere allo stadio, tutti gli

            altri a casa o al mare, a fare le parole

            crociate.

            Come al solito, hai davvero un bel modo di

            ragionare

            :)

            Non sei tu quello che vuole le comodità gratis?
            Be', le comodità invece si
            pagano!no, non sono io. E infatti vado al cinema, e pago il biglietto. Così come a teatro, o a sentirmi un concerto.Ma dire "basta cd e basta DVD, solo esecuzioni live" è una put***ta grande come una casa, cresci. C'è gente che gli audio cd o i bluray se li compra, casomai non te ne fossi accorto.
          • krane scrive:
            Re: Dovrebbero fare tutti come lui
            - Scritto da: ciccio pasticcio quello vero
            - Scritto da: ruppolo
            > - Scritto da: ciccio pasticcio quello vero
            > > - Scritto da: ruppolo
            > > > Niente CD/DVD, vuoi lo spettacolo?
            Muovi
            il
            > > XXXX.
            > >
            > > certo, chiudiamo iTunes e tutte le
            emittenti
            > > radiofoniche, basta
            > > ipod.
            > > E pure i cinema, va: vuoi lo
            spettacolo? vai
            a
            > > teatro.
            > > Idem per le partite di calcio la
            domenica:
            chi
            > > vuole se le va a vedere allo stadio,
            tutti
            gli
            > > altri a casa o al mare, a fare le parole
            > > crociate.
            > > Come al solito, hai davvero un bel modo
            di
            > > ragionare
            > > :)
            >
            > Non sei tu quello che vuole le comodità
            gratis?
            > Be', le comodità invece si
            > pagano!

            no, non sono io. E infatti vado al cinema, e pago
            il biglietto. Così come a teatro, o a
            sentirmi un
            concerto.
            Ma dire "basta cd e basta DVD, solo
            esecuzioni live" è una put***ta grande
            come una casa, cresci. C'è gente che gli
            audio cd o i bluray se li compra, casomai non te
            ne fossi accorto.Si, ma c'e' anche gente che si guarda il DVX in finestrella per compagnia mentre fa altro, e vorresti ti pagassero il blu ray per fare quello ?
          • Matrix scrive:
            Re: Dovrebbero fare tutti come lui
            Sono sicuro che con il tuo bel mac non senti musica non guardi film ne in dvd-bluray ne in streaming, non usi youtube e siti analoghi ma quando devi vederti un film o ascoltare un brano musicale muovi il XXXX e vai in un negozio mac e paghi il negoziante. Te lo già scritto sei un Troll con la T maiuscola
        • lellykelly scrive:
          Re: Dovrebbero fare tutti come lui
          uno potrebbe andare ad un concerto e decidere se successivamente acquistare un cd.
        • filosofo scrive:
          Re: Dovrebbero fare tutti come lui
          Si, allora anche i calciatori e gli attori, i piloti di formula uno, gli sciatori, i tennisti del grande slam... tutti a guadagnar miseri centesimi perché tu non vuoi che diventino milionari... che ridere.Non puoi mettere un tetto al guadagno altrui. Sarebbe puro comunismo, e direi anche pura utopia. Non sono le cose ad aver un valore in sé, o un valore assoluto deciso a priori. Sono gli esseri umani a dare un valore alle cose. E questo valore è variabile nel tempo, nel luogo, nei gruppi etnici diversi... Se Totti guadagna un milione a partita o Pavarotti guadagna un milione a concerto è perché il mercato è disposto a pagarlo. Ed il mercato è la sommatoria degli interessi di tutti gli acquirenti. Oggi Prince vale un milione a New York, domani vale 100K a New York e 500K a Pechino... dopodomani vale zero a Roma. Se dai un'occhiata alla borsa vedi le quotazioni che oscillano. E sarebbe un'utopia pensare di stabilire un tetto di max guadagno per un determinato soggetto perché non puoi controllare il desiderio di miliardi di persone. Non puoi controllare quanto siano disposti a pagare per fruire un determinato bene. Non ci puoi riuscire. E se ci provi al massimo ottieni la creazione di un mercato parallelo e spontaneo, un mercato nero. Non puoi controllare il desiderio.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Dovrebbero fare tutti come lui

            Non puoi mettere un tetto al guadagno altrui.No, ma posso evitare di pagare.
            Sarebbe puro comunismo, e direi anche pura
            utopia. Non sono le cose ad aver un valore in sé,
            o un valore assoluto deciso a priori. Sono gli
            esseri umani a dare un valore alle cose. Ma bisogna essere almeno in due... mai sentito parlare di legge della domanda e dell'offerta?
            Non puoi controllare quanto siano disposti a
            pagare per fruire un determinato bene. Infatti. Ma non puoi neanche controllare quanti non sono disposti a pagare e preferiscono usufruirne gratis.
            Non ci
            puoi riuscire. E se ci provi al massimo ottieni
            la creazione di un mercato parallelo e spontaneo,
            un mercato nero.Infatti è quello che c'è: un mercato parallelo e spontaneo dove i prezzi sono tutti a zero.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Dovrebbero fare tutti come lui

            Non puoi controllare il desiderio.Verissimo. Ma il desiderio, per quanto grande, non è infinito.D'altra parte, non puoi controllare neanche la disponibilità: quando un bene è replicabile all'infinito, la disponibilità è (teoricamente) infinita.E visto che un infinito supera sempre ciò che non è infinito, la disponibilità del bene supera il desiderio di tale bene. Come conseguenza, il prezzo di tale bene scende, fino ad arrivare al punto di equilibrio: ma visto che non si può raggiungere un punto di equilibrio (infinito - x è sempre uguale a infinito), il prezzo continuerà a scendere all'infinito... o meglio, continuerà a scendere fino a zero, solo perchè poi non può più scendere.Il risultato, è che i prezzi vanno a zero.
          • girocollo scrive:
            Re: Dovrebbero fare tutti come lui
            ohila, quando hai finito di vivere nel mondo fatato dei libercoli del novecento (che tranne un paio hanno fatto solo un sacco di danni) scendi sulla terra prenditi un caffe' e poi guarda il calendario
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Dovrebbero fare tutti come lui
            Ma con chi stai parlando?
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Dovrebbero fare tutti come lui
            - Scritto da: filosofo
            Pavarotti guadagna un milione a concertoDubito lo farà più... RIP :'(-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 luglio 2011 02.15-----------------------------------------------------------
          • ziovax scrive:
            Re: Dovrebbero fare tutti come lui
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            - Scritto da: filosofo

            Pavarotti guadagna un milione a concerto

            Dubito lo farà più... RIP :'(
            Già... ma i suoi eredi, e gli eredi degli eredi, non dovranno fare un cacchio per vivere come nababbi.
          • Skywalker scrive:
            Re: Dovrebbero fare tutti come lui
            - Scritto da: filosofo
            Non puoi mettere un tetto al guadagno altrui.Se il suo "guadagno" dipende dal limitare la mia libertà, si. sono autorizzato a farlo.
            Sarebbe puro comunismo,No, sarebbe semplice democrazia (=Vantaggio dei tanti sul Vantaggio dei Pochi. Rileggi Pericle, o meglio Tucidide che racconta di Pericle).
            e direi anche pura utopia.Guarda che la tua "utopia" è stata la norma fino a circa la metà del 1800.
            Non sono le cose ad aver un valore in sé,
            o un valore assoluto deciso a priori. Sono gli
            esseri umani a dare un valore alle cose. E questo
            valore è variabile nel tempo, nel luogo, nei
            gruppi etnici diversi... Ok. Ma anche dalla legislazione.Se per fare il tassista non serve una licenza, una licenza da tassista non vale nulla. Se invece costringo ad averne una e non ne rilascio più da anni, valgono decine di migliaia di Euro. La "Decisione" legislativa può dare o togliere valore.
            Ed il mercato è la sommatoria degli
            interessi di tutti gli acquirenti.Solo in parte. Io vorrei imprenditori onesti, non corrotti e non corruttori, che investono nel paese in cui vendono, e per questo sono disposto a pagare un prezzo più alto. Invece il mercato non mi consente di esprimere questa scelta, perché sull'etichetta non c'è scritto:"Per produrre questo articolo, abbiamo corrotto questi e quelli, ed abbiamo ricevuti tangenti da questi e quelli". Ma il "prezzo" di mercato include anche questo...
            E sarebbe un'utopia
            pensare di stabilire un tetto di max guadagno per
            un determinato soggetto Vero. Ma non è detto che tutti i modi in cui una persona pensa di poter guadagnare siano automaticamente percorribili.
            perché non puoi
            controllare il desiderio di miliardi di personePotrei dire la stessa cosa. Il desiderio di miliardi di persone è di non pagare le copie. Perché cerchi di fermarlo?Un Copyright concepito nel 1886, quando il Cinema non esisteva, la fotografia era un'attività artigianale e l'unico sistema di "Copia" era la stampa mediante grossi impianti editoriali, limitava poco la libertà dei singoli membri della comunità civile. Lo stesso concetto del 1886 trasferito immutato nel 2011, dove ogni singolo individuo è in grado di fare da se qualunque copia di quasi tutto a costi irrisori limita fortemente la libertà dei singoli individui.Non si tratta di mettere tetti ai guadagni. Si tratta di stabilire quali "metodi di business", dopo 125 anni, sono ancora accettabili.Nel 1865 nel Regno Unito, all'apparire dei primi mezzi a motore, per proteggere gli altri pedoni ed animali, ogni mezzo doveva essere preceduto da una persona a piedi con una bandiera rossa ad annunciare il passaggio del mezzo motorizzato ("Red Flag Act").Ragionevole nel 1865, dove i mezzi di locomozione non andavano più veloci di uno a piedi, irragionevole nel 2011 dove il progresso tecnologico ha consentito ad ogni singolo individuo di viaggiare a 130 Km/h.Se abbiamo abolito il "Red Flag Act", perché dobbiamo tenerci la Convenzione di Berna?
        • ciccio quanta ciccia scrive:
          Re: Dovrebbero fare tutti come lui
          - Scritto da: anonimissim o
          C'è questa stranissima concezione per cui se uno
          è musicista affermato deve essere anche
          multimilionario, E chi lo
          dice?????BRAVO!!!! Lo dico da una vita, lo stesso vale x attori ecc., ed è anche una cosa del secolo scorso, prima certe cifre (e certa mentalità) erano impensabili.
          Per come la vedo io, se sei davvero davvero bravo
          ti fai il tuo bel culetto e vai in giro per il
          mondo a fare concerti. QUELLA è la tua musica e
          QUELLA devi vendere. Il cddvd dovrebbe essere lo
          strumento promozionale per convincermi a
          partecipare ad un concerto per il quale pagherei
          volentieri (se li meriti). Se poi sei bravo bravo
          bravo il biglietto del concerto lo fai pagare
          anche salato che cmq la gente
          viene.
          E così diventi abbastanza ricco.
          Ma magari non milionario. E, ribadisco, non
          capisco perchè rockstar debba andare a braccetto
          con
          milionario.....
    • Homo Musicalis scrive:
      Re: Dovrebbero fare tutti come lui
      - Scritto da: ruppolo
      Volete ascoltare la musica? Muovete il culetto e
      andate ai concerti, PAGANDO viaggio e
      biglietto.In effetti la registrazione, che sia analogica o digitale, è solo un surrogato della musica.La Musica vera, quella con la "M" maiuscola (quindi un po' fuori tema, perché Prince non c'entra per nulla), è fatta soprattutto di interazione tra compositore, esecutore e audience. Le grandi opere si ascoltano dal vivo, si "vivono", appunto.La "musica fatta di bit" è effettivamente una copia, non l'originale.Se poi i bit sono anche compressi, ne rimane ben poco...
      • IlTester scrive:
        Re: Dovrebbero fare tutti come lui
        - Scritto da: Homo Musicalis
        - Scritto da: ruppolo

        Volete ascoltare la musica? Muovete il culetto e

        andate ai concerti, PAGANDO viaggio e

        biglietto.

        In effetti la registrazione, che sia analogica o
        digitale, è solo un surrogato della
        musica.
        La Musica vera, quella con la "M" maiuscola
        (quindi un po' fuori tema, perché Prince non
        c'entra per nulla), è fatta soprattutto di
        interazione tra compositore, esecutore e
        audience. Le grandi opere si ascoltano dal vivo,
        si "vivono",
        appunto.
        La "musica fatta di bit" è effettivamente una
        copia, non
        l'originale.
        Se poi i bit sono anche compressi, ne rimane ben
        poco...Quotone!
      • ziovax scrive:
        Re: Dovrebbero fare tutti come lui
        - Scritto da: Homo Musicalis
        La "musica fatta di bit" è effettivamente una
        copia, non
        l'originale.
        Se poi i bit sono anche compressi, ne rimane ben
        poco...Se, poi, i bit compressi te li fanno anche pagare salati, rimane ancora meno.
    • dont feed the troll/dovella scrive:
      Re: Dovrebbero fare tutti come lui
      - Scritto da: ruppolo
      Volete ascoltare la musica? Muovete il culetto e
      andate ai concerti, PAGANDO viaggio e
      biglietto.Sono d'accordo.E' l'unico modo per cui ha senso pagare qualcosa.
    • Ace Gentile scrive:
      Re: Dovrebbero fare tutti come lui
      Magari facessero così, si avrebbe un eumento esponenziale della qualità media della musica.PS: non lo dico per trollare ma lo dico con l'amara consapevolezza che un buon 90% della musica che ascolto è composta e suonata da gente che lo fa per passione (leggi: non camperebbe con la sua arte nemmeno per sogno) e che è già tanto se non va in perdita. Infatti è sempre un piacere per me acquistare merchandise e dischi dai loro banchetti ai concerti. Se ci fossero meno milionari in lacrime e più musicisti veri sarebbe un mondo migliore.
    • syntaris scrive:
      Re: Dovrebbero fare tutti come lui
      Unica data nazionale 15 Luglio a Perugia, durante Umbria Jazz.Biglietto euro 75 (maledetto).Ovviamente, PRESO!
    • lellykelly scrive:
      Re: Dovrebbero fare tutti come lui
      infatti, ma senza comprare plastica o da itunes.
    • Sgabbio scrive:
      Re: Dovrebbero fare tutti come lui
      itunes nonostante certi suoi difetti è un servizio che ha fatto dell'innovazione. Il levare totalmente il già loro blando DRM sui brani ne è una dimostrazione.
    • 01234 scrive:
      Re: Dovrebbero fare tutti come lui
      ruppolino, con la passione dell'autogol :-Dè ESATTAMENTE quello che chi scarica dice da sempre: basta camparedi rendita, si facessero pagare per quello che fanno mentre lo fanno (irripetibilmente, ché un concerto è sempre diverso dagli altri), le copie sappiamo farcele benissimo da soli :-)
    • filosofo scrive:
      Re: Dovrebbero fare tutti come lui
      QUOTO!E i pirati, tutti in galera! Come i pirati dei mari.
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: Dovrebbero fare tutti come lui
        - Scritto da: filosofo
        E i pirati, tutti in galera! Come i pirati dei
        mari.[img]http://images2.fanpop.com/images/photos/7700000/Captain-Jack-Sparrow-captain-jack-sparrow-7792989-400-500.jpg[/img]-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 luglio 2011 01.12-----------------------------------------------------------
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: Dovrebbero fare tutti come lui
      Sai che ti quoto?Chi non va al concerto, potrà ascoltare la registrazione artigianale live (di qualità così così)Se nessuno paga l'autore per fare la registrazione, l'autore semplicemente non la fa. Non deve lamentarsi, minacciare, o chiedere iniqui compensi. Se non sei pagato abbastanza, non lavori. E siamo tutti contenti.
    • Mighael scrive:
      Re: Dovrebbero fare tutti come lui
      Ma guarda che chi scarica è chi ama la musica e quindi ai concerti ci va, a me della musica non frega nulla e nemmeno la scarico e ovviamente non butto soldi ai concerti.Non si può paragonare un disco a un concerto, infatti i concerti fanno sempre il tutto esaurito :D
    • hermanhesse scrive:
      Re: Dovrebbero fare tutti come lui
      Certo! Hai ragione, dovrebbero fare tutti come lui!Spero lo facciano tutti e subito.Così ricomincio a suonare e magari arrivo ai 90 milioni di Lady Gaga... perchè questi """"""artisti""""""", senza cd e video promozionali, non valgono una XXXX !!!!
    • ciccio quanta ciccia scrive:
      Re: Dovrebbero fare tutti come lui
      Ciò quello che diciamo da una vita noi eh... Udite udite mondo... Ruppolo s'è svegliato.... seeeeeeeeeeeeeeeeh! (rotfl)
    • Zero Tolerance scrive:
      Re: Dovrebbero fare tutti come lui
      - Scritto da: ruppolo
      Volete ascoltare la musica? Muovete il culetto e
      andate ai concerti, PAGANDO viaggio e
      biglietto.Anche tu dovresti andar ein pensione, idiota del c***o!!!!
    • Findi scrive:
      Re: Dovrebbero fare tutti come lui
      - Scritto da: ruppolo
      Volete ascoltare la musica? Muovete il culetto e
      andate ai concerti, PAGANDO viaggio e
      biglietto.oramai leggo i tuoi commenti solo per ridere...
    • Franky scrive:
      Re: Dovrebbero fare tutti come lui
      - Scritto da: ruppolo
      Volete ascoltare la musica? Muovete il culetto e
      andate ai concerti, PAGANDO viaggio e
      biglietto.no grazie Ruppolo al concerto di questo non andrei nemmeno se mi pagasse lui a me per assistere al suo concerto... mentre vado volentieri a quelli di Battiato...(che tra le altre cose ama spesso venire dalle mie parti ed intavolare discorsi filosofici...)
    • Andreabont scrive:
      Re: Dovrebbero fare tutti come lui
      A me basta accendere la mia radiolina...(trollface)Problem?
Chiudi i commenti