La certificazione ECDL cambia nome e diventa ICDL

Da European Computer Driving Licence a International Certification of Digital Literacy: la certificazione cambia e si adatta alle nuove esigenze.

La Patente Europea del Computer che fin dalla metà degli anni ’90 viene assegnata a coloro che portano a termine un percorso di formazione acquisendo competenze informatiche cambia nome. Nel vecchio continente si passa da ECDL (European Computer Driving Licence) a ICDL (International Certification of Digital Literacy), adottando l’appellativo già impiegato al di fuori dei confini europei.

Da ECDL a ICDL

Il cambiamento porta con sé anche una riorganizzazione dei moduli pensata in modo da adeguarsi alle nuove competenze digitali e da consentire una personalizzazione tale per rispondere alle specifiche esigenze. Continueranno a essere assegnate le certificazioni riconosciute in tutto il mondo e in grado di assicurare che i diretti interessati (ad oggi in Italia circa 2,5 milioni di persone) siano in possesso delle conoscenze necessarie all’utilizzo di strumenti e sistemi tecnologici o legati al mondo online.

A darne notizie è AICA (Associazione Italiana per l’Informatica e il Calcolo Automatico), in qualità di membro dell’organismo internazionale ECDL Foundation, descrivendo la nuova articolazione dei moduli che in Italia verranno introdotti in modo graduale con un percorso destinato a concludersi entro i prossimi anni. Una scelta dettata dalla volontà di non stravolgere immediatamente né l’attività dei test center accreditati né lo svolgimento dei corsi di formazione già avviati.

  • ICDL Digital Citizen per il cittadino;
  • ICDL Digital Student per la scuola;
  • ICDL Workforce per università e mondo del lavoro;
  • ICDL Professional per i professionisti.

Queste le parole di Giovanni Adorni, Presidente AICA, che fa riferimento al concetto di Digital Literacy, l’alfabetizzazione digitale.

L’idea di proporre i diversi moduli di certificazione ECDL/ICDL orientandoli alle effettive esigenze del target di riferimento qualifica sempre più le certificazioni ECDL/ICDL come un vero ponte tra scuola e mondo del lavoro e abbraccia in pieno il concetto di Digital Literacy che, come riporta l’Enciclopedia Treccani, è riferita sia all’ambito strettamente tecnico sia all’utilizzazione corretta, legittima ed efficiente di contenuti digitali.

Ad oggi il progetto ECDL/ICDL coinvolge ed è riconosciuto in oltre 150 paesi nel mondo, con circa 15 milioni di candidati (solo in Italia come già detto sono 2,5 milioni) e quasi 2.900 sedi d’esame e test disponibili in più di 40 lingue.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Fonte: ICDL Europe
Chiudi i commenti