ChatGPT sostituirà Google Search entro due anni?

ChatGPT sostituirà Google Search entro due anni?

Secondo Paul Buchheit (creatore di Gmail), ChatGPT o altre intelligenze artificiali potrebbero rendere inutile Google Search entro due anni.
Secondo Paul Buchheit (creatore di Gmail), ChatGPT o altre intelligenze artificiali potrebbero rendere inutile Google Search entro due anni.

Questa è la previsione di Paul Buchheit, il creatore di Gmail. L’ingegnere informatico, dipendente dell’azienda di Mountain View dal 2001 al 2006, ha spiegato su Twitter che ChatGPT o altre intelligenze artificiali renderanno inutile Google Search per la ricerca di informazioni su Internet. Google ha già avviato lo sviluppo di prodotti basati su LaMDA, ma potrebbe essere troppo tardi.

Ricerche online senza Google Search?

ChatGPT è la tecnologia più chiacchierata del momento, non solo per le sue applicazioni “legali” (può essere sfruttata anche per scrivere il codice dei malware). Microsoft ha investimento diversi miliardi di dollari in OpenAI e presto integrerà il chatbot in Bing. Google ha immediatamente attivato la “modalità codice rosso”, avviando lo sviluppo di oltre 20 prodotti IA, uno dei quali potrebbe essere una versione del motore di ricerca con la sua tecnologia LaMDA (Language Model for Dialogue Applications).

Secondo Paul Buchheit, l’attuale business di Google potrebbe essere “distrutto” entro due anni. L’intelligenza artificiale eliminerà la pagina dei risultati delle ricerche (nota in inglese con l’acronimo SERP). Gli utenti potranno chiedere informazioni direttamente a ChatGPT e ottenere le risposte più rilevanti. Il vero pericolo per Google è che i risultati verranno mostrati direttamente all’utente. L’azienda di Mountain View potrebbe quindi perdere quasi tutti i profitti derivanti dalle inserzioni pubblicitarie di Google Search.

Come detto, Google ha avviato lo sviluppo di vari prodotti basati sull’intelligenza artificiale. Secondo CNBC, uno di essi è denominato Apprentice Bard. Sfruttando la tecnologia LaMDA può fornire risposte a specifiche domande, anche su eventi recenti (ChatGPT non conosce ciò che è successo dopo il 2021).

Le fonti di CNBC confermano inoltre lo sviluppo di un motore di ricerca più intelligente che suggerisce cinque possibili domande direttamente sotto il campo di ricerca, al posto del pulsante “Mi sento fortunato“. Google potrebbe svelare questa e altre tecnologie IA durante la conferenza di maggio riservata agli sviluppatori.

Fonte: Paul Buchheit
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 1 feb 2023
Link copiato negli appunti