Che cos'ha il MacBook Pro?

Il modello da 17 pollici non è ancora arrivato nelle mani dei consumatori. Pare ci siano problemi sulla catena di montaggio. In arrivo anche altre novità hardware
Il modello da 17 pollici non è ancora arrivato nelle mani dei consumatori. Pare ci siano problemi sulla catena di montaggio. In arrivo anche altre novità hardware

All’epoca del lancio, avvenuto durante l’ ultimo keynote al Macworld 2009, per le prime consegne si era parlato di fine mese: il 31 gennaio, o giù di lì, il MacBook Pro da 17 pollici sarebbe dovuto arrivare a casa o negli uffici dei primi consumatori ad averlo ordinato. Peccato che, al momento , le consegne siano state rinviate di almeno altre due settimane : la possibilità che si debba attendere l’inizio di marzo per vedere i primi esemplari del notebook in circolazione si fa sempre più concreta.

Al momento, Apple non ha rilasciato alcun comunicato per spiegare il motivo del ritardo . Le uniche notizie certe sono quelle riportate sullo store online dell’azienda di Cupertino, che indicano genericamente la disponibilità del nuovo laptop nell’arco di tre o quattro settimane. Ai primi clienti ad averlo ordinato, inoltre, pare sarebbe arrivata una email in cui Apple spiegherebbe che “Confezionare (wrapping up, ndr) il nuovo MacBook Pro da 17 pollici sta richiedendo più giorni del previsto. Di conseguenza, non saremo in grado di spedire il tuo MacBook Pro fino al 19 febbraio 2009”.

Il portatile di fascia alta della Mela era stato annunciato circa tre mesi dopo che gli altri laptop da 15 e 13 pollici avevano già ricevuto un update hardware ed estetico pressoché analogo, lasciando supporre che qualche tipo di problema ne avesse impedito il rilascio in contemporanea. Le novità sul piano dell’accumulatore interno, che dovrebbero garantire una rispettabile autonomia di 8 ore al notebook, farebbero pensare che sia stato proprio quello il fattore che ha ritardato l’uscita. Questi nuovi ritardi, invece, non hanno trovato al momento alcuna spiegazione.

L’unica indiscrezione, peraltro molto generica, riguarda una email che Apple avrebbe inviato ad un acquirente per giustificare il ritardo: il problema sarebbe legato a “un componente specifico per il MacBook Pro da 17” che mancherebbe alla catena di montaggio , senza il quale non sarebbe possibile consegnare i notebook. In ogni caso, secondo quanto riferito da Appleinsider e Engadget , chi avesse acquistato un MBP e si fosse stancato di aspettare dovrebbe poter contattare l’help desk dell’azienda di Cupertino e cancellare il proprio ordine senza alcun addebito.

Il MacBook Pro da 17 pollici, comunque, non è l’unica novità della linea hardware di Apple attesa in questi giorni. Voci insistenti – peraltro già circolate in precedenza – suggerirebbero come imminente anche qualche novità per quanto riguarda iMac , che manca di un upgrade hardware ed estetico da qualche tempo. Le chiacchiere più recenti vorrebbero l’ingresso dei nuovi processori Nehalem di Intel a due e quattro core nel guscio di alluminio dell’all-in-one con la mela, assieme ai chipset Nvidia già visti sui MacBook. Lo stesso châssis dovrebbe venire in parte rivisto nell’estetica.

Infine, Apple sembra sempre molto attiva sul piano dei contenuti multimediali in arrivo su iTunes. A giorni ci dovrebbero essere novità sul piano dell’alta definizione, con l’ingresso dei titoli BBC in formato HD sullo store: notizie che rilanciano i rumor sulla possibilità che l’azienda, che già ha registrato un consistente aumento nelle vendite di Apple TV, possa decidere quanto prima di apportare degli aggiornamenti anche a questo dispositivo, che per il momento resta “un hobby” sfruttato per fare esperienza in questo settore.

Luca Annunziata

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

05 02 2009
Link copiato negli appunti