Che cos'ha il MacBook Pro?

Il modello da 17 pollici non è ancora arrivato nelle mani dei consumatori. Pare ci siano problemi sulla catena di montaggio. In arrivo anche altre novità hardware

Roma – All’epoca del lancio, avvenuto durante l’ ultimo keynote al Macworld 2009, per le prime consegne si era parlato di fine mese: il 31 gennaio, o giù di lì, il MacBook Pro da 17 pollici sarebbe dovuto arrivare a casa o negli uffici dei primi consumatori ad averlo ordinato. Peccato che, al momento , le consegne siano state rinviate di almeno altre due settimane : la possibilità che si debba attendere l’inizio di marzo per vedere i primi esemplari del notebook in circolazione si fa sempre più concreta.

Al momento, Apple non ha rilasciato alcun comunicato per spiegare il motivo del ritardo . Le uniche notizie certe sono quelle riportate sullo store online dell’azienda di Cupertino, che indicano genericamente la disponibilità del nuovo laptop nell’arco di tre o quattro settimane. Ai primi clienti ad averlo ordinato, inoltre, pare sarebbe arrivata una email in cui Apple spiegherebbe che “Confezionare (wrapping up, ndr) il nuovo MacBook Pro da 17 pollici sta richiedendo più giorni del previsto. Di conseguenza, non saremo in grado di spedire il tuo MacBook Pro fino al 19 febbraio 2009”.

Il portatile di fascia alta della Mela era stato annunciato circa tre mesi dopo che gli altri laptop da 15 e 13 pollici avevano già ricevuto un update hardware ed estetico pressoché analogo, lasciando supporre che qualche tipo di problema ne avesse impedito il rilascio in contemporanea. Le novità sul piano dell’accumulatore interno, che dovrebbero garantire una rispettabile autonomia di 8 ore al notebook, farebbero pensare che sia stato proprio quello il fattore che ha ritardato l’uscita. Questi nuovi ritardi, invece, non hanno trovato al momento alcuna spiegazione.

L’unica indiscrezione, peraltro molto generica, riguarda una email che Apple avrebbe inviato ad un acquirente per giustificare il ritardo: il problema sarebbe legato a “un componente specifico per il MacBook Pro da 17” che mancherebbe alla catena di montaggio , senza il quale non sarebbe possibile consegnare i notebook. In ogni caso, secondo quanto riferito da Appleinsider e Engadget , chi avesse acquistato un MBP e si fosse stancato di aspettare dovrebbe poter contattare l’help desk dell’azienda di Cupertino e cancellare il proprio ordine senza alcun addebito.

Il MacBook Pro da 17 pollici, comunque, non è l’unica novità della linea hardware di Apple attesa in questi giorni. Voci insistenti – peraltro già circolate in precedenza – suggerirebbero come imminente anche qualche novità per quanto riguarda iMac , che manca di un upgrade hardware ed estetico da qualche tempo. Le chiacchiere più recenti vorrebbero l’ingresso dei nuovi processori Nehalem di Intel a due e quattro core nel guscio di alluminio dell’all-in-one con la mela, assieme ai chipset Nvidia già visti sui MacBook. Lo stesso châssis dovrebbe venire in parte rivisto nell’estetica.

Infine, Apple sembra sempre molto attiva sul piano dei contenuti multimediali in arrivo su iTunes. A giorni ci dovrebbero essere novità sul piano dell’alta definizione, con l’ingresso dei titoli BBC in formato HD sullo store: notizie che rilanciano i rumor sulla possibilità che l’azienda, che già ha registrato un consistente aumento nelle vendite di Apple TV, possa decidere quanto prima di apportare degli aggiornamenti anche a questo dispositivo, che per il momento resta “un hobby” sfruttato per fare esperienza in questo settore.

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Nome e cognome scrive:
    Giustissimo
    E' finita l'era dei moderatori improvvisati da dopolavoro... Spero che anche qui in Italia si arrivi a una soluzione del genere, il più presto possibile. Creerebbe anche occupazione.No eh? Vai con il trollaggio...
    • Momento di inerzia scrive:
      Re: Giustissimo
      Spero fossi sarcastico:creare la professione di moderatore e imporre il patentino è il modo migliore per far chiudere tutti forum amatoriali (che non possono permettersi di stipendiarne uno)Un altro tassello verso l'imbrigliamento della libertà di espressione che non passa dai vincoli (leggi, dai padroni) della stampa
      • Sgabbio scrive:
        Re: Giustissimo
        - Scritto da: Momento di inerzia
        Spero fossi sarcastico:
        creare la professione di moderatore e imporre il
        patentino è il modo migliore per far chiudere
        tutti forum amatoriali (che non possono
        permettersi di stipendiarne
        uno)
        Un altro tassello verso l'imbrigliamento della
        libertà di espressione che non passa dai vincoli
        (leggi, dai padroni) della
        stampaLa maggioranza dei forum è amatoriale tra l'altro. E anche un caso che invision venga snobbato da quest'ultimi...
    • peagi scrive:
      Re: Giustissimo
      e chi li paga?
  • Undertaker scrive:
    Pagliacciata
    Basterá includere nel regolamento di ammissione "questo servizio é riservato ai maggiorenni"Cosí le ragazzine andranno in qualche chat russa dove gli offrono soldi e ricariche del cellulare per foto XXXXX.
  • Den Lord Troll scrive:
    Astigmatico
    be' quaggiù son di non minorati (senso lato) non se ne trovano ....
  • Momento di inerzia scrive:
    Miope
    Mi par di capire che questa legge parta dall'assunto che in rete esistano solo i grossi servizi come feisbuc.E se uno ha un forum personale a cui accedono tutti? come la prende la "patente"?
    • Nome Cognome scrive:
      Re: Miope
      Solo per:"servizi dedicati ai minori"
      • jackoverfull scrive:
        Re: Miope
        - Scritto da: Nome Cognome
        Solo per:

        "servizi dedicati ai minori"Ovvero?La domanda me la sono posta anch'ioOltretutto non è così inusuale aprire un forum prima di aver 18 anni
      • Momento di inerzia scrive:
        Re: Miope
        Perché? non posso aprire un forum personale che parli delle WinX e quindi diretto ai minori?E se invece apro un forum generalista e ci accedono anche i minori, improvvisamente quei minori sono più intelligenti e non hanno bisogno di moderatori patentati? proprio quando sono esposti a contenuti creati da utenti maggiorenni?
    • Chappy scrive:
      Re: Miope
      - Scritto da: Momento di inerzia
      Mi par di capire che questa legge parta
      dall'assunto che in rete esistano solo i grossi
      servizi come
      feisbuc.
      E se uno ha un forum personale a cui accedono
      tutti? come la prende la
      "patente"?Tranquillo, al momento, in Italia non dobbiamo ancora sottostare alle leggi Inglesi.
      • Momento di inerzia scrive:
        Re: Miope
        Tranquillo ha fatto una brutta fine, si dice dalle mie partiSai di quante leggi prima di questa lo hanno detto?Poi tra rogatorie internazionali e ministri che se ne vanno in giro per il mondo a copiare le leggi liberticide, io tranquillo non ci sto.
        • andy scrive:
          Re: Miope
          Se apro un form, credo d'avere tutto il diritto di farci entrare chi voglio, di cacciare chi non voglio di zittire chi mi pare etc.Gli utenti del mio forum sono miei ospiti, perchè dovrei dar conto a qualcuno???
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: Miope
            - Scritto da: andy
            perchè
            dovrei dar conto a
            qualcuno???In Inghilterra presto dovrai dar conto.E non credo che visto l'andazzo, una legge simile resterà confinata in Albione.Francamente mi stupisce che una notizia simile resti così poco commentata.Forse sono paranoico io, ma mi sembra che l'esportabilità di certe leggi sia all'ordine del giorno e che stia convergendo in una direzione ben precisa
          • Sgabbio scrive:
            Re: Miope
            Una spece di nuovo ordine mondiale ? Teorie molto "urlate" per la rete.Comunque effetivamente e miopia pura applicare uan cosa del genere, anche perchè quando ti registri in un forum, nessuno chiede la tua carta d'identità :D
Chiudi i commenti