Chrome avanza di un Metro

Anche Google si adegua alla GUI del prossimo sistema Microsoft. La prima build di Chromium Metro proporrà un'integrazione minima. Più avanti il gemellaggio verrà rafforzato

Roma – D’ora in avanti ogni browser dovrà (o vorrà?) adeguarsi alla nuova interfaccia utente di Windows 8, basata su quel mosaico di “piastrelle” partito dagli smartphone Microsoft. I tecnici di Mountain View, come quelli Mozilla , stanno quindi progettando App in grado di lavorare in entrambi gli ambienti, desktop e Metro, su qualsiasi macchina x86 .

Per il momento Chrome Metro si limiterà ad adattarsi, aggiungendo il supporto alla Start Screen del sistema, senza proporre stravolgimenti radicali. L’integrazione con Windows 8 consentirà comunque di utilizzare la “Charms bar” dell’OS anche con il browser, insieme alla modalità “Snap view” che consente di lavorare con due App aperte sulla stessa schermata.

Per altre caratteristiche “da Windows 8”, come il supporto ai display touchscreen per computer, bisognerà attendere una versione più matura di questa primissima build, che sarà rilasciata tra pochi giorni nel canale developer del progetto Chromium.

Come noto, soltanto un browser installato come “predefinito” al posto di Internet Explorer 10 potrà passare dalla modalità Metro a quella desktop. Il software di navigazione Microsoft ha ovviamente la possibilità di giocare d’anticipo, per quanto riguarda le caratteristiche extra e i legami con la struttura interna del nuovo OS, ma i browser alternativi non resteranno a guardare.

Roberto Pulito

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • devnull scrive:
    Giustissime proteste
    E' da quando è uscita questa news su IE con DNT attivo di default che mi sgolo di come sia non solo assurda, ma anche deleteria dal punto di vista dell'adozione e del rispetto del DNT.
    • Soprano scrive:
      Re: Giustissime proteste
      - Scritto da: devnull
      E' da quando è uscita questa news su IE con DNT
      attivo di default che mi sgolo di come sia non
      solo assurda, ma anche deleteria dal punto di
      vista dell'adozione e del rispetto del
      DNT.Anche io da quando è uscita questa notizia mi sgolo! SGOLIAMOCI!!!
  • panda rossa scrive:
    Cane che morde uomo...
    La prima legge del giornalismo dice che cane che morde uomo non e' notizia, mentre uomo che morde cane lo e'.Alla luce di tale legge, che notizia e' dire che IE non rispetta qualsivoglia standard?
    • Sgabbio scrive:
      Re: Cane che morde uomo...
      La notizia è che lo fa in nome della privacy.Considerando che parliamo di un azienda che ha dimostrato più volte di aver controllo remoto dei loro software, permettendo di disabilitare le scelte di certi utenti in fatto di upload...
      • easy scrive:
        Re: Cane che morde uomo...
        Diciamo che questo giro è andata bene perche i suoi interessi coincidono con quelli della protezione della privacy dell'ignaro utonto medio.La notizia è questa (rotfl)
      • panda rossa scrive:
        Re: Cane che morde uomo...
        - Scritto da: Sgabbio
        La notizia è che lo fa in nome della privacy.Scusa, mi sto XXXXXXndo addosso dalle risate.Vado in bagno, poi a cambiarmi, poi torno.
        Considerando che parliamo di un azienda che ha
        dimostrato più volte di aver controllo remoto dei
        loro software, permettendo di disabilitare le
        scelte di certi utenti in fatto di
        upload...Considerando che parliamo di una azienda che ha compromesso per decenni il progresso dell'informatica...
        • qwertz scrive:
          Re: Cane che morde uomo...
          - Scritto da: panda rossa
          Considerando che parliamo di una azienda che ha
          compromesso per decenni il progresso
          dell'informatica...Questo più di tutto, in particolare quella di scrivere roba per il mondo e POI dover scrivere roba solo per loro perché sono i piùmeglio
        • Soprano scrive:
          Re: Cane che morde uomo...


          Considerando che parliamo di una azienda che ha
          compromesso per decenni il progresso
          dell'informatica...Bene, appurato che MS ha rovinato e compromesso per decenni il mondo dell'informatica, tu preferisci che un browser di default protegga la tua privacy oppure che lo debba attivare tu esplicitamente?Dai gentilmente una risposta a questa domanda, senza divagare su MS. Se ci riesci naturalmente.
          • panda rossa scrive:
            Re: Cane che morde uomo...
            - Scritto da: Soprano



            Considerando che parliamo di una azienda che
            ha

            compromesso per decenni il progresso

            dell'informatica...

            Bene, appurato che MS ha rovinato e compromesso
            per decenni il mondo dell'informatica, tu
            preferisci che un browser di default protegga la
            tua privacy oppure che lo debba attivare tu
            esplicitamente?
            Dai gentilmente una risposta a questa domanda,
            senza divagare su MS. Se ci riesci
            naturalmente.Gli standard sono fatti per essere rispettati, non per essere giudicati.Se lo standard prevede un certo comportamento, quel comportamento va seguito, anche se a nostro gusto non e' gradito.L'utonto deve imparare a capire le cose.Se non lo vuole fare, che si estingua!Io sono fondamentalmente contrario alla pappa pronta.E sarei il primo a criticare FF se non seguisse questo standard, l'importante e' che io, utente consapevole, sia in grado di configurare il browser in modo da non essere profilato, non ricevere pubblicita', non incappare in trojans, etc...Perche' queste cose esistono, e la polvere non sparisce se la nascondi sotto il tappeto.La polvere devi conoscerla. Se la conosci la eviti! Se non la conosci, ti sottometti al lock-in!
          • Rover scrive:
            Re: Cane che morde uomo...
            Per guidare un'auto non devi saperla costruire o riparare. Sennò saremmo in dieci a guidare (magari!)Se lo standard è fatto male , è fatto male e basta.Sarebbe più giusto che tale standard prevedesse l'esplicita scelta del cliente.Sarebbe come se di default desse le chiavi di casa tua a tutti, e tu trovassi costretto a cambiare serratura. La logica presuppone che le chiavi di casa tua sono tue e tu li dai a chi ti pare. Lo so che intimamente sei d'accordo, ma non lo puoi ammettere perchè la scelta è di MS
          • panda rossa scrive:
            Re: Cane che morde uomo...
            - Scritto da: Rover
            Per guidare un'auto non devi saperla costruire o
            riparare.Ma neppure devi impostare il navigatore, premere un pulsante e lasciare che ti porti lui.
            Sennò saremmo in dieci a guidare
            (magari!)Ecco!
            Se lo standard è fatto male , è fatto male e
            basta.Lo abbandoni e ne definisci un altro.Non e' violando gli standard che si garantisce l'interoperabilita'.Se costruisci un veicolo non standard e poi pretendi di usarlo per circolare, rischi di far danni a te e agli altri, anche se il tuo veicolo e' altamente innovativo.
            Sarebbe più giusto che tale standard prevedesse
            l'esplicita scelta del cliente.Non siamo qui a discutere come si possa migliorare lo standard.Siamo qui a discutere il concetto che da quando esiste M$, ha SEMPRE violato ogni standard, arrivando perfino all'assurdo che pur di violare uno standard, fa quasi un piacere all'utente.
            Sarebbe come se di default desse le chiavi di
            casa tua a tutti, e tu trovassi costretto a
            cambiare serratura. La logica presuppone che le
            chiavi di casa tua sono tue e tu li dai a chi ti
            pare.Che esempio e'?
            Lo so che intimamente sei d'accordo, ma non lo
            puoi ammettere perchè la scelta è di
            MSIo ho sottolineato il fatto che M$ continua a violare gli standard.E se per una volta questa cosa torna comoda, il concetto non cambia.
          • pippo75 scrive:
            Re: Cane che morde uomo...

            Lo abbandoni e ne definisci un altro.
            Non e' violando gli standard che si garantisce
            l'interoperabilita'.Sentivo una volta una storia, le caldaie sono fatte in modo da consumare più di quanto si dovrebbe, le norme non fanno molto, dicevano che c'erano delle spintarelle esterne di qualcuno influente ed interessato.Si tiene lo standard di questi tipo oppure si spinge quello nuovo che però viene visto male dai tizi di sopra?
            Siamo qui a discutere il concetto che da quando
            esiste M$, ha SEMPRE violato ogni standard,
            arrivando perfino all'assurdo che pur di violare
            uno standard, fa quasi un piacere
            all'utente.se attivo la funzione, questo standard viene rispettato? è un operazione fattibile?
            Io ho sottolineato il fatto che M$ continua a
            violare gli standard.ma esiste un browser che supporta lo standard al 100% ?
          • panda rossa scrive:
            Re: Cane che morde uomo...
            - Scritto da: pippo75

            Lo abbandoni e ne definisci un altro.

            Non e' violando gli standard che si
            garantisce

            l'interoperabilita'.

            Sentivo una volta una storia, le caldaie sono
            fatte in modo da consumare più di quanto si
            dovrebbe, le norme non fanno molto, dicevano che
            c'erano delle spintarelle esterne di qualcuno
            influente ed
            interessato.

            Si tiene lo standard di questi tipo oppure si
            spinge quello nuovo che però viene visto male dai
            tizi di sopra?Puoi benissimo spingere per un nuovo standard, se ci sono i motivi per farlo, ma non puoi metterti a produrre caldaie fuori standard.Prima fai approvare lo standard che garantisce migliore efficienza, e poi produci le caldaie col nuovo standard.

            Siamo qui a discutere il concetto che da
            quando

            esiste M$, ha SEMPRE violato ogni standard,

            arrivando perfino all'assurdo che pur di
            violare

            uno standard, fa quasi un piacere

            all'utente.

            se attivo la funzione, questo standard viene
            rispettato? è un operazione
            fattibile?Che ne so se sia fattibile, neanche me ne frega.Io ho solo commentato il solito vergognoso comportamento di M$.Mica uso il colapasta, io!

            Io ho sottolineato il fatto che M$ continua a

            violare gli standard.

            ma esiste un browser che supporta lo standard al
            100% ?Certo!
          • pippo75 scrive:
            Re: Cane che morde uomo...



            violare gli standard.



            ma esiste un browser che supporta lo
            standard
            al

            100% ?

            Certo!Posso chiederti quale browser supporta tutto lo standard w3c al 100%?Opera e Chromium sicuramente no.FF non saprei.IE? Serve dirlo?
          • giorgio maria santini scrive:
            Re: Cane che morde uomo...
            - Scritto da: pippo75
            ma esiste un browser che supporta lo standard al
            100%
            ?praticamente tutti gli altri browser... solo IE interpreta gli standard come gli piace a lui.Il motivo? così a spanne direi che o nelle tecnologie di fondo di IE ci siano dei grossi problemi architetturali che impediscono di implementare in maniera "standard" certe funzioni, o che i manager dietro IE siano più o meno allo scuro dell'esistenza del termine "standard" e dei suoi annessi, e quindi guidino gli sviluppatori a scrivere cavolate che poi fanno prendere a testate i muri da parte di altri sviluppatori. E utenti. Detto questo,il browser di default dovrebbe impedire il tracciamento, al più se volessi essere tracciato dovrei attivarlo io a mano... certo, se lo dici ad un pubblicitario gli prende una sincope, ma il concetto di privacy deve prevalere rispetto al business. Su questo, lo standard W3C è sbagliato e va cambiato. Se IE10 non sarà standard, cmq, a casa M$ non penso si strapperanno i capelli: infondo, credere che IE rispetti gli standard è come credere in Babbo Natale....
          • misterx scrive:
            Re: Cane che morde uomo...


            Se lo standard è fatto male , è fatto male e

            basta.

            Lo abbandoni e ne definisci un altro.
            Non e' violando gli standard che si garantisce l'interoperabilita'.Non mi pare che questa scelta cambi nulla a livello di interoperabilità.Quando e come viene fatta una scelta non cambia assolutamente nulla a livello di interoperabilità.Il sito web deve saper funzionare sia che uno abbia messo la spunta esplicitamente o implicitamente.E per dirla tutta: questa volta W3C secondo me ha torto.Infine non serve buttare tutto lo standard, sei un po' integralista.
          • Rover scrive:
            Re: Cane che morde uomo...
            Panda rossa integralista?Quando mai?
          • aphex twin scrive:
            Re: Cane che morde uomo...
            "L'utonto deve imparare a capire le cose.Se non lo vuole fare, che si estingua!"Panda Rossa"C'è vero progresso solo quando i vantaggi di una nuova tecnologia diventano per tutti."Henry Ford
          • panda rossa scrive:
            Re: Cane che morde uomo...
            - Scritto da: misterx


            Se lo standard è fatto male , è fatto male e


            basta.



            Lo abbandoni e ne definisci un altro.

            Non e' violando gli standard che si garantisce
            l'interoperabilita'.

            Non mi pare che questa scelta cambi nulla a
            livello di
            interoperabilità.Il fatto che non paia a te non significa nulla.Se hanno ritenuto di dover definire uno standard per questa funzionalita', ci saranno delle buone ragioni.Non siamo qui a discutere i motivi per cui tale comportamento sia stato standardizzato.Siamo qui a discutere che c'e' l'ennesimo standard che viene bellamente violato da M$.
            Quando e come viene fatta una scelta non cambia
            assolutamente nulla a livello di
            interoperabilità.
            Il sito web deve saper funzionare sia che uno
            abbia messo la spunta esplicitamente o
            implicitamente.E ritieni che sia questa una buona ragione per violare uno standard?
            E per dirla tutta: questa volta W3C secondo me ha
            torto.E allora possiamo violare gli standard?
            Infine non serve buttare tutto lo standard, sei
            un po' integralista.Sono un informatico.Gli standard io non li devo giudicare, li devo rispettare.
          • kaiserbaldo scrive:
            Re: Cane che morde uomo...
            - Scritto da: panda rossa
            Sono un informatico.
            Gli standard io non li devo giudicare, li devo
            rispettare.Te non sei un informatico sei un trollone, nessuno con u cervello pensante puo' affermare questo, nemmeno se fossimo dentro 1984 di Orwell.Ad ogni modo se non ti va di usare IE10 perche' e' fuori standard, non usarlo e sta zitto o porta argomentzioni sensate, anyway nemmeno io uso IE al momento perche' essendo sviluppatore web lo odio con tutto il cuore, ma quando ne fa una giusta e' doveroso riconoscerlo, altrimenti si parla come i tifosi ed allora e' meglio parlare di sport.E credo che la mossa sia proprio di mettere i bastoni tra le ruote ad adsense o simili, e anche se non e' il maggior browser IE ha comunque una diffusione che puo' intaccare gli introiti pubblicitari.E spero che FFX segua IE e che questo costringa CHROME a fare altrettanto.
          • non so scrive:
            Re: Cane che morde uomo...
            - Scritto da: panda rossa
            Io ho sottolineato il fatto che M$ continua a
            violare gli standard.qui il discorso è un altro, cioè se seguire una strada pro google o pro microsoft. lo standard non c'entra niente, che cavolo di standard è una regola che vieta l'anti-tracciamento di default!
          • Soprano scrive:
            Re: Cane che morde uomo...


            Gli standard sono fatti per essere rispettati,
            non per essere
            giudicati.
            Se lo standard prevede un certo comportamento,
            quel comportamento va seguito, anche se a nostro
            gusto non e'
            gradito.
            Io ti ho fatto un'altra domanda: se preferisci che sia attivata di default o meno.Dalla tua risposta si capisce che poichè è standard non attivarla allora non va attivata, va bene, ma io ti ho chiesto cosa preferiresti tu.Detto questo, mi piace molto il discorso "Se lo standard prevede un certo comportamento, quel comportamento va seguito, anche se a nostrogusto non e' gradito", anche perchè, se sostituisci alla parola "standard" la parola "legge", ho come l'impressione che la tua opinione diventi tutta un'altra! Ma questo è un altro discorso.
          • Nome e cognome scrive:
            Re: Cane che morde uomo...
            - Scritto da: panda rossa
            Gli standard sono fatti per essere rispettati,
            non per essere
            giudicati.Questa è la cosa più stupida che ho sentito dirti da che leggo i tuoi commenti sul PI. Se firefox fosse andato nella stessa direzione, avresti appaludito a una compagnia che va contro gli standard per tuttelare i suoi utenti.. Brutta cosa i pregiudizi
          • ruppolo scrive:
            Re: Cane che morde uomo...
            Quelli che hai descritto non sono gli standard, ma le leggi. Capisco che un pirata come te non abbia molta dimestichezza con le leggi, ma tant'è.
          • krane scrive:
            Re: Cane che morde uomo...
            - Scritto da: ruppolo
            Quelli che hai descritto non sono gli standard,
            ma le leggi. Capisco che un pirata come te non
            abbia molta dimestichezza con le leggi, ma
            tant'è.Del resto solo un ruppolo come te puo' prendere per legge le decisioni di una corp.
          • p4bl0 scrive:
            Re: Cane che morde uomo...
            - Scritto da: ruppolo
            Quelli che hai descritto non sono gli standard,
            ma le leggi. Capisco che un pirata come te non
            abbia molta dimestichezza con le leggi, ma
            tant'è.per una volta sono d'accordo con ruppolo."gli standard vanno rispettati non giudicati" suona un po' ipocrita per uno che non dice la stessa cosa riguardo alle leggin.b.: sono d'accordo sul non dirlo per le leggi, ma lo stesso vale per gli standard, soprattutto se (come dice un utente più sotto) questa nuova bozza di standard è uscita DOPO la scelta di MS
          • Danilo scrive:
            Re: Cane che morde uomo...
            Anche FF ha proposto come MS il Do Not Track attivato di default... questa volta gli standard sono stati imposti al W3C dalle aziende che hanno paura di perdere i loro introiti a scapito della privacy dell'utente e sono contro l'utente. Peccato che quando leggete Microsoft partite sempre prevenuti..
          • panda rossa scrive:
            Re: Cane che morde uomo...
            - Scritto da: Danilo
            Anche FF ha proposto come MS il Do Not Track
            attivato di default... questa volta gli standard
            sono stati imposti al W3C dalle aziende che hanno
            paura di perdere i loro introiti a scapito della
            privacy dell'utente e sono contro l'utente.
            Peccato che quando leggete Microsoft partite
            sempre
            prevenuti..Non ho alcuna difficolta' a condannare il comportamento di FF se anche FF non rispetta lo standard.Qui nessuno parte prevenuto quando legge M$, solo che siccome qui abbiamo piu' o meno tutti esperienza ventennale nell'informatica e a memoria d'uomo nessuno ricorda un comportamento virtuoso che sia uno da parte di M$, chiediti perche' quando si legge M$ si parte prevenuti.Le multe pluri milionarie a M$ non gliele danno mica a caso, sai!
    • Nome scrive:
      Re: Cane che morde uomo...
      - Scritto da: panda rossa
      La prima legge del giornalismo dice che cane che
      morde uomo non e' notizia, mentre uomo che morde
      cane lo
      e'.

      Alla luce di tale legge, che notizia e' dire che
      IE non rispetta qualsivoglia
      standard?Beh la notizia in realtà è che il W3C si piega ai voleri dei pubblicitari invece essere un organo superparte
      • Sgabbio scrive:
        Re: Cane che morde uomo...
        Più che altro, loro avevano fatto uno stantard in un modo, la microsoft ha fatto a modo suo.
        • Lostman scrive:
          Re: Cane che morde uomo...
          - Scritto da: Sgabbio
          Più che altro, loro avevano fatto uno stantard in
          un modo, la microsoft ha fatto a modo
          suo.E quindi sta seguendo perfettamente il suo modo di fare degli ultimi ... ehm .. 30 anni?
        • Nome e cognome scrive:
          Re: Cane che morde uomo...
          - Scritto da: Sgabbio
          Più che altro, loro avevano fatto uno stantard in
          un modo, la microsoft ha fatto a modo
          suo.Sgabbio, però leggila la notizia prima di commentare: Il W3C da buon ultimo ha pubblicato un anuova bozza che mette fuori standard IE10.. Quindi l'ha pubblicata dopo che è uscito IE10. Quindi M$ non ha alcuna colpa. Anzia IE10, con buona pace di te e Panda Rosso, rispettava tutti gli standard. èil W3C che li cambia per fini politici.
    • Bilroy Froman scrive:
      Re: Cane che morde uomo...
      - Scritto da: panda rossa
      La prima legge del giornalismo dice che cane che
      morde uomo non e' notizia, mentre uomo che morde
      cane lo
      e'.

      Alla luce di tale legge, che notizia e' dire che
      IE non rispetta qualsivoglia
      standard?la notizia è che lo standard è una XXXXX: NON DIFENDE LA PRIVACY, e la cosa strana è che IE10 è dalla parte dell'utente e non dell'industria ... magari sarà una mossa per fare finalmente qualcosa di controcorrente e accattivarsi simpatie, ma tant'é, in questo momento la notizia è che Microsoft si comporta "da buona" e non come sempre gente come te, pronta a buttar fango (come ora) , dice che si comporti, cioé non bene.
  • Metal_neo scrive:
    Offrire l'opzione
    Basta che dopo l'installazione si apra una scheda/finestra chiedendo all'utente se vuole o meno attivare l'opzione. Easy as it sounds.
    • jackoverfull scrive:
      Re: Offrire l'opzione
      - Scritto da: Metal_neo
      Basta che dopo l'installazione si apra una
      scheda/finestra chiedendo all'utente se vuole o
      meno attivare l'opzione. Easy as it
      sounds.Subito dopo quella sulla modifica del browser di default e subito prima quella sull'abilitazione degli aggiornamenti automatici?
  • Francesco scrive:
    Una volta tanto
    credo che la Microsoft non abbia torto:abilitare o no questa funzione non è una decisione tecnica.
    • collione scrive:
      Re: Una volta tanto
      Il problema sono le ricadute sul settore della pubblicità online.E' strano come sia proprio ms ( dopo vari scandali sulla privacy ) a dire che la privacy è la loro priorità. Non sarà che vogliono colpire indirettamente adsense?
      • il signor rossi scrive:
        Re: Una volta tanto
        - Scritto da: collione
        Il problema sono le ricadute sul settore della
        pubblicità
        online.

        E' strano come sia proprio ms ( dopo vari
        scandali sulla privacy ) a dire che la privacy è
        la loro priorità. Non sarà che vogliono colpire
        indirettamente
        adsense?Certo, direi che questo è ovvio. Non crederete che all'improvviso in Microsoft siano diventati paladini dei diritti civili... quello che gli interessa è colpire il core business di Google, che è uno dei loro maggiori concorrenti.Per quanto riguarda la pubblicità online, si fa presto a scandalizzarsi per la profilazione, poi però vogliamo tutto gratis e non vogliamo pagare un euro di abbonamento per nessun servizio... ma non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca.
        • Sgabbio scrive:
          Re: Una volta tanto
          - Scritto da: il signor rossi
          - Scritto da: collione

          Il problema sono le ricadute sul settore della

          pubblicità

          online.



          E' strano come sia proprio ms ( dopo vari

          scandali sulla privacy ) a dire che la privacy è

          la loro priorità. Non sarà che vogliono colpire

          indirettamente

          adsense?

          Certo, direi che questo è ovvio. Non crederete
          che all'improvviso in Microsoft siano diventati
          paladini dei diritti civili... quello che gli
          interessa è colpire il core business di Google,
          che è uno dei loro maggiori
          concorrenti.
          Per quanto riguarda la pubblicità online, si fa
          presto a scandalizzarsi per la profilazione, poi
          però vogliamo tutto gratis e non vogliamo pagare
          un euro di abbonamento per nessun servizio... ma
          non si può avere la botte piena e la moglie
          ubriaca.Considerando la caduta libera di IE, dubito che possa scalfire google in questo modo.Del resto hai leggermente generalizzato, parli come certi servizi a pagameno, non ci fossero più :D
          • Francesco_Holy87 scrive:
            Re: Una volta tanto
            Va beh, caduta libera è esagerazione.
          • Sute scrive:
            Re: Una volta tanto
            Invece no, lo usi a scuola? ;)
          • Sgabbio scrive:
            Re: Una volta tanto
            essere sotto al 50% rispetto a 2 anni fà che aveva ancora il 90 e 80 percento, mi sembra una caduta libera.
          • Gurzo2007 scrive:
            Re: Una volta tanto
            veramente è al 54%...
          • Gol ohohohoh gol scrive:
            Re: Una volta tanto
            - Scritto da: Gurzo2007
            veramente è al 54%...ROTFL... al 54% nei tuoi sogni!
          • Gurzo2007 scrive:
            Re: Una volta tanto
            ah dimenticavo..ie era all'80% nel 2007...che fanno 5 anni...non mi sembra sia una caduta libera...considerando che il trend è in crescita...
          • giorgio maria santini scrive:
            Re: Una volta tanto
            - Scritto da: Gurzo2007
            ah dimenticavo..ie era all'80% nel 2007...che
            fanno 5 anni...non mi sembra sia una caduta
            libera...considerando che il trend è in
            crescita...non so quanto siano attendibili questi dati ma:http://www.w3schools.com/browsers/browsers_stats.asp
          • panda rossa scrive:
            Re: Una volta tanto
            - Scritto da: giorgio maria santini
            - Scritto da: Gurzo2007

            ah dimenticavo..ie era all'80% nel 2007...che

            fanno 5 anni...non mi sembra sia una caduta

            libera...considerando che il trend è in

            crescita...

            non so quanto siano attendibili questi dati ma:

            http://www.w3schools.com/browsers/browsers_stats.aSi chiama <i
            Streiff </i
            . E' la pista dove si svolge la discesa libera di Kitzbuhel.
          • rover scrive:
            Re: Una volta tanto
            involontariamente hai centrato il problema vero: pagameno
          • Sgabbio scrive:
            Re: Una volta tanto
            hahaha :D
        • duemila scrive:
          Re: Una volta tanto
          Che sia diventata o no paladino dei diritti civili mi frega poco. La sua posizione e' giusta. I browser devono essere chiusi alla profilazione per default . Se uno poi vuole farsi profilare, la attiva.
          • Fracco scrive:
            Re: Una volta tanto
            Quello che sfugge è che se tutti i browser inviassero il segnale "Non profilarmi" di default, allora questa richiesta non verrebbe seguita perché non decisa dall'utente. La decisione finale infatti spetta al server, che ti fa il favore di non profilarti se lo chiedi. Ma applicarla di default non avrebbe i risultati, perché ignorerebbero la richiesta. Dal canto mio, la profilazione anonima non mi pare un problema ma una risorsa, se mi fanno vedere pubblicità interessante sono contento (tranne la roba animata in flash che filtro automaticamente).
        • nome e cognome scrive:
          Re: Una volta tanto

          Certo, direi che questo è ovvio. Non crederete
          che all'improvviso in Microsoft siano diventati
          paladini dei diritti civili... quello che gli
          interessa è colpire il core business di Google,
          che è uno dei loro maggiori
          concorrenti.
          Per quanto riguarda la pubblicità online, si fa
          presto a scandalizzarsi per la profilazione, poi
          però vogliamo tutto gratis e non vogliamo pagare
          un euro di abbonamento per nessun servizio... ma
          non si può avere la botte piena e la moglie
          ubriaca.Un conto è la pubblicità, che nel caso si offra un servizio gratuito è sacrosanta e i browser non dovrebbero bloccarla (vedi adblock, noscript), altra cosa è la profilazione e la raccolta dei dati di navigazione.
          • jackless scrive:
            Re: Una volta tanto
            - Scritto da: nome e cognome

            Certo, direi che questo è ovvio. Non
            crederete

            che all'improvviso in Microsoft siano
            diventati

            paladini dei diritti civili... quello che gli

            interessa è colpire il core business di
            Google,

            che è uno dei loro maggiori

            concorrenti.

            Per quanto riguarda la pubblicità online, si
            fa

            presto a scandalizzarsi per la profilazione,
            poi

            però vogliamo tutto gratis e non vogliamo
            pagare

            un euro di abbonamento per nessun
            servizio...
            ma

            non si può avere la botte piena e la moglie

            ubriaca.

            Un conto è la pubblicità, che nel caso si offra
            un servizio gratuito è sacrosanta e i browser non
            dovrebbero bloccarla (vedi adblock, noscript),
            altra cosa è la profilazione e la raccolta dei
            dati di
            navigazione.Il fatto è che per poter "offrire" pubblicità sempre più mirata, hanno bisogno della profilazione. Tutto sta a come viene eseguita ed utilizzata.Sicuramente la pubblicità generata in questo modo è più utile di una generata a "cazzum". Stà poi all'utente accettare questa profilazione oppure disattivarla, non deve essere un'imposizione (attivarla di default in pratica lo è...)Strano comunque come Microsoft tutto ad un tratto sia diventata così attenta alla privacy...
          • pippo75 scrive:
            Re: Una volta tanto

            Il fatto è che per poter "offrire" pubblicità
            sempre più mirata, hanno bisogno della
            profilazione. Assolutamente no, hanno bisogno di impegnarsi e l'impegno costa. Avere tutto automatico ha un prezzo inferiore.Invece cercare siti dove proporre i propri prodotto costa fatica ma magari rende.su programmazione.it non vai a proporre cosmetici.su alfemminile.com non vai a proporre il nuovo debugger.su siti di fai da te proponi il nuovo trapano avvitatore.
            Sicuramente la pubblicità generata in questo modo
            è più utile di una generata a "cazzum". Stà poi
            all'utente accettare questa profilazione oppure
            disattivarla, non deve essere un'imposizioneoppure cambiano modo di fare pubblicità. Mettono dei banner e sono contenti. Vogliono i miei dati, allora che mi stimolino a darli.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Una volta tanto
            su questo hai ragione, basterebbe mettere della pubblicità "mirata" per tipologia di sito, non sui XXXXX miei.
          • easy scrive:
            Re: Una volta tanto
            - Scritto da: nome e cognome

            Certo, direi che questo è ovvio. Non
            crederete

            che all'improvviso in Microsoft siano
            diventati

            paladini dei diritti civili... quello che gli

            interessa è colpire il core business di
            Google,

            che è uno dei loro maggiori

            concorrenti.

            Per quanto riguarda la pubblicità online, si
            fa

            presto a scandalizzarsi per la profilazione,
            poi

            però vogliamo tutto gratis e non vogliamo
            pagare

            un euro di abbonamento per nessun
            servizio...
            ma

            non si può avere la botte piena e la moglie

            ubriaca.

            Un conto è la pubblicità, che nel caso si offra
            un servizio gratuito è sacrosanta e i browser non
            dovrebbero bloccarla (vedi adblock, noscript),
            altra cosa è la profilazione e la raccolta dei
            dati di
            navigazione.Hai centrato il punto!Quello che dà veramente fastidio non è la pubblicità in sè, ma la raccolta dei dati di navigazione. (la pubblicità se ci garantisce contenuti gratuiti è più che lecita per la ragione che la moglie ubriaca è inversamente proporzionale al contenuto di vino nella botte... anche se pure su questo si potrebbe disquisire nel caso la moglie metta mano al portafogli con una donazione gratuita in base alla qualità del vino che premierebbe solo chi lo produce meglio... ma questa è un altra storia)Il tracciamento è un approfittarsi dell'utente medio che non conosce i plugin DNT ne tantomeno disabilita ad esempio i suggerimenti dei risultati della ricerca personalizzati sull'ip che ci "suggerisce" google, a me sinceramente non interessa che qualcuno mi suggerisca (era così romantico scoprire una cosa che non centrava nulla cercando altro, ma giustamente, a chi non interessa imparare risulta una perdita di tempo 8) ), anche perchè mi chiedo oggi è un suggerimento gratuito e per ora ancora facoltativo, e domani? Ci faranno pagare per suggerirci le cose giuste?Non c'è niente da dire microsoft questa volta facendo i suoi interessi (e per fortuna anche quelli dell'utente medio) ha colto la palla al balzo e schiacciato forte lì dove il dente faceva più male :p
          • bubba scrive:
            Re: Una volta tanto


            Non c'è niente da dire microsoft questa volta
            facendo i suoi interessi (e per fortuna anche
            quelli dell'utente medio) ha colto la palla al
            balzo e schiacciato forte lì dove il dente faceva
            più male
            :psarebbe interessante notare (ma l'articolo non ne parla) se questa roba antiprofilazione funziona BENE anche verso Bing, o se "per magia" risulti inefficace,,, :)
          • easy scrive:
            Re: Una volta tanto
            ottima osservazione!E a questo punto anche quanto è davvero efficace l'anti tracciamento offerto.
        • dddd scrive:
          Re: Una volta tanto
          Io pago 50 euro al mese per avere la connessione, non ho nulla gratis.
        • Funz scrive:
          Re: Una volta tanto
          - Scritto da: il signor rossi
          Per quanto riguarda la pubblicità online, si fa
          presto a scandalizzarsi per la profilazione, poi
          però vogliamo tutto gratis e non vogliamo pagare
          un euro di abbonamento per nessun servizio... ma
          non si può avere la botte piena e la moglie
          ubriaca.Tanto è noto che le percentuali di persone che cliccano sui banner sono infinitesime, e la stragrande maggioranza della gente manco li vede, quando naviga. E' proprio una cecità selettiva :)In più ci sono i navigatori più evoluti che usano Adblock+.Eppure non mi sembra che Google e chi campa di adsense stiano tanto messi male. Mi raccomando, continuate a cliccare sui banner anche per me, e ogni tanto ricordatevi di comprare qualcosa! :p
          • bastian contrario scrive:
            Re: Una volta tanto
            - Scritto da: Funz
            - Scritto da: il signor rossi


            Per quanto riguarda la pubblicità online, si
            fa

            presto a scandalizzarsi per la profilazione,
            poi

            però vogliamo tutto gratis e non vogliamo
            pagare

            un euro di abbonamento per nessun
            servizio...
            ma

            non si può avere la botte piena e la moglie

            ubriaca.

            Tanto è noto che le percentuali di persone che
            cliccano sui banner sono infinitesime, e la
            stragrande maggioranza della gente manco li vede,
            quando naviga. E' proprio una cecità selettiva
            :)
            In più ci sono i navigatori più evoluti che usano
            Adblock+.ed OptimizeGoogle. 8)(NoScript ormai è di serie...)
            Eppure non mi sembra che Google e chi campa di
            adsense stiano tanto messi male. Mi raccomando,
            continuate a cliccare sui banner anche per me, e
            ogni tanto ricordatevi di comprare qualcosa! :pQuoto.
          • Funz scrive:
            Re: Una volta tanto
            - Scritto da: bastian contrario
            ed OptimizeGoogle. 8)Bello, peccato che l'abbiano abbandonato. Averlo saputo prima...
      • Nome scrive:
        Re: Una volta tanto
        - Scritto da: collione
        Il problema sono le ricadute sul settore della
        pubblicità
        online.

        E' strano come sia proprio ms ( dopo vari
        scandali sulla privacy ) a dire che la privacy è
        la loro priorità. Non sarà che vogliono colpire
        indirettamente
        adsense?No, la pubblicità online si adeguerà come a fatto su titti gli altti media da sempre. Semplicemente non avranno questa posizione di vantaggio abissale che hanno ora. Credere che la pubblicità online abbia bisogno di tracciarti per esistere è ridicolo ed è esattamente quello che vogliono farti pensare.
Chiudi i commenti