Cina: gli hacker siete voi

Pechino risponde alle insistenti accuse provenienti dagli USA e a sua volta denuncia: la maggior parte dei (crescenti) attacchi contro i nostri server è di matrice nordamericana. Ma nella cyberwar a perdere sono gli utenti

Roma – Chiamato direttamente in causa da un rapporto dettagliato che ha fatto (e sta facendo) molto discutere, l’apparato di potere cinese prova a sviare l’attenzione dalle sue presunte attività di cyber-spionaggio controaccusando gli Stati Uniti: siete voi che attaccate noi, denuncia Pechino, non il contrario.

In una disclosure che dovrebbe rappresentare una prima assoluta, Pechino quantifica in 144mila il numero di attacchi mensili subiti dall’infrastruttura web della difesa cinese, e questo nel corso di tutto il 2012. I principali responsabili, ovviamente, sarebbero hacker con base negli USA (nel 62,9 per cento dei casi).

L’attività di hacking “ostile” di matrice statunitense si fa sempre più ossessiva, dichiarano gli ufficiali cinesi, e i piani di enforcement dell’attività di cyber-sicurezza recentemente approvati dalla Casa Bianca non favoriscono certo una distensione: “Speriamo che gli USA possano spiegare e chiarificare” la situazione, dicono da Pechino.

La cyber-sicurezza internazionale è oramai diventato un fatto politico a tutto tondo, ma c’è chi, tra i professionisti della sicurezza IT, vorrebbe meno riflettori su questa presunta “cyber-guerra” e più energie spese a difendere gli utenti di computer “ordinari”.

L’appello arriva da Chester Wisniewski, security advisor di Sophos che qualifica gli attacchi persistenti (“advanced persistent threat” o APT) come una “orribile distrazione” da quello che dovrebbe contare davvero nel campo della sicurezza IT. Se le nazioni combattono il problema è del Pentagono, sostiene Wisniewski, mentre l’interesse principale delle società di sicurezza – produttori di antivirus in primis – dovrebbe essere sempre e comunque la difesa dei sistemi informatici dell’utente comune.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • AxAx scrive:
    Ma che me frega...
    Ho messo che sono nato in Grecia e parlo Greco e mi arriva tutta la pubblicità in greco...Forse la pubblicità mirata è per tutti quei dementi che mettono tutti i loro dati reali: indirizzo telefono codice fiscale + comunicano tutti i loro spostamenti via cellulare con satellitare acceso.
  • P.Inquino scrive:
    basta venire qua
    invece su p.i e si è letteralmente bombardati dagli ads su le bimbominkiate redmonnezzaltro che pertinenza...
    • thebecker scrive:
      Re: basta venire qua
      - Scritto da: P.Inquino
      invece su p.i e si è letteralmente bombardati
      dagli ads su le bimbominkiate
      redmonnezz
      altro che pertinenza...Io non lo sapevo perchè uso Adblock ma un utente ha postato un immagine di PI con la pubblicità di Carlo Conti! Che c'entra con un sito di informatica :|Ma chi hanno come addetti al marketig in questo sito, il fratello di Mariuccia (rotfl)
      • uTonto scrive:
        Re: basta venire qua
        Il sito vive ormai di "ricordi", quando l'anima di un'azienda va via questi sono i risultati....Edizioni Master sicuramente fa soldi.... ma producendo prodotti di bassa qualità e la colpa alla fine di tutto questo è nostra !!!!
        • 123 scrive:
          Re: basta venire qua
          - Scritto da: uTonto
          Il sito vive ormai di "ricordi", quando l'anima
          di un'azienda va via questi sono i
          risultati....

          Edizioni Master sicuramente fa soldi.... ma
          producendo prodotti di bassa qualità e la colpa
          alla fine di tutto questo è nostra
          !!!!io mi tiro fuori da quel "nostra". Da edizioni master ho deciso di non comprare piu' nemmeno, qualora lo stampassero, il biglietto del tram.
      • Sgabbio scrive:
        Re: basta venire qua
        - Scritto da: thebecker
        - Scritto da: P.Inquino

        invece su p.i e si è letteralmente bombardati

        dagli ads su le bimbominkiate

        redmonnezz

        altro che pertinenza...

        Io non lo sapevo perchè uso Adblock ma un utente
        ha postato un immagine di PI con la pubblicità di
        Carlo Conti! Che c'entra con un sito di
        informatica
        :|

        Ma chi hanno come addetti al marketig in questo
        sito, il fratello di Mariuccia
        (rotfl)Ok che ormai questo sito appartiene ad edizioni master, ma che pertinenza ha la pubblicità di ogni cagatina che fa il loro editore in un futtuto sito d'informatica ?
      • ... scrive:
        Re: basta venire qua
        - Scritto da: thebecker
        - Scritto da: P.Inquino

        invece su p.i e si è letteralmente bombardati

        dagli ads su le bimbominkiate

        redmonnezz

        altro che pertinenza...

        Io non lo sapevo perchè uso Adblock ma un utente
        ha postato un immagine di PI con la pubblicità di
        Carlo Conti! Che c'entra con un sito di informatica :|e ancora di sei salvato! quanche settimana fa c'era la pubblicita (ti prego non vomitare) di Giacobbo e la rivista Voyager, ovviamente anch'essa della "scuderia" edizioni master. io comunque da questi balordi non compro piu un XXXXX.
    • nome e cognome scrive:
      Re: basta venire qua
      - Scritto da: P.Inquino
      invece su p.i e si è letteralmente bombardati
      dagli ads su le bimbominkiate
      redmonnezz
      altro che pertinenza...Significa che la profilazione funziona bene...
  • 123 scrive:
    fanXXXX a Facebook e advertising mirato
    vedi titolo
    • thebecker scrive:
      Re: fanXXXX a Facebook e advertising mirato
      - Scritto da: 123
      vedi titolotanso si che tipo di pubblicità ci sarà, per bimbimichia:- le cuffie che usa Balottelli- Il nuovo e miglior iphone di sempre.- Orsachiotti.
Chiudi i commenti