Cina: Sole artificiale 5 volte più potente di quello reale

Cina: Sole artificiale 5 volte più potente di quello reale

La Cina è riuscita a produrre tramite fusione nucleare una temperatura 5 volte quella del Sole, creando per 17 minuti un Sole artificiale.
La Cina è riuscita a produrre tramite fusione nucleare una temperatura 5 volte quella del Sole, creando per 17 minuti un Sole artificiale.

Si tratta di un record quello raggiunto in Cina all'interno di un reattore nucleare a fusione, che è riuscito a raggiungere una temperatura davvero molto alta per un tempo di 17 minuti con un Sole artificiale. Senza scendere nel dettaglio per quanto riguarda il numero di gradi raggiunti, vi basterà sapere che ha superato il Sole reale di ben cinque volte, numero stratosferico se pensiamo che la nostra stella raggiunge una media di 5.770 kelvin.

L'EAST (Experimental Advanced Superconducting Tokamak), che poi nient'altro è che un vero e proprio Sole artificiale, ha raggiunto i 70 milioni di gradi centigradi, confermando di poter sostenere – qualora venisse stabilizzato il tutto e reso duraturo nel tempo – la spesa energetica in modo pulito.

L'EAST è un Sole artificiale capace di produrre 70 milioni di gradi centigradi

L'obiettivo dei ricercatori in questo caso è quello di riprodurre le reazioni che avvengono tra le stelle, capaci di generare quantitativi di energia inimmaginabili. A differenza di ogni altra tipologia di energia – a partire da quella fossile fino ai pannelli solari – questa non produce alcuno scarto (a differenza della fissione nucleare) e, a detta degli esperti, è anche meno rischiosa per quanto riguarda i disastri ambientali.

Il processo che porta alla produzione di tali energie è la fusione di due nuclei di atomi, così da generare energia che poi potrà essere convertita in elettricità. Sebbene le varie nazioni lavorino ancora alle altre energie alternative, per gli scienziati questa della fusione nucleare è sempre stata una sorta di pietra filosofale dell'energia pulita.

Il progetto del Sole artificiale proseguirà fino a giugno di quest'anno, e fino ad ora è costato alla Cina ben 700 miliardi di Sterline, ovvero più di 830 miliardi di Euro. Il team cinese dietro questo evento lavorerà inoltre anche al reattore nucleare a fusione francese, in costruzione a Marsiglia, ed una volta ultimato diventerà il più grande reattore sul pianeta (e si chiamerà ITER, International Thermonuclear Experimental Reactor).

Fonte: Independent
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

04 01 2022
Link copiato negli appunti