Cloud gaming: Microsoft sfida Stadia con xCloud

Microsoft ha pronto l'annuncio di una piattaforma per il cloud gaming che andrà a scontrarsi con il servizio Google Stadia, appena svelato alla GDC19.

Il 2019 verrà ricordato nell’ambito videoludico come l’anno del cloud gaming. Due big come Google e Microsoft stanno per fare il loro ingresso in un settore che fino ad oggi, nonostante le iniziative già messe in campo (PlayStation Now, GeForce Now ecc.), ancora non ha saputo esprimere appieno le proprie potenzialità. All’annuncio di Stadia dei giorni scorsi, il gruppo di Redmond risponderà presto con il progetto xCloud.

Microsoft: un concorrente per Stadia

La data da cerchiare in rosso sul calendario è quella della conferenza Microsoft in occasione dell’E3 2019 di Los Angeles, nella seconda settimana di giugno. Verranno tolti i veli alla piattaforma già protagonista nei giorni scorsi di alcuni primi rumor. In questo caso lo streaming dei giochi sarà gestito dall’infrastruttura cloud di Azure, permettendo di delegare a un server remoto l’elaborazione del comparto audio-video così come la gestione dell’intelligenza artificiale, eseguendo i titoli su qualsiasi dispositivo anche in assenza di un adeguato comparto hardware in locale. Una prima demo condivisa di recente mostra il funzionamento del servizio su uno smartphone con Forza Horizon 4.

PC, console, telefoni e tablet: sarà possibile accedere al catalogo di xCloud da qualsiasi postazione. L’unico requisito richiesto, così come già visto per Stadia, sarà costituito da una buona connessione Internet (immaginiamo almeno 20-25 Mbps), caratterizzata da una latenza ridotta al minimo in modo da evitare lag o rallentamenti. Verrà quasi certamente garantita la compatibilità con i controller della famiglia Xbox.

Nessuna informazione al momento in merito ai prezzi dell’abbonamento da sottoscrivere, ai giochi disponibili al lancio o alla data di debutto della piattaforma. Maggiori informazioni arriveranno in occasione della conferenza all’E3 2019, come conferma una comunicazione inviata da Phil Spencer (numero uno della divisione Xbox) ai propri collaboratori, subito dopo la presentazione del servizio di Google. La riportiamo di seguito in forma tradotta.

Il team ha appena finito di seguire l’annuncio di Google Stadia, qui alla GDC. La presentazione conferma la validità del percorso che abbiamo iniziato due anni fa. Oggi abbiamo visto un importante concorrente tecnologico entrare nel mercato del gaming, forte degli elementi necessari a ottenere successo: contenuti, community e cloud. Non ci sono state particolari sorprese durante l’evento, ma sono rimasto impressionato dall’integrazione con YouTube, dall’utilizzo dell’Assistente Google e dal nuovo controller WiFi.

Tornando a noi, abbiamo svolto un ottimo lavoro che ci consente di competere per i due miliardi di giocatori del pianeta. Google ha fatto le cose in grande oggi e noi abbiamo un paio di mesi prima dell’E3 per fare altrettanto.

Dobbiamo continuamente metterci in gioco e lavorare pensando anzitutto ai nostri clienti. Abbiamo i contenuti, la community, il cloud e una strategia. Come ho detto spesso, tutto sta nel far le cose bene. Questo vale oggi più che mai.

Sono tempi stimolanti.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Fonte: Thurrott
Chiudi i commenti