Cloud hosting e hosting condiviso: quale scegliere e perché

Cloud hosting e hosting condiviso: quale scegliere e perché

Che differenza c'è tra il cloud hosting e l'hosting condiviso? Scopriamolo subito in questo articolo dedicato
Che differenza c'è tra il cloud hosting e l'hosting condiviso? Scopriamolo subito in questo articolo dedicato

Quando si sceglie un Hosting per il proprio sito Web, bisogna sempre considerare diversi fattori, alcuni dei quali potrebbero risultare anche simili tra loro. Proprio per questo motivo, oggi andremo ad affrontare e cercare di spiegare nella maniera più semplice possibile la differenza tra cloud hosting e hosting condiviso. In più, non mancherà anche una sezione dedicata alla scelta della tipologia da utilizzare in base alle proprie esigenze. Prima di iniziare però, qualora siate alla ricerca di un servizio affidabile ed economico, vi consigliamo di dare un’occhiata alla proposta di HostGator, ora in sconto del 65% sul prezzo del piano Baby.

Che differenza c’è tra cloud hosting e hosting condiviso?

Quando si affronta il discorso relativo alla condivisione, subito viene in mente il concetto di cloud e proprio per questo qualcuno potrebbe effettivamente confondere le cose se messe in relazione con i servizi di Hosting. Cosa differenzia quindi il cloud hosting da quello condiviso?

Hosting

Partiamo prima di tutto dal primo dei due. Il cloud hosting è un servizio Web che mette a disposizione di un singolo sito più di un server (anziché soltanto uno, come accade invece per quello condiviso che analizzeremo fra qualche istante). Tutto ciò, si traduce in maggiore sicurezza in caso di problemi. Qualora infatti uno di questi server dovesse interrompersi o non funzionare per qualsiasi ragione, verrà immediatamente trasferita la gestione dei dati ad un altro server tra quelli a disposizione.

Il cloud hosting risulta essere infatti quello più utilizzato per i siti dinamici basati su WordPress o anche per gli e-commerce, ma che in genere devono affrontare un livello di traffico molto elevato. Il suo prezzo sarà però ovviamente maggiore, poiché dovrà offrire risorse più avanzate.

L’Hosting condiviso invece, un po’ come anticipato anche dal nome stesso, offre a disposizione un solo server, che viene condiviso da più siti Web. Tra i suoi punti di forza troviamo ovviamente il suo essere molto più economico. Questo viene infatti utilizzato sia per siti statici che dinamici, i quali però non si ritrovano a fare i conti con visite esageratamente elevate. Il servizio condiviso è il più comune in circolazione ed è anche, ad esempio, quello offerto in sconto del 65% da HostGator.

Ecco di seguito una raccolta dei servizi Hosting più conosciuti e apprezzati dagli utenti:

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 3 mar 2022
Link copiato negli appunti