Code Break, crittografia per gioco

A due anni di distanza dall'Hackme Challenge, il sito italiano !pc-facile rilancia una giocosa sfida agli smanettoni della Rete, questa volta incentrata su una serie di enigmi crittografici. Da Cesare ai giorni nostri
A due anni di distanza dall'Hackme Challenge, il sito italiano !pc-facile rilancia una giocosa sfida agli smanettoni della Rete, questa volta incentrata su una serie di enigmi crittografici. Da Cesare ai giorni nostri


Roma – Questa estate gli utenti di Internet potrebbero trovare una stuzzicante alternativa alle riviste di enigmistica. Il sito italiano !pc-facile ha infatti inaugurato una nuova competizione, chiamata Code Break , che, ricalcando l’idea dell’ Hackme Challenge , propone ai partecipanti una serie di quiz ed enigmi inerenti alla crittografia: protagonisti saranno codici segreti, cifrari, password, hash e spie.

La sfida, di cui !pc-facile sottolinea la natura ludica, permetterà agli utenti di cimentarsi in 10 rompicapo con crescente livello di difficoltà: “ognuno di essi”, come ha spiegato a Punto Informatico Adrien Hingert, ideatore e webmaster di !pc-facile, “è contestualizzato storicamente in modo da far capire all’utente che questo non è un esercizio di stile, ma un problema realmente affrontato e nella maggior parte dei casi brillantemente risolto da grandi menti del passato”.

“Vi calerete nei panni di Alan Turing alla vigilia dello sbarco in Normandia e vi confronterete contro l’Enigma nazista. Vestirete le armature Galliche mentre cercano di decifrare le comunicazioni delle legioni di Cesare. Sarete nei panni del controspionaggio Inglese che cerca di limitare l’emorragia di informazioni dal blocco occidentale”, si legge nell’introduzione a Code Break.

Hingert ha spiegato che gli enigmi vengono generati dinamicamente con testo e chiave di cifratura scelti a caso, questo per evitare che i partecipanti “barino” scambiandosi le soluzioni. I test sono stati concepiti in modo tale che le cognizioni apprese in un livello siano necessarie per risolvere quello successivo. La maggior parte – ha assicurato Hingert – potranno essere risolti con carta e penna, magari sotto l’ombrellone, e senza particolari conoscenze informatiche.

“Il decimo enigma penso sia l’ultima cosa risolvibile con un personal computer”, ha confidato Hingert a PI, aggiungendo poi che “uno bravo dovrebbe riuscire a completare tutte le prove nel giro di una settimana”.

La partecipazione alla sfida non richiede alcuna iscrizione, tuttavia la possibilità di salvare i propri progressi sarà riservata solo a chi si registra al forum di !pc-facile. I primi 10 classificati potranno aggiudicarsi la versione cartacea del libro di racconti “L’urlo” scritto dallo stesso Hingert.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

15 07 2004
Link copiato negli appunti