Colpisce Sahay, Terminator antiworm

Un nuovo, piccolo e viscido vermicello di nome Sahay striscia fra le maglie della Rete a caccia di un altro worm, Yaha, di cui vuole la testa. Fra gli altri suoi hobby c'è corrompere i file e mandare in crash i computer infettati


Roma – Sebbene la sua diffusione non abbia raggiunto almeno per il momento livelli preoccupanti, il nuovo worm Sahay sta destando un certo interesse per la singolare natura della sua missione: trovare e distruggere un suo celebre simile, di nome Yaha.

Sebbene Sahay non sia il primo virus della storia ad essere stato programmato per “uccidere” un altro virus, era un bel po ‘ di tempo, secondo alcuni esperti del settore, che non se ne vedeva uno con tale capacità agire su piattaforme Windows.

Il nuovo worm arriva sotto forma di allegato, “mathmagic.scr”, all’interno di una e-mail che ha per oggetto “Fw: Sit back and be surprised…”. Nel caso in cui Sahay trovi nel sistema una versione conosciuta di Yaha tenta di cancellarlo e visualizza il seguente testo:

Hi there.. it seems you were infected with Yaha.k. That worm however, written by an idiot who sPeLlS lIkE tHiS,abused my website and got me toreceive the complaints. Therefore, I have just disinfected you.Don’t worry tho.. as I didn’t wanna steal from you, I gave you this virus (Win32.HLLP.YahaSux) in return:)

Greetz, Gigabyte Metaphase VX Team “.

Nonostante il suo primo obiettivo sia debellare Yaha dalla faccia della Rete, Sahay non si può considerare un codice “buono” visto che tenta di infettare tutti i file con estensione “.exe” presenti nella cartella di Windows ed in quella dei download di mIRC. Un tentativo, quello di Sahay, che in seguito ad alcuni errori nel suo codice in genere finisce per corrompere i file o, nella migliore delle ipotesi, mandare in crash il sistema.

Come nella tradizione di ogni worm, Sahay tenta poi di inviare sé stesso a tutti gli indirizzi contenuti nella rubrica di Outlook.

Le istruzioni per rimuovere il virus si trovano in questa pagina del sito del Symantec Security Response.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    un'occasione unica!
    Ciao,il sw e hw usato dalle Telecom è notoriamente quanto di più proprietario, customizzato, chiuso e controllato esista.La migrazione dal circuito al pacchetto richiederebbe quindi enormi investimenti di riconversione, ecco quindi l'idea di utilizzare quanto già esiste per non reinventare la ruota.La scelta più logica è scegliere Linux, piuttosto che un OS commerciale, in quanto molto diffuso, aperto e modificabile secondo le esigenze dell'industria Telecom, oltre che fondato su UNIX.Per cui, la creazione di un Linux adatto per questo contesto, e quindi con elevatissime caratteristiche di disponibilità (sei 9, cioè 99.9999), robustezza, performance, realtime, disponibilità di tool di sviluppo e validazione, può dare un'enorme spinta alla penetrazione nei più diversi contesti, non solo Telecom e Metalmeccanico, ma anche Corporation e PMI tradizionali, dove il predominio di Microsoft è ancora, purtroppo, elevato.
  • Anonimo scrive:
    Linux puo' dilagare
    La sua duttilita' non ha praticamente eguali e l'accesso al codice gli consente di essere buono per qualunque potenziale applicativo industriale
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux puo' dilagare
      Puo' dilagare quando si troveranno programmi e giochi da scaricare dai siti warez. Io non ho problemi a cambiare SO, ma se devo rebootare ogni volta che mi voglio fare una partita.....Ciaooooo
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux puo' dilagare
        - Scritto da: Anonimo
        Puo' dilagare quando si troveranno programmi
        e giochi da scaricare dai siti warez. Io
        non ho problemi a cambiare SO, ma se devo
        rebootare ogni volta che mi voglio fare una
        partita.....

        Ciaoooooonestamente il signore precedente credo intendesse il dilagare in senso di sostituire gli attuali so per dispositivi embedded, non certo in ambito desktop dove non avrà mai sviluppo, visto anche il dietro front di molte distro orientate ormai al server, e il fallimento di quelle che si orientano al desktop.
      • Vaira scrive:
        Re: Linux puo' dilagare
        Essendo il software libero, non è il caso di andare sui siti warez, bastano le home pages ufficiali.Inoltre dopo aver istallato QUALUNQUE cosa, non è MAI necessario reboottare
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux puo' dilagare
          - Scritto da: Vaira
          Essendo il software libero, non è il caso di
          andare sui siti warez, bastano le home pages
          ufficiali.Mi dai il link per Fifa2003?
          Inoltre dopo aver istallato QUALUNQUE cosa,
          non è MAI necessario reboottareSempre che non devi far ripartire Windows per giocare......
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux puo' dilagare
            il link per fifa2003?www.xbox.comno, seriamente... se prendi il PC solo per giocare... beh, fa molto tristezza!E poi non credo che alla telecom interessi fifa2003, quindi sei OT ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux puo' dilagare

            E poi non credo che alla telecom interessi
            fifa2003, quindi sei OT ;)Non sai rispondere e glissi......pagliaccio.......
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux puo' dilagare
            si, io sarò pure pagliaccio... ma tu sei maleducato che metà basta! :(io una risposta te l'ho data, ossia che trovo triste usare solo il PC per giocare, poi se tu ti accontenti di usare in questo modo il PC, beh, è un altro discorso :)Dal lato mio io ho acquisto un xbox per giocare, il PC con su Linux lo uso per le cose serie... e di warez non ho bisogno. byeZ! :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux puo' dilagare
            - Scritto da: Anonimo



            E poi non credo che alla telecom interessi

            fifa2003, quindi sei OT ;)

            Non sai rispondere e glissi......
            pagliaccio.......Io ti posso rispondere.Tu dici "hey, se non ci sono giochi per Linux, ogni volta che ho vogliadi giocare devo riavviare e usare Windows!" Il che implica dover avereper forza un sistema dual boot.Non è un'argometazione incongrua, poiché è questo fattore che ostacolala diffusione di Linux sui desktop casalinghi (oltre al fatto che la gente se ne frega perché tanto Windows, MS Office, ecc. se li pirata).Io ti posso rispondere che questo è vero, ma non al 100%, perchéalcuni giochi ci sono anche per Linux (intendo senza emulazione).Per esempio: Quake III, Unreal Tournament, Retur to CastleWolfenstein, UT 2003 ... anche altri che non ricordo, ma in retesi trovano le informazioni. Non c'è FIFA 2003, sorry.Comunque non è esatto dire che Linux = no games.SalutiProspero
Chiudi i commenti