Con IBM non si paga più alla romana

La multinazionale dei brevetti colpisce ancora

Roma – IBM pensa in avanti , IBM pensa in grande e tiene a bada i backup di interi stati, ma soprattutto IBM pensa ai brevetti . Le attivissime menti pensanti e brevettanti di Big Blue hanno recentemente ottenuto una proprietà intellettuale piuttosto peculiare, vale a dire un sistema automatizzato per dividere correttamente il conto da pagare in un locale pubblico .

Come spiegato da fior fiore di pensatori, dividere le spese al ristorante, o altrove, è un problema tutt’altro che banale: le variabili da tenere in considerazione sono parecchie , inclusi “il desiderio di sembrare corretti”, quello egoistico di “pagare meno”, i pagamenti “nascosti” sul conto comune e infine la volontà di non rovinare l’atmosfera generale della serata/giornata/festa/ricorrenza/quel che è.

Sino a pochissimi anni or sono ci avevano provato gli umoristi a risolvere la questione , rinchiudendo (idealmente) otto fisici in un separé per farli poi riemergere dopo 25 minuti con la soluzione di un rompicapo scientifico che si credeva irrisolvibile. Dall’alto della sua inarrivabile esperienza con le proprietà intellettuali sulla creazione delle proprietà intellettuali , però, IBM sottrae il problema allo humour e lo consegna alla storia della tecnologia.

Per Big Blue questa volta non è stato facile spuntarla sull’ USPTO , l’ufficio brevetti statunitense che ha prima rifiutato e infine accettato “l’invenzione” del nuovo sistema: le precedenti soluzioni permettevano di pagare al tavolo, sostiene IBM, ma quest’ultimo sarebbe il primo design che prevede la corretta suddivisione delle parti da corrispondere per saldare il conto tra i componenti di una stesso gruppo.

Il brevetto 7.457.767 , infatti, si incarica di risolvere ogni possibile inconveniente in merito: senza la necessità di doversi azzuffare per qualche euro/dollaro, o ricorrere all’assistenza di camerieri e staff vario del locale, gli avventori seduti a un tavolo in attesa di corrispondere il dovuto possono visualizzare la somma e indicare quanto vogliono pagare. Ogni qualvolta viene pagata una somma con la carta di credito, il sistema mostra quello che c’è ancora da pagare finché non si arriva a zero e viene data, letteralmente, luce verde per alzarsi dal tavolo e lasciare il locale senza essere fermati dalla security di due metri per due.

È dal 1983 che qualcuno prova a brevettare un sistema di pagamento che, a conti fatti, potrebbe benissimo essere sostituito da buon senso, civiltà e un minimo di accordo tra cervelli pensanti . IBM, da azienda che ambisce a ricreare la mente umana dentro a un banale calcolatore ridicolmente potente qual è, non si fa problemi a provarci comunque. Riuscendoci, umorismo a parte .

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • www scrive:
    traduzione
    Traduzione in parole povere del piano industriale presentato:restiamo attaccati coi denti alla rete fissa e alla posizione di monopolio in italia, ma non investiamo nemmeno una lira visto che preferiamo puntare a TIM Brasile, tiè!:-P
  • Asterix scrive:
    E' bello...
    vedere che il giorno che un azienda come Telecom parla di 4000 licenziamenti + 5000 già annunciati, e senza i pignistei di Alitalia e i soldi dello stato, nessuno abbia il coraggio di venire a sputare nel piatto dove navigano.Già perché qui ne ho sentiti anche troppi di imbecilli che si auguravano il fallimento di Telecom...
  • MARASMA scrive:
    Re: se licenziano tutti quei centralinisti
    - Scritto da: tagliSI
    se licenziano tutti quei centralinisti inutili
    che ti vengono a rompere la minc. con le solite
    offerte... ben venga il
    taglio.potrebbero magari dargli altri incarichi o mandarli nell'indotto......francamente i commenti almeno finora mi sembrano superficiali...
    • Anonimo Veneziano scrive:
      Re: se licenziano tutti quei centralinisti
      - Scritto da: MARASMA
      - Scritto da: tagliSI

      se licenziano tutti quei centralinisti inutili

      che ti vengono a rompere la minc. con le solite

      offerte... ben venga il

      taglio.

      potrebbero magari dargli altri incarichi o
      mandarli
      nell'indotto...

      ...francamente i commenti almeno finora mi
      sembrano
      superficiali...Non hai neanche idea di cosa succeda. Cosa parli? Quella è gente che non riesce a trovare lavoro e si fà 6 mesi di call-center, con preparazione 0. Il problema è chi li fà andar là, non loro che ci vanno.
      • MARASMA scrive:
        Re: se licenziano tutti quei centralinisti
        - Scritto da: Anonimo Veneziano
        - Scritto da: MARASMA

        - Scritto da: tagliSI


        se licenziano tutti quei centralinisti inutili


        che ti vengono a rompere la minc. con le
        solite


        offerte... ben venga il


        taglio.



        potrebbero magari dargli altri incarichi o

        mandarli

        nell'indotto...



        ...francamente i commenti almeno finora mi

        sembrano

        superficiali...

        Non hai neanche idea di cosa succeda. Cosa parli?
        Quella è gente che non riesce a trovare lavoro e
        si fà 6 mesi di call-center, con preparazione 0.
        Il problema è chi li fà andar là, non loro che ci
        vanno.allora gli incapaci sono i dirigenti che non sanno gestire il personale e rimediano coi licenziamenti restando*loro* ben saldi sulle poltronemarasma
  • tagliSI scrive:
    se licenziano tutti quei centralinisti
    se licenziano tutti quei centralinisti inutili che ti vengono a rompere la minc. con le solite offerte... ben venga il taglio.
  • tagliSI scrive:
    se lincenziato tutti quei centralinisti
    se lincenziato tutti quei centralinisti inutili che ti vengono a rompere la minc. con le solite offerte... ben venga il taglio.
    • Lorenzo scrive:
      Re: se lincenziato tutti quei centralinisti
      Quelli non lavorano per telecom !Lavorano per concessionarie di telecom che li pagano con un piatto di minestra.
    • Paoli scrive:
      Re: se lincenziato tutti quei centralinisti
      - Scritto da: tagliSI
      se lincenziato tutti quei centralinisti inutili
      che ti vengono a rompere la minc. con le solite
      offerte... ben venga il
      taglio.ROTFL... lavorassero per telecom...
  • keppello scrive:
    MAGARI ritorno ai fondamentali
    in giro ci sono pubblicità sui magazine che mi fanno sempre pensare solo "SEH, MAGARI, se mi rispondeste anche solamente alle richieste su roba che non funziona o aveste personale competente, invece di fare promozione di 'sta roba..."invece di promozione di ALTRA ROBA che non possiamo definire "i fondamentali" ce n'è eccomeio adesso vorrei sapere ad esempio come mai i server interbusiness mi segano le e-mail senza dire niente.NON E' spam!!!! sono le mail dei miei utenti!!!!
  • Marco Marcoaldi scrive:
    Sono felicissimo !!!!
    Spero che questi 4 mila licenziati si iscrivano ai terroristi ! "per citare una famosa frase di Magnotta" :D
  • Giuseppe Rossi scrive:
    Il fallimento di Telecom
    Non si può vivere sugli allori, il canone rapina fatto sugli italiani, da una società venduta dai furbetti di turno facendo finta di dare una privatizzazione non ha pagato.Ci ha pensato un manager, neppure incriminato per quello che ha fatto, e neppure messo in posizione di sospetto dal consiglio di amministrazione a impoverire Telecom, e tutti zitti !Che spettacolo ! In Italia i furbi vengono lasciati liberi di distruggere le aziende, e nessuno parla !Come lamentarsi se la disonestà cresce ad ogni livello ?Caro Di Pietro se non ti facessi dare i soldi per affittare a te stesso i locali del partito... neppure tu santo, ma a chi potranno credere gli italiani ?
    • uccello_gigante scrive:
      Re: Il fallimento di Telecom

      ma a chi potranno credere gli
      italiani
      ?a se stessi, ma quando si accorgeranno di quello che possono fare per molte cose sarà tardi.
    • Terminator scrive:
      Re: Il fallimento di Telecom
      Io invece penso che questi 4000 esuberi non toccheranno certo i raccomandati (appunto perché son raccomandati) e gli stipendi dei manager (inetti perché a loro volta molto spesso raccomandati) che valgono chissá quanti stipendi di un dipendente classico. Insomma, la casta rimarrá casta, i raccomandati al loro posto e l'azienda non andrá meglio. Scommettiamo?
      • Star scrive:
        Re: Il fallimento di Telecom
        C'è bisogno di scommettere ?Io di questo ne ho l'assoluta certezza.Quando gli italiani si decideranno a movimentarsi per cambiare le cose sarà troppo tardi...
Chiudi i commenti