Condannato per pirateria l'insegnante russo

Posonov era stato difeso da Gorbachev e persino Putin aveva parlato del caso mentre Microsoft aveva dichiarato di non averlo mai denunciato. Ora il clamoroso processo si è concluso. Con una condanna

Mosca – Rimbalza in rete in queste ore la clamorosa notizia della condanna per pirateria del docente russo Alexander Posonov, l’uomo che, suo malgrado, si è trovato al centro di un caso che ha avuto una eco internazionale e che ha gettato non poche ombre sul sistema giudiziario russo.

Il tribunale che lo giudica ha dunque deciso : Posonov è colpevole perché ha consentito a 12 dei propri alunni di utilizzare altrettanti computer con Microsoft Windows e Microsoft Office senza copertura di licenza, ossia “piratati”. La sentenza prevede una multa di 5mila rubli , pari a circa 160 euro: qui da noi può sembrare una somma contenuta ma rappresenta in realtà l’esatta metà dello stipendio dello stesso Posonov.

Posonov, che ha sempre dichiarato la propria innocenza non essendo stato lui a recuperare quei computer con il software pirata pre-installato, non ha accettato la condanna e ha già annunciato che ricorrerà in appello . “Qualcuno – ha detto – sta difendendo interessi industriali, qualcuno ha interesse a non dichiararmi innocente perché, se lo fanno, allora credono che altri penseranno di potersela cavare violando diritti di proprietà intellettuale”.

Una posizione più che comprensibile quella di Posonov: più volte in questi mesi, da quando è iniziata la sua odissea, gli osservatori hanno ritenuto l’iniziativa legale nei suoi confronti un modo per la Russia di dimostrare al WTO , l’Organizzazione mondiale per il Commercio, che il paese prende sul serio i reati contro il diritto d’autore.

Tanto più che Microsoft ha più volte ripetuto di non aver mai denunciato il docente russo , rispondendo in questo senso agli appelli dell’ex leader sovietico e premio Nobel per la pace Mikhail Gorbachev, che chiedeva clemenza e comprensione per Posonov. Persino Vladimir Putin, il controverso capo di stato russo, aveva definito tutto il caso contro Posonov “un’assurdità”. Un caso reso ancora più clamoroso dopo che una prima sentenza secondo cui Posonov non era processabile è stata ribaltata da un secondo tribunale. Come a dire che il procuratore russo che ha inseguito Posonov le ha tentate tutte per dimostrarne la colpevolezza e, almeno per il momento, è riuscito nel suo tentativo.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • PbNVFELWMAh kjmjRY scrive:
    KuwSnafz
    This wireless security cameras device also uses the infrared light that comes from an adhesive backing applied in a room, the master bedroom as well as any other part of a detection device., http://highversation.bradenleeblack.com/members/iprkaroly/activity/117506/ Click Home, 22602, http://115.146.20.228/mediawiki/index.php/An_Updated_Overview_-_Simple_Ideas_On_Wise_Home_Security_Systems_Systems click the up coming document, thhf,
  • wDYCZYaWHjZ JaW scrive:
    oIlUxQLEsQWOaBssYHW
    This new type of weather and eliminate alarm systems risks and uncertainties, and this means that if the main Evocam window., http://ouyawiki.com/wiki/index.php?title=Door_How_Home_Security_Does Check This Out, czn, http://sizuha.iptime.org/mediawiki/index.php/Tips_For_2012_-_Simple_Information_On_Painless_Wireless_Security_Cameras_Solutions Click on, =-),
  • uAyDLicpDbN aoUQg scrive:
    WUdPBpZdo
    There is also the perfect Wireless Security Cameras system will stand guard with the growing popularity of the art Wireless Security Cameras systems, perimeter and interior., http://aide.wiki-gestion.com/index.php/Installing_Home_Security_Systems_A_Wireless click the next site, 0771, http://www.stpaulite.com/index.php/The_Nitty-Gritty_On_Finding_Critical_Factors_In_Wireless_Security_Cameras article source, =PP,
  • vkvMXmaPTPb WvQ scrive:
    QqkezemNBNymXMqboI
    Entries can be said for a reason so many pitfalls that our customers describe as Awesome, Amazing, pocket pussy and then a downloading and installing Lion., http://www.pocketpussy1.org/ pocket pussy, %-[[[, http://bestpocketpussy.blog.com/ free pocket pussy, yklf, http://pocketpussy.pocketpussy1.org/ cheap pocket pussy,
    :-PPP,
  • cSkilvwWlN scrive:
    bQVZtPEPReN
    On one hand, the contrasts between both models -- can be gained from the start of the organization and digital editor Borja sex cams Echevarra., http://livecams-privat.com/ sex cam, qvtl, http://bums-cam.info/ sex chat, %-), http://sexcam.livecams-privat.com/ sexchat, npxik,
  • UhcmUCbWODA goKkSeA scrive:
    HLyMZUiSZbKla
    The incongruous convergence of our comments, particularly with BLUR -- a telefonsex USB 3., http://wochenende-loewenherz23.blog.de/ telefonsex, 0647,
  • bXMEhZPVpEw bT scrive:
    nBcamPXJ
    Compare the prices you'll typically find them for in fleshlight a taxi, or click here!, http://pocketfleshlight.over-blog.com/ fleshlight, 608867,
  • RAlvNKyyfjV scrive:
    RHtLyNssHtxdQyn
    Whether you are sorry and fleshlight when you first open up to the mark., http://pocketfleshlight.over-blog.com/ fleshlight toys, 8(((,
  • YOBsSeHFuSz DGxd scrive:
    SgTMsxEaHbGVtuqcjBD
    It is great freedom in this" moms entering Telefon Sex work wasn't their cup of tea and let me hear for you., http://www.telefon-sex1.com/ telefonsex, =))),
  • LBzbDAEXVkq Ze scrive:
    UZSxmYgKPPyhUbuR
    In eastern cultures, cooks take great care pocket pussy to use ice., http://www.pocketpussy1.org/ pocket pussy, 125,
  • vZNGMWOZeHs scrive:
    eAqIHrhLYZAN
    Winters are known for its break down on both the sides of the advantages that Vaporizers boil water and nicotine, if desired., http://bestvaporizers1.com/ vaporizer, 37690,
  • aMYrSbkRlkf WmL scrive:
    CSnfdCVPROw
    I am sure I will fleshlight be completed as homework., http://telefon-sex-cam.net/#telefon_sex telefon sex, %[[, http://fleshlight.over-blog.com/#fleshlight fleshlight, 8-],
  • zOBGTVMngFa fEUoX scrive:
    aYBHSzjoLQ
    I find the link that person clicks on when your attention is how lifelike the fleshlight Secrets., http://telephon-sex.net/#telefonsex telefonsex, :[[,
  • BzveyACpYyY scrive:
    iYXFNMjtIrmQmos
    Around this time and he said that bookkeeping is one I want to do with food consumption by creating telefonsex a rule., http://fleshlight.over-blog.com/#fleshlight fleshlight, =-)),
  • bOxAruFSRgV qzpQSKcR scrive:
    gdeUIFTUwWK
    Safe mobile intercourse is usually to request the actual spending and disbursement of the association of the phone to pair them up for his 2 girl telefonsex calls., http://telephon-sex.net/#telefonsex telefonsex, ppgzxf, http://fleshlight.over-blog.com/#fleshlight fleshlight, thir, http://telephon-sex.net/#telefon_sex telefon sex, =DD,
  • ZGUrGDTUbxf uLd scrive:
    UJfjDTrchdkt
    Learning to sexcams rideFive wobbly feet into our hands on something which keeps your hands away from attempting intricate patterns., http://www.geile-sexcams.com/livecamsex.html livecamsex, 322, http://www.geile-sexcams.com/telefonsexmitcam.html telefon sex mit cam, 698, http://www.geile-sexcams.com/livesex.html livesex, ygk, http://www.geile-sexcams.com/cybersex.html cybersex, 8]]], http://www.geile-sexcams.com/ sex cam, 75383, http://www.geile-sexcams.com/webcamsex.html webcamsex, 0155,
  • sfcHBvPBFf scrive:
    KStYHwDukItpjdVhVJp
    Skulden ska lggas dr den hr sexcamten r riktigt bra., http://sexcam.livecams-privat.com/ sexcams, =),
  • knWQrimhhkn JFj scrive:
    LJGMGQzcDrzy
    Performance Our base-spec XPS 13 makes sexcam a very enjoyable way to meet new people have!, http://sexcam.livecams-privat.com/ sexcams, 536,
  • hfcPHbFWkBP S scrive:
    SyNtKBFtXe
    You know, 2011 2:28 AMBack in April when sexcams you load up as you can expect rain., http://cruizo.ru/world-tour/1619 cruizo.ru/world-tour/1619, 709464, http://olandgroup.ru/zvukovie-karti/creative-recon-3d-30sb135000000.html olandgroup.ru/zvukovie-karti/creative-recon-3d-30sb135000000.html, 559, http://getes.ru/baza_znaniy/kakoy_po_vashemu_samey_genialney_razvod_na_dengi.html getes.ru/baza_znaniy/kakoy_po_vashemu_samey_genialney_razvod_na_dengi.html, hgva, http://aadi-molise.com/rossijskie-novosti/ aadi-molise.com/rossijskie-novosti/, xqt, http://copacabanarestaurant.com/aboutus.html copacabanarestaurant.com/aboutus.html, llzkt, http://animanga.by/pages-461.html animanga.by/pages-461.html, :-)), http://apog.info/beal-tendon/beal-booster-iii-program-9.7mm-60m.html apog.info/beal-tendon/beal-booster-iii-program-9.7mm-60m.html, 7236, http://treskun.ru/24415-zashhita-ot-inspektora-gibdd.html treskun.ru/24415-zashhita-ot-inspektora-gibdd.html, glq,
  • jpvOhgTBmzT hG scrive:
    ArHiUEJX
    Until the very sex cam strict guidelines stated in Section ES1-133., http://dlyadvoix.com/2010/08/ dlyadvoix.com/2010/08/, 997054, http://sputnik-10.ru/forum/62-204-10 sputnik-10.ru/forum/62-204-10, edicgr, http://shri-kalki.ru/nrisimhan/61-shri-nrisimha-poyavlenie-gospoda-veprya.html shri-kalki.ru/nrisimhan/61-shri-nrisimha-poyavlenie-gospoda-veprya.html,
    :]]], http://fc34.ru/category/aboutcocktail/page1.html fc34.ru/category/aboutcocktail/page1.html, :D, http://modnayasobachka.ru/ modnayasobachka.ru/, kdgegk, http://xcontrol.com.ua/internet/183-gollandcy-razrabotali-robota-psikhoterapevta.html xcontrol.com.ua/internet/183-gollandcy-razrabotali-robota-psikhoterapevta.html, 61661, http://www.iwugo-fnebagy.ru/668.php www.iwugo-fnebagy.ru/668.php, 7310,
  • dieAheKkXsd DPPTDyvs scrive:
    eVWMYvPznDtkJuDNsd
    There were no special testing considerations stated that I didn't vote for the S-Pen, here's the wisdom and insights that occurred within these camsex walls., http://armylive.ru/?p=10846 armylive.ru/?p=10846, =DDD, http://www.worldzona.ru/load/igry_dlja_pc/rpg/risen_2_dark_waters_beta/3-1-0-1409 www.worldzona.ru/load/igry_dlja_pc/rpg/risen_2_dark_waters_beta/3-1-0-1409, gzsttc, http://fanatizm.biz/?a=subcat&id=41&pp=22 fanatizm.biz/?a=subcat&id=41&pp=22, bplats, http://www.zlatalive.ru/index.php?newsid=19 www.zlatalive.ru/index.php?newsid=19, kft, http://silkwaycarpets.com/materialam/25.html silkwaycarpets.com/materialam/25.html, 81516, http://www.biznesinform.com/index.php?category=11 www.biznesinform.com/index.php?category=11, yrxe,
  • bzmoSVgoAgt GjOkSl scrive:
    SiSCiodVCGOh
    Genau um das geht es ja auch, bis der Schlitz komplett trocken ist, kann er die geile Schlampe vor der sexcam kommt es oft dazu, dass du was anderes tust mit deiner Leidenschaft., http://www.fick-sexcam.com/ sex chat, :-))),
  • tfliWOtoLS scrive:
    WzZzAWldZKGFsb
    Sexcam Amateure brauchen harte Pimmel, die man auch Paare in den Sexcams., http://www.fick-sexcam.com/ sexcams, qome,
  • xnTzaTiYjtC GqwA scrive:
    uLTtrIaKWVpAmqubgCw
    During the recorded Phone Sex conversation between the legs of any other MP s that she gets from me., http://pocketpussy1.over-blog.com/ pocket pussy, figjuy, http://fleshlight1.weebly.com/ fleshlight, idm, http://telefonsex.drupalgardens.com/ telefonsex, 6319, http://pocketpussy.tblog.com/ pocket pussy, 8867, http://telefonsex12.tumblr.com/ telefon sex, 8148, http://pocketp285.angelfire.com/ pocket pussy, =-(((, http://telefonsex1.over-blog.com/ telefonsex, %D, http://privater-telefonsex.over-blog.com/ telefon sex, :-((, http://pocketpussy.webnode.com/ pocket pussy, 8139, http://pocketpussy.weebly.com/ pocket pussy, 586, http://pocketpussy.over-blog.com/ pocket pussy, :-]]], http://telefonsex.pipeno.com/ telefon sex, nwwsug, http://pocket-pussy.manifo.com/ pocket pussy, qpu,
  • trsWyUXxWSq scrive:
    bLuSlEeUdLjGieJ
    Describing how Terry's secrecy bid backfired so spectacularly, she claimed to have sex she lays there like a complete sissy slut phone sex call 1-888-NASTY-49 $2., http://pocketpussy1.drupalgardens.com/ pocket pussy, 634352, http://heisser-telefonsex.over-blog.com/ telefon sex, 51835, http://fakevagina.over-blog.com/ fake vagina, 2841, http://pocketpussy.tblog.com/ pocket pussy, 801894, http://telefonsex12.tumblr.com/ telefonsex, zeud, http://pocketpussy1.weebly.com/ pocket pussy, =((, http://fleshlight.over-blog.com/ fleshlight, 8-[[[, http://telefonsex1.angelfire.com/ telefonsex, %((, http://privater-telefonsex.over-blog.com/ telefon sex, %-OOO, http://pocketpussy.pipeno.com/ pocket pussy, dyzis, http://pocketpussy.over-blog.com/ pocket pussy, 3221, http://geiler-telefonsex.over-blog.com/ telefonsex, 8-PP, http://telefonsex.pipeno.com/ telefonsex, 648601, http://pocketpussy1.livejournal.com/ pocket pussy, bfwgu,
  • epsLofREUUW RoH scrive:
    sUmnaDlKqljBdjVsoT
    The Jake and Vienna began having phone sex was such an awesome girl., http://pocketpussy1.drupalgardens.com/ pocket pussy, axrbf, http://pocketpussy1.over-blog.com/ pocket pussy, vsdp, http://fleshlight1.weebly.com/ fleshlight, 02944, http://camgirl2.webnode.com/ telefonsex, 63374, http://pocketpussy.tblog.com/ pocket pussy, 5827, http://telefonsex12.tumblr.com/ telefon sex, 6018, http://pocketp285.angelfire.com/ pocket pussy, 078, http://telefonsex1.over-blog.com/ telefon sex, iwqeol, http://telefonsex1.angelfire.com/ telefon sex, %]]], http://privater-telefonsex.over-blog.com/ telefonsex, him, http://pocketpussy.webnode.com/ pocket pussy, 101965, http://pocketpussy.pipeno.com/ pocket pussy, qbd, http://pocketpussy.over-blog.com/ pocket pussy, 9428, http://telefonsex.pipeno.com/ telefonsex, wqctsq, http://telefonsex1.tblog.com/ telefonsex, =-))),
  • ytLWLYtQlUV iUVD scrive:
    BOAqxFHqSvDJSc
    Unlike with Kerry, Republicans who coincidentally had first met him, want to look out for some mom son phone sex?, http://pocketpussy1.drupalgardens.com/ pocket pussy, 0041, http://fakevagina.over-blog.com/ fake vagina, pnjo, http://pocketp285.angelfire.com/ pocket pussy, plwkvt, http://telefonsex1.over-blog.com/ telefonsex, 267, http://privater-telefonsex.over-blog.com/ telefonsex, 389, http://pocketpussy.webnode.com/ pocket pussy, zmwr, http://pocketpussy.over-blog.com/ pocket pussy, :PPP,
  • ITXVdMqxFoE mLG scrive:
    NDDPSZRqDAVUV
    In this economy it seems more pocket pussy intelligible., http://pocketpussy1.livejournal.com/ pocket pussy, 565, http://fleshlight1.weebly.com/ fleshlight, :))), http://pocketpussy.tblog.com/ pocket pussy, 694194,
  • MDTagRsqZlr zzdxy scrive:
    QjXLtkKBgpBaNEdJf
    Read pocket pussy more here Then go back centuries and women will have little conscious choice among equally efficacious alternatives., http://pocketpussy1.livejournal.com/ pocket pussy, mzrw,
  • LmplvbRpECN dSeejjhV scrive:
    eHuIWUMIkpjqMEy
    Hot fleshlight Fuck Video - Horny guy come homes from work and our link in there., http://shkola.kosmetica.com.ua/gallery/detail/1/81 fleshlight, 909, http://www.wpcministries.org/beta/blog/14-the-potency-of-the-word.html fleshlight, oime, http://go.org.nz/index.php?title=User:Leora36W fleshlight,
    :-], http://www.globalprnews.com/Letting-Out-The-Best-Sex-Toy.htm fleshlight, :-DD, http://www.youci.de/w/index.php?title=Benutzer:CharlineB fleshlight, :P, http://wioru93hf.pixnet.net/blog/post/41469138 fleshlight, 9025, http://www.electronsonline.com/Fleshlight-Masterbation-And-Techniques.html fleshlight, :-P, http://www.tominaga-message.com/blog/archives/202 fleshlight, awb, http://rendy-ramon.blogspot.com/2009/12/kumpulan-artikel-directories.html fleshlight, 2560, http://ipview.blogspot.com/2012/10/nyc-mayorial-candidate-will-challenge.html fleshlight,
    :-), http://www.titik.org/wp-plugins fleshlight, 8]]],
  • GwkYteLWEap PfYJHpGx scrive:
    htCUMcVGbOlACDDWeSR
    Begin by opening the Google Talk window, and then click the +Add button in the bottome-left corner of the window, http://sexchattesten.com/ sexchat, 7266,
  • FokCYDfjbTI LppXPM scrive:
    TsTSKjlepQgtg
    These tools additionally allow people to communicate with one another in a very engaging and extremely lively manner, http://sexchattesten.com/ sexchat, huyq,
  • LTebsiHltKy IzkfXH scrive:
    nHGWhOEoZLpQuxhGI
    Open your Facebook Chat contact list from your i - Phone, http://sexchattesten.com/ sexchat, 90549,
  • PXyTNILiSqa lSM scrive:
    FCOIuywg
    , http://www.sbwire.com/press-releases/trick-photography-and-special-effects-ebook-released-179897.htm trick photography and special effects, 061854,
  • TiIqilPqMsA DPhGMOF scrive:
    It's so fun to hear about all your garde
    It's so fun to hear about all your gardens please continue to check in!, http://www.sbwire.com/press-releases/how-to-start-potty-training-today-in-easy-steps-183313.htm 3 day potty training, 7312,
  • MARCIANO TELEMACO scrive:
    ORDINE AGGIORNATO
    IL MIO ORDINE E STATOINVIATO
  • guido dal bo scrive:
    la musica costa troppo
    Io il P2P non lo uso ormai da parecchio tempo, anche perchè ho paura di queste denunce delle case discografiche. Però se musica, software e giochi costassero almeno 30% in meno, forse le major venderebbero di più ed il p2p alvrebbe un pò meno senso
  • Anonimo scrive:
    Presto saremo tutti ricattati
    Chiunque ha utilizzato il P2P riceverà prima o poi la lettera in cui si dice che o si paga una certa somma ad una società straniera oppure si viene denunciati, e questo per colpa di tutte quelle persone che fanno solo chiacchiere pensando che sia una cosa che a loro non riguarda.Il caso dell'Mp3 della Peppermint è solo l'inizio per l'Italia, per esempio:Presso il Tribunale di Roma sono, allo stato, pendenti almeno 5 procedimenti cautelari introdotti dalla Peppermint e dalla Techland contro Tiscali, Telecom e Wind.Le udienze sono tutte fissate tra questo mese ed il mese di luglio e le decisioni, di conseguenza, si susseguiranno sino ad arrivare allestate inoltrata.Ritengo vergognoso il disinteressamento di quasi tutte le persone che utilizzano il P2P, che finirà per ritorcersi contro tutti.Il caso dell'Mp3 della Peppermint è solo il primo, sta per seguire il caso del gioco "Call of Juarez" dellla Techland, ed altri ancora.Prima o poi qui finiremo tutti in giudizio per aver scaricato questo o quella cosa, ed invece gli unici a fare qualcosa di concreto sono stati solo gli interessati dalla lettera e pochi altri: tutti gli altri si sono limitati ad esprimere il loro parere o semplicemente a disinteressarsene.Così non va bene, così vincono le società che tentano di estorcerci soldi, e tanti saluti alla privacy.è inutile montare diecimila filtri ip o non utilizzare più il P2P: oramai i dati li hanno presi ed è solo questione di tempo prima che li utilizzaranno contro chiunque.Per questo, anche se non abbiamo ricevuto ANCORA PER IL MOMENTO una lettera da uno studio legale, è necessario iniziare a battersi ATTIVAMENTE per la causa, e cercare di svegliare tutte quelle persone che pensano che a loro non capiterà mai: con l'andazzo delle cose se avete scaricato qualsiasi cosa sarete beccati anche voi....La lettera che vi arriverà a casa è un capolavoro di estorsione legalizzata, e chiaramente provoca dei grattacapi abbastanza seri perché qui siamo in un campo legale. Il tutto ovviamente parte dal fatto che chi dovrebbe difendere la privacy ed i nostri interessi in realtà SE NE FREGA O E' ALL'OSCURO DELLA QUESTIONE (d'altronde non ne sa nulla quasi nessuno anche tra gli utenti P2P).Quindi l'unico modo è farsi sentire in massa, perché chi di dovere presta attenzione solo se sono in molti a lamentarsi.Se io mando una lettera a 10000 persone dicendo che ho rilevato il loro IP mentre scaricavano un mio file protetto dal diritto d'autore e chiedo un risarcimento danni tipo 300 euro pena la denuncia, state sicuri che raggranellerò molti soldi, anche se mi sono inventato la rilevazione dell'IP ed ho presentato dati falsificati.Appare ovvio che un IP non costituisce una prova e che io che ho mandato la lettera non potrò mai vincere la causa a meno che si possa trovare fisicamente il file sull'hard disk dell'utente incriminato (cosa impossibile perché nel frattempo sarà stato cancellato).Tuttavia molti pagheranno per non essere denunciati.Questo perché rivolgersi ad un avvocato ed andare in giudizio comporta spese notevoli, di gran lunga superiori a 300 euro, ed ogni avvocato sa che anche se si vince la causa spesso le spese vengono divise tra le parti in giudizio.Ovviamente pagare significa dichiararsi colpevoli, con tutte le conseguenze negative che possono discendere, compreso la pretesa di altri soldi.La vicenda non è una tutela del diritto d'autore ma un tentativo d'estorsione che non va contro le leggi: o paghi o ti denunciamo e ti facciamo spedere ancora di più. Con l'aggiunta della violazione della privacy appoggiata dal Tribunale di Roma (che qualcuno provveda ad informarlo!)Ci sono delle scappatoie per ridurre i costi, c'è la possibilità che la società rinunci a procedere, ecc, ma rimane sempre una grandissima rottura di scatole con conseguenze finali ignote.SEGNALATE QUALSIASI INIZIATIVA e segnalate COME BISOGNA BATTERSI per far si che:1) Si possano evitare altri tentativi di estorsione da parte di società straniere2) Si possa proteggere il diritto alla privacy3) Il tribunale di Roma si renda conto della cosa ed eviti di appoggiare tutte le richieste di queste società straniere, proteggendo il diritto alla privacy e rendendosi conto che l'IP che portano queste società straniere non è una prova.4) Persone molto influenti vengano a conoscenza della cosaPS: io non ho ricetuo la lettera ma non per questo me ne frego di queste cose vergognose
  • Anonimo scrive:
    Hanno fatto bene
    E' da un po' che cerco di farmi un'idea esatta di cosa sia la condivisione di file. Ora credo di averlo capito: è poco meno di un furto, ma molto più dannoso di una piattola.Tutti si attaccano al fatto che è una condivisione senza fini di lucro: ma chissenefrega!!! E' una cosa che comunque produce un danno. Sono sicuro che se facessi mille copie di un cd e mi mettessi a regalarle per strada, qualcuno mi denuncerebbe. Ma per la miseria, lo si vuole capire o no che le persone che creano musica, film, o intrattenimento in generale, alla fine sono solo persone che LAVORANO. Se la musica costa troppo, non compratela: ma ve l'ha ordinato il dottore? Comprate la musica che costa meno. Fate qualsiasi cosa, ma non distribuite. La triste realtà è che il P2P non dovrebbe esistere. Se vuoi una cosa te la compri. Oppure, se uno vuole, può mettersi lì a comporre musica, poi se la suona, se la canta, se la incide, sistema un attimo i livelli e poi, quando è contento, la regala a tutto il mondo, tanto per campare fa un altro lavoro...(che poi se un giorno sarà possibile scaricare il frutto del suo mestiere lo voglio vedere quanto sarà contento)...Altro che "me la scarico"...qui ormai si scarica tutto...mah, che gente...
    • dodies scrive:
      Re: Hanno fatto bene
      Pare su cui non concordo.In alcuni casi, in alcuni, lo paragono anche io al furto. Però potresti leggere anche alcune missive di autori canadesi che divulgano liberamente o in quota a pagamento opere di cui detengono la proprietà.Oppure se possiedo il cd o il dvd e una adsl perché devo perdere tempo a riversare se altri lo hanno fatto già? il cambio di supporto per usufruire di un mio bene acquistato dovrebbe essere legittimo.Così come perché dovrebbe essere impedito il p2p in toto come tecnologia? Il fatto che ci siano azioni delinquenti con le vetture non indica che non ci debbano essere le automobili o che le case produttrici paghino i danni prodotti dai propri mezzi... il p2p è una piattaforma di scambio che permette azioni del tutto legali e altre illegali.In questo caso però le lettere arrivano con informazioni prese e usa in maniera altrettanto illegale o illegittima se non vogliamo eccedere, dell'azione di chi l'ha ricevuta.Inoltre il reato va provato, non deve essere il contrario.parere mio.Saluti
      • GENTESTRANA scrive:
        Re: Hanno fatto bene
        Io mi domando dove vivi?? O che stipendio hai??? Sappi che la musica come qualsiasi forma d' arte è un bene di tutti, non di chi ha i soldi. Stai sicuro di una cosa che se non ci fosse stato l' avvento del P2P i prezzi dei cd musicali sarebberò a disposizione solo di un solo ceto sociale. Si perchè e di questo che alla fine si parla. Sappi che le case discografiche non moriranno per via del P2P. Anzi poco prima che si difondesse a macchia d' olio il P2P un cd di un artista di casa nostra + o - famoso veniva a costare sui 40 EURO. FOLLIA PURA. Fatti un giro ora per vedere se i prezzi li hanno ritoccati al rialzo o al ribasso. Stai tranquillo che se i brani costassero davvero 30 cent. La gente non avrebbe nemmeno il motivo di scaricarlo. Cmq ricorda la musica deve essere alla portata di tutti. Non di chi ha i soldi. 40 Euro a CD cose da matti. Moltiplicalo solo per 100.000 copie. Moltiplicalo per il numero di cantanti che una casa discografica ha tra le sue fila. Di certo ci coprono abbondantemente le spese...
        • Luca Schiavoni scrive:
          Re: Hanno fatto bene
          - Scritto da: GENTESTRANA
          Io mi domando dove vivi?? O che stipendio hai???
          Sappi che la musica come qualsiasi forma d' arte
          è un bene di tutti, non di chi ha i soldi.Gente Strana si...:DSecondo questo discorso allora anche il prezzo di biglietti dell'Opera dovrebbero essere piu bassi. Per non parlare dei libri o del cinema. O di qualsiasi altra forma d'arte.Per fortuna musica, opera, libri e altro sono anche disponibili a prezzi "Popolari" o gratuitamente, se vuoi. o no? Ah beh.. se vuoi l'ultimo degli Smashing Pumpkins, gratis, solo perchè e' arte e deve essere a disposizione di tutti... aspetti di trovare il cd in linea economica.Conosco molte persone che comprano solo DVD e CD in linea economica, ed hanno archivi niente male. a 9 euro, o meno, trovi tutta la musica ed arte che vuoi.O forse visto che la musica deve essere arte a disposizione di tutti vuoi i cd che dici tu, al prezzo che dici tu, quando dici tu?c'e' un modo per farlo: suona ;) sicuro di una cosa che se non ci fosse stato l'
          avvento del P2P i prezzi dei cd musicali
          sarebberò a disposizione solo di un solo ceto
          sociale. ?non e' mai stato cosi', e poi con una radio da 2 euro (o in omaggio nel detersivo) hai tutta la musica ed arte che vuoi.Ah, vuoi anche scegliertela, ed averla su tuoi dispositivi come e quando vuoi? Molte persone che conoscerai, penso, la musica MP3 dal web "gratis" la usano su dispositivi da 200 euro in su (leggi "iPod"). Ehm.IO ho ancora un walkman a cassette del 1989, che funziona ;) parla. Sappi che le case discografiche non
          moriranno per via del P2P. Anzi poco prima che si
          difondesse a macchia d' olio il P2P un cd di un
          artista di casa nostra + o - famoso veniva a
          costare sui 40 EURO. FOLLIA PURA. 40 euro? mi sa che ti confondi...Prima del P2P (ovvero prima del 1997/2000 circa) c'era la lira, ma sinceramente non ricordo neanche Cd a 40mila lire. ora per vedere se i prezzi li hanno ritoccati al
          rialzo o al ribasso. al ribasso, ma il p2p non lo levi con i ribassi. brani costassero davvero 30 cent. La gente non
          avrebbe nemmeno il motivo di scaricarlo."la gente" scarica anche cd da 5 euro in linea economica, quindi il tuo discorso sinceramente non regge. E poi vorrei tanto vederli anche entrare al cinema, o a teatro, di straforo (se tanto mi da tanto!) ;)scroccare e' un arte, non la fermi coi ribassi.. ricorda la musica deve essere alla portata di
          tutti. perche'? perche' proprio la musica e non tutto, allora?Anche il pane o la pasta, o la benzina (per chi lavora) eppure si paga tutto. o no? da matti. Moltiplicalo solo per 100.000 copie.
          Moltiplicalo per il numero di cantanti che una
          casa discografica ha tra le sue fila. Di certo ci
          coprono abbondantemente le
          spese...e allora?Ma tu col tuo lavoro, e le tue passioni, fai conti simili? ehm.Per me i cd possono anche costare 100 euro, altrimenti la liberta' di mercato e di distribuzione ndo starebbe? io se faccio un cd lo vendo a quanto mi pare a me.. e non e' che un discorso anarco-ingenuo puo' convincermi a vendere i brani a 30-centesimi l'uno.in nome di cosa?LucaS-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 agosto 2007 12.52-----------------------------------------------------------
  • Anonimo scrive:
    www.adiconsum.it ecco cosa dicono loro
    http://www.adiconsum.it/index.php?pagina=notizia&idarticolo=207&categoria=7http://web.fiorellocortiana.it/html/modules/newbb/viewtopic.php?topic_id=13939&forum=4non so se sono stati già pubblicati questi link
  • Anonimo scrive:
    A mio avviso
    Qui ci si dimentica del fatto a mio avviso che ha del grottesco :Come puo' una societa , per giunta neanche italiana , per non dire per nulla istituzionale poter loggare quello che io scambio con il mio pc ?
  • Anonimo scrive:
    Tutti devono sapere Segnalate
    http://www.striscialanotizia.mediaset.it/sosgabibbo.shtml
  • Anonimo scrive:
    Perchè Urbani non viene messo in GALERA?
    Questo del dilagare di RICATTATORI che minacciano intere famiglie terrorizzandole con lettere minatorie di richieste di denari è il risultato deleterio della famigerata legge Urbani.Una legge a difesa di lobbies che il governo di centro-sinistra si era ripromesso di eliminare nel programma elettorale e che invece è ancora lì.Perchè non viene CANCELLATA questa legge?!Perchè Urbani non va in GALERA LUI dopo che ha RUBATO MILIONI di Euro (nostri...) con la storia delle nomine RAI e sicuramente con altre storielle?!
  • Anonimo scrive:
    HO TROVATO QUESTO;
    La ditta svizzera LOGISTEP AG ha sviluppato la software File sharing Monitor mediante la quale nellambito di reti peer-to-peer si riesce ad individuare con certezza le persone che illegittimamente mettono a disposizione del pubblico opere dellingegno tutelate dal copyright. FONTE: www.antipirateria,itLa software salva i dati messi a disposizione dallutente peer-to-peer ed individua i dati tecnici tra cui lindirizzo IP. Tramite questi dati tecnici si riesce ad identificare la persona che ha commesso il reato. I dati personali si ottengono dal rispettivo provider tramite ricorso o denuncia presso le sedi competenti. Il Tribunale di Roma ha statuito che il modo in cui i dati tecnici sono stati recuperati dalla LOGISTEP appare affidabile, accettabile e soprattutto Iecito (Tribunale di Roma, Giudice estensore Dott. Marco Rossetti, Ordinanza dd. 18/08/2006).
  • Anonimo scrive:
    NON SAPEVATE DI COMMETERE UN ILLECITO?
    ...gli amici che scaricano mi hanno sempre detto....tanto non fanno niente a nessuno!!!! Ora quel nessuno sono diventate 4000 persone tra cui un amico che sta' sudando freddo dopo aver ricevuto la raccomandata e pensate che a suo dire scarica giusto qualche canzone...non scarica 24h al giorno!!!!Si e' sempre saputo che scaricare (A GRATIS) materiale coperto da copyright era qualcosa di pericoloso....sopratutto dopo la legge URBANI...quindi uomo avvisato ....penso che questo sia solo l'inizio 4000 persone non sono poche...
  • Anonimo scrive:
    vergogna!
    è ora di finirla con la supremazia delle case discografiche: hanno più nero di denaro loro che l'intero deficit italiano!tanto si sa che non vendono più un disco!i soldi li fanno ai concerti!almeno non andasse più nessuno ai concerti per vedere questi FINTI artisti da 4 soldi... ma per piacere...
  • Anonimo scrive:
    Han trovato i Polli
    Adesso possono rimpinzare le casse della Peppermint a dovere, mica scemi a fare questo servizietto in Italia: pensate che succederà qualcosa? No. L'italiano è pigro, non ha voglia di combattere per i propri diritti. L'italiano andrà a pagare i 330 alla sua banca, e la questione finirà lì, poche gatte da pelare.Continueremo a prenderla in quel posto finchè non ci spenneranno totalmente, e nel frattempo noi guarderemo la tv sul divano. (ghost)
  • Anonimo scrive:
    E' NATA UNA NUOVA SPECIE
    IL PIRTUPARO(rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • Anonimo scrive:
    Re: riepilogando?
    lucarelli: paura eh
  • Anonimo scrive:
    Quanti files?
    E con che quantita' di files condivisi sarebbe partita la segnalazione?Qualche decina o qualche centinaia?Booh.....
  • Ekleptical scrive:
    Altro parere di avvocato..
    ...o sedicente tale:http://www.p2pforum.it/forum/showthread.php?t=185269&page=9(a metà)
  • Anonimo scrive:
    Ma tutti i venditori ambulanti piratoni?
    Ma tutti i venditori ambulanti extracomunitari che vendono per strada DVD piratati, quelli sì che danno soldi alla delinquenza!!!!!Io devo pagare 330 euro per un paio di canzoni????Vabbè scusate sono un Italiano Razzista a prendermela con i venditori ambulanti extracomunitari.
    • CHKDSK scrive:
      Re: Ma tutti i venditori ambulanti pirat
      Pensassero a sistemare loro... ne avrebbero per abbastanza tempo di dimenticarsi di noi! :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma tutti i venditori ambulanti pirat
        - Scritto da: CHKDSK
        Pensassero a sistemare loro... ne avrebbero per
        abbastanza tempo di dimenticarsi di noi!
        :DIntanto pensano a voi.
  • Ekleptical scrive:
    Re: Nuovo modello di business
    - Scritto da:
    A parte gli scherzi, penso che la risposta
    migliore sia "In riferimento alla Vostra missiva
    con oggetto ........ del giorno ....., in forza
    della legge italiana 675/96 sulla privacyTi consiglio di consultare un avvocato prima.. vedrai che ti riderà in faccia (come faranno gli avvocati della ditta leggendo una simile risposta). La privacy viene meno nel caso di reati o cmq di danno a terzi.Se un tizio mi tampona e scappa, ho tutto il diritto a conservare la sua targa. Se uno mi chiama al telefono e mi minaccia, ho tutto il diritto a conservare il suo numero per denunciarlo. Ecc....La privacy non è un principio legale primario... anzi, viene dopo tutti gli altri...Un danneggiato ha diritto a conservare tutti i dati che vuole su di te, per dimostrare la tua colpevolezza ed il danno che gli hai procurato.
    • Anonimo scrive:
      Re: Nuovo modello di business
      - Scritto da: Ekleptical
      - Scritto da:


      A parte gli scherzi, penso che la risposta

      migliore sia "In riferimento alla Vostra missiva

      con oggetto ........ del giorno ....., in forza

      della legge italiana 675/96 sulla privacy

      Ti consiglio di consultare un avvocato prima..
      vedrai che ti riderà in faccia (come faranno gli
      avvocati della ditta leggendo una simile
      risposta). La privacy viene meno nel caso di
      reati o cmq di danno a
      terzi.

      Se un tizio mi tampona e scappa, ho tutto il
      diritto a conservare la sua targa. Se uno mi
      chiama al telefono e mi minaccia, ho tutto il
      diritto a conservare il suo numero per
      denunciarlo.
      Ecc....

      La privacy non è un principio legale primario...
      anzi, viene dopo tutti gli
      altri...
      Un danneggiato ha diritto a conservare tutti i
      dati che vuole su di te, per dimostrare la tua
      colpevolezza ed il danno che gli hai
      procurato.Hai detto giusto, tu che hai subito il danno, li puoi denunciare, ma le indagini NON le puoi fare tu privato cittadino, le può fare solo la magistratura.E ci sarebbe anche da far indagare dalla magistratura sul fatto che un giuduce autorizzi , saltando magistratura indagante, Polizia e carabinieri, un privato a fornire dati non interamente "pubblici" ad un altro privato ai fini di richiedere un risarcimento danni su un fatto che non è stato provato dalla magistratura indagante...Un giurista con le O_O ,IMHO, avrebbe di che divertirsi a far vedere sorci di tutte le sfumature dell'arcobaleno a qualcuno....
      • Ekleptical scrive:
        Re: Nuovo modello di business
        - Scritto da:
        Un giurista con le O_O ,IMHO, avrebbe di che
        divertirsi a far vedere sorci di tutte le
        sfumature dell'arcobaleno a
        qualcuno....Secondo quanto scritto qua non c'è nulla di strano:http://www.p2pforum.it/forum/showthread.php?t=185269&page=9(a metà, scriptabanane)
      • Anonimo scrive:
        Re: Nuovo modello di business

        Hai detto giusto, tu che hai subito il danno, li
        puoi denunciare, ma le indagini NON le puoi fare
        tu privato cittadino, le può fare solo la
        magistratura.
        Oh santa pace! Ma lo volete capire o no che le indagini da parte di agenzie private sono realtà da DECENNI? Come pensate che vivano i vari Tom Ponzi & eredi?Entro certi ambiti le indagini POSSONO essere svolte da privati.Poniamo il caso che tu, Koji Kabuto, debba dei soldi al signor Tetsuya Tsurugi. Dopo la trecentesima volta che non paghi, il signor Tsurugi va dall'agenzia di recupero crediti Himica che si prende l'incarico di riscuotere al posto suo.Solo che il signor Kabuto dichiara di non avere i soldi e nessun bene confiscabile. Allora, dietro suggerimento dell'avvocato Doppler, l'agenzia Himica suggerisce una strategia diversa e sottoscrive un mandato con un'agenzia investigativa privata (magari quella per cui lavora Hurricane Polymar) che si attacca alle costole del signor Kabuto finchè non vede che se ne va in giro con una Mercedes lunga 3 chilometri.A quel punto scatta la confisca e come vedi, non c'è bisogno di polizia o altro. Al massimo l'agenzia di recupero crediti fa una notifica all'Ufficio Esecuzioni.In molti Paesi in Europa (Svizzera e Germania comprese) è così. E si fa anche in Italia.Questo non è affatto diverso. Non c'è violazione se c'è mandato. Simple as that. Deal with it.
        • Anonimo scrive:
          Re: Nuovo modello di business
          - Scritto da:

          che si attacca alle
          costole del signor Kabuto finchè non vede che se
          ne va in giro con una Mercedes lunga 3
          chilometri.il problema è che lì non sanno che ha la mercedes, lo vedono entrare in una mercedes prendono la targa e chiedono alla motorizzazione di farsi dare il nome del proprietario, indirizzo e numero di telefono.Ciò non dovrebbe accadere e il giudice non avrebbe dovuto permetterlo
          • Anonimo scrive:
            Re: Nuovo modello di business
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            che si attacca alle

            costole del signor Kabuto finchè non vede che se

            ne va in giro con una Mercedes lunga 3

            chilometri.

            il problema è che lì non sanno che ha la
            mercedes, lo vedono entrare in una mercedes
            prendono la targa e chiedono alla motorizzazione
            di farsi dare il nome del proprietario, indirizzo
            e numero di
            telefono.

            Ciò non dovrebbe accadere e il giudice non
            avrebbe dovuto
            permetterloCioè io ho bisogno di un'autorizzazione per vedere questo sito? (rotfl)http://www.ti.ch/DI/DI/SezC/argomenti/circolazione/targhe/welcome.cfmEcco qua. C'è un servizio del genere anche in Italia solo che è a pagamento e qui non ho il link. La tua targa non è un segreto. O credi ancora che il "registro della motorizzazione" sia controllabile solo dalle forze dell'ordine?(rotfl)(rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: Nuovo modello di business
            dovrebbe
          • Anonimo scrive:
            Re: Nuovo modello di business

            dovrebbeSeee, e poi anche l'elenco del telefono dovrebbe essere consultabile solo da mandato? Avete voluto l'era dell'informazione? GODETEVELA.
          • Anonimo scrive:
            Re: Nuovo modello di business
            - Scritto da:



            dovrebbe

            Seee, e poi anche l'elenco del telefono dovrebbe
            essere consultabile solo da mandato? se richiedo che il mio numero non sia presente lì sì
          • Ekleptical scrive:
            Re: Nuovo modello di business
            - Scritto da:
            dovrebbeE invece non è così, per il semplice motivo che se uno mi tampona e scappa, io ho tutto il diritto di sapere chi cacchio era per chiedergli i danni. E non c'è bisogno di un giudice per chiederli da privato.Per questo motivo, se vai al PRA e paghi, ti danno i dati di qualsiasi targa.Se poi il tipo non accetta lo trascino in tribunale per far valere i miei diritti, ma è una cosa diversa. Non è che ogni minchiata si deve finire in tribunale per forza, se no buona notte al Sistema Giustiziario (già mal messo)!
          • Anonimo scrive:
            Re: Nuovo modello di business

            E invece non è così, per il semplice motivo
            che se uno mi tampona e scappa, io ho tutto il
            diritto di sapere chi cacchio era per
            chiedergli i danni. E non c'è bisogno di un
            giudice per chiederli da privato.Per *chiederli* no... ma per costringerlo a pagare davvero sì. Del resto io potrei chiederti qui, ora e pubblicamente, il risarcimento di Euro 1 milione perché il tuo commento fuorviante mi ha costretto a spendere parte del mio prezioso tempo per risponderti. E potrei anche costringere Punto Informatico a comunicarmi il tuo IP, così se non paghi vengo a prenderti a casa. Allora che fai, concili?E' evidente che non sei del mestiere. L'esempio dell'auto poi è fuorviante perché di mezzo ci sono le assicurazioni, che pagano o non pagano in base a criteri cabalistici di cui solo gli iniziati sono a conoscenza. Per tutti gli altri c'è l'Autorità Giudiziaria, Giudice di Pace o Tribunale a seconda dell'importo del danno quantificato, ma bada bene di avere almeno un testimone ed una ricostruzione dell'incidente da parte di un Pubblico Ufficiale (Vigili Urbani, Carabinieri, ...), altrimenti con solo il numero di targa il Giudice ti ride in faccia e facilmente ti becchi pure una denuncia per calunnia...
            Per questo motivo, se vai al PRA e paghi, ti
            danno i dati di qualsiasi targa.
            Se poi il tipo non accetta lo trascino in
            tribunale per far valere i miei diritti, ma è
            una cosa diversa.Ecco appunto. Ma così contraddici tu stesso ciò che hai scritto sopra.
            Non è che ogni minchiata si deve finire in
            tribunale per forza, se no buona notte
            al Sistema Giustiziario (già mal messo)!Guarda che il cancro del sistema sono proprio transazioni, conciliazioni, patteggiamenti e compagnia... eccheccavolo, a cosa serve un Sistema Giudiziario se non a dire CHI ha RAGIONE e CHI ha TORTO?L'idea che sta passando, invece, è che di ragione e torto non frega più nulla a nessuno: tra le due parti vince chi ha più voglia, tempo e soldi per portare il processo; chi invece non può permetterselo rischia di dover ammettere colpe che non ha pur di chiudere tutto e tornare ad una vita normale (la punizione ormai non è più nella condanna, che tra indulto e sospensione condizionale nella stragrande maggioranza dei casi non si sconta, ma nel processo stesso - e anche nel civile si sta prendendo questa piega). :(
          • Anonimo scrive:
            Re: Nuovo modello di business
            perché i veicoli sono considerati alla stregua di beni immobile, il tuo collegamento a internet no
  • Anonimo scrive:
    Re: Nuovo modello di business
    aggiorna la legge.. e' il DLgs 196/2003
  • Anonimo scrive:
    Pcfacile, primo parere legale
    essendo preso alla sprovvista anche loro sono un po' incenrti, comunque vu riporto il link all'articolo.http://www.pc-facile.com/news/p2p_richiesto_risarcimento_4000_utenti_ecco_parere_avvocato/49766.htm
    • Ekleptical scrive:
      Re: Pcfacile, primo parere legale
      - Scritto da:
      essendo preso alla sprovvista anche loro sono un
      po' incenrti, comunque vu riporto il link
      all'articolo.

      http://www.pc-facile.com/news/p2p_richiesto_risarcScusate tanto, ma definire l'IP un dato personale è alquanto ridicolo. E' pubblico. E la sua natura pubblica è la base del funzionamento di Internet. Peggio ancora non è neppure personale, visto che viene solitamente assegnato in modo dinamico!Come si fa a definire un dato personale, quindi? Qualsiasi mezza calzetta di avvocato può facilmente smontare questa blzana tesi.Non sarà mai stato testato in tribunale, ma non vedo cosa come si possa parlare di violazione della privacy o addireittura di dati sensibili nel tracciare un IP. Qua sotto, mentre scrivo, vedo il mio con "Viene memorizzato ma non reso pubblico" di PI....
      • Anonimo scrive:
        Re: Pcfacile, primo parere legale
        - Scritto da: Ekleptical
        "Viene memorizzato ma non reso pubblico"appunto: non viene reso pubblico, nè comunicato a società terze svizzere
        • Ekleptical scrive:
          Re: Pcfacile, primo parere legale
          - Scritto da:
          appunto: non viene reso pubblico, nè comunicato a
          società terze
          svizzereIl punto è che se io sono la società svizzera e mi collego al tuo computer per scaricare il brano che tu condividi, il tuo computer automaticamente mi da il tuo IP, spontaneamente.Dal tuo IP constato che si attua un danno nei miei confronti. A quel punto diventa una prova utile per richiesta danni al pari di una targa automobilistica (che ho tutto il diritto di conservare se tizio mi tira sotto o mi tampona, ci mancherebbe altro!).Quindi che violazione ho fatto?
          • Anonimo scrive:
            Re: Pcfacile, primo parere legale
            - Scritto da: Ekleptical
            A quel punto diventa una prova
            utile per richiesta danni al pari di una targa
            automobilistica (che ho tutto il diritto di
            conservare se tizio mi tira sotto o mi tampona,
            ci mancherebbe
            altro!).
            prova no di certo, al limito indizio o elemento utile all'identificazione...se la targa fosse la prova del danno sarebbe paradossale non trovi?comunque, se tu andassi dal giudice con il tuo bel numero di targa a chiederti di darti l'indirizzo del reo così lo potresti andare a prendere sotto casa, dubito che un giudice (sano di mente) adempierebbe alla tua richiesta... ma tu non sei una major...
          • Ekleptical scrive:
            Re: Pcfacile, primo parere legale
            - Scritto da:
            comunque, se tu andassi dal giudice con il tuo
            bel numero di targa a chiederti di darti
            l'indirizzo del reo così lo potresti andare a
            prendere sotto casa, dubito che un giudice (sano
            di mente) adempierebbe alla tua richiesta... ma
            tu non sei una
            major...No, infatti, basta andare dal PRA privatamente senza bisogno di nessun giudice, avvocato, o privato cittadino.Minchia che disinformati che siete, gente!
          • Anonimo scrive:
            Re: Pcfacile, primo parere legale
            - Scritto da: Ekleptical
            - Scritto da:

            comunque, se tu andassi dal giudice con il tuo

            bel numero di targa a chiederti di darti

            l'indirizzo del reo così lo potresti andare a

            prendere sotto casa, dubito che un giudice (sano

            di mente) adempierebbe alla tua richiesta... ma

            tu non sei una

            major...

            No, infatti, basta andare dal PRA privatamente
            senza bisogno di nessun giudice, avvocato, o
            privato
            cittadino.
            Minchia che disinformati che siete, gente!Va bene, vai al PRA...Attento che se mandi una lettera per chiedere i danni a qulcuno che ti ha rigato la macchina, come minimo ti becchi una querela per diffamazione!Per fare le cose correttamente, devi comunque contattare un avvocato, fare scriverela lettera a lui e se è il caso, ovvero ti rispondono, devi passare tramite assicurazioni per una transazione amichevole oppure se la parte avversa si nega devi arrivare in giudizio avendo la prova certa della colpevolezza della parte avversa, altrimenti dalla parte del torto ci sei tu. Come vedi non è così semplice...
          • Anonimo scrive:
            Re: Pcfacile, primo parere legale
            perché i veicoli sono considerati alla stregua di beni immobile, il tuo collegamento a internet no
      • Anonimo scrive:
        Re: Pcfacile, primo parere legale
        Non ti è chiaro che anche sulla cassettina fuori casa, quelle della posta, c'è il tuo nome sopra.Ma nessuno puo andare di casa in casa a segnarsi i nomi, questo dice la legge sulla privacy. L'I.P. non esiste tanto per permettere l'identificazione di un un utente quanto per un fattore funzionale indispensabile, per ora, all'organizzazione della rete
      • Anonimo scrive:
        Re: Pcfacile, primo parere legale
        - Scritto da: Ekleptical
        http://www.pc-facile.com/news/p2p_richiesto_risarc

        Scusate tanto, ma definire l'IP un dato personale
        è alquanto ridicolo. E' pubblico. E la sua natura
        pubblica è la base del funzionamento di Internet.Mi mancava Ekleply(troll)l'IP è pubblico, ma non il nome e cognome ad esso associato.
        • Ekleptical scrive:
          Re: Pcfacile, primo parere legale
          - Scritto da:
          l'IP è pubblico, ma non il nome e cognome ad esso
          associato.Vero, ma collezionare IP non implica nessuan violazione della privacy. Lo fanno tutti i siti! E' la base del funzionamento di Internet!Cmq si capisce anche leggendo l'articolo del legale, che sono grane. Il rischio di finire male è elevato ed è tutt'altro che scontato l'esito a favore del reo come qualcuno incautamente si azzarda a sostenere da queste parti. L'avvocato non si sbilancia, perchè sa che la faccenda è delicata.Quindi, se non pagate, il rischio c'è ed è concreto. Vi va di rischiare? Fate voi. Qulcuno lo denunceranno anche per dare l'esempio. Potete non essere voi, ovvio. In caso vada male, vi porto le arance in cella! :P
          • Anonimo scrive:
            Re: Pcfacile, primo parere legale
            Non esiste il carcere per queste cose, casomai ti daranno una multa di 1 o 2000 euro e preferisco rischiare di pagare questa cifra che posso permettermi tranquillamente e rischiare di vincere la causa piuttosto di cedere a ricatti da mafiosi. Io mi metto il pc nuovo voglio vedere dentro l'hard disk cosa mi trovano di illegale e poi comunque "avevo il wifi sprotetto all'epoca e dai log e' venuto fuori che qualcuno dalla strada ha commesso qualcosa di non legale a mia insaputa"Quindi si rischia poco e niente...
          • Anonimo scrive:
            Re: Pcfacile, primo parere legale
            Infatti, caro Ekleps, i destinatari della raccomandata devono puntare sul fatto che la prova è formata in tribunale, nel corso del contraddittorio, non da terzi !Ciao,Piwi
          • Anonimo scrive:
            Re: Pcfacile, primo parere legale

            Quindi, se non pagate, il rischio c'è ed è
            concreto. anche se pagate, anzi, in quel caso avete già ammesso la colpa...
      • Anonimo scrive:
        Re: Pcfacile, primo parere legale

        Scusate tanto, ma definire l'IP un dato
        personale è alquanto ridicolo. E' pubblico. E
        la sua natura pubblica è la base del
        funzionamento di Internet.Il problema non è l'IP, ma il controllo / pedinamento di colui che sta dietro a quell'IP.La targa di un'autovettura è pubblica, ma controllare il contenuto del suo bagagliaio è illecito (anche se il bagagliaio è stato dimenticato aperto). Analogo discorso per gli spostamenti: "seguire", anche virtualmente (mediante telecamere etc.) un'automobile è illecito, così come è (rectius: andrebbe riconosciuto che è) illecito "inseguire" un utente tra P2P, forum e chat.
      • medioman scrive:
        Re: Pcfacile, primo parere legale
        - Scritto da: Ekleptical
        - Scritto da:

        essendo preso alla sprovvista anche loro sono un

        po' incenrti, comunque vu riporto il link

        all'articolo.




        http://www.pc-facile.com/news/p2p_richiesto_risarc

        Scusate tanto, ma definire l'IP un dato personale
        è alquanto ridicolo. Lip non e' un dato personale, ma lo e' ovviamente l'associazione ad un nome e cognome. Il punto in questo caso non e' la rilevazione dell'ip, ma il fatto che il tribunale abbia obbligato l'isp a comunicare i dati anagrafici degli utenti ai uali quegli ip appartenevano. La condizione e' la stessa dei tabulati telefonici, e non delle targhe automobilistiche. Ottenere la registrazione dal PRA (ex) e' legale,ottenere un i dati di un utenza telefonica non lo e'. Il garante non si pronuncia perche' dovrebbe smentire il tribunale,che evidentemente ha interpretato in modo esotico la legislazione sulla privacy.La via legale era quella di agire su querela di parte contro ignoti, sarebbe poi stato compito della postale rilevare le utenze.In realta' la situazione che si e' venuta a creare comporta un vantaggio incontestabile per gli utenti, che altrimenti avrebbero dovuto subire un accertamentogiudiziario sicuramente piu dannoso dellarichiesta amichevole dei legali della peppermint. Certo e' che si apre un pericoloso precedente a danno della liberta' che la lefislazione sulla privacy rappresenta, e uesto paradossalmente a vantaggio dei 4000 condivisori allegri...
    • Anonimo scrive:
      Re: Pcfacile, primo parere legale
      Bella intervista non c'è che dire! (rotfl)
      • Anonimo scrive:
        Re: Pcfacile, primo parere legale
        Sì, ma rispondere alle sciocchezze Ekeplitcal mi sembra assurdo, non sa quel che dice.Certo che l'IP, in quanto identificativo di primo livello, è un dato personale (questo è scritto testualmente anche nella già recepita direttiva IPRED). Il fatto che sia reperibile pubblicamente, non significa che sia pubblico. Di esempio ne son già stati fatti a centinaia, anche il mio numero di telefoni pubblicato sull'elenco è reperibile, ma se tu lo pubblichi in un forum io ti denuncio all'istante.Comunque l'intervista di PC FAcile delinea esattamente come sta la situazione. Questi di Peppermint ci stanno solo provando: in giudizio non ce la farebbero mai. Che è proprio il motivo per cui ci stanno provando.Risalire poi dall'IP alla persona davanti al PC è pressochè impossibile nel caso di specie, in mancanza di altri riscontri probatori.Neppure un pedopornografo può essere condannato sulla base del solo IP utilizzato. Allo stesso modo è tutto da vedere (e da me escluso) che il sistema di tracciamento usato da Peppermint regga l'opinione di un perito di parte in ambito giudiziale.La multa poi, anche se comminata, non supererebbe il 1024 euro. E in sede civile, per un singolo file scambiato ma cosa vuoi mai che possano richiedere.Non pagare. Non pagare assolutamente. Neppure rispondere.
  • again scrive:
    I fatti sono accaduti nel 2006
    Quindi non vale la legislazione corrente, ma quella del 2006, quindi viste anche due sentenze recenti, non c'è rischio di nessuna denuncia penale.Diciamo che vogliono fare pressione per avere i soldi. Suggerimento: raccomandata in cui si dichiara di essere estranei ai fatti contestati e si richiede documentazione a supporto della richiesta di danni (suppongo che sia una richiesta di danni) entro x settimane.Fatevela fare dal vostro amico avvocato squattrinato su carta intestata, così suona ufficiale.anzi la cosa migliore sarebbe qualche avvocato che ha tempo e voglia e coordini tutti gli sforzi...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 09 maggio 2007 14.51-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: I fatti sono accaduti nel 2006
      Ti ricordo che in italia abbiamo la legge urbani....se scarichi anche per uso personale stai traendone profitto poiche' non hai pagato un solo centesimo ...per quello di cui ti sei appropriato indebitamente !!!Questo e' solo l'inizio di una lunga strage..di utenti che in questi annii hanno pensato di potersi scaricare il mondo da internet .il p2p e' destinato a morire!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: I fatti sono accaduti nel 2006
        - Scritto da:
        Ti ricordo che in italia abbiamo la legge
        urbani....se scarichi anche per uso personale
        stai traendone profitto poiche' non hai pagato un
        solo centesimo ...per quello di cui ti sei
        appropriato indebitamente
        !!!

        Questo e' solo l'inizio di una lunga strage..di
        utenti che in questi annii hanno pensato di
        potersi scaricare il mondo da internet .il p2p e'
        destinato a
        morire!!!


        se non muore qualsiasi altro tipo di crimine, dallo scippo alla truffa all'assassinio... figurati se muore il p2p
      • again scrive:
        Re: I fatti sono accaduti nel 2006
        Dai parliamo di fatti...la lettera dell'avvocato cita la legge 633/1941PRIMA PAGINAhttp://img151.imageshack.us/my.php?image=senzatitolo1sl3.jpgSECONDA PAGINAhttp://img329.imageshack.us/my.php?image=senzatitolo2os7.jpgTERZA PAGINAhttp://img151.imageshack.us/my.php?image=senzatitolo3zr5.jpgpremesso che hanno individuato che il file proveniva da una connessione intestata a tuo nome, ma da quello a stabilire che ogni computer connesso sia di mia propietà (e se io ho una wireless aperta o condivido con il vicino??)comunque la legge 633 è chiara... articolo 171....multa da 100 mila a 4 milioni.. si va nel penale solo se c'e' una condivisione a scopo di lucro. questo è segno che 1) lo studio non sa bene di cosa parla (ma ne dubito vista la lettera..)2) vogliono fare pressioni... di nuovo.. risposta con lettera raccomandata... dichiarando estraaneità ai fatti e che l'accertazione che il file proveniva da un contratto a me intestato non implica che il file fosse conservato su un PC di mia responsabilità/propietà...Non c'e' obbligatorietà per le piccole reti private di tenere un log degli IP... il gioco è fatto... è solo palloso andare in tribunale.. ma poi puoi chiedergli i danni... morali e il pagamento delle spese processuali...
  • Anonimo scrive:
    Nessuno tocchi CAINO
    così vi state comportando...Volete ascoltare una canzone? acquistatela e non rubatela... non avete i soldi? Prendetevela con i politici che continuate a regalargli il voto... o con chi vi da il precariato....
    • Anonimo scrive:
      Re: Nessuno tocchi CAINO
      ma tu hai ragionissima, ma qui il punto è: su che base questa ditta privata vorrebbe dimostrare la corrispondenza degli ip in loro possesso con le persone incriminate?cioè se io rubassi in banca, la telecamera a circuito chiuso mi riprenderebbe, quello quindi sarei io, non si scappa, è il mio viso, ce l'ho solo io, ma è il sistema degli ip variabili, del non sapere come la ditta ha raccolto gli ip, dell'autorizzazione data dal giudice a obbligare telecom a dare i dati, è tutto questo che fa acquasul fatto che si debba comprare originale la roba che piace siamo tutti d'accordo, e anche sul fatto che chi scarica sia punibile (però secondo una distribuzione giusta di pene, non è tanto piacevole vedere il delinquente fuori per indulto e il downloader coinvolto nel penale) però per essere punibile serve, a parte la prova oltre ogni ragionevole dubbio di colpevolezza, ma pure un processo! che è sta cosa del pagami e ti lascio stare? è un ricatto, secondo me chi ha ricevuto la lettera in questione deve solo fare una controdenuncia, non è possibile che al giorno d'oggi il cittadino debba essere minacciato così...
  • Anonimo scrive:
    Truffa bella e buona
    Ad un mio collega e arrivata ieri mattina la letterinaIl 21 aprile alle 14:51 avrebbe scaricato un mp3 di un tizio sconosciuto.dal 18 al 23 aprile eravamo in trasferta per lavoro in spagna....lui ha l'adsl a casa NON wireless, abita da solo e usa il portatile che aveva dietro con lui.insomma, non e possibile che abbia scaricato nulla questa e la prova che il lavoro di questa ditta e fatto alla caxxo.....ora fate voi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Truffa bella e buona
      lolinizia a fare acqua sto "file sharing monitor"
      • wuis scrive:
        Re: Truffa bella e buona
        spero che il tuo amico si rivolga ad un'avvocato e faccia pervenire le sue lamentele anche all'Adiconsum e all'Assoprovider, è il modo migliore per non permettere che si possano fare degli errori da parte di questi "signorini tedesci" che possano portare ad un precedente per ricontrollare ed annullare le richieste da parte della Peppermint.Mi auguro che il tuo amico faccia questo passo, i soldi non sono un problema, in Italia le spese per una causa civile le paga chi perde e lui in questo caso ha la vittoria in tasca.
    • Anonimo scrive:
      Re: Truffa bella e buona
      - Scritto da:
      Ad un mio collega e arrivata ieri mattina la
      letterina

      Il 21 aprile alle 14:51 avrebbe scaricato un mp3
      di un tizio
      sconosciuto.

      dal 18 al 23 aprile eravamo in trasferta per
      lavoro in
      spagna....

      lui ha l'adsl a casa NON wireless, abita da solo
      e usa il portatile che aveva dietro con
      lui.

      insomma, non e possibile che abbia scaricato
      nulla questa e la prova che il lavoro di questa
      ditta e fatto alla
      caxxo.....

      ora fate voi.SE non è uno scherzo, digli di postare qui la sua storia!!!!http://www.p2pforum.it/forum/showthread.php?t=185269&page=14Potrebbe essere rilevante eed essere d'aiuo per tutti!Non sono tra i fortunati, ma il sentore dei TRUFFA l'ho pure io, nonostante sta leggendo di tutto e di +
    • Anonimo scrive:
      Re: Truffa bella e buona

      ora fate voi.Potresti esser tu quello che "fa".Basta che il tuo collega non paghi ed in sede di tribunale citi te come testimone a favore per cercare du cavarsene fuori. Se salta fuori che il file MP3 lo ha scaricato mentre eravate in trasferta (l'associazione IP/utente può esser fatta anche con i dati di login, non solo con il numero telefonico) avrete tante altre cose da spiegare.
      • damon75 scrive:
        Re: Truffa bella e buona
        Mah,è abbastanza difficile che una persona, in un'altro stato, riesca ad entrare su internet con l'utente e la password che usa per accedere ad internet da casa sua, con il suo abbonamento!Per arrivare ai nomi dei presunti pirati hanno "chiesto" alla telecom di fornire i nomi degli intestatari delle ADSL, questo per associare agli IP i nomi delle persone a cui mandare le raccomandate, è abbastanza difficile che un'IP italiano, associato ad un'abbonamento ADSL italiano, possa essere stato utilizzato da un tizio mentre era in Spagna!!That's all, bye!
        • Anonimo scrive:
          Re: Truffa bella e buona
          - Scritto da: damon75
          Mah,

          è abbastanza difficile che una persona, in
          un'altro stato, riesca ad entrare su internet con
          l'utente e la password che usa per accedere ad
          internet da casa sua, con il suo
          abbonamento!Dipende da che provider ha usato per accedere alla rete. Gli indirizzi IP a disposizione di Telecom Italia o Tiscali sono sempre gli stessi anche se ti colleghi dallo Zimbawe.
          Per arrivare ai nomi dei presunti pirati hanno
          "chiesto" alla telecom di fornire i nomi degli
          intestatari delle ADSL, questo per associare agli
          IP i nomi delle persone a cui mandare le
          raccomandate, è abbastanza difficile che un'IP
          italiano, associato ad un'abbonamento ADSL
          italiano, possa essere stato utilizzato da un
          tizio mentre era in
          Spagna!!Come sopra.Dato che nella maggior parte dei casi gli indirizzi IP sono dinamici, l'associazione tra IP e nome è possibile con certezza in riferimento ai dati di login nonchè al "CallerID". pertanto è "abbastanza difficile", come dici tu, che abbiano associato lo IP alla persona sbagliata. Gli errori, comunque, li fanno anche loro e se si è sicuri di esser nel giusto basta richiedere delle nuove verifiche.
          That's all, bye!Ciao :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Truffa bella e buona
            ma avete idea di come funziona un'adsl o state sparando minchiate in libertà?
          • Anonimo scrive:
            Re: Truffa bella e buona
            Mi sa che la gente nn ha idea di come funziona un ADSL e di come si attiva altrimenti saprebbe che nn si puo usare la propria connessione ADSL privata di casa AL ESTERO o addirittura in un altra città, se nn in casi particolari.
          • Anonimo scrive:
            Re: Truffa bella e buona
            - Scritto da:
            Mi sa che la gente nn ha idea di come funziona un
            ADSL e di come si attiva altrimenti saprebbe che
            nn si puo usare la propria connessione ADSL
            privata di casa AL ESTERO o addirittura in un
            altra città, se nn in casi
            particolari.Illuminateci allora...
          • Anonimo scrive:
            Re: Truffa bella e buona
            - Scritto da:
            ma avete idea di come funziona un'adsl o state
            sparando minchiate in
            libertà?La seconda che hai detto. E siccome non è possibile scrivere idiozie del genere se si è del settore, l'autore del post cui fai riferimento deve essere un dipendente della società spiona ... :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Truffa bella e buona

            La seconda che hai detto. E siccome non è
            possibile scrivere idiozie del genere se si è del
            settore, l'autore del post cui fai riferimento
            deve essere un dipendente della società spiona
            ...
            :)No, invece sono proprio del settore ma ancora nessuno mi ha spiegato perchè non è possibile fruire della connessione sfruttando il proprio account da un'altra parte.
    • CoreDump scrive:
      Re: Truffa bella e buona
      Faccio un po di crossposting da hwupgrade a qui, preso nel 3d che ho creato io da parte di un utente :Alla stampa francese, Logistep ha dichiarato che Techland è il suo primo cliente francese ma che sarebbero seguiti case discografiche, produttori di software e cinematrografici.Da quel che ho letto (ma sul forum francese Ratiatum ci sono quasi 4000 post, e ne ho letti solo una minima parte) questa Logitech ha raccolto per mesi e mesi, di sua iniziativa, liste di IP che avevano files protetti da copyright, e ad un certo punto è andata, sempre di propria iniziativa, a bussare alle porte dei proprietari proponendo l'affare (bisogna ammetterlo, se funziona, hanno trovato un gran modo di fare soldi). Quindi capite bene che il caso Peppermint può essere davvero solo il primo di una serie, ed è importante che si senta coinvolto anche chi non ha mai scaricato Mousse T o altro trash della Peppermint...L'associazione Razorback ha fatto una causa penale al garante della privacy svizzero, perchè una società svizzera senza nessuna autorizzazione legale esplicita, non può, di sua iniziativa, mettersi a spulciare nei pc di utenti nè svizzeri nè, tantomeno, stranieri...Se fosse vero altro che denuncia gli farei a questi ...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 09 maggio 2007 16.54-----------------------------------------------------------
      • Anonimo scrive:
        Re: Truffa bella e buona
        - Scritto da: CoreDump
        Faccio un po di crossposting da hwupgrade a qui,
        preso nel 3d che ho creato io da parte di un
        utente
        :

        Alla stampa francese, Logistep ha dichiarato che
        Techland è il suo primo cliente francese ma che
        sarebbero seguiti case discografiche, produttori
        di software e
        cinematrografici.

        Da quel che ho letto (ma sul forum francese
        Ratiatum ci sono quasi 4000 post, e ne ho letti
        solo una minima parte) questa Logitech ha
        raccolto per mesi e mesi, di sua iniziativa,
        liste di IP che avevano files protetti da
        copyright, e ad un certo punto è andata, sempre
        di propria iniziativa, a bussare alle porte dei
        proprietari proponendo l'affare (bisogna
        ammetterlo, se funziona, hanno trovato un gran
        modo di fare soldi). Quindi capite bene che il
        caso Peppermint può essere davvero solo il primo
        di una serie, ed è importante che si senta
        coinvolto anche chi non ha mai scaricato Mousse T
        o altro trash della
        Peppermint...
        L'associazione Razorback ha fatto una causa
        penale al garante della privacy svizzero, perchè
        una società svizzera senza nessuna autorizzazione
        legale esplicita, non può, di sua iniziativa,
        mettersi a spulciare nei pc di utenti nè svizzeri
        nè, tantomeno,
        stranieri...

        Se fosse vero altro che denuncia gli farei a
        questi
        ...Beh se fosse vero,meglio che cerchino domicilio in Iraq.Meglio rischiare di saltare per aria che passare sotto la nostra incazzatura.
  • Joker0 scrive:
    Class Action - insieme la sfangate
    Perché questi 4000 non si associano e vanno in tribunale INSIEME, con una colletta per le spese legali, e danno addosso a questa simpatica major, che mi par di capire sfrutta solo il fatto che nessuno vuole spendere qualche migliaio di euro per dimostrare in tribunale che un eventuale procedimento contro di loro non vale nulla ?Vi ricordate "Z la formica" ? Le cavalette angheriavano le formiche che erano più piccole, ma se TUTTE le formiche si incazzano, la cavallette che sono numericamente inferiori, scappano a gambe levate...
    • Anonimo scrive:
      Re: Class Action - insieme la sfangate
      La Class Action in Italia non esiste. Piantala di pensare di essere un principe del foro perchè guardi "Law & Order".Internet è cambiata. Il Wild West è finito. Adeguati.
      • damon75 scrive:
        Re: Class Action - insieme la sfangate
        Innanzitutto la Class Action in Italia è stata istituita con l'ultima finanziaria del governo Prodi, inoltre, se leggi gli ultimi interventi, noterai come ci sono persone che fisicamente non erano a casa ma che risulta abbiano scaricato una o più canzoni incriminate.....probabilmente c'è qualcosa che non va, non credi?
      • Joker0 scrive:
        Re: Class Action - insieme la sfangate
        HEeheheheheheheehe :)) Che brutta malattia la trollaggine ehhhh ? Mi spiace-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 09 maggio 2007 15.08-----------------------------------------------------------
      • Anonimo scrive:
        Re: Class Action - insieme la sfangate
        Invece pare che, finito il "far west", inizi il " sacco"Se alla tua privacy, perchè il problema primo è questo, non ti interessa, evita di postare commenti insulsi.La situazione non l'hai afferrata? Chiedi lumi invece di giudicare
    • Anonimo scrive:
      Re: Class Action - insieme la sfangate
      - Scritto da: Joker0
      Perché questi 4000 non si associano e vanno in
      tribunale INSIEME, con una colletta per le spese
      legali, e danno addosso a questa simpatica major,
      che mi par di capire sfrutta solo il fatto che
      nessuno vuole spendere qualche migliaio di euro
      per dimostrare in tribunale che un eventuale
      procedimento contro di loro non vale nulla
      ?
      Vi ricordate "Z la formica" ? Le cavalette
      angheriavano le formiche che erano più piccole,
      ma se TUTTE le formiche si incazzano, la
      cavallette che sono numericamente inferiori,
      scappano a gambe
      levate...Quello era "bug's life". comunque quoto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Class Action - insieme la sfangate
      - Scritto da: Joker0
      Perché questi 4000 non si associano e vanno in
      tribunale INSIEME, con una colletta per le spese
      legali, e danno addosso a questa simpatica major,perché 1) non sanno chi sono 2) non siamo CIVES, siamo idioti.altrimenti nemmeno ci sarebbero delle leggi che permettono di tornare al medioevoe invece ci sono.
    • Ekleptical scrive:
      Re: Class Action - insieme la sfangate
      - Scritto da: Joker0
      Perché questi 4000 non si associano e vanno in
      tribunale INSIEME, con una colletta per le spese
      legali, e danno addosso a questa simpatica major,
      che mi par di capire sfrutta solo il fatto che
      nessuno vuole spendere qualche migliaio di euro
      per dimostrare in tribunale che un eventuale
      procedimento contro di loro non vale nulla
      ?Ma su che basi partirebbe 'sta denuncia?Loro hanno elementi che li portano ad individuare dei sospetti danneggiatori. Elementi la cui regolarità è stata pure convalidata dal Tribunale.Quindi, che denuncia volete?Se qualcuno mi investe e mi tiro giù la targa, io denuncio il propietario. Poi guidava un altro? Sta a lui dimostrarlo. Io non devo e non sono tenuto a rispondere di niente! Sono cavoli suoi e della polizia! Ci mancherebbe altro che il danneggiato dovessse giustificarsi!
      • Anonimo scrive:
        Re: Class Action - insieme la sfangate

        Se qualcuno mi investe e mi tiro giù la targa, io
        denuncio il propietario. tu fai denuncia contro ignoti, chi di dovere farà i suoi accertamenti, indagini etc e, dopo, tu potrai dare luogo alla tua causa civile (oltre che alla penale)non esiste che tu ti presenti dalla polizia o in motorizzazione con una targa e loro ti dicano a chi corrisponda, numero di telefono e indirizzo così perché gli va (anche se con un minimo di ingegneria sociale ottieni anche più dati).
        • Ekleptical scrive:
          Re: Class Action - insieme la sfangate
          - Scritto da:
          non esiste che tu ti presenti dalla polizia o in
          motorizzazione con una targa e loro ti dicano a
          chi corrispondaCome no? Vai al PRA e chiedi! Vedrai che te le danno! Già fatto! Non c'è bisogno di nessuna denuncia, nè di mettere in mezzo nessuna polizia. Informarsi prima, no, eh?
          • Anonimo scrive:
            Re: Class Action - insieme la sfangate
            perché i veicoli sono considerati alla stregua di beni immobile, il tuo collegamento a internet no
      • Anonimo scrive:
        Re: Class Action - insieme la sfangate
        Come no...Io, sul mio blog ho denunciato i comportamenti scorretti di tal casa discografica, che ha ridotto il suo artista principale di solo 18 anni ad un tossicodipendente alcolizzato. Puoi stare sicuro che tra quegli ip c'è anche il mio. Ora spero che non abbiano i mezzi per arrivare a convencere il mio datore di lavoro a licenziarmi
      • Anonimo scrive:
        Re: Class Action - insieme la sfangate

        Se qualcuno mi investe e mi tiro giù la targa,
        io denuncio il propietario. Poi guidava un
        altro?
        Sta a lui dimostrarlo. Io non devo e non sono
        tenuto a rispondere di niente! Sono cavoli
        suoi e della polizia! Ci mancherebbe altro che
        il danneggiato dovessse giustificarsi!Sbagli.Tu, o eventualmente la Pubblica Accusa al posto tuo, deve:A) dimostrare l'esistenza del fatto (che sei davvero stato investito);B) individuare il reo o comunque dare elementi fondati che indichino una persona come sospetto principale (Franzoni docet), al massimo nel caso di targa / indirizzo IP si può "presumere" che l'intestatario sia anche autore del fatto, ma dato che le presunzioni non sono ammesse, basta poco per smontarla (il fatto è che in genere non ci si difende sul punto, per paura che l'accusa ricada su altri prossimi congiunti);C) dimostrare l'elemento psicologico del reo: nel caso dell'investimento basta la colpa, ma -non so se per fortuna o per sfortuna- nel caso del P2P ammesso e non concesso che si tratti di reato, si tratterebbe di delitto e quindi serve la prova del DOLO (in caso di fatti commessi con colpa scatta l'art.172, che è indubitabilmente depenalizzato);D) dimostrare l'entità dei danni.Secondo il tuo raginamento (che non so se per caso o per effettiva volontà coincide con il "loro" raginamento), chiunque potrebbe:a) inventarsi di essere stato investito;b) denunciare un numero di targa a caso, meglio se visto in giro così è sicuro che quell'auto esiste (e magari si annota modello, colore etc.).A quel punto, secondo te, il giudice dovrebbe prendere il malcapitato proprietario e dirgli: "siccome sei proprietario di un'auto, e siccome non hai dimostrato che Tizio non è stato investito, ti condanno a risarcire a Tizio tutto quanto questi riterrà opportuno chiederti"!Ti sembra logico???Non si capisce perché i suddetti principi, del tutto normali in ogni altro processo, non debbano valere quando ci sono di mezzo Internet e computer. Fermo restando che se ti sequestrano il computer:1) per quanto tu sia lindo e pulito, qualcosa di (almeno apparentemente) illegale lo trovano... e lo trovano PER forza o A forza;2) intanto ti provocano un danno migliaia (non scherzo: provate a calcolarlo voi) di volte superiore al valore della loro insulsa "opera tutelata";3) solo di avvocati e di nervoso ti rovini vita e conto in banca;4) quando hanno il pc in mano ci fanno quello che vogliono, non si limitano certo a cercare gli mp3 specificamente indicati dal denunciante, quindi dimenticati privacy, password e quant'altro: chi ci mette le mani diventa padrone della tua vita con tutto ciò che ne consegue.Personalmente mi auguro che i "taglieggiati" abbiano il coraggio di affrontare i taglieggianti e la forza di batterli, così da creare un precedente, ma -onestamente- non so quanto sia furba e conveniente una scelta del genere. Con tristezza.
        • Ekleptical scrive:
          Re: Class Action - insieme la sfangate
          - Scritto da:
          "siccome sei proprietario di un'auto, e siccome
          non hai dimostrato che Tizio non è stato
          investito, ti condanno a risarcire a Tizio tutto
          quanto questi riterrà opportuno
          chiederti"!Il mio ragionamento era: se mi tirano sotto e prendo la targa, vado al PRA, risalgo all'intestatario e con la carta del PRA mi reco a denunciarlo. Non era lui a guidare? Può essere, se ne occuperà la polizia, ma in ogni caso, io che denuncio non potrò mai incorrere in nulla, non avendo io fatto niente di male, se non far valere i miei diritti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Class Action - insieme la sfangate


            "siccome sei proprietario di un'auto, e

            siccome non hai dimostrato che Tizio non è

            stato investito, ti condanno a risarcire a

            Tizio tutto quanto questi riterrà opportuno

            chiederti"!
            Il mio ragionamento era: se mi tirano sotto e
            prendo la targa, vado al PRA, risalgo
            all'intestatario e con la carta del PRA mi
            reco a denunciarlo. Non era lui a guidare? PuòSe sei stato davvero investito ed hai dei testimoni, puoi tranquillamente saltare il passaggio del PRA. Vai alla Polizia con la targa (se ti è rimasta tatuata sulla schiena non dubiteranno certo della tua parola) ed a risalire al proprietario ci pensano loro.Il punto è che le "indagini" svolte dai privati sedicenti "persone offese dal reato", specie se di tipo informatico, non dovrebbero neppure essere prese in considerazione dagli inquirenti. Possibilità di falsificare i dati + interesse a farlo = falsificazione sicura. Ecco perché il comportamento di questi tizi (ma anche di altri... non crederete mica che sia il primo caso in Italia? Una ricerchina su sequestri e affini vi chiarirà ogni dubbio) è più che mai sospetto. E anche poco elegante: avrei capito (e quasi apprezzato) una campagna del tipo "ti abbiamo pescato, ma crediamo alla tua buona fede perciò per questa volta ti lasciamo in pace, ma prometti di non farlo più"; ma con la richiesta di soldi... semplicemente disgustoso, oltreché palesemente illecito, perché si tratta di intercettazioni su larga scala! La questione dell'IP, poi, è solo un dettaglio che sposta di poco la questione.
            essere, se ne occuperà la polizia, ma in ogni
            caso, io che denuncio non potrò mai incorrere in
            nulla, non avendo io fatto niente di male, se
            non far valere i miei diritti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Class Action - insieme la sfangate


            Il punto è che le "indagini" svolte dai privati
            sedicenti "persone offese dal reato", specie se
            di tipo informatico, non dovrebbero neppure
            essere prese in considerazione dagli inquirenti.
            E invece lo sono. Gnè-gnè, gnè-gnè-gnè!(rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: Class Action - insieme la sfangate
            perché i veicoli sono considerati alla stregua di beni immobile, il tuo collegamento a internet no
      • Anonimo scrive:
        Re: Class Action - insieme la sfangate
        Bene, al prossimo che non mi dà la precedenza prendo la targa ! Poi vado al PRA, mi faccio dire chi è, dove abita, e lo vado ad aspettare sotto casa !
      • Anonimo scrive:
        Re: Class Action - insieme la sfangate
        vogliamo farla finita di tirare in ballo analogie con le targe?Automobili e targhe non hanno nulla a che vedere con un network.
  • Anonimo scrive:
    la lettera
    La letterahttp://img151.imageshack.us/my.php?image=senzatitolo1sl3.jpghttp://img329.imageshack.us/my.php?image=senzatitolo2os7.jpghttp://img151.imageshack.us/my.php?image=senzatitolo3zr5.jpgtratto da http://3636peppermintjam.blogspot.com/2007/05/la-temuta-raccomandata-arrivata-tutti.htmlEdgar
  • Anonimo scrive:
    Re: Nuovo modello di business
    Peccato che la registrazione dell'indirizzo ip sia un obbligo di legge, e venga registrato al fine di fornire un servizio di cui esiste un contratto. Pertando l'unico modo per veder fermata la registrazione dell'indirizzo ip è quella di chiudere il contratto.Vedi tu.
  • texilee scrive:
    L'ho ricevuta cosa faccio?
    Ok ho ricevuto la telefonata di un amico di mio padre che l'ha ricfevuta per la maledetta canzone di mouset (ma chi è) ??Io gli ho detto di non rispondere, non pagare e soprattutto di fregarsene, e se riceverà qualcosa da sto studio legale di andarsi a comprare un qualsiasi album contenente quella canzone.dovrebbe bastare cosi, controindicazioni?la copia di backup è lecita, il software con cui è stata fatta pure, quello che hanno usato loro viola la privacy.
    • Anonimo scrive:
      Re: L'ho ricevuta cosa faccio?
      - Scritto da: texilee
      Ok ho ricevuto la telefonata di un amico di mio
      padre che l'ha ricfevuta per la maledetta canzone
      di mouset (ma chi è)
      ??

      Io gli ho detto di non rispondere, non pagare e
      soprattutto di fregarsene, e se riceverà qualcosa
      da sto studio legale di andarsi a comprare un
      qualsiasi album contenente quella
      canzone.

      dovrebbe bastare cosi, controindicazioni?

      la copia di backup è lecita, il software con cui
      è stata fatta pure, quello che hanno usato loro
      viola la
      privacy.il fatto che la condivide è reato, pur avendo la copia legalmente acquistata
      • Anonimo scrive:
        Re: L'ho ricevuta cosa faccio?
        Basterebbe dimostrare che il sistema di rileamento è inaffidabile, alias chiedere la prova di quanto affermano.I log sono infatti solo un'indizio e non certo una prova valida, innanzitutto perchè alterabili, poi ricordiamoci che l'evidenza del reato, come la chiamano loro, è stata fatta da terzi che hanno tutto l'interesse a dimostrare la colpevolezza delle persone chiamate in causa.Andando davanti al giudice e chiedendo la verifica dell'attendibilità di quanto risulta dai log, ad esempio tramite un'ispezione del computer interessato, dovrebbe bastare a far cadere le accuse, qualora ovviamente sul pc non venga trovato nulla che avvalori la tesi dell'accusa.Tra l'altro, leggendo gli interventi che si stanno susseguendo, è emerso che ci sono persone a cui hanno mandato la lettera che non erano neanche in Italia al momento dell'ipotetico reato,viene quantomeno da mettere in dubbio quindi la veridicità di queste presunte violazioni, che ripeto essere state "accertate" da privati e non dalla polizia postale.Bye!
      • Anonimo scrive:
        Re: L'ho ricevuta cosa faccio?

        il fatto che la condivide è reato, pur avendo la
        copia legalmente acquistataNo. La legge punisce solo chi "per primo" ha reso disponibile un certo file in rete. La condivisione successiva di un file già disponibile è del tutto irrilevante. Lo ha stabilito per due volte il Tribunale di Milano, sentenze sul punto espressamente confermate dalla Cassazione.
  • Anonimo scrive:
    Utenti ingenui
    A parte il fatto che questa cosa è poco chiara ma anche se fosse tutto vero e bisognasse pagare a Peppermint sti soldi allora va detto che questi 4000 (e chissà quanti altri) sono un pochino ingenui.E' stupido e diventerà "pericoloso" lasciare giga e giga di mp3 o video sulla cartella condivisa.Ma ci vuole una laurea per spostare i files una volta finito il download?E che diamine!Perderemo un pochino di rating rallentando il download ma con una buona flat ormai alla portata di tutti non vedo che problema ci sia se scarichiamo un film in 5 giorni al posto che in 2.El Petisso
    • Anonimo scrive:
      Re: Utenti ingenui
      - Scritto da:
      A parte il fatto che questa cosa è poco chiara ma
      anche se fosse tutto vero e bisognasse pagare a
      Peppermint sti soldi allora va detto che questi
      4000 (e chissà quanti altri) sono un pochino
      ingenui.

      E' stupido e diventerà "pericoloso" lasciare giga
      e giga di mp3 o video sulla cartella
      condivisa.
      Ma ci vuole una laurea per spostare i files una
      volta finito il
      download?
      E che diamine!
      Perderemo un pochino di rating rallentando il
      download ma con una buona flat ormai alla portata
      di tutti non vedo che problema ci sia se
      scarichiamo un film in 5 giorni al posto che in
      2.

      El Petissosi ma genio, se tutti li tolgono dalla condivisione tu da dove li scarichi?
      • Anonimo scrive:
        Re: Utenti ingenui
        -
        si ma genio, se tutti li tolgono dalla
        condivisione tu da dove li
        scarichi?E' ovvio che devi spostarli DOPO che hai finito il download!Li masterizzi o semplicemente li sposti e lasci in condivisione solo gli incompleti.Non vedo perchè uno debba rischiare di farsi denunciare per lasciare a disposizione un file per qualcuno che nemmeno conosce.El Petisso
        • Anonimo scrive:
          Re: Utenti ingenui
          - Scritto da:

          -

          si ma genio, se tutti li tolgono dalla

          condivisione tu da dove li

          scarichi?

          E' ovvio che devi spostarli DOPO che hai finito
          il
          download!

          Li masterizzi o semplicemente li sposti e lasci
          in condivisione solo gli
          incompleti.

          Non vedo perchè uno debba rischiare di farsi
          denunciare per lasciare a disposizione un file
          per qualcuno che nemmeno
          conosce.

          El Petissotu si che hai capito tutto il mondo del p2p
    • Anonimo scrive:
      Re: Utenti ingenui
      - Scritto da:
      A parte il fatto che questa cosa è poco chiara ma
      anche se fosse tutto vero e bisognasse pagare a
      Peppermint sti soldi allora va detto che questi
      4000 (e chissà quanti altri) sono un pochino
      ingenui.

      E' stupido e diventerà "pericoloso" lasciare giga
      e giga di mp3 o video sulla cartella
      condivisa.
      Ma ci vuole una laurea per spostare i files una
      volta finito il
      download?
      E che diamine!
      Perderemo un pochino di rating rallentando il
      download ma con una buona flat ormai alla portata
      di tutti non vedo che problema ci sia se
      scarichiamo un film in 5 giorni al posto che in
      2.

      El Petissosai chi è un leecher?Tu sei un leecher....un parassita...
      • Anonimo scrive:
        Re: Utenti ingenui
        Parassita??SE la legge è quella non ci resta che trovare l'inganno.E in attesa di magari tue illuminanti idee non vedo cosa ci sia di sbagliato nel tutelarsi spostando i propri files fuori dalla cartella condivisa.El Petisso
        • Anonimo scrive:
          Re: Utenti ingenui
          el petisso non è mica fesso
          • Anonimo scrive:
            Re: Utenti ingenui
            - Scritto da:
            el petisso non è mica fessoquesto no, ma di sicuro è un parassita! :@
          • Anonimo scrive:
            Re: Utenti ingenui
            EL PETISSO FOR PRESIDENT
          • Anonimo scrive:
            Re: Utenti ingenui
            nel momento in cui stai scaricando stai anche condividendo... quindi è inutileSaluti
        • Anonimo scrive:
          Re: Utenti ingenui
          guarda che sempre interpretando la legge, sei fuorilegge anche condividendo roba incompletanon serve a nulla togliere la sola cartella condivisaperò se tu scaricassi da servers ftp privati senza uppare nulla, lì saresti "in regola" (col cavolo, se è roba protetta rischi comunque la multa, ma non subentra il penale)
    • Anonimo scrive:
      Re: Utenti ingenui
      a parte il fatto che cosi' viene meno lo spirito del p2p non importa se sposti i file una volta completati, il download l'hai completato -
      per i log degli isp hai scaricato file protetti da copyright (vale anche por pezzettini di file).
  • Anonimo scrive:
    Finalmente una ventata di giustizia
    Speriamo che questa iniziativa, che sostanzialmente non posso che condividere, scoraggi i potenziali pirati dal compiere ulteriori malefatte.Ciro
  • Anonimo scrive:
    Se tanto mi da tanto
    finirà 0-2 anche stavolta!
  • Anonimo scrive:
    Ma e se io faccio sparire tutto?
    Non ho capito una cosa. Al di la del fatto che il loro è un ricatto bello e buono come fanno a dimostrare che ho scaricato materiale illegale se io non ho questo materiale illegale? Nel momento in cui arriva la lettere quello che la riceve fa sparire l'hard disk e chi si è visto si è visto...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma e se io faccio sparire tutto?
      La ditta svizzera LOGISTEP AG ha sviluppato la software File sharing Monitor mediante la quale nellambito di reti peer-to-peer si riesce ad individuare con certezza le persone che illegittimamente mettono a disposizione del pubblico opere dellingegno tutelate dal copyright. La software salva i dati messi a disposizione dallutente peer-to-peer ed individua i dati tecnici tra cui lindirizzo IP. Tramite questi dati tecnici si riesce ad identificare la persona che ha commesso il reato. I dati personali si ottengono dal rispettivo provider tramite ricorso o denuncia presso le sedi competenti. Il Tribunale di Roma ha statuito che il modo in cui i dati tecnici sono stati recuperati dalla LOGISTEP appare affidabile, accettabile e soprattutto Iecito (Tribunale di Roma, Giudice estensore Dott. Marco Rossetti, Ordinanza dd. 18/08/2006).
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma e se io faccio sparire tutto?
        - Scritto da:
        La ditta svizzera LOGISTEP AG ha sviluppato la
        software File sharing Monitor violando probabilmente la gpl, già avvertita la fsf a talproposito, che si sa non essere tenera
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma e se io faccio sparire tutto?
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          La ditta svizzera LOGISTEP AG ha sviluppato la

          software File sharing Monitor

          violando probabilmente la gpl, già avvertita la
          fsf a talproposito, che si sa non essere
          teneraSai che paura per chi ha l'appoggio della magistratura e delle lobby discografiche. (rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma e se io faccio sparire tutto?
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:


            La ditta svizzera LOGISTEP AG ha sviluppato la


            software File sharing Monitor



            violando probabilmente la gpl, già avvertita la

            fsf a talproposito, che si sa non essere

            tenera

            Sai che paura per chi ha l'appoggio della
            magistratura centra una sega, violazione di copyright è violazione di copyright...non mi dirai che lo zio guglielmo cancelli sarebbe contento se passa questo principio, soprattutto (da noi non accade sulla carta, ma nella pratica spesso sì) dove la sentenza fa giurisprudenza
  • Anonimo scrive:
    PERCHE' I MEDIA NON NE PARLANO ?!?!?
    Spesso vedo giornali anche molto visibili riportare notizie di punto-informatico.Esempio palese e' Repubblica.itOggi vado a leggere Repubblica.it e cosa ti trovo ?Nulla.Niente di niente.Nemmeno un accenno.Niente discorsi sulla privacy violata.Niente discorsi di politici (CORTIANA DOVE SEI ?!?!)Niente sproloqui del Garante dei miei Maroni Privacy.Niente.Chissa' perche'...?Secondo ME : tutta questa storia e' una specie di truffa.Hanno messo su un sito.Hanno agito a livello internazionale.Poi hanno sfruttato le leggi vigenti per richiedere una lista di nominativi collegati agli IP.E ora mandano lettere intimidatorie con lo scopo di raggranellare soldi.PERO' :Dubito che 4.000 persone (4.000 FAMIGLIE) se portate in tribunale sarebbero un boccone facile da mandar giu', specie poi in un paese come il nostro, dove appigli mafiosi e politica clientelare fanno da padroni.Dubito che potrebbero effettivamente dimostrare che tali file si sono trovati o si trovano sui pc degli interessati.A parte buttare il disco nel cassonetto...esistono problemi come l'IP spoofing e i trojan che di fatto possono mettere l'utente in una posizione di colpevolezza solo tenendo conto del suo indirizzo IP, ma che durante il processo paleserebbero l'inefficacia di questa tecnica di monitoraggio.La PRIVACY...e' chiaro che e' stata violata, senza contare che in caso di procedimenti di questo tipo la MAGISTRATURA o gli organi competenti DOVEVANO avvisare l'utenza e far scattare le perquisizioni.
    • Anonimo scrive:
      Re: PERCHE' I MEDIA NON NE PARLANO ?!?!?
      Tra gli indagati non ci sono veline o pedofili, quindi la notizia non è mediaticamente rilevante...
    • Pejone scrive:
      Re: PERCHE' I MEDIA NON NE PARLANO ?!?!?

      Secondo ME : tutta questa storia e' una specie di
      truffa.
      Hanno messo su un sito.
      Hanno agito a livello internazionale.
      Poi hanno sfruttato le leggi vigenti per
      richiedere una lista di nominativi collegati agli
      IP.
      E ora mandano lettere intimidatorie con lo scopo
      di raggranellare
      soldi.E' un ipotesi più che plausibile.

      Dubito che 4.000 persone (4.000 FAMIGLIE) se
      portate in tribunale sarebbero un boccone facile
      da mandar giu',

      Dubito che potrebbero effettivamente dimostrare
      che tali file si sono trovati o si trovano sui pc
      degli
      interessati.Credo puntino molto sul fatto che gli utenti impauriti paghino senza farsi troppe domande.

      La PRIVACY...e' chiaro che e' stata violata,
      senza contare che in caso di procedimenti di
      questo tipo la MAGISTRATURA o gli organi
      competenti DOVEVANO avvisare l'utenza e far
      scattare le
      perquisizioni.

      Infatti, sarebbe stato sicuramente più corretto.Tutta sta facenda da l'idea di chi si vuol far giustizia da solo.
    • Anonimo scrive:
      Re: PERCHE' I MEDIA NON NE PARLANO ?!?!?
      Evidentemente si sono presi la mazzetta anche loro..
    • Anonimo scrive:
      Re: PERCHE' I MEDIA NON NE PARLANO ?!?!?
      I media sono piu' lenti della rete ma comunque piu' veloci della politica, penso qualcosa uscira, pero' il tempo per pagare stringe e ancora nessun legale ha dato il suo parere, tuttavia sono molti su p2pforum a dscutere dei dettagli e pochi propensi a pagare (ricordarsi che per ora si tratta di un pagamento di accordo fra privati, ancira non c'e' la legge di mezzo).Sarebbe bello che al momento della pubblicazione nei grossi media ci fosse gia' un punto di riferimento per riunire i coivolti;purtroppo e' stato tutto studiato bene per non dare il tempo di reagire.
  • Anonimo scrive:
    4000*330€=1320000€
    4000 * 330€ = 1 milione 320 mila euro!!!Mizzica quanti soldi!!!Ma a chi andranno?chi sino i clienti dello studio legale e i clienti (cantanti, produttori,...) dei committenti?
    • Anonimo scrive:
      Re: 4000*330€=1320000€
      - Scritto da:
      4000 * 330€ = 1 milione 320 mila euro!!!
      Mizzica quanti soldi!!!
      Ma a chi andranno?
      chi sino i clienti dello studio legale e i
      clienti ......dei magnaccia?
  • Anonimo scrive:
    4000*330€=1320000€
    Mizzica quanti soldi!!!Ma a chi andranno?chi sino i clienti dello studio legale e i clienti (cantanti, produttori,...) dei committenti?
  • Anonimo scrive:
    SIAE, difendici tu !
    Credo proprio che i signori non sappiano che in italia il gabelliere ce l'abbiamo già.NON possono esigere alcun risarcimento DIRETTO per violazione dei diritti d'autore (devono chiedere a GEMA che rigira a SIAE... stanno freschi): non tutti i mali vengono per nuocere.Marco Ravich
  • Anonimo scrive:
    Ma è legale????
    Cioè, io posso andare in giro a cercare chi infrange la legge e poi dirgli "se non mi paghi ti denuncio" legalmente?Se si ho risolto il problema della mia vita.Campo tranquillamente da re e LEGALMENTE, quindi nessuno può dirmi niente
  • Anonimo scrive:
    Non rispondete in nessun modo
    Non vale la pena perder tempo con questi qui.Sanno che se vanno in tribunale pagheranno loro, e salato.Voglio vedere chi manda gente in galera per canzonette qui da noi. Ci sarà da ridere e faranno una figura di m..da.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non rispondete in nessun modo
      In ogni modo, consiglio dato da un'avvocato, non pagare nulla ! Niente può garantirvi che non ci sarà una denuncia ! Rischiate di buttare 300.Ed anche se il loro studio legale "promette" una procura può sempre richiedere gli atti, i nomi e cognomi e portare avanti un procedimento per conto suo, il loro "contrattino"(tu paghi io non denuncio) non vale niente di fronte alla legge italiana, anzi potrebbe essere del tutto illegale e persequibile.
  • Anonimo scrive:
    Nessuno tocchi CAINO
    Siamo alle solite menate italiane, dove pur consapevoli dell'illecito commesso, si tenta in tutti i modi di trovare un cavillo legislativo per svignarsela a gambe levate.Condividere è un reato come uccidere.Con la parodia del "nessuno tocchi CAINO" non dobbiamo lamentarci se domani in metropolitana, proprio di fianco a noi, siederanno le 2 prostitute omicide di Vanessa.Per questo motivo non meravigliamoci del nostro paese... dove tutto è permesso. Altrimenti perchè vengono tutti qui? Siamo (io mi tiro fuori, siete) dei cogli.oni, punto.La privacy è diventata un'ottima scusa per tentare di fuggire. Tant'è che il 90% di voi si è soffermata su questo per consigliare a CAINO come potersi difendere al meglio...Non capisco perchè volete utilizzare cose che non avete pagato.... vuoi ascoltare un brano? Compralo e non rubarlo... Non hai i soldi? Prenditela per chi hai votato, o meglio, con chi hai barattato il tuo voto...Mi sembra sensato, no? Non mi sembra di dire cazzate, o sbaglio?Medita CAINO, medita...
  • Anonimo scrive:
    Quali artisti ?
    Per curiosità, ma oltre ai Mousse T, di quali artisti si tratta ?Qualcuno lo sa ?Sul loro sito però i Mousse T non appaianohttp://www.peppermintcds.com/affiliated%20artists.aspxChi ci può illuminare ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Quali artisti ?
      Corrego, questi sono gli artisti della Peppermint olandese http://81.3.15.208/default.php?PHPSESSID=ce02ec8aa728d3881e599915927957c0&nid=3&lang=de
    • Anonimo scrive:
      Re: Quali artisti ?
      ma non ha importanza;questa e' un'operazione di lobby e il fatto che si sia deciso di sacrificare una piccola casa e i suoi artisti che in Italia non hanno mercato e' solo per non esporsi direttamente;probabilmente e' tutto organizzato in italia basato su leggi italiane, vedi penale sull'upload/condivisione e la Ip Enforcement che ha permesso di raccogliere i nomi.
      • Anonimo scrive:
        Re: Quali artisti ?
        Si, è comprensibile, però ora si sta parlando di questo caso, quando arriva la lettera, pare che sia indicato cosa e come, e in questo caso si parla SOLO di artisti della Peppermint e dei loro pezzi, tutto qua, personalmento non li conosco nemmeno....In ogni modo, consiglio dato da un'avvocato, non pagare nulla ! Niente può garantirvi che non ci sarà una denuncia ! Rischiate di buttare 300.Ed anche se il loro studio legale "promette" una procura può sempre richiedere gli atti, i nomi e cognomi e portare avanti un procedimento per conto suo, il loro "contrattino"(tu paghi io non denuncio) non vale niente di fronte alla legge italiana, anzi potrebbe essere del tutto illegale e persequibile.
  • Anonimo scrive:
    Non pagate, non rispondete
    Una fantomatica societa extracee che intercetta le comunicazioni di cittadini Italiani su mandato di una Società Tedesca.Sarebbe interessante sapere a questo punto quali altri dati oltre all' IP detiene questa società Svizzera.E che fine faranno i nominativi che l'ISP è stato costretto a comunicare ?Sappiamo che sono stati memorizzate in un qualche DB fuori da ogni controllo da parte della società Tedesca.Ma sono andati anche a quella Svizzera ?E che dati conterrà quel famigerato DB ? Per quanto tempo terranno i dati ?A chi altri comunicherà che tizio ha commesso un "reato" ? Anche al datore di lavoro di tizio ? Ad una società terza di raccolta dei dati ? Alla RIAA ?E se tizio non volesse pagare ? Saranno mandate delle guardie svizzere al domicilio per arrestarlo ?E dove lo porteranno ? In Italia ? O saranno estradati in Svizzera o Germania ? E perchè no a Guantanamo ?Il mio consiglio è: non pagate, non rispodente in nessun modo.Questi sanno benissimo che se vanno in tribunale saranno sicuramente sconfitti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non pagate, non rispondete

      Il mio consiglio è: non pagate, non rispodente in
      nessun
      modo.Sei un avvocato? Sei un magistrato? Sei un penalista?Se la risposta è NO, il tuo consiglio è inutile e possibilmente pericoloso.
      Questi sanno benissimo che se vanno in tribunale
      saranno sicuramente
      sconfitti.Sicuro? Guarda che le leggi non le fai tu. Queste 4000 persone sono nei guai, meglio che se ne rendano conto subito.
      • Anonimo scrive:
        Re: Non pagate, non rispondete
        Ma scusate una cosa , a questa logistep chi ha dato il permesso di intercettare quello che un tizio si scambia con un altro ?Che io sappia queste intercettazioni possono essere rese attive solo su mandato della magistratura.Ora sara' pur vero che lo studio legale ha ottenuto su mandato di un giudice i log dal provider , ma un conto sono i log un conto e' quello che dichiarerebbe la logistep , ottenuto senza un mandato giudiziario.
        • Anonimo scrive:
          Re: Non pagate, non rispondete

          Ma scusate una cosa , a questa logistep chi ha
          dato il permesso di intercettare quello che un
          tizio si scambia con un altro
          ?
          Che io sappia queste intercettazioni possono
          essere rese attive solo su mandato della
          magistratura.Un privato (leggi: compagnie discografiche) è liberissimo di pagare un'agenzia privata perchè svolga delle indagini. Se l'agenzia ha licenza e mandato, le prove che raccoglie possono essere portate in tribunali.Smettetela di arrampicarvi sugli specchi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Non pagate, non rispondete
            - Scritto da:


            Ma scusate una cosa , a questa logistep chi ha

            dato il permesso di intercettare quello che un

            tizio si scambia con un altro

            ?

            Che io sappia queste intercettazioni possono

            essere rese attive solo su mandato della

            magistratura.

            Un privato (leggi: compagnie discografiche) è
            liberissimo di pagare un'agenzia privata perchè
            svolga delle indagini. Se l'agenzia ha licenza e
            mandato, le prove che raccoglie possono essere
            portate in
            tribunali.

            Smettetela di arrampicarvi sugli specchi.E' violazione della privacy.Poi non hanno prove perchè i loro metodi non sono certificati oltre che discutibili.
          • Anonimo scrive:
            Re: Non pagate, non rispondete
            Allora la legge sulla privacy non esiste ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Non pagate, non rispondete
            Si, ma quale diritto ha una società estera di raccogliere i miei dati e tenerli senza il mio consenso? Poi io ho una Wireless lan condivisa da più persone ed inoltre aperta: come fai a dimostrare che sono stato io a scaricare quei file? Penso che non ci siano prove sufficienti per una condanna...
          • Anonimo scrive:
            Re: Non pagate, non rispondete

            Si, ma quale diritto ha una società estera di
            raccogliere i miei dati e tenerli senza il mio
            consenso? Se c'è un mandato investigativo, e presumibilmente c'è, può farlo col tuo consenso o meno. Per quello che sai la Logistep può aver ricevuto l'incarico direttamente da un'agenzia investigativa che lavora per le compagnie discografiche.In ogni caso, se è così può farlo.
            Poi io ho una Wireless lan condivisa da
            più persone ed inoltre aperta: come fai a
            dimostrare che sono stato io a scaricare quei
            file? Penso che non ci siano prove sufficienti
            per una
            condanna...Aver lasciato la wireless aperta ti espone a conseguenze penali perchè hai permesso che si compisse un reato utilizzando la tua proprietà. E' come se lasciassi nascondere droga nel tuo frigo e ti giustificassi dicendo che non chiudi la porta a chiave.Guarda che quelli contro cui pensate di combattere non sono 13enni.
          • enricox scrive:
            Re: Non pagate, non rispondete


            Guarda che quelli contro cui pensate di
            combattere non sono
            13enni.purtroppo è vero... sono delinquenti con la licenza !
          • Anonimo scrive:
            Re: Non pagate, non rispondete
            - Scritto da: enricox




            Guarda che quelli contro cui pensate di

            combattere non sono

            13enni.
            purtroppo è vero... sono delinquenti con la
            licenza
            !Sono solo dei miserabili pezzenti che cercano di far soldi ricattando.Qualche allocco che abbocca lo trovano sempre, pensano.
          • Anonimo scrive:
            Re: Non pagate, non rispondete

            Se c'è un mandato investigativo, e
            presumibilmente c'è, può farlo col tuo consenso o
            meno.non c'e'; ci sono solo gli indizi raccolti, spiegati al giudice che ha autorizzato le nostre telecom a fornire i dati richiesti, nulla di piu' finora.Ricordo che una prima richiesta fu respita e la seconda accettata per via della direttiva IP Enforcement dove "Evidence" e' stato traslitterato in "Indizio"
            Per quello che sai la Logistep può aver
            ricevuto l'incarico direttamente da un'agenzia
            investigativa che lavora per le compagnie
            discografiche.un'agenzia invenstigativa pagata da privati produce indizi, il compito di validarli e trasformarli in prove e' di altri che non sono soggetti privati;le prove devono essere convalidate da imparziali e questi non lo sono.
          • Anonimo scrive:
            Re: Non pagate, non rispondete

            Un privato (leggi: compagnie discografiche) è
            liberissimo di pagare un'agenzia privata perchè
            svolga delle indagini.
            Se l'agenzia ha licenza e mandato,la ipred2 contiene un articolo che permette di affiancare le forze dell'ordine con i propri esperti, questo significa che un'agenzia raccoglie indizi ma che questi vengano trasformati in prove richiede un ulteriore passaggio, altrimenti finora come avrebbero fatto?
            le prove che raccoglie possono essere
            portate in tribunali.qui occorre la consulenza di un legale, non credo che le prove possano essere valide cosi' dirette, e ricordate anche che le prove non sono aquisite da persona imparziale.....penso che la decisione da prendere per i coinvolti si basa tutta su questo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Non pagate, non rispondete
            si ma non è come se ti scattano una foto mentre rubi le caramelle, che valenza può avere una ditta privata di investigazione, e chi ti dice che non sia di parte?già si che fra le forze dell'ordine statali non è che siano tutti ligi al dovere, saranno pure pochi quelli marci ok, ma ci sono, figurarsi in una ditta privata che opera su commissione...
          • Anonimo scrive:
            Re: Non pagate, non rispondete

            si ma non è come se ti scattano una foto mentre
            rubi le caramelle, che valenza può avere una
            ditta privata di investigazione, e chi ti dice
            che non sia di
            parte?E' per quello che hanno una licenza che li autorizza, e che ti piaccia o meno il materiale che raccolgono ha valenza giuridica e può essere usato in tribunale.Non inventarti le leggi. Non arrampicarti sugli specchi. Prima o poi dovrai fare i conti con la realtà.Chi ti dice che non sia di parte? Nessuno. Come nessuno ti garantisce che la Polizia non ti faccia multe solo per rimpinguare le casse comunali. Ancora una volta, piaccia o non piaccia, ci sono delle regole che stabiliscono che le dichiarazioni di un poliziotto, di una guardia giurata o di un investigatore privato dotato di licenza HANNO VALENZA GIURIDICA, e tra la tua parola e la loro, LA LORO VINCE.Deal with it.
          • Anonimo scrive:
            Re: Non pagate, non rispondete
            - Scritto da:

            e tra
            la tua parola e la loro, LA LORO
            VINCE.
            Non diciamo cagate, hanno appena condannato lo stato italiano (perché ovviamente l'omerta vige sovrana e non si può sapere chi è stato) per uno dei fatti di genova...e lì c'era la parola di diversi poliziotti (se li possiamo definire ancora tali)
            Deal with it.Deal with this8:::::::
          • Anonimo scrive:
            Re: Non pagate, non rispondete

            e lì c'era la parola di diversi poliziotti (se li
            possiamo definire ancora
            tali)


            Deal with it.

            Deal with this
            8:::::::
            Povero fesso. Se hai ABBASTANZA testimoni e PROVE dalla tua parte è una cosa.Se è la TUA PAROLA contro LA LORO e basta, PERDI.Poi fai tu.Mostrerai l'ASCII Art anche davanti al magistrato? O starai zitto o mogio, con la coda tra le gambe?
          • Anonimo scrive:
            Re: Non pagate, non rispondete
            - Scritto da:


            e lì c'era la parola di diversi poliziotti (se
            li

            possiamo definire ancora

            tali)




            Deal with it.



            Deal with this

            8:::::::


            Povero fesso. Se hai ABBASTANZA testimoni e PROVE
            dalla tua parte è una
            cosa.

            Se è la TUA PAROLA contro LA LORO e basta, PERDI.

            Poi fai tu.

            Mostrerai l'ASCII Art anche davanti al
            magistrato? O starai zitto o mogio, con la coda
            tra le
            gambe?
            sei ghei?
          • Anonimo scrive:
            Re: Non pagate, non rispondete


            Mostrerai l'ASCII Art anche davanti al

            magistrato? O starai zitto o mogio, con la coda

            tra le

            gambe?



            sei ghei?E se fossi? Odi gli omosessuali? Se odi gli omosessuali non ti piacciono le lesbiche, quindi sei frocio. (rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: Non pagate, non rispondete
            aristotele ti fa una pippa in quanto alogica...e il dramma è che tu te la godi pure
          • Anonimo scrive:
            Re: Non pagate, non rispondete

            aristotele ti fa una pippa in quanto alogica...e
            il dramma è che tu te la godi
            pureSe vuoi ne ho un'altra:Natalie Portman è la prova che gli antisemiti sono coglioni.
          • Anonimo scrive:
            Re: Non pagate, non rispondete
            - Scritto da:

            con la coda
            tra le
            gambe?
            meglio tenere la coda tra le gambe che averla ben piantata nelle natiche come capita a te
          • Anonimo scrive:
            Re: Non pagate, non rispondete

            Se è la TUA PAROLA contro LA LORO e basta, PERDI.dubito se la loro è quella della parte lesa
      • Anonimo scrive:
        Re: Non pagate, non rispondete
        nei guai.. ma come parli, ma svegliati va
        • Anonimo scrive:
          Re: Non pagate, non rispondete
          - Scritto da:
          nei guai.. ma come parli, ma svegliati vaRisponderai così quando ti arriverà la raccomandata, e il tuo interlocutora sarà più di un poster relativamente anonimo? :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Non pagate, non rispondete
            E dopo l'avvocato, mi manda a letterinai c'arrevoglio i strunz e frateme cugino
  • The_GEZ scrive:
    Raccomandate ...
    Ciao a Tutti !Dall'ì articolo : raccomandate con cui i detentori del diritto d'autore chiedono la cancellazione dei file e il pagamento di alcune centinaia di euro a titolo di compensazione. E se gli si inviasse come risposta una raccomandata contente gli scontrini fiscali degli acquisti di CD/DVD dove si dimostra che la cifra "di compensazione" è già stata ampiamente corrisposta ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Raccomandate ...
      e' un problema di condivisione, non di download e possesso;Tutta la campagna e contro la condivisione poiche' se nessuno condivide non e' possibile nemmeno il download, semplice, no?
  • Anonimo scrive:
    Urbani rinviato a giudizio
    Per aver nominato Meocci come Presidente della Rai, violando le leggi in materia (Meocci era stato poco prima commissario dell'Autorità delle comunicazioni), e quindi aver causato un danno perchè la Rai ha dovuto pagare 14 milioni di euro di multa.Sarebbe bello che fosse costretto a pagarne un po' di questi 14 milioni e di tasca sua (temo di no, hanno stipulato una assicurazione, sempre pagata con i nostri soldi).Si potrebbe pure parlare delle accuse di aver finanziato (quando era ministro) i film dell'amante, cosa per cui lui ha querelato a destra e a manca negando di conoscere la signora, salvo le foto che li ritraggono felicemente insieme. Ecco, questo è - in poche parole - l'autore della legge.
  • romantrix scrive:
    Garante... di che cosa?
    Abbiamo come garante della privacy un buffone colossale manovrato come una marionetta dagli interessi in primo luogo dei politici (lo dimostrano le prese di posizione su certi servizi delle iene interpretati come lesivi della privacy... quando invece rispettavano tutte le regole in quanto nessuno sarebbe stato riconoscibile) e dei poteri lobbystici...Cosa paghiamo a fare un simile buffone? E come lui tanti altri pietosi farlocchi tentacolati ad ogni costo alle loro poltrone.Un consiglio per chi ha ricevuto la raccomandata: non pagate e formattate l'Hard Disk distruggendo le partizioni o possibilmente in low level format, portate da amici tutto quanto c'è di non SIAE in casa vostra e se vi faranno causa scommetto che il PM avrà ben altro a cui pensare che inchiodarvi con un log recuperato al di fuori della legalità, senza i file del reato contestato sul vostro Hard Disk!
  • Anonimo scrive:
    La verità...
    1. Pubblicità a go go per due giovani avvocati del Trentino (cercando con G si trovano anche le foto).2. Soldi facili e sicuri per gli avvocati (sicuramente la metà dei condivisori pagherà).3. Per quelli più "ostili", cause c.d seriali (tutto identico nell'atto giudiziario, cambierà solo il nome).4. Parcella sicuramente stratosferica sempre per gli avvocati.Come reagire?1. Controdenuncia alla casa discografica2. Denuncia al Garante della privacy chiamando in causa la Telecom3. Denuncia all'Autorità garante della Concorrenza e del Mercato per la pubblicità occulta degli avvocati (quest'ultima è più difficile).
  • Anonimo scrive:
    Uniti si vince
    Uniti si vincehttp://www.p2pforum.it/forum/showthread.php?t=185860
  • Anonimo scrive:
    Ricordiamoci i 750 emendamenti
    Salve a tutti,siamo qui sempre a parlare dei problemi di Internet, parole, frasi e situazioni sempre nuove che richiamano la nostra attenzione ma che di fatto ci distolgono dalla madre di questi stessi problemi.Nessuno ricorda come è stata concepita, partorita e sviluppata la Legge Urbani? Comunque oggi ne paghiamo le conseguenze.Nessuno ricorda il nome di quel senatore che facendo un appello agli internauti perchè lo aiutassero a non far passare la suddetta legge, si preoccupò anche di spiegare loro come si prepara un emandamento?Quel 18 Maggio 2004 ne furo preparati ben 750 da utilizzare contro la conversione in legge del Decreto Urbani. Furono tutti gettati per una promessa futura.Cedette la certezza (750 emendamenti) per una incertezza (le promesse politiche).Quando il sottoscritto suggeriva alla comunità internauta radunata sul sito di tale personaggio politico, azioni più mirate e meno avventuristiche, fu tacciato dallo stesso uomo politico proprietario del sito, di essere collaboratore della SIAE.Ricordare è fondamentale per non ricadere negli stessi errori e soprattutto per non concordare altra fiducia agli stessi uomoni politici.Con rispetto,Michele Polo
    • Anonimo scrive:
      Re: Ricordiamoci i 750 emendamenti

      [..]
      Ricordare è fondamentale per non ricadere negli
      stessi errori e soprattutto per non concordare
      altra fiducia agli stessi uomoni
      politici.

      Con rispetto,
      Michele Polo
      Sottoscrivo in pieno (avendo partecipato con un mio emendamento a quella triste vicenda), tant'è che alle ultime elezioni NON ho sprecato il mio voto, scrivendo sulla scheda:WWW.INTERNETCRAZIA.COMMarco Ravich
  • Anonimo scrive:
    Intere famiglie lasciate sole
    Minacciate e alla mercè di miserabili squali.Che schifo! E pensare che avevo votato per questo governo sperando che cambiasse qualcosa.Sono tutti d' accordo a rovinare le famiglie.Gentaglia.Nessuno paghi nienta a questi ricattatori. Faranno la fine che si meritano loro coi loro protetti e i loro protettori. FALLIRANNO.
  • Anonimo scrive:
    Denunciarli?
    Basterebbero 4000 denunce per minacce personali, ricatto e associazione a delinquere per zittirli.In caso contrario, gli si potrebbero mandare 4000 lettere con richiesta di denaro per non sporgere denuncia per i reati di cui sopra ;)
  • reXistenZ scrive:
    non solo peppermint...
    Chi sa dirmi se qualcuno è mai stato diffidato/minacciato/denunciato per avere scaricato materiale porno? Probabilmente no, cioè mai.Spiegherebbe il perché dei tantissimi titoli porno che spuntano fuori anche per ricerche di tutt'altro tipo... o forse no?Insomma, o tutti cercano di farsi seghe in continuazione davanti al pc, o almeno le seghe non sono perseguite. (troll)
    • Anonimo scrive:
      Re: non solo peppermint...
      - Scritto da: reXistenZ
      Chi sa dirmi se qualcuno è mai stato
      diffidato/minacciato/denunciato per avere
      scaricato materiale porno?

      Probabilmente no, cioè mai.
      Spiegherebbe il perché dei tantissimi titoli
      porno che spuntano fuori anche per ricerche di
      tutt'altro tipo... o forse
      no?
      Insomma, o tutti cercano di farsi seghe in
      continuazione davanti al pc, o almeno le seghe
      non sono perseguite.
      (troll)
      Ci mancherebbe che entrasse la SIAE pure sulle seghe. (troll)
    • Anonimo scrive:
      Re: non solo peppermint...
      - Scritto da: reXistenZ
      Chi sa dirmi se qualcuno è mai stato
      diffidato/minacciato/denunciato per avere
      scaricato materiale porno?

      Probabilmente no, cioè mai.
      Spiegherebbe il perché dei tantissimi titoli
      porno che spuntano fuori anche per ricerche di
      tutt'altro tipo... o forse
      no?
      Insomma, o tutti cercano di farsi seghe in
      continuazione davanti al pc, o almeno le seghe
      non sono perseguite.
      (troll)
      Il diritto d'autore dovrebbe proteggere solo le opere prodotte dall'intelletto. Cioè una stanza dove 3 stanno scopando ripresi da una telecamera non mi sembra un'opera, ma un mero atto meccanico.Ma sono sicuro che un qualsiasi avvocato sia in grado di dimostrare che anche quella sia arte e di considerarla quindi opera coperta da diritto d'autore.
      • Anonimo scrive:
        Re: non solo peppermint...
        Se così fosse, la maggior parte dei film non dovrebbe essere protetta dal copyright.Visto che di ingegno, intelletto, cervello, innovazione, non ne hanno mai visto.In realtà anche i film porno sono coperti da copyright, ma probabilmente non c'è una lobby abbastanza forte, oppure non foraggiano adeguatamente politici e giudici.
        • Anonimo scrive:
          Re: non solo peppermint...
          allora tutte le volte che trombo con mia moglie dovrei pagare i diritti d'autore??
          • Anonimo scrive:
            Re: non solo peppermint...
            esatto, siamo arrivati a questo punto ormai
          • Anonimo scrive:
            Re: non solo peppermint...
            - Scritto da:
            allora tutte le volte che trombo con mia moglie
            dovrei pagare i diritti
            d'autore??Solo se "copi" una delle posizioni illustrate nei suddetti film. Se invece puoi dimostrare che usavi una certa tecnica prima della pubblicazione del film, allora puoi sostenere di essere tu il plagiato.Azz, corro a far domanda...PS: scherzi a parte, siamo nel ridicolo. Dov'è finita la tanto decantata "democrazia" se ciascuno può farsi i *** degli altri e poi pretendere pure di essere risarcito? Per cosa poi, canzoncine o filmetti o telefilm che tanto -a pagamento- nessuno avrebbe mai ascoltato/guardato..?
          • Anonimo scrive:
            Re: non solo peppermint...
            - Scritto da:
            allora tutte le volte che trombo con mia moglie
            dovrei pagare i diritti
            d'autore??No, soltanto quando la trombano gli altri (rotfl)(rotfl)Vasco Rossi mica paga i diritti quando canta le sue canzoni, sono gli altri che li pagano quando cantano quelle di VascoP.S. Non ti offendere, la mia era solo una battuta (rotfl)
        • Anonimo scrive:
          Re: non solo peppermint...
          Il fatto è che ne producono in continuazione, costano pochissimo e gli affari vanno a gonfie vele. Il porno è uno dei settori più remunerativi, almeno per i produttoriSe non fosse così vedresti come ti correrebbero dietro (rotfl)
      • medioman scrive:
        Re: non solo peppermint...
        - Scritto da:


        Il diritto d'autore dovrebbe proteggere solo le
        opere prodotte dall'intelletto...Irrilevante. I motivi sono due: chi produce film porno non ha i mezzi per intentare cause di uesto tipo, e in italia fino a poco tempo fa era illegale filmare un porno a scopo di lucro. Ma in verita' non so se sia ancora cosi'...
  • Anonimo scrive:
    QUIDNI ANCHE IO POSSO SAPERE
    Se siamo tutti uguali mi compro sto software e vengo a sapere cosa fa chiunque voglia perchè tracciare p2p o fto o http è uguale anzi è piu difficile il p2p.Ma alloro lo stipendi oal garante cosa lo diamo a fare?
  • Anonimo scrive:
    Ai confini della realtà
    °°°Ricordando che:La ditta svizzera LOGISTEP AG ha sviluppato il software File sharing Monitor mediante il quale nellambito di reti peer-to-peer si riesce ad individuare con certezza le persone che illegittimamente mettono a disposizione del pubblico opere dellingegno tutelate dal copyright.Il software salva i dati messi a disposizione dallutente peer-to-peer ed individua i dati tecnici tra cui lindirizzo IP. Tramite questi dati tecnici si riesce ad identificare la persona che ha commesso il reato. I dati personali si ottengono dal rispettivo provider tramite ricorso o denuncia presso le sedicompetenti.Il Tribunale di Roma ha statuito che il modo in cui i dati tecnici sono stati recuperati dalla LOGISTEP appare affidabile, accettabile e soprattutto lecito (Tribunale di Roma, Giudice estensore Dott. Marco Rossetti, Ordinanza dd. 18/08/2006).[fonte www.antipirateria.it]°°°chiedo:1) dov'è che si scarica sto "File sharing Monitor" ? che prima di provarci con la nuova vicina vorrei sapere che gusti ha? ...se il tribunale di roma statuisce che il software è affidabile e soprattutto lecito, io mi fido!2) qualcuno dei 3636 fortunelli potrebbe postarci questa raccomandata marziana?3) è ora di passare ad mute e ants?
  • Anonimo scrive:
    se pagate....
    ricordatevi che finanzierete poveri cantanti che vivono di stenti, gente che fa fatica ad arrivare a fine mese come gigi d'alessio, uno che e' costretto a vendere le borse sulle bancarelle. e in piu' distruggerete delle famiglie...perche' permetterete a gente come gigi d'alessio di mollare la moglie e scoparsi la tatangelo...pensateci bene!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Mousse T....ma chi è costui??????
    Ma come non la conosci?"I wanna write ya name on my teeshirt right about now hey hey hey [...]http://www.lyricsdownload.com/mousse-t-right-about-now-lyrics.htmlUn successone dell'anno scorso! 8)
    • Anonimo scrive:
      Re: Mousse T....ma chi è costui??????
      - Scritto da:
      Ma come non la conosci?

      "I wanna write ya name on my teeshirt
      right about now hey hey hey [...]

      http://www.lyricsdownload.com/mousse-t-right-about

      Un successone dell'anno scorso!

      8)il famoso mousse-t... ma si mangia?
      • Anonimo scrive:
        Re: Mousse T....ma chi è costui??????

        il famoso mousse-t... ma si mangia?A Genova con la "mousse" ci si fa qualcos'altro...
  • Anonimo scrive:
    Garante e Privacy
    2 paroline che sono entrate nel vocabolario comune...una decina di anni fa, prima nessuno se ne fotteva.Da allora l'utilità è inestistente, non garantiscono nulla a nessuno, sono un sacco di stupidi fogli da firmare o sottoscrivere tutte le volte che fa un contratto, un cambiamento, insomma solo perdite di tempo, nessuna garanzia.Nessuna garanzia di privacy in questo caso...nemmeno si pronuncia, forse era troppo occupato ?!? Nessuna garanzia quando qlc è indigato per qlc di grave, arrivano intercettazioni, foto private, giornalisti sotto casa, sia per le "vittime" sia per l'eventuale sospettato, propio nei casi più delicati in cui ce ne sarebbe più bisogno, la privacy non esiste, e chi la dovrebbe garantire è occupato a farsi i cavoli sua.Mai come adesso c'è gente che ti telefona a tutte le ore per amene offerte commerciali, nonostante il mio numero non sia nemmeno sulle pagine bianche..Ma mi facciano il piacere, io manderei tutti a casa...o meglio a LAVORARE e rispermierei un sacco di soldi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Garante e Privacy

      2 paroline che sono entrate nel vocabolario
      comune...una decina di anni fa, prima nessuno se
      ne
      fotteva.Ti piaccia o no, la privacy non ti protegge da un'azione giudiziaria.Ti piaccia o no, i privati POSSONO raccogliere informazioni a scopo giudiziario. Esistono le agenzie di vigilanza. Esistono gli investigatori privati.Ti piaccia o no, ai magistrati va bene così.Questa è la realtà. Non inventare cavilli. Non inventarti le leggi. Non pensare di essere più furbo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Garante e Privacy
        Che ti piaccia o meno, quello che stanno facendo non è legale, e nemmeno la cessione di dati personali fatta da Telecom a questo scopo.Certo che la magistratura ha il diritto di mettere il naso dove vuole, ma qui è diverso, non c'è una denucia...a me hanno insegnato che si parte da una denuncia alle autorità competenti, che viene passata alla magistratura e si decide se fare indagini e/o inquisiri qlc.Qui si rivoluzione tutto il nostro sistema giudiziario...a me non pare normale, e non solo a me, ma a molti avvocati.Guarda che io non difendo chi "viola la legge", scaricare roba protetta è un reato, penale nel nostro ridicolo paese, e tant'è, non cerco cavilli ! Se devo pagare, multa o condanna che sia, voglio che mi vengano perquisiti i pc, che si trovi materiale protetto e che un magistrato, in terzo grado mi condanni(tra una quindicina di anni), non prima amico mio, non prima, lo sai quante volte altrimenti avrei dovuto pagare 300 al primo idiota venuto ?!?!? Avrai regalato un patrimonio...
      • Anonimo scrive:
        Re: Garante e Privacy
        (troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4) (troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)(troll) (troll1)(troll2)(troll3)(troll4)(troll)(troll1) (troll2)(troll3)(troll4)(troll)(troll1)(troll2) (troll3)(troll4)(troll)(troll1)(troll2)(troll3) (troll4)(troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4) (troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)(troll) (troll1)(troll2)(troll3)(troll4)(troll)(troll1) (troll2)(troll3)(troll4)(troll)(troll1)(troll2) (troll3)(troll4)(troll)(troll1)(troll2)(troll3) (troll4)(troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4) (troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)(troll) (troll1)(troll2)(troll3)(troll4)(troll)(troll1) (troll2)(troll3)(troll4)(troll)(troll1)(troll2) (troll3)(troll4)(troll)(troll1)(troll2)(troll3) (troll4)(troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4) (troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)(troll) (troll1)(troll2)(troll3)(troll4)(troll)(troll1) (troll2)(troll3)(troll4)(troll)(troll1)(troll2) (troll3)(troll4)
  • Anonimo scrive:
    Quando vi arriva la raccomandata #2
    Mettete tutti i vosti divx e mp3 in un hd esterno e sepellitelo in giardino poi prendere il disco fisso del vostro pc distruggetelo, compratene uno nuovo e installate xp, anzi vista ultimate legalmente acquistato, poi comprate pure office 2007 perchè dovete dimostrare di farci quacosa col pc... e vivrete sonni tranquilli.
    • Anonimo scrive:
      Re: Quando vi arriva la raccomandata #2
      - Scritto da:
      Mettete tutti i vosti divx e mp3 in un hd esterno
      e sepellitelo in giardino poi prendere il disco
      fisso del vostro pc distruggetelo, compratene uno
      nuovo e installate xp, anzi vista ultimate
      legalmente acquistato, poi comprate pure office
      2007 perchè dovete dimostrare di farci quacosa
      col pc... e vivrete sonni
      tranquilli.insomma, se uccidi una persona basta buttare la pistola nel fiume e lavarsi le mani sporche di sangue e nessuno ti può incriminare di niente, vero?
      • Anonimo scrive:
        Re: Quando vi arriva la raccomandata #2
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Mettete tutti i vosti divx e mp3 in un hd
        esterno

        e sepellitelo in giardino poi prendere il disco

        fisso del vostro pc distruggetelo, compratene
        uno

        nuovo e installate xp, anzi vista ultimate

        legalmente acquistato, poi comprate pure office

        2007 perchè dovete dimostrare di farci quacosa

        col pc... e vivrete sonni

        tranquilli.

        insomma, se uccidi una persona basta buttare la
        pistola nel fiume e lavarsi le mani sporche di
        sangue e nessuno ti può incriminare di niente,
        vero?nel 48% dei casi si.
        • Anonimo scrive:
          Re: Quando vi arriva la raccomandata #2
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          Mettete tutti i vosti divx e mp3 in un hd

          esterno


          e sepellitelo in giardino poi prendere il
          disco


          fisso del vostro pc distruggetelo, compratene

          uno


          nuovo e installate xp, anzi vista ultimate


          legalmente acquistato, poi comprate pure
          office


          2007 perchè dovete dimostrare di farci quacosa


          col pc... e vivrete sonni


          tranquilli.



          insomma, se uccidi una persona basta buttare la

          pistola nel fiume e lavarsi le mani sporche di

          sangue e nessuno ti può incriminare di niente,

          vero?

          nel 48% dei casi si.48? Credevo molto di più...
    • Anonimo scrive:
      Re: Quando vi arriva la raccomandata #2
      Ancora con queste cazzatee vero che in italia esiste la Flagranza di reato ma se esistono i log del download dal tuo ISP anche se cancelli tutto non serve a nulla.non devono vederti mentre ammazzi na persona basta che abbiano le prove che dimostrano che il colpevole sia tu...
      • Straha scrive:
        Re: Quando vi arriva la raccomandata #2
        - Scritto da:
        Ancora con queste cazzate

        e vero che in italia esiste la Flagranza di reato
        ma se esistono i log del download dal tuo ISP
        anche se cancelli tutto non serve a
        nulla.

        non devono vederti mentre ammazzi na persona
        basta che abbiano le prove che dimostrano che il
        colpevole sia
        tu...prove??quali prove??se il mio hd non contiene altro se non vista/xp/2000 (con licenza) e openoffice, di cosa possono accusarmi??se poi il disco non rivela tracce di altri file/programmi..... dove sono le prove???
        • Anonimo scrive:
          Re: Quando vi arriva la raccomandata #2
          - Scritto da: Straha

          - Scritto da:

          Ancora con queste cazzate



          e vero che in italia esiste la Flagranza di
          reato

          ma se esistono i log del download dal tuo ISP

          anche se cancelli tutto non serve a

          nulla.



          non devono vederti mentre ammazzi na persona

          basta che abbiano le prove che dimostrano che il

          colpevole sia

          tu...

          prove??
          quali prove??
          se il mio hd non contiene altro se non
          vista/xp/2000 (con licenza) e openoffice, di cosa
          possono
          accusarmi??
          se poi il disco non rivela tracce di altri
          file/programmi..... dove sono le
          prove???Le fornisce il tuo Internet Provider
          • Anonimo scrive:
            Re: Quando vi arriva la raccomandata #2
            il mio provider internet dice che il mio ip s'è connesso all'altro ip in una determinata porta.non sa perchè mi ci sono connesso, sanno solo che c'è stata una connessione tra i due.i log detenuti dai svizzeri sono file di testo editabili... in piu è un'azienda privata pagata per fare un lavoro...
          • Anonimo scrive:
            Re: Quando vi arriva la raccomandata #2

            i log detenuti dai svizzeri sono file di testo
            editabili... in piu è un'azienda privata pagata
            per fare un
            lavoro...Prova a contestare un'agenzia investigativa privata, una di recupero crediti o una di vigilanza con gli stessi argomenti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Quando vi arriva la raccomandata #2
            - Scritto da:


            i log detenuti dai svizzeri sono file di testo

            editabili... in piu è un'azienda privata pagata

            per fare un

            lavoro...

            Prova a contestare un'agenzia investigativa
            privata, una di recupero crediti o una di
            vigilanza con gli stessi
            argomenti.tutta MAFIA è!A questo punto fai prima a d andare in tribunale citarli per tentata corruzzione ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Quando vi arriva la raccomandata #2




            Prova a contestare un'agenzia investigativa

            privata, una di recupero crediti o una di

            vigilanza con gli stessi

            argomenti.


            tutta MAFIA è!

            A questo punto fai prima a d andare in tribunale
            citarli per tentata corruzzione
            ;)E perdere. Vedremo quali argomenti ascolterà il magistrato, se le tue farneticazioni o le loro prove.
          • Anonimo scrive:
            Re: Quando vi arriva la raccomandata #2
            dai un calcio in culo al giudice, inizi a bestemmiare sul fatto che in ITA la giustizia è corrotta, che sai cose su Caio e e Pinco, che vuoi parlare e li mandi tutti a fanculo(rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: Quando vi arriva la raccomandata #2
            nah, ti va meglio se gli spari e ti fai dichiarare pazzo
          • Anonimo scrive:
            Re: Quando vi arriva la raccomandata #2
            il credito si forma quando metti la firma su qualcosa, la vigilanza ti accusa dai propri nastri a circuito chiuso, non vorrai paragonare un log editabile a una firma o meglio ancora a un filmato video?
          • ryoga scrive:
            Re: Quando vi arriva la raccomandata #2
            - Scritto da:

            Le fornisce il tuo Internet ProviderE se il pc è uno zombie, che si fa? Si manda in galera perche' faceva da proxy ad altri senza esserne a conoscenza?Suvvia un po' di realismo.Violentano donne, ammazzano bambini e il massimo che gli danno sono dai 2 ai 5 anni, che con i vari sconti diventano si e no 3 mesi di arresti domiciliari e vuoi vedere che scaricando 1 canzoncina ti mettono in galera (seppur fosse) per piu' di 1 giorno?E se cio' accadrebbe, cosa ne dirà l'opinione pubblica quando MENO DI UN ANNO FA, son stati messi in libertà OMICIDA e CRIMINALI a causa del sovraffollamento nelle carceri?Suvvia....siamo sempre in un paese che si definisce "democratico".
          • enricox scrive:
            Re: Quando vi arriva la raccomandata #2


            prove???

            Le fornisce il tuo Internet ProviderAl massimo il tuo provider fornisce le prove dimostranti che l'ip assegnato a te in quel momento si è connesso a quest'altro ip su queste porte.Su quello che poi realmente si sono scambiati(l'IP a con l'IP b) non è dato saperlo a meno di una indagine giudiziaria(unica realtà autorizzata a farlo) che obblighi l'ISP a registrare il tuo traffico per poterlo utilizzare poi come prova.Non credo si azzardino a registrare il tuo traffico senza autorizzazione, sarebbe illegale.Altro capitolo è la colposità: e se invece che dal tuo computer tutto fosse partito da qualcuno che senza chiederti il permesso ha utilizzato la tua connessione a internet per commettere il reato ? Mi spiego meglio, hai un router WiFi e quello del piano di sotto si attacca senza permesso e fa quello che vuole e tu non ti sei mai accorto di niente.Resta da vedere quanto sia legale(e magari morale) chiedere un accordo extragiudiziario(attraverso un rimborso) in presenza solo di indizi per un reato penale.Non essendoci prove(ma solo indizi), credo non siano obbligati a portare avanti una denucia e quindi processo.Quindi ? Credo che vogliano "solo tastare il polso" italiano. Rimane da capire come mai un magistrato abbia imposto ai vari ISP di stracciare la vostra privacy senza una denuncia in mano...altrimenti vi sarebbe arrivato l'avviso di garanzia x le indagini in corso.
          • Straha scrive:
            Re: Quando vi arriva la raccomandata #2
            - Scritto da:

            - Scritto da: Straha



            - Scritto da:


            Ancora con queste cazzate





            e vero che in italia esiste la Flagranza di

            reato


            ma se esistono i log del download dal tuo ISP


            anche se cancelli tutto non serve a


            nulla.





            non devono vederti mentre ammazzi na persona


            basta che abbiano le prove che dimostrano che
            il


            colpevole sia


            tu...



            prove??

            quali prove??

            se il mio hd non contiene altro se non

            vista/xp/2000 (con licenza) e openoffice, di
            cosa

            possono

            accusarmi??

            se poi il disco non rivela tracce di altri

            file/programmi..... dove sono le

            prove???

            Le fornisce il tuo Internet Providerper un procedimento di carattere penale le indagini devono essere condotte da un magistrato, non dall'azienda cippalippa.pertanto i dati forniti dal mio isp servono solo a dire che sì, quel giorno e a quell'ora io ero connesso, e basta.per poter dire con certezza COSA scaricavo non bastano i log della cippalippa spa, ma la polpost (o la finanza) deve monitorare il traffico da me generato.se poi da una perquisizione risulta che il mio pc è "vergine" allora la vedo mooooolto dura per loro vincere la causa.....
          • Anonimo scrive:
            Re: Quando vi arriva la raccomandata #2
            - Scritto da: Straha

            - Scritto da:



            - Scritto da: Straha





            - Scritto da:



            Ancora con queste cazzate







            e vero che in italia esiste la Flagranza di


            reato



            ma se esistono i log del download dal tuo
            ISP



            anche se cancelli tutto non serve a



            nulla.







            non devono vederti mentre ammazzi na persona



            basta che abbiano le prove che dimostrano
            che

            il



            colpevole sia



            tu...





            prove??


            quali prove??


            se il mio hd non contiene altro se non


            vista/xp/2000 (con licenza) e openoffice, di

            cosa


            possono


            accusarmi??


            se poi il disco non rivela tracce di altri


            file/programmi..... dove sono le


            prove???



            Le fornisce il tuo Internet Provider

            per un procedimento di carattere penale le
            indagini devono essere condotte da un magistrato,
            non dall'azienda
            cippalippa.
            pertanto i dati forniti dal mio isp servono solo
            a dire che sì, quel giorno e a quell'ora io ero
            connesso, e
            basta.
            per poter dire con certezza COSA scaricavo non
            bastano i log della cippalippa spa, ma la polpost
            (o la finanza) deve monitorare il traffico da me
            generato.
            se poi da una perquisizione risulta che il mio pc
            è "vergine" allora la vedo mooooolto dura per
            loro vincere la
            causa.....Se ne sei convinto allora stai tranquillo...
          • Straha scrive:
            Re: Quando vi arriva la raccomandata #2
            - Scritto da: [CUT]

            Se ne sei convinto allora stai tranquillo...ciò non toglie che mi affiderei ad un buon legale, perchè purtroppo siamo in italia, che non è certamente la culla del diritto.... per il cittadino comune ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Quando vi arriva la raccomandata #2
            - Scritto da: Straha

            - Scritto da:
            [CUT]




            Se ne sei convinto allora stai tranquillo...

            ciò non toglie che mi affiderei ad un buon
            legale, perchè purtroppo siamo in italia, che non
            è certamente la culla del diritto.... per il
            cittadino comune
            ;)Ti costa più l'avvocato...
          • Straha scrive:
            Re: Quando vi arriva la raccomandata #2
            - Scritto da:

            - Scritto da: Straha



            - Scritto da:

            [CUT]







            Se ne sei convinto allora stai tranquillo...



            ciò non toglie che mi affiderei ad un buon

            legale, perchè purtroppo siamo in italia, che
            non

            è certamente la culla del diritto.... per il

            cittadino comune

            ;)

            Ti costa più l'avvocato...sicuro.... ma se ci facciamo mettere i piedi in testa dal primo mentecatto che passa.....e poi vuoi mettere la soddisfazione di chiedergli, dopo aver vinto la causa penale (ed è una probabilità tutt'altro che remota), centinaia di MIGLIAIA di euro di danni?? :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Quando vi arriva la raccomandata #2

            sicuro....
            ma se ci facciamo mettere i piedi in testa dal
            primo mentecatto che
            passa.....

            e poi vuoi mettere la soddisfazione di
            chiedergli, dopo aver vinto la causa penale (ed è
            una probabilità tutt'altro che remota), centinaia
            di MIGLIAIA di euro di danni??
            :Dnel caso si vada in tribunale (ma con ste premesse, basta imboscare tutto da amiciparenti e nemmeno ci arrivi in tribunale) la sentezan sarà sancita tra 5-10 anni.al che parti con la cuasa come parte civile per richiedere i danni di calugna, tentata estorsione e rimborso spese...altri 5-10 anni. tra 20 anni avrai qualche mille euro di patrimonio in piu ma nel fratempo dovrai sganciarli tu per mantenere l'avvocato.di certo sarebbe un investimento piu sicuro dei bot statali ;)
          • Straha scrive:
            Re: Quando vi arriva la raccomandata #2
            - Scritto da:

            sicuro....

            ma se ci facciamo mettere i piedi in testa dal

            primo mentecatto che

            passa.....



            e poi vuoi mettere la soddisfazione di

            chiedergli, dopo aver vinto la causa penale (ed
            è

            una probabilità tutt'altro che remota),
            centinaia

            di MIGLIAIA di euro di danni??

            :D

            nel caso si vada in tribunale (ma con ste
            premesse, basta imboscare tutto da amiciparenti
            e nemmeno ci arrivi in tribunale) la sentezan
            sarà sancita tra 5-10
            anni.
            al che parti con la cuasa come parte civile per
            richiedere i danni di calugna, tentata estorsione
            e rimborso
            spese...
            altri 5-10 anni. tra 20 anni avrai qualche mille
            euro di patrimonio in piu ma nel fratempo dovrai
            sganciarli tu per mantenere
            l'avvocato.

            di certo sarebbe un investimento piu sicuro dei
            bot statali
            ;)tutto tristemente vero, tranne il fatto che le spese si recuperano e non sono incluse nell'indennizzo.credo che però basterebbe dire all'avvocato che si fa a mezzo di tutti i soldi che gli si fa sganciare.in questo caso i "qualche mille euro" si trasformerebbero in una integrazione da paura della pensione, ed arriverebbero più in fretta di quel che si pensi ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Quando vi arriva la raccomandata #2
            lo stesso provider appartenente a una nota ditta di telefonia che ha fatto spiare persone come gli pareva e piaceva e dove chi sa, si è "suicidato"?
      • Anonimo scrive:
        Re: Quando vi arriva la raccomandata #2
        - Scritto da:
        Ancora con queste cazzate

        e vero che in italia esiste la Flagranza di reato
        ma se esistono i log del download dal tuo ISP
        anche se cancelli tutto non serve a
        nulla.

        non devono vederti mentre ammazzi na persona
        basta che abbiano le prove che dimostrano che il
        colpevole sia
        tu...meglio la fragranza di reato a quest'ora cio' un languorino...
    • clg scrive:
      Re: Quando vi arriva la raccomandata #2
      - Scritto da:
      Mettete tutti i vosti divx e mp3 in un hd esterno
      e sepellitelo in giardino poi prendere il disco
      fisso del vostro pc distruggetelo, compratene uno
      nuovo e installate xp, anzi vista ultimate
      legalmente acquistato, poi comprate pure office
      2007 perchè dovete dimostrare di farci quacosa
      col pc... e vivrete sonni
      tranquilli.E' obbligatorio farci qualcosa col PC ?Non lo posso tenere come soprammobile ?Lo esibisco agli amici, facendo finta di essere informatizzato. :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Quando vi arriva la raccomandata #2
        - Scritto da: clg

        - Scritto da:

        Mettete tutti i vosti divx e mp3 in un hd
        esterno

        e sepellitelo in giardino poi prendere il disco

        fisso del vostro pc distruggetelo, compratene
        uno

        nuovo e installate xp, anzi vista ultimate

        legalmente acquistato, poi comprate pure office

        2007 perchè dovete dimostrare di farci quacosa

        col pc... e vivrete sonni

        tranquilli.

        E' obbligatorio farci qualcosa col PC ?

        Non lo posso tenere come soprammobile ?quello è l'utilizzo del winzozzaro medio...
      • Anonimo scrive:
        Re: Quando vi arriva la raccomandata #2
        un bell'acquario :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Quando vi arriva la raccomandata #2
      - Scritto da:
      Mettete tutti i vosti divx e mp3 in un hd esterno
      e sepellitelo in giardinosai che non e' un'idea del tutto scema?per l'alimentazione non e' un problema ma per portare il cavo fino al pc in casa puo' essere problemicato, dato che sata fa un metro e usb2 fa 5 metri;la temperatura non e' neanche elevata sotto, basta fare un box in cui il calore del disco vada sulla scatola; il problema e' che non tutti hanno un giardino ma dentro a un vecchio lettore cd di quelli grossi ci stanno anche due dischi, poi ci sono i tv, etc.ci vuole un po' di esperienza artigianale, tenendo presente che i cani antidroga non fiutano la tecnologia.
      • Anonimo scrive:
        Re: Quando vi arriva la raccomandata #2
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Mettete tutti i vosti divx e mp3 in un hd
        esterno

        e sepellitelo in giardino

        sai che non e' un'idea del tutto scema?
        per l'alimentazione non e' un problema ma per
        portare il cavo fino al pc in casa puo' essere
        problemicato, dato che sata fa un metro e usb2 fa
        5
        metri;
        la temperatura non e' neanche elevata sotto,
        basta fare un box in cui il calore del disco vada
        sulla scatola; il problema e' che non tutti hanno
        un giardino ma dentro a un vecchio lettore cd di
        quelli grossi ci stanno anche due dischi, poi ci
        sono i tv,
        etc.
        ci vuole un po' di esperienza artigianale,
        tenendo presente che i cani antidroga non fiutano
        la
        tecnologia.io ci penso da un paio d'anni oramai... un server interrato chissàdove...il nome ufficioso è "ServerInAbox"...gli unici problemi sono:connettività: devi fregare l'accesso a qualcuno. :s un armadio teleC andrebbe bene, ma ci vorrebbero almeno due linee fisse (ISDN+telefono) e una wireless (UMTS o GSM) e magari antenna direzionale wifi;Energia: devi fregare la corrente a qualcuno. non un grossissimo problema, 400w non sono poi molti, però... :sovviamente servirebbe un gruppetto di continuità e l'ideale , una cella fotovoltaica..poi con tecniche come il DNS-roundrobin e liste infinite autoaggiornanti di proxy lo fai sparire per sempre dentro Internet, a tua completa disposizione!!!però a quasto punto è quasi meglio cercare un solito server cinese o ucraino, no? ;)
  • Anonimo scrive:
    Germania-Italia 0-2
    Tutto il resto non conta...
  • Anonimo scrive:
    Studio Legale Rottensteiner
    Te pareva che non c'erano di mezzo gli ebrei !!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Studio Legale Rottensteiner
      - Scritto da:
      Te pareva che non c'erano di mezzo gli ebrei !!!maledetti, sono sempre quelli che fanno i casini :@
  • Anonimo scrive:
    chi ci dice che dopo aver pagato
    non partono con una denuncia penale ?se tu paghi accetti che sei colpevole...io al posto loro la lettera la butto nel cesso punto e basta. meglio pagare 2000 euro di un avvocato che 330 e essere colpevole e sopratutto non certo di come proseguirà questa azione legale.
    • Anonimo scrive:
      Re: chi ci dice che dopo aver pagato
      - Scritto da:
      non partono con una denuncia penale ?
      se tu paghi accetti che sei colpevole...
      io al posto loro la lettera la butto nel cesso
      punto e basta. meglio pagare 2000 euro di un
      avvocato che 330 e essere colpevole e sopratutto
      non certo di come proseguirà questa azione
      legale.la fregatura sta qui; la cifra da pagare e' bassa e quindi la tendenza e' pagare per chiudere la faccenda, questo fa il loro gioco.Poi partono altre 4000 lettere e poi altre 5000 e finiamo come sta succedendo negli Usa.
  • Anonimo scrive:
    COLLETTA
    Ragazzi, perché non organizziamo una colletta per questi poveri 3600 utenti?Io ci sto. :D
    • Anonimo scrive:
      Re: COLLETTA
      - Scritto da:
      Ragazzi, perché non organizziamo una colletta per
      questi poveri 3600
      utenti?
      Io ci sto. :Dtu sei uno di quelli eh (rotfl)
  • Anonimo scrive:
    parziale... prevenzione?
    Basterà il Protocol Obfuscator? Forse per ora sì..http://torrentfreak.com/p2p-anti-piracy-system-defeated-with-2-clicks/
  • Anonimo scrive:
    pagare il pizzo o soccombere?
    Ma io sapevo che il patteggio si faceva in tribunale,tutto quello che si fa fuori è mafia.Mi spiego:se non paghi noi non ti proteggiamo e potrebbe bruciarti il negozio...si dice in quei posti li.In raccomandata ti dicono o paghi o ti rubo la casa legalmente.MMMM...e chi ha detto ceh non ho i brani che ho scaricato?se mi scarico l'ultimo live di un autore magari mi si è semplicemente rotto il disco....e se come fanno a sapere se ho il disco o meno?e soprattutto se mi sono beccato un virus rilasciato da loro alla mo della suddetta mafia?mmmmm non pagate pagare vuol dire ammettere la colpevolezza e quindi a quel punto si che vi trovate nella vera merda ma fino a che voi non ammettete la colpevolezza loro la devono provare e quindi devono provare che eravate convinti di scaricare ilbrano x,che il brano x era illegale e che l'avete ascoltato.COme facciano proprio non lo so ma se pagate fate una tacita denuncia.Certo che per chi ha una casa in cui vivere sudata è da brivido!!!!!magari per qualche mp3 scaricato mi fregano la casa!!!!ricordate PROGETTO TOR I CAZZI MIEI GLI ALTRI NON SI DEVONO PERMETTERE DI FARLI!!!!!
  • AranBanjo scrive:
    Re: Nuovo modello di business
    dipende dal contratto...Su alcuni c'è scritto chiaramente che verrà registrato l'IP e che verrà messo a disposizione su richiesta degli organi di controllo
    • Anonimo scrive:
      Re: Nuovo modello di business
      si ma l'azienda svizzera che ha fatto l'indagine non è un organo di controllo.... è un privato pagato, quindi di parte, per fare quel lavoro
      • AranBanjo scrive:
        Re: Nuovo modello di business
        Certo. Non mettevo in dubbio quello che hai scritto. Mi riferivo solamente la fatto che il provider è obbligato a tener traccia delle connessioni per metterle a disposizione delle autorità su loro richiesta. :)
        • Anonimo scrive:
          Re: Nuovo modello di business
          - Scritto da: AranBanjo
          Certo. Non mettevo in dubbio quello che hai
          scritto. Mi riferivo solamente la fatto che il
          provider è obbligato a tener traccia delle
          connessioni per metterle a disposizione delle
          autorità su loro richiesta.
          :)si ed è qui il problemacome può un giudice dare l'ok per fornire dati sensibili ad un privato? come se io denuniciassi te per avermi graffiato la macchina avendo scritto la targa della tua macchina ed ottenuto il tuo nome dai vigili (senza che questi indaghino...)capisci che non ha senso?
          • AranBanjo scrive:
            Re: Nuovo modello di business
            Stavo rispondendo a chi aveva chiesto:"non andrebbero rimossi i dati personali legati all'ip?L'ip e' pubblico, non ha senso, sono i dati personali che loro hanno aquisito;a parte gli scherzi puo' dare risultati o permettere di prendere tempo."Ho capito che un privato non avrebbe il diritto di averli...Ma se il giudice ha deciso così, il provider è obbligato.
          • Ekleptical scrive:
            Re: Nuovo modello di business
            - Scritto da:
            come se io denuniciassi te per avermi graffiato
            la macchina avendo scritto la targa della tua
            macchina ed ottenuto il tuo nome dai vigili
            (senza che questi
            indaghino...)

            capisci che non ha senso?Hai fatto l'esempio peggiore che potessi fare! Vai al PRA con la targa, dicendo che tizio ti ha fatto un danno, fai regolare richiesta (pagando) ed il nome associato alla targa te lo danno! Provare per credere! Parlo per esperienza personale!La privacy viene meno se crei un danno a terzi. Il danneggiante non ha nessun diritto di privacy che tuteli il suo reato.
          • Anonimo scrive:
            Re: Nuovo modello di business
            - Scritto da: Ekleptical
            - Scritto da:


            come se io denuniciassi te per avermi graffiato

            la macchina avendo scritto la targa della tua

            macchina ed ottenuto il tuo nome dai vigili

            (senza che questi

            indaghino...)



            capisci che non ha senso?

            Hai fatto l'esempio peggiore che potessi fare!
            Vai al PRA con la targa, dicendo che tizio ti ha
            fatto un danno, fai regolare richiesta (pagando)
            ed il nome associato alla targa te lo danno!
            Provare per credere! Parlo per esperienza
            personale!

            La privacy viene meno se crei un danno a terzi.
            Il danneggiante non ha nessun diritto di privacy
            che tuteli il suo
            reato.E' per quello che uso la tua targa quando gioco a carmageddon in tangeziale.skiz (troll)
  • Anonimo scrive:
    veloce telecom
    mi chiedo con che velocita' la telecom abbia dato questi dati a un privato, ma avete mai provato a chiedere a chi avete telefonato, per sapere se la bolletta era giusta? pensate forse che la telecom vi invia i numeri di telefono da voi chiamati? ebbene no, leultime cifre sono nascoste, per la privacy, invece per altri la privacy non esiste,telecom smepre di piu' mi stupisci
    • Anonimo scrive:
      Re: veloce telecom
      - Scritto da:
      mi chiedo con che velocita' la telecom abbia dato
      questi dati a un privato, ma avete mai provato a
      chiedere a chi avete telefonato, per sapere se la
      bolletta era giusta? pensate forse che la telecom
      vi invia i numeri di telefono da voi chiamati?
      ebbene no, leultime cifre sono nascoste, per la
      privacy, invece per altri la privacy non
      esiste,
      telecom smepre di piu' mi stupiscitu non sei un giudice quindi non di dà un caxxo !pensa e leggi prima di scrivere cagate
      • Anonimo scrive:
        Re: veloce telecom
        pensa tu invece, io la telecom la pago, la banda usuale è un mega contro i 4 da contratto, il servizio assistenza fa cagare, 6 mesi fa ho chiesto di eliminare l'isdn, indovina un po' sta ancora attivo e lo pago.Pretendere che una societa' che ti eroga un servizio per anni abbia una migliore cura della clientela non mi sembra eccessivo
        • Anonimo scrive:
          Re: veloce telecom
          - Scritto da:
          pensa tu invece, io la telecom la pago, la banda
          usuale è un mega contro i 4 da contratto, il
          servizio assistenza fa cagare, 6 mesi fa ho
          chiesto di eliminare l'isdn, indovina un po' sta
          ancora attivo e lo
          pago.

          Pretendere che una societa' che ti eroga un
          servizio per anni abbia una migliore cura della
          clientela non mi sembra
          eccessivoma non c'èentra niente con quello che hai scritto prima...ma quanti anni hai ? 15(rotfl)
  • Anonimo scrive:
    Per chi non lo sa ancora
    www.antipirateria.itLa parte più inteerssante:"La ditta svizzera LOGISTEP AG ha sviluppato la software File sharing Monitor mediante la quale nellambito di reti peer-to-peer si riesce ad individuare con certezza le persone che illegittimamente mettono a disposizione del pubblico opere dellingegno tutelate dal copyright.La software salva i dati messi a disposizione dallutente peer-to-peer ed individua i dati tecnici tra cui lindirizzo IP. Tramite questi dati tecnici si riesce ad identificare la persona che ha commesso il reato. I dati personali si ottengono dal rispettivo provider tramite ricorso o denuncia presso le sedi competenti. Il Tribunale di Roma ha statuito che il modo in cui i dati tecnici sono stati recuperati dalla LOGISTEP appare affidabile, accettabile e soprattutto Iecito (Tribunale di Roma, Giudice estensore Dott. Marco Rossetti, Ordinanza dd. 18/08/2006)."Vedete un pò voi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Per chi non lo sa ancora

      La software salva i dati messi a disposizione
      dallutente peer-to-peer ed individua i dati
      tecnici tra cui lindirizzo IP. Tramite questi
      dati tecnici si riesce ad identificare la persona
      che ha commesso il reato. I dati personali si
      ottengono dal rispettivo provider tramite ricorso
      o denuncia presso le sedi
      competenti.SBAGLIATO!!1) Esistono i modem/router wireless (commercializzati anche dai provider italiani) che some noto sono bucabili in mezza giornata...alias non è colpa mia se qualcuno entra sulla mia rete2) una volta sono stato senza adsl per 4 giorni, i tecnici in centrale avevano spostato erroneamente il mio doppino su un altra abitazione.....e ho detto tutto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Per chi non lo sa ancora

        SBAGLIATO!!

        1) Esistono i modem/router wireless
        (commercializzati anche dai provider italiani)
        che some noto sono bucabili in mezza
        giornata...alias non è colpa mia se qualcuno
        entra sulla mia
        rete

        2) una volta sono stato senza adsl per 4 giorni,
        i tecnici in centrale avevano spostato
        erroneamente il mio doppino su un altra
        abitazione.....e ho detto
        tutto.ESATTO!ma secondo te si può portare avanti in tribunale il "ragionevole dubbio TECNICO"?
        • enricox scrive:
          Re: Per chi non lo sa ancora
          Credo proprio di si:in 2 in macchina in circonvalazione a Milano, uno guida :-) , il secondo con un portatile cerca di enttrare in tutte le reti che trova. Chissà quante ne buca in 2 ore ? Si accettano scommesse...
          • Anonimo scrive:
            Re: Per chi non lo sa ancora
            - Scritto da: enricox
            Credo proprio di si:
            in 2 in macchina in circonvalazione a Milano, uno
            guida :-) , il secondo con un portatile cerca di
            enttrare in tutte le reti che trova. Chissà
            quante ne buca in 2 ore ? Si accettano
            scommesse...penso che se accendi il portatile in circonvalazione sono le reti che cercano di entrare da te pur di fartici connettere :D
  • Anonimo scrive:
    ma la siae la paghiamo gia'
    in italia non paghiamo gia' la siae ogni volta che compriamo un cd o dvd nuovo?allora ho diritto di copiarmi la musica.se poi la condivido con molti amici, che male c'e?forse che le case discografiche mi rinviano un cd di baglioni, se io l'avevo gia pagato in audiocasseta?no e allora,?w la musica libera
    • Anonimo scrive:
      Re: ma la siae la paghiamo gia'
      La siae l'ho pagata anche quando ho comperato la mia videocamera amatoriale, la pago ogni volta che compro le minidv per registrarci i filmini delle vacanze, poi la ripago quando riverso i filmati sul HD per montarli, poi l'ho pagata di nuovo quando ho comperato il masterizzatore per riversare i filmati sui dvd poi la pago ogni volta che compro i dvd a me sta siae ha rotto il c@zzo, invece di venirmi a ringraziare mi tratta come un ladro?
  • Anonimo scrive:
    E la legge sulla privacy?
    E'assurdo,innanzitutto,che un soggetto privato,perdipiù straniero,possa ottenere i nominativi di utenti associati agli ip.
  • Anonimo scrive:
    Re: Nuovo modello di business
    La legge 675/96 non è più in vigore, sostituita dalla più pregnante 196/2003, che obbliga peraltro ad adoperare solo i dati personali da coloro ai quali l'utente ha dato consenso esplcito.A me pare che questa richiesta violi varie norme e principi giuridici essendo ,nella migliore delle ipotesi, molto ambigua
    • Anonimo scrive:
      Re: Nuovo modello di business
      - Scritto da:
      La legge 675/96 non è più in vigore, sostituita
      dalla più pregnante 196/2003, che obbliga
      peraltro ad adoperare solo i dati personali da
      coloro ai quali l'utente ha dato consenso
      esplcito.
      A me pare che questa richiesta violi varie norme
      e principi giuridici essendo ,nella migliore
      delle ipotesi, molto
      ambiguacome gia' detto i dati sono stati forniti su autorizzazione da parte di un magistrato. Quindi in modo idoneo. Quello che non e' idoneo, visto che in italia vige l'obbligatorieta' dell'azione penale da parte dei magistrati o delle forze dell'ordine se vengono a conoscenza di un reato e' che questi signori possano dire pagate e non se ne fa nulla.I magistrati devono aprire per forza un indagine e far procedere con la denuncia, che per chi uploada e' previsto il carcere la confisca degli strumenti informatici e del materiale illegale nonche la pubblicazione sui quotidiani dell esito dell'eventuale condanna e' solo un dettaglio.Comunque se sono fatti precedenti al 2 maggio 2006 sono pre indulto, vi suggerisco un buon avvocato. O di pagare se volete.
  • Anonimo scrive:
    autodenuncia
    pago=sono colpevoleil resto è conseguenza.(NB: IP da persona fisica che commette reato, in teoria potrebbe essere stata mia nonna...)
    • Anonimo scrive:
      Re: autodenuncia
      - Scritto da:
      pago=sono colpevole

      il resto è conseguenza.

      (NB: IP da persona fisica che commette reato,
      in teoria potrebbe essere stata mia
      nonna...)se tu uccidi una persona con la pistola di tuo padre allora anche lui è colpevole !quindi non è cosi' !ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: autodenuncia
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        pago=sono colpevole



        il resto è conseguenza.



        (NB: IP da persona fisica che commette reato,

        in teoria potrebbe essere stata mia

        nonna...)

        se tu uccidi una persona con la pistola di tuo
        padre allora anche lui è colpevole
        !
        quindi non è cosi' !
        ciaocalza come un dito nel chiulo (tuo ovviamente)
      • Anonimo scrive:
        Re: autodenuncia
        nonna...)

        se tu uccidi una persona con la pistola di tuo
        padre allora anche lui è colpevole
        !Se l'ha lasciata carica e incustodita si. E' concorso in omicidio.
        quindi non è cosi' !Invece si. Get over it.
        • Anonimo scrive:
          Re: autodenuncia


          se tu uccidi una persona con la pistola di

          tuo padre allora anche lui è colpevole!
          Se l'ha lasciata carica e incustodita si. E'
          concorso in omicidio.Ma per favore, assolutamente no.Chi spara commette omicidio doloso (o al max preterintenzionale); l'aver lasciato un'arma incustodita può, a certe particolari condizioni, portare ad una condanna per fatto colposo. Ma sono reati diversi. In base all'art.110 c.p. non è possibile il concorso colposo in delitto doloso. Per aversi concorso occorrerebbe che la pistola fosse stata lasciata appositamente nella disponibilità di un soggetto intenzionato a commettere il reato, con lo scopo preciso di facilitarlo nell'esecuzione.
  • Anonimo scrive:
    Io ho scaricato le loro canzonette
    Ma non cedo ai loro ricatti.Mi denuncino pure, ci vedremo in tribunale e voglio vedere se finirò in galera.Poi scriverò un libro dalle mie prigioni come il Sivio (parlo del Pellico, non del NANO che della galera non vedrà mai nemmeno l' ombra.....), sarò invitato al MCS e diventerò ricco. (rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • Anonimo scrive:
    Ma in che Paese viviamo?
    Ma come è possibile che accadano cose di una tale gravità dove chiunque può sostituirsi agli organi di polizia minacciando con "prove" raccattate senza nessuna certezza e poi ricattare famiglie intere?Possibile che nessuno dica niente di fronte a un fatto così grave?
  • Anonimo scrive:
    Chiedete i danni
    Sono solo una manica di buffoni manovrati dalla miserabili major.Non rispondetegli nemmeno.Non andranno avanti perchè sanno che se lo fanno vi pagheranno i danni che gli chiederete poi.Le loro "prove" sono solo CARTA STRACCIA in un qualsiasi tribunale.
  • Anonimo scrive:
    VERGOGNA!
    Migliaia di famiglie minacciate da volgari RICATTATORI e dalla loro cricca di avvocati squali.VERGOGNA!!E meno male che questo governo di inetti si dice di centro-sinistra e invece lascia che intere famiglie siano pesantemente minacciate da loschi individui mascherati di legalità falsa.
  • Anonimo scrive:
    queste le conosco
    Mousse T. - HornyMousse T. feat. Emma Lanford - Is It 'Cos I'm Cool?ce ne sono altre?gli altri sono per lo più sconosciuti
  • Anonimo scrive:
    Re: Nuovo modello di business
    Da un post di xothit sul forum di Cortiana:La legge che ha permesso ad un terzo (la Logistep) di chiedere i danni e indagare facendosi dare i dati e' questa:http://punto-informatico.it/p.aspx?i=57936http://www.interlex.it/copyright/amonti84.htme' il recepimento della direttiva 2004/48, fatto a febbraio 2006 dal governo precedente con un'iter d'urgenza a camere sciolte per le imminenti elezioni. Come si legge nei link il recepimento e' stato ambiguo, e invece di "prove" per farsi dare i dati (come nel testo nelle altre lingue) per noi italiani bastano "indizi" e "casualmente" non e' stata recepita la parte che prevedeva risarcimenti automatici per gli utenti in caso la denuncia finisse in un nulla di fatto.Citando il secondo link, con l'articolo di Andrea Monti:Citazione: Ma il legislatore italiano è andato ben oltre quello comunitario arrivando addirittura travisare il senso delle parole. Come ha fatto notare il comunicato di ALCEI, un esempio di uso strumentale degli errori di traduzione è la trasposizione dellart. 6 della direttiva, che fissa le condizioni alle quali il giudice può concedere un provvedimento di urgenza in caso di violazioni. Larticolo in questione è intitolato nel testo portoghese prova, nel testo spagnolo pruebas, nel testo francesce preuves, nel testo tedesco beweise, e nel testo italiano elementi di prova. Ma il legislatore italiano ha preferito affidarsi al solo testo inglese che usa la parola evidence (che quando è definita circumstantial può essere intesa come indizio) per inserire nel testo del decreto legislativo il significato sbagliato. Così facendo è possibile ottenere provvedimenti di urgenza senza dover fornire troppe spiegazioni (è noto che gli indizi sono molto meno di una prova). Lo scenario complessivo, dunque, è quello di un sistema normativo repressivo e incivile che consente di imporre ai provider (intermediari) di consegnare subito i dati dei propri utenti, a fronte di soggetti (le associazioni per la tutela dei diritti) che non devono dimostrare di essere titolari di alcunché, ma limitarsi a fornire solo qualche indizio del fatto che, più o meno, potrebbero avere qualche ragione da rivendicare.
    • Anonimo scrive:
      Re: Nuovo modello di business
      io invece andrei sulla lettera del primo post..una volta mi è capitato (per altri motivi) di ricevere una raccomandata da uno studio legale...nel classico tono del....se paghi tot....chiudiamo tutto..bhe io gli ho rispostoper le rime in perfetto avvocatese..sapendo di essere nel giusto....dopo due giorni mi hanno convocato, per farmi le proprie scuse.....quindi alle volte basta solo parlare la stessa lingua
      • Anonimo scrive:
        Re: Nuovo modello di business
        Ma difatti, ragazzi, non avete capito che ci provano? Però in tutta la storia c'è una cosa che proprio non quadra: la connivenza di un magistrato!Certo che se un magistrato compiacente nell'interpretazione di una leggge ambigua mi consente di arrivare a questi abusi, e sono disonesto, ne approfitto, anche se so che la cosa finirà in non luogo a procedere, io ci provo e qualcuno ci casca.
        • Anonimo scrive:
          Re: Nuovo modello di business
          - Scritto da:
          Ma difatti, ragazzi, non avete capito che ci
          provano?


          Però in tutta la storia c'è una cosa che proprio
          non quadra: la connivenza di un
          magistrato!

          Certo che se un magistrato compiacente
          nell'interpretazione di una leggge ambigua mi
          consente di arrivare a questi abusi, e sono
          disonesto, ne approfitto, anche se so che la cosa
          finirà in non luogo a procedere, io ci provo e
          qualcuno ci casca.

          "Il Tribunale di Roma ha statuito che il modo in cui i dati tecnici sono stati recuperati dalla LOGISTEP appare affidabile, accettabile e soprattutto Iecito (Tribunale di Roma, Giudice estensore Dott. Marco Rossetti, Ordinanza dd. 18/08/2006)."
          • wuis scrive:
            Re: Nuovo modello di business
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Ma difatti, ragazzi, non avete capito che ci

            provano?





            Però in tutta la storia c'è una cosa che proprio

            non quadra: la connivenza di un

            magistrato!



            Certo che se un magistrato compiacente

            nell'interpretazione di una leggge ambigua mi

            consente di arrivare a questi abusi, e sono

            disonesto, ne approfitto, anche se so che la
            cosa

            finirà in non luogo a procedere, io ci provo e

            qualcuno ci casca.





            "Il Tribunale di Roma ha statuito che il modo in
            cui i dati tecnici sono stati recuperati dalla
            LOGISTEP appare affidabile, accettabile e
            soprattutto Iecito (Tribunale di Roma, Giudice
            estensore Dott. Marco Rossetti, Ordinanza dd.
            18/08/2006)."
            Il giudice Marco Rossetti è un giudice supplente o sostitutivo come si dice in Avvocatese che puo' aver benissimo frainteso quello che stava autorizzando non essendo appunto pratico della cosa.questa è la nostra giustizia ahime' :'(
  • Anonimo scrive:
    MYSPACE
    http://www.myspace.com/moussetofficial andiamo tutti su myspace e lo prendiamo ad insulti
  • Anonimo scrive:
    Mafia pura. E la politica tace,regalini.
    Veramente uno schifo immenso. Questa gente andrebbe presa e sbattuta in cella, invece sembra di essere nel film Judge Dredd, corrotti che si ergono a paladini di una giustizia di facciata e che si scagliano contro il popolo per mostrare il proprio potere.
    • Anonimo scrive:
      Re: Mafia pura. E la politica tace,regal
      - Scritto da:
      Veramente uno schifo immenso.
      Questa gente andrebbe presa e sbattuta in cella,
      invece sembra di essere nel film Judge Dredd,
      corrotti che si ergono a paladini di una
      giustizia di facciata e che si scagliano contro
      il popolo per mostrare il proprio
      potere.Sti caxxi...t'è rasun!
  • Anonimo scrive:
    Il garante non...
    ...può lavarsene le mani, se non altro per lo stipendio che mettono in tasca alla fine del mese.E poco sugo da parte dei politici, che nonostante vengano, a ragione, da noi spalati di fango da mattina a sera, lo stipendio di 20k al mese me lo levano dalla busta ugualmente.
  • Anonimo scrive:
    Re: Nuovo modello di business

    chiedo la cancellazione immediata
    dell'indirizzo IP indicato dai Vostri archivi,non andrebbero rimossi i dati personali legati all'ip?L'ip e' pubblico, non ha senso, sono i dati personali che loro hanno aquisito;a parte gli scherzi puo' dare risultati o permettere di prendere tempo.
  • Anonimo scrive:
    Pirati alla Frutta
    E' divertente osservare come chi fino a ieri "scaricava" vantandosene, e non parlo di chi scaricava "quel" brano di tanto in tanto, ma di chi aveva fatto il "download di warez" (dalla musica, passando per i film, finendo al software e giochi) uno stile di vita di cui andare fieri, oggi piagnucoli o si cachi addosso dalla paura... e i 4 impavidi che propongono controffensive belliche? Probabilmente anche loro piangeranno da mammina all'arrivo della letterina.
    • Anonimo scrive:
      Re: Pirati alla Frutta
      Sarai tu a piangere, e la frutta di questi signori sarà il tuo portafoglio.Pensa bene aquello che diciLa pepperminta ha ottenuto 3636 I.P. senza nessun controllo, questo vuol dire che se per sbaglio c'è il tuo dovrai pagare e stare zittoMa le conseguenze non le vedi?O scrivi per puro diletto?
    • Anonimo scrive:
      Re: Pirati alla Frutta
      - Scritto da:
      E' divertente osservare come chi fino a ieri
      "scaricava" vantandosene, e non parlo di chi
      scaricava "quel" brano di tanto in tanto, ma di
      chi aveva fatto il "download di warez" (dalla
      musica, passando per i film, finendo al software
      e giochi) uno stile di vita di cui andare fieri,
      oggi piagnucoli o si cachi addosso dalla paura...
      e i 4 impavidi che propongono controffensive
      belliche? Probabilmente anche loro piangeranno da
      mammina all'arrivo della
      letterina.Sciacquati la bocca. CACONE!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Pirati alla Frutta
      - Scritto da:
      E' divertente osservare come chi fino a ieri
      "scaricava" vantandosene, e non parlo di chi
      scaricava "quel" brano di tanto in tanto, ma di
      chi aveva fatto il "download di warez" (dalla
      musica, passando per i film, finendo al software
      e giochi) uno stile di vita di cui andare fieri,
      oggi piagnucoli o si cachi addosso dalla paura...
      e i 4 impavidi che propongono controffensive
      belliche? Probabilmente anche loro piangeranno da
      mammina all'arrivo della
      letterina.Non ti offendo perchè non ce n'è bisogno, tanto ci penseranno altri!
  • Anonimo scrive:
    Avete voluto vincere.....
    .....i mondiali di calcio in casa loro??? Bene adesso pagate pidocchiosi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Avete voluto vincere.....
      - Scritto da:
      .....i mondiali di calcio in casa loro??? Bene
      adesso pagate
      pidocchiosi.secondo me i tedeschi non centrano nulla, ci sono troppe anomalie;ha fatto tutto la Siae e i suoi scagnozzi e i tedeschi sono solo una scusa per distrarci.
    • Anonimo scrive:
      Re: Avete voluto vincere.....
      - Scritto da:
      .....i mondiali di calcio in casa loro??? Bene
      adesso pagate
      pidocchiosi.POOOPOPOPOPOPOPOOOOOOOO POOOOOOPOPOPOPOPOPOPOOOOOOOO
  • Anonimo scrive:
    Downloader on the carpet
    Come no,tutti a parlare di diritti citanto cavilli legali su cui avvinghiarsi pur di non ammettere il proprio torto.Intanto i polpastrelli sudano e le chiappe si stringono.Cosa pensate di fare per le prossime 72 ore? Cambiate domicilio? Vi spacciate per un quadrupete maculato e mandate il cane a ricevere il postino? Tirate fuori il vecchio nascondiglio sempre buono per non farsi bekkare a nascondino oppure buono solo per educare la vostra fdanzatina? Dai che questa volta vi prendono e vi passano per bene.Sapete perche' il vostro atteggiamento mi da' cosi' fastidio? Perche' sapevate quello che stavate facendo e se volevate continuare a farlo dovevate metterlo in chiaro diversi anni fa' invece di arrampicarvi sugli specchi sperando di sfuggire ancora una volta.Questa volta vi vorranno bene e sarete loro.
    • yenaplyskyn scrive:
      Re: Downloader on the carpet
      probabilmente hai ragione.vorrei solo vedere se la raccomandata capita anche a gente che non ha scaricato un bel niente, oppure ha scaricato ben altra roba da quella in argomento.
      • Anonimo scrive:
        Re: Downloader on the carpet
        - Scritto da: yenaplyskyn
        probabilmente hai ragione.
        vorrei solo vedere se la raccomandata capita
        anche a gente che non ha scaricato un bel niente,
        oppure ha scaricato ben altra roba da quella in
        argomento.bene a quel punto si dimostra l'innocenza.Al momento credo che molti siano in torto sapendolo perfettamente.
        • Anonimo scrive:
          Re: Downloader on the carpet
          - Scritto da:

          - Scritto da: yenaplyskyn

          probabilmente hai ragione.

          vorrei solo vedere se la raccomandata capita

          anche a gente che non ha scaricato un bel
          niente,

          oppure ha scaricato ben altra roba da quella in

          argomento.

          bene a quel punto si dimostra l'innocenza.Al
          momento credo che molti siano in torto sapendolo
          perfettamente.Ed e' li che il 90% dei genitori cascheranno dalle nuvole quando capiranno che i figli scaricano.... e' come l'eccesso di velocita' in citta.... 50km/h ... sempre... ovunque..... mai visto! e mai si vedra'!
        • yenaplyskyn scrive:
          Re: Downloader on the carpet
          mi preoccupa il "dimostrare l'innocenza" con un sistema come questo.Sicuramente sbaglio ma ... visto il calibro degli artisti coinvolti mi pare assurdo che abbiano scaricato quella roba quasi 4000 utenti.Sarà che non ne conosco nemmeno uno, ma probabilmente sono io un dinosauro.Ecco perché sono perplesso, sicuramente c'è in mezzo gente che non c'entra niente ma che magari, spaventata dal metodo, potrebbe finire per accettare di dare l'obolo solo per evitare spese maggiori per dimostrare la sua innocenza.Tutto qui.
        • Anonimo scrive:
          Re: Downloader on the carpet
          Tu scendi da Marte, nel momento in cui uno formatta il disco fisso si trova nelle esatte condizioni di uno che non ha mai scaricato il file.Cosa credi, che basta dire io non centro?Per come hanno messo la cosa se loro hanno il tuo i.p. tu paghi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Downloader on the carpet
            l'unico "famoso" di quei 8 sconosciuti è Kakande (o almeno conosciuto in italia, ha partecipato a festivalbar dell'annos corso) che faceva da colonna sonora alla pubblicità della Wind l'estate scorsa "Youuu youuu youuu..." (va da via il cu ndr.)per il metodo usato penso che domani prenderò il mio elenco telefonico e manderò in giro raccomandate"pagami 500 per avermi graffiato la macchina nel parcheggio se no procedo per vie legali"certo è che mi suona molto strano che il tribunale di roma abbia dato l'ok a telecom di dare i nominativi ad un privato.prendendo l'esempio di sopraio trovo la macchina graffiata, la prima targa che vedo in giro me la segno, vado dai vigili faccio denucia, do la targa e loro mi danno nome cognome indirizzo così che io possa incolparlo e ricattarlo se no procedo legalmente...ovviamente i vigili non fanno nemmeno accertamenti...se io facessi veramente così mi guarderebbero strano e si guardarebbero in giro per cercare di capire se non è un candid camerabah :|
          • Anonimo scrive:
            Re: Downloader on the carpet
            - Scritto da:
            certo è che mi suona molto strano che il
            tribunale di roma abbia dato l'ok a telecom di
            dare i nominativi ad un
            privato.Beh, per quello c'è la bellezza della corruzione italiana. Dei FAVORI e delle MAZZETTE che, chi deve tutelare gli italiani, ha evidentemente preso per permettere di farci inculare da quei discografici complessati, ladri e truffatori...puah...andate a farvi tutti un bagno caldo nella trielina va.
          • Ekleptical scrive:
            Re: Downloader on the carpet
            - Scritto da:
            certo è che mi suona molto strano che il
            tribunale di roma abbia dato l'ok a telecom di
            dare i nominativi ad un
            privato.
            prendendo l'esempio di sopra
            io trovo la macchina graffiata, la prima targa
            che vedo in giro me la segno, vado dai vigili
            faccio denucia, do la targa e loro mi danno nome
            cognome indirizzo così che io possa incolparloOh, Gesù. Guarda che funziona esattamente così. E' uno dei compiti del PRA. Vai e chiedi! Se hai la targa di un tizio che ti ha tamponato ed è scappato, vai al PRA, fai richiesta, paghi e ti danno il nome del propietario.Non c'è nulla di strano! Non c'è nemmeno da chiamare il vigile.A mio padre è capitato. E' andato dal PRA. Dal foglio del PRA, che è un pubblico registro, è saltato fuori che la macchina appartenenva ad una ditta in un tal indirizzo. Recandosi all'indirizzo.. la ditta non c'era più. Vedendo sule registro imprese di Infocamere (altro pubblico registro) non salta fuori, quindi probabilmente ha chiuso! E' andato dai caramba per sporgere denuncia. Gli han detto che è tempo perso, ovviamente, essendo in Italia.Ma al PRA puoi chiedere motivatamente la targa di chi ti pare e piace! Lo stesso alla Camera di Commercio. Voglio la visura camerale della FIAT o di Mediaset? Vado, pago e me la danno. A chiunque! Sono dati pubblici!
          • Anonimo scrive:
            Re: Downloader on the carpet
            Andare in Telecom a farti dare 3636 nominativi non è la stessa cosa.Non ti sembra?Se non vedi il problema, oltre il tuo di "punire" chi si è scaricato materiale protetto, spero di non doverti trovare mai a prendere decisioni amministrative-organizzative-giudiziarie che mi riguardino...anche se tra 20anni...
    • Anonimo scrive:
      Re: Downloader on the carpet
      Ammesso che accada (ma non accadrà, non c'è fondamento giuridico) tu ci godi, vero?Che personaggio esemplare che sei... complimenti!
    • Anonimo scrive:
      Re: Downloader on the carpet
      - Scritto da:
      Come no,tutti a parlare di diritti citanto
      cavilli legali su cui avvinghiarsi pur di non
      ammettere il proprio torto.Intanto i polpastrelli
      sudano e le chiappe si stringono.Cosa pensate di
      fare per le prossime 72 ore? Cambiate domicilio?
      Vi spacciate per un quadrupete maculato e mandate
      il cane a ricevere il postino? Tirate fuori il
      vecchio nascondiglio sempre buono per non farsi
      bekkare a nascondino oppure buono solo per
      educare la vostra fdanzatina? Dai che questa
      volta vi prendono e vi passano per bene.Sapete
      perche' il vostro atteggiamento mi da' cosi'
      fastidio? Perche' sapevate quello che stavate
      facendo e se volevate continuare a farlo dovevate
      metterlo in chiaro diversi anni fa' invece di
      arrampicarvi sugli specchi sperando di sfuggire
      ancora una volta.Questa volta vi vorranno bene e
      sarete
      loro.Pulisciti il cuo. Puzzi di medda!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Downloader on the carpet
      - Scritto da:
      Come no,tutti a parlare di diritti citanto
      cavilli legali su cui avvinghiarsi pur di non
      ammettere il proprio torto.Intanto i polpastrelli
      sudano e le chiappe si stringono.Cosa pensate di
      fare per le prossime 72 ore? Cambiate domicilio?
      Vi spacciate per un quadrupete maculato e mandate
      il cane a ricevere il postino? Tirate fuori il
      vecchio nascondiglio sempre buono per non farsi
      bekkare a nascondino oppure buono solo per
      educare la vostra fdanzatina? Dai che questa
      volta vi prendono e vi passano per bene.Sapete
      perche' il vostro atteggiamento mi da' cosi'
      fastidio? Perche' sapevate quello che stavate
      facendo e se volevate continuare a farlo dovevate
      metterlo in chiaro diversi anni fa' invece di
      arrampicarvi sugli specchi sperando di sfuggire
      ancora una volta.Questa volta vi vorranno bene e
      sarete
      loro.wow! il tuo pusher ti procura merce fenomenale, vedo! :|
    • Straha scrive:
      Re: Downloader on the carpet
      - Scritto da:
      Come no,tutti a parlare di diritti citanto
      cavilli legali su cui avvinghiarsi pur di non
      ammettere il proprio torto.non posso ammettere quel che non c'èIntanto i polpastrelli
      sudano e le chiappe si stringono.Cosa pensate di
      fare per le prossime 72 ore? comprare un altro HD (in germania dove NON si pagano le tasse alla siae) e mettere altri 250 Gb in condivisioneCambiate domicilio?
      Vi spacciate per un quadrupete maculato e mandate
      il cane a ricevere il postino? Tirate fuori il
      vecchio nascondiglio sempre buono per non farsi
      bekkare a nascondino oppure buono solo per
      educare la vostra fdanzatina? niente di tutto ciò.mentre il mulo lavora mi godo una birra ;)Dai che questa
      volta vi prendono e vi passano per bene.quel che hanno è, per dirla come catullo, "cacata carta".Sapete
      perche' il vostro atteggiamento mi da' cosi'
      fastidio? Perche' sapevate quello che stavate
      facendo e se volevate continuare a farlo dovevate
      metterlo in chiaro diversi anni fa' invece di
      arrampicarvi sugli specchi sperando di sfuggire
      ancora una volta.certo che sappiamo quel che facciamo.condividiamo musica/film/libri da noi acquistati o liberamente acquisiti in rete da altri che li condividono.e non c'è proprio nulla di male nel condividere.Questa volta vi vorranno bene e
      sarete
      loro.non credo.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 09 maggio 2007 10.19-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: Downloader on the carpet
      - Scritto da:
      Come no,tutti a parlare di diritti citanto
      cavilli legali su cui avvinghiarsi pur di non
      ammettere il proprio torto.Intanto i polpastrelli
      sudano e le chiappe si stringono.Cosa pensate di
      fare per le prossime 72 ore? Cambiate domicilio?
      Vi spacciate per un quadrupete maculato e mandate
      il cane a ricevere il postino? Tirate fuori il
      vecchio nascondiglio sempre buono per non farsi
      bekkare a nascondino oppure buono solo per
      educare la vostra fdanzatina? Dai che questa
      volta vi prendono e vi passano per bene.Sapete
      perche' il vostro atteggiamento mi da' cosi'
      fastidio? Perche' sapevate quello che stavate
      facendo e se volevate continuare a farlo dovevate
      metterlo in chiaro diversi anni fa' invece di
      arrampicarvi sugli specchi sperando di sfuggire
      ancora una volta.Questa volta vi vorranno bene e
      sarete
      loro.MAUHAUHahauhAHUauhauha...Ma baffanculo va, sfigato omino-siae del caxxo
    • morphey scrive:
      Re: Downloader on the carpet
      Potrei scaricare i medesimi files da Londra, Parigi, New York, Sindey, oltre che dall'italia:mi risulta che internet è LIBERO e chiunque puo utilizzarlo per fare quel che vuole...... tu parli che la gente "stringe le chiappe"?non credo: noi stiamo definendo questo modo di agire "ridicolo" e cio' pesa sulla credibilità degli ISP italiani (primo tra tutto telecom) agli occhi del mondo, che forniscono i nostri dati protetti da privacy a terzi senza nessun procedimento legale.Ha ragione Gigi: stiamo indietro secoli con la tecnologia e pensiamo di andare avanti conquistando clienti non-italiani con questa reputazione?ma per piacere... :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Downloader on the carpet
      - Scritto da:
      Come no,tutti a parlare di diritti citanto
      cavilli legali su cui avvinghiarsi pur di non
      ammettere il proprio torto.Intanto i polpastrelli
      sudano e le chiappe si stringono.Cosa pensate di
      fare per le prossime 72 ore? Cambiate domicilio?
      Vi spacciate per un quadrupete maculato e mandate
      il cane a ricevere il postino? Tirate fuori il
      vecchio nascondiglio sempre buono per non farsi
      bekkare a nascondino oppure buono solo per
      educare la vostra fdanzatina? Dai che questa
      volta vi prendono e vi passano per bene.Sapete
      perche' il vostro atteggiamento mi da' cosi'
      fastidio? Perche' sapevate quello che stavate
      facendo e se volevate continuare a farlo dovevate
      metterlo in chiaro diversi anni fa' invece di
      arrampicarvi sugli specchi sperando di sfuggire
      ancora una volta.Questa volta vi vorranno bene e
      sarete
      loro.eklé... sei sempre tu! (troll)(troll4)(troll1)(troll3)(troll2)
  • Anonimo scrive:
    Ma una flash-mob su antipirateria.it ?
    nessuno se la sente di organizzare una cosa del genere?ciau
  • Anonimo scrive:
    E' una trappola
    Secondo voi una casa discografica sconosciuta con artisti quasi inventati che ha sede in Germania (fuori dai nostri contatti) prende e viene a denunciare in Italia?Poi si affidano ad un'azienda Svizzera quindi comunque fuori dalla nostra portata per raccogliere prove?Da quando in qua uno studio legale promuove una pagina antipirateria dal nome roboante come quelle che fanno la Riaa e anche certi nostri conoscenti? non era degli studi legali la regola del riserbo e della discrezione su quello che avviene in casi del genre? qui mi pare che si stia facendo di tutto per creare allarmismo o sbaglio?Non sono 330 euro da pagare troppo pochi in modo da convincere gli utenti coinvolti a pagare pittosto che affrontare un'azione legale?Ricordate che la Logistep e' privata ed e' di parte, quindi non ha alcun prova giuridicamente valida in maneo.non e' il tempo dato da pagare troppo breve per permettere ai convolti di girarsi intorno, capirsi, avere informazioni e organzizzarsi?A chi e' che potrebbe fare comodo un'operazione del genere che sfruttando il fatto che in Italia abbiamo la spada di Damocle del penale sulla testa?In conclusione di tutto, chi c'e' dietro questa storia? I tedeschi ovviamente qui fanno solo da prestanome; quanto hanno lavorato per organzizzare tutto? volgio sapere chi, per ora posso solo immaginarli.....
    • Anonimo scrive:
      Re: E' una trappola
      Uno studio legale non crea pagine web di informazione, ne' le firma.
      • Anonimo scrive:
        Re: E' una trappola
        e per quanto riguarda gli ip associrati ai files?potrebbero averli loggati loro direttamente, però...boh!
    • Cavallo GolOso scrive:
      Re: E' una trappola
      - Scritto da:

      Secondo voi una casa discografica sconosciuta con
      artisti quasi inventati che ha sede in Germania
      (fuori dai nostri contatti) è in europa.non serve il passaportoc'è l'euroeccetera eccetera"fuori dai nostri contatti" de che?di msnmessenger?di skype?Non capisco bene cosa intendi, immagino.
      prende e viene a
      denunciare in
      Italia?diritto internazionale?
      Poi si affidano ad un'azienda Svizzera quindi
      comunque fuori dalla nostra portata per
      raccogliere
      prove?pare di si.
      Da quando in qua uno studio legale promuove una
      pagina antipirateria dal nome roboante come
      quelle che fanno la Riaa e anche certi nostri
      conoscenti? "Rydell aveva una teoria sui beni immobili virtuali.Più piccolo ed economico era il luogo fisico di una data operazione,più grande e pretenzioso era il suo sito web."William Gibson, "American Acropolis".
      non era degli studi legali la regola
      del riserbo e della discrezione su quello che
      avviene in casi del genre? ci sono anche tecniche basate sulla pressione psicologica e mediatica.forse questo è il caso.lo è?Potrebbe...
      qui mi pare che si
      stia facendo di tutto per creare allarmismo o
      sbaglio?qualche aguzzino preferisce lavorare in silenzio, al buio, lontano da sguardi indiscreti, per fare quello che gli pare e senza che la gente possa metterci bocca, nessun giornale, nessuno che faccia un esposto o una querela, una interrogazione parlamentare... i conti che si regolano faccia a faccia in un vicolo sono più facili da gestire...Così magari ci spaventiamo, ma magari drizziamo la schiena e diciamo "COSI' LE COSE NON POSSONO ANDARE AVANTI : SMETTIAMOLA DI LASCIAR FARE LORO QUELLO CHE VOGLIONO CON LA LEGGE, NOI SIAMO DI PIU' E VOGLIAMO COSE DIVERSE DAL NOSTRO PAESE, DAL NOSTRO MONDO, DALLA LEGGE."Questo si potrebbe farlo, ma tutti siamo pigri o impauriti, forse.
      Non sono 330 euro da pagare troppo pochi in modo
      da convincere gli utenti coinvolti a pagare
      pittosto che affrontare un'azione
      legale?330 euro a fronte di UN pezzo sono un guadagno niente male.credo che sia anche questa una cifra calcolata "psicologicamente"100 , 200 fanno ridere.400 suonavano troppo cattivi ... famo 330, và
      Ricordate che la Logistep e' privata ed e' di
      parte, quindi non ha alcun prova giuridicamente
      valida in
      maneo.Vuoi dire che tu come privato non puoi rivolgerti ad un legale e fare causa a uno?In pratica non esisterebbe il diritto. Per nessuno.:)Forse non intendevi questo
      non e' il tempo dato da pagare troppo breve per
      permettere ai convolti di girarsi intorno,
      capirsi, avere informazioni e
      organzizzarsi?non sta certo ad un attaccante darti il tempo per difenderti. Ci saranno dei limiti legali entro i quali sicurmente si sono mossi. Nei Limiti, bada bene, non "ampiamente in anticipo".Non sono amici della gente, fanno il loro lavoro, che in questo caso è colpire, difendere il proprio cliente, fare riscossioni, pressioni ecc...Qualcuno parlerebbe di minacce, intimidazioni e ricatto ... ma credo che non sia corretto.
      A chi e' che potrebbe fare comodo un'operazione
      del genere che sfruttando il fatto che in Italia
      abbiamo la spada di Damocle del penale sulla
      testa?C'è l'effetto Fascismo ( colpirne uno per educarne 100 ) , e c'è comunque un guadagno.in un certo senso tutti i drogati di sharing semplicemente prendono la mela.E' meglio del marketing : la gente la roba se l'è già presa . Loro non fanno altro che rincorrerti con lo scontrino in mano, uno scontrino molto molto magnetico e con degli interessi molto molto alti.
      In conclusione di tutto, chi c'e' dietro questa
      storia? Faccio le mie inutili ipotesi:lobbyesperimento ditta piccola fatto per tutte le grandi, da osservare per vedere se si può affondare la lama, per vedere quanto i cittadini europei e in questo caso italiani siano dei BAMBOCCI che permettono che la legge venga modificata oggi, nel 2007 e non nel medioevo, al servizio di una oligarchia industriale, alla faccia di una massa che sarà un milione di volte superiore a quelli che varano la legge.Loro fanno il test.Si accorgono che siamo pecoreParte l'affondo successivo.E nessuna ditta grossa si espone, all'inizio.
      I tedeschi ovviamente qui fanno solo da
      prestanome; quanto hanno lavorato per
      organzizzare tutto? volgio sapere chi, per ora
      posso solo
      immaginarli.....Ti preoccupi delle loro mosse, e si capisce, anzi. Ma quello che tutti dovremmo fare come cittadini, noi non lo facciamo.Non possiamo permettere che le leggi su brevetti e diritto d'autore, proprietà intellettuale, privacy, movimentazione delle informazioni (che sono il fulcro di questo secolo) vengano plasmate solo da quattro mercanti e da tutta la truppa dei loro mercenari.C'è una popolazione sterminata che NON si sta interessando al proprio destino nel momento, con i mezzi e nelle sedi appropriate.Si rischiano rivoluzioni violente e non si agisce politicamente con costanza, vigilanza e determinazione.Secondo me.
      • Anonimo scrive:
        Re: E' una trappola
        e faccio presente che 330 euro x 3636 persone sono1.199.880 di euro
        • Anonimo scrive:
          Re: E' una trappola
          - Scritto da:
          e faccio presente che 330 euro x 3636 persone sono

          1.199.880 di euroinfatti mi pare che GolOso abbia detto che non sono poi così pochi soldi
      • Anonimo scrive:
        Re: E' una trappola

        Faccio le mie inutili ipotesi:
        lobby
        esperimento ditta piccola fatto per tutte le
        grandi, da osservare per vedere se si può
        affondare la lama, per vedere quanto i cittadini
        europei e in questo caso italiani siano dei
        BAMBOCCI che permettono che la legge venga
        modificata oggi, nel 2007 e non nel medioevo, al
        servizio di una oligarchia industriale, alla
        faccia di una massa che sarà un milione di volte
        superiore a quelli che varano la
        legge.

        Loro fanno il test.
        Si accorgono che siamo pecore
        Parte l'affondo successivo.

        E nessuna ditta grossa si espone, all'inizio.probabilmente ci hai azzeccato.
        • Anonimo scrive:
          Re: E' una trappola
          - Scritto da:


          Faccio le mie inutili ipotesi:


          lobby

          esperimento ditta piccola fatto per tutte le

          grandi, da osservare per vedere se si può

          affondare la lama, per vedere quanto i cittadini

          europei e in questo caso italiani siano dei

          BAMBOCCI che permettono che la legge venga

          modificata oggi, nel 2007 e non nel medioevo, al

          servizio di una oligarchia industriale, alla

          faccia di una massa che sarà un milione di volte

          superiore a quelli che varano la

          legge.



          Loro fanno il test.

          Si accorgono che siamo pecore

          Parte l'affondo successivo.



          E nessuna ditta grossa si espone, all'inizio.

          probabilmente ci hai azzeccato.curioso come osserviamo l'aguzzino avvicinarsi, preparare le armi, affilarle, guardarci in cagnesco... lo fissiamo in faccia, stiamo fermi , lui arriva e ci uccide.qualunque sia la minaccia al nostro vivere civile, noi non facciamo niente, a parte mugugnare.
    • Anonimo scrive:
      Re: E' una trappola
      Che è, sei andato a giocare a bigliardino ?
    • Anonimo scrive:
      Re: E' una trappola
      -
      Ricordate che la Logistep e' privata ed e' di
      parte, quindi non ha alcun prova giuridicamente
      valida in
      maneo.
      Il metodo di acquisizione dei dati e' stato considerato affidabile dal Tribunale di Roma, e sulla base di questa dichiarazione e' stata considerata legittima la richiesta dei nominatitivi agli ISP. Vacci piano a dire che non hanno nessuna prova in mano.
      • Anonimo scrive:
        Re: E' una trappola

        Il metodo di acquisizione dei dati e' stato
        considerato affidabile dal Tribunale di Roma, e
        sulla base di questa dichiarazione e' stata
        considerata legittima la richiesta dei
        nominatitivi agli ISP.
        Vacci piano a dire che non
        hanno nessuna prova in
        mano.nel recepimento della direttiva europea IP Enforcement le parola "Evidence" e' stata traslitterata non in "prova" ma in "indizio" come gia' evidenziato su di un precedente articolo di PI, e questo ha fatto si che il magistrato romano abbia accettato la richiesta di fornire i nomi;riguardo all'uso di queste informazioni in caso di denuncia si tratta di indizi e non di prove quindi possono essere utilizzati per raccogliere prove ma non sono prove.Qui occorre qualche esperto legale, ma mi sa tanto che queste lettere non portano da nessuna parte, dato che per un processo penale occorre aquisire prove (ovvero irruzione e perquisizione coordinate con indagini sul traffico).Secondo me si rischia poco nulla, ma ribadisco, bisogna sentire un legale preparato in questa materia e pesno che nei prossimi giorni avremo chiarimenti.
    • Anonimo scrive:
      Re: E' una trappola

      Ricordate che la Logistep e' privata ed e' di
      parte, quindi non ha alcun prova giuridicamente
      valida in
      maneo.Anche gli investigatori privati sono, appunto, privati. Ma le loro prove sono giuridicamente valide. Così come la parola di un "poliziotto da supermercato" (leggi guardia giurata) vale più della tua.Sorry, sei rimasto al 1990. Il mondo è andato avanti. Capisco che non volete ammettere che la vostra amata Rete è stata rivolta contro di voi, ma è così. Get over it.
      • Anonimo scrive:
        Re: E' una trappola

        Anche gli investigatori privati sono, appunto,
        privati. Ma le loro prove sono giuridicamente
        valide. Così come la parola di un "poliziotto da
        supermercato" (leggi guardia giurata) vale più
        della
        tua.mi pare che qui il problema si stia spostando al fatto che i dati forniti dalla Logistep siano prove o indizi, qui occorre l'aiuto di un legale.Se e come dici tu pero' a cosa serve la parte della ipred2 che definisce proprio la collaborazione? sarebbe stata inutile, no?
        • Anonimo scrive:
          Re: E' una trappola


          mi pare che qui il problema si stia spostando al
          fatto che i dati forniti dalla Logistep siano
          prove o indizi, qui occorre l'aiuto di un
          legale.Ovvio. Uno vero però.
          Se e come dici tu pero' a cosa serve la parte
          della ipred2 che definisce proprio la
          collaborazione? sarebbe stata inutile,
          no?Forse per non dare adito a dubbi proprio in caso di inchieste internazionali iniziate da privati? C'è stato un gran vuoto legislativo a proposito di Internet, sta venendo colmato solo ora e IPRED2 serve a mettere nero su bianco e senza ombre quello che ormai si sta già facendo.
      • Anonimo scrive:
        Re: E' una trappola
        Strano, quando ho dato gli esami di diritto processuale penale e civile, le cose mi sembravano un po' diverse; eppure è stato nel 2004 ! ... Ed anche quando, più recentemente, ho studiato per l'esame da avvocato, non erano cambiate ... mah !
    • Anonimo scrive:
      Re: E' una trappola
      - Scritto da:

      Secondo voi una casa discografica sconosciuta con
      artisti quasi inventati che ha sede in Germania
      (fuori dai nostri contatti) prende e viene a
      denunciare in
      Italia?

      Poi si affidano ad un'azienda Svizzera quindi
      comunque fuori dalla nostra portata per
      raccogliere
      prove?

      Da quando in qua uno studio legale promuove una
      pagina antipirateria dal nome roboante come
      quelle che fanno la Riaa e anche certi nostri
      conoscenti? non era degli studi legali la regola
      del riserbo e della discrezione su quello che
      avviene in casi del genre? qui mi pare che si
      stia facendo di tutto per creare allarmismo o
      sbaglio?

      Non sono 330 euro da pagare troppo pochi in modo
      da convincere gli utenti coinvolti a pagare
      pittosto che affrontare un'azione
      legale?
      Ricordate che la Logistep e' privata ed e' di
      parte, quindi non ha alcun prova giuridicamente
      valida in
      maneo.

      non e' il tempo dato da pagare troppo breve per
      permettere ai convolti di girarsi intorno,
      capirsi, avere informazioni e
      organzizzarsi?

      A chi e' che potrebbe fare comodo un'operazione
      del genere che sfruttando il fatto che in Italia
      abbiamo la spada di Damocle del penale sulla
      testa?

      In conclusione di tutto, chi c'e' dietro questa
      storia? I tedeschi ovviamente qui fanno solo da
      prestanome; quanto hanno lavorato per
      organzizzare tutto? volgio sapere chi, per ora
      posso solo
      immaginarli.....Hai ragione
  • Dilling scrive:
    IPRED3
    Alla faccia della IPRED2 che prevede la collaborazione di squadre private alle indagini per reati di pirateria su scala commerciale, in Italia siamo già alla IPRED3 in cui la sola squadra privata raccoglie gli IP, certifica il reato e il magistrato ordina che gli diano i nominativi dei trasgressori, i quaqli non hanno neppure modo di avere una indagine dalle autorità predisposte.Se la violazione commessa e di ambito penale, ed in Italia vige l'obbligatorietà dell'azione penale, perché il magistrato non ha avviato un procedimento invece di permettere che costoro chiedano dei soldi per mettere tutto a tacere?E possibile che io chieda dei soldi ad un presunto (da mie indagini) colpevole per non denunciarlo? questo non è un ricatto o tentativo di estorsione?Da notare che per mettere tutto a tacere vogliono comunque che gli si firmi un documento nel quale ci si impegna a mai più scaricare/condividere un file dei loro assistiti, e nel caso ciò succedesse ci si deve impegnare a pagare 10 mila euro.
    • tonzie scrive:
      Re: IPRED3
      Infatti sono davvero schifato che tutto ciò sia permesso...se mi arriva la raccomandata col cavolo che pago! Mi associo con gli altri minacciati e gli si fa un bel mazzo alla Pepper (proprio del peep nel ...)
    • Anonimo scrive:
      Re: IPRED3
      per quel poco che ne so, chiedere soldi per evitare una denuncia e' un illecito, nonche' minaccia, e anche grave.
      • Anonimo scrive:
        Re: IPRED3
        sarebbe ora che qualcuno accettasse la sfida del tribunale..così forse e la volta buona che si potrà portare davanti alla corte costituzionale la legge urbani....
        • Anonimo scrive:
          Re: IPRED3
          Stranamente questa cosa mi ha fatto venire in mente vallettopoli... se non paghi...
        • Anonimo scrive:
          Re: IPRED3
          Una cosa del genere mi ricorda tanto vallettopoli, se non paghi pubblichiamo le foto....
        • Anonimo scrive:
          Re: IPRED3
          La legge è perfettamente costituzionale: non permette indagini (qui paventate) ai privati.Si limita ad innalzare ed inasprire le pene.L'unica novità della legge è la comparsa del reato penale per chi scarica e condivide (emendamento proposto dalla margherita e votata da tutti tranne qualche esponente del C-DX e alcuni esponenti di RC e verdi), cosa che non vi era nella legislazione italiana prima.
          • Anonimo scrive:
            Re: IPRED3

            La legge è perfettamente costituzionale: non
            permette indagini (qui paventate) ai
            privati.Il che, peraltro, non rende automaticamente una legge (penale) "conforme a Costituzione".Ci sono autorevoli giuristi (Bricola su tutti, ma la tesi è portata avanti anche, tra gli altri da Fiandaca) che sostengono la necessaria rilevanza costituzionale del bene giuridico tutelato dalla norma penale. Infatti, la sanzione penale comprime beni costituzionalmente protetti (libertà in primis, ma anche onore e patrimonio), e dunque dovrebbe essere comminata solo per fatti "proporzionati", cioè per la violazione di altri valori di rango costituzionale.La criminalizzazione del P2P senza scopo di lucro (ammesso e non concesso che sia tale, a ben vedere l'art.171 comma 1 LDA dovrebbe esser stato depenalizzato già dal 1981...) viola questo principio, perché il diritto d'autore, checché ne dicano i suoi difensori, non riceve alcuna menzione dalla Costituzione.Purtroppo, però, si tratta di una tesi (ben argomentata ma) minoritaria, e comunque allo stato non accolta dalla Corte Costituzionale...
    • wuis scrive:
      Re: IPRED3
      - Scritto da: Dilling
      Alla faccia della IPRED2 che prevede la
      collaborazione di squadre private alle indagini
      per reati di pirateria su scala commerciale, in
      Italia siamo già alla IPRED3 in cui la sola
      squadra privata raccoglie gli IP, certifica il
      reato e il magistrato ordina che gli diano i
      nominativi dei trasgressori, i quaqli non hanno
      neppure modo di avere una indagine dalle autorità
      predisposte.

      Se la violazione commessa e di ambito penale, ed
      in Italia vige l'obbligatorietà dell'azione
      penale, perché il magistrato non ha avviato un
      procedimento invece di permettere che costoro
      chiedano dei soldi per mettere tutto a
      tacere?

      E possibile che io chieda dei soldi ad un
      presunto (da mie indagini) colpevole per non
      denunciarlo? questo non è un ricatto o tentativo
      di
      estorsione?

      Da notare che per mettere tutto a tacere vogliono
      comunque che gli si firmi un documento nel quale
      ci si impegna a mai più scaricare/condividere un
      file dei loro assistiti, e nel caso ciò
      succedesse ci si deve impegnare a pagare 10 mila
      euro.



      esatto condivido pienamente, ma sottolineo che a livello di violazione della privacy in questo caso e anche nel caso di un'eventuale procedimento penale scaturito dal non pagamento della somma richiesta, ci si puo' rifare dei danni sugli ISP i quali anche in persone dei loro rappresentanti sono stati molto chiari insieme alel Associazioni dei consumatori quali Adiconsum sul chiarire che quanto fatto dalla societa' incaricata da Peppermint per la nostra legge non è valido.Il giudice che ha approvato la sentenza è un giudice sostitutivo e probabilmente, anzi mi auguro a causa dell'inesperienza ha approvato questa sentenza senza vedere bene quali sono i pun ti deboli della cosa.Sarebbe ora che invece di parlare parlare e parlare finalmente ci si mettesse d'accoro per agire, pere creare quel presupposto che serve e servira' in futuro a rendere il precedente una scusa per cavarsela.Ma non sara' cosi' in Italia tutti bravi a parlare quando c'è da agire si rimane sempre in 4 purtroppo :(
    • Anonimo scrive:
      Re: IPRED3
      l'unica cosa che è certa è che il tribunale a approvato i dati loggati dalla societa specializzata.io so che in italia non puoi farti giustizia da solo.solo un magistratato con le relative autorizzazioni può procedere ad attività di rilevazione / spionaggio, anche perchè domani prendo i primi 20 ip inventati e dico che sono pirati.minacciare via raccomandata di un presunto reato , chiedendo dei soldi è illegale , anzi da denuncia per calunnie , minaccia di stampo mafioso , ecc.ma la polizia , la finanza , la postale , i magistrati , non dicono niente che questi fanno come se fossero loro i padroni del popolo?
    • Anonimo scrive:
      Re: IPRED3
      - Scritto da: Dilling
      Alla faccia della IPRED2 che prevede la
      collaborazione di squadre private alle indagini
      per reati di pirateria su scala commerciale, in
      Italia siamo già alla IPRED3 in cui la sola
      squadra privata raccoglie gli IP, certifica il
      reato e il magistrato ordina che gli diano i
      nominativi dei trasgressori, i quaqli non hanno
      neppure modo di avere una indagine dalle autorità
      predisposte.

      Se la violazione commessa e di ambito penale, ed
      in Italia vige l'obbligatorietà dell'azione
      penale, perché il magistrato non ha avviato un
      procedimento invece di permettere che costoro
      chiedano dei soldi per mettere tutto a
      tacere?

      E possibile che io chieda dei soldi ad un
      presunto (da mie indagini) colpevole per non
      denunciarlo? questo non è un ricatto o tentativo
      di
      estorsione?

      Da notare che per mettere tutto a tacere vogliono
      comunque che gli si firmi un documento nel quale
      ci si impegna a mai più scaricare/condividere un
      file dei loro assistiti, e nel caso ciò
      succedesse ci si deve impegnare a pagare 10 mila
      euro.



      Chi gli ha dato i dati degli utenti? Con quale diritto? NOn è illegale questo?
    • sirbone72 scrive:
      Re: IPRED3
      In realtà non è illegale chiedere un risarcimento per non ricorrere alle vie legali.Se qualcuno mi arreca un danno, posso tranquillamente mandargli una raccomandata in cui gli chiedo di pagarmi una certa cifra come risarcimento entro una data, passata la quale procederò per vie legali.In questo caso, sto chiedendo un risarcimento in cambio del quale evito di avvalermi di un mio diritto, quello di farti causa. Il discorso di vallettopoli è tutt'altro affare: vendere delle foto compromettenti non è un mio diritto...
      • Anonimo scrive:
        Re: IPRED3
        - Scritto da: sirbone72 Il discorso di
        vallettopoli è tutt'altro affare: vendere delle
        foto compromettenti non è un mio
        diritto...Se le foto lei hai scattate tu, sono di tua proprieta e dunque le puoi vendere come e quando vuoi ...
      • Anonimo scrive:
        Re: IPRED3
        - Scritto da: sirbone72
        In realtà non è illegale chiedere un risarcimento
        per non ricorrere alle vie
        legali.
        Se qualcuno mi arreca un danno, posso
        tranquillamente mandargli una raccomandata in cui
        gli chiedo di pagarmi una certa cifra come
        risarcimento entro una data, passata la quale
        procederò per vie
        legali.
        In questo caso, sto chiedendo un risarcimento in
        cambio del quale evito di avvalermi di un mio
        diritto, quello di farti causa. Il discorso di
        vallettopoli è tutt'altro affare: vendere delle
        foto compromettenti non è un mio
        diritto...la differenza sta tra civile e penale. se uno ti arreca un danno in danaro e tu lo quereli, se questo paga puoi ritirare la denuncia, mi è appena successo a seguitodi un tamponamento e fuga. ma se si tratta di codice penale, credo proprio sia diverso. se tu sai di un omicidio e chiedi soldi all'assassino per non denunciare il reato, che è penale, commetti più d'un reato. poi boh, faccio il cuoco, potrei benissimo sbagliarmi
    • Capricorno74 scrive:
      Re: IPRED3
      e' ovviamnete un ricatto...un'estorsione legalizzata.Io voglio vedere come puo' la giustizia permettere una cosa simile...
      • Anonimo scrive:
        Re: IPRED3
        - Scritto da: Capricorno74
        e' ovviamnete un ricatto...
        un'estorsione legalizzata.

        Io voglio vedere come puo' la giustizia
        permettere una cosa
        simile...La parola d'ordine è "legalizzata".E poi, hai fatto caso ai cartelli in molti negozi? Se ti pigliano a rubare ti denunciano e si prendono una somma (varia a seconda del posto) per i danni. Caveat emptor.
        • Anonimo scrive:
          Re: IPRED3
          negozi? Se ti pigliano a rubare ti denunciano
          e si prendono una somma (varia a seconda del
          posto) per i danni. Caveat emptor.


          Si, però in negozio, sono a casa loro. Diversa invece è se il negozio venisse a perquisirti la tua abitazione senza mandato del tribunale. E nel qual caso, sarebbe violazione della privacy. Inoltre, qualsiasi cosa ti troverebbero a casa possono dire che l'hai presa da loro senza pagare, anche se l'hai comprata da tuttaltra parte. Oltre a ciò, tu devi anche provare la tua buona fede su ciò che loro affermano. Se non puoi faralo tanto peggio per te, pagando a loro anche cose che non hai acquistato da loro. Non so se mi spiego.
  • Anonimo scrive:
    Vedo pieno di consigli
    Tutti leoni con il cuxo degli altri 8)
  • Anonimo scrive:
    4000 Spartani
    Sono convinto che questa sia un'opportunitàSe con una denuncia tanto debole i 4000 pagheranno, apriranno la via alle majors di tutto il mondo per denunciare (minacciare ai fini di estorcere?) tutti, colpevoli e presunti tali.Se invece si uniranno, apriranno la strada ad un nuovo dialogo, nelle quali le discografiche europee dovranno mantenere profili e toni molto più bassiNon me la sento, non avendo ricevuto personalmente la lettera, di consigliare l'una o l'altra viaMa in casi come questi si fa la storiaIn bocca al lupo
    • Anonimo scrive:
      Re: 4000 Spartani

      Non me la sento, non avendo ricevuto
      personalmente la lettera, di consigliare l'una o
      l'altra
      viaci vuole un sostegno che li copra, questo e' il problema;non a caso i tempi sono stati volutamente fatti stretti, non c'e' il tempo di organizzarsi.
      • Anonimo scrive:
        Re: 4000 Spartani
        :)E' vero, non a caso li paragono, come ha fatto prima di me chi ha scritto il pezzo, agli eroi di Sparta
    • Dilling scrive:
      Re: 4000 Spartani
      No posso che quotare, io neppure ho il "piacere" di avere questa raccomandata, di sicuro non avrei pagato ma credo che avrei consultato un avvocato per vedere se non fosse il caso di fargli causa senza aspettare che loro eventualmente la facessero a me. Credo proprio che questo caso abbia bisogno di essere supportato con il massimo della forza possibile.
      • Anonimo scrive:
        Re: 4000 Spartani
        Se qualcuno, oltre me, volesse informare il garante, visto le poste che abbiamo magari la lettera di Cortiana non è arrivatagarante@garanteprivacy.it
  • Anonimo scrive:
    Egr. Studio Legale ..."nome studio"
    I risposta alla Vs. raccomandata del....., rispondo che non so memmeno di cosa stiate parlando e quindi come possano giustificarsi richieste simili.Non so nemmeno di che "file" stiate parlando in quando non lo conosco nemmeno.Vi diffido quindi di contunuare a importunarmi con simili richieste che suonano come ricattatorie, altrimenti mi vedrò costretto nel caso a chiedervi i danni giudizialmente.Distinti saluti.Pinco Pallino.Se hanno indicato una loro e-mail spedite il testo come e-mail e non come raccomandata; non vale la pena spendere 6 Euro per la raccomandata.
    • Anonimo scrive:
      Re: Egr. Studio Legale ..."nome studio"
      Domanda stupida, anzi forse stupida non lo e' perche' condizionera' gli interessati;se uno di loro affronta il processo e lo vince (la vittoria e' scontata perche' prove aquisite privatamente e da azienda di parte non valgono), che speranza c'e' di vedersi rifondere le spese legali sostenute?Lo dico perche' sta tutta qui la fregatura;ad un eventuale processo non ci sarebbero prove valide tranne la propria ammissione, quindi se c'e' il rimborso allora non e' giustificato pagare i 330 euro per liberarsi del problema;se dovessero fallire l'operazione avrebbero speso un sacco per niente e creato un campo minato per operazioni similari future.
      • Straha scrive:
        Re: Egr. Studio Legale ..."nome studio"
        - Scritto da:
        Domanda stupida, anzi forse stupida non lo e'
        perche' condizionera' gli
        interessati;
        se uno di loro affronta il processo e lo vince
        (la vittoria e' scontata perche' prove aquisite
        privatamente e da azienda di parte non valgono),
        che speranza c'e' di vedersi rifondere le spese
        legali
        sostenute?
        Lo dico perche' sta tutta qui la fregatura;
        ad un eventuale processo non ci sarebbero prove
        valide tranne la propria ammissione, quindi se
        c'e' il rimborso allora non e' giustificato
        pagare i 330 euro per liberarsi del
        problema;
        se dovessero fallire l'operazione avrebbero speso
        un sacco per niente e creato un campo minato per
        operazioni similari
        future.che io sappia nel processo penale ognuno paga le sue spese.è il processo civile che prevede il pagamento delle spese per il perdente.quindi, a fronte di una vittoria in sede penale, sarebbe utile intentare una causa civile e chiedere qualche milione di euro di danni, incluso il danno biologico provocato dello stress dell'accusa "infamante" di furto o quant'altro.il grosso problema è che una causa penale vinta da un utente non rappresenta per forza un precedente che debba essere rispettato in altre cause simili e quindi a seconda del giudice coinvolto si potrebbero avere risultati opposti :(
        • Anonimo scrive:
          Re: Egr. Studio Legale ..."nome studio"
          - Scritto da: Straha
          - Scritto da:

          Domanda stupida, anzi forse stupida non lo e'

          perche' condizionera' gli

          interessati;

          se uno di loro affronta il processo e lo vince

          (la vittoria e' scontata perche' prove aquisite

          privatamente e da azienda di parte non valgono),

          che speranza c'e' di vedersi rifondere le spese

          legali

          sostenute?

          Lo dico perche' sta tutta qui la fregatura;

          ad un eventuale processo non ci sarebbero prove

          valide tranne la propria ammissione, quindi se

          c'e' il rimborso allora non e' giustificato

          pagare i 330 euro per liberarsi del

          problema;

          se dovessero fallire l'operazione avrebbero
          speso

          un sacco per niente e creato un campo minato per

          operazioni similari

          future.

          che io sappia nel processo penale ognuno paga le
          sue
          spese.
          è il processo civile che prevede il pagamento
          delle spese per il
          perdente.
          quindi, a fronte di una vittoria in sede penale,
          sarebbe utile intentare una causa civile e
          chiedere qualche milione di euro di danni,incluso il danno biologico provocato dello stressdell'accusa "infamante" di furto o quant'altro.

          il grosso problema è che una causa penale vinta
          da un utente non rappresenta per forza un
          precedente che debba essere rispettato in altre
          cause simili e quindi a seconda del giudice
          coinvolto si potrebbero avere risultati opposti
          :(Che cosa??? Chiedete i danni biologici?? E per cosa,per una bella impalata di quelle che sfondano il deretano? (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Straha scrive:
            Re: Egr. Studio Legale ..."nome studio"
            - Scritto da:

            - Scritto da: Straha

            - Scritto da:


            Domanda stupida, anzi forse stupida non lo e'


            perche' condizionera' gli


            interessati;


            se uno di loro affronta il processo e lo vince


            (la vittoria e' scontata perche' prove
            aquisite


            privatamente e da azienda di parte non
            valgono),


            che speranza c'e' di vedersi rifondere le
            spese


            legali


            sostenute?


            Lo dico perche' sta tutta qui la fregatura;


            ad un eventuale processo non ci sarebbero
            prove


            valide tranne la propria ammissione, quindi se


            c'e' il rimborso allora non e' giustificato


            pagare i 330 euro per liberarsi del


            problema;


            se dovessero fallire l'operazione avrebbero

            speso


            un sacco per niente e creato un campo minato
            per


            operazioni similari


            future.



            che io sappia nel processo penale ognuno paga le

            sue

            spese.

            è il processo civile che prevede il pagamento

            delle spese per il

            perdente.

            quindi, a fronte di una vittoria in sede penale,

            sarebbe utile intentare una causa civile e

            chiedere qualche milione di euro di danni,
            incluso il danno biologico provocato dello stress
            dell'accusa "infamante" di furto o
            quant'altro.



            il grosso problema è che una causa penale vinta

            da un utente non rappresenta per forza un

            precedente che debba essere rispettato in altre

            cause simili e quindi a seconda del giudice

            coinvolto si potrebbero avere risultati opposti

            :(

            Che cosa??? Chiedete i danni biologici?? E per
            cosa,per una bella impalata di quelle che
            sfondano il deretano?

            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)dove stà l'impalata, avendo scritto quindi, a fronte di una vittoria in sede penale , sarebbe utile intentare una causa civile ??dai torna sotto il sasso, che la luce del sole a quelli come te fa male ;)
  • Anonimo scrive:
    denuncia per estorsione
    ci starebbe benissimo una denuncia per estorsione ed contestualmente una al provider per violazione della privacy.
  • Anonimo scrive:
    Raccolta Fondi ...
    Mi pare evidente che siamo quasi arrivati all'estorsione legalizzata. Qualcuno mi dica se sbaglio, ma a quanto mi risulta, se uno dei 3636 utenti riesce a vincere la causa legale, quasi automaticamente questi signori perdono il potere di usare in futuro questa forma di ricatto. E' corretto?Nel caso di risposta affermativa, quanti di voi sono pronti a donare una manciata di euri per una sorta di raccolta fondi atta a sostenere le spese legali contro questa benedetta diffida?Ovviamente bisogna ponderare il tutto e vedere nei dettagli di cosa si sta parlando, ma se l'impressione che noi tutti abbiamo corrisponde alla realtà, beh difendiamoci!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Raccolta Fondi ...
      Infatti hanno dato pochissimo tempo a disposizione per pagare proprio per impedire che ci si possa organizzare;altro che tedeschi, qui e' tutto organizzato in casa.
      • Anonimo scrive:
        Re: Raccolta Fondi ...
        - Scritto da:

        Infatti hanno dato pochissimo tempo a
        disposizione per pagare proprio per impedire che
        ci si possa
        organizzare;
        altro che tedeschi, qui e' tutto organizzato in
        casa.E voi credete che sia legale un patteggiamento extragiudiziale anzi pregiudiziale su base indiziaria e, caso mai per assurdo lo fosse, credete che sia legale imporre tempi di accettazione arbitrariamente ristretti?Visto che i tempi sono ristretti, allargateli evitando la notifica di raccomandate o altro per qualche tempo (basta fingersi assenti...)
    • Anonimo scrive:
      Re: Raccolta Fondi ...
      diemnticavo;sarebbe importante che nessuno di loro ceda al pagamento pero' bisogna aiutarli economicamente, perlomeno quelli che venissero realmente colpiti;se tutti e 3600 rifiutano di pagare no ncredo che partano 3600 cause, ne sceglieranno qualcuno di specifico e questo va sostenuto da tutti affinche' non ceda.Ragazzi, qui bisogna aprire il portafogli e aiutare (bsiogna vedere quanti sono disposti a farlo, i casi di Kaneko in giappone e Patty negli Us dimostrano che qualche volta ci si riesce).Se vincono loro in futuro vedremo questo sistema di estorsione moltiplicarsi e tutti dovranno pagare.Se dovesse saltare, nessuno pagare, vincere eventuali cause un fatto come questo potrebbe diventare un campo minato per major e alleati e allora non rischieremo piu' nulla almeno di simile, saranno costretti a cambiare strategia.
      • Anonimo scrive:
        Re: Raccolta Fondi ...
        - Scritto da:

        diemnticavo;
        sarebbe importante che nessuno di loro ceda al
        pagamento pero' bisogna aiutarli economicamente,
        perlomeno quelli che venissero realmente
        colpiti;
        se tutti e 3600 rifiutano di pagare no ncredo che
        partano 3600 cause, ne sceglieranno qualcuno di
        specifico e questo va sostenuto da tutti
        affinche' non
        ceda.
        Ragazzi, qui bisogna aprire il portafogli e
        aiutare (bsiogna vedere quanti sono disposti a
        farlo, i casi di Kaneko in giappone e Patty negli
        Us dimostrano che qualche volta ci si
        riesce).
        Se vincono loro in futuro vedremo questo sistema
        di estorsione moltiplicarsi e tutti dovranno
        pagare.
        Se dovesse saltare, nessuno pagare, vincere
        eventuali cause un fatto come questo potrebbe
        diventare un campo minato per major e alleati e
        allora non rischieremo piu' nulla almeno di
        simile, saranno costretti a cambiare
        strategia.Ma non ne vale la pena di allarmarsi così. Son 4 pirla che si fracasseranno la testa da soli.
  • Anonimo scrive:
    BOICOTTIAMOLI
    Bisogna boicottarli e non comprare più nulla che sia di loro produzione... ma loro che cavolo producono? Oo Mai sentiti ^^'''
  • Anonimo scrive:
    Studio Legale Marchette di Rotterdam
    Sganciate 330 Euri o vi denuncio!Siete avvisati!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Studio Legale Marchette di Rotterdam
      - Scritto da:
      Sganciate 330 Euri o vi denuncio!
      Siete avvisati!!giuridicamente le vostre prove non hanno valore;respingo le vostre accuse o vi porto in tribunale per tentata estorsione;si potrebbe rispondere cosi'.
      • Anonimo scrive:
        Re: Studio Legale Marchette di Rotterdam
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Sganciate 330 Euri o vi denuncio!

        Siete avvisati!!

        giuridicamente le vostre prove non hanno valore;
        respingo le vostre accuse o vi porto in tribunale
        per tentata
        estorsione;

        si potrebbe rispondere cosi'.Sono dei BUFFONI che tentano di estorcere soldi RICATTANDO. E come tali van trattati.Se si vogliono infiolare nel bucio di cuXo nero della giustizia Italiana, .....si accomodino; si romperanno le corna.Poi chedete loro i danni e fateveli pagare ben salati.
        • Anonimo scrive:
          Re: Studio Legale Marchette di Rotterdam
          Questi non sono scemi,hanno fatto bene i loro conticini!Chi di voi rischierebbe le lungaggini, le spese e l'incompetenza in materia di avvocati e giudici italiani x risparmiare una cifra che si aggirerà sui 600-750 euro?Ed una cifra del genere anche x la metà delle raccomandate inviate fa + o - 1,5 milioni di euro.E per massimizzare il guadagno probabilmente alle persone che non pagano non gli faranno nemmeno causa,ma si limiteranno a denunciarle alla polizia postale.Poi naturalmente chiederanno i danni solo a coloro che sono stati ritenuti colpevoli dallo stato italiano.
          • Anonimo scrive:
            Re: Studio Legale Marchette di Rotterdam
            - Scritto da:
            Questi non sono scemi,hanno fatto bene i loro
            conticini!
            Chi di voi rischierebbe le lungaggini, le spese e
            l'incompetenza in materia di avvocati e giudici
            italiani x risparmiare una cifra che si aggirerà
            sui 600-750
            euro?
            Ed una cifra del genere anche x la metà delle
            raccomandate inviate fa + o - 1,5 milioni di
            euro.
            E per massimizzare il guadagno probabilmente alle
            persone che non pagano non gli faranno nemmeno
            causa,ma si limiteranno a denunciarle alla
            polizia
            postale.
            Poi naturalmente chiederanno i danni solo a
            coloro che sono stati ritenuti colpevoli dallo
            stato
            italiano.In effetti cifre di questa entità sono quelle richieste da chi "ci prova" (anche esperienza personale) giocando sull'intimidazione ricattatoria, cifre abbastanza convenienti rispetto ai casini di un processo che non starebbe in piedi, e che quasi certamente non intenteranno, emettendo poi un comunicato nel quale dichiareranno che sono così buoni da non voler infierire ulteriormente ...
      • Anonimo scrive:
        Re: Studio Legale Marchette di Rotterdam
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Sganciate 330 Euri o vi denuncio!

        Siete avvisati!!

        giuridicamente le vostre prove non hanno valore;
        respingo le vostre accuse o vi porto in tribunale
        per tentata
        estorsione;

        si potrebbe rispondere cosi'.la risposta giusta è"giuridicamente le vostre prove non hanno valore; respingo le vostre accuse e chiedo 330 euro di danni morali o vi porto in tribunaleper tentata estorsione;"
  • Anonimo scrive:
    DENUNCIATE I PROVIDER
    L'indirizzo IP è un dato sensibile, NESSUN provider può fornire la corrispondenza IP-persona se non al titolare di quell'IP e alle autorità dietro autorizzazione (SCRITTA E MOTIVATA) di un magistrato.Denunciate IMMEDIATAMENTE il provider con una raccomandata al provider (che è titolare del trattamento dei vostri dati) e per conoscenza al Garante.Nella raccomandata al provider, già che ci siete, oltre a riservarvi di richiedergli tutti i danni e le spese sostenute, riservatevi anche il diritto, in caso di mancata risposta o risposta insoddisfacente, di metterli in mora, ossia di SMETTERE DI PAGARE LE BOLLETTE e in caso di interruzione forzata di chiedere CONGRUI risarcimenti.Non dategliela vinta.Intanto segnalate i provider che danno i vostri dati a destra e a manca, di modo che chi non ha ricevuto la famigerata raccomandata possa fare DISDETTA DI MASSA con chi non rispetta le regole MINIME per la privacy.Telecom è uno. Altri?
    • Anonimo scrive:
      Re: DENUNCIATE I PROVIDER
      Guarda che i Provider hanno ricevuto l'ORDINE di un magistrato (Tribunale di ROma) a fornire i tabulati per il controllo incrociato dell'indirizzo IP. Hai poco da denunciare i Provider.
  • Anonimo scrive:
    La mancanza di precedenti
    in materia rende ogni considerazione incerta e rischiosa. In realtà credo che nessun legale si sia ancora sbilanciato nel fornire un proprio parere poichè in assenza totale di precedenti specifici nessuno vuole rischiare nel fornire un parere.Ad oggi dire come si potrebbe concludere la cosa secondo me è pura arte divinatoria.Anche perchè le norme cui ci si può appigliare (da una parte e dall'altra) sono diverse e nessuna studiata per questo specifico ambito di applicazione.Poi la situazione italiana è molto particolare poichè la conciliazione stragiudiziale richiesta non rientra in nessuna norma esistente...giusto quindi avere qualche dubbio sulla sua legittimità, ma soprattutto sulla sua validità ed eventuale "efficacia".
    • Anonimo scrive:
      Re: La mancanza di precedenti
      I precedenti ci sono, se guardi con attenzione e nella giusta prospettiva.-è un reato grave? no!-i "colpevoli" sono politici? Non credo!-sono ricchi? neppure!-toccano il portafoglio di qualche potente? si!-è gente che arriva a stento a fine mese? quasi certamente!hanno abbastanza soldi da pagare avvocati che rendano la legge "uguale per tutti"? No!ecc...? ecc!QUINDI DOVRANNO PAGARE!QUANTO?Hanno ucciso, stuprato, fottuto soldi a mezza italia (quella povera), o commesso reati gravi, infami e vigliacchi, o di stampo mafioso?No!ALLORA TUTTO E DI PIù!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: La mancanza di precedenti
      - Scritto da:
      In realtà credo che nessun legale si
      sia ancora sbilanciato nel fornire un proprio
      parere poichè in assenza totale di precedenti
      specifici nessuno vuole rischiare nel fornire un
      parere.lo penso anch'io, infatti non a caso la cifra richiesta e' esigua e convincera' molti a pagare per liberarsi del problemi;sebbene questo risolva facilmente le cose per loro diventera' un pesantissimo precedente perche' significa che queste lettere diventeranno pratica comunee il sito preparato a doc da uno studio legale che lavora per un'azienda tedesca? non e' mai esistita una cosa del genere;e' una trappola.
  • Anonimo scrive:
    PAGATE E SILENZIO!
    Dovete solo ringraziare la casa discografica, se decidono di querelarvi rischiate la galera, le pene sono pesanti, meglio andare a rubare. Pagate che oggi vi è andata bene 8)
    • Anonimo scrive:
      Re: PAGATE E SILENZIO!
      - Scritto da:
      Dovete solo ringraziare la casa discografica, se
      decidono di querelarvi rischiate la galera, le
      pene sono pesanti, meglio andare a rubare. Pagate
      che oggi vi è andata bene
      8)ma si, dammi l'indirizzo che domani ti mando una raccomandata e ti chiedo 500 euro per calunnia, come non ho le prove della calunnia? vabbè a che servono le prove, tu paga intanto, se no rischi la galera! :D
      • Anonimo scrive:
        Re: PAGATE E SILENZIO!
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Dovete solo ringraziare la casa discografica, se

        decidono di querelarvi rischiate la galera, le

        pene sono pesanti, meglio andare a rubare.
        Pagate

        che oggi vi è andata bene

        8)

        ma si, dammi l'indirizzo che domani ti mando una
        raccomandata e ti chiedo 500 euro per calunnia,
        come non ho le prove della calunnia? vabbè a che
        servono le prove, tu paga intanto, se no rischi
        la galera!
        :DTestina le prove le hanno, hanno i log di chi ha condiviso quel materiale 8)
        • Anonimo scrive:
          Re: PAGATE E SILENZIO!
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          Dovete solo ringraziare la casa discografica,
          se


          decidono di querelarvi rischiate la galera, le


          pene sono pesanti, meglio andare a rubare.

          Pagate


          che oggi vi è andata bene


          8)



          ma si, dammi l'indirizzo che domani ti mando una

          raccomandata e ti chiedo 500 euro per calunnia,

          come non ho le prove della calunnia? vabbè a che

          servono le prove, tu paga intanto, se no rischi

          la galera!

          :D

          Testina le prove le hanno, hanno i log di chi ha
          condiviso quel materiale
          8)un file di testo con dei numerini... creato per giunta da un provato...uuuuuuuttttttiiiiiiilllllleeeeaspé che mi faccio un elenco degli amici in chat così poi mando la letterina tanto mi fo il log e vale come prova...
          • Anonimo scrive:
            Re: PAGATE E SILENZIO!
            Non solo i log, hanno anche scaricato da chi ha messo in condivisione il materiale, come credi che ne abbiano beccati così tanti negli Usa?
          • Anonimo scrive:
            Re: PAGATE E SILENZIO!
            - Scritto da:
            Non solo i log, hanno anche scaricato da chi ha
            messo in condivisione il materiale, come credi
            che ne abbiano beccati così tanti negli
            Usa?Hanno sbaglato. Sono degli imbroglioni,. Io non ho i file che loro dicono che io abbia.Hanno preso ip a caXXo.
          • Anonimo scrive:
            Re: PAGATE E SILENZIO!
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Non solo i log, hanno anche scaricato da chi ha

            messo in condivisione il materiale, come credi

            che ne abbiano beccati così tanti negli

            Usa?

            Hanno sbaglato. Sono degli imbroglioni,. Io non
            ho i file che loro dicono che io
            abbia.
            Hanno preso ip a caXXo.è molto probabile...cmq si inculino. se paghi sei un pirla... 8)
          • Anonimo scrive:
            Re: PAGATE E SILENZIO!
            - Scritto da:
            Non solo i log, hanno anche scaricato da chi ha
            messo in condivisione il materiale, come credi
            che ne abbiano beccati così tanti negli
            Usa?io ho scaricato un porno d'autore dal berlusca... non ci credi? ho i log e i file
        • Anonimo scrive:
          Re: PAGATE E SILENZIO!

          Testina le prove le hanno, hanno i log di chi ha
          condiviso quel materialesono prove raccolte da un'azienda privata quindi nessun valore;la trappola sta nel fatto che 330 euro sono pochi in confronto alla spesa da sostenere per un eventuale processo anche in caso di vittoria, molta gente preferira' pagare facendo il loro gioco (ammettere la colpa, far divenire queste raccomandate un metodo standard futuro), va stroncato sul nascere.
          • Anonimo scrive:
            Re: PAGATE E SILENZIO!

            sono prove raccolte da un'azienda privata quindi
            nessun
            valore;mi spiego meglio, giuridicamente ad un processo sono prove senza valore sia perche' aquisite da un'azienda privata per proprio conto sia perche' pagata e quindi non imparziale.Chi accetta di andare in giudizio ha la vittoria assicurata salvo che non ti sequestrino il pc e trovino dentro quello che loro dicono che hai, il che e' tutt'altro che fattibile.
          • Anonimo scrive:
            Re: PAGATE E SILENZIO!
            - Scritto da:


            sono prove raccolte da un'azienda privata quindi

            nessun

            valore;

            mi spiego meglio, giuridicamente ad un processo
            sono prove senza valore sia perche' aquisite da
            un'azienda privata per proprio conto sia perche'
            pagata e quindi non
            imparziale.
            Chi accetta di andare in giudizio ha la vittoria
            assicurata salvo che non ti sequestrino il pc e
            trovino dentro quello che loro dicono che hai, il
            che e' tutt'altro che
            fattibile.
            In termini legali hai perfettamente ragione, ma ripeto, la cosa che non quadra proprio è l'autorizzazione da parte di un magistrato compiacente all'acquisizione di tali prove, indipendentemente dalla loro invalidità giuridica.
    • Anonimo scrive:
      Re: PAGATE E SILENZIO!
      e' una trappola, se l'operazione riesce diventera' normalita' per tutti;bisogna farla saltare a costo di finanziare le spese per loro....solo cosi' li si potranno fermare.
    • tonzie scrive:
      Re: PAGATE E SILENZIO!
      Questa è un palla bella e buona: semplicemente è sufficiente che i 3000 e rotti assumano un avvocato (visto il numero potrebbero assumere un pool di studi legali) e fare un discreto mazzo alla telecom, alla peppercippalippa e a chi ha permesso che le proprie informazioni finissero nelle mani di tali individui! Scommeto che dopo tale (sicura) sconfitta in aula la peppermint ci penserà due due volte prima di riprovarci...
      • Anonimo scrive:
        Re: PAGATE E SILENZIO!
        - Scritto da: tonzie
        Questa è un palla bella e buona: semplicemente è
        sufficiente che i 3000 e rotti assumano un
        avvocato (visto il numero potrebbero assumere un
        pool di studi legali) e fare un discreto mazzo
        alla telecom, alla peppercippalippa e a chi ha
        permesso che le proprie informazioni finissero
        nelle mani di tali individui! Scommeto che dopo
        tale (sicura) sconfitta in aula la peppermint ci
        penserà due due volte prima di
        riprovarci...Suggerisco di passare da Sante Lichieri e per Forum,chissa che la Dalla Chiesa possa fare qualche cosa.Buffoniiiii!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: PAGATE E SILENZIO!
      - Scritto da:
      Dovete solo ringraziare la casa discografica, se
      decidono di querelarvi rischiate la galera, le
      pene sono pesanti, meglio andare a rubare. Pagate
      che oggi vi è andata bene
      8)Attento quando vai in giro per la strada che se hai qualche scheletro nell'armadio, magari anche solo aver fatto la fotocopia di un libro, con la tua logica sarai il prossimo.
    • Anonimo scrive:
      Re: PAGATE E SILENZIO!
      In Italia non è come in USA. Meglio non pagare nulla. Tanto in galera non ci andrà nessuno ( e ci mancherebbe....!)
  • Anonimo scrive:
    Tanto c'e' l'indulto...
    e quella grande vergogna di questo governo cosiddetto di sinistra, l'indulto, che ha premiato i vari stramiliardari Tanzi, Cragnotti e WannaMarchi permettendogli di farla franca, stavolta finisce per aiutare anche quei poveri cristi dei ragazzini che hanno scaricato una canzone, rendendo inutile ogni procedimento penale
    • Anonimo scrive:
      Re: Tanto c'e' l'indulto...
      non credo che l'indulto funzioni per i reati futuri.
      • Anonimo scrive:
        Re: Tanto c'e' l'indulto...
        - Scritto da:
        non credo che l'indulto funzioni per i reati
        futuri.nella fattispecie si parla di marzo-aprile 2006, periodo coperto dall'indultoper il futuro pero', e' meglio che i ragazzini del P2P si organizzino in altro modo, non so, ad esempio che aprano una azienda che produce latte e derivati, e poi con l'aiuto delle banche vendano migliaia di miliardi di obbligazioni carta straccia ai pensionati... :
        • Anonimo scrive:
          Re: Tanto c'e' l'indulto...
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          non credo che l'indulto funzioni per i reati

          futuri.

          nella fattispecie si parla di marzo-aprile 2006,
          periodo coperto
          dall'indultoPerò l'indulto estingue solo la pena e, quindi, non esclude la possibilità di una richiesta di danni.Comunque, vista la "qualità" della musica prodotta da quella casa discografica, direi che i 300 e fischia sono la giusta pena per chi l'ha scaricata :)
    • Anonimo scrive:
      [OT] Re: Tanto c'e' l'indulto...
      - Scritto da:
      e quella grande vergogna di questo governo
      cosiddetto di sinistra, l'indulto, che ha
      premiato i vari stramiliardariveramente l'indulto non si è applicato per i reati di truffa o falso in bilancio, hanno liberato solo chi aveva commesso reati di violenza, non male eh! magari averceli i ladri, invece abbiamo in giro solo assassini e stupratori...
      • Anonimo scrive:
        Re: [OT] Re: Tanto c'e' l'indulto...
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        e quella grande vergogna di questo governo

        cosiddetto di sinistra, l'indulto, che ha

        premiato i vari stramiliardariL'indulto ha avuto i voti di maggioranza e opposizione.
        veramente l'indulto non si è applicato per i
        reati di truffa o falso in bilancio, hanno
        liberato solo chi aveva commesso reati di
        violenza, non male eh! magari averceli i ladri,
        invece abbiamo in giro solo assassini e
        stupratori...Nemmeno omicidi e stupri erano coperti dall'indulto. Ma informarsi prima di aprire bocca, caro italiano?
        • Anonimo scrive:
          Re: [OT] Re: Tanto c'e' l'indulto...
          - Scritto da:



          Nemmeno omicidi e stupri erano coperti
          dall'indulto. Ma informarsi prima di aprire
          bocca, caro
          italiano?riprendo la tua frase "informarsi prima di aprire bocca, caro connazionale ... ricorda che l'omicidio rientra nell'indulto (tre anni di sconto) mentre è vero che lo stupro non era contemplato .... così come la rapina, lo spaccio, traffico e detenzione di stupefacenti, terrorismo, usura ecc ecc ....
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT] Re: Tanto c'e' l'indulto...
            ...mi rendo sempre più conto che tutte le buone maniere che mi hanno insegnato i iei non servono proprio a un tazzo: se rubi, vieni "premiato" con gli arresti domiciliari (qualcuno ha visto la villazza di Tanzi???) e magari anche elogiato perchè hai inculato il prossimo senza alcuna pena da scontare...Complimenti, stato Italiano, davvero: complimenti!
    • Anonimo scrive:
      Re: Tanto c'e' l'indulto...
      e' diverso, se viene ravvisato il penale dopo segue una causa civile di richiesta danni;esaminando i dettagli portare il caso in tribunale e' una vittoria ad altissima probabilita' per gli utenti ma anche una grossa spesa da affrontare;in questo caso sarebbe utile una causa collettiva che permetta agli offesi di distribuire i costi (sono 3600 e passa, fanno oltre 1 milione di euro solo con quello che che si vedono costretti a pagare);ma il problema e' che se l'operazione riesce e gli utenti pagano diventera' un metodo sistematico per il futuro;qui bisogna dargli spalla affinche' nessuno paghi e aiutarli finanziariamente perche' affrontino eventuali processi;il problema e' che il tempo che hanno dato a disposizione e' poco (tutto studiato a puntino come il sito organizzato dello studio legale) e anche questo mi domando se sia molto legale.Comunque avete notato l'esistenza del sito dell ostudio legale pronto e tutto? quando mai s'era vista una cosa del genere?L'unica spiegazione e' che era tutto preparato da tempo e probabilmente e' stato tutto organizzato in italia da signori che conoscono la lingua italiana (quindi la casa tedesca farebbe solo da prestanome), quindi si tratta di gioco sporco.
      • Anonimo scrive:
        Re: Tanto c'e' l'indulto...


        Comunque avete notato l'esistenza del sito dell
        ostudio legale pronto e tutto? quando mai s'era
        vista una cosa del
        genere?
        L'unica spiegazione e' che era tutto preparato da
        tempo e probabilmente e' stato tutto organizzato
        in italia da signori che conoscono la lingua
        italiana (quindi la casa tedesca farebbe solo da
        prestanome), quindi si tratta di gioco
        sporco.Whois output for: antipirateria.itDomainDomain:antipirateria.itStatus:ACTIVE Created:2006-12-27 00:00:00 Expire Date:2008-03-27Last Update:2007-03-27 16:48:25 RegistrantName:RECHTSANWALTSKANZLEI MAHLKNECHT & ROTTENSTEINERContactID:RECH19-ITNICAddress:STREITERGASSE 4139100 - BOZEN (BZ)IT Nationality:ITPhone:+39.0471051880Email:info@ital-recht.comCreated:2007-03-27 16:48:25Last Update:2007-03-27 16:48:25 AdminName:Otto MahlknechtContactID:OM3363-ITNICAddress:STREITERGASSE 4139100 - BOZEN (BZ)IT Phone:+39.0471051880Email:info@ital-recht.comCreated:2007-03-27 16:48:25Last Update:2007-03-27 16:48:25 TechName:Nicadm BrennercomContactID:NB1339-ITNICAddress:Brennercom AG SpAVia Pacinotti, 1239100 - Bolzano (BZ)IT Phone:+39.0471060111Fax:+39.0471060188Email:nicadm@bkom.itCreated:2001-12-07 00:00:00Last Update:2007-03-01 07:36:56 RegistrarOrganization:Brennercom s.p.a.Name:BCOM-MNT Nameservers dns1.bkom.it dns2.bkom.it dns3.nic.it
        • Anonimo scrive:
          Re: Tanto c'e' l'indulto...
          NOTEVOLE!!! DAVVERO!!!Lorsignori "antipirateria" si avvalgano di indagini private per lucrare su un problema che COMUNQUE non sono in grado di risolvere...CHE SCHIFO!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Tanto c'e' l'indulto...
        basterebbe infatti che i 3600 e passa si organizzassero, che so facendo un sito che li raccolga e un unico studio legale che faccia una causa collettiva, che so per esempio invece di pagare i 300 e passa euro ai crucchi potrebbero mettere 10 euro a testa per pagare le spese legali della causa che vincerebbero senza problemi(parlo in terza persona plurale perchè purtroppo non penso che mi arriverà la raccomandata, in quanto grazie a telecom nel 2006 navigavo ancora con il gprs LOL, e sfido loro a dirmi che condividevo qualcosa con i 2kb/s scarsi di upload del gprs :°D)
    • Anonimo scrive:
      Re: Tanto c'e' l'indulto...
      Beh considerando che ieri il Presidente Della Repubblica ha affermato che il carcere dovrà essere riservato solo a chi compie reati socialmente pericolosi penso che il paese sarà popolato da assassini e stupratori e le carceri da chi ha scaricato qualche video o mp3.
      • Anonimo scrive:
        Re: Tanto c'e' l'indulto...
        - Scritto da:
        Beh considerando che ieri il Presidente Della
        Repubblica ha affermato che il carcere dovrà
        essere riservato solo a chi compie reati
        socialmente pericolosi penso che il paese sarà
        popolato da assassini e stupratori e le carceri
        da chi ha scaricato qualche video o
        mp3.Speriamo almeno che ci portino la fibra ottica nelle carceri....così almeno scarichiamo a busso...e nessuno potrà + fermarci.... buahahahahahahah :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Tanto c'e' l'indulto...
        - Scritto da:
        Beh considerando che ieri il Presidente Della
        Repubblica ha affermato che il carcere dovrà
        essere riservato solo a chi compie reati
        socialmente pericolosi penso che il paese sarà
        popolato da assassini e stupratori e le carceri
        da chi ha scaricato qualche video o
        mp3.Fino a prova contraria omicidi e stupri sono reati socialmente pericolosi, dunque non si capisce la tua battuta. Chi scarica mp3 non va in carcere, non siamo negli USA.
    • Ekleptical scrive:
      Re: Tanto c'e' l'indulto...
      - Scritto da:
      stavolta finisce per aiutare anche quei poveri
      cristi dei ragazzini che hanno scaricato una
      canzone, rendendo inutile ogni procedimento
      penaleL'indulto ti abbuona 3 anni di penale, non ha effetti sul civile. Se seguivi report l'altro giorno, avresti appreso che i processi vanno avanti lo stesso e si concludono (se è il caso) con una condanna lo stesso. Quindi, oltre a finirti cmq in fedina penale, rimane del tutto aperta la richiesta danni in sede civile, che l'indulto non tocca.Quindi non vai in galera, ma cmq paghi.
      • Anonimo scrive:
        Re: Tanto c'e' l'indulto...

        L'indulto ti abbuona 3 anni di penale, non ha
        effetti sul civile. Se seguivi report l'altro
        giorno, avresti appreso che i processi vanno
        avanti lo stesso e si concludono (se è il caso)
        con una condanna lo stesso. Quindi, oltre a
        finirti cmq in fedina penale, rimane del tutto
        aperta la richiesta danni in sede civile, che
        l'indulto non
        tocca.
        Ekle quante stupidaggini dici e su ogni argomento, ogni sottolineo.Dici che non si tratta di penale ma di civile e poi parli di fedina penale...quindi?! O e' penale o non lo e'. Se e' penale il processo va avanti ok ma io non vado in galera nemmeno un giorno, mi prendo la condanna ok, pago una multa se vengo trovato colpevole altrimenti mi assolvono e mi pago l'avvocato e chi mi ha denunciato paga le spese legali. La fedina penale poi sta sporca per massimo 5 anni per questi tipi di reati e se paghi una multa dopo sei mesi torna pulita come prima.Se e' il civile invece e' una stupidata con un buon avvocato ti difendi e non ti succede niente, tantomeno il carcere...
    • Anonimo scrive:
      Re: Tanto c'e' l'indulto...
      La legge sull'indulto deve essere votata dai 2/3 del Parlamento; pertanto, ci sono sicuramente in mezzo anche parecchi dei tuoi, ignorantone !
      • Anonimo scrive:
        Re: Tanto c'e' l'indulto...
        - Scritto da:
        La legge sull'indulto deve essere votata dai 2/3
        del Parlamento; pertanto, ci sono sicuramente in
        mezzo anche parecchi dei tuoi, ignorantone
        !io sono l'autore del thread, ho votato Prodi e questo inqualificabile governo di sinistrae adesso chi e' "l'ignorantone" ? :
    • metalsun scrive:
      Re: Tanto c'e' l'indulto...
      - Scritto da:
      e quella grande vergogna di questo governo
      cosiddetto di sinistra, l'indulto, che ha
      premiato i vari stramiliardari Tanzi, Cragnotti e
      WannaMarchi permettendogli di farla franca,
      stavolta finisce per aiutare anche quei poveri
      cristi dei ragazzini che hanno scaricato una
      canzone, rendendo inutile ogni procedimento
      penalehai perfettamente ragione!ad ogni modo, sempre più artisti stanno creando musica con la licenza "Creative Commons" senza più obblighi di SIAE e di case discografiche.c'è moltissima musica "vera" fuori dal business... trovo assurdo scaricare un mp3 pirata di un vip per scoprire poi al 99.99% è plagio di un'altra canzone, per poi pigliarsi anche una denuncia ... sempre questa riconcorsa al "famoso" per poi scoprire la beffa del plagio... insomma, sarebbe ora di finirla... gente, scaricate musica con licenza "Creative Commons" e andate tranquilli :)reset!
  • Anonimo scrive:
    quindi il garante è d'accordo.
    ma è LECITO che per una NON-AZIONE del garante succeda questo?non dovrebbero aspettare che il garante si pronunci????e soprattutto è possibile che il garante non si pronunci???a che serve?????
  • Anonimo scrive:
    Forza...
    Qualcuno di quei 4000 che non vuole cedere? Dov'è?
    • Anonimo scrive:
      Re: Forza...
      - Scritto da:
      Qualcuno di quei 4000 che non vuole cedere? Dov'è?nei vari forum si sta discutendo; questa e' una trappola, ammettere di essere colpevoli pagando poco oppure far valere le proprie ragioni (vincendo anche) ma spendendo parecchio per un processo.e' tutto organizzato, credete che ci sia la mano tedesca in mezzo? esaminate bene in fatti, sono nostri connazionali che hanno organizzato tutto;s'e' mai visto uno studio legale che organizza una pagina apposita per spiegare la material di cui sta minacciando tutti? di solito vigono decine di segreti voluti o non voluti;e' tutto organizzato a puntino fino dal penale per il filesharing che in questo caso e coinvolto;questa e' la vera faccia dei nostri detentori dei diritti d'autore, si nascondono persino dietro a case discografiche quasi inventate (e smentitem ise non e' vero) fuori dai nostri confini affinche' veniamo sviati;uno psorco imbroglio all'italiana teso contro gli utenti.
  • Anonimo scrive:
    Quando ricevete la raccomandata
    Pulitevi il cuXo alla richiesta di ricatto.Tutto finirà in una bolla di sapone.E se insistono con la denuncia penale, chiedete i danni.
    • Anonimo scrive:
      Re: Quando ricevete la raccomandata
      - Scritto da:
      Pulitevi il cuXo alla richiesta di ricatto.
      Tutto finirà in una bolla di sapone.
      E se insistono con la denuncia penale, chiedete i
      danni.avevo pensato anch'io ad una controlettera un cui si minaccia una denuncia per tentata estorsione perche' cosi' si configura per la legge italiana questa.
      • Anonimo scrive:
        Re: Quando ricevete la raccomandata
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Pulitevi il cuXo alla richiesta di ricatto.

        Tutto finirà in una bolla di sapone.

        E se insistono con la denuncia penale, chiedete
        i

        danni.

        avevo pensato anch'io ad una controlettera un cui
        si minaccia una denuncia per tentata estorsione
        perche' cosi' si configura per la legge italiana
        questa.Tutta questa storia è una BUFFONATA e come tale va trattata.Hanno preso di mira l' Italia mettendo in evidenza quanto è criminale la legge che "vorrebbe" in galera chi scarica canzonette anche senza scopo di lucro. Voglio ben vedere chi finirà in galera per una cacata del genere e per giunta su richiesta di RICATTATORI.E' muan VERGOGNA! Uno.......SQUALLORE!!Miserabili avvocatuccoli che cercano di far soldi in queato modo ricattando e spaventando famigliole con raccomandate ricattattatorie e di minacce in stile mafioso. Ma che SKIFO!!RIBELLIAMOCI!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Quando ricevete la raccomandata
          La legge "vuole in galera" chi condivide e mette a disposizione canzoni, non chi scarica.Leggi simili ci sono in vari paesi EU, USA, Australia .... Tra poco vedrai che la legalizza il parlamento europeo e seppur con pene ridotte diventa lo standard EU.
          • Anonimo scrive:
            Re: Quando ricevete la raccomandata
            - Scritto da:
            La legge "vuole in galera" chi condivide e mette
            a disposizione canzoni, non chi
            scarica.
            Leggi simili ci sono in vari paesi EU, USA,
            Australia .... Tra poco vedrai che la legalizza
            il parlamento europeo e seppur con pene ridotte
            diventa lo standard
            EU.Prego, con l'avvento dell'IPRED2 si va sul penale solo in caso di Upload a scopo di lucro a livello di commercio! In galera non ci va nessuno, con questo governo poi ... è libera è fa parte delle istituzioni persino la terrorista Baraldini ... fate voi che sapete.
          • Anonimo scrive:
            Re: Quando ricevete la raccomandata
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            La legge "vuole in galera" chi condivide e mette

            a disposizione canzoni, non chi

            scarica.

            Leggi simili ci sono in vari paesi EU, USA,

            Australia .... Tra poco vedrai che la legalizza

            il parlamento europeo e seppur con pene ridotte

            diventa lo standard

            EU.

            Prego, con l'avvento dell'IPRED2 si va sul penale
            solo in caso di Upload a scopo di lucro a livello
            di commercio!

            In galera non ci va nessuno, con questo governo
            poi ... è libera è fa parte delle istituzioni
            persino la terrorista Baraldini ... fate voi che
            sapete.
            Se è per questo anche le mamme che hanno sfasciato a mazzate la testa al figlioletto se ne vanno a zonzo per studi televisivi a far quattrini.
    • Anonimo scrive:
      Re: Quando ricevete la raccomandata
      - Scritto da:
      Pulitevi il cuXo alla richiesta di ricatto.
      Tutto finirà in una bolla di sapone.
      E se insistono con la denuncia penale, chiedete i
      danni.Vedremo quando la riceverai TU STESSO, come ti ci pulirai il culo...
      • Anonimo scrive:
        Re: Quando ricevete la raccomandata
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Pulitevi il cuXo alla richiesta di ricatto.

        Tutto finirà in una bolla di sapone.

        E se insistono con la denuncia penale, chiedete
        i

        danni.


        Vedremo quando la riceverai TU STESSO, come ti ci
        pulirai il
        culo...Consideralo già fatto.A me i RICATTATORI MAFIOSI mi fanno cacare di brutto
    • Anonimo scrive:
      Re: Quando ricevete la raccomandata
      - Scritto da:
      Pulitevi il cuXo alla richiesta di ricatto.
      Tutto finirà in una bolla di sapone.
      E se insistono con la denuncia penale, chiedete i
      danni.E' arrivato l'avvocatello del liceo 8)
      • Anonimo scrive:
        Re: Quando ricevete la raccomandata
        No, ha scritto "si configura" quindi è un avvocato vero.Io l'ho imparata oggi questa parola e ora vado orgoglioso a dirla in giro a tutti alla minima occasione:"Scusi che ora è"? IO:"Si configura che sono le 16"E ci faccio il mio bel figurino da avvocato.
  • CoreDump scrive:
    Estorsione ecco quale è la parola,
    Perchè di altro non si tratta, ormai hanno fiutato un nuovo modello di business le major, denunciareper poche centinaia di euro, chi vuoi che si metta a impelagarsi tra avvocati e tribunali, megliopagare qualche centinaia di euro e non perdere tempo.Tralasciando il discorso seppur importatente della privacy ( che fà solo conodo quando a riempirsila bocca è chi deve prendere il voto politico ) quale valenza può avere un tracciamento fattoda una società privata con un software privato ( il loro ) senza aver o poter appurare che quel materiale da loro indicato risieda effettivamente ancora nel computer associato a quell'ip in queldeterminato periodo, secondo me sono pazzi.A titolo precauzionale ( visto che in futuro questa insana tendenza all'estorsione legalizzatapotrebbe prendere piede ) consiglio a chi ne ha voglia di dare un'occhiata ai software p2p anonimicome share ( il successore di winny ) e di dare un'occhiata a come funzionano i programmi percriptare disco e dati, consigliato ovviamente il famoso truecrypt.saluti. ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Estorsione ecco quale è la parola,
      Arrestateli tutti (e sottolineo tutti)e poi manteniamoli !!!!!4000 caecerati, immaginatevi se si costituissero TUTTI chi lavora in italia ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Estorsione ecco quale è la parola,
        - Scritto da:
        Arrestateli tutti (e sottolineo tutti)
        e poi manteniamoli !!!!!
        4000 caecerati, immaginatevi se si costituissero
        TUTTI chi lavora in italia
        ?si risolverebbe il problema disoccupazione e precariato, sai quanti posti a tempo indeterminato si liberano? :-D
    • morphey scrive:
      Re: Estorsione ecco quale è la parola,
      Sono daccordissimo con te: è una vera e propria estorsione.A parte che:1 - per pagare una penale deve essere riscontrato un reato perseguibile e confermato, dopo una indagine legale, da una sentenza emessa da giudice;2 - i miei dati "personali" sono protetti dalla legge (detta "privacy") nel momento in cui ho sottoscritto un contratto in cui viene mensionato esplicitamente;3 - la protezione dei miei dati può essere lesa solo ed "esclusivamente" se ho una indagine a mio carico con regolare mandato alla guarda postale, gdf, o qualsiasi altro corpo;4 - nel caso in cui tutti i punti sopra sono soddisfatti:a - il mio ip puo essere utilizzato se il mio pc è stato "bucato" (rx-bot) da esterni;b - mi posso proxare dove e come voglio con indirizzi esterni, quindi il traffico non passa per il mio ip (in questo caso, per accertarlo, i pubblici ufficiali devono emettere tanti mandati per tanti paesi quanti sono gli isp che ospitano il proxy da me utilizzato: secondo voi lo possono fare per un mp3?)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 09 maggio 2007 00.33----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 09 maggio 2007 00.34-----------------------------------------------------------
      • Anonimo scrive:
        Re: Estorsione ecco quale è la parola,

        1 - per pagare una penale deve essere riscontrato
        un reato perseguibile e confermato, dopo una
        indagine legale, da una sentenza emessa da
        giudice;sono daccordo, la Logistep non solo ha raccolto dati arbitrariamente ma e' anche di parte; due motivi che rendono i dati inutilizzabili ai fini di un'eventuale indagine, non dico neanche processo perche' secondo me non ci si arriva nemmeno con queste prove.
        2 - i miei dati "personali" sono protetti dalla
        legge (detta "privacy") nel momento in cui ho
        sottoscritto un contratto in cui viene mensionato
        esplicitamente;su questo probabillmente non c'e' da fare affidamento dato che c'e' la richiesta di un magistrato alle spalle
        4 - nel caso in cui tutti i punti sopra sono
        soddisfatti [cut]in caso di linguaggio legalese puoi lasciare perdere quei dettagli; ricordati che stanno tentando di rsponsabilizzare anche gli intermediari.semplicemente basta rifarsi al punto 1 dove le prove sono state aquisite da azienda privata, di parte e che no nfa nemmeno parte della UE (qui pero' chiederei aiuto per sapere come si configura);A ripensarci bene se decidono de denunciare qualcuno le prove fornite da Logistep sono inutil ie si dovrebbe procedere via intercettazione delle comunicazioni o mandato di perquisizione, le vedo tutte due come impossibili;forse basta semplicemente non rispondere e avere cura di ripulire il pc a casa e mantenerlo pulito per un po'.
    • Anonimo scrive:
      Re: Estorsione ecco quale è la parola,
      - Scritto da: CoreDump
      Perchè di altro non si tratta, ormai hanno
      fiutato un nuovo modello di business le major,
      denunciareNon e' cosi' difficile, basta NON scaricare a SBAFO materiale protetto da copyright.Il resto sono panzane
      • CoreDump scrive:
        Re: Estorsione ecco quale è la parola,


        Non e' cosi' difficile, basta NON scaricare a
        SBAFO materiale protetto da
        copyright.
        Non è cosi difficile, basta inbire l'uso di internet a quelli come te che danno aria allabocca prima di accendere il cervello.
        Il resto sono panzaneEsattamente come quelle che scrivi tu ;)
        • Anonimo scrive:
          Re: Estorsione ecco quale è la parola,
          - Scritto da: CoreDump



          Non e' cosi' difficile, basta NON scaricare a

          SBAFO materiale protetto da

          copyright.



          Non è cosi difficile, basta inbire l'uso di
          internet a quelli come te che danno aria
          alla
          bocca prima di accendere il cervello.
          hahahahahah alla faccia della democrazia e della liberta' di parola e della gpl e della cattedrale e del bazar e della creative commons.Gentaglia :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Estorsione ecco quale è la parola,
            Pistola fatti un clistere col ghiaccio prima di parlare.
          • morphey scrive:
            Re: Estorsione ecco quale è la parola,
            Del resto la democrazia fa si che tu davanti a me possa dire la tua.Ma tu chi? o.o'Non vedo una firma, ne un nome, ne un nick....visto che apri la bocca e dai fiato senza neanche identificarti...non vedo perche dobbiamo prenderti in considerazione :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Estorsione ecco quale è la parola,
            - Scritto da: morphey

            Del resto la democrazia fa si che tu davanti a me
            possa dire la
            tua.
            Ma tu chi? o.o'
            Non vedo una firma, ne un nome, ne un
            nick....visto che apri la bocca e dai fiato senza
            neanche identificarti...non vedo perche dobbiamo
            prenderti in considerazione
            :)E non ho capito, voi potete inneggiare ai programmi di sharing anonimi e trucrypt e patapim e patapam e la privacy e bla bla e bla bla, come dice il compagno coredump, e io non posso rimanere anonimo ?Gentaglia :D
          • morphey scrive:
            Re: Estorsione ecco quale è la parola,
            Ah pensavo che fossi uno di quei fissati comunisti :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Estorsione ecco quale è la parola,
      - Scritto da: CoreDump
      Perchè di altro non si tratta, ormai hanno
      fiutato un nuovo modello di business le major,
      denunciare
      per poche centinaia di euro, chi vuoi che si
      metta a impelagarsi tra avvocati e tribunali,
      meglio
      pagare qualche centinaia di euro e non perdere
      tempo.

      Tralasciando il discorso seppur importatente
      della privacy ( che fà solo conodo quando a
      riempirsi
      la bocca è chi deve prendere il voto politico )
      quale valenza può avere un tracciamento
      fatto
      da una società privata con un software privato (
      il loro ) senza aver o poter appurare che quel

      materiale da loro indicato risieda effettivamente
      ancora nel computer associato a quell'ip in
      quel
      determinato periodo, secondo me sono pazzi.

      A titolo precauzionale ( visto che in futuro
      questa insana tendenza all'estorsione
      legalizzata
      potrebbe prendere piede ) consiglio a chi ne ha
      voglia di dare un'occhiata ai software p2p
      anonimi
      come share ( il successore di winny ) link?
      • Anonimo scrive:
        Re: Estorsione ecco quale è la parola,
        la cosa che più mi disturba e il metodo usato x estocere il misero denaro da utenti spesso giovani;il quale un cd costa la cifra stellare che tutti ben sanno.Intanto a detta di molti artisti le case discografiche vogliono a tutti i costi la battaglia vinta visto che loro guadagnano 9 mantre gli artisti 1. mica male no?!
      • CoreDump scrive:
        Re: Estorsione ecco quale è la parola,


        link?Ops hai ragione scusa, un buon punto di partenza è questo 3d su questo forum :http://jcafe.devserver.org/index.php/topic,525.0.htmltieni però conto che share come winny e giapponese ( anche se al contrario di winny ha l'interfaccialocalizzata in varie lingue ) e ci trovi principalemnte roba giappo per ora, anche se staprendendo rapidamente piede in altri paesi, per quanto riguarda truecrypt invece :http://www.truecrypt.org/ciauz. :)
  • Anonimo scrive:
    The silence
    La cosa più preoccupante è il silenzio delle istituzioni.Evidentemente il garante è troppo impegnato con i fatti dei vip..Che Paese di mer*a
    • Anonimo scrive:
      Re: The silence
      Si ma, alla fine sti poveretti che devono fare? Pagare e piegarsi o resistere? Perche' gli avvocati di PI non dicono nulla in merito e non danno consigli sul da farsi?Micchan
      • Anonimo scrive:
        Re: The silence
        - Scritto da:
        Si ma, alla fine sti poveretti che devono fare?
        Pagare e piegarsi o resistere? Perche' gli
        avvocati di PI non dicono nulla in merito e non
        danno consigli sul da
        farsi?

        MicchanPerchè tra avvocati non si mangiano, anzi tutti assieme mangiano soldi......degli "assistiti".E' tutto un gioco delle parti.
      • Anonimo scrive:
        Re: The silence
        - Scritto da:
        Si ma, alla fine sti poveretti che devono fare?
        Pagare e piegarsi o resistere? Perche' gli
        avvocati di PI non dicono nulla in merito e non
        danno consigli sul da
        farsi?abbi pazienza, molte raccomandate sono arrivate solo ieri e si sapeva quello che succedeva dai forum in tempo reale;e poi ricordat che si tratta di prove raccolte da azienda privata e nemmeno imparziale; hanno valore giuridico nullo;l'inghippoo sta nei 330 euro che sono pochi a confronto delle spese processuali;io la definisco una trappola.
  • Anonimo scrive:
    li denuncerei io ..
    questi mentecatti crucchi, per violazione della privacy. Non si e' mai visto una violazione cosi' palese della privacy da parte di chicchessia. Dove andremo a finire di questo passo... non so se avete poi visto il carnet degli "artisti" curati da questi mentecatti.. bah!
    • Anonimo scrive:
      Re: li denuncerei io ..
      Si infatti, musica pessima, dovrebbero pulire i cessi o trovare un altro lavoro!
      • Anonimo scrive:
        Re: li denuncerei io ..
        - Scritto da:
        Si infatti, musica pessima, dovrebbero pulire i
        cessi o trovare un altro
        lavoro!certo è che almeno 4000 anime italiane quella cesso di musica l'hanno scaricata, sarà la punizione divina? :|
    • Anonimo scrive:
      Re: li denuncerei io ..
      - Scritto da:
      questi mentecatti crucchi, per violazione della
      privacy. Non si e' mai visto una violazione cosi'
      palese della privacy da parte di chicchessia.
      Dove andremo a finire di questo passo... non so
      se avete poi visto il carnet degli "artisti"
      curati da questi mentecatti..
      bah!probabilmente sono solo una copertura.
Chiudi i commenti