Contrappunti/ La rete cambia le cose

di Massimo Mantellini - Sempre più spesso al centro del dibattito è ciò che accade in Internet e come in rete si reagisce a quanto succede al di fuori. Un progresso testimone dell'avanzare del mondo elettronico nel quotidiano di tutti

Roma – Quanti “frequentano” Internet da un po’ di anni se ne saranno accorti. La capacità di influenza degli eventi che accadono in rete sul mondo reale è andata progressivamente aumentando. Le distanze fra le parole e i fatti di Internet e le parole e i fatti della nostra esperienza quotidiana fuori dalla rete sono sempre minori. Ogni giorno un passettino le avvicina di un po’.

Mentre qualche anno fa la rete italiana pativa una forma di fastidiosa afonia nei confronti del mondo delle decisioni, ed i suoi abitanti vivevano questa incomunicabilità come una sorta di frustrante censura, oggi piccoli episodi che accadono sempre più frequentemente, ci suggeriscono che qualcosa sta cambiando.

Qualche settimana fa sul web italiano qualcuno si è accorto, per la precisione un lettore di Wittgenstein , il blog di Luca Sofri, che in un collegato alla Legge Finanziaria, era contenuto un comma di variazione della Legge sul diritto d’autore. Certo, la scoperta sarebbe potuta avvenire anche altrove, ma è un fatto che la propagazione di questa notizia, le differenti possibili interpretazioni di questa nuova norma, le preoccupazioni per quanto questo piccolo comma avrebbe potuto limitare la comunicazione fra le persone, sono nate su Internet e si sono propagate come avviene solitamente su Internet: attraverso il passaparola fra tanti piccoli punti di emissione.

Sapete cosa sarebbe accaduto anche solo cinque anni fa in un caso del genere? La risposta è facile: nulla. Non sarebbe accaduto un bel niente. Nel 2001 questo giornale raccolse 56mila firme (56mila firme nella Internet italiana del 2001 era un numero molto significativo) per una petizione che sollecitava, anche in quel caso, modifiche ad un pasticciato e pericoloso intervento normativo sulla legge sul diritto d’autore (sempre quella). Quelle firme, che rappresentavano la più grande petizione mai nata sulla rete italiana, ebbero, al di fuori della rete, l’effetto di un flebile respiro dentro un monsone caraibico. Gli effetti di quella grande iniziativa digitale, sui grandi media e nel mondo politico, furono minimi e quelle firme credo se ne stiano dentro un cassetto della Camera dei Deputati in attesa di essere diversamente riciclate.

Oggi per molto meno le cose sono andate in maniera radicalmente diversa. Questo accade perché il numero di persone che vivono Internet o che almeno “osservano” Internet, è aumentato in maniera significativa. Le piccole conversazioni dentro la rete sempre più spesso diventano piccole (o grandi) conversazioni anche fuori dalla rete stessa.

Nel caso in questione è accaduto che il passaparola sul decreto, una norma sulla riduzione delle possibilità di citazione gratuita di testi editoriali, abbia prima seguito le dinamiche classiche della rete Internet, rimbalzando da sito web in sito web, generando campagne di protesta online ed accese discussioni sulla interpretazione giuridica, per poi uscire dalla rete e raggiungere le stanze della politica. La norma incriminata è stata così per ora, almeno temporaneamente, cancellata.

Cosa è cambiato rispetto a cinque anni fa? Intanto è accaduto che sempre un maggior numero di parlamentari abbia una presenza non casuale in rete. Per esempio Roberto Giochetti della Margherita, che insieme a Franco Grillini è stato il promotore dello stralcio della norma in questione, ha un weblog sul quale ha tenuto informati i suoi lettori dei passi in Commissione al riguardo. Ma non si tratta solo di questo. Esiste una attenzione generale molto superiore a ciò che accade in rete rispetto a qualche tempo fa. Per i media Internet è diventata una fonte costante di notizie più o meno importanti. Si pesca su Youtube, si citano siti web molto letti come quello di Beppe Grillo, si scrivono articoli sulle amenità che ogni giorno accadono in rete. E si scrive di come i “cittadini della rete”, l’enorme nuovo altoparlante della opinione pubblica, reagiscano a ciò che accade loro intorno. Per queste ragioni di nuova centralità anche politica la rete italiana sembra sulla strada per diventare un termometro del clima del momento, da seguire e controllare con attenzione.

È normale che sia così. Sempre più persone utilizzano la rete in maniera massiccia per informarsi e dialogare, le parole della rete diventano così – e finalmente – “argomento” ovvio della comunicazione generale.

Esiste un solo grosso rischio a questo recente sdoganamento ed è legato, ancora una volta, all’errore di applicare alla rete le gerarchie comunicative alle quali siamo stati fino ad oggi abituati.

Qualche tempo fa un mio caro amico, esperto di Internet e blogger di vecchia data, è stato invitato ad un convegno moderato da Bruno Vespa. Durante l’evento Vespa gli chiedeva quali fossero i blogger più “famosi” d’Italia. Questo mio amico, pazientemente, tentava di spiegare come fosse complicato anche solo pensare una classifica del genere, incapace di rendere la complessità dei rapporti di reciproca influenza che si creano in rete. Così un blogger può essere molto “famoso” per alcuni e pochissimo per altri: per esempio – diceva – Beppe Grillo è certamente un blogger molto letto, il suo sito web è fra i più visitati della blogosfera, ma forse non è altrettanto influente in rete rispetto a quanto si potrebbe credere. Al che Vespa ci ha pensato un po’ e, forse per superare l’impasse, ha chiesto: “Vabbè, allora chi è il secondo blogger più famoso d’italia?”.

Massimo Mantellini
Manteblog

Tutti gli editoriali di M.M. sono disponibili a questo indirizzo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • TheLoneGunman scrive:
    Umiliazione pubblica per Mcafee
    http://www.betanews.com/article/MS_to_McAfee_Stop_Lying_to_the_Public/1161357132e direi proprio che se l'è più che meritata.Pensassero a migliorare il loro antivirus lento come una lumaca narcotizzata invece di ciarlare a ruota libera.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 23 ottobre 2006 14.53-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: Umiliazione pubblica per Mcafee
      per quello che valgono la symantec e la mcafee potrebbero anche fallire visto che spendo soldi solo per pagare programmatori per modificare il numero di versione...
      • TheLoneGunman scrive:
        Re: Umiliazione pubblica per Mcafee
        - Scritto da:
        per quello che valgono la symantec e la mcafee
        potrebbero anche fallire visto che spendo soldi
        solo per pagare programmatori per modificare il
        numero di
        versione...Hai dimenticato anche che cambiano sfondo e mischiano pure a caso i bottoni nelle finestre.
  • Anonimo scrive:
    Il riassunto dei sistemi di sicurezza.
    Allora, perchè un virus con rootkit entri nel sistema diciamo dal browser dovranno:1) trovare un bug su IE72) trovare un bug per bypassare la sandbox di IE73) trovare un bug per bypassare l'UAC4) trovare un bug per bypassare il controllo della firma digitale del kernel5) trovare un bug per bypassare patchguarde naturalmente tutte queste 5 cose ASSIEME e prima che la MS le patchi.Forse stavolta gli scrittori di malware si prenderanno i calci in culo che si meritano.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il riassunto dei sistemi di sicurezz
      - Scritto da:
      Allora, perchè un virus con rootkit entri nel
      sistema diciamo dal browser
      dovranno:
      1) trovare un bug su IE7
      2) trovare un bug per bypassare la sandbox
      di IE7
      3) trovare un bug per bypassare l'UAC
      4) trovare un bug per bypassare il controllo
      della firma digitale del kernel
      5) trovare un bug per bypassare patchguard
      e naturalmente tutte queste 5 cose ASSIEME e
      prima che la MS le
      patchi.
      Forse stavolta gli scrittori di malware si
      prenderanno i calci in culo che si
      meritano.Anche windows 2000 ci voleva una mancanza di corrente per buttarlo giu'... 2 settimane dopo l'uscita : WinNuke...
      • Anonimo scrive:
        Re: Il riassunto dei sistemi di sicurezz
        - Scritto da:
        Anche windows 2000 ci voleva una mancanza di
        corrente per buttarlo giu'... 2 settimane dopo
        l'uscita :
        WinNuke...Perchè Win2000 come WinXP non avevano tecnologie di sicurezza.
        • Anonimo scrive:
          Re: Il riassunto dei sistemi di sicurezz
          - Scritto da:
          - Scritto da:

          Anche windows 2000 ci voleva una mancanza di

          corrente per buttarlo giu'... 2 settimane dopo

          l'uscita :

          WinNuke...
          Perchè Win2000 come WinXP non avevano tecnologie
          di sicurezza.Ma se ci voleva un piede di porco per aprirlo !!Guadando le brochure dell'epoca mi sembra avesse di tutto di piu' !!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Il riassunto dei sistemi di sicurezz
      - Scritto da:
      Allora, perchè un virus con rootkit entri nel
      sistema diciamo dal browser
      dovranno:

      1) trovare un bug su IE7
      2) trovare un bug per bypassare la sandbox di IE7
      3) trovare un bug per bypassare l'UAC
      4) trovare un bug per bypassare il controllo
      della firma digitale del
      kernel
      5) trovare un bug per bypassare patchguard

      e naturalmente tutte queste 5 cose ASSIEME e
      prima che la MS le
      patchi.

      Forse stavolta gli scrittori di malware si
      prenderanno i calci in culo che si
      meritano.Vista è a tutti gli effetti più sicuro di linux.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il riassunto dei sistemi di sicurezz
        - Scritto da:
        - Scritto da:

        Allora, perchè un virus con rootkit

        entri nel sistema diciamo dal browser

        dovranno:

        1) trovare un bug su IE7

        2) trovare un bug per bypassare la

        sandbox di IE7

        3) trovare un bug per bypassare l'UAC

        4) trovare un bug per bypassare il controllo

        della firma digitale del kernel

        5) trovare un bug per bypassare patchguard

        e naturalmente tutte queste 5 cose ASSIEME e

        prima che la MS le patchi.

        Forse stavolta gli scrittori di malware si

        prenderanno i calci in culo che si

        meritano.
        Vista è a tutti gli effetti più sicuro
        di linux.Ma guarda... La stessa cosa che dicevano di windows 2000...
  • localhost scrive:
    "In tempo per il primo service pack..."
    AridajeQuesti rilasciano un sistema operativo con diffusione planetaria e con enorme sforzo di marketing (come da altro articolo in questo numero di PI) e dichiarano candidamente che rilasceranno aggiunte in tempo per il primo service pack? :|Cioè tu fai pagare profumatamente (perchè quasi 300 euro per il solo SO non sono mica noccioline) un software per il quale hai già pianificato che ci sarà un service pack a breve? @^E io perchè dovrei comprarlo? E ritardare il rilascio evitando il service pack no? Tanto non è che ci siano dei concorrenti che insidiano la tua posizione oppure devi uscire per natale perchè altrimenti i genitori non sanno cosa regalare..Io non capisco: avete mai sentito una casa automobilistica che fa uscire una macchina con una marea di difetti di produzione e lo dice pure ("ti metto un'autoradio nuova quando dovrai portare la macchina a sostituire i freni difettosi perchè saranno sicuramente rotti")?Ok, se mai (io personalmente spero MAI, ma chi può dirlo) passerò a Windows Vista, aspetterò la prima service pack. Il beta tester pagante non lo voglio fare.
    • Anonimo scrive:
      Re: "In tempo per il primo service pack.
      - Scritto da: localhost
      Aridaje

      Questi rilasciano un sistema operativo con
      diffusione planetaria e con enorme sforzo di
      marketing (come da altro articolo in questo
      numero di PI) e dichiarano candidamente che
      rilasceranno aggiunte in tempo per il primo
      service pack?
      :|

      Cioè tu fai pagare profumatamente (perchè quasi
      300 euro per il solo SO non sono mica noccioline)
      un software per il quale hai già pianificato che
      ci sarà un service pack a breve?
      @^forse perchè non sono poi così tanto presuntuosi da pretendere di realizzare un software "perfetto"?

      E io perchè dovrei comprarlo? E ritardare il
      rilascio evitando il service pack no? Tanto non è
      che ci siano dei concorrenti che insidiano la tua
      posizione oppure devi uscire per natale perchè
      altrimenti i genitori non sanno cosa
      regalare..

      Io non capisco: avete mai sentito una casa
      automobilistica che fa uscire una macchina con
      una marea di difetti di produzione e lo dice pure
      ("ti metto un'autoradio nuova quando dovrai
      portare la macchina a sostituire i freni
      difettosi perchè saranno sicuramente
      rotti")?l'esempio non calza e la tua finta ignoranza la dice lunga sulla tua obbiettività

      Ok, se mai (io personalmente spero MAI, ma chi
      può dirlo) passerò a Windows Vista, aspetterò la
      prima service pack. Il beta tester pagante non lo
      voglio
      fare.tu si che sei un uomo vero, contento?
    • Anonimo scrive:
      Re: "In tempo per il primo service pack.
      - Scritto da: localhost
      Aridaje

      Questi rilasciano un sistema operativo con
      diffusione planetaria e con enorme sforzo di
      marketing (come da altro articolo in questo
      numero di PI) e dichiarano candidamente che
      rilasceranno aggiunte in tempo per il primo
      service pack?
      :|
      Sei OT, Punto Informatico dovrebbe segnalarlo, o forse conviene lasciarlo così da fare un pò di post in più?
    • Anonimo scrive:
      Re: "In tempo per il primo service pack.
      - Scritto da: localhost
      Aridaje

      Questi rilasciano un sistema operativo con
      diffusione planetaria e con enorme sforzo di
      marketing (come da altro articolo in questo
      numero di PI) e dichiarano candidamente che
      rilasceranno aggiunte in tempo per il primo
      service pack?
      :|

      Cioè tu fai pagare profumatamente (perchè quasi
      300 euro per il solo SO non sono mica noccioline)
      un software per il quale hai già pianificato che
      ci sarà un service pack a breve?
      @^Sotto mentite spoglie, è detto "Effetto Osbourne". Ovviamente, in questo modo, ci sarà meno gente che comprerà tale OS. Se già si stà pensando ad un Service Pack, per correggere tale problema, vuol dire che, dalla versione normale, al Service Pack, di sicuro, vi sarà qualche problema di sicurezza che sfugge.
  • Anonimo scrive:
    security trough obscurity?
    il loro AV non l'ho mai trovato buono, preferisco AVG. Poi il fatto che vengano fuori con questa cosa che mi sa molto di security trough obscurity non fa altro che alimentare questa mia tesi.Imho dovrebbero aprirlo.
    • Anonimo scrive:
      Re: security trough obscurity?
      - Scritto da:

      Imho dovrebbero aprirlo.beata ignoranza
      • Anonimo scrive:
        Re: security trough obscurity?
        la tua, visto che argomenti benissimo.
        • Anonimo scrive:
          Re: security trough obscurity?
          - Scritto da:
          la tua, visto che argomenti benissimo.Se lo aprono, qualcuno s'infilerà. E' matematico. Certo che tu, dannazione, parli parli, ma se non sai ste banalità.. faresti meglio a star zitto.
          • Anonimo scrive:
            Re: security trough obscurity?
            - Scritto da:
            - Scritto da:

            la tua, visto che argomenti benissimo.
            Se lo aprono, qualcuno s'infilerà. E'
            matematico.
            Certo che tu, dannazione, parli parli, ma
            se non sai ste banalità.. faresti meglio a
            star zitto.Infilati in un BSD allora: e' aperto...
          • Gusbertone scrive:
            Re: security trough obscurity?
            lascia perdere, sta leggendo la brosciur di windows vista
  • Anonimo scrive:
    [OT] Non aprite quella PatchGuard!!
    Che il male sta per entrare!Dal 25 Ottobre in tutti i cinema, CHE LO GUARDIATE O MENO!
  • uguccione500 scrive:
    ...ma non è che...
    Non è che sophos niente niente s'è l'è comprata il signor William?????? Hai visto mai... ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: ...ma non è che...
      e vabbè... ogni volta che qualcuno parla pro microsoft non si sa mai che Bill ha staccato l'assegno... dura non avere argomentazioni serie vero ? il buon vecchio complotto condito con tangente è sempre di moda vero ?
      • Anonimo scrive:
        Re: ...ma non è che...
        ecco un altro con la testa dento la TV a guardare tette culi e gol.
      • uguccione500 scrive:
        Re: ...ma non è che...
        - Scritto da:
        e vabbè... ogni volta che qualcuno parla pro
        microsoft non si sa mai che Bill ha staccato
        l'assegno... dura non avere argomentazioni serie
        vero ? il buon vecchio complotto condito con
        tangente è sempre di moda vero
        ?Però è dura anche dimostrare il contrario: con tutti i denari che si ritrova sotto il suo dorato culetto potrebbe comprarsi chiunque dovunque...
  • Anonimo scrive:
    sophos ha ragione
    mcafee e symantec imparassero a scrivere un antivirus senza smanacciare con il kernel, in poche parole, imparassero a realizzare software leggero e poco invasivo... si fa lo stesso, anche meglio, basta alzare quel culetto brufoloso...
    • Anonimo scrive:
      Re: sophos ha ragione
      - Scritto da:
      mcafee e symantec imparassero a scrivere un
      antivirus senza smanacciare con il kernel, in
      poche parole, imparassero a realizzare software
      leggero e poco invasivo... si fa lo stesso, anche
      meglio, basta alzare quel culetto
      brufoloso...Straquoto!
    • Anonimo scrive:
      Re: sophos ha ragione
      - Scritto da:
      mcafee e symantec imparassero a scrivere un
      antivirus senza smanacciare con il kernel, in
      poche parole, imparassero a realizzare software
      leggero e poco invasivo... guarda che tutti i produttori antivirus maneggiano con il kernel
  • medioman scrive:
    Ma a Sophos che gliene frega?
    Come da subject...
  • Anonimo scrive:
    Già si parla di service pack...
    Assurdo!Ancora deve uscire e già si parla di cosa ficcare nel primo service pack.In pratica pur di far uscire questo sistema operativo, ne stanno lasciando mezzo fuori, altrimenti non vedrebbe la luce neppure per il 2008.Questa si che è serietà.E non solo se lo fanno pagare pure caro, ma te lo danno con delle licenze assurde.Quanto ancora sperano di piegare l'utente? 90° non gli bastano?
    • Athlon64 scrive:
      Re: Già si parla di service pack...

      Assurdo!
      Ancora deve uscire e già si parla di cosa ficcare
      nel primo service
      pack.

      In pratica pur di far uscire questo sistema
      operativo, ne stanno lasciando mezzo fuori,
      altrimenti non vedrebbe la luce neppure per il
      2008.Guarda che è quello che si fa per tutti i software, molte features non mature o non pronte slittano alla release successiva, magari un aggiornamento minore come un Service Pack.
    • Anonimo scrive:
      Re: Già si parla di service pack...
      a livello industriale (come il caso di Microsoft) le grosse anziende non comprano se non supporti il prodotto per anni.E poiche' e' impossibile scrivere sw senza bachi e abbastanza naturale che ci sia una pianificazione di un sp.Come tu gia' lo sapevi, sicuramente.-windrago
      • Anonimo scrive:
        Re: Già si parla di service pack...
        Ma testarlo meglio forse si potrebbe.Ma forse non e' conveniente perche' alla fin fine lo fa' l'utenza...e pure pagando un sacco di soldi.
      • Anonimo scrive:
        Re: Già si parla di service pack...
        - Scritto da:
        a livello industriale (come il caso di Microsoft)
        le grosse anziende non comprano se non supporti
        il prodotto per
        anni.

        E poiche' e' impossibile scrivere sw senza bachi
        e abbastanza naturale che ci sia una
        pianificazione di un
        sp.

        Come tu gia' lo sapevi, sicuramente.

        -windragoUn conto è l'assistenza per la correzione e la manutenzione del software, un altro è dover acquistare mezzo sistema operativo per vederne l'altra metà col primo service pack, e qui la MS ha già pianificato la seconda strada.Ora, che la cosa possa essere fatto dalla PincoPallinno S.n.C., sarebbe già cosa grave e ridicola, che lo faccia MS è davvero indice dell'immaturità del prodotto che sta tentando ad ogni costo di rifilare al mercato.Se non avesse un monopolio di fatto, pesanti appoggi politici (ti ricordo che windows viene rifilato alle PA di mezzo mondo) e forti accordi commerciali (ti ricordo che windows viene rifilato a forza in ogni nuovo PC), Vista non se lo filerebbe nessuno.Nonostante ciò, si trovano costretti a boicottare i loro stessi prodotti (Windows XP) per non avere concorrenza, e a smembrarci le @@ con pubblicità (velata come articoli informatici in ogni dove, o alla luce del sole) per questo sfavillante accrocchio che già necessità di un SP1.Se la gente invece aprirà gli occhi, rendendosi conto di come sta buttando i propri soldi, allora forse Vista si rivelerà per ciò che veramente è: il più colossale flop mai visto al mondo.E una mano, in tale proposito potrebbe venire proprio da MS stessa, con tutta quella tecnologia anti pirateria di cui sta infarcendo i propri prodotti. Infatti se fino ad oggi si installava software su software proprio perché non lo si pagava un euro, adesso che sarà più difficile farlo, qualcuno magari vaglierà altri lidi. Altri, invece, ormai schiavi del loro prodotto, resteranno a finire di farsi lobotomizzare.
    • Anonimo scrive:
      Re: Già si parla di service pack...
      Ecco e' arrivato il momento di non comprarlo piu'.Diciamo addio con XP a windows.
    • Anonimo scrive:
      Re: Già si parla di service pack...
      - Scritto da:
      Assurdo!
      Ancora deve uscire e già si parla di cosa ficcare
      nel primo service
      pack.ne parlano siti che fanno tanta disinformazione. Non c'è nulla di ufficiale
  • TheLoneGunman scrive:
    Kaspersky+Sophos vs Mcafee+Symantec
    Chi vincerà?Si accettano scommesse!Quotazioni 0:0 (puntate 0, vincete 0)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 23 ottobre 2006 00.07-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: Kaspersky+Sophos vs Mcafee+Symantec
      ma chi se ne frega...polli vs galline -- come se fosse interessante
      • TheLoneGunman scrive:
        Re: Kaspersky+Sophos vs Mcafee+Symantec
        - Scritto da:
        ma chi se ne frega...

        polli vs galline -- come se fosse interessanteForse i dirigenti delle varie aziende disputeranno le loro argomentazioni in una normale e pacata lotta all'ultimo sangue nel fango, e allora sì che diventerà interessante.
        • Anonimo scrive:
          Re: Kaspersky+Sophos vs Mcafee+Symantec
          - Scritto da: TheLoneGunman

          - Scritto da:

          ma chi se ne frega...



          polli vs galline -- come se fosse interessante

          Forse i dirigenti delle varie aziende
          disputeranno le loro argomentazioni in una
          normale e pacata lotta all'ultimo sangue nel
          fango, e allora sì che diventerà
          interessante.qeullo che voglio dirti è che "chiunque vincerà, ***sarà uguale*** cioè, in realtà.. non gliene frega niente a nessuno"
          • Anonimo scrive:
            Re: Kaspersky+Sophos vs Mcafee+Symantec
            - Scritto da:

            - Scritto da: TheLoneGunman



            - Scritto da:


            ma chi se ne frega...





            polli vs galline -- come se fosse interessante



            Forse i dirigenti delle varie aziende

            disputeranno le loro argomentazioni in una

            normale e pacata lotta all'ultimo sangue nel

            fango, e allora sì che diventerà

            interessante.

            qeullo che voglio dirti è che "chiunque vincerà,
            ***sarà uguale*** cioè, in realtà.. non gliene
            frega niente a
            nessuno"Tranne che ai bookmakers...ò
        • picchiatello scrive:
          Re: Kaspersky+Sophos vs Mcafee+Symantec
          - Scritto da: TheLoneGunman

          Forse i dirigenti delle varie aziende
          disputeranno le loro argomentazioni in una
          normale e pacata lotta all'ultimo sangue nel
          fango, e allora sì che diventerà
          interessante.A questo punto metterei in "gara" le segretarie...almeno la cosa si fa interessante.....Seriamente poi il primo 16enne smanettone magari apre il nuovo vista in 3-4 mesi........
          • Anonimo scrive:
            Re: Kaspersky+Sophos vs Mcafee+Symantec
            - Scritto da: picchiatello

            - Scritto da: TheLoneGunman




            Forse i dirigenti delle varie aziende

            disputeranno le loro argomentazioni in una

            normale e pacata lotta all'ultimo sangue nel

            fango, e allora sì che diventerà

            interessante.

            A questo punto metterei in "gara" le
            segretarie...almeno la cosa si fa
            interessante.....
            Seriamente poi il primo 16enne smanettone magari
            apre il nuovo vista in 3-4
            mesi........Forse è più probabile che lo faccia qualche mafia.
          • Anonimo scrive:
            Re: Kaspersky+Sophos vs Mcafee+Symantec
            - Scritto da: picchiatello

            - Scritto da: TheLoneGunman




            Forse i dirigenti delle varie aziende

            disputeranno le loro argomentazioni in una

            normale e pacata lotta all'ultimo sangue nel

            fango, e allora sì che diventerà

            interessante.

            A questo punto metterei in "gara" le
            segretarie...almeno la cosa si fa
            interessante.....
            Seriamente poi il primo 16enne smanettone magari
            apre il nuovo vista in 3-4
            mesi........Visti i recenti "successi" di Internet Explorer 7 direi piuttosto 3-4 ore.
          • Anonimo scrive:
            Re: Kaspersky+Sophos vs Mcafee+Symantec
            - Scritto da:

            - Scritto da: picchiatello



            - Scritto da: TheLoneGunman







            Forse i dirigenti delle varie aziende


            disputeranno le loro argomentazioni in una


            normale e pacata lotta all'ultimo sangue nel


            fango, e allora sì che diventerà


            interessante.



            A questo punto metterei in "gara" le

            segretarie...almeno la cosa si fa

            interessante.....

            Seriamente poi il primo 16enne smanettone magari

            apre il nuovo vista in 3-4

            mesi........

            Visti i recenti "successi" di Internet Explorer 7
            direi piuttosto 3-4
            ore.Se ancora non l'hai scoperto la falla di IE7 ha a che fare con outlook express (infatti se guardi su secunia tale "falla" c'è pure su IE6).
          • Anonimo scrive:
            Re: Kaspersky+Sophos vs Mcafee+Symantec
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da: picchiatello





            - Scritto da: TheLoneGunman










            Forse i dirigenti delle varie aziende



            disputeranno le loro argomentazioni in una



            normale e pacata lotta all'ultimo sangue nel



            fango, e allora sì che diventerà



            interessante.





            A questo punto metterei in "gara" le


            segretarie...almeno la cosa si fa


            interessante.....


            Seriamente poi il primo 16enne smanettone
            magari


            apre il nuovo vista in 3-4


            mesi........



            Visti i recenti "successi" di Internet Explorer
            7

            direi piuttosto 3-4

            ore.

            Se ancora non l'hai scoperto la falla di IE7 ha a
            che fare con outlook express (infatti se guardi
            su secunia tale "falla" c'è pure su
            IE6).Ma allora perchè questi di secunia non l'hanno assegnata a OE la falla?
          • Anonimo scrive:
            Re: Kaspersky+Sophos vs Mcafee+Symantec
            - Scritto da:
            Ma allora perchè questi di secunia non l'hanno
            assegnata a OE la
            falla?Per il semplice motivo che OE è l'URL handler di mhtml:// e può essere invocato da IE7. Ma tuttavia è in OE che si trova il bug.
          • Anonimo scrive:
            Re: Kaspersky+Sophos vs Mcafee+Symantec
            - Scritto da:

            - Scritto da: picchiatello



            - Scritto da: TheLoneGunman







            Forse i dirigenti delle varie aziende


            disputeranno le loro argomentazioni in una


            normale e pacata lotta all'ultimo sangue nel


            fango, e allora sì che diventerà


            interessante.



            A questo punto metterei in "gara" le

            segretarie...almeno la cosa si fa

            interessante.....

            Seriamente poi il primo 16enne smanettone magari

            apre il nuovo vista in 3-4

            mesi........

            Visti i recenti "successi" di Internet Explorer 7
            direi piuttosto 3-4
            ore.(troll2)
    • Athlon64 scrive:
      Re: Kaspersky+Sophos vs Mcafee+Symantec

      Chi vincerà?Chi vincerà non lo so e non mi interessa, certo è che McAfee e Symantec fanno software di sicurezza così penosi che qualsiasi cosa possano dire prendo per buono il contrario... avrebbero molto da imparare da software house più piccole come Kaspersky Labs...
      • Anonimo scrive:
        Re: Kaspersky+Sophos vs Mcafee+Symantec
        - Scritto da: Athlon64

        Chi vincerà?

        Chi vincerà non lo so e non mi interessa, certo è
        che McAfee e Symantec fanno software di sicurezza
        così penosi che qualsiasi cosa possano dire
        prendo per buono il contrario... avrebbero molto
        da imparare da software house più piccole come
        Kaspersky
        Labs...Già , il problema è che per fare un antivir conosciuto basta avere soldi e stringere qualche "accordo" con i maggiori produttori di pc. :(
        • Anonimo scrive:
          Re: Kaspersky+Sophos vs Mcafee+Symantec
          - Scritto da:

          Chi vincerà non lo so e non mi interessa, certo è

          che McAfee e Symantec fanno software di
          sicurezza

          così penosi ... avrebbero molto

          da imparare da software house più piccole come

          Kaspersky Labs...

          Già , il problema è che per fare un antivir
          conosciuto basta avere soldi e stringere qualche
          "accordo" con i maggiori produttori di pc.
          :(In effetti sono stupito da quanti PC vengano venduti con preinstallato Norton, che a me come soluzione non piace affatto (lo so, IMHO), e nessuno dei produttori faccia accordi che immagino meno onerosi con le aziende come AVG, che già offrono gratuitamente versioni stringate ma efficaci del loro SW. Capisco che le pressioni di MS non consentano di preinstallare Open Office, Thunderbird, Firefox e simile sw open a fianco dei soliti invecchiati Works e Outlook express. Sinceramente in altri ambiti speravo che ci fosse più libertà d'azione per i produttori HW.Nota: non pretendo di imporre agli altri le mie scelte, ma tanto per chi preferisce le soluzioni MS in genere si tratta comunque di acquistare Office e Outlook professionali, mentre chi non gradisce il preinstallato tipo Norton oggi fa gran fatica ad estirparlo (credo per pessime procedure di disinstallazione, che lasciano pezzi in giro su PC appena acquistati!)
Chiudi i commenti