Contrappunti/ La tempesta dopo la quiete

di M. Mantellini - Il ministro Romani si arrabbia, ma con le persone sbagliate. Se la prende con chi ha fatto presente una mancanza: e non con chi, di quella carenza, è colposamente o colpevolmente responsabile

Roma – Il ministro Paolo Romani pare si sia arrabbiato. A quanto riferito non gli sarebbe piaciuta la presentazione di Agenda Digitale , un’inedita iniziativa che ha unito, per la prima volta, a titolo personale in un unico documento, moltissime persone che in questi anni hanno avuto a che fare con l’innovazione e lo sviluppo della rete Internet in Italia. Le ragioni per cui il Ministro si è adirato sono forse intuibili e, come sovente accade nella politica in Italia, sembrerebbero prevalentemente estetiche.

Il prestigio dei Ministri della Repubblica è infatti da noi calcolato con una strana unità di misura, che ha poche relazioni con i concreti risultati ottenuti e moltissima attinenza invece con la centralità del Ministro stesso nel dibattito mediatico. Vale molto di più, nell’attuale scala di valori della politica italiana, una sfuriata di Brunetta contro i fannulloni o un rogo di scatoloni pieni di documenti da parte del Ministro Calderoli in TV, che non qualsiasi concreto passo avanti della amministrazione, silenziosamente concordato a beneficio dei cittadini.

Così Romani, invece di infastidirsi per la sua inconsistente attività nei panni di Sottosegretario alle Comunicazioni, per le comiche assicurazioni sugli investimenti promessi, sempre poi rapidamente smentite dai fatti, o per la generale incapacità della politica nostrana a mostrare capacità di indirizzo nelle scelte di sviluppo tecnologico del Paese, si arrabbia perché un folto gruppo di imprenditori di primo piano, mescolato a professori universitari, giornalisti, uomini di spettacolo ed esperti di rete, chiede alla politica di preparare nei prossimi 100 giorni una agenda digitale per il Paese. Nessuna invasione di campo, una richiesta normale, non un piano da extraterrestri per portare la fibra ottica alla Capanna Margherita : una forma di pianificazione dei percorsi di sviluppo che quasi tutti i paesi al mondo hanno. Quasi tutti tranne il nostro.

Da un certo punto di vista fa più rumore la firma su Agenda Digitale di Fiorello o di Jovanotti di quella degli amministratori delegati delle compagnie telefoniche italiane, e un documento del genere infastidisce non tanto per le aspettative che crea per il futuro quanto per la implicita sottolineatura dei fallimenti e della scarsa attenzione del passato. Fallimenti che ovviamente nessuno pensa di attribuire interamente al Ministro Romani, che non sono in verità nemmeno ascrivibili solo a questo governo ma che vanno invece ecumenicamente spalmati sulla gestione politica della innovazione nell’ultimo decennio. I dieci anni durante i quali la rete è diventata centrale nello sviluppo tecnologico in tutto il mondo senza che da noi nessuno “sotto il cielo della politica” (come direbbe Enrico Mentana) se ne curasse.

In un paese con un po’ di etica calvinista in più Romani si arrabbierebbe con se stesso, da noi invece il Ministro preferisce accennare al doppiogiochismo degli amministratori delegati di Telecom Italia, Vodafone, Wind e Fastweb che la mattina frequentano le stanze del Ministero litigando fra loro in ogni maniera possibile, e il pomeriggio invitano la politica italiana ad una maggior progettualità digitale dalle pagine del Corriere della Sera .

E, come sempre accade, anche in rete le discussioni su Agenda Digitale hanno imboccato gli usuali percorsi di ampia critica preventiva. Spaccare il capello in quattro alla ricerca dei doppi fondi nei quali sono celati gli interessi nascosti di questo o di quel soggetto è un altro degli sport leggermente deprimenti di questo paese. Difficile applicarlo in questo caso visto che si tratta di un appello generico, apolitico e senza grandi desideri di indirizzo. Il “fate qualcosa” strillato da Agenda Digitale è efficacemente rappresentato da questo grafico che Stefano Quintarelli e Francesco Sacco hanno trovato sul sito dell’ITU.

Si riferisce al 2010 ed illustra, nelle tonalità del verde, le nazioni mondiali con una agenda digitale per lo sviluppo del paese. Secondo questo grafico l’84 per cento dei paesi mondiali ne posseggono una, il 7 per cento la stanno per adottare, e i restanti sono solo la Libia, la Somalia e l’Italia. Davvero una poco invidiabile compagnia, ma evidentemente non sufficiente per acquietare la nostra grande verve di polemisti del sabato pomeriggio.

Massimo Mantellini
Manteblog

Tutti gli editoriali di M.M. sono disponibili a questo indirizzo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • attonito scrive:
    OT: un mese senza post.
    Salve, come detto a suo tempo, sono stato un mese senza postare, anche se ho comunque continuato a leggere gli articoli, Certo, e' stata fortissima la tentazione di rispondere ad alcune XXXXXXXte, come la solita "sei un pezzente perche non ci hai i soldi per comprarti l'iphone" di "disco rotto" Ruppolo, o un altro paio di cappelle sparse qua e la', ma ho resistito. Ora la cura prosegue, per marzo mi limitero' ad alcuni articoli evitando PI gadget, gli articoli-pubblicita' per Apple e tutta la roba con titolo palesemente provocatorio: in questo modo, eliminero' un buon 60%-70% di visite alle pagine.per pandarossa, finalcut (due nomi a caso che mi ricordo) e tutti gli altri postatori ossessivi compulsivi: fate come me, disintossicarsi si puo'. Mettiamo un po' di strizza a PI.
  • Ns256 scrive:
    Torna Woz !
    Mi pare che Wozniac sia ancora in perfetta salute :Dmi sa che se fosse per lui ora al mondo ci sarebbero i mac con su linux e gli iphone con Android.
    • sadness with you scrive:
      Re: Torna Woz !
      - Scritto da: Ns256
      Mi pare che Wozniac sia ancora in perfetta salute
      :D
      mi sa che se fosse per lui ora al mondo ci
      sarebbero i mac con su linux e gli iphone con
      Android."ti sa" un po' male...
  • Paolo De Sanctis scrive:
    Tempo di un nuovo re?
    Nella società di oggi, planetaria, ove la concorrenza è mondiale e ci si confronta con altri 6 miliardi di persone, tanto di cappello a qui riesce ad avere anche una sola intuizione per un solo oggetto innovativo che apre un nuovo mercato e che crea un nuovo standard di riferimento, soprattutto nel campo consumer. Figuriamoci poi se riesce a ripetersi: vedi iPOD, iPAD (tipologia di oggetto che prima non esistevano) e a dir la sua in un settore combattutissimo come la telefonia mobile: iPhone. Rivisitare suoi insuccessi o flops è del tutto irrilevante. Nel parlare di Einstein vogliamo sottolineare che a scuola fu giudicato di intelligenza al di sotto della media o fare riferimento a quel rivoluzionario scienziato che sappiamo che fu? Un saluto PAOLO
    • teribbile scrive:
      Re: Tempo di un nuovo re?
      - Scritto da: Paolo De Sanctis
      Nella società di oggi, planetaria, ove la
      concorrenza è mondiale e ci si confronta con
      altri 6 miliardi di persone, tanto di cappello a
      qui riesce ad avere anche una sola intuizione per
      un solo oggetto innovativo che apre un nuovo
      mercato e che crea un nuovo standard di
      riferimento, soprattutto nel campo consumer.
      Figuriamoci poi se riesce a ripetersi: vedi iPOD,
      iPAD (tipologia di oggetto che prima non
      esistevano) e a dir la sua in un settore
      combattutissimo come la telefonia mobile: iPhone.
      Rivisitare suoi insuccessi o flops è del tutto
      irrilevante. Nel parlare di Einstein vogliamo
      sottolineare che a scuola fu giudicato di
      intelligenza al di sotto della media o fare
      riferimento a quel rivoluzionario scienziato che
      sappiamo che fu?

      Un saluto PAOLOè vero, dei morenti si devono ricordare solo le cose belle che ha fatto, tradire gli amici, non accettare la figlia, cacciare dall'azienda chi gli ha fatto guadagnare quello che ha, trattare male i propri lavoratori, sono tutte le cose buone di jobs che bisogna ricordare
      • sadness with you scrive:
        Re: Tempo di un nuovo re?
        - Scritto da: teribbile
        è vero, dei morenti si devono ricordare solo le
        cose belle che ha fatto, tradire gli amici,chi?
        non accettare la figlia, se intendi Lisa, è stata riconosciuta
        cacciare dall'azienda chi
        gli ha fatto guadagnare quello che ha,chi?(ti faccio presente che nel 1985 fu lui ad essere cacciato)
        trattare male i propri lavoratori, mi pare che chi lavora in Apple sia felice di farlo...
        sono tutte le cose
        buone di jobs che bisogna
        ricordareSicuramente ci ricorderemo di lui, e non di te...
        • lordream scrive:
          Re: Tempo di un nuovo re?
          - Scritto da: sadness with you
          - Scritto da: teribbile


          è vero, dei morenti si devono ricordare solo le

          cose belle che ha fatto, tradire gli amici,

          chi?woz


          non accettare la figlia,

          se intendi Lisa, è stata riconosciutadopo la maggiore età


          cacciare dall'azienda chi

          gli ha fatto guadagnare quello che ha,

          chi?sempre woz
          (ti faccio presente che nel 1985 fu lui ad essere
          cacciato)


          trattare male i propri lavoratori,

          mi pare che chi lavora in Apple sia felice di
          farlo...forse è meglio che ti informi su come jobs trattava i dipendenti


          sono tutte le cose

          buone di jobs che bisogna

          ricordare

          Sicuramente ci ricorderemo di lui, e non di te...per fortuna.. intanto mi gratto.. spero che muoia quest'anno che cosi posso andare a XXXXXXrgli sulla tomba.. non mi andrebbe di doverci tornare apposta
          • Woz scrive:
            Re: Tempo di un nuovo re?
            - Scritto da: lordream
            per fortuna.. intanto mi gratto.. spero che muoia
            quest'anno che cosi posso andare a XXXXXXrgli
            sulla tomba.. non mi andrebbe di doverci tornare
            appostaA te XXXXXXno addosso da vivo, figuriamoci quando creperai.Perchè creperai prima sai?
          • Ciuccellone scrive:
            Re: Tempo di un nuovo re?
            Povero idiota. Davvero. Sei un povero XXXXXXXXX.
          • ruppolo scrive:
            Re: Tempo di un nuovo re?
            - Scritto da: lordream
            - Scritto da: sadness with you

            - Scritto da: teribbile




            è vero, dei morenti si devono ricordare solo
            le


            cose belle che ha fatto, tradire gli amici,



            chi?

            wozSe lo ha tradito perché lui gli è ancora amico?


            non accettare la figlia,



            se intendi Lisa, è stata riconosciuta

            dopo la maggiore etàSaranno XXXXX suoi? Chi sei tu per giudicare?





            cacciare dall'azienda chi


            gli ha fatto guadagnare quello che ha,



            chi?

            sempre wozMa eri lì anche tu?


            (ti faccio presente che nel 1985 fu lui ad
            essere

            cacciato)




            trattare male i propri lavoratori,



            mi pare che chi lavora in Apple sia felice di

            farlo...

            forse è meglio che ti informi su come jobs
            trattava i
            dipendentiMa intendi ciascuno dei 50 mila operai? O forse i dirigenti sotto di lui?Beh, visti gli stipendi annuali a 6 cifre, qualche maltrattamento lo possono anche accettare, no?


            sono tutte le cose


            buone di jobs che bisogna


            ricordare



            Sicuramente ci ricorderemo di lui, e non di
            te...

            per fortuna.. intanto mi gratto.. spero che muoia
            quest'anno che cosi posso andare a XXXXXXrgli
            sulla tomba.. non mi andrebbe di doverci tornare
            appostaUn insulso essere vivente come te mi chiedo per quale ragione sia venuto al mondo. Era più utile un canarino, al posto tuo.
        • Certo certo scrive:
          Re: Tempo di un nuovo re?
          - Scritto da: sadness with you
          mi pare che chi lavora in Apple sia felice di
          farlo...Infatti. Ti pare. Pure io sembro felice di lavorare per il mio capo. Se non riceve questa impressione, vengo accompagnato alla porta.
          • sadness with you scrive:
            Re: Tempo di un nuovo re?
            - Scritto da: Certo certo
            - Scritto da: sadness with you


            mi pare che chi lavora in Apple sia felice di

            farlo...

            Infatti. Ti pare. Pure io sembro felice di
            lavorare per il mio capo. Se non riceve questa
            impressione, vengo accompagnato alla
            porta.certo... certo...
          • Darwin scrive:
            Re: Tempo di un nuovo re?
            - Scritto da: sadness with you
            - Scritto da: Certo certo

            Infatti. Ti pare. Pure io sembro felice di

            lavorare per il mio capo. Se non riceve questa

            impressione, vengo accompagnato alla

            porta.

            certo... certo...Beh è la verità...
  • Azz scrive:
    La fortuna di Apple
    Finchè non arrivò l'ipod, mi ricordo che i computer Mac erano per pochi appassionati e si conoscevano poco. Poi Apple capì cosa serviva per far conoscere la sua azienda e fare soldi: quelli che io chiamo i gadget. Ma non gadget qualsiasi, ma "fighi" e "spaziali" che li facessero sembrare superiori a tutto il resto ed esclusivi. Io per questo voglio fare un grande applauso a chi ha ideato tutto questo, perchè ha capito come funziona il modo e ha fatto soldi.Ecco poi arrivare la seconda grande novità, l'iPhone. Un altro oggetto del desiderio che ha attirato la curiosità di chi voleva qualcosa di diverso e di esclusivo. Poi ancora l'iPad e poi? Mi aspetto di vedere altri gadget.Ecco che così la gente cominciò a conoscere Apple e a prendere interesse anche per i suoi computer, il Mac appunto.Il futuro di Apple? Finchè saprà stuzzicare la curiosità della gente con nuovi ed esclusivi gadget ad effetto, la farà da padrona, almeno negli utili.
    • Gasogen scrive:
      Re: La fortuna di Apple
      I Pc Woody e i Mac Buzz, non c'avevo mai pensato :s
    • bubba scrive:
      Re: La fortuna di Apple

      Poi Apple capì cosa serviva per far conoscere la
      sua azienda e fare soldi: quelli che io chiamo i
      gadget. Ma non gadget qualsiasi, ma "fighi" e
      "spaziali" che li facessero sembrare superiori a
      tutto il resto ed esclusivi. Io per questo voglio
      fare un grande applauso a chi ha ideato tutto
      questo, perchè ha capito come funziona il modo e
      ha fatto
      soldi.un idea decisamente originale. qualche anno prima quella idea si chiamava "Motorola Startac". Ogni tot anni (o mesi, anche) qualcuno la riscopre.
      Ecco poi arrivare la seconda grande novità,
      l'iPhone. Un altro oggetto del desiderio che ha
      attirato la curiosità di chi voleva qualcosa di
      diverso e di esclusivo. Poi ancora l'iPad e poi?
      Mi aspetto di vedere altri
      gadget.
      Ecco che così la gente cominciò a conoscere Apple
      e a prendere interesse anche per i suoi computer,
      il Mac
      appunto.
      Il futuro di Apple? Finchè saprà stuzzicare la
      curiosità della gente con nuovi ed esclusivi
      gadget ad effetto, la farà da padrona, almeno
      negli
      utili.
    • MeX scrive:
      Re: La fortuna di Apple
      quello dagli anni 90 in poi... ma la storia inizia prima... Studia ;)
      • Steve Robinson Hakkabee scrive:
        Re: La fortuna di Apple
        quando a metà degli anni 90 faceva quei penosi cassoni dei performa? o quando faceva quella cacata del newton? o le mitiche laser(inceppa)jet? O il system 8.0 dove non funzionava una mazza? insomma quando era sull'orlo del baratro e del fallimento?
        • MacBoy scrive:
          Re: La fortuna di Apple
          - Scritto da: Steve Robinson Hakkabee
          quando a metà degli anni 90 faceva quei penosi
          cassoni dei performa? o quando faceva quella
          cacata del newton? o le mitiche
          laser(inceppa)jet? O il system 8.0 dove non
          funzionava una mazza? insomma quando era
          sull'orlo del baratro e del
          fallimento?Il Netwon è stato l'unico prodotto innovativo dell'era Sculley. Aveva un OS originale ed estremamente innovativo ed è stato uno dei primi gadget ad utilizzare un proXXXXXri ARM (Apple all'epoca era co-proprietaria di ARM). Non ha avuto il sucXXXXX che meritava perché forse anche troppo in anticipo sui tempi e in quell'epoca Apple era davvero esosa. Ma i suoi "cloni" più economici, come Psion e Palm, hanno avuto molto sucXXXXX. L'OS dei Psion ancora vive nei cellulari Nokia.Per quanto riguarda le Laser... stai prendendo una GROSSA cantonata. La LaserWriter Apple è stata così innovativa da lanciare il mercato del DTP e di fare la fortuna di Adobe, lanciandola nell'olimpo delle grandi. Prima della laserwriter "Adobe" erano un paio di ingegneri usciti dagli Xerox Lab. Senza Jobs e la laserwriter probabilmente oggi non sarebbero nessuno.I performa, sì, facevano schifo. Concordo.Il System 8 in realtà non è mai uscito. Quello che hanno chiamato System 8 era un più un 7.7 con qualche pezzo del fallito progetto System 8 (aka Copland). La cosa buona è che per mettere a posto le cose alla fine hanno comprato NeXT e riportato a casa Jobs! ;)
          • Steve Robinson Hakkabee scrive:
            Re: La fortuna di Apple
            Ma i suoi "cloni" più
            economici, come Psion e Palm, hanno avuto molto
            sucXXXXX. L'OS dei Psion ancora vive nei
            cellulari
            Nokia.quindi mercato c'era, è il target che apple aveva deciso al tempo che era completamente sbagliato (PS. Le dimensioni del newton erano eccessive, sopratutto lo spessore e penso fosse quello il principale motivo di insucXXXXX, non il prezzo IMHO)

            Per quanto riguarda le Laser... stai prendendo
            una GROSSA cantonata. La LaserWriter Apple è
            stata così innovativa da lanciare il mercato del
            DTP e di fare la fortuna di Adobe, lanciandola
            nell'olimpo delle grandi. Prima della laserwriter
            "Adobe" erano un paio di ingegneri usciti dagli
            Xerox Lab. Senza Jobs e la laserwriter
            probabilmente oggi non sarebbero
            nessuno.Come protocollo d'accordo, è stato molto innovativo, la collegavi con appletalk e in 2 secondi avevi una stampante praticamente di rete, windows c'è arrivato 10 anni dopo (a pari semplicità).La mia critica era rivolta all'HW fatto in economia (parlo del periodo 1994-1996 circa) e il gruppo fusore era soggetto a frequanti guasti, la meccanica si sXXXXXva di toner, gli inceppamenti erano frequenti.

            I performa, sì, facevano schifo. Concordo.
            Lattine di coca-cola con lettori CDROM del dixan. (e il ressto anche peggio)
            Il System 8 in realtà non è mai uscito. Quello
            che hanno chiamato System 8 era un più un 7.7 con
            qualche pezzo del fallito progetto System 8 (aka
            Copland). 8.0 o 7.7 che sia per mesi ha fatto penare tutto il mondo mac, fino all'update 8.1 (non funzionava veramente un XXXXX specie i drivers, anzi estensioni per HW).La cosa buona è che per mettere a posto
            le cose alla fine hanno comprato NeXT e riportato
            a casa Jobs!
            ;)a siam d'accordo, la scelta migliore di sempre in casa apple.
          • MacBoy scrive:
            Re: La fortuna di Apple
            - Scritto da: Steve Robinson Hakkabee
            Come protocollo d'accordo, è stato molto
            innovativo, la collegavi con appletalk e in 2
            secondi avevi una stampante praticamente di rete,
            windows c'è arrivato 10 anni dopo (a pari
            semplicità).
            La mia critica era rivolta all'HW fatto in
            economia (parlo del periodo 1994-1996 circa) e il
            gruppo fusore era soggetto a frequanti guasti, la
            meccanica si sXXXXXva di toner, gli inceppamenti
            erano frequenti.Non tanto il protocollo. L'innovazione è stata il postscript e i relativi font VETTORIALI che erano davvero la cosa nuova che ha permesso lo sviluppo del DTP.Considera che la prima laserwriter aveva un proXXXXXre il doppio più potente del più potente Mac che vendevano all'epoca, e molta più ram. E costava tipo 15 milioni. Sembrano tanti, ma le macchine tipografiche tradizionali ne costavano CENTINAIA di milioni...Le laser successive... l'hardware non lo faceva Apple. La meccanica era Canon, di solito. E non mi sembra comunque fosse di scarsa qualità, anzi. Anche se, certo, scendendo di prezzo qualche compromesso c'è sempre.
        • Woz scrive:
          Re: La fortuna di Apple
          - Scritto da: Steve Robinson Hakkabee
          quando a metà degli anni 90 faceva quei penosi
          cassoni dei performa? o quando faceva quella
          cacata del newton? o le mitiche
          laser(inceppa)jet? O il system 8.0 dove non
          funzionava una mazza? insomma quando era
          sull'orlo del baratro e del
          fallimento?Si, proprio quel periodo, quando eri ignorante esattamente come adesso.
          • Darwin scrive:
            Re: La fortuna di Apple
            - Scritto da: Woz
            Si, proprio quel periodo, quando eri ignorante
            esattamente come
            adesso.La verità fa male, eh? rosicone... :D
          • Woz scrive:
            Re: La fortuna di Apple
            - Scritto da: Darwin
            - Scritto da: Woz

            Si, proprio quel periodo, quando eri ignorante

            esattamente come

            adesso.
            La verità fa male, eh? rosicone... :DDare del rosicone a chi usa Apple denota una totale mancanza di neuroni.Darwin dovrebbe significare evoluzione non XXXXXXXXXtà.
          • Steve Robinson Hakkabee scrive:
            Re: La fortuna di Apple
            ben argomentato, dettagliato e con le giuste motivazione.
      • Ios scrive:
        Re: La fortuna di Apple
        - Scritto da: MeX
        quello dagli anni 90 in poi... ma la storia
        inizia prima...



        Studia ;)Se hai letto bene, prima era per pochi appassionato e momenti chiudeva battenti...studia te, va!
  • FDG scrive:
    Rileggendo Folklore.org...
    ...penso che forse un cambio al vertice non farebbe poi tanto male. Ovvero, prendere da Jobs le parti migliori, come far sviluppare i nuovi prodotti a team piccoli e con una visione coerente e omogenea, lasciando da parte però alcuni aspetti discutibili della sua gestione e riconoscibili nel carattere di Apple.
    • MeX scrive:
      Re: Rileggendo Folklore.org...
      ricordiamo che Jobs produsse anche perle del tipo "no one want to watch videos on an iPod"
      • nome e cognome scrive:
        Re: Rileggendo Folklore.org...
        - Scritto da: MeX
        ricordiamo che Jobs produsse anche perle del tipo
        "no one want to watch videos on an
        iPod"Ehi, non ha ancora lasciato... è ancora lui il signore dio tuo...
      • FinalCut scrive:
        Re: Rileggendo Folklore.org...
        - Scritto da: MeX
        ricordiamo che Jobs produsse anche perle del tipo
        "no one want to watch videos on an
        iPod"Non mi piace difendere Jobs, specie in questo forum, però si riferiva all'iPod Classic (anzi Photo presentato in quell'occasione)che aveva uno schermo di 220x176 pixel.http://en.wikipedia.org/wiki/IPod_PhotoIn quelle condizioni non mi sentirei di dargli torto. E come dire che nessuno sentiva l'esigenza di portarsi dietro un telefono quando i telefonini somigliavano a questi:[img]http://www.sopron.info.hu/wp-photos/2008/07/20080730_mobil/old_mobile_phone.jpg[/img]i tempi cambiano.(linux)(apple)
        • COD scrive:
          Re: Rileggendo Folklore.org...
          - Scritto da: FinalCut
          - Scritto da: MeX

          ricordiamo che Jobs produsse anche perle del
          tipo

          "no one want to watch videos on an

          iPod"

          Non mi piace difendere Jobs, specie in questo
          forum,
          e da quando? lo hai sempre difeso a spada tratta, difeso le sue scelte e XXXXXXX e difeso la apple in ogni modo possibile, perfino in maniera vergognosa e meschina
          • FinalCut scrive:
            Re: Rileggendo Folklore.org...
            - Scritto da: COD
            - Scritto da: FinalCut

            - Scritto da: MeX


            ricordiamo che Jobs produsse anche perle del

            tipo


            "no one want to watch videos on an


            iPod"



            Non mi piace difendere Jobs, specie in questo

            forum,



            e da quando? lo hai sempre difeso a spada tratta,
            difeso le sue scelte e XXXXXXX e difeso la apple
            in ogni modo possibile, perfino in maniera
            vergognosa e
            meschinaIn link a supporto magari potrebbe aiutare questa tua bizzarra teoria...Se non lo hai significa che "io" non ho mai difeso ad oltranza Apple e Jobs quando hanno fatto delle cazz@te.(apple)(linux)
          • zuzzurro scrive:
            Re: Rileggendo Folklore.org...
            Quoto.
        • sadness with you scrive:
          Re: Rileggendo Folklore.org...
          - Scritto da: FinalCut
          - Scritto da: MeX

          ricordiamo che Jobs produsse anche perle del

          tipo "no one want to watch videos on an iPod"

          però si riferiva all'iPod Classic (anzi Photo
          presentato in quell'occasione)
          che aveva uno schermo di 220x176 pixel.Veramente si riferiva all'iPod in generale... e cmq se il problema era il display, nessuno gli impediva di montare già allora un display da 2.5" a 320x240 (come quello del successivo iPod Video)...Non prendiamoci in giro: a me piacciono i prodotti Apple (anche se non uso solo quelli) e mi danno fastidio le critiche a spoposito fatte per partito preso... questa però è, al contrario, una difesa per partito preso. La realtà è che Apple, nella sua posizione dominante in quel settore, aveva già programmato l'uscita scaglionata delle funzioni: prima il display a colore per le foto, poi un display migliore per il video, poi... Comportamento lecito quanto vuoi e perfetta strategia, ma non prendiamoci in giro...
      • Gasogen scrive:
        Re: Rileggendo Folklore.org...
        O "solo webapp su Iphone"
        • MeX scrive:
          Re: Rileggendo Folklore.org...
          beh li stava mentendo spudatamente, di sicuro l'app store era già in costruzione!Solo che non erano ancora pronti e Jobs da grande genio ha tirato fuori le webapp ;)
          • Darwin scrive:
            Re: Rileggendo Folklore.org...
            - Scritto da: MeX
            Solo che non erano ancora pronti e Jobs da grande
            genio ha tirato fuori le webapp
            ;)Anche Do Nascimiento prendeva in giro la gente, ma non era questo era un genio....semplicemente esistevano i fessi che abboccavano..
          • MeX scrive:
            Re: Rileggendo Folklore.org...
            la differenza è che con la "presa in giro" di Jobs ci sono migliaia di sviluppatori che campano vendendo apps
          • Darwin scrive:
            Re: Rileggendo Folklore.org...
            - Scritto da: MeX
            la differenza è che con la "presa in giro" di
            Jobs ci sono migliaia di sviluppatori che campano
            vendendo
            appsAnche con Do Nascimiento c'era chi guadagnava...non ti pare? ;)
    • MacBoy scrive:
      Re: Rileggendo Folklore.org...
      - Scritto da: FDG
      ...penso che forse un cambio al vertice non
      farebbe poi tanto male. Ovvero, prendere da Jobs
      le parti migliori, come far sviluppare i nuovi
      prodotti a team piccoli e con una visione
      coerente e omogenea, lasciando da parte però
      alcuni aspetti discutibili della sua gestione e
      riconoscibili nel carattere di Apple.Forstall non è male come sucXXXXXre di Jobs. Ha il suo stesso perfezionismo, amore per la semplicità (è suo l'iOS) e carisma, ed in più un forte background tecnico.Anche Rubistein mi piaceva dal punto di vista tecnico (ma lui era il genio dell'hardware), ma poi è andato alla Palm (e l'ha venduta ad HP... ehm, no, forse come CEO non sarebbe stato adatto).Ma forse la soluzione giusta per una Apple post-Jobs sarebbe un triumvirato Cook/Forstall/Shiller, responsabili con pari dignità rispettivamente degli aspetti produttivi/gestionali, tecnici, e di marketing.
  • l0l scrive:
    DEBIAN 6
    imho manco di questa distro PI farà una recensione
  • ruppolo scrive:
    Niente è per sempre
    Cosa accadrà ad Apple una volta che Jobs non ci sarà più?Semplice, inizierà pian piano a trasformarsi in una azienda come le altre, piegandosi a 90° alle logiche di mercato invece che piegare quest'ultime alla propria visione.Pian piano si cederà alla tentazione di combattere la concorrenza infarcendo di inutili funzioni ogni trabiccolo, abbassando la qualità ed i prezzi. Finché si confonderà col rumore di fondo della mediocrità umana.Come ha scritto qualcuno, un Jobs nasce ogni 100 anni, e chi ha la fortuna di vivere nello stesso periodo (e soprattutto di accorgersi di lui) buon per lui, gli altri amen.Io sono contento di aver passato con Apple e Jobs la maggior parte della mia vita e di aver avuto l'opportunità di godere di queste opere d'arte scaturite dalla sua mente geniale.Il giorno che i prodotti Apple non saranno più i prodotti Apple, appenderò l'informatica al chiodo.
    • the_m scrive:
      Re: Niente è per sempre
      - Scritto da: ruppolo
      Come ha scritto qualcuno, un Jobs nasce ogni 100
      anni, e chi ha la fortuna di vivere nello stesso
      periodo (e soprattutto di accorgersi di lui) buon
      per lui, gli altri amen.

      Io sono contento di aver passato con Apple e Jobs
      la maggior parte della mia vita e di aver avuto
      l'opportunità di godere di queste opere d'arte
      scaturite dalla sua mente geniale.
      Il giorno che i prodotti Apple non saranno più i
      prodotti Apple, appenderò l'informatica al
      chiodo.BHWUUHAUUUAHAHUUUUUHAHA :D :D :D RuppolOTFLLLL!!!MI STO RIBALTANDO DALLA SEDIA SEDIA DALLE RISATE!!!Grazie infinite ruppolo di allietarci così la giornata!!!!
    • COD scrive:
      Re: Niente è per sempre
      poraccio
    • prot scrive:
      Re: Niente è per sempre
      In molti stiamo accendendo candele, ceri, moccolotti e lanterne cinesi mentre preghiamo che quel giorno venga presto, anzi prima.Poi ci può sempre stare che leggeremo delle ruppolate su un forum di cucina o di allevatori di iguane ma chi vivrà vedrà.
      • sadness with you scrive:
        Re: Niente è per sempre
        - Scritto da: prot
        In molti stiamo accendendo candele, ceri,
        moccolotti e lanterne cinesi mentre preghiamo che
        quel giorno venga presto, anzi
        prima.ecco l'ennesimo idiota; ci mancava proprio il tuo commento illuminante: devo dirti dove te lo pui ficcare il tuo cero?
        • l0l scrive:
          Re: Niente è per sempre
          - Scritto da: sadness with you
          - Scritto da: prot

          In molti stiamo accendendo candele, ceri,

          moccolotti e lanterne cinesi mentre preghiamo
          che

          quel giorno venga presto, anzi

          prima.

          ecco l'ennesimo idiota; ci mancava proprio il tuo
          commento illuminante: devo dirti dove te lo pui
          ficcare il tuo
          cero?se cerchi culi spalmati di vasellina cerca nel recinto di apple
          • sadness with you scrive:
            Re: Niente è per sempre
            - Scritto da: l0l
            - Scritto da: sadness with you

            - Scritto da: prot


            In molti stiamo accendendo candele, ceri,


            moccolotti e lanterne cinesi mentre preghiamo

            che


            quel giorno venga presto, anzi


            prima.



            ecco l'ennesimo idiota; ci mancava proprio il
            tuo

            commento illuminante: devo dirti dove te lo pui

            ficcare il tuo

            cero?

            se cerchi culi spalmati di vasellina cerca nel
            recinto di appleforse il tuo è talmente abituato da non necessitare nemmeno di quella?
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: Niente è per sempre
      - Scritto da: ruppolo
      Cosa accadrà ad Apple una volta che Jobs non ci
      sarà
      più?

      Semplice, inizierà pian piano a trasformarsi in
      una azienda come le altre, piegandosi a 90° alle
      logiche di mercato invece che piegare
      quest'ultime alla propria
      visione.
      Pian piano si cederà alla tentazione di
      combattere la concorrenza infarcendo di inutili
      funzioni ogni trabiccolo, abbassando la qualità
      ed i prezzi. Finché si confonderà col rumore di
      fondo della mediocrità
      umana.[img]http://www.0573news.it/CuteEditor/Uploads/champagne.jpg[/img]
      Il giorno che i prodotti Apple non saranno più i
      prodotti Apple, appenderò l'informatica al
      chiodo.[yt]aj_ch5WWgUs[/yt]
    • ciccio pasticcio scrive:
      Re: Niente è per sempre

      Io sono contento di aver passato con Apple e Jobs
      la maggior parte della mia vita e di aver avuto
      l'opportunità di godere di queste opere d'arte
      scaturite dalla sua mente
      geniale.
      Il giorno che i prodotti Apple non saranno più i
      prodotti Apple, appenderò l'informatica al
      chiodo.va bene va bene... ma ora dicci... a letto è bravo??
    • Rover scrive:
      Re: Niente è per sempre
      Ma una lettera d'amore così appassionata l'hai mai scritta ad una donna?
    • Funz scrive:
      Re: Niente è per sempre
      Sei un povero, piccolo, patetico, giocattolo(cit. da una roba di Jobs :p)
    • MeX scrive:
      Re: Niente è per sempre
      LOL, I see what you did there....
    • Darwin scrive:
      Re: Niente è per sempre
      - Scritto da: ruppolo
      Semplice, inizierà pian piano a trasformarsi in
      una azienda come le altre, piegandosi a 90° alle
      logiche di mercato invece che piegare
      quest'ultime alla propria
      visione.Speriamo di sì...
      Pian piano si cederà alla tentazione di
      combattere la concorrenza infarcendo di inutili
      funzioni ogni trabiccolo, abbassando la qualità
      ed i prezzi.I prezzi sicuro, la qualità non so. I computer da loro spacciati per rivoluzionari non sono mai stati all'altezza dei concorrenti. Il problema è il livello di competenza di chi li acquista. :(
      Finché si confonderà col rumore di
      fondo della mediocrità
      umana.La mediocrità è sempre stata di casa in Apple. Partendo dagli smartphone fino ai computer. Ciò che si salva è il comparto software (che tra l'altro è solo una messa in vendita di software non inventati da lei). :
      Come ha scritto qualcuno, un Jobs nasce ogni 100
      anni, e chi ha la fortuna di vivere nello stesso
      periodo (e soprattutto di accorgersi di lui) buon
      per lui, gli altri
      amen.Meno male che nasce uno ogni mille anni. Immagina un mondo di Jobs che spacciano i loro giocattoli come rivoluzionari spolpando i poveri utonti. Mamma mia, non oso pensarci.. :s
      Io sono contento di aver passato con Apple e Jobs
      la maggior parte della mia vita e di aver avuto
      l'opportunità di godere di queste opere d'arte
      scaturite dalla sua mente
      geniale.Scaturite dal lavoro degli altri e spacciate per sue, vuoi dire....
      Il giorno che i prodotti Apple non saranno più i
      prodotti Apple,Avremo un mondo migliore...
      appenderò l'informatica al
      chiodo.Mi sa tanto che l'informatica l'hai appesa al chiodo da un pezzo...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 febbraio 2011 17.45-----------------------------------------------------------
      • Gasogen scrive:
        Re: Niente è per sempre
        - Scritto da: Darwin
        Mi sa tanto che l'informatica l'hai appesa al
        chiodo da un
        pezzo...È sempre rimasta appesa lì
      • sadness with you scrive:
        Re: Niente è per sempre
        - Scritto da: Darwin
        Meno male che nasce uno ogni mille anni. Immagina
        un mondo di Jobs che spacciano i loro giocattoli
        come rivoluzionari spolpando i poveri utonti.
        Mamma mia, non oso pensarci..pensa che poi tutti vanno dietro a copiare... chissà perché...
        • Darwin scrive:
          Re: Niente è per sempre
          - Scritto da: sadness with you
          pensa che poi tutti vanno dietro a copiare...
          chissà
          perché...Perchè Jobs inventa?
          • sadness with you scrive:
            Re: Niente è per sempre
            - Scritto da: Darwin
            - Scritto da: sadness with you

            pensa che poi tutti vanno dietro a copiare...

            chissà perché...
            Perchè Jobs inventa?Io ho solo detto che tutti gli altri copiano...trai le tue conclusioni
          • Darwin scrive:
            Re: Niente è per sempre
            - Scritto da: sadness with you
            Io ho solo detto che tutti gli altri copiano...
            trai le tue conclusioniTutti copiano da tutti...
          • sadness with you scrive:
            Re: Niente è per sempre
            - Scritto da: Darwin
            - Scritto da: sadness with you

            Io ho solo detto che tutti gli altri copiano...

            trai le tue conclusioni
            Tutti copiano da tutti...eggià... però solo dopo che ha fatto Apple...
          • Darwin scrive:
            Re: Niente è per sempre
            - Scritto da: sadness with you
            eggià... però solo dopo che ha fatto Apple...sisi certo. Se non ci fosse Apple non ci sarebbe l'innovazione...anzi la rivoluzione (rotfl)
          • sadness with you scrive:
            Re: Niente è per sempre
            - Scritto da: Darwin
            - Scritto da: sadness with you

            eggià... però solo dopo che ha fatto Apple...
            sisi certo. Se non ci fosse Apple non ci sarebbe
            l'innovazione...anzi la rivoluzione
            (rotfl)chiudi gli occhi, e ridi pure...
          • Darwin scrive:
            Re: Niente è per sempre
            - Scritto da: sadness with you
            chiudi gli occhiChiudere gli occhi? Non possiedo nessun prodotto che ha inventato Apple.
            e ridi pure...Certo che me la rido. Apple reinventa la ruota, la vende a prezzi stratosferici e gli applefan la comprano, convinti che sia il meglio.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 09 febbraio 2011 14.57-----------------------------------------------------------
          • sadness with you scrive:
            Re: Niente è per sempre
            - Scritto da: Darwin
            - Scritto da: sadness with you

            chiudi gli occhi
            Chiudere gli occhi? Non possiedo nessun prodotto
            che ha inventato
            Apple.


            e ridi pure...
            Certo che me la rido. Apple reinventa la ruota,
            la vende a prezzi stratosferici e gli applefan la
            comprano, convinti che sia il meglio.Spiegami come mai, *dopo* l'iPhone, tutti hanno iniziato a fare smartphone completamente touch....e come mai, *dopo* iOS, sono arrivati Android e WinPhone7...e come mai, *dopo* l'AppStore sono arrivati l'AndroidMarket e i vari negozi di App....e come mai, *dopo* l'iPad, stanno arivando gli altri tabletApple non inventa certo nuove tecnologie (non molte perlomeno, perché di brevetti interessanti ne ha molti anche lei) ma sa mettere insieme quelle esistenti per dare un prodotto migliore di quello che c'era *prima*... e gli altri tutti a copiare...
          • Darwin scrive:
            Re: Niente è per sempre
            - Scritto da: sadness with you
            Spiegami come mai, *dopo* l'iPhone, tutti hanno
            iniziato a fare smartphone completamente
            touch.Purtroppo fanno tendenza. Se la gente smettesse di guardare al fashion e pensasse alla sostanza certe cose non si verificherebbero.
            ...e come mai, *dopo* iOS, sono arrivati Android
            e
            WinPhone7Perchè dopo Symbian è arrivato iOS?
            ...e come mai, *dopo* l'AppStore sono arrivati
            l'AndroidMarket e i vari negozi di
            App.Veramente esistevano i package manager con i repository già da prima che Apple lo chiamasse AppStore.
            ...e come mai, *dopo* l'iPad, stanno arivando gli
            altri
            tabletVeramente esistevano già da prima..
            Apple non inventa certo nuove tecnologie (non
            molte perlomeno, perché di brevetti interessanti
            ne ha molti anche lei) ma sa mettere insieme
            quelle esistenti per dare un prodotto migliore di
            quello che c'era *prima*... e gli altri tutti a
            copiare...Davvero? Cos'ha di migliore rispetto agli altri?
          • sadness with you scrive:
            Re: Niente è per sempre
            - Scritto da: Darwin
            - Scritto da: sadness with you

            Spiegami come mai, *dopo* l'iPhone, tutti hanno

            iniziato a fare smartphone completamente

            touch.
            Purtroppo fanno tendenza. Se la gente smettesse
            di guardare al fashion e pensasse alla sostanza
            certe cose non si verificherebbero.Chiamala come vuoi... fatto sta cghe hanno copiato

            ...e come mai, *dopo* iOS, sono arrivati Android

            e WinPhone7
            Perchè dopo Symbian è arrivato iOS?Se non riesci a vedere la differenza tra iOS e Symbian, o sei in malafede, o hai bisogno di occhiali molto forti...

            ...e come mai, *dopo* l'AppStore sono arrivati

            l'AndroidMarket e i vari negozi di App.
            Veramente esistevano i package manager con i
            repository già da prima che Apple lo chiamasse
            AppStore.Veramente l'AppStore non è solo un repository, e in ogni caso ciò non toglie che tutti gli altri siano arrivati dopo...

            ...e come mai, *dopo* l'iPad, stanno arivando

            gli altri tablet
            Veramente esistevano già da prima..Certo... i Tablet con WinXP sono stati un sucXXXXXne... credo che dal 2001 ad oggi ne abbiano venduto meno di quanto ha venduto l'iPad nei primi 6 mesi... mica per niente *adesso* tutti stanno facendo tablet con OS di derivazione smartphone

            Apple non inventa certo nuove tecnologie (non

            molte perlomeno, perché di brevetti interessanti

            ne ha molti anche lei) ma sa mettere insieme

            quelle esistenti per dare un prodotto migliore

            di quello che c'era *prima*... e gli altri tutti a

            copiare...
            Davvero? Cos'ha di migliore rispetto agli altri?Visto che fai finta di non capire, non ti meriti nemmeno una risposta
          • Darwin scrive:
            Re: Niente è per sempre
            - Scritto da: sadness with you
            Se non riesci a vedere la differenza tra iOS e
            Symbian, o sei in malafede, o hai bisogno di
            occhiali molto
            forti...Non parlo di differenze tecniche. Tu dici che tutto è arrivato dopo iOS, ma non è vero.
            Veramente l'AppStore non è solo un repository, e
            in ogni caso ciò non toglie che tutti gli altri
            siano arrivati
            dopo...I repository sono arrivati dopo l'AppStore? Sei sicuro di quello che dici?
            Certo... i Tablet con WinXP sono stati un
            sucXXXXXne... credo che dal 2001 ad oggi ne
            abbiano venduto meno di quanto ha venduto l'iPad
            nei primi 6 mesi... mica per niente *adesso*
            tutti stanno facendo tablet con OS di derivazione
            smartphoneNon c'entra nulla il sucXXXXX. I tablet esistevano già da prima.Quello che tu dici conferma ciò che io ti dico: Apple re-inventa la ruota e tutti gli applefan acquistano.
            Visto che fai finta di non capire, non ti meriti
            nemmeno una
            rispostaPer la verità era una domanda seria. Però visto che ti agiti, credo che tu non abbia la risposta...
          • sadness with you scrive:
            Re: Niente è per sempre
            - Scritto da: Darwin
            - Scritto da: sadness with you

            Se non riesci a vedere la differenza tra iOS e

            Symbian, o sei in malafede, o hai bisogno di

            occhiali molto forti...
            Non parlo di differenze tecniche. peccato che siano quelle a fare la differenza...
            Tu dici che
            tutto è arrivato dopo iOS, ma non è
            vero.Beh... allora tutto è arrivato dopo il DOS...

            Veramente l'AppStore non è solo un repository, e

            in ogni caso ciò non toglie che tutti gli altri

            siano arrivati dopo...
            I repository sono arrivati dopo l'AppStore? Sei
            sicuro di quello che dici?Hai problemi con l'italiano?i repository sono una cosa diversa. punto.gli *altri* market sono arrivati dopo l'AppStore. punto.

            Certo... i Tablet con WinXP sono stati un

            sucXXXXXne... credo che dal 2001 ad oggi ne

            abbiano venduto meno di quanto ha venduto l'iPad

            nei primi 6 mesi... mica per niente *adesso*

            tutti stanno facendo tablet con OS di

            derivazione smartphone
            Non c'entra nulla il sucXXXXX. I tablet
            esistevano già da prima.esistevano in una forma diversa... esisteva un concetto diverso di tablet: oggi tutti i tablet che stanno uscendo sono chiaramente "ispirati" all'iPad, che è completamente diverso da qualsiasi altrio tablet esistente prima. se lo neghi sei in malafede
            Quello che tu dici conferma ciò che io ti dico:
            Apple re-inventa la ruota e tutti gli applefan
            acquistano.e tutti gli altri copiano la ruota reinventata

            Visto che fai finta di non capire, non ti meriti

            nemmeno una risposta
            Per la verità era una domanda seria.Bullshit
          • Darwin scrive:
            Re: Niente è per sempre
            - Scritto da: sadness with you
            peccato che siano quelle a fare la differenza...Eh già certo. Le differenze ci sono eccome: uno ti castra e ti fa il lavaggio del cervello, l'altro no...
            Beh... allora tutto è arrivato dopo il DOS...Davvero? Mah. strano. Ed io che pensavo a Multics ed ai sistemi operativi precedenti....
            Hai problemi con l'italiano?E tu hai problemi di comprendonio?
            i repository sono una cosa diversa. punto.
            gli *altri* market sono arrivati dopo l'AppStore.
            punto.Davvero? In cosa sarebbero differenti se non nella politica castrante di Apple?
            esistevano in una forma diversa... esisteva un
            concetto diverso di tablet: oggi tutti i tablet
            che stanno uscendo sono chiaramente "ispirati"
            all'iPad, che è completamente diverso da
            qualsiasi altrio tablet esistente prima. se lo
            neghi sei in
            malafedeNon nego che vengano ispirati all'iPad, anche perchè ti ho detto che fanno trend (e agli utonti piace il fashion). Ma esistevano comunque, quindi il merito se iPad vende non è di Apple, ma degli ignoranti che comprano la vostra roba solo perchè va di moda.
            e tutti gli altri copiano la ruota reinventataE beh certo. Che fanno rimangono a guardare Apple che spolpa gli utonti?
            BullshitOttima argomentazione. Degna di un fan boy Apple come te.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 10 febbraio 2011 12.11-----------------------------------------------------------
          • MeX scrive:
            Re: Niente è per sempre
            no re-inventa ;)
          • Darwin scrive:
            Re: Niente è per sempre
            - Scritto da: MeX
            no re-inventa ;)appunto... ;)
    • non fumo non bevo e non dico parolacce scrive:
      Re: Niente è per sempre
      TRA CENTOTRENT'ANNI.
    • guru meditation scrive:
      Re: Niente è per sempre
      1 orizzontale sette lettere; un simpatico mitomane.
      • COD scrive:
        Re: Niente è per sempre
        - Scritto da: guru meditation
        1 orizzontale sette lettere; un simpatico
        mitomane.ztivjobno aspè.. l'adepto.. quello che non sa le cose.. non mi viene..
    • Aggiorna immagine scrive:
      Re: Niente è per sempre
      - Scritto da: ruppolo
      Come ha scritto qualcuno, un Jobs nasce ogni 100
      anni, e chi ha la fortuna di vivere nello stesso
      periodo (e soprattutto di accorgersi di lui) buon
      per lui, gli altri
      amen.

      Io sono contento di aver passato con Apple e Jobs
      la maggior parte della mia vita e di aver avuto
      l'opportunità di godere di queste opere d'arte
      scaturite dalla sua mente
      geniale.
      Il giorno che i prodotti Apple non saranno più i
      prodotti Apple, appenderò l'informatica al
      chiodo.(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • COD scrive:
      Re: Niente è per sempre
      - Scritto da: ruppolo
      Cosa accadrà ad Apple una volta che Jobs non ci
      sarà
      più?

      Semplice, inizierà pian piano a trasformarsi in
      una azienda come le altre, piegandosi a 90° alle
      logiche di mercato invece che piegare
      quest'ultime alla propria
      visione.
      Pian piano si cederà alla tentazione di
      combattere la concorrenza infarcendo di inutili
      funzioni ogni trabiccolo, abbassando la qualità
      ed i prezzi. Finché si confonderà col rumore di
      fondo della mediocrità
      umana.

      Come ha scritto qualcuno, un Jobs nasce ogni 100
      anni, e chi ha la fortuna di vivere nello stesso
      periodo (e soprattutto di accorgersi di lui) buon
      per lui, gli altri
      amen.

      Io sono contento di aver passato con Apple e Jobs
      la maggior parte della mia vita e di aver avuto
      l'opportunità di godere di queste opere d'arte
      scaturite dalla sua mente
      geniale.
      Il giorno che i prodotti Apple non saranno più i
      prodotti Apple, appenderò l'informatica al
      chiodo.non sarà invece che con l'informatica tu non hai nulla da spartire?
      • prot scrive:
        Re: Niente è per sempre
        COD, stai buono perché ruppolo segnala e la redazione cancella.
        • COD scrive:
          Re: Niente è per sempre
          - Scritto da: prot
          COD, stai buono perché ruppolo segnala e la
          redazione
          cancella.tanto riposto, me ne avranno cancellati già una 20ina, forse è pieno di applefan anche in PI ma aspetto di leggere qualcosa su debian6 se si degnano o forse saranno occupati a scrivere un articolo su ifart2 o discutono su come la mela morsicata potra essere propagandata meglio su queste pagine
    • zaon scrive:
      Re: Niente è per sempre
      - Scritto da: ruppolo
      Cosa accadrà ad Apple una volta che Jobs non ci
      sarà
      più?

      Semplice, inizierà pian piano a trasformarsi in
      una azienda come le altre, piegandosi a 90° alle
      logiche di mercato invece che piegare
      quest'ultime alla propria
      visione.
      Pian piano si cederà alla tentazione di
      combattere la concorrenza infarcendo di inutili
      funzioni ogni trabiccolo, abbassando la qualità
      ed i prezzi. Finché si confonderà col rumore di
      fondo della mediocrità
      umana.

      Come ha scritto qualcuno, un Jobs nasce ogni 100
      anni, e chi ha la fortuna di vivere nello stesso
      periodo (e soprattutto di accorgersi di lui) buon
      per lui, gli altri
      amen.

      Io sono contento di aver passato con Apple e Jobs
      la maggior parte della mia vita e di aver avuto
      l'opportunità di godere di queste opere d'arte
      scaturite dalla sua mente
      geniale.
      Il giorno che i prodotti Apple non saranno più i
      prodotti Apple, appenderò l'informatica al
      chiodo.Che miserabile.
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: Niente è per sempre
      - Scritto da: ruppolo
      Cosa accadrà ad Apple una volta che Jobs non ci
      sarà
      più?
      Lo hai già detto nel titolo, NIENTE è PER SEMPRE! Chissà, magari fallisce!
      Semplice, inizierà pian piano a trasformarsi in
      una azienda come le altre, piegandosi a 90° alle
      logiche di mercato invece che piegare
      quest'ultime alla propria
      visione.Impossibile, Apple rimane in piedi solo perchè riesce a vendere a cifre assurde i suoi prodotti, il giorno che si uniformasse alle normali condizioni di mercato fallirebbe!
      Pian piano si cederà alla tentazione di
      combattere la concorrenza infarcendo di inutili
      funzioni ogni trabiccolo, abbassando la qualità
      ed i prezzi. Finché si confonderà col rumore di
      fondo della mediocrità
      umana.
      Ed ecco il fallimento!
      Come ha scritto qualcuno, un Jobs nasce ogni 100
      anni, e chi ha la fortuna di vivere nello stesso
      periodo (e soprattutto di accorgersi di lui) buon
      per lui, gli altri
      amen.Toh, e Io che pensavo che i grandi uomini fossero altri!

      Io sono contento di aver passato con Apple e Jobs
      la maggior parte della mia vita e di aver avuto
      l'opportunità di godere di queste opere d'arte
      scaturite dalla sua mente
      geniale.Mai pensato al suicidio, dopo che Steve avrà ratificato l'abbandono della conduzione di Apple?
      Il giorno che i prodotti Apple non saranno più i
      prodotti Apple, appenderò l'informatica al
      chiodo.Niente suicidio? Di solito quando una setta chiude finisce così!
    • nome e cognome scrive:
      Re: Niente è per sempre

      Il giorno che i prodotti Apple non saranno più i
      prodotti Apple, appenderò l'informatica al
      chiodo. ... poi ti lascerai morire, così... guardando con occhi vuoti lo schermo dell'ipad che mostra paesaggi maestosi, mentre suona un misto di Tchaikovsky, Beethoven e Griege; una lacrima solcherà il tuo viso mentre ripensi ai giorni gloriosi: quando per un pc potevi spendere il triplo delle persone normali ma sfoggiare una mela incisa su alluminio di gran classe. Il tuo corpo verrà poi caricato su un camion e portato in uno stabilimento da dove escono gustose tavolette verdi, al gusto di mela.
      • Darwin scrive:
        Re: Niente è per sempre
        - Scritto da: nome e cognome
        ... poi ti lascerai morire, così... guardando con
        occhi vuoti lo schermo dell'ipad che mostra
        paesaggi maestosi, mentre suona un misto di
        Tchaikovsky, Beethoven e Griege; una lacrima
        solcherà il tuo viso mentre ripensi ai giorni
        gloriosi: quando per un pc potevi spendere il
        triplo delle persone normali ma sfoggiare una
        mela incisa su alluminio di gran classe.

        Il tuo corpo verrà poi caricato su un camion e
        portato in uno stabilimento da dove escono
        gustose tavolette verdi, al gusto di
        mela.Tutto questo finchè la batteria dell'iPad gli permetterà di fare ciò. :D
    • Azz scrive:
      Re: Niente è per sempre
      - Scritto da: ruppolo
      Il giorno che i prodotti Apple non saranno più i
      prodotti Apple, appenderò l'informatica al
      chiodo.Addirittura?
    • bubba scrive:
      Re: Niente è per sempre
      - Scritto da: ruppolo
      Cosa accadrà ad Apple una volta che Jobs non ci
      sarà
      più?
      (...)Ruppolo SEI UNA VERGOGNA! Stiwie ,senza il grande Wozniak, magari ora sarebbe il CEO della pepsi (o forse di una azienda leader di velocipedi a energia solare) ma DI CERTO non avrebbe mai fatto l'Apple I (e quindi tutto il resto).Sempre a scambiare il marketing (visionario, se vuoi) con la tecnologia.
      • sadness with you scrive:
        Re: Niente è per sempre
        - Scritto da: bubba

        Cosa accadrà ad Apple una volta che Jobs non ci

        sarà

        più?

        (...)
        Ruppolo SEI UNA VERGOGNA! Stiwie ,senza il grande
        Wozniak, magari ora sarebbe il CEO della pepsi (o
        forse di una azienda leader di velocipedi a
        energia solare) ma DI CERTO non avrebbe mai fatto
        l'Apple I (e quindi tutto il resto).
        Sempre a scambiare il marketing (visionario, se
        vuoi) con la tecnologia.Ma, senza Jobs, l'Apple I di Woz (che non si sarebbe chiamato così) sarebbe stato un esemplare unico per utilizzo domestico personale
    • Findi scrive:
      Re: Niente è per sempre
      ti stà prendendo male vedo...:-)
    • slavetotheg rind scrive:
      Re: Niente è per sempre
      - Scritto da: ruppolo
      Cosa accadrà ad Apple una volta che Jobs non ci
      sarà
      più?

      Semplice, inizierà pian piano a trasformarsi in
      una azienda come le altre, piegandosi a 90° alle
      logiche di mercato invece che piegare
      quest'ultime alla propria
      visione.
      Pian piano si cederà alla tentazione di
      combattere la concorrenza infarcendo di inutili
      funzioni ogni trabiccolo, abbassando la qualità
      ed i prezzi. Finché si confonderà col rumore di
      fondo della mediocrità
      umana.

      Come ha scritto qualcuno, un Jobs nasce ogni 100
      anni, e chi ha la fortuna di vivere nello stesso
      periodo (e soprattutto di accorgersi di lui) buon
      per lui, gli altri
      amen.

      Io sono contento di aver passato con Apple e Jobs
      la maggior parte della mia vita e di aver avuto
      l'opportunità di godere di queste opere d'arte
      scaturite dalla sua mente
      geniale.
      Il giorno che i prodotti Apple non saranno più i
      prodotti Apple, appenderò l'informatica al
      chiodo.Sei quanto di piu' patetico possa esistere
    • Woz scrive:
      Re: Niente è per sempre
      Quando il leone cade ferito, arrivano iene, sciacalli e codardi.
      • Darwin scrive:
        Re: Niente è per sempre
        - Scritto da: Woz
        Quando il leone cade ferito, arrivano iene,
        sciacalli e
        codardi.Ma arrivano anche il lecchini, disposti a trollare pur di salvare il padrone...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 09 febbraio 2011 16.29-----------------------------------------------------------
    • Certo certo scrive:
      Re: Niente è per sempre
      Pat! Pat!Lo sai che odio le tue macacate, ma se vuoi una spalla su cui piangere, ti offro la mia. E non preoccuparti per il futuro: ti aiuterò io a deframmentare il tuo prossimo pc!
    • skzskz scrive:
      Re: Niente è per sempre
      - Scritto da: ruppolo
      Il giorno che i prodotti Apple non saranno più i
      prodotti Apple, appenderò l'informatica al
      chiodo.ellapeppa...
  • MeX scrive:
    analisi un po' "leggera"
    continuare a tirare fuori la storia della prima cacciata di Apple non ha davvero nessun senso!Ora Jobs è stato saldamente al comando da un bel po' è l'azienda è sicuramente più pronta a fare a meno di lui
    • sadness with you scrive:
      Re: analisi un po' "leggera"
      - Scritto da: MeX
      continuare a tirare fuori la storia della prima
      cacciata di Apple non ha davvero nessun senso! Ha senso se si vuole un esempio di com'era Apple senza Jobs e/o di come Jobs ha trasformato Apple
      Ora Jobs è stato saldamente al comando da un bel
      po' è l'azienda è sicuramente più pronta a fare a
      meno di luieheee... questa si che è un'analisi approfondita invece...tu sei sempre quello che pronsticava imminenti nuove gestures "da Apple" per il Magic Mouse, vero? Si vede che sei esperto...PS: non è che ti sei fermato a leggere dopo il primo paragrafo, quando poi c'è il riquadro pubblicitario? guarda che l'articolo continua anche dopo....-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 febbraio 2011 13.44-----------------------------------------------------------
      • MeX scrive:
        Re: analisi un po' "leggera"

        Ha senso se si vuole un esempio di com'era Apple
        senza Jobs e/o di come Jobs ha trasformato
        Appleno.Il mercato dell'informatica è TOTALMENTE diverso, Apple è in settori molto diversi da allora, il management aziendale è completamente diverso, e cosa ancora più significativa, Jobs non lo sta cacciando nessuno, al massimo sarà lui a passare il testimone
        eheee... questa si che è un'analisi approfondita
        invece...
        tu sei sempre quello che propnsticava imminenti
        nuove gestures "da Apple" per il Magic Mouse,
        vero? Si vede che sei
        esperto...non è la prima volta che Jobs ha lasciato Tim in carica, e se l'è cavata bene, mi sembra più rilevante di quello che è sucXXXXX negli anni 90
        • sadness with you scrive:
          Re: analisi un po' "leggera"
          - Scritto da: MeX

          Ha senso se si vuole un esempio di com'era Apple

          senza Jobs e/o di come Jobs ha trasformato

          Apple

          no.
          Il mercato dell'informatica è TOTALMENTE diverso,
          Apple è in settori molto diversi da allora, il
          management aziendale è completamente diverso, e
          cosa ancora più significativa, Jobs non lo sta
          cacciando nessuno, al massimo sarà lui a passare
          il testimoneal di là del fatto che Jobs non lo sta cacciando nessuno ma potrebbe essere "costretto" a mollare, ti rammento che fu lui anche ad assumere Sculley... e comunque non vedo cosa c'entri il fatto che oggi il mondo informatico sia diverso...

          eheee... questa si che è un'analisi approfondita

          invece...

          tu sei sempre quello che propnsticava imminenti

          nuove gestures "da Apple" per il Magic Mouse,

          vero? Si vede che sei

          esperto...

          non è la prima volta che Jobs ha lasciato Tim in
          carica, e se l'è cavata bene,beh, certo... per qualche mese, con i piani già pronti, e con Jobs dietro le spalle a dare sempre il "si" o il "no" finale
          mi sembra più
          rilevante di quello che è sucXXXXX negli anni 90se una gestione di qualche mese ti sembra più rilevante di quello che successe in un decennio, fai pure... ma al di là di questo l'articolo non è mica inentrato su questa cosa....-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 febbraio 2011 14.29-----------------------------------------------------------
          • MeX scrive:
            Re: analisi un po' "leggera"
            non sarà incentrato ma i primi paragrafi sono li... a disposizione di tutti eh...Inoltre, il fatto che l'articolo si chiuda su "cose per sentito dire"... insomma...
          • sadness with you scrive:
            Re: analisi un po' "leggera"
            - Scritto da: MeX
            non sarà incentrato ma i primi paragrafi sono
            li... a disposizione di tutti eh...sono lì a testimoniare cosa successe in Apple "senza Jobs", visto che si parla del futuro di Apple "senza Jobs"...
            Inoltre, il fatto che l'articolo si chiuda su
            "cose per sentito dire"..."sentito dire"? vabbé... ho capito... torna a ipotizzare le gesture di Apple per il magic mouse...
          • MeX scrive:
            Re: analisi un po' "leggera"

            sono lì a testimoniare cosa successe in Apple
            "senza Jobs", visto che si parla del futuro di
            Apple "senza
            Jobs"...si ma la Apple di 20 anni fa, con un Jobs sbarbatello e ancora con i postumi da LSD
            "sentito dire"? vabbé... ho capito... torna a
            ipotizzare le gesture di Apple per il magic
            mouse...scusa non era alla fine era all'inizio come premessa... tanto per far capire da subito la credibilità dell'articolo: "una carisma senza eguali e ( da quel che si dice ) anche un carattere al quale è difficile opporsi"
          • sadness with you scrive:
            Re: analisi un po' "leggera"
            - Scritto da: MeX
            tanto per far capire da subito la
            credibilità dell'articolo: "una carisma senza
            eguali e ( da quel che si dice ) anche un
            carattere al quale è difficile opporsi"beh, "forse" Galimberti non conosce Jobs di persona...d'altro canto la *tua* credibilità è data dalle gestures che Apple ha aggiunto sul Magic Mouse (cioé "zero")
          • MeX scrive:
            Re: analisi un po' "leggera"

            beh, "forse" Galimberti non conosce Jobs di
            persona...appunto, quindi perchè lanciarsi in questi commenti anzichè fare un'analisi seria?
            d'altro canto la *tua* credibilità è data dalle
            gestures che Apple ha aggiunto sul Magic Mouse
            (cioé
            "zero")ho un magic mouse, ho installato i driver custom... e ho capito perchè non le hanno aggiunte
          • sadness with you scrive:
            Re: analisi un po' "leggera"
            - Scritto da: MeX

            beh, "forse" Galimberti non conosce Jobs di

            persona...

            appunto, quindi perchè lanciarsi in questi
            commenti anzichè fare un'analisi seria?"lanciarsi"? per aver scritto una frase su un lato caratteriale noto a tutti? Non è che abbia fatto una disquisizione su questo aspetto, ha semplicemente sottolineato che la sua decisione e il suo modo di "imporsi" al vertice della società, nasce *anche* da lì'...Eppoi, analisi di cosa? Dopo un breve escursus su cos'è stata Apple con/senza Jobs, sono stati presi in esame (pure dettagliatamente, a mio modo di vedere) i tre possibili sostituti. punto.

            d'altro canto la *tua* credibilità è data dalle

            gestures che Apple ha aggiunto sul Magic Mouse

            (cioé

            "zero")

            ho un magic mouse, ho installato i driver
            custom... e ho capito perchè non le hanno
            aggiunteBene... ciò non toglie che al lancio del Magic Mouse eri di tutt'altra opinione e anche lì davi contro a me (e forse anche a Galimberti... non ricordo il suo articolo) per poi arrivare alla conclusione che hai torto. Per inciso, pure io ho un Magic Mouse, e quantomeno il click a tre dita l'ho aggiunto...
          • MeX scrive:
            Re: analisi un po' "leggera"
            si perchè non lo avevo e parlavo a vanvera come te... data la superficie del mouse pinch e gestures che involvono più di 2 dita sono inusabili
          • sadness with you scrive:
            Re: analisi un po' "leggera"
            - Scritto da: MeX
            si perchè non lo avevo e parlavo a vanvera come
            te... già... avevi parlato molto più a vanvera... (come stai parlando a vanvera ora)
            data la superficie del mouse pinch e
            gestures che involvono più di 2 dita sono
            inusabilima guarda che eri tu a dire che Apple le avrebbe introdotte... mica io... io dicevo che di fatto era un passo indietro rispetto al mighty perché non c'era manco il click centrale
          • MeX scrive:
            Re: analisi un po' "leggera"
            ora non sto parlando a vanvera, sto accusando Galimberti di aver fatto un articolo banale.Il solo scrolling del magic mouse vale l'acquisto
          • sadness with you scrive:
            Re: analisi un po' "leggera"
            - Scritto da: MeX
            ora non sto parlando a vanvera, sto accusando
            Galimberti di aver fatto un articolo banale.Vedo che continui a saltare di palo in frasca...
            Il solo scrolling del magic mouse vale l'acquistoDillo a chi usa sw che "necessitano" del click centrale...
          • MeX scrive:
            Re: analisi un po' "leggera"
            non comprano il magic mouse?"che schifo la 500 non è una stationwagon!"
          • sadness with you scrive:
            Re: analisi un po' "leggera"
            - Scritto da: MeX
            non comprano il magic mouse?stai menando il can per l'aia...
          • MeX scrive:
            Re: analisi un po' "leggera"
            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3084176&m=3084950#p3084950
          • FDG scrive:
            Re: analisi un po' "leggera"
            - Scritto da: sadness with you
            sono lì a testimoniare cosa successe in Apple
            "senza Jobs", visto che si parla del futuro di
            Apple "senza Jobs"...Comunque era una situazione differente. Si occupava di progetti specifici, cioè del Macintosh, e non era a capo dell'azienda. Finché il progetto era in fase di sviluppo è andato tutto bene. Le cose sono cambiate quando Jobs s'è dovuto scontrare con Sculley per le sue idee. A quel punto anche se era un socio, comunque non aveva la direzione dell'azienda e non poteva decidere lui. E se ne è andato.Un esempio sul potere decisionale che Jobs non aveva all'epoca: http://bit.ly/gJdyKOL'azienda era diversa. E anche lo stesso Jobs era una persona diversa, con meno esperienza.
          • sadness with you scrive:
            Re: analisi un po' "leggera"
            - Scritto da: FDG
            - Scritto da: sadness with you


            sono lì a testimoniare cosa successe in Apple

            "senza Jobs", visto che si parla del futuro di

            Apple "senza Jobs"...

            Comunque era una situazione differente. Si
            occupava di progetti specifici, cioè del
            Macintosh, e non era a capo dell'azienda.il che non fa che peggiorare la situazione attuale nell'ipotesi in cui Jobs lasci il comando. In ogni caso, non mi pare che l'articolo sia incentrato propriamente su questo, se non su fatto di "quanto" è stato in grado di fare Jobs al suo rientro e di "quanto" questo si potrebbe sentire la mancanza del suo modo di fare
          • MeX scrive:
            Re: analisi un po' "leggera"

            Non si può banalmente fare un paragone
            col
            passato.ecco, hai fotografato il mio pensiero!
          • COD scrive:
            Re: analisi un po' "leggera"
            - Scritto da: MeX

            Non si può banalmente fare un paragone

            col

            passato.

            ecco, hai fotografato il mio pensiero!punto nero su sfondo bianco
    • Shiba scrive:
      Re: analisi un po' "leggera"
      - Scritto da: MeX
      continuare a tirare fuori la storia della prima
      cacciata di Apple non ha davvero nessun
      senso!

      Ora Jobs è stato saldamente al comando da un bel
      po' è l'azienda è sicuramente più pronta a fare a
      meno di
      luiPer osmosi?
      • MeX scrive:
        Re: analisi un po' "leggera"
        esattamente.Quando Jobs fu cacciato il management era una serie di colletti bianchi che tenevano in piedi l'azienda in quanto Jobs faceva solo il "visionario"Ora Jobs ha costruito intorno a se un management che condivide la sua visione e le sue idee, è un'azienda totalmente diversa da quella che lasciò
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: analisi un po' "leggera"
      - Scritto da: MeX
      continuare a tirare fuori la storia della prima
      cacciata di Apple non ha davvero nessun
      senso!

      Ora Jobs è stato saldamente al comando da un bel
      po' è l'azienda è sicuramente più pronta a fare a
      meno di
      luiPaura, eh?Strizza, strizza!
      • MeX scrive:
        Re: analisi un po' "leggera"
        solo gli Apple hater pensano che Jobs sia il dio degli Apple Fanboys... lo idolatrate più di noi! :D
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: analisi un po' "leggera"
          Allora ruppolo sarebbe un apple hater?
          • MeX scrive:
            Re: analisi un po' "leggera"
            no, e sono certo che anche lui pensi che la Apple di adesso non subirà la botta dell'Apple di allora.É ovvio poi che SJ non è uno qualunque e la sua mancanza in un modo o nell'altro si avvertirà, ma fare il parellelismo con gli anni 90 è davvero irrilevante
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: analisi un po' "leggera"
            - Scritto da: MeX
            no, e sono certo che anche lui pensi che la Apple
            di adesso non subirà la botta dell'Apple di
            allora.http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3084176&m=3084427#p3084427http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3084176&m=3084429#p3084429E il bello è che gli hai pure risposto....
          • MeX scrive:
            Re: analisi un po' "leggera"
            secondo vi sta prendendo in giro ;)
          • Shiba scrive:
            Re: analisi un po' "leggera"
            - Scritto da: MeX
            no, e sono certo che anche lui pensi che la Apple
            di adesso non subirà la botta dell'Apple di
            allora.Sei il più Open Source di tutti qui dentro XD-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 08 febbraio 2011 17.00-----------------------------------------------------------
    • ruppolo scrive:
      Re: analisi un po' "leggera"
      - Scritto da: MeX
      Ora Jobs è stato saldamente al comando da un bel
      po' è l'azienda è sicuramente più pronta a fare a
      meno di
      luiDobbiamo fare i conti con la realtà: molto spesso le aziende lasciate ai figli vengono distrutte in un lampo. Figuriamoci in mano ad estranei.
      • sfigaOS scrive:
        Re: analisi un po' "leggera"
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: MeX

        Ora Jobs è stato saldamente al comando da un bel

        po' è l'azienda è sicuramente più pronta a fare
        a

        meno di

        lui

        Dobbiamo fare i conti con la realtà: molto spesso
        le aziende lasciate ai figli vengono distrutte in
        un lampo. Figuriamoci in mano ad
        estranei.Concordo.
      • MeX scrive:
        Re: analisi un po' "leggera"
        si vede che sei troppo influenzato dalla situazione italica... ;)
        • ruppolo scrive:
          Re: analisi un po' "leggera"
          - Scritto da: MeX
          si vede che sei troppo influenzato dalla
          situazione italica...
          ;)È probabile ;)
      • kurdt scrive:
        Re: analisi un po' "leggera"
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: MeX

        Ora Jobs è stato saldamente al comando da un bel

        po' è l'azienda è sicuramente più pronta a fare
        a

        meno di

        lui

        Dobbiamo fare i conti con la realtà: molto spesso
        le aziende lasciate ai figli vengono distrutte in
        un lampo. Figuriamoci in mano ad
        estranei.Su questo non sono d'accordo, il paragone è sbagliato.Le aziende che vengono lasciate ai figli, molto probabilmente prospererebbero ancora, se venissero lasciate in mano ad una persona competente.I figli generalmente sono degli incapaci totali.
      • non fumo non bevo e non dico parolacce scrive:
        Re: analisi un po' "leggera"
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: MeX

        Ora Jobs è stato saldamente al comando da un bel

        po' è l'azienda è sicuramente più pronta a fare
        a

        meno di

        lui

        Dobbiamo fare i conti con la realtà: molto spesso
        le aziende lasciate ai figli vengono distrutte in
        un lampo. Figuriamoci in mano ad
        estranei.Beh, a parte il fatto che stiamo vendendo la pelle dell'orso prima di averlo ammazzato (e spero che l'orso Jobs abbia la pellaccia dura), è vero: le aziende date in mano a figli incapaci falliscono, ma in mano a estranei capaci possono addirittura rifiorire! Vedi MicroSoft, con Ballmer (che a me non sta troppo simpatico) è ritornata ad essere aggressiva. Non dico che sia certamente vincente, ma aggressiva di certo, se contiamo che è entrata in competizione con Google con Bing, ha riproposto IE in tempi brevissimi, Windows Phone 7 e, non ultimo, WIndows 7. Ora, al di la dei gusti personali, non si può negare che MicroSoft abbia avuto una "botta d'orgoglio" da quando è arrivato Ballmer. Spero che accada così anche per Apple quando, tra centotrent'anni, non dovesse esserci più Jobs.Poi, per quanto riguarda me... ah come vorrei che qualcuno iniziasse a sviluppare un po' di applicazioni chiave anche per Linux... perchè è il sistema operativo PIU' BELLO DEL MONDOOO!!! ...dopo Mac-OSX... ...o forse prima... (...scusate ma forse questo era un flame. non voluto.)Sent from my iMac
      • embe scrive:
        Re: analisi un po' "leggera"
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: MeX

        Ora Jobs è stato saldamente al comando da un bel

        po' è l'azienda è sicuramente più pronta a fare
        a

        meno di

        lui

        Dobbiamo fare i conti con la realtà: molto spesso
        le aziende lasciate ai figli vengono distrutte in
        un lampo. Figuriamoci in mano ad
        estranei.Toh, per una volta condivido anch'io!
    • COD scrive:
      Re: analisi un po' "leggera"
      - Scritto da: MeX
      continuare a tirare fuori la storia della prima
      cacciata di Apple non ha davvero nessun
      senso!

      Ora Jobs è stato saldamente al comando da un bel
      po' è l'azienda è sicuramente più pronta a fare a
      meno di
      luima il vero problema non è se apple puo fare a meno di lui, il problema sta nel convincere gli azionisti che questo problema non esiste e la cosa risulta molto piu tosta, nel caso succeda che gli azionisti diano ragione ad apple questa perderà la segretezza che la contraddistingueva e molto del mercato dei fedeli e questo gli azionisti lo sanno bene, se noti in 3 mesi ci sono oscillazioni sulle azioni di 50 punti addirittura, significa che l'azienda non ha solidità ma si muove coi rumors
      • MeX scrive:
        Re: analisi un po' "leggera"
        anche un XXXXXXX ha fatto crollare la borsa USA... è la natura stessa della borsa!Se se ne va un CEO carismatico è ovvio che molti preferiscono stare al sicuro, ma parliamo di investitori che "speculano" e non di quelli che INVESTONOSe pensi che è già sucXXXXX che Jobs se ne andò senza nemmeno dare spiegazioni... in confronto questa è una caramella!
        • sadness with you scrive:
          Re: analisi un po' "leggera"
          - Scritto da: MeX
          Se pensi che è già sucXXXXX che Jobs se ne
          andò senza nemmeno dare spiegazioni... in
          confronto questa è una caramella!Ma come... non eri tu che facevi una capa-tanta di non fare paragoni col passato? LOL...
          • MeX scrive:
            Re: analisi un po' "leggera"
            infatti... stiamo parlando della Apple "attuale" non di quella degli anni '90In questa stessa azienda Jobs in qualità di CEO mancò senza spiegazioni e ci fu un ripercussione in borsa, evidente, ma non catastrofica, quindi, mi sembra lecito pensare che una dipartita "organizzata" se ben presentata agli investitori avrà un impatto ancora minore, poi, posso sempre sbagliarmi
          • sadness with you scrive:
            Re: analisi un po' "leggera"
            si si... una gesture e passa tutto...
        • teribbile scrive:
          Re: analisi un po' "leggera"
          - Scritto da: MeX
          anche un XXXXXXX ha fatto crollare la borsa
          USA... è la natura stessa della
          borsa!non è esattamente la stessa cosa sai? anzi a dire il vero l'impeachmentdi un presidente americano con un rumor che esce l'iphone bianco a marzo non è la stessa cosa

          Se se ne va un CEO carismatico è ovvio che molti
          preferiscono stare al sicuro, ma parliamo di
          investitori che "speculano" e non di quelli che
          INVESTONOil movimento azionistico di apple non è di investitori perchè altrimenti non vedresti dei saliscendi giornalieri che arrivano a 8 dollari ad azione, quando vedi che gli investitori scommettono su una azienda le crescite e le discese sono ridotte al punto o percentuali di punto, puoi notare che dopo che la apple disse che jobs si allontanava per motivi di salute ebbe un crollo, per risalire la apple immetteva in borsa capitali atti alla crescita per attirare gli investitori e far tornare il titolo ai livelli precedenti, logicamente adesso è un terribile periodo per apple che anche se dovesse vincere la battaglia convincendo gli investitori questa si ritroverebbe a non poter piu agire in totale segretezza come prima.

          Se pensi che è già sucXXXXX che Jobs se ne
          andò senza nemmeno dare spiegazioni... in
          confronto questa è una
          caramella!in quel tempo apple aveva molto meno da perderci
          • MeX scrive:
            Re: analisi un po' "leggera"
            ci sono tanti che "speculano" sulle azioni, ma c'è anche chi ci investe... già solo i dipendenti Apple hanno forti sconti nell'acquisto di azioni... per esempio
  • Shiba scrive:
    Articolo coinvolgente
    Penso che tutti, da me a nome e cognome (e cloni simili), non possiamo fare a meno di domandarci come sarà l'era post-Jobs. Buon articolo a mio parere, riassume efficacemente la situazione attuale.
  • jobs 6 morto scrive:
    magiko tumore
    portati via steve jobs ke tanto gli resta poko da vivere ormai!!! uhauhauhauhauhauhauha!
    • sadness with you scrive:
      Re: magiko tumore
      sei così idiota di tuo, o ce l'hai tu un tumore al cervello?
    • bertuccia scrive:
      Re: magiko tumore
      - Scritto da: jobs 6 morto

      portati via steve jobs ke tanto gli resta poko da
      vivere ormai!!!
      uhauhauhauhauhauhauha!non ci sono più i troll di una volta :(
  • il solito bene informato scrive:
    IMPOSSIBILE sostituire Jobs
    Lo dico senza timore di iperbole *: di persone come Jobs ne nascono una ogni 100 anni.Forse non è un vero talento in niente e non ha mai inventato nulla, ma ha dimostrato continuamente la capacità di vedere "l'insieme" e vedere "oltre", intuendo quello che vuole il mercato, prima ancora del mercato stesso; ha preso le innovazioni tecnologiche e le ha messe insieme, dando vita a prodotti rivoluzionari, pietre miliari perfino quando fallimentari.Ultima cosa, ma più importante di tutte, è sempre stato convinto di quello che faceva. Basti fare un confronto con le altre aziende: quando qualcuno introduceva un'innovazione, questa passava nascosta tra le centinaia di prodotti "sicuri" e commerciabili. Quando Jobs introduce un'innovazione, invece, la cavalca e la pubblicizza senza timori, e la circonda di un mondo tutto suo perché funzioni al massimo.Come si fa a trovare una persona del genere da mettere alla guida di Apple? Non credo si possa. Certe aziende dovrebbero "morire" assieme al loro fondatore, troppo spesso si sono visti consigli d'amministrazione rispettabili e dirigenti pragmatici portare alla rovina aziende prima fiorenti e creative.Ora Apple è al sua apice, Jobs mollerà, il titolo calerà un po' in borsa e, secondo me, i futuri dirigenti dovranno limitarsi a non fare etazzac , puntando soprattutto sulla qualità dei prodotti.*non ho mai capito che vuol dire-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 febbraio 2011 11.57-----------------------------------------------------------
    • jobs 6 morto scrive:
      Re: IMPOSSIBILE sostituire Jobs
      invece e meglio ke trovino ki lo sostituisce, xke tempo 3 mesi e jobs skiatta, anke con tutti i soldi ke a nn puo battere il tumore! uhauhauhauhauhauhauhauhauhauhauha!!!!!!!
    • Be&O scrive:
      Re: IMPOSSIBILE sostituire Jobs
      Ruppolo, dove lo metti !
  • mimmo scrive:
    la "mia" previsione...
    che poi non è mia, diciamo che concordo...Apple abbandonerà entro (massimo) il 2014 il settore professionale. forse cederà il brand final cut (il programma diventerà multipiattaforma, magari addirittura open se non trova acquirenti) e dismetterà la produzione di macpro. avrà un unico sistema operativo come sintesi do macos e ios (ma questo potrebbe già avvenire nel dopo lion), e anche su macbook e imac (o come si chiameranno) sarà possibile installare solo sw scaricati da app store (salvo naturalmente XXXXXXXXX a pena perdita di garanzia). concentrerà molte più energie sullo sviluppo della Apple TV, con servizi a pagamento e gratuiti collegati.lascerà Intel e monterà ARM su tutti i suoi prodotti.
    • sadness with you scrive:
      Re: la "mia" previsione...
      - Scritto da: mimmo
      che poi non è mia, diciamo che concordo...
      Apple abbandonerà entro (massimo) il 2014 il
      settore professionale. forse cederà il brand
      final cut (il programma diventerà
      multipiattaforma, magari addirittura open se non
      trova acquirenti) e dismetterà la produzione di
      macpro. avrà un unico sistema operativo come
      sintesi do macos e ios (ma questo potrebbe già
      avvenire nel dopo lion), e anche su macbook e
      imac (o come si chiameranno) sarà possibile
      installare solo sw scaricati da app store (salvo
      naturalmente XXXXXXXXX a pena perdita di
      garanzia). concentrerà molte più energie sullo
      sviluppo della Apple TV, con servizi a pagamento
      e gratuiti collegati.
      lascerà Intel e monterà ARM su tutti i suoi
      prodotti.L'ultima è la più interessante... ci ho pensato più volte anch'io, e potrebbe arrivare a prescindere dal discorso iOS (anzi, sono quasi convinto che nei laboratori segreti di Cupertino ci sia una versione si OSX che gira su ARM).Dall'analisi manca però l'evoluzione di iOS, che così com'è non può certo equipaggiare un desktop: non è autonomo e manca ancora di numerose funzioni.
      • mimmo scrive:
        Re: la "mia" previsione...
        - Scritto da: sadness with you
        - Scritto da: mimmo

        che poi non è mia, diciamo che concordo...

        Apple abbandonerà entro (massimo) il 2014 il

        settore professionale. forse cederà il brand

        final cut (il programma diventerà

        multipiattaforma, magari addirittura open se non

        trova acquirenti) e dismetterà la produzione di

        macpro. avrà un unico sistema operativo come

        sintesi do macos e ios (ma questo potrebbe già

        avvenire nel dopo lion), e anche su macbook e

        imac (o come si chiameranno) sarà possibile

        installare solo sw scaricati da app store (salvo

        naturalmente XXXXXXXXX a pena perdita di

        garanzia). concentrerà molte più energie sullo

        sviluppo della Apple TV, con servizi a pagamento

        e gratuiti collegati.

        lascerà Intel e monterà ARM su tutti i suoi

        prodotti.

        L'ultima è la più interessante... ci ho pensato
        più volte anch'io, e potrebbe arrivare a
        prescindere dal discorso iOS (anzi, sono quasi
        convinto che nei laboratori segreti di Cupertino
        ci sia una versione si OSX che gira su
        ARM).
        Dall'analisi manca però l'evoluzione di iOS, che
        così com'è non può certo equipaggiare un desktop:
        non è autonomo e manca ancora di numerose
        funzioni.infatti quello che penso (ma sono "rumor" che girano) è che dopo lion (quindi diciamo pure da fine 2013- inizio 2014) vedremo un unico OS Apple che girerà su tutti i suoi device, dall'ipod touch all'imac... il tutto su un unico SOC proprietario basato su ARM Cortex A15 e sucXXXXXri, naturalmente scalato sulla base delle prestazioni richieste dai dispositivi...
        • sadness with you scrive:
          Re: la "mia" previsione...
          - Scritto da: mimmo
          infatti quello che penso (ma sono "rumor" che
          girano) è che dopo lion (quindi diciamo pure da
          fine 2013- inizio 2014) vedremo un unico OS Apple
          che girerà su tutti i suoi device, dall'ipod
          touch all'imac... il tutto su un unico SOC
          proprietario basato su ARM Cortex A15 e
          sucXXXXXri, naturalmente scalato sulla base delle
          prestazioni richieste dai dispositivi...Ripeto: "prima" di fare una cosa del genere, iOS deve evolversi e copmpletarsi, proXXXXX che non può avvenire in tempi brevissimi. In secono dluogo, Apple sta iniziando adesso a progettarsi proXXXXXri ad-hoc basati su ARM... dagli tempo... infine, un cambio di architettura adesso mi pare un pochettino prematuro: sarebbe una virata troppo drastica.Semmai sarà, posso pensare che accadrà non prima del 2016 (quindi ben dopo il tuo fine 2013, inizio 2014) anno in cui, presumibilmente, uscirà la decima versione dei iOS: iOSX
          • Darwin scrive:
            Re: la "mia" previsione...
            - Scritto da: sadness with you
            - Scritto da: mimmo
            Ripeto: "prima" di fare una cosa del genere, iOS
            deve evolversi e copmpletarsi, proXXXXX che non
            può avvenire in tempi brevissimi. In secono
            dluogo, Apple sta iniziando adesso a progettarsi
            proXXXXXri ad-hoc basati su ARM... dagli tempo...
            infine, un cambio di architettura adesso mi pare
            un pochettino prematuro: sarebbe una virata
            troppo
            drastica.
            Semmai sarà, posso pensare che accadrà non
            prima del 2016 (quindi ben dopo il tuo fine
            2013, inizio 2014) anno in cui, presumibilmente,
            uscirà la decima versione dei iOS:
            iOSXSinceramente non credo che Apple abbia grandi difficoltà nel portare iOS su macchine che attualmente usano OS X. Alla fine dei conti, quello che è in comune tra i due OS è il sistema Darwin, che muove le fila di tutti i sistemi Apple. Tra l'altro iOS non è nient'altro che un porting di Mac OS X su smartphone/tablet. Pertanto credo che non ci sarà una vera e propria transizione, ma solo un semplice cambio di brand.
          • sadness with you scrive:
            Re: la "mia" previsione...
            - Scritto da: Darwin
            Sinceramente non credo che Apple abbia grandi
            difficoltà nel portare iOS su macchine che
            attualmente usano OS X.Il problema non è la difficoltà di Apple nel fare il porting...il problema è che iOS non è pronto per sostituire MacOSX: mancano un sacco di funzioni, e non è nemmeno "indipendente"... non può nanche aggiornarsi da solo senza passare da iTunes!!!Se ci aggiungi l'ipotesi di portare tutti i Mac su tecnologia ARM, capisci che poi sussistono anche altri problemi...
          • Darwin scrive:
            Re: la "mia" previsione...
            - Scritto da: sadness with you
            - Scritto da: Darwin
            il problema è che iOS non è pronto per sostituire
            MacOSX: mancano un sacco di funzioni, e non è
            nemmeno "indipendente"... non può nanche
            aggiornarsi da solo senza passare da
            iTunes!!!Infatti non credo che Apple sostituirà iOS a Mac OS X. Quello che volevo dire è che sarà probabilmente un cambio di brand da Mac OS X a iOS, ma la sostanza rimarrà tale e quale a prima.
            Se ci aggiungi l'ipotesi di portare tutti i Mac
            su tecnologia ARM, capisci che poi sussistono
            anche altri
            problemi...Questa la vedo una possibilità remota e anche stupida. Per il mercato ARM esistono i tablet. Le macchine penso rimarranno basate su intel.
          • sadness with you scrive:
            Re: la "mia" previsione...
            - Scritto da: Darwin

            il problema è che iOS non è pronto per sostituire

            MacOSX: mancano un sacco di funzioni, e non è

            nemmeno "indipendente"... non può nanche

            aggiornarsi da solo senza passare da

            iTunes!!!
            Infatti non credo che Apple sostituirà iOS a Mac
            OS X. Quello che volevo dire è che sarà
            probabilmente un cambio di brand da Mac OS X a
            iOS, ma la sostanza rimarrà tale e quale a
            prima.Non avrebbe senso, e comunque non è ciò di cui si stava parlando

            Se ci aggiungi l'ipotesi di portare tutti i Mac

            su tecnologia ARM, capisci che poi sussistono

            anche altri problemi...
            Questa la vedo una possibilità remota e anche
            stupida. Per il mercato ARM esistono i tablet. Le
            macchine penso rimarranno basate su
            intel.ARM si sta evolvendo... ne riparliamo tra 5 anni(e comunque era uno degli argomenti di cui si stava parlando)
          • mimmo scrive:
            Re: la "mia" previsione...
            - Scritto da: Darwin
            - Scritto da: sadness with you

            - Scritto da: Darwin

            il problema è che iOS non è pronto per
            sostituire

            MacOSX: mancano un sacco di funzioni, e non è

            nemmeno "indipendente"... non può nanche

            aggiornarsi da solo senza passare da

            iTunes!!!
            Infatti non credo che Apple sostituirà iOS a Mac
            OS X. Quello che volevo dire è che sarà
            probabilmente un cambio di brand da Mac OS X a
            iOS, ma la sostanza rimarrà tale e quale a
            prima.


            Se ci aggiungi l'ipotesi di portare tutti i Mac

            su tecnologia ARM, capisci che poi sussistono

            anche altri

            problemi...
            Questa la vedo una possibilità remota e anche
            stupida. Per il mercato ARM esistono i tablet. Le
            macchine penso rimarranno basate su
            intel.l'ha detto jobs, dopo la presentazione dell'ipad, che i PC "sono il passato"... detto dal CEO di un'azienda che, oltre ad avere (ma su questo non voglio scatenare flame :-) ) "inventato" il PC costruisce A TUTT'OGGI PC è quantomeno curioso...secondo te non prefigurava dei grossi cambiamenti anche HW in Apple stessa?tu come interpreti questa presa di posizione di jobs?
          • mimmo scrive:
            Re: la "mia" previsione...
            - Scritto da: sadness with you
            - Scritto da: mimmo


            infatti quello che penso (ma sono "rumor" che

            girano) è che dopo lion (quindi diciamo pure da

            fine 2013- inizio 2014) vedremo un unico OS
            Apple

            che girerà su tutti i suoi device, dall'ipod

            touch all'imac... il tutto su un unico SOC

            proprietario basato su ARM Cortex A15 e

            sucXXXXXri, naturalmente scalato sulla base
            delle

            prestazioni richieste dai dispositivi...

            Ripeto: "prima" di fare una cosa del genere, iOS
            deve evolversi e copmpletarsi, proXXXXX che non
            può avvenire in tempi brevissimi. In secono
            dluogo, Apple sta iniziando adesso a progettarsi
            proXXXXXri ad-hoc basati su ARM... dagli tempo...
            infine, un cambio di architettura adesso mi pare
            un pochettino prematuro: sarebbe una virata
            troppo
            drastica.
            Semmai sarà, posso pensare che accadrà non
            prima del 2016 (quindi ben dopo il tuo fine
            2013, inizio 2014) anno in cui, presumibilmente,
            uscirà la decima versione dei iOS:
            iOSXpuò essere che tu abbia ragione sui tempi... anche se apple potrebbe essere al lavoro sul progetto da anni (magari da quando ha abbandonato ppc) e "rivelarlo", per dire, il prossimo anno... così come erano al lavoro da anni (prima che uscisse iphone) su ipad... del resto apple è stata tra i fondatori di ARM, credo che l'idea in testa di produrre computer ARM based ce l'abbiano da allora... e credo che dall'A15 in poi la cosa sia più probabile...inoltre apple possiede una quota in imagination (il designer delle gpu integrate di iphone-ipad), e chi dice che non stiano lavorando da tempo anche a un comparto grafico più performante....cmque, anno più anno meno, credo che la strada sia quella.
      • MacBoy scrive:
        Re: la "mia" previsione...
        - Scritto da: sadness with you
        - Scritto da: mimmo

        che poi non è mia, diciamo che concordo...

        Apple abbandonerà entro (massimo) il 2014 il

        settore professionale. forse cederà il brand

        final cut (il programma diventerà

        multipiattaforma, magari addirittura open se non

        trova acquirenti) e dismetterà la produzione di

        macpro. avrà un unico sistema operativo come

        sintesi do macos e ios (ma questo potrebbe già

        avvenire nel dopo lion), e anche su macbook e

        imac (o come si chiameranno) sarà possibile

        installare solo sw scaricati da app store (salvo

        naturalmente XXXXXXXXX a pena perdita di

        garanzia). concentrerà molte più energie sullo

        sviluppo della Apple TV, con servizi a pagamento

        e gratuiti collegati.

        lascerà Intel e monterà ARM su tutti i suoi

        prodotti.

        L'ultima è la più interessante... ci ho pensato
        più volte anch'io, e potrebbe arrivare a
        prescindere dal discorso iOS (anzi, sono quasi
        convinto che nei laboratori segreti di Cupertino
        ci sia una versione si OSX che gira su
        ARM).Non c'è niente di segreto, OS-X GIRA su Arm. iOS è solo una sua versione con alcuni pezzi semplificati/modificati (soprattutto hanno tolto parte di roba Unix che non serve e messo l'interfaccia touch al posto di Aqua). Per il resto è lo STESSO OS.L'unico problema nel passare da Intel ad ARM è che fare un emulatore in quel senso (cioè passare dai più potenti proXXXXXri Intel ad i meno potenti ARM in emulazione) sarebbe estremamente penalizzate per i programmi esistenti.Per contro, dopo il passaggio ad Intel, hanno "pulito" API e software di sviluppo (ora si può usare solo Xcode, che controlla Apple) per fare programmi Mac. I software Cocoa necessiterebbero solo di una compilata. Quelli Carbon e Java, più problematici, comunque sono deprecati da un bel po'.E poi i programmi OS-X possono essere "FAT", cioè supportare contemporaneamente più architetture. Quindi non è che il passaggio Intel-
        ARM deve essere necessariamente globale. Apple potrebbe avere benissimo oggi una gamma di prodotti con architetture miste.Ancora, sfruttando il nuovo compilatore LLVM (ormai definitivamente maturo) possono davvero svincolarsi dal proXXXXXre, "virtualizzandolo". Invece di distribuire codice binario, basta distribuire il bitcode di LLVM che viene poi compilato Just In Time per l'architettura in cui dovrà girare. Questa funzionalità l'LLVM ce l'ha, ma Apple ancora non la usa.
        • sadness with you scrive:
          Re: la "mia" previsione...
          - Scritto da: MacBoy
          Non c'è niente di segreto, OS-X GIRA su Arm. iOS
          è solo una sua versione con alcuni pezzi
          semplificati/modificati (soprattutto hanno tolto
          parte di roba Unix che non serve e messo
          l'interfaccia touch al posto di Aqua). Per il
          resto è lo STESSO OS.Ragazzo mio... da iOS a OSX c'è molta roba...
          L'unico problema nel passare da Intel ad ARM è
          che fare un emulatore in quel senso (cioè passare
          dai più potenti proXXXXXri Intel ad i meno
          potenti ARM in emulazione) sarebbe estremamente
          penalizzate per i programmi esistenti.Ovvio, ma l'architettura ARM è in evoluzione e, IMHO, presenta margini molto più ampi di potenziamento... non a caso o parlato di 2016
          Per contro, dopo il passaggio ad Intel, hanno
          "pulito" API e software di sviluppo (ora si può
          usare solo Xcode, che controlla Apple) per fare
          programmi Mac. I software Cocoa necessiterebbero
          solo di una compilata. Quelli Carbon e Java, più
          problematici, comunque sono deprecati da un bel
          po'.Forse non te ne sei accorto, ma Carbon non c'è più...
          E poi i programmi OS-X possono essere "FAT", cioè
          supportare contemporaneamente più architetture.
          Quindi non è che il passaggio Intel-
          ARM deve
          essere necessariamente globale. Apple potrebbe
          avere benissimo oggi una gamma di prodotti con
          architetture miste.inutile confusione
          Ancora, sfruttando il nuovo compilatore LLVM
          (ormai definitivamente maturo) possono davvero
          svincolarsi dal proXXXXXre, "virtualizzandolo".
          Invece di distribuire codice binario, basta
          distribuire il bitcode di LLVM che viene poi
          compilato Just In Time per l'architettura in cui
          dovrà girare. Questa funzionalità l'LLVM ce l'ha,
          ma Apple ancora non la usa.non credo sia la soluzione migliore
          • MacBoy scrive:
            Re: la "mia" previsione...
            - Scritto da: sadness with you
            - Scritto da: MacBoy
            Ragazzo mio... da iOS a OSX c'è molta roba...Niente che non sia ricompilabile in 1 minuto.Kernel e drivers, quello che conta, sono stati portati.
            Forse non te ne sei accorto, ma Carbon non c'è
            più...Non c'è solo se vuoi le app a 64 bit. Per il resto c'è ancora eccome.Certo, è anni che Apple predica di non usarlo...
            inutile confusioneNessuna confusione. Programmi FAT sono stati la normalità in tutte le transizioni di proXXXXXri dei Mac. Da 68k a PPC e da PPC ad Intel. Probabilmente ancora adesso ho molti programmi FAT installati, solo che non te ne accorgi neanche. Ci sono utility che "strippano" il codice non usato per recuperare spazio, volendo.Credo che ai tempi del NeXT l'OS girava ad un certo punto addirittura su 4 architetture differenti (MOLTO FAT!).
            non credo sia la soluzione miglioreSì che lo è. I bitcode sono particolarmente compatti, molto più del codice oggetto normale, il tempo che si perde a compilare è compensato dal ridotto acXXXXX di caricamento su disco. Inoltre ci possono essere dei meccanismi di caching (si compila la prima volta e poi basta).
          • sadness with you scrive:
            Re: la "mia" previsione...
            - Scritto da: MacBoy

            Ragazzo mio... da iOS a OSX c'è molta roba...

            Niente che non sia ricompilabile in 1 minuto.
            Kernel e drivers, quello che conta, sono stati
            portati.sei ottimista...

            Forse non te ne sei accorto, ma Carbon non c'è

            più...

            Non c'è solo se vuoi le app a 64 bit. Per il
            resto c'è ancora eccome.
            Certo, è anni che Apple predica di non usarlo...AFAIK, con Snow Leopard, Carbon se n'è andato insieme a Rosetta.Se così non fosse (posso anche sbagliarmi) può essere che sopravviva sulle macchine PPC, ma se ne andrà con Lion...

            inutile confusione

            Nessuna confusione. Programmi FAT sono stati la
            normalità in tutte le transizioni di proXXXXXri
            dei Mac. Da 68k a PPC e da PPC ad Intel.
            Probabilmente ancora adesso ho molti programmi
            FAT installati, solo che non te ne accorgi
            neanche. Ci sono utility che "strippano" il
            codice non usato per recuperare spazio,
            volendo.
            Credo che ai tempi del NeXT l'OS girava ad un
            certo punto addirittura su 4 architetture
            differenti (MOLTO FAT!).Vero, ma dipende da cosa intendi per "architetture miste" (post precedente)

            non credo sia la soluzione migliore

            Sì che lo è. I bitcode sono particolarmente
            compatti, molto più del codice oggetto normale,
            il tempo che si perde a compilare è compensato
            dal ridotto acXXXXX di caricamento su disco.
            Inoltre ci possono essere dei meccanismi di
            caching (si compila la prima volta e poi
            basta).la fai troppo facile... può funzionare bene in molti casi, ma non va bene per tutto
          • MacBoy scrive:
            Re: la "mia" previsione...
            - Scritto da: sadness with you
            sei ottimista...Tools Unix e altre API scritte con linguaggi ad alto livello sono pronte per essere compilate in 2 architetture (Intel e PowePC) una terza certo non gli complica le cose. Eventuali magagne le hanno necessariamente sistemate con il passaggio ad Intel. E poi, come detto, NeXT / OS X sono sempre stati pensati come OS multipiattaforma dall'inizio.
            AFAIK, con Snow Leopard, Carbon se n'è andato
            insieme a Rosetta.
            Se così non fosse (posso anche sbagliarmi) può
            essere che sopravviva sulle macchine PPC, ma se
            ne andrà con Lion...Sto su Snow Leopard e ancora uso Excel X (la prima versione per OS X, compilata per PowerPC). Per quanto funzioni male funziona sempre meglio delle versioni successive, Excel 2004, 2008 (niente VBA!), e 2011 (hanno rimesso il VBA, ma non al 100% e si sono scordati di includere gli help delle funzioni!!!!! Incredibile. Una vera presa per il c*lo).Rosetta è diventata un'installazione opzionale, ma c'è ancora.Photoshop CS3 e CS4, che pure funzionano tranquillamente, sono notoriamente applicazioni Carbon.
            Vero, ma dipende da cosa intendi per
            "architetture miste" (post
            precedente)Miste intendo che un MacBook Air può girare su ARM, ma il MacPro continua ad essere su Intel. Non vedo il problema. Se si ottimizza per il rapporto autonomia/prestazioni gli ARM sono superiori. Ma come prestazioni pure gli Intel ancora per un po' domineranno.
            la fai troppo facile...
            può funzionare bene in molti casi, ma non va bene
            per tuttoLLVM non è Java, nè GCC. E' nato come come un virtualizzatore "low level". E' intrinseco nell'architettura quel funzionamento. L'architettura di quel compilatore è eccezionale. Con l'imminente Xcode 4 sarà finalmente maturo anche il front-end CLANG e tutte queste "magie" saranno facilmente realizzabili.
    • il solito bene informato scrive:
      Re: la "mia" previsione...
      - Scritto da: mimmo
      che poi non è mia, diciamo che concordo...
      Apple abbandonerà entro (massimo) il 2014 il
      settore professionale.Perchè?forse perché non aggiorna più i Macpro?gli iMac e i Macbook Pro sono super per la grafica, i Macbook per i musicisti...I Mac sono longevi, stabili e quasi tutti i programmi professionali ci girano. Che altro può chiedere un professionista?
      avrà un unico sistema operativo come
      sintesi do macos e ios (ma questo potrebbe già
      avvenire nel dopo lion), e anche su macbook e
      imac (o come si chiameranno) sarà possibile
      installare solo sw scaricati da app store (salvo
      naturalmente XXXXXXXXX a pena perdita di
      garanzia).(rotfl) questa me la segno. Penso che accadrebbe solo se TU fossi alla guida di Apple.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 febbraio 2011 12.09-----------------------------------------------------------
      • mimmo scrive:
        Re: la "mia" previsione...
        - Scritto da: il solito bene informato
        - Scritto da: mimmo

        che poi non è mia, diciamo che concordo...

        Apple abbandonerà entro (massimo) il 2014 il

        settore professionale.

        Perchè?
        forse perché non aggiorna più i Macpro?
        gli iMac e i Macbook Pro sono super per la
        grafica, i Macbook per i
        musicisti...
        I Mac sono longevi, stabili e quasi tutti i
        programmi professionali ci girano. Che altro può
        chiedere un
        professionista?certo e senz'altro ci gireranno ancora per decenni.... io per prodotti professionali intendo in sostanza: mac pro (e non dirmi che in un grande studio di grafica o di editing video si usano gli iMac, vuoi mettere la versatilità dei macpro, le possibilità di espansione, la gestione delle periferiche?), e final cut pro... che sono poi gli unici due prodotti "dedicati" ai professionisti che crea Apple. il macbook pro o l'imac lo prendono anche per sfizio quelli che se lo possono permettere, il macpro no di certo... e nemmeno si montano i filmini delle vacanze con final cut pro...con questo non voglio dire che i professionisti non compreranno più mac... parlo di un'attenzione dell'azienda sempre più dedicata a consumer e prosumer...


        avrà un unico sistema operativo come

        sintesi do macos e ios (ma questo potrebbe già

        avvenire nel dopo lion), e anche su macbook e

        imac (o come si chiameranno) sarà possibile

        installare solo sw scaricati da app store (salvo

        naturalmente XXXXXXXXX a pena perdita di

        garanzia).

        (rotfl) questa me la segno. Penso che accadrebbe
        solo se TU fossi alla guida diquesta ti conviene segnartela davvero perché dovrai dire: "quel tizio su PI l'aveva scritto e io gli avevo riso faccia, mannaggia!" :-)cmque vedrai che ne sentirai parlare sempre più spesso di questa virata di Apple, man mano che il tempo passa... allora già ti affioreranno i primi dubbi su chi di noi ha ragione.... eheh
      • no dai scrive:
        Re: la "mia" previsione...
        - Scritto da: il solito bene informato
        Perchè?
        forse perché non aggiorna più i Macpro?
        gli iMac e i Macbook Pro sono super per la
        graficascusa? Super??Per fare grafica si usa una workstation, vedi MacPro.iMac e macbook pro vanno bene per il fotoritocco e poco altro, a livello professionale intendo.Su, siamo seri.
        i Macbook per i musicisti...anche qui sei ironico vero?Musicista per diletto ok, studio di editing professionale usa i MacPro.che poi siano prodotti che funzionano bene questo è fuori da ogni dubbio, ma in ambito professionale (no, se monti il filmato delle vacanze o quello che fai con la tua band non lo sei) sono strumenti completamente fuori target.
        I Mac sono longevi, stabili e quasi tutti i
        programmi professionali ci girano. Che altro può
        chiedere un
        professionista?forse un sistema DA professionista?
        (rotfl) questa me la segno. Penso che accadrebbe
        solo se TU fossi alla guida di
        Apple.io non la vedo così campata in aria come cosa, ma non penso certo di avere LA risposta.Anche perchè poco mi importa
        • il solito bene informato scrive:
          Re: la "mia" previsione...
          - Scritto da: no dai
          - Scritto da: il solito bene informato


          Perchè?

          forse perché non aggiorna più i Macpro?

          gli iMac e i Macbook Pro sono super per la

          grafica

          scusa? Super??
          Per fare grafica si usa una workstation, vedi
          MacPro.
          iMac e macbook pro vanno bene per il fotoritocco
          e poco altro, a livello professionale
          intendo.
          Su, siamo seri.A parte l'ambiguità (che a volte diventa triguità o tetraguità) del lavoro di grafico, per cui si spazia dalla progettazione dei flyer a elaborazioni complesse di texture, foto e altri dettagli, ti assicuro che non mi viene in mente un settore della grafica in cui un iMac da 27" non sia addirittura "grasso che cola".Io stesso facevo grafica su un Macbook Pro da 15", e lavoravo senza problemi nel campo dell'abbigliamento (tra pattern, texture e sfumature)

          i Macbook per i musicisti...

          anche qui sei ironico vero?
          Musicista per diletto ok, studio di editing
          professionale usa i
          MacPro.ancora: che vuoi dire con "professionale"? David Guetta (vomito) è considerato un "professionista" eppure non credo usi workstation macpro. Attendo pareri di musicisti, ma la potenza di calcolo è a livelli tali che in questi casi basta un piccolo Macbook pro per poter lavorare da "professionista", tanto che diversi musicisti si sono innamorati delle potenzialità dell'iPad.Se poi parli di grandi stazioni radio, lì avere grande potenza di calcolo è plausibile.
          che poi siano prodotti che funzionano bene questo
          è fuori da ogni dubbio, ma in ambito
          professionale (no, se monti il filmato delle
          vacanze o quello che fai con la tua band non lo
          sei) sono strumenti completamente fuori
          target.Per il montaggio video professionale potrei essere d'accordo con te ma, leggendo in giro, mi sembra che gli studi più grossi siano propensi all'utilizzo di workstation unix con programmi strettamente specifici.

          I Mac sono longevi, stabili e quasi tutti i

          programmi professionali ci girano. Che altro può

          chiedere un

          professionista?

          forse un sistema DA professionista?come sopra: che vuol dire?

          (rotfl) questa me la segno. Penso che accadrebbe

          solo se TU fossi alla guida di

          Apple.

          io non la vedo così campata in aria come cosa, ma
          non penso certo di avere LA
          risposta.
          Anche perchè poco mi importaA me importa, perché il settore Mac mi sta particolarmente a cuore.Penso che Apple abbia speso troppi anni e risorse per rendere OS X quello che è: un sistema stabile e sicuro, pur essendo assolutamente aperto.Quest'ultimo punto credo sia particolarmente importante, visto che i Macintosh sono ancora una forte minoranza e devono garantire apertura a tutti gli "standard" possibili. Vedo quindi l'Appstore per Mac solo un qualcosa di "satellitare", un'agevolazione per chi è meno "sgamato" a cercare programmi ed installarli, un po' come il software center di Ubuntu. Renderlo esclusivo sarebbe, secondo me, un pugno in faccia a milioni di utenti fedeli e una martellata "tafazziana".
          • Darwin scrive:
            Re: la "mia" previsione...
            - Scritto da: il solito bene informato
            Penso che Apple abbia speso troppi anni e risorse
            per rendere OS X quello che è: un sistema stabile
            e sicuro, pur essendo assolutamente
            aperto.???Cos'ha fatto Apple? Veramente quello che vedi è tutto lacrime e sangue dei committers di FreeBSD. Certo, molti sviluppatori di Darwin sono committers di FreeBSD, ma questo non vuol dire che Apple abbia speso qualcosa. Al massimo potrei capire sui software di corredo (iLife, iWorks ecc.) ma sull'OS no.Tra l'altro dire che è assolutamente aperto è un errore madornale. È semi-open. Quello sì. Ma aperto completamente direi di no.
            Quest'ultimo punto credo sia particolarmente
            importante, visto che i Macintosh sono ancora una
            forte minoranza e devono garantire apertura a
            tutti gli "standard" possibili.Non l'ho capita. Che tu sia il leader o solo una voce non conta. Gli standard esistono e vanno rispettati poichè al di sopra di qualsiasi posizione di mercato.
            Vedo quindi
            l'Appstore per Mac solo un qualcosa di
            "satellitare", un'agevolazione per chi è meno
            "sgamato" a cercare programmi ed installarli,Questo lo è ora...bisognerà vedere in futuro.
            un
            po' come il software center di Ubuntu.È un pò diverso come concetto. Il Software Center è solo un front-end di APT/dpkg ed alternativo a Synaptic. Non è un package manager e non lo sarà per ancora un bel pò, anche se Canonical ha quelle intenzioni.
            Renderlo
            esclusivo sarebbe, secondo me, un pugno in faccia
            a milioni di utenti fedeli e una martellata
            "tafazziana".Non è la prima volta che Apple fa ciò...
          • MacBoy scrive:
            Re: la "mia" previsione...
            - Scritto da: Darwin
            Cos'ha fatto Apple? Veramente quello che vedi è
            tutto lacrime e sangue dei committers di FreeBSD.
            Certo, molti sviluppatori di Darwin sono
            committers di FreeBSD, ma questo non vuol dire
            che Apple abbia speso qualcosa. Al massimo potrei
            capire sui software di corredo (iLife, iWorks
            ecc.) ma sull'OS no.Ma non dire scemate.OS X è nato da NeXT che è nato dall'OS Mach. Il BSD gli serviva solo per roba di livello più alto, come lo stack TCP-IP e i vari tools. L'hanno in parte integrato nel kernel per motivi prestazionali, ma del BSD originario ormai OS-X ha ben poco.Oltretutto i più importanti sviluppatori BSD sono da molti anni dipendenti Apple, e quindi semmai è il contrario: Apple ancora sviluppa parti di BSDE comunque stiamo parlando di Darwin che è la parte più di basso livello dell'OS, la cosa più importante, cioè le API e le libreria di sistema sono di derivazione NeXT e del tutto originali. Così la parte grafica (l'eccezionale Quartz) scopiazzata dopo molti anni da tutti gli altri OS.Il BSD sarà il 5% di OS-X, se ci arriva.
          • Darwin scrive:
            Re: la "mia" previsione...
            - Scritto da: MacBoy
            OS X è nato da NeXT che è nato dall'OS Mach.ahahahaahahahaahahahahahahahahhaMach non è un os ma è un microkernel. C'è una bella differenza.
            Il
            BSD gli serviva solo per roba di livello più
            alto, come lo stack TCP-IP e i vari tools.Altra ca**ata. Mac OS X è FreeBSD con un kernel differente nato dalla fusione del monolitico originario più mach. Non dire stupidaggini. Oltre al sistema operativo è stato integrato un framework proprietario a livello utente (Cocoa), un sistema grafico proprietario alternativo ad X11 (Quartz) e un desktop environment anch'esso proprietario (Aqua). Se non conosci i dettagli tecnici, non credo che sia una buona cosa rispondere.
            L'hanno in parte integrato nel kernel per motivi
            prestazionali, ma del BSD originario ormai OS-X
            ha ben
            poco.ahahahahahahah ennesima str***ata. L'intero sistema operativo è uno UNIX.Vatti a spulciare i componenti.
            Oltretutto i più importanti sviluppatori BSD sono
            da molti anni dipendenti Apple, e quindi semmai è
            il contrario: Apple ancora sviluppa parti di
            BSDÈ uno scambio reciproco. Apple non sviluppa un bel niente. Gli sviluppatori di Darwin sono anche committers di FreeBSD. FreeBSD è un sistema operativo comunitario. Non c'è nessuna azienda dietro. Informati se non sai le cose.
            E comunque stiamo parlando di Darwin che è la
            parte più di basso livello dell'OS, la cosa più
            importante, cioè le API e le libreria di sistema
            sono di derivazione NeXT e del tutto originali.Ma cosa stai dicendo? Il sistema operativo è UNIX. L'unica differenza è il framework Cocoa che viene integrato.Tra l'altro anche NeXTSTEP è un sistema operativo di tipo unix.
            Così la parte grafica (l'eccezionale Quartz)
            scopiazzata dopo molti anni da tutti gli altri
            OS.ahahahahahahahahahahahahaahahahahahah Quartz veramente è una reimplementazione proprietaria di X11. Cosa c'entra con l'interfaccia grafica. Quello che dici tu è il desktop environment Aqua.
            Il BSD sarà il 5% di OS-X, se ci arriva.ahahahahahah Semmai le implementazioni di Apple sono il 5%. Torna a studiare và....-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 08 febbraio 2011 15.10-----------------------------------------------------------
          • MacBoy scrive:
            Re: la "mia" previsione...
            - Scritto da: Darwin
            Cos'è BSD? Un kernel? BSD è un fork dello UNIX
            AT&T. Forse ti riferivi a kFreeBSD,
            vero?BSD è uno Unix monolitico. Un po' come Linux. BSD OS X, anche se OS include PARTI di BSD, ma non il kernel!!! Che è Mach. Alcuni chiamano OS solo il kernel. In quel caso OS X non c'entra proprio niente con BSD.
            Continui a prendere in giro te stesso. Se fosse
            come tu dici XNU non sarebbe l'ibrido attuale. La
            base è UNIX. Tra l'altro dovresti saperlo, che se
            fosse come dici tu Apple non avrebbe potuto
            eseguire il proXXXXX di certificazione per farlo
            etichettare come True UNIX OS da The Open
            Group.XNU è nato da Mach, che è la base. Tanto che l'inventore di Mach (Tevanian) è stato a capo dello sviluppo di NeXT prima, OS X, poi. Mach è nato per supportare differenti OS user level, mantenendo solo lo stretto necessario nel kernel. La parte userland scelta è stata Unix, da cui la scelta di includere BSD. Poi la cosa è stata un po' ibridizzata e alcune parti che potevano stare user level le hanno incluse nel kernel per motivi prestazionali. E questa cosa si chiama XNU. Altri hanno cercato di restare duri e puri e lasciare il microkernel da solo, come GNU Hurd, che però è mai stato mai finito.
            Ti è entrato nel cervello che NeXTSTEP era un OS
            unix-like?E quindi? NeXTStep BSD. Anche se user level appare uguale, perché include alcune sue parti e i tools.

            E' Unix solo perché faceva comodo.
            È UNIX perchè i istemi di questa famiglia sono i
            più stabili e i più sicuri al
            mondo.La stabilità la da il microkernel Mach. I microkernel sono intrinsecamente più stabili e affidabili dei kernel monolitici. Quindi OS X
            Unix classico (e di Linux) come stabilità. Almeno in linea teorica. Anche se XNU è un ibrido, quindi ha sacrificato un po' di potenziale stabilità per le prestazioni.
            Peccato che il microkernel Mach non è più
            sviluppato da un pezzo e la versione presa da
            Apple era già vecchia. Guarda che lo sviluppatore di Mach, come detto, era il software architect di NeXT Step prima, OS X poi. Quindi certo che l'hanno sviluppato. Però all'interno di queste 2 aziende.
            È Mach che è deprecato...Ma che dici? Mach è sempre il la parte più di basso livello di OS X e iOS.

            Non esistono progetti opensource di quella

            portata senza qualche GROSSA azienda dietro.
            Ma cosa stai dicendo? Ma sai di cosa stai
            parlando? Io credo di no...OpenOffice, Apache, Linux... e ovviamente anche BSD, hanno tutti grandi aziende dietro. Non potrebbero essere sviluppati altrimenti, i programmatori bravi non lavorano gratis. Linux ha i vari RedHat, IBM, Canonical ecc. So per certo che il principale sviluppatore di FreeBSD era un dipendente Apple per molti anni (non so se lo è ancora).
            Il framework Cocoa è un framework che può girare
            su qualsiasi OS. Sai cosa lo impedisce? La
            mancanza del codice
            sorgente.Esatto. Quello non è opensource. E' roba Apple. E ci fa quello che vuole. Perché quei Framework è quello che fa di OS X ... OS X. Non certo il kernel! Il kernel infatti è opensource.

            BSD. L'OS lo fanno le API di sistema, non il

            kernel.
            Cosa? :| Tu sei pazzo! I framework e le API
            presenti nello spazio utente fanno un OS? E il
            kernel, la shell, il sistema di INIT dove li
            metti?Roba di basso livello. Non interessano gli utenti. E Neanche il 99% degli sviluppatori. Gli sviluppatori programmano per le API di sistema, non per il kernel. Gli sviluppatori di iOS e OS X programmano per Cocoa Touch e Cocoa. Solo alcuni (che fanno drivers) hanno a che fare con il kernel. E solo su OS X (su iOS non è permetto a meno di XXXXXXXXX).I programmatori Android non fanno applicazioni "Linux". Fanno applicazioni Android, anche se il kernel è Linux.Il kernel, come detto, potrebbe al limite essere sostituito. E quasi nessuno se ne accorgerebbe, di sicuro non gli utenti. Quindi quello che caratterizza un OS sono le API di sistema, non tanto il kernel. Il kernel, certo, fornisce i servizi di base a cui queste API si appoggiano. Ed è fondamentale per stabilità, prestazioni, funzionalità di base (es. qualità del multitasking, ev. funzioalità realtime, gestione memoria), ecc
            Altra ca**ata....Linux non è un sistema
            operativo! Android è una distribuzione Linux
            (prima non poteva essere definito tale visto
            alcune politiche di Google), come Ubuntu, Debian,
            Fedora...ti ripeto, studia. E soprattutto non
            parlare di ciò che non sai...Adesso Linux non è un sistema operativo???Certo che lo è!E' kernel monolitico clone di Unix.E Android non è una "distribuzione" ma è l'OS user-level. Le API. Quello che caratterizza l'OS.Se sotto Android c'era BSD o Mach o QNX era uguale.
          • Darwin scrive:
            Re: la "mia" previsione...
            - Scritto da: MacBoy
            BSD è uno Unix monolitico.Iniziamo col dire che BSD non è un kernel. Il kernel può essere monolitico, un OS no.
            Un po' come Linux. BSD
            OS X, anche se OS include PARTI di BSD, ma non
            il kernel!!! Che è Mach.Il kernel, XNU è formato dal microkernel Mach più interi stack di kFreeBSD. Il risultato? Il kernel è un ibrido UNIX-non_Unix. Ciò che rende UNIX Mac OS X è l'intero sistema operativo Darwin che è completamente FreeBSD. Se tu provi a guardare l'albero del File System, noterai che è un albero UNIX. Noterai che i comandi UNIX principali sono disponibili, noterai che la shell utilizzata è GNU Bash (prima TCSH). Noterai che il sistema di INIT è il sistema di INIT di FreeBSD. Noterai che le librerie sono ELF (come tutti gli UNIX). Se vuoi posso continuare su ciò che noti...strano che tu essendone un utilizzatore non le abbia notate. Secondo te è UNIX, solo di nome, vero? Ciò dimostra che tu non sai di cosa stai parlando.
            Alcuni chiamano OS solo
            il kernel.Alcuni non sanno proprio che differenza ci sia tra un OS e un kernel.
            XNU è nato da Mach, che è la base. Tanto che
            l'inventore di Mach (Tevanian) è stato a capo
            dello sviluppo di NeXT prima, OS X, poi.È normale. Lo sviluppo di Mach era andato a farsi benedire. Tra l'altro l'unica reimplementazione tutt'ora in sviluppo è GNU Mach. XNU ormai è un capitolo a parte.
            Mach è
            nato per supportare differenti OS user level,
            mantenendo solo lo stretto necessario nel kernel.È la caratteristica dei microkernel, non di Mach in se per se.
            La parte userland scelta è stata Unix, da cui la
            scelta di includere BSD.Non si tratta di userland (che tra l'altro non è tutto BSD, ma c'è anche roba GNU), ma di kernel vero e proprio.
            Poi la cosa è stata un
            po' ibridizzata e alcune parti che potevano stare
            user level le hanno incluse nel kernel per motivi
            prestazionali.Semplicemente si è scelto un modello ibrido, perchè il modello a microkernel è un modello dalla difficile gestione.
            Altri
            hanno cercato di restare duri e puri e lasciare
            il microkernel da solo, come GNU Hurd, che però è
            mai stato mai
            finito.GNU Hurd non è il microkernel. GNU Mach è il microkernel. GNU Hurd è solo il nome del progetto dato. E tra l'altro GNU Mach è il proseguo di Mach (anche come numero di versione).
            E quindi? NeXTStep BSD. Anche se user level
            appare uguale, perché include alcune sue parti e
            i
            tools.Appare uguale? A casa mia si chiama fork...
            La stabilità la da il microkernel Mach.Questa è bella....l'hai letta su topolino, vero? Da che mondo è mondo il kernel monolitico è quello che nasce stabile proprio perchè viene costruito col modello "Just it works".
            I
            microkernel sono intrinsecamente più stabili e
            affidabili dei kernel monolitici. Quindi OS X

            Unix classico (e di Linux) come stabilità.Stai affermando che Mac OS X è più stabile di uno UNIX tradizionale? Capisco il tuo essere fan boy ma ora stai esagerando. Prova solo a pensare che ad una azienda quando sente parlare di server Apple, gli viene da pelle d'oca. Renditi conto che gli unici server UNIX in circolazione sono i Solaris, AIX, HP-UX e Linux. Apple ha persino dovuto terminare la produzione dell'ambito server. Ma per favore....
            Almeno
            in linea teorica. Anche se XNU è un ibrido,
            quindi ha sacrificato un po' di potenziale
            stabilità per le
            prestazioni.Nella tua linea teorica. In linea pratica, sei fuori strada...
            Guarda che lo sviluppatore di Mach, come detto,
            era il software architect di NeXT Step prima, OS
            X poi. Quindi certo che l'hanno sviluppato. Però
            all'interno di queste 2
            aziende.Ormai Mach è fuori produzione. Restano solo GNU Mach e l'ibrido semi-UNIX XNU.
            Ma che dici? Mach è sempre il la parte più di
            basso livello di OS X e
            iOS.XNU e UNIX solo parte più di basso livello. Sei di coccio.....
            OpenOffice, Apache, Linux... e ovviamente anche
            BSD, hanno tutti grandi aziende dietro. Non
            potrebbero essere sviluppati altrimenti, i
            programmatori bravi non lavorano gratis.Questo lo dite voi....
            So per certo
            che il principale sviluppatore di FreeBSD era un
            dipendente Apple per molti anni (non so se lo è
            ancora).Te l'ho detto, alcuni committers di FreeBSD sono dipendenti Apple, ma questo non vuol dire che Apple sviluppa FreeBSD.
            Esatto. Quello non è opensource. E' roba Apple. E
            ci fa quello che vuole. Perché quei Framework è
            quello che fa di OS X ... OS X.Senza quel framework, Mac OS X sarebbe uno UNIX come tutti gli altri. Tra l'altro, Cocoa te lo puoi anche tenere. Proprio come Microsoft si può tenere .NET.
            Non certo il
            kernel! Il kernel infatti è
            opensource.L'intero Darwin è open-source.
            Roba di basso livello. Non interessano gli
            utenti.E da quando si cataloga un OS in base alle preferenze degli utenti e non in base alle caratteristiche tecniche?
            E Neanche il 99% degli sviluppatori. Gli
            sviluppatori programmano per le API di sistema,
            non per il kernel.Davvero? Quindi i porting li fanno in base alle API presenti? O in base al tipo di OS su cui si va a scrivere?
            Gli sviluppatori di iOS e OS X
            programmano per Cocoa Touch e Cocoa.Ma va?! Anche gli sviluppatori Microsoft, sviluppano su .NET. Ma questo cosa vuol dire?
            Solo alcuni
            (che fanno drivers) hanno a che fare con il
            kernel.Solo quelli che hanno intenzione di scrivere software per una piattaforma, ergo tutti. Solo che Apple e Microsoft hanno creato questi framework truffa per nascondere le API di basso livello che sono OBBLIGATORIE per compilare un software.
            E solo su OS X (su iOS non è permetto a
            meno di
            XXXXXXXXX).Bella cagata...
            I programmatori Android non fanno applicazioni
            "Linux". Fanno applicazioni Android, anche se il
            kernel è
            Linux.Android è un discorso a se. È una distribuzione Linux, ma non è GNU/Linux.
            Il kernel, come detto, potrebbe al limite essere
            sostituito. E quasi nessuno se ne accorgerebbe,Gli utonti no di sicuro.
            Quindi quello che
            caratterizza un OS sono le API di sistema, non
            tanto il kernel.Infatti. Senza la vostra API-truffa non avreste motivi per definirvi evoluti.
            Il kernel, certo, fornisce i
            servizi di base a cui queste API si appoggiano.Kernel e user-land sono un OS. Il resto è relativo.
            Adesso Linux non è un sistema operativo???
            Certo che lo è!Non è un sistema operativo. GNU/Linux è un sistema operativo.
            E' kernel monolitico clone di Unix.Appunto. Non è un OS...
            E Android non è una "distribuzione" ma è l'OS
            user-level.Android è Linux+uno userland differente da GNU. Detto questo rimane una distro Linux a tutti gli effetti.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 10 febbraio 2011 20.35-----------------------------------------------------------
          • Darwin scrive:
            Re: la "mia" previsione...
            Lo ripubblico poichè mi è stato moderato.- Scritto da: MacBoy
            BSD è uno Unix monolitico.BSD è un fork dello UNIX AT&T, non un kernel. Il kernel è monoltico, l'OS no.
            Un po' come Linux. BSD
            OS X, anche se OS include PARTI di BSD, ma non
            il kernel!!! Che è Mach.XNU=Mach+kFreeBSD.
            Alcuni chiamano OS solo
            il kernel.E gli stessi, non sanno nemmeno la differenza tra kernel e OS.
            In quel caso OS X non c'entra proprio
            niente con
            BSD.Ah no? L'albero di root è UNIX. La shell è UNIX (GNU Bash, prima TCSH). I comandi sono UNIX. Le librerie sono ELF. La LibC è UNIX. Il compilatore è GCC. Sei sicuro che non sia UNIX?
            XNU è nato da Mach, che è la base. Tanto che
            l'inventore di Mach (Tevanian) è stato a capo
            dello sviluppo di NeXT prima, OS X, poi.XNU è nato dall'inclusione di Mach nel kFreeBSD. Riguardo lo sviluppatore, Apple lo ha chiamato a lavorare, semplicemente perchè Mach è fuori produzione.
            Mach è
            nato per supportare differenti OS user level,È una prerogativa dei kernel, non solo di Mach.
            mantenendo solo lo stretto necessario nel kernel.Prerogativa dei microkernel, non solo di Mach.
            La parte userland scelta è stata Unix, da cui la
            scelta di includere BSD.Userland? È stato adottato l'intero OS e ci è stato aggiunto il microkernel Mach per ibridizzare kFreeBSD.
            Poi la cosa è stata un
            po' ibridizzata e alcune parti che potevano stare
            user level le hanno incluse nel kernel per motivi
            prestazionali.Lo è stato fatto per motivi di stabilità e per motivi di minore manutenzione.
            E questa cosa si chiama XNU.Questa cosa è un kernel ibrido (monolitico modulare).
            Altri
            hanno cercato di restare duri e puri e lasciare
            il microkernel da solo, come GNU Hurd, che però è
            mai stato mai
            finito.GNU Hurd != kernel. GNU Hurd è il nome del progetto. Il microkernel in produzione è GNU Mach, attualmente sucXXXXXre di Mach.
            E quindi? NeXTStep BSD. Anche se user level
            appare uguale, perché include alcune sue parti e
            i
            tools.Appare uguale? A casa mia si chiama fork.
            La stabilità la da il microkernel Mach.I kernel più stabili sono da sempre i kernel monolitici, poichè sono costruiti con la filosofia "Just it works".
            I
            microkernel sono intrinsecamente più stabili e
            affidabili dei kernel monolitici.Davvero? Veramente è il contrario.
            Quindi OS X

            Unix classico (e di Linux) come stabilità.Anche quì è totalmente il contrario. Pensa che Mac OS X è esponenzialmente meno stabile degli UNIX tradizionali, tanto che alle aziende fa ribrezzo. Si usano solo Solaris, AIX, HP-UX e Linux. La prova è data dal fatto che Apple ha abbandonato il campo professional.
            Almeno
            in linea teorica.Infatti. In linea pratica, sei fuori strada...
            ha sacrificato un po' di potenziale
            stabilità per le
            prestazioni.Veramente hai confuso tutto. Il microkernel è più prestante ma meno stabile.
            Quindi certo che l'hanno sviluppato. Però
            all'interno di queste 2
            aziende.L'unico sucXXXXXre diretto di Mach è GNU Mach. XNU != Mach.
            Ma che dici? Mach è sempre il la parte più di
            basso livello di OS X e
            iOS.Darwin è la parte di basso livello di OS X. Darwin è Unix-like.
            So per certo
            che il principale sviluppatore di FreeBSD era un
            dipendente Apple per molti anni (non so se lo è
            ancora).Te l'ho detto. Alcuni sviluppatori di Darwin sono committers di FreeBSD. Ma questo non vuol dire che Apple sviluppa FreeBSD.
            Esatto. Quello non è opensource. E' roba Apple. E
            ci fa quello che vuole.Potete anche tenervelo, se è per questo...
            Perché quei Framework è
            quello che fa di OS X ...Infatti. Tolto quello siete solo uno UNIX di scarso valore.
            OS X. Non certo il
            kernel! Il kernel infatti è
            opensource.Darwin intero è open source.
            Roba di basso livello. Non interessano gli
            utenti.E da quando un OS si cataloga in base a cosa preferiscono gli utenti?
            E Neanche il 99% degli sviluppatori. Gli
            sviluppatori programmano per le API di sistema,
            non per il kernel.Gli sviluppatori creano software basandosi sul sistema operativo in uso, a meno di un interpreter (come avviene in python).
            Gli sviluppatori di iOS e OS X
            programmano per Cocoa Touch e Cocoa.Ma va?! Gli sviluppatori Microsoft sviluppano in .NET. Che c'entra ora?
            Solo alcuni
            (che fanno drivers) hanno a che fare con il
            kernel.Tutti gli sviluppatori devono avere conoscenze dell'OS. Quello che tu dici è imputabile a Cocoa che come .NET nasconde le API di sistema per impedire la portabilità. Bella ca**ta...
            E solo su OS X (su iOS non è permetto a
            meno di
            XXXXXXXXX).Anche quì. Bella ca**ta...
            I programmatori Android non fanno applicazioni
            "Linux". Fanno applicazioni Android, anche se il
            kernel è
            Linux.Android è una distro Linux, ma non è GNU/Linux.
            Il kernel, come detto, potrebbe al limite essere
            sostituito. E quasi nessuno se ne accorgerebbe,
            di sicuro non gli utenti.No. Solo gli utOnti non se ne accorgerebbero.
            Quindi quello che
            caratterizza un OS sono le API di sistema, non
            tanto il kernel.Nono certo. Infatti la stabilità, la sicurezza e l'aderenza agli standard delle librerie sono dettate da Cocoa, vero? :D
            Il kernel, certo, fornisce i
            servizi di base a cui queste API si appoggiano.Il sistema operativo lo fa il kernel e lo user-land. Il resto (come il framework Cocoa) è relativo.
            Ed è fondamentale per stabilità, prestazioni,
            funzionalità di base (es. qualità del
            multitasking, ev. funzioalità realtime, gestione
            memoria),
            eccÈ fondamentale per l'uso, al contrario di Cocoa.
            Adesso Linux non è un sistema operativo???
            Certo che lo è!No. È un kernel. GNU/Linux è il sistema operativo.
            E' kernel monolitico clone di Unix.Appunto. Kernel != OS.
            E Android non è una "distribuzione" ma è l'OS
            user-level.Android è una distro Linux con uno user-land differente.
            Le API. Quello che caratterizza
            l'OS.Le API che girano in user-space sono relative. Non caratterizzano nulla.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 febbraio 2011 20.50-----------------------------------------------------------
          • MacBoy scrive:
            Re: la "mia" previsione...
            Continuo qui perchè erano finiti i caratteri...- Scritto da: Darwin

            X11!! Tu sei davvero comico! Non sai di cosa

            parli!!! X11 è roba

            ANTICA.
            X11 è antico, mentre Quartz è moderno???
            ahahahahahahaahahahahahahh
            Potresti spiegare cortesemente in cosa Quartz
            sarebbe più moderno ad X11, sempre che tu ne
            abbia le competenze tecniche per poterlo
            fare?X11 è nato come sistema client-server. La qualità grafica era l'ultima delle priorità, contava più la leggerezza per poter funzionare in remoto. Al contrario Quartz è nato come sistema grafico desktop in cui la qualità grafica era il top delle priorità, anche a scapito delle prestazioni (all'inizio). Infatti per primo ha imposto una grafica totalmente a 32 bit (quando gli altri sistemi grafici permettevano modalità più leggere e di solito al massimo arrivavano a 24) di cui 8 bit di "alpha channel" (per le trasparenze... X11 non sapeva neanche cosa fossero). Per primo era double buffered (significa che prima l'immagine viene composta in memoria, e poi trasferita dalla memoria alla memoria video. Questo doppio passaggio raddoppia il consumo della memoria e incide un po' sulle prestazioni, ma la grafica a livello utente risulta estremamente più "fluida", senza refresh evidenti. Hanno provato a copiarla su Vista, ma su Seven sono tornati indietro perché risultava troppo lenta su Windoze).Per primo era fully antialiased , sia testo che grafica (windows aveva solo il testo antialiased, ad esempio, e anche male e si può diasabilitare. Su OS X no perché è parte integrante).Gestisce nativamente la calibrazione dei colori con ColorSync (questo lo faceva già il sistema Mac Classico, ma Windows no. Meno che mai X11!). Tutti i colori sono SEMPRE calibrati.Le qualità tipografiche sono semplicemente di altro livello rispetto agli altri OS, i font sempre fedeli nelle varie dimensioni grazie all'anti aliasing (windows pasticcia sui font di piccole dimensioni per ottimizzare la qualità a video senza antialiasing comportando grandi problemi tipografici). L'unico sistema grafico paragonabile è quello utilizzato dai software Adobe, basato su Postscript (ma la qualità a video è molto inferiore e la velocità anche). X11... ahhaha neanche si è mai posto il problema su queste cose!!!Il sistema grafico nativo è il PDF , ma questa è solo una scelta di tipo pratico. Comunque il sistema grafico, usando il PDF, dimostra di aver le capacità grafiche e tipografiche del Postscript, in alcuni casi anche migliori (ombre) in altre peggiori (multimedia più che altro).La grafica è "compositing" : gli oggetti grafici stanno una sopra all'altro. Questo permette l'uso di filtri, trasparenze, ombre morbide, ecc che un sistema grafico tradizionale come X11 semplicemente non permette. Senza grafica compositing una cosa come "Exposé" semplicemente non era realizzabile.E' stato il primo ad accelerare la grafica a video (bidimensionale) con le schede grafiche 3D, rendendola ancora più fluida.Poi sicuramente mi sfugge dell'altro, ma per esempio le stampanti sono basate su PDF anch'esse quindi stampare in PDF o su stampante per l'OS è la stessa cosa (puoi stampare roba EPS su stampanti NON postscript, previa conversione in PDF).Insomma... dai, lascia stare. Perché davvero non sai di cosa parli.Bye.
          • Darwin scrive:
            Re: la "mia" previsione...
            - Scritto da: MacBoy
            Infatti i vari Compi z sono davvero solo cose
            luccicanti. OS X ha le cose "luccicanti" solo
            quando queste comportano un miglioramento
            funzionale (vedi Exposé). Su Linux fanno le
            finestre "svolazzanti"...Solo se lo vuoi. tra l'altro Compiz è altamente persononalizzabile. Ha un gestori di configurazione che permette di regolare gli effetti grafici (ad esempio la saturazione dell'effetto sfocatura nelle trasparenze) e anche di attivare solo gli effetti desiderati. Inoltre Compiz può essere usato come Window Manager stand-alone. Prova a fare questo con il quartz-wm. Già sotto questo punto di vista siete secoli indietro.
            E su OS X c'è un subpixel antialiasing
            con gli schermi LCD, dubito X11 ce l'avesse prima
            di OS X (ammesso ce l'abbia
            oggi).Anti-aliasing negli schermi LCD c'è anche su X11. Quindi, nessun vantaggio.
            OS X c'è l'ha integrato nell'OS. TUTTE le
            applicazioni sono corrette. Funziona
            dappertutto.Anche da noi, funziona dappertutto. Solo che noi possiamo scegliere quali integrare e come integrare. Voi no. E anche questo punto è simbolo che siete indietro...
            A questo servono gli OS. Integrare funzionalità a
            beneficio delle applicazioni.L'OS serve SOLO a far girare le applicazioni. Il resto è corredo. L'unica differenza che c'è tra gli UNIX tradizionali e Mac OS X è che i primi sono così modulari che ti permettono di installare quello che vuoi e come lo vuoi. Prova a sostituire il server grafico con uno più lightweight. Non credo tu lo possa fare.
            Certo che sistemi
            di calibrazioni specifici esistono da decenni. Ma
            nessuno mai li aveva integrati nel motore grafico
            dell'OS.Infatti. Bella ca**ata...per la serie: alimentiamo i bug del sistema operativo. Poi ci si lamentava con Snow Leopard dei malfunzionamenti delle librerie OpenGL.
            Quali altre piattaforme? Io ne voglio una sola, e
            la migliore.
            GrazieAllora, se vuoi la migliore, non devi comprare Apple.
            E certo, solo se hai l'estensione, solo su quella
            distribuzione, ecc,
            ecc.Ma cosa stai dicendo? Questa tua affermazione stupida dimostra che tu non sai minimamente di cosa stai parlando.
            Su OS-X TUTTI i programmi funzionano così (almeno
            i Cocoa). Non solo alcuni, quando va
            bene.Anche da noi. Solo che noi possiamo scegliere quale motore far gestire, voi NO. E anche questa è una dimostrazione di quanto siate poco evoluti.
            OS X è estremamente
            più
            ottimizzato.Certo certo. Questo secondo quanto detto dal signore Jobs dio tuo.
            SìPensa che per smontare tutte le tue teorie (sia sull'origine di Mac OS X, sia sulla presunta superiorità di Quartz) non mi sono nemmeno impegnato.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 febbraio 2011 00.07-----------------------------------------------------------
          • Darwin scrive:
            Re: la "mia" previsione...
            Ti ho già risposto sopra...
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: la "mia" previsione...
      - Scritto da: mimmo
      che poi non è mia, diciamo che concordo...
      Apple abbandonerà entro (massimo) il 2014 il
      settore professionale. forse cederà il brand
      final cut (il programma diventerà
      multipiattaforma, magari addirittura open se non
      trova acquirenti) e dismetterà la produzione di
      macpro. avrà un unico sistema operativo come
      sintesi do macos e ios (ma questo potrebbe già
      avvenire nel dopo lion), e anche su macbook e
      imac (o come si chiameranno) sarà possibile
      installare solo sw scaricati da app store (salvo
      naturalmente XXXXXXXXX a pena perdita di
      garanzia). concentrerà molte più energie sullo
      sviluppo della Apple TV, con servizi a pagamento
      e gratuiti
      collegati.
      lascerà Intel e monterà ARM su tutti i suoi
      prodotti.Mi concentro sull'ultima previsione, delle altre non saprei dire... Intel se non sta attenta rischia di farsi sfilare il mercato sotto i piedi, mi spiego meglio, se i tablet e gli smartphone si doteranno di OS più simili per funzionalità a quelle di un PC, vedi Meego e possibili evoluzioni Android, finiranno per sostituire i classici PC in tutte le situazioni di mobilità e rappresentandoia quel punto la stragrande maggioranza del mercato saranno in grado di guidare le scelte tecniche di SO, CPU e software anche per i relativamente meno diffusi PC classici.Per dirla più chiaramente nei prossimi 5-10 anni è possibile che i proXXXXXri Intel vengano dismessi a favore di soluzioni Arm e che soluzioni di SO proprietarie vengano abbandonate a favore di altre open... non so che quote avra apple o se esisterà ancora, una cosa è certa, rappresenterà sempre una piccola nicchia di mercato.
      • sadness with you scrive:
        Re: la "mia" previsione...
        - Scritto da: Enjoy with Us
        Mi concentro sull'ultima previsionenon concentrarti troppo...
    • MacBoy scrive:
      Re: la "mia" previsione...
      - Scritto da: mimmo
      che poi non è mia, diciamo che concordo...
      Apple abbandonerà entro (massimo) il 2014 il
      settore professionale. forse cederà il brand
      final cut (il programma diventerà
      multipiattaforma, magari addirittura open se non
      trova acquirenti) e dismetterà la produzione di
      macpro. Non credo. E poi i software professionali non hanno necessità di essere multi-piattaforma. Chi usa FinalCut compra per primo il software, e di seguito l'hardware per farlo girare. Se vai su Avid il costo del computer (nato su Mac, poi portato su NT) è irrisorio rispetto a quello delle schede custom necessarie che devi anche comprare.Ed è sempre meglio fare un software ottimizzato per una piattaforma che un compromesso che deve girare su tante. Vedi software Adobe. Potenti, sì. Ma fanno schifo come programmi Mac ormai. Programmini shareware da 30-50 fanno molte cose in modo superiore rispetto ai blasonati software della suite Adobe (certo nessuno è così completo come funzionalità).
  • bertuccia scrive:
    difficile sostituire jobs
    [...] Jobs then traveled to India with a Reed College friend (and, later, the first Apple employee), Daniel Kottke, in search of spiritual enlightenment. He came back a Buddhist with his head shaved and wearing traditional Indian clothing. During this time, Jobs experimented with psychedelics, calling his LSD experiences "one of the two or three most important things [he had] done in [his] life". He has stated that people around him who did not share his countercultural roots could not fully relate to his thinking. [...]http://en.wikipedia.org/wiki/Steve_Jobs
  • Steve Robinson Hakkabee scrive:
    Il triumvirato a dirigere apple
    Mette finalcut, ruppolo e mex a dirigire apple, loro sanno sempre tutto!
    • embe scrive:
      Re: Il triumvirato a dirigere apple
      - Scritto da: Steve Robinson Hakkabee
      Mette finalcut, ruppolo e mex a dirigire apple,
      loro sanno sempre
      tutto!Forse in tre riescono a sostituire Jobs...forse!
    • sadness with you scrive:
      Re: Il triumvirato a dirigere apple
      - Scritto da: Steve Robinson Hakkabee
      Mette finalcut, ruppolo e mex a dirigire apple,
      loro sanno sempre tutto!ah...ah.......ah...........c-h-e r-i-d-e-r-er-a-b-b-r-i-v-i-d-i-a-m-o di fronte a cotanta ilarità...
    • bertuccia scrive:
      Re: Il triumvirato a dirigere apple
      - Scritto da: Steve Robinson Hakkabee

      Mette finalcut, ruppolo e mex a dirigire apple,
      loro sanno sempre
      tutto!scherzi??da quanto leggo su PI, con le loro idee, Apple fallirà nel giro di pochi anni!se vogliamo un futuro per Apple, ci vanno uomini come zuzzurro, lordream, Enjoy With Us.. magari anche tu hai qualcosa da offrire!siete voi che sapete cosa apple deve o non deve fare!
      • l0l scrive:
        Re: Il triumvirato a dirigere apple
        difficile che fallisca anche con quei tre alla guida, tanto voi macachi vi bevete tutto quello che esce da casa apple per fede
        • bertuccia scrive:
          Re: Il triumvirato a dirigere apple
          - Scritto da: l0l

          difficile che fallisca anche con quei tre alla
          guida, tanto voi macachi vi bevete tutto quello
          che esce da casa apple per fededi aziende che seguono le loro "geniali" idee ne è pieno il mondoper questo noi abbiamo scelto apple
          • zaon scrive:
            Re: Il triumvirato a dirigere apple
            - Scritto da: bertuccia
            - Scritto da: l0l



            difficile che fallisca anche con quei tre alla

            guida, tanto voi macachi vi bevete tutto quello

            che esce da casa apple per fede

            di aziende che seguono le loro "geniali" idee ne
            è pieno il
            mondo

            per questo noi abbiamo scelto appleE' apple ad aver scelto voi.
          • COD scrive:
            Re: Il triumvirato a dirigere apple
            - Scritto da: zaon
            - Scritto da: bertuccia

            - Scritto da: l0l





            difficile che fallisca anche con quei tre alla


            guida, tanto voi macachi vi bevete tutto
            quello


            che esce da casa apple per fede



            di aziende che seguono le loro "geniali" idee ne

            è pieno il

            mondo



            per questo noi abbiamo scelto apple

            E' apple ad aver scelto voi.ha scelto quelli con lo sguardo vitreo e l'espressione assente
    • nome e cognome scrive:
      Re: Il triumvirato a dirigere apple
      - Scritto da: Steve Robinson Hakkabee
      Mette finalcut, ruppolo e mex a dirigire apple,
      loro sanno sempre
      tutto!Non possono, essendo cloni di Jobs sono destinati a diventare pezzi di ricambio.
    • il solito bene informato scrive:
      Re: Il triumvirato a dirigere apple
      - Scritto da: Steve Robinson Hakkabee
      Mette finalcut, ruppolo e mex a dirigire apple,basta con i remake!...[img]http://dailybail.com/storage/three_stooges.jpg[/img]
    • Shiba scrive:
      Re: Il triumvirato a dirigere apple
      - Scritto da: Steve Robinson Hakkabee
      Mette finalcut, ruppolo e mex a dirigire apple,
      loro sanno sempre
      tutto!FinalCut magari... Con MeX discuterebbero solo di aria fritta e Ruppolo... beh, lo conosciamo tutti, 10 minuti e non lo sopporta più nessuno :D
      • nome e cognome scrive:
        Re: Il triumvirato a dirigere apple

        FinalCut magari... Con MeX discuterebbero solo di
        aria fritta e Ruppolo... beh, lo conosciamo
        tutti, 10 minuti e non lo sopporta più nessuno
        :DNon capisci, sono tutti e 3 perfetti? Ruppolo brucerebbe tutto lo stipendio da CEO per comprare prodotti Apple.MeX dopo 10 secondi di conference con gli analisti ottiene immediatamente strong buy purché stia zitto. Mentre con Final Cut danno strong buy ancora prima di iniziare perché grazie alle sue previsioni decennali il destino della borsa mondiale è gia scritto.
        • Shiba scrive:
          Re: Il triumvirato a dirigere apple
          Almeno FinalCut sembra pensare con la sua testa...
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Il triumvirato a dirigere apple
            - Scritto da: Shiba
            Almeno FinalCut sembra pensare con la sua testa...Sembra solo, non farti ingannare. Ruppolo pensa di più (almeno, ogni tanto spara qualche metafora divertente, mentre finalcut e mex si limitano a insultare e ad arrampicarsi sui vetri)
    • Santo Subito scrive:
      Re: Il triumvirato a dirigere apple
      - Scritto da: Steve Robinson Hakkabee
      Mette finalcut, ruppolo e mex a dirigire apple,
      loro sanno sempre
      tutto!Senza i suggeritori a dirgli cosa pensare, dubito che saprebbero allacciarsi le scarpe da soli.
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: Il triumvirato a dirigere apple
      - Scritto da: Steve Robinson Hakkabee
      Mette finalcut, ruppolo e mex a dirigire apple,
      loro sanno sempre
      tutto!Apple fallisce il giorno dopo!
  • emboss scrive:
    rileggere
    ma una rilettura all'artiolo prima di pubblicarlo no??
    • krane scrive:
      Re: rileggere
      - Scritto da: emboss
      ma una rilettura all'artiolo prima di
      pubblicarlo no??(rotfl)Ormai neanche piu' la redazione legge gli articoli su P.I.(rotfl)
    • Luca Annunziata scrive:
      Re: rileggere
      il problema non è l'articolo, ma il sistema di parsing che traduce i link html: a volte fa cilecca, o per un errore umano o per un errore della macchina... :)
    • krane scrive:
      Re: rileggere
      - Scritto da: emboss
      ma una rilettura all'artiolo prima di pubblicarlo
      no??(rotfl)Neanche piu' la redazione legge gli articoli ormai...Il pubblico non li legge da mo' (rotfl)
Chiudi i commenti