Contro i pirati, film online il giorno dell'uscita

Contro i pirati, film online il giorno dell'uscita

Questa la proposta del ministro dello Spettacolo inglese, ben accolta dai produttori: per impedire ai pirati di lucrare sui film nella sale, l'unica è renderli disponibili da subito agli utenti domestici. Con sistemi DRM più efficaci
Questa la proposta del ministro dello Spettacolo inglese, ben accolta dai produttori: per impedire ai pirati di lucrare sui film nella sale, l'unica è renderli disponibili da subito agli utenti domestici. Con sistemi DRM più efficaci

Londra – Le organizzazioni criminali legate alla pirateria lucrano spacciando DVD illegali con i film appena usciti nella sale? La risposta è renderli disponibili per le famiglie il giorno stesso dell'uscita nei cinema. L'idea è stata lanciata dal ministro dell'Industria creativa britannico Shaun Woodward nel corso di un congresso sulla pirateria a cui hanno partecipato anche i grandi nomi della distribuzione internazionale.

“La vera risposta – ha dichiarato Woodward alla BBC – risiede nella tecnologia. La gente sceglierà la via legale e credo che quella sia la soluzione contro la pirateria sui film”.

Va detto che da tempo hanno iniziato a fiorire in rete servizi di distribuzione di lungometraggi, ma fin qui non si è ancora esplorata la possibilità di renderli disponibili il giorno dell'uscita nella sale. E secondo la Federation Against Copyright Theft ( FACT ), che ha organizzato l'evento londinese, ogni anno la pirateria sul cinema si traduce in 300 milioni di sterline di profitti mancati per l'industria del cinema inglese.

“Occorre trovare modi più ingegnosi per rendere disponibili le copie elettroniche – sostiene Woodward – cosicché la gente possa pagare un prezzo diverso per qualcosa che può scaricare a casa e che è appena arrivato nei cinema. Se vogliono guardarlo a casa, allora forse dovrebbe essere reso loro possibile”. “Ma – ha aggiunto – dovrebbero pagare una tariffa premium per averlo prima e dovrebbe essere cifrato in modo che non possa essere copiato”.

La preoccupazione di Woodward è quanto emerge dalle indagini sulla pirateria, non solo nel Regno Unito, dove molti dei profitti derivanti dallo spaccio di DVD illegali vanno direttamente ad organizzazioni criminali di prima grandezza “e spesso – sostiene il Ministro – arrivano al terrorismo”.

Secondo uno dei manager di Sony Pictures UK che ha partecipato all'incontro, il suggerimento di Woodward è interessante “sebbene al momento sia probabilmente non realizzabile tecnicamente. Ma in pochi anni sono sicuro che lo sarà”.

Nel frattempo e proprio in occasione della conferenza, la stessa FACT, assieme all'associazione dei distributori del cinema, ha lanciato alcune linee guida che affrontano tutta la filiera della distribuzione dei film nei cinema, nel tentativo in particolare di impedire le registrazioni dei film da telecamere abusive nella sale . Secondo FACT, il 90 per cento dei DVD illegali di film oggi prodotti sono realizzati proprio con cam a mano portate in sala dai pirati. Un fenomeno contro cui da lungo tempo si è mossa la Motion Picture Association of America .

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

15 10 2006
Link copiato negli appunti