Cosa cambierà nel 2022 per il regime forfettario

Cosa cambierà nel 2022 per il regime forfettario

A partire dal 2022, la fatturazione elettronica diventerà obbligatoria anche per le partite IVA in regime forfettario. Cosa sappiamo.
A partire dal 2022, la fatturazione elettronica diventerà obbligatoria anche per le partite IVA in regime forfettario. Cosa sappiamo.

Ormai già da qualche anno, la fatturazione elettronica è diventata obbligatoria per la maggior parte dei venditori, comprese le partite IVA. Tuttavia, pare che il 2022 cambierà ulteriormente le cose, soprattutto per quest'ultima categoria di esercenti in regime forfettario. In questa guida cercheremo di capire nello specifico di cosa si tratta e anche di rendere tutto il processo di cambiamento un po' più semplice con i servizi offerti da FlexTax, ora con un coupon sconto esclusivo di 20 euro per iniziare ad utilizzare le opzioni “Plus” della piattaforma.

Novità per le partite IVA nella nuova Legge di Bilancio del 2022

Partiamo però da un concetto base: chi rientra tra le partite IVA in regime forfettario? Il regime forfettario si pone l'obiettivo di semplificare, sia a livello fiscale che contabile, la gestione dei guadagni da parte delle partite IVA individuali. Questa è stata introdotta nel 2015, ma negli anni ha subito importanti cambiamenti. Il prossimo step sarà proprio nel 2022.

Per quanto riguarda i requisiti necessari per rientrare nella fascia del regime forfettario e le tasse da pagare (5% per le start up e 15% per tutti gli altri), non sembrano essere grossi stravolgimenti rispetto alla riforma del 2020 (e quindi rispetto alla situazione attuale), o almeno non così importanti rispetto alle novità sulla fatturazione elettronica.

Fattura

Ad oggi infatti, tutti coloro che rientrano nel regime forfettario, non sono obbligati al rilascio di una fattura elettronica, cosa che con ogni probabilità cambierà a partire dal 2022. Con questa mossa, si andrà quindi a coprire anche l'ultima fascia rimasta scoperta da questo tipo di fatturazione. In questo modo, la lotta contro le truffe fiscali si potrà gestire i maniera più controllata e scrupolosa.

In realtà non ci sono ancora dichiarazioni ufficiali, ma pare che manchi soltanto la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale e che tutto ciò entrerà in gioco già durante la prima meta del prossimo anno. Proprio come anticipato in precedenza, per molte partite IVA potrebbe risultare d'aiuto il servizio offerto da FlexTax, il quale si occuperà di: calcolo delle tasse, assistenza fiscale, creazione di fatture, apertura e gestione della partita IVA e cambio consulente. In più, qualora si riscontrassero problemi, sarà sempre possibile richiede assistenza ad un team di consulenti fiscali con più di 20 anni di esperienza nel settore.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.
29 12 2021
Link copiato negli appunti