Craccato il Gratta&Vinci taiwanese

Qualcuno avrebbe decodificato il codice a barre che contraddistingue ogni biglietto. Le autorità di Taiwan ritirano subito centinaia di migliaia di biglietti. Il caso


Roma – Arriva da lontano, da Taiwan, il più importante allarme finora emerso per il “cracking”, è proprio il caso di dirlo, del codice a barre con cui vengono gestiti molti equivalenti dell’italiano “Gratta&Vinci”. Un codice che sarebbe stato decodificato mettendo a rischio l’intera lotteria e spingendo le autorità dell’isola a ritirare dal mercato centinaia di migliaia di biglietti già emessi.

Il problema è stato annunciato dalla Gtech Holdings Corp , società che produce questo genere di sistemi per mezzo mondo e che ha avvertito tutti i propri clienti in molti diversi paesi. Se a Taiwan è scattato l’allarme lo si deve al fatto che la decodifica del codice a barre riguarderebbe al momento questo genere di lotteria soltanto in quel paese.

Gtech ufficialmente descrive il problema come una “questione operativa e tecnica al momento sotto esame” ma fonti vicine all’azienda avrebbero affermato che il governo taiwanese ritiene che l’algoritmo che genera il codice sia stato decodificato rendendo quindi possibile individuare i biglietti vincenti senza bisogno di “grattarli”. In teoria, dunque, un rivenditore di biglietti potrebbe trovare quelli “giusti” e incassarli senza neppure vendere gli altri…

La mossa del governo taiwanese viene descritta da Gtech come un “abbondare nella prudenza” ma l’azienda ha sottolineato di non aver consigliato a nessuno dei propri clienti di ricorrere al ritiro dei biglietti.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Sistema di "difesa"
    è interessante come armi non convenzionali vengono fatte passare come sistemi di difesa. Questa si aggiunge alla lista dello scudo spaziale, della bombe nucleari a bassa intensità, dei missili intelligenti a ricerca morale che uccidono solo i cattivi, delle guerre preventive e umanitarie nonché contro il terrorismo.... devo continuare ?
  • Anonimo scrive:
    Bassopolesine
    Ma se fosse utilizzato dalle parti nostre, in inverno, col "nebbiun":1) funziona?2) funziona bene? non è che mi tira giù i piccioni?
  • Anonimo scrive:
    convenzioni internazionali?
    ma non esistevano convenzioni internazionali che proibivano lo sviluppo e l'uso di tecnologie belliche basate sull'impiego dei laser?o ricordo male io?cordiali saluti, Avvelenato.
    • Anonimo scrive:
      Re: convenzioni internazionali?
      Sì infatti, anche io ricordo così... ricordiamo male entrambi?
    • Anonimo scrive:
      Re: convenzioni internazionali?
      Ma gli USA rispettano le convenzioni internazionali.In fin dei conti le decidono loro...
    • Anonimo scrive:
      Re: convenzioni internazionali?
      - Scritto da: avvelenato
      ma non esistevano convenzioni internazionali
      che proibivano lo sviluppo e l'uso di
      tecnologie belliche basate sull'impiego dei
      laser?

      o ricordo male io?

      cordiali saluti, Avvelenato.Avevo sentito che sono proibite le armi laser che accecano i piloti di aerei e carri nemici (con un raggio infrarosso di un paio di m di ampiezza).Per il resto penso che tutto sia consentito, compresi missili e bombe a guida laser, gia' ampiamente utilizzati.Sono cmq interressato, se c'e' qualcuno che ne sa di +... ciao!
      • Anonimo scrive:
        Re: convenzioni internazionali?


        Avevo sentito che sono proibite le armi
        laser che accecano i piloti di aerei e carri
        nemici (con un raggio infrarosso di un paio
        di m di ampiezza).

        Per il resto penso che tutto sia consentito,
        compresi missili e bombe a guida laser, gia'
        ampiamente utilizzati.

        Sono cmq interressato, se c'e' qualcuno che
        ne sa di +...

        ciao!
        Curioso come sia possibile (secondo convenzioni "umanitarie"?) bruciare in volo un aereo, ma non accecare un pilota.Zaluti
    • Anonimo scrive:
      Re: convenzioni internazionali?
      Magari era per armi offensive, pero' in certe zone del modo uno "scudo" simile risparmierebbe parecchie vite umane.
      • Anonimo scrive:
        Re: convenzioni internazionali?

        certe zone del modo uno "scudo" simile
        risparmierebbe parecchie vite umane.in certe zone del mondo non si possono permettere una operazione cosi...e poi che ha funzionato davvero e ancora tutto da dimostrare...quindi...
      • Anonimo scrive:
        Re: convenzioni internazionali?
        - Scritto da: Vertigo
        Magari era per armi offensive, pero' in
        certe zone del modo uno "scudo" simile
        risparmierebbe parecchie vite umane.Se "A" ha lo scudo e "B" no le vite risparmiatesono dei soldati di A.Dubito che i soldati di B siano contenti diricevere proiettili e non potersi in pratica difendere.Brutta storia la guerra... se si crea un sostanziale squilibrio di forze le cose possono essere delicate
      • Anonimo scrive:
        Re: convenzioni internazionali?
        - Scritto da: Vertigo
        Magari era per armi offensive, pero' in
        certe zone del modo uno "scudo" simile
        risparmierebbe parecchie vite umane.Al contrario crea uno squilibbrio dove si dà a una forza la sicurezza di non poter essere contrattaccata.Un pò tipo lo scudo stellare, perchè credi su quello ci fossero tante polemiche?Perchè gli Stati Uniti poi [sempre ammesso che funzionasse] potrebbero lanciare missili intercontinentali ed essere protetti dallo scudo da eventuali ritorsioni.In pratica la soluzione ottimale è quella di disarmo.Una situazione in cui più forze sono armate, porta a generare dei punti di equilibbrio basati sulla consapevolezza che si verra ripagati con la stessa medicina. Una situazione in cui le armi delle altre forze sono inefficaci riporta a uno squilibbrio.Se queste tecnologie servisero veramente solo come scudo perchè allora non fornirla a tutti i paesi, eliminando cosi i conflitti armati?
    • Anonimo scrive:
      Re: convenzioni internazionali?

      ma non esistevano convenzioni internazionali
      che proibivano lo sviluppo e l'uso di
      tecnologie belliche basate sull'impiego dei
      laser?

      o ricordo male io?

      cordiali saluti, Avvelenato.esiste anche una convenzione internazionale che proibisce fare fuoco su civili e su qualsiasi obiettivo civile...se si e nel dubbio si considera l'edificio CIVILE, e non si deve fare fuoco su di lui...
    • Anonimo scrive:
      Re: convenzioni internazionali?
      Ricordi male, gli unici laser proibiti sonoquelli sviluppati x accecare le personelaser di questo tipo sono perfettamenteconformi ai trattati.Non gli hanno mai sviluppati prima soloper motivi tecnologici
Chiudi i commenti