Creative, Skype-phone pc-free

Per chi ha già un router, ecco un telefono VoIP da utilizzare con il diffuso sistema di telefonia su internet, da utilizzare senza PC

Roma – Si cominciano a vedere varie soluzioni domestiche VoIP per utilizzare Skype con apparecchi telefonici e PC. Vari produttori stanno sviluppando progetti di telefoni “indipendenti” da PC. Uno di questi è Creative che presto lancerà sul mercato Skype Internet Phone Plus.
Si tratta di un telefono VoIP da collegare direttamente ad un router ethernet. Interessante opportunità per coloro che, ad esempio, hanno il pc spento e non hanno tempo di attenderne il boot. Presentato in anteprima al CES 2006 , Internet Phone Plus ha una tastiera piuttosto convenzionale, una cornetta e un display a colori da 2,5 pollici.

Il dispositivo Creative L’assenza di un collegamento diretto con la linea telefonica impedisce all’apparecchio di chiamare tramite la linea tradizionale ma gli utenti non-VoIP sono comunque contattabili acquistando un credito prepagato da consumare con la funzionalità SkypeOut.

Creative afferma che chi è già utente di Skype non dovrà studiare molto per configurare il telefono, che integra già il software necessario per essere utilizzato. I parametri da impostare saranno infatti i medesimi richiesti dalla versione software di Skype già utilizzata.

Skype Internet PhonePLUS sarà disponibile entro la primavera 2006.

D.B.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    io ho fatto il demo di CLIC.IT
    avevo letto sul Sole 24 Ore che clic.it di Modena ha lanciato l'offerta di un UMTS dimostrativo per solo 1 cent al mese e l'ho provata, funziona benissimo.sono però passata dalla demo a un MOBIflat 25 PRO così mi hanno dato un minimodem esterno USB per UMTS che va da dio anche col notebook.basta staccare il cavetto USB dal pc fisso e porto il minimodem con me anche in spiaggia col notebook.il vantaggio del minimodem è che non c'è scatto alla risposta e non si paga la tassa di concessione governativa sulla SIM dati.dateci un'occhiata www.clic.it per ora è una soluzione che propongono solo loro.MANUELAFormia
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma il MVNO in Italia esiste o no?
    E' solo una questione di tempo, secondo me...
  • sylvaticus scrive:
    in UK è 'na figata...
    La mia ragazza in UK spende l'80% in meno a chiamarmi grazie ad un carrier virtuale... Berlusca doveva essere il "liberale" e non ha fatto un c.. per liberalizzare veramente i mercati.. non solo i cellulari, ma anche i farmaci al supermercato, i taxi, le professioni... c'è un abisso con l'Inghilterra.. e la loro economia va su, la nostra va giù :-((
  • Anonimo scrive:
    L'AGCOM si sbaglia
    La direttiva europea 2002/19 , chiamata direttiva accesso , obbliga gli operatori attuali in Italia a fornire accesso alla rete agli operatori mobili virtuali.Il problema come sempre , e' che nessuno fa' rispettare i regolamenti ...
  • Anonimo scrive:
    Ma il MVNO in Italia esiste o no?
    Qualche settimana fa il signor Fastweb ha smentito i rumors che parlavano di una partnership con Vodafone, dicendo: "In Italia l'operatore virtuale non esiste, quindi non si può pensare ad una collaborazione per un'offerto congiunta".L'operatore virtuale non esiste, ma e' perche' non puo' esistere o e' solo questione di tempo?
Chiudi i commenti