La Crimea è parte dell'Ucraina: Apple prende posizione

Crimea parte dell'Ucraina: Apple prende posizione

I servizi Mappe e Meteo gestiti da Apple ora mostrano il territorio della Crimea come parte dell'Ucraina: ovunque, ma non in Russia.
I servizi Mappe e Meteo gestiti da Apple ora mostrano il territorio della Crimea come parte dell'Ucraina: ovunque, ma non in Russia.

A lungo contesa tra i due paesi oggi in guerra, la penisola della Crimea è protagonista della nuova presa di posizione da parte di un big del mondo online e tecnologico: Apple. All’interno dei servizi Mappe e Meteo della mela morsicata, la regione è ora indicata come parte dell’Ucraina.

Nella Mappe di Apple, la Crimea è Ucraina

A riportarlo per prima è stata la redazione del sito Mashable, specificando che il cambiamento è visibile dagli utenti di tutto il mondo (come nello screenshot qui sotto) ad eccezione di quelli russi. Dalla società al momento non sono giunte dichiarazioni ufficiali in merito.

Secondo le Mappe di Apple, la Crimea è parte dell'Ucraina

Le Mappe di Apple mostrano ora la Crimea come parte dell’Ucraina

Se oggi il gruppo di Cupertino si schiera più o meno apertamente al fianco di Kiev nell’ambito del conflitto in corso, solo poco più di due anni fa ha scelto di assumere una posizione ben diversa, assegnando il territorio alla Russia sia nell’applicazione Mappe sia in quella Meteo. Tutti i dettagli in un articolo dedicato del novembre 2019.

La Crimea come parte della Russia secondo le Mappe di Apple nel 2019

La Crimea come parte della Russia secondo le Mappe di Apple nel 2019 (font: BBC)

La decisione fu all’epoca parecchio criticata e contestata, sia dall’opinione pubblica sia da rappresentanti istituzionali, sollevando un coro di proteste. Qui sotto il post condiviso su Twitter dall’ambasciata ucraina negli Stati Uniti, con un meme che recita quanto segue.

Immaginiamo che gli ucraini non ringrazieranno Apple in questo Giorno del Ringraziamento! Ricordiamo tutti ad Apple che la Crimea ucraina è sotto l’occupazione russa, non sotto la sua sovranità.

Nei giorni scorsi, la società guidata da Tim Cook ha annunciato l’immediata interruzione della vendita di tutti i prodotti nel paese e il blocco del servizio Pay. Fa parte di un elenco in costante espansione di tagli, sospensioni e sanzioni che stanno interessando la Russia e i suoi cittadini.

Fonte: 9to5Google
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 4 mar 2022
Link copiato negli appunti