Criptovalute, e anche oggi si rimbalza domani

Criptovalute, e anche oggi si rimbalza domani

Altra giornata in rosso per le criptovalute: si guarda al mercato attendendo un rimbalzo che possa rappresentare un segnale di opportunità.
Altra giornata in rosso per le criptovalute: si guarda al mercato attendendo un rimbalzo che possa rappresentare un segnale di opportunità.

Qualcuno vede luce in fondo al tunnel? Se si, faccia un fischio. Perché ormai da giorni sono in molti a chiedersi dove sia il fondo del pozzo in cui sono finite le criptovalute, ma ancora il famigerato rimbalzo non è arrivato.

Arriverà domani? Forse, come tutti i giorni.

Rimbalzo cercasi

Anche oggi bisogna scorrere un bollettino incredibile che prosegue linearmente una caduta che si fa sempre più profonda:

  • Bitcoin -9%
  • Ethereum -17%
  • Tether -1% (con scostamenti molto ampi al di sotto della parità)
  • XRP -20%
  • Cardano -24%
  • Solana -22%
  • Dogecoin -20%
  • Polkadot -17%

E poi c’è LUNA, completamente scomparsa dai radar, formalmente polverizzata: da 100 a 0,01 in un mese. Addio.

Su Twitter l’hashtag #cryptocrash continua a restare in tendenza perché la tendenza continua a perseguitare i risparmiatori: una caduta continua e duratura che sta comprimendo l’intero comparto al ritmo di oltre il 10% al giorno, cancellando la fiducia residua nelle altcoin e concentrando sempre di più l’utenza sulla leadership del Bitcoin.

Analisti di ogni tipo ed estrazione stanno tentando di portare avanti analisi di lungo periodo, visto che il breve è ormai diventato molto complesso da interpretare ed il lungo di solito accetta qualsiasi ipotesi: lo stesso Bitcoin si è fermato in pianta stabile sotto la soglia critica dei 30 mila dollari e la resistenza ad una caduta ulteriore è semplicemente legata al fatto che i trasferimenti su questa valuta ne sta sostenendo in parte il valore. Ma i fondamentali (se tali si possono definire) sono stati erosi su ogni fronte: la bussola si è persa, la caduta continua, l’ideale è dimenticato e la speculazione ha annebbiato ogni capacità previsionale.

Rimbalzo cercasi: può essere questo il segnale di allentamento. Non basteranno pochi punti percentuali, però, perché troppo profonda è la ferita e troppo grande la caduta di fiducia. Serve un rimbalzo corposo e convincente, tale da solleticare le speranze di quanti intendono investire oggi per approfittare di un mercato finalmente sgonfiatosi di valore e riempitosi di ipotetiche opportunità. Il condizionale è d’obbligo e non tutti saranno immediatamente pronti a cogliere di nuovo la sfida, anche perché in questo momento chi ha riversato denaro ha i wallet che piangono.

Nel frattempo la giornata chiude di nuovo in profondo rosso. E anche oggi si rimbalza domani. Forse.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 12 mag 2022
Link copiato negli appunti