Cybercriminali come ISP

Secondo alcuni esperti di sicurezza le menti che controllano i movimenti di worm, virus e botnet si travestirebbero da provider per rendersi invisibili alle autorità

Roma – Altro che botnet: i cybercriminali che solitamente stanno dietro ogni tipo di malware circolante in Rete avrebbero iniziato a comportarsi come veri e propri provider di loro stessi, procurandosi gli indirizzi IP da cui far partire attacchi ed epidemie approfittando dello scarso controllo operato dalle autorità che distribuiscono connettivi.

“Questi tizi – sostiene Alex Lanstein della security company FireEye – si stanno costruendo i propri data center senza che nessuno possa farci nulla”. Creerebbero aziende fittizie, sfruttando fino in fondo le leggi inerenti la materia al fine di ottenere credibilità sufficiente per convincere il registry locale .

La tattica consisterebbe, in gran parte dei casi, nel comprare le attrezzature per poi richiedere un range di IP motivando la richiesta con una semplice lettera . Solitamente le verifiche effettuate sono piuttosto superficiali e non svelano le vere intenzioni degli aspiranti cybercriminali. John Curran, CEO di American Registry for Internet Numbers (ARIN), ha spiegato che, specialmente in certearee dell’Europa e ai Caraibi, non tutti i registri conducono le indagini sui candidati ISP fino in fondo. Non è un caso che la maggior parte dei worm che poi danno origine a botnet più o meno estese siano stati localizzati più volte in paesi dell’Europa dell’est.

Tuttavia se l’utilizzo di questo sistema dovesse prendere ulteriormente piede e i registri locali non si dimostreranno più lesti nello stabilire l’idoneità dei candidati , i problemi legati alla diffusione del malware potrebbero cambiare definitivamente profilo, dando ulteriori grattacapi agli esperti di sicurezza informatica e alle polizie postali di tutto il mondo. Nonostante gli sforzi congiunti di autorità statali e aziende che si occupano di sicurezza, spam e malware negli ultimi tempi sono stati protagonisti di una crescita esponenziale , tanto da andare a toccare soggetti ritenuti in principio troppo grandi e potenti per farsi cogliere impreparati.

Giorgio Pontico

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • john fitz key scrive:
    diaspora
    XXXXXXXXXXXX!
  • mario staderani scrive:
    Soldi finiti
    Beh da poco è disponibile la treccani online, la enciclopedia finanziata da decenni con i soldi degli italiani, e devo dire che è molto meglio di wikipedia senza ombra di dubbio. Se ci fosse una wikipedia italiana gestita da persone con un minimo di spessore magari qualke euro si potrebbe anche donare, ma per il momento....
  • MeX scrive:
    business
    Wikipedia riceve giá molte donazioni, sono gli articoli scritti gratuitamente dagli utenti.Chiedergli di farsi anche carico su base volontaria del suo finanziamento, beh, é davvero troppo.Se Wikipedia é cosí importante, che si limitino il numero di righe visualizzabili per ogni voce e si preveda un abbonamento mensile, io sarei anche disposto a pagare 5$ al mese per acXXXXX illimitato a Wikipedia, e se la gente veramente VUOLE Wikipedia sará disposta a pagare per utilizzarla.Non si puó chiedere una donazione per parare ad una mala gestione del modello di business, non é un problema degli utenti e dei volontari!Sarebbe come chiedere all'autista dell'ambulanza di pagare il pieno!
    • rusty scrive:
      Re: business
      Toh finalmente uno che ha compreso appieno il concetto!!!yeahh
    • gerry scrive:
      Re: business
      - Scritto da: MeX
      Wikipedia riceve giá molte donazioni, sono gli
      articoli scritti gratuitamente dagli
      utenti.Io non scrivo, non ne ho tempo. Però per certe cose la uso, per cui sono contento di contribuire.
      • MeX scrive:
        Re: business
        io non sono disposto a pagare una cifra una tantum come ad un barbone su un ponte.Io sarei disposto a pagare un tot al mese, e non essere l'unico con il cuore tenere e il portafoglio generoso a fare donazioni a fondo perduto.
        • mastrolino scrive:
          Re: business
          E allora fai una cosa:e bankingbonifico mensilee smettila di dire sciempiaggini
          • aponivi scrive:
            Re: business
            - Scritto da: mastrolino
            E allora fai una cosa:

            e banking
            bonifico mensile

            e smettila di dire sciempiagginiAdmin di wikipedia in incognito
          • mastrolino scrive:
            Re: business
            ah ah ah ti sei dichiarato alfine?
          • MeX scrive:
            Re: business
            e devo essere l'unico XXXXX?Se é free non la pago su base "volontaria" se diventa a pagamento la pago volentieri
          • fiertel91 scrive:
            Re: business
            - Scritto da: MeX
            e devo essere l'unico XXXXX?

            Se é free non la pago su base "volontaria" se
            diventa a pagamento la pago
            volentieriPerché?
        • aponivi scrive:
          Re: business
          - Scritto da: MeX
          io non sono disposto a pagare una cifra una
          tantum come ad un barbone su un
          ponte.

          Io sarei disposto a pagare un tot al mese, e non
          essere l'unico con il cuore tenere e il
          portafoglio generoso a fare donazioni a fondo
          perduto.Un tot al mese per informazioni di quella qualità? Tantovale comprarsi la treccani a rate, almeno ti resta qualcosa in mano
        • gerry scrive:
          Re: business
          - Scritto da: MeX
          io non sono disposto a pagare una cifra una
          tantum come ad un barbone su un
          ponte.Opinioni. Il mondo del volontariato va avanti così, se a te non piace non è un problema, ci sono milioni di persone al mondo che la pensano diversamente.
          • MeX scrive:
            Re: business
            il mondo del volontariato va avanti a finanziamenti e sponsorizzazioni, non mi risulta che gli infermieri e dottori sull'ambulanza paghino un tot al mese per mantenere la baracca.
          • gerry scrive:
            Re: business
            - Scritto da: MeX
            il mondo del volontariato va avanti a
            finanziamenti e sponsorizzazioni, non mi risulta
            che gli infermieri e dottori sull'ambulanza
            paghino un tot al mese per mantenere la
            baracca.Ogni tanto anche loro chiedono un finanziamento diretto, e delle volte non sarebbero nemmeno strettamente volontari. Non so quanto ho speso quest'anno fra lotterie di asili e parrocchie che le promuovono per tirare su qualche euro. Anche le associazioni dei volontari del 118 le fanno, basta cercare su google. Io non ci vedo nulla di male, mi sembra che "se voglio in servizio lo pago" sia un discorso un po' rigido. Alla prova dei fatti ci sono molte associazioni che chiedono contributi diretti alla gente su base volontaria.
          • MeX scrive:
            Re: business
            non dico che sia sbagliato in assoluto fare le donazioni e Wiki, e smentiscimi se sbaglio, mi sembra che sia SEMPRE stato possibile fare donazioni a Wikipedia.Detto questo, non mi piace il fatto che la donazione diventi " il modello di business" di Wikipedia
          • aponivi scrive:
            Re: business
            - Scritto da: MeX
            non dico che sia sbagliato in assoluto fare le
            donazioni e Wiki, e smentiscimi se sbaglio, mi
            sembra che sia SEMPRE stato possibile fare
            donazioni a
            Wikipedia.

            Detto questo, non mi piace il fatto che la
            donazione diventi " il modello di business"
            di
            WikipediaFanno capire che se non si dona wikipedia scomparirà, così la gente non saprà più dove andare a cercare le trame dei telefilm.Bisognerebbe controllare i bilanci per farci un'idea di come spendano i soldi della gente. Ammesso che i bilanci siano veritieri...
          • MeX scrive:
            Re: business
            oppure la mettono a pagamento e chi vivrá vedrá
          • fiertel91 scrive:
            Re: business
            - Scritto da: aponivi
            Fanno capire che se non si dona wikipedia
            scomparirà, così la gente non saprà più dove
            andare a cercare le trame dei
            telefilm.La gente saresti tu?
            Bisognerebbe controllare i bilanci per farci
            un'idea di come spendano i soldi della gente.
            Ammesso che i bilanci siano
            veritieri...Ma perché fai discorsi sconnessi alle risposte precedenti? Apri un nuovo commento principale piuttosto.
    • Rainheart scrive:
      Re: business
      Se mettono un'abbonamento mensile per fruire l'informazione credi veramente che la gente sia disposta a sborsare? E' la volta che wikipedia non la segue più nessuno. :s
      • aponivi scrive:
        Re: business
        - Scritto da: Rainheart
        Se mettono un'abbonamento mensile per fruire
        l'informazione credi veramente che la gente sia
        disposta a sborsare? E' la volta che wikipedia
        non la segue più nessuno.
        :swikipedia viene usata fondamentalmente dagli scolari che non sanno dove reperire le informazioni, se la metti a pagamento hai chiuso
      • MeX scrive:
        Re: business
        non lo darei per scontato.
        • fiertel91 scrive:
          Re: business
          - Scritto da: MeX
          non lo darei per scontato.Io non penso pagherei. Eppure su Wikipedia contribuisco.
          • MeX scrive:
            Re: business
            se contribuisci con gli articoli stai già pagando con il tuo tempo!Sarebbe anche un ottimo modo per incentivare la partecipazione.Se scrivi tot articoli/parole al mese non paghi l'acXXXXX agli altri articoli.Sei un leecher? bene, paga per consultare Wikipedia.Io pago volentieri per poter postare più di 200 foto su Flickr per esempio
    • ruppolo scrive:
      Re: business
      Concordo.
    • angros scrive:
      Re: business

      Se Wikipedia é cosí importante, che si limitino
      il numero di righe visualizzabili per ogni voce e
      si preveda un abbonamento mensile, io sarei anche
      disposto a pagare 5$ al mese per acXXXXX
      illimitato a Wikipedia, e se la gente veramente
      VUOLE Wikipedia sará disposta a pagare per
      utilizzarla.
      Assurdo: nessuno scriverebbe più nulla: io sono disposto a scrivere gratis, perchè altri possano leggere gratis, ma di certo non accetterei mai di dover pagare magari per leggere una pagina che ho scritto io.Inoltre, tutti i contenuti di wikipedia sono sotto licenza Creative Commons o GNU Doc, e quindi liberamente copiabili: se limiti l' acXXXXX, io mi scarico tutto e faccio un mirror da un' altra parte (magari con la pubblicità, ma dov' è il problema?); come fai a farti pagare, se le stesse cose si trovano altrove gratis?
    • fiertel91 scrive:
      Re: business
      - Scritto da: MeX
      Wikipedia riceve giá molte donazioni, sono gli
      articoli scritti gratuitamente dagli
      utenti.

      Chiedergli di farsi anche carico su base
      volontaria del suo finanziamento, beh, é davvero
      troppo.La campagna di donazioni è aperta a tutti. Se qualche wikipediano contribuisce, che male c'è?
      Se Wikipedia é cosí importante, che si limitino
      il numero di righe visualizzabili per ogni voce e
      si preveda un abbonamento mensile, io sarei anche
      disposto a pagare 5$ al mese per acXXXXX
      illimitato a Wikipedia, e se la gente veramente
      VUOLE Wikipedia sará disposta a pagare per
      utilizzarla.Limitare il numero di righe? Beh, Wikipedia non soffre per lo spazio ristretto. Tra l'altro sarebbe veramente miope un ragionamento simile. E un abbonamento, affiliazione o qualsivoglia registrazione è contrario alla filosofia wiki.
      Non si puó chiedere una donazione per parare ad
      una mala gestione del modello di business, non é
      un problema degli utenti e dei
      volontari!Per parare alla mala gestione del modello business?
      Sarebbe come chiedere all'autista dell'ambulanza
      di pagare il
      pieno!Co 'ste metafore......
      • MeX scrive:
        Re: business
        fertel, scusa ma ci sono un sacco di siti anche molto meno utili di Wikipedia che non hanno bisogno di donazioni, Facebook, Youtube, Google etc... ci sono anche siti non così "grossi" che stanno su grazie al pagamento per la versione "pro" mi vengono in mente:Vimeo, Flickr, DeviantArtPenso che Wikipedia stia gestendo male il suo business se deve fare elemosina (perchè un conto è dare la possibilità di fare donazioni, un conto e scrivere un messaggio su ogni pagina prima di Natale)
        • angros scrive:
          Re: business
          - Scritto da: MeX
          fertel, scusa ma ci sono un sacco di siti anche
          molto meno utili di Wikipedia che non hanno
          bisogno di donazioni, Facebook, Youtube, Google
          etc... Perchè campano sulla pubblicità: Wikipedia stessa potrebbe farsi un bel po' di soldi se accettasse di farsi sponsorizzare (sarebbe molto facile inserire pubblicità mirata).La richiesta di donazioni, se noti, riguarda proprio quello: viene richiesto di donare per poter fare a meno della pubblicità, non per tenere aperta wikipedia (se non raccolgono abbastanza, wikipedia rimarrà libera, ma avrà la pubblicità in mezzo, un po' come adesso capita su nonciclopedia o sulle altre wiki)Passando al modello sponsorizzato, però, probabilmente la wikimedia foundation non potrebbe piu' essere considerata una fondazione senza fini di lucro, quindi wikipedia dovrebbe passare sotto il controllo di una azienda vera e propria (vale a dire Wikia, che è gestita dalle stesse persone che gestiscono wikipedia, ma dal punto di vista fiscale è una azienda e paga le tasse, mentre la fondazione wikimedia probabilmente è esente), quindi ci sarebbero parecchi cambiamenti anche dal punto di vista amministrativo
          ci sono anche siti non così "grossi" che
          stanno su grazie al pagamento per la versione
          "pro" mi vengono in
          mente:
          Vimeo, Flickr, DeviantArtCome dicevo sopra, non credo che occorra il modello a pagamento, basterebbe quello sostenuto dalla pubblicità (ciò non toglie che si potrebbe mettere un acXXXXX a pagamento per vedere il sito senza i banner, e ognuno sceglie se preferisce pagare o sorbirsi la pubblicità)

          Penso che Wikipedia stia gestendo male il suo
          business se deve fare elemosina (perchè un conto
          è dare la possibilità di fare donazioni, un conto
          e scrivere un messaggio su ogni pagina prima di
          Natale)Non è detto: nel periodo natalizio la gente è piu' propensa a fare donazioni, e non è sbagliato approfittarne; comunque, una parte degli introiti di wikipedia non arriva dalle donazioni degli utenti, ma dalle donazioni di wikia (wikipedia fa un' importante "pubblicità" ai servizi di wikia, e i soldi che da wikia vengono trasferiti a wikipedia possono essere scaricarti dal fatturato, in quanto "beneficienza")
        • fiertel91 scrive:
          Re: business
          - Scritto da: MeX
          fertel, scusa ma ci sono un sacco di siti anche
          molto meno utili di Wikipedia che non hanno
          bisogno di donazioni, Facebook, Youtube, Google
          etc... ci sono anche siti non così "grossi" che
          stanno su grazie al pagamento per la versione
          "pro" mi vengono in
          mente:
          Vimeo, Flickr, DeviantArtTutti siti validi, ma no profit? E poi la sponsorizzazione è in contrasto con la libertà che vanta Wikipedia. E' questo il punto.
          Penso che Wikipedia stia gestendo male il suo
          business se deve fare elemosina (perchè un conto
          è dare la possibilità di fare donazioni, un conto
          e scrivere un messaggio su ogni pagina prima di
          Natale)Vive di donazioni. Come l'AVIS vive delle donazioni di sangue. O trovi scoretto anche questo?
          • MeX scrive:
            Re: business

            Tutti siti validi, ma no profit? E poi la
            sponsorizzazione è in contrasto con la libertà
            che vanta Wikipedia. E' questo il
            punto.no profit non é sinonimo di "fallimentare"Infatti io non parlo di sponsorizzazione, parlo che chi vuole accedere a Wikipedia o consultare piú di un link al giorno per dire... debba pagare per la versione "pro"
            Vive di donazioni. Come l'AVIS vive delle
            donazioni di sangue. O trovi scoretto anche
            questo?no infatti trovo corretto che chi dona articoli non venga pagato, ma quando vai a donare il sangue ti chiedono anche 10? non mi risulta, anzi, ti forniscono grauitamente le analisi del sangue
  • aponivi scrive:
    it.wiki? no grazie
    Non mi ci trovo con quella in italiano, preferisco quella in inglese, è molto più completa, imparziale, corretta.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 23 dicembre 2009 15.56-----------------------------------------------------------
    • Maestro Miyagi scrive:
      Re: it.wiki? no grazie
      Una parte delle voci è ben fatta IMHO; quelle a sfondo politico o controverse non sono necessariamente affidabili (purtroppo ci sono troppi fanboy).Francamente non ho mai capito per quale ragione non permettano più definizioni/teorie/orientamenti per ciascuna voce, così almeno chi legge si potrebbe fare un'idea senza farsi condizionare dalla tifoseria politica/religiosa/sportiva ecc... del gruppo dirigente di turno.Certamente quella cifra mi sembra comunque esagerata, qualche banner pubblicitario ben delimitato, identificabile come tale e non prevaricatore non credo costituisca un problema per molti utenti.
      • Anonymous scrive:
        Re: it.wiki? no grazie
        - Scritto da: Maestro Miyagi
        Una parte delle voci è ben fatta IMHO; quelle a
        sfondo politico o controverse non sono
        necessariamente affidabili (purtroppo ci sono
        troppi
        fanboy).

        Francamente non ho mai capito per quale ragione
        non permettano più
        definizioni/teorie/orientamenti per ciascuna
        voce, così almeno chi legge si potrebbe fare
        un'idea senza farsi condizionare dalla tifoseria
        politica/religiosa/sportiva ecc... del gruppo
        dirigente di
        turno.

        Certamente quella cifra mi sembra comunque
        esagerata, qualche banner pubblicitario ben
        delimitato, identificabile come tale e non
        prevaricatore non credo costituisca un problema
        per molti
        utenti.Sarebbe peggio. Sai quanti siti dotati di Banner ring, vengono depennati e delistati a causa degli Scareware iniettati dai lamah di turno? Ovviamente chi legge Wiki, di norma, ha IE, pertanto i malware correrebbero liberi e felici nella prateria.
    • LuigiT scrive:
      Re: it.wiki? no grazie
      Modificato dall' autore il 23 dicembre 2009 15.56
      --------------------------------------------------Versione pre modifica:- Scritto da: aponivi
      Io non do nemmeno un centesimo perchè la wiki in
      italiano non mi garantisce affidabilità e
      completezza delle informazioni. E non mi dite che
      devo andarmi a leggere quella in inglese perchè
      altrimenti non avrebbero senso le varie
      localizzazioni.
      ...Ma allora la leggi o no la versione inglese :D
      • aponivi scrive:
        Re: it.wiki? no grazie
        - Scritto da: LuigiT
        Ma allora la leggi o no la versione inglese :DVersione pre modifica? Ma di cosa stai parlando? Per favore buttate fuori questo troll-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 dicembre 2009 10.55-----------------------------------------------------------
        • LuigiT scrive:
          Re: it.wiki? no grazie
          - Scritto da: aponivi

          Versione pre modifica? Ma di cosa stai parlando?
          Per favore buttate fuori questo
          trollCaro ..leggi il messaggio di Emmesette, che ti ha quotato prima che modificavi il messaggio :D:D .. e hai pure il coraggio di farti ancora vedere :D:D
  • markit scrive:
    Incredibile avarizia generalizzata
    di utenti e governi. Io ho dato 50 euro, ma basterebbero 10 euro a testa da una piccola frazione degli utenti di Wikipedia per farla lavorare in santa pace per *anni*.E i governi? Su Striscia la Notizia, Report, Le Iene si vedono quotidiani sperperi di denaro pubblico di decine di milioni di euro (es. edifici sportivi costruiti, inaugurati ed abbandonati). Per un governo finanziare Wikipedia vorrebbe dire stanziare BRICIOLE, eppure...Anche finanziare il software libero al posto di spendere carrettate di denaro i licenze e in mancato sviluppo di una cultura informatica elevata sarebbe una mossa più che assennata, eppure...C'è di che scoraggiarsi.Io comunque non mi tiro indietro, e voi?
    • Abbio scrive:
      Re: Incredibile avarizia generalizzata
      Non viene finanziata la ricerca anzi viene tagliata ti aspetti che finanzino un progetto open come Wikipedia? Però compriamo caccia bombardieri americani che in questo periodo di guerra sono utilissimi!!!Comunque anche se arrivasse la pubblicità ci sarebbe sempre AdBlock ;)
    • Matt scrive:
      Re: Incredibile avarizia generalizzata
      - Scritto da: markit
      di utenti e governi. Io ho dato 50 euro, ma
      basterebbero 10 euro a testa da una piccola
      frazione degli utenti di Wikipedia per farla
      lavorare in santa pace per
      *anni*.Io non finanzierei mai wikipedia.Al massimo finanzia la DeAgostini comprando le sue enciclopedie, di certo non mi fido di tutte le castronerie wikipediane.
      • aponivi scrive:
        Re: Incredibile avarizia generalizzata
        - Scritto da: Matt
        Io non finanzierei mai wikipedia.
        Al massimo finanzia la DeAgostini comprando le
        sue enciclopedie, di certo non mi fido di tutte
        le castronerie
        wikipediane.Bene, sono contento della tua scelta. Milioni di dollari per qualche server, ma ci vogliono prendere in giro?
        • Anonymous scrive:
          Re: Incredibile avarizia generalizzata
          - Scritto da: aponivi
          - Scritto da: Matt


          Io non finanzierei mai wikipedia.

          Al massimo finanzia la DeAgostini comprando le

          sue enciclopedie, di certo non mi fido di tutte

          le castronerie

          wikipediane.Mi piace perchè, quando tu parli di wikipedia: "Ih, vàlah.. E' piena di inesattezze ecc.". Poi chiedi nello specifico e nessuno sa risponderti. Come al solito... Sai.. leggere al giorno d'oggi non è figo. Costantino e la DeFilippi non vogliono. Non è Trendi, non è Fescion ecc. ecc.Sentite, andate a spalar la neve...
          • aponivi scrive:
            Re: Incredibile avarizia generalizzata
            - Scritto da: Anonymous
            - Scritto da: aponivi

            - Scritto da: Matt




            Io non finanzierei mai wikipedia.


            Al massimo finanzia la DeAgostini comprando le


            sue enciclopedie, di certo non mi fido di
            tutte


            le castronerie


            wikipediane.

            Mi piace perchè, quando tu parli di wikipedia:
            "Ih, vàlah.. E' piena di inesattezze ecc.". Poi
            chiedi nello specifico e nessuno sa risponderti.
            Come al solito... Sai.. leggere al giorno d'oggi
            non è figo. Costantino e la DeFilippi non
            vogliono. Non è Trendi, non è Fescion ecc.
            ecc.

            Sentite, andate a spalar la neve...E tu vai a scavare fosse al camposanto
      • iride scrive:
        Re: Incredibile avarizia generalizzata
        - Scritto da: Matt
        Io non finanzierei mai wikipedia.
        Al massimo finanzia la DeAgostini comprando le
        sue enciclopedie, di certo non mi fido di tutte
        le castronerie
        wikipediane.E' chiaro che nel tuo mondo di fiabe la banda per gestire 340 milioni di accessi mensili è gratis
      • invasore scrive:
        Re: Incredibile avarizia generalizzata
        - Scritto da: Matt
        - Scritto da: markit

        di utenti e governi. Io ho dato 50 euro, ma

        basterebbero 10 euro a testa da una piccola

        frazione degli utenti di Wikipedia per farla

        lavorare in santa pace per

        *anni*.
        Io non finanzierei mai wikipedia.
        Al massimo finanzia la DeAgostini comprando le
        sue enciclopedie, di certo non mi fido di tutte
        le castronerie
        wikipediane.wikipedia sarà piena di castronerie, ma non è che le altre enciclopedie siano da meno... la differenza è che in wikipedia se qualcosa va male lo pui dire e cambiare in prima persona... a ma già è vero è meglio stare a lamentarsi e poi non fare nulla che tanto qualcuno ci penserà...
    • Sandro kensan scrive:
      Re: Incredibile avarizia generalizzata
      - Scritto da: markit
      di utenti e governi. Io ho dato 50 euro, ma
      basterebbero 10 euro a testa da una piccola
      frazione degli utenti di Wikipedia per farla
      lavorare in santa pace per
      *anni*.10 euro a wikipedia da parte mia. Come wikipediano contribuisco a creare e a modificare le voci ma penso che i wikipediani debbano fare di più e l'appello di Jimmy Wales era diretto a quelli come me.Tanti auguri a tutti e date qualche lira a wikipedia.
    • ad personam scrive:
      Re: Incredibile avarizia generalizzata

      abbandonati). Per un governo finanziare WikipediaBeata ingenuità :)Te lo immagini il governo Berlusconi finanziare un sito che dettaglia i processi del sig. Silvio Berlusconi , comprese le assoluzioni dovute a modifiche della legge varate dal governo Berlusconi?? (domanda retorica)
    • aponivi scrive:
      Re: Incredibile avarizia generalizzata
      - Scritto da: markit
      di utenti e governi. Io ho dato 50 euro, ma
      basterebbero 10 euro a testa da una piccola
      frazione degli utenti di Wikipedia per farla
      lavorare in santa pace per
      *anni*.Anche se non c'è pubblicità apparente con le donazioni si può fare pubblicità sottobanco, questo spiega molte voci bloccate-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 23 dicembre 2009 15.54-----------------------------------------------------------
    • El Castigador scrive:
      Re: Incredibile avarizia generalizzata
      - Scritto da: markit
      di utenti e governi. Io ho dato 50 euro, ma
      basterebbero 10 euro a testa da una piccola
      frazione degli utenti di Wikipedia per farla
      lavorare in santa pace per
      *anni*.Per come sono ridotte diverse wiki, a cominciare da quella italiana , è il minimo che non si becchino un centesimo dagli utenti.Chi darebbe i suoi soldi a gratis a un progetto che si fregia del titolo di "enciclopedia libera" e poi è territorio protetto di cricche di admin ignoranti e gonfi d'ego?Tanto vale spendere quei soldi che avrei donato per tenermi un dominio su cui pubblicare IN TUTTA LIBERTA' sugli argomenti che conosco, senza l'admin-kapò di turno a ronzarmi intorno.
      • Craxi Bettino scrive:
        Re: Incredibile avarizia generalizzata
        - Scritto da: El Castigador
        - Scritto da: markit

        di utenti e governi. Io ho dato 50 euro, ma

        basterebbero 10 euro a testa da una piccola

        frazione degli utenti di Wikipedia per farla

        lavorare in santa pace per

        *anni*.

        Per come sono ridotte diverse wiki, a
        cominciare da quella italiana , è il minimo
        che non si becchino un centesimo dagli
        utenti.
        Chi darebbe i suoi soldi a gratis a un progetto
        che si fregia del titolo di "enciclopedia libera"
        e poi è territorio protetto di cricche di admin
        ignoranti e gonfi
        d'ego?

        Tanto vale spendere quei soldi che avrei donato
        per tenermi un dominio su cui pubblicare IN TUTTA
        LIBERTA' sugli argomenti che conosco, senza
        l'admin-kapò di turno a ronzarmi
        intorno. Quoto completamente. La wikipedia italiana non è assolutamente libera, ma gestita viziosamente da pochi admin, di cui una parte è rappresentata da veri ignorantoni. E pure superbi.
        • aponivi scrive:
          Re: Incredibile avarizia generalizzata
          - Scritto da: Craxi Bettino
          Quoto completamente. La wikipedia italiana non è
          assolutamente libera, ma gestita viziosamente da
          pochi admin, di cui una parte è rappresentata da
          veri ignorantoni. E pure
          superbi.Perfetto. L'italia è il paese delle caste e delle lobby
          • mario staderani scrive:
            Re: Incredibile avarizia generalizzata
            infatti, fino quando ci saranno quei 4 fessi di admin niente donazione, sono anni che chiedono soldi questi avete rotto i maroni.
Chiudi i commenti