Da musicassetta a MP3

Un lettore per convertire i vecchi nastri in file digitali

Cambiano i tempi e la rivoluzione digitale sta modificando le abitudini di ogni persona. Uno dei segni di questo mutamento è, ad esempio, il nuovo modo di fruizione della musica. Niente più radio, ma solo una connessione ad Internet. Niente più musicassette o CD, ma solo un dispositivo portatile con tanti file digitali. Così si dice addio al vecchio e ingombrante lettore per ospitare nelle borse e nelle tasche un player o uno smartphone con tanto di cuffie, pronti a riprodurre i brani preferiti. Le cantine e le soffitte restano comunque ancora piene di cimeli di circa trent’anni fa e spesso proprio in questi antri polverosi si ritrovano tantissime musicassette riposte in scatoloni umidicci. Così, si scopre che ci sono nastri con brani ormai dimenticati oppure con tracce incise personalmente, che ricordano voci, suoni e rumori della propria infanzia. Perderli completamente sarebbe un peccato ed è per questo che l’ideale sarebbe convertire questi vecchi scatoloni in archivi digitali, composti da tanti file MP3. Come? Hammacher Schlemmer ha una proposta: il Cassette to iPod Converter.

Cassette to iPod Converter

Adatto a tutti gli utenti entusiasti di iPhone e iPod, il dispositivo del noto vendor online altro non è che un walkman dalle dimensioni più generose, capace di ospitare nella parte frontale uno dei dispositivi iOS appena citati.

Questo dock, alimentata da due batterie AA, permette di acquisire la musica contenuta sui vecchi nastri magnetici, semplicemente con l’uso di un’app gratuita. Il mangiacassette integrato, infatti, accetta musicassette tradizionali o cromo e non bisogna fare altro che inserirle e schiacciare su Play per avviare la conversione. A trasformazione terminata, i file MP3 verranno salvati sul dispositivo iOS connesso.

Nel frattempo è anche possibile ascoltare la musica, rivivendo i vecchi ricordi, grazie all’uscita per cuffie o all’output audio. La conversione può avvenire anche senza l’uso di un device iOS, ma ricorrendo a un PC con Windows XP, Vista o 7 e un apposito software fornito insieme al convertitore.

Il Cassette to iPod Converter è disponibile sul portale di Hammacher Schlemmer al prezzo di circa 80 dollari.

(via Gizmodo )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Neurotechno logy scrive:
    NPointer 2.0
    Thanks for the NPointer review.By the way, we have released NPointer 2.0, which recognizes pre-recorded voice commands for actions like clicks, scroll and drag.Grazie per la recensione NPointer.A proposito, abbiamo rilasciato NPointer 2.0, che riconosce i comandi vocali preregistrati per azioni come clic, scorrere e trascinare.
  • ... scrive:
    Miiii
    a muovere la testa davanti alla webcam mi sembro Aldo.... Miiiii
  • Carletto scrive:
    ....
    Se non ci saranno ulteriori evoluzioni, preferisco la mouse!
    • Gordon Ramsay scrive:
      Re: ....
      Si scrive "la mousse"...- Scritto da: Carletto
      Se non ci saranno ulteriori evoluzioni,
      preferisco la
      mouse!
      • Nome e cognome scrive:
        Re: ....
        - Scritto da: Gordon Ramsay
        Si scrive "la mousse"...
        Il signore è servito.[img]http://blog.gourmandia.com/wp-content/uploads/2010/04/chocolate-mousse_1.jpg[/img]
        • botto scrive:
          Re: ....
          - Scritto da: Nome e cognome
          - Scritto da: Gordon Ramsay

          Si scrive "la mousse"...



          Il signore è servito.

          [img]http://blog.gourmandia.com/wp-content/uploadsLOL+1
  • user_ scrive:
    che boiata
    mammamia che boiata me sa che in pensione ci vai prima te del mouse
    • prova123 scrive:
      Re: che boiata
      Se questa boiata la vendesse l'Apple Store sarebbe innovazione ... ma va a ciapà i rat :D
    • ndr scrive:
      Re: che boiata
      - Scritto da: user_
      mammamia che boiata me sa che in pensione ci vai
      prima te del
      mouseA me vengono già i crampi....ma almeno consumeremo 100 Calorie per ogni sito visitato o documento consultato.............Queste "innovazioni" dovrebbero semplificare la vita, non incasinarla......
Chiudi i commenti