DARPA, il robot che dura di più

L'agenzia militare statunitense al lavoro su macchine capaci di aumentare di 2mila volte la propria efficienza energetica. Entro il 2014?
L'agenzia militare statunitense al lavoro su macchine capaci di aumentare di 2mila volte la propria efficienza energetica. Entro il 2014?

Una stirpe più potente di robot umanoidi, capaci di restare operativi per più di una settimana. È il nuovo obiettivo dei ricercatori statunitensi alla Defense Advanced Research Projects Agency (DARPA), al lavoro su creature artificiali che possano aumentare la propria efficienza energetica di ben 2mila volte .

200 ore complessive d’autonomia, poco più di 8 giorni in una batteria a lunga durata. Il progetto Maximum Mobility and Manipulation (M3) è stato dunque inserito dall’agenzia militare a stelle e strisce nel suo annuale Robotics Challenge , con l’obiettivo primario di presentare il nuovo prototipo nell’edizione del 2014 .

I ricercatori della DARPA vogliono aumentare l’efficienza energetica dei robot per i fini più disparati: allo stato attuale, le macchine non riescono a sopravvivere dopo un periodo medio tra 10 e 20 minuti .

Bisognerà così imitare la capacità umana – o animale – di ottimizzare il dispendio di energia per il coordinamento armonico di tendini, muscoli e ossa. Con un budget limitato a 6 milioni di dollari , DARPA tenterà di limitare gli sprechi d’energia.

Un finanziamento che potrebbe però non bastare affatto all’agenzia statunitense. Il progetto DARPA Robotics Challenge ha infatti chiesto alla comunità della ricerca di presentare proposte e idee per lo sviluppo dei nuovi robot a lunga durata. I premi ai migliori progetti andranno dai 500mila dollari al milione .

Mauro Vecchio

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

09 07 2012
Link copiato negli appunti