Decapita Luke Skywalker

Luke non è più solo un eroe della fantascienza, è invece, per l'ennessima volta, uno dei gadget sparati dal fertile Star Wars Shop , la protuberanza internet con cui la LucasFilm arrotonda gli incassi dell'ultimo prequel del sequel del prequel. In

Luke non è più solo un eroe della fantascienza, è invece, per l’ennessima volta, uno dei gadget sparati dal fertile Star Wars Shop , la protuberanza internet con cui la LucasFilm arrotonda gli incassi dell’ultimo prequel del sequel del prequel. In questo caso Luke diventa una penna USB da 4 gigabyte.

Come si può notare, onde evitare ai fan quando aprono il dispositivo l’ effetto decapitazione , LucasFilm ha ben pensato di inserire il volto dell’eroe sia sulla chiavetta vera e propria che sul suo cappuccio, ooops! casco.
Esiste anche in versione 1,2 giga, così come le versioni alternative della penna, quelle con Han Solo, la Principessa Leila o Boba Fett.

LucasFilm conosce i suoi sorcini: le chiavette al momento si possono solo ordinare, saranno distribuite a partire da febbraio. Se ne faranno alcune migliaia di esemplari ma qualcosa ci dice che se scateneranno l’isteria collettiva se ne produrranno molte di più.

Il prezzo? Una sciocchezza: per 4 giga solo 125 dollari, tasse doganali non incluse.

[Per spendere clicca qui ]

[via 7gadgets ]

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • satore do scrive:
    Una Nazione si e Una Nozione no
    un po' per uno, questi si offendono perché una nazione cerca di fare cose diverse. ma tutte usano winz. non è giusto, bisognerebbe imporre delle differenziazioni nel rispetto dell'interoperabilità delle applicazioni. quelli di microzzoz sono dittatori, portiamogli un po' di democrazia.
  • Guybrush scrive:
    170000 Nobili Propositi
    "Attorno ai nostri prodotti vive un ecosistema da 170mila addetti - spiega - qualunque incertezza per i programmi causerebbe un danno anche a loro"Se potessi fare a meno dei prodotti microsoft lo avrei gia' fatto senza pensarci 2 volte.Microsoft non vuole perdere il controllo sul formato perche', (se qualcuno non lo avesse capito) perderebbe il potere di escludere la concorrenza dal suo mercato.Perche' se invece di spendere 130 euro + iva per office basic ne spendo 40 per Star Office o ZERO per Open Office, microsoft non prende piu' una cippa.Perche' se per mantenere la retrocompatibilita' basta un programma open source, microsoft perde altri quattrini.Uno standard proprietario, invece, permette a microsoft di dettare legge e di cambiare formato e standard in qualsiasi momento, costringendo il resto della concorrenza a stare al passo.
    • anoninona scrive:
      Re: 170000 Nobili Propositi
      allora, chiunque tira fuori il discorso dei lavoratori da mandare a casa, risponderei con:1. nessuna possibilità di licenziamento, nemmeno per giusta causa2. assunzioni programmate del 10% annualimica possono esserci solo 170000 fortunati in tutta l'olanda...e poi sono i capitalisti che vogliono la libera concorrenza: se il tuo prodotto fa schifo, perde il confronto del mercato e ti attacchi al...
      • Lillo scrive:
        Re: 170000 Nobili Propositi
        Ma il bello è che per la compatibilità col formato basta un misero e micragnosissimo plugin.Ma il problema è chiaramente quello elencato da Guybrush.
    • pippo75 scrive:
      Re: 170000 Nobili Propositi

      Perche' se invece di spendere 130 euro + iva per
      office basic ne spendo 40 per Star Office o ZERO
      per Open Office, microsoft non prende piu' una
      cippa.forse il problema è anche questo?chi vuole investire nel creare un programma alternativo quando c'è open office gratis?Mi sbaglierò, ma piu' che togliere clienti a MS, open office toglie clienti ai concorrenti di MsOffice ( Corel, 602, lotus, più tanti altri prodotti che una volta erano diffusissimi ).Sbaglio o Office è stato il nome che MS ha dato all'insieme di alcuni programmi per DOS che prima venivano venduti sciolti ( tra cui c'era MSWord ).Se è cosi bisogna riconsocere che è riuscita a creare un prodotto che ha dato il nome alla categoria.
      Uno standard proprietario, invece, permette a
      microsoft di dettare legge e di cambiare formato
      e standard in qualsiasi momento, costringendo il
      resto della concorrenza a stare al
      passo.quando i clienti si svegliaranno....
  • Marcello Mazzilli scrive:
    Il problema è sempre la legge
    La legge che vuole scavalcare il mercato, imporre standard, imporre tassa, dazi, incentivi e disincentivi. Certo la Microsoft ama la pubblica amministrazione quando con i soldi di tutti (anche chi ama Linux o Mac) ordina migliaia di licenze per i suoi uffici. La odia invec quando sceglie altri formati. Il problema è sempre li amici.. la legge, lo stato. Ognuono dovrebbe essere libero di adottare il sistema ch prefrisce, senza obblighi o altro. Poi.. il sistema migliore vince. Punto
  • monossido scrive:
    In italia?
    sarebbe bello una legge del genere...ma qui al posto digovernare si pensa a quanto resistere in carica...
  • pentolino scrive:
    Povera M$
    Povera M$, gli hanno detto che quella boiata di OOXML (o come cavolo si chiama, non perdo tempo a controllare) e loro dicono che si sentono esclusi! Ma quello che hanno fatto loro per decenni con i loro .doc, .xls etc. se lo sono già scordato?BASTA! Vogliamo formati aperti e per questo c'era già ODF, che la M$ sviluppi un cacchio di plugin per leggere gli ODF in Office e continui tranquillamente a vendere quello schifo di Office a chi se lo merita...
    • Giocatore110 scrive:
      Re: Povera M$
      Nessuno ti ha mai impedito di usare formati diversi dal Doc, pure su M$ office si potevano usare alcuni formati open.Ora invece si vuole imporre un solo formato ed impedire che un altro venga standarizzato ad uso libero e senza restrizioni, sempre che la M$ non si freghi le mani andando contro lo standard ISO che cerca.Forse il fatto che sia OpenDocumentFormat il formato da imporre giustifica questa scelta? No.Lasciate scegliere l'utenza. I più useranno ODF, e chi vorrà usare OOXML lo userà senza problemi a patto che le sue specifiche seguano il ricercato standard ISO, proprio come ora si può usare il PDF(per altri ambiti).
      • pentolino scrive:
        Re: Povera M$
        - Scritto da: Giocatore110
        Nessuno ti ha mai impedito di usare formati
        diversi dal Docnon sono d' accordo; per fare un esempio quanti annunci di lavoro vedi dove bisogna inviare il curriculum in formato Word, quanti siti anche della pubblica amministrazione diffondono e richiedono documenti office (doc, xls etc.) e se vuoi la lista continua
        Ora invece si vuole imporre un solo formato ed
        impedire che un altro venga standarizzato ad uso
        libero e senza restrizioni, sempre che la M$ non
        si freghi le mani andando contro lo standard ISO
        che
        cerca.non dico che lo standard proposto da M$ sia sbagliato in sè, dico solo che uno standard davvero aperto esisteva già da tempo e non c'era motivo di cercare di imporne un altro con la forza del marketing che solo aziende del calibro di M$ possono imporre
        Forse il fatto che sia OpenDocumentFormat il
        formato da imporre giustifica questa scelta?
        No.la standardizzazione è importante se vuoi libero accesso per tutti; IMO preferisco che se si deve imporre un formato sia di tipo veramente aperto (odf è usato da tanti programmi al di fuori di openoffice... quello della M$ non mi pare)
        Lasciate scegliere l'utenza. I più useranno ODF,
        e chi vorrà usare OOXML lo userà senza problemi a
        patto che le sue specifiche seguano il ricercato
        standard ISO, proprio come ora si può usare il
        PDF(per altri
        ambiti).ognuno a casa può usare quello che vuole, ci mancherebbe, però quando si parla di scambio di informazioni allora secondo me è necessario imporre uno standard; sul fatto che M$ seguirà sempre gli standard ISO non so, negli ultimi 20 anni non mi pare che lo abbiano fatto spesso.Poi a me piacerebbe un mondo in cui tutti i programmi avessero la possibilità di aprire tutti i formati ma credo che sia un' utopia...
        • Giocatore110 scrive:
          Re: Povera M$
          - Scritto da: pentolino
          - Scritto da: Giocatore110

          Nessuno ti ha mai impedito di usare formati

          diversi dal Doc

          non sono d' accordo; per fare un esempio quanti
          annunci di lavoro vedi dove bisogna inviare il
          curriculum in formato Word, quanti siti anche
          della pubblica amministrazione diffondono e
          richiedono documenti office (doc, xls etc.) e se
          vuoi la lista
          continuaPer scelta di alcune aziende, d'altronde per i formati personalmente puoi sempre usarne un altro e non ti devi lamentare con M$ se le aziende non si sono accorte che M$ office legge molti formati.

          Ora invece si vuole imporre un solo formato ed

          impedire che un altro venga standarizzato ad uso

          libero e senza restrizioni, sempre che la M$ non

          si freghi le mani andando contro lo standard ISO

          che

          cerca.

          non dico che lo standard proposto da M$ sia
          sbagliato in sè, dico solo che uno standard
          davvero aperto esisteva già da tempo e non c'era
          motivo di cercare di imporne un altro con la
          forza del marketing che solo aziende del calibro
          di M$ possono
          imporreAllora non imporre il tuo standard, lascia che i due formati esistano entrambi come standard dalle specifiche ferme e che non si possono modoficare a patto che M$ non si tagli da sola le gambe al formato.

          Forse il fatto che sia OpenDocumentFormat il

          formato da imporre giustifica questa scelta?

          No.

          la standardizzazione è importante se vuoi libero
          accesso per tutti; IMO preferisco che se si deve
          imporre un formato sia di tipo veramente aperto
          (odf è usato da tanti programmi al di fuori di
          openoffice... quello della M$ non mi
          pare)Sempre con la storia dell'imposizione: non si può scegliere il formato.E comunque OOXML non è ancora Standard ISO e per questo non è usato come standard, se lo sostituiscono al doc (accettato da vari programmi quasi con la stessa frequenza dell'ODF) non la vedrei male.

          Lasciate scegliere l'utenza. I più useranno ODF,

          e chi vorrà usare OOXML lo userà senza problemi
          a

          patto che le sue specifiche seguano il ricercato

          standard ISO, proprio come ora si può usare il

          PDF(per altri

          ambiti).

          ognuno a casa può usare quello che vuole, ci
          mancherebbe, però quando si parla di scambio di
          informazioni allora secondo me è necessario
          imporre uno standard; sul fatto che M$ seguirà
          sempre gli standard ISO non so, negli ultimi 20
          anni non mi pare che lo abbiano fatto
          spesso.
          Poi a me piacerebbe un mondo in cui tutti i
          programmi avessero la possibilità di aprire tutti
          i formati ma credo che sia un'
          utopia...Se M$ non segue lo standard ISO i sui documenti diverranno incompatibili mentre l'OOXML in standard ISO resta compatibile, mi sembra strano che non sia chiaro.Comunque sia meglio poter scegliere un formato, possibilmente standarizzato, che non averne uno solo imposto dall'alto. Se poi entrambi i formati sono compatibili in lettura e scrittura con i programmi appositi, meglio ancora.E a questo punto le aziende dovrebbero dare un'occhiata all'elenco per scoprire che sia ODF sia OOXML sono compatibili con World, sennò rimaniamo fermi al doc.Lo metto in chiaro ora: se l'olanda vuole usare un solo formato per la pubblica amministrazione, faccia pure, ma non confondiamola come un'imposizione del formato al privato cittadino.
          • pentolino scrive:
            Re: Povera M$
            - Scritto da: Giocatore110
            E comunque OOXML non è ancora Standard ISO e per
            questo non è usato come standard, se lo
            sostituiscono al doc (accettato da vari programmi
            quasi con la stessa frequenza dell'ODF) non la
            vedrei
            male.se ti va bene che lo standard sia un formato proprietario allora è evidente che abbiamo una visione del mondo molto diversa. E a scanso di fraintendimenti non dico che io abbia ragione e tu no, solo che la vediamo in maniera molto diversa :-)
            Lo metto in chiaro ora: se l'olanda vuole usare
            un solo formato per la pubblica amministrazione,
            faccia pure, ma non confondiamola come
            un'imposizione del formato al privato
            cittadino.quello che intendevo dire con "BASTA! Vogliamo formati aperti" era riferito alla definizione di uno standard di interscambio; come ho scritto prima per me uno a casa può usare anche un formato che si è inventato da sè se vuole!Lungi da me volere imporre a te o a chiunque altro di usare ODF sempre e comunque; se sei contento del .doc e di spendere soldi per le licenze di office continua pure ad usarlo fin quando vuoi, per me davvero non c'è problema! :-)
          • Giocatore110 scrive:
            Re: Povera M$
            - Scritto da: pentolino
            - Scritto da: Giocatore110

            E comunque OOXML non è ancora Standard ISO e per

            questo non è usato come standard, se lo

            sostituiscono al doc (accettato da vari
            programmi

            quasi con la stessa frequenza dell'ODF) non la

            vedrei

            male.

            se ti va bene che lo standard sia un formato
            proprietario allora è evidente che abbiamo una
            visione del mondo molto diversa.

            E a scanso di fraintendimenti non dico che io
            abbia ragione e tu no, solo che la vediamo in
            maniera molto diversa
            :-)Prova solo a chiederti cosa significa standarizzazione ISO, scopri che il formato standard è quello e le modifiche de l proprietario se non seguono lo standard creano solo un'altro formato. Se lo capisci ti rendi conto che le tue preoccupazioni sono inutili.

            Lo metto in chiaro ora: se l'olanda vuole usare

            un solo formato per la pubblica amministrazione,

            faccia pure, ma non confondiamola come

            un'imposizione del formato al privato

            cittadino.

            quello che intendevo dire con "BASTA! Vogliamo
            formati aperti" era riferito alla definizione di
            uno standard di interscambio; come ho scritto
            prima per me uno a casa può usare anche un
            formato che si è inventato da sè se
            vuole!
            Lungi da me volere imporre a te o a chiunque
            altro di usare ODF sempre e comunque; se sei
            contento del .doc e di spendere soldi per le
            licenze di office continua pure ad usarlo fin
            quando vuoi, per me davvero non c'è problema!
            :-)La storia che sia contento del doc te la sei inventata e te la puoi tenere stretta. Basta che non le spari così grosse.Detto questo, la presenza dello standard OOXML come standard non implica che l'ODF debba scomparire, ma nemmeno nella tua visione degli standard.Sperando che la discussione non degeneri ulteriormente, ti dico che entrambi possono essere standard allo stesso modo, e il paragone con i formati fatti in casa non c'entra nulla.O forse la presenza di 2 standard è un problema?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 dicembre 2007 11.03-----------------------------------------------------------
          • CognomeNome scrive:
            Re: Povera M$
            è un problema quando nella specifica di OOXML ci sono parti del formato che sono lasciate ad una implementazione proprietaria, quando ci sono royalties su certi usi del formato, se microsoft volesse veramente proporre un formato libero eliminerebbe queste cose, e lo sottopporrebbe all'ISO senza fare pressioni sui suoi membri come ha fatto finora, oppure smetterebbe di andare a piangere dai governi dicendo che è pericoloso per la loro economia se microsoft perde l'appalto dei formati per la PA.Ecco senza tutti questi comportamenti mafiosetti OOXML sarebbe un formato veramente libero che potrebbe tranquillamente convivere o competere con ODF, senza restrizioni per nessuno
          • Giocatore110 scrive:
            Re: Povera M$
            Tranquillo, i governi non li fa certo piangere anche se cerca favori e quanto alla votazione dell'ISO devi rivedertela, che più che una mafia ho visto un bel numero di astenuti.Sulle parti del formato ho da ridire: se vogliono lo standard ISO hanno le cose abbastanza chiare e non possono uscire dallo standard senza rendere i loro stessi documenti non compatibili. Una cosa assurda. Comunque oltre la metà dei membri della commissione ISO era a favore, non bastava ma comunque non mi sembra un brutto risultato.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 dicembre 2007 20.10-----------------------------------------------------------
          • pentolino scrive:
            Re: Povera M$
            - Scritto da: Giocatore110
            Prova solo a chiederti cosa significa
            standarizzazione ISO, scopri che il formato
            standard è quello e le modifiche de l
            proprietario se non seguono lo standard creano
            solo un'altro formato. Se lo capisci ti rendi
            conto che le tue preoccupazioni sono
            inutili.sia la frase che citi sia quella che segue erano riferite alla tua affermazione "se lo sostituiscono al doc (accettato da vari programmi quasi con la stessa frequenza dell'ODF) non la vedrei male." Se mi sono sbagliato ad interpretarla ritiro le considerazioni fatte senza problemi.Inoltre nella sua storia Microsoft ha sempre teso ad imporli gli standard più che rispettarli quindi perdonami se ho qualche diffidenza fin tanto che non vedrò tale formato supportato nativamente da diversi prodotti che non siano Microsoft.

            La storia che sia contento del doc te la sei
            inventata e te la puoi tenere stretta. Basta che
            non le spari così
            grosse.come sopra
            Detto questo, la presenza dello standard OOXML
            come standard non implica che l'ODF debba
            scomparire, ma nemmeno nella tua visione degli
            standard.
            Sperando che la discussione non degeneri
            ulteriormente, ti dico che entrambi possono
            essere standard allo stesso modo, e il paragone
            con i formati fatti in casa non c'entra
            nulla.
            O forse la presenza di 2 standard è un problema?A me sembra che la discussione sia civile e che non sia degenerata; il discorso dei formati fatti in casa era riferito all' uso interno che chiunque può fare delle proprie informazioni private.Quanto al discorso dei doppi standard ad oggi ODF, come quelli degli Office pre-2007 sono degli standard diffusi (di cui uno però il secondo è proprietario), mentre OOMXL OGGI è usato solo dagli office nuovi quindi non vedo perchè adottarlo OGGI come standard; fra qualche tempo si potrebbe anche valutare come standard ma non ora.
          • Giocatore110 scrive:
            Re: Povera M$
            - Scritto da: pentolino
            - Scritto da: Giocatore110

            Prova solo a chiederti cosa significa

            standarizzazione ISO, scopri che il formato

            standard è quello e le modifiche de l

            proprietario se non seguono lo standard creano

            solo un'altro formato. Se lo capisci ti rendi

            conto che le tue preoccupazioni sono

            inutili.
            sia la frase che citi sia quella che segue erano
            riferite alla tua affermazione "se lo
            sostituiscono al doc (accettato da vari programmi
            quasi con la stessa frequenza dell'ODF) non la
            vedrei male."

            Se mi sono sbagliato ad interpretarla ritiro le
            considerazioni fatte senza
            problemi.
            Inoltre nella sua storia Microsoft ha sempre teso
            ad imporli gli standard più che rispettarli
            quindi perdonami se ho qualche diffidenza fin
            tanto che non vedrò tale formato supportato
            nativamente da diversi prodotti che non siano
            Microsoft.Si, hai interpretato male, perchè in quella frase non c'è nulla che indica che lo standard .doc mi piaccia, solo che mi piaccia venisse sostituito, magari non da un singolo formato. Per il resto, attendi pure, non ho nulla in contrario, tanto finchè non sarà standard ISO il formato OOXML non verrà implementato dappertutto, ma comunque verrà usato in lettura, cosa che non reputo cattiva.



            La storia che sia contento del doc te la sei

            inventata e te la puoi tenere stretta. Basta che

            non le spari così

            grosse.

            come sopraIdem.

            Detto questo, la presenza dello standard OOXML

            come standard non implica che l'ODF debba

            scomparire, ma nemmeno nella tua visione degli

            standard.

            Sperando che la discussione non degeneri

            ulteriormente, ti dico che entrambi possono

            essere standard allo stesso modo, e il paragone

            con i formati fatti in casa non c'entra

            nulla.

            O forse la presenza di 2 standard è un problema?
            A me sembra che la discussione sia civile e che
            non sia degenerata; il discorso dei formati fatti
            in casa era riferito all' uso interno che
            chiunque può fare delle proprie informazioni
            private.
            Quanto al discorso dei doppi standard ad oggi
            ODF, come quelli degli Office pre-2007 sono degli
            standard diffusi (di cui uno però il secondo è
            proprietario), mentre OOMXL OGGI è usato solo
            dagli office nuovi quindi non vedo perchè
            adottarlo OGGI come standard; fra qualche tempo
            si potrebbe anche valutare come standard ma non
            ora.Più che imporlo con l'uso preferirei che diventasse standard ISO, così lo standard è definito e si può utilizzare tranquillamente senza troppi rischi di incompatibilità e senza rovinare l'uso dell'ODF, che al massimo potrebbe essere usato un po' meno. Abbiamo viste diverse in effetti.Scusa per la storia delle discussioni che degenerano ma credo di aver interpretato male il post precedente.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 dicembre 2007 20.18-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: Povera M$
      Ma loro si sentono gli eroi dell'informatica moderna. Hai mai visto un film dove l'eroe viene messo da parte ?
  • sarà... scrive:
    170mila
    ... 1000 a scrivere i virus e 169000 a lavorare sugli antivirus!mavalà!!!!
  • Xilitolo scrive:
    OOXML, questo sconosciuto.
    Avete già visto qualche file in questo formato?(Per E-mail, web ecc... non se avete installato MSO2007, ovviamente).Io neanche uno, e non sono così isolato, collaboro con aziende piuttosto grosse e con enti pubblici.Per ora doc, xls, raramante ODF.
    • vac scrive:
      Re: OOXML, questo sconosciuto.
      Confermo:Lavoro per grosse aziende e nessuno usa OOXMLIl più usato è il PDF Seguono a notevole distanza doc, odf, txt, html, rtf,- Scritto da: Xilitolo
      Avete già visto qualche file in questo formato?
      (Per E-mail, web ecc... non se avete installato
      MSO2007,
      ovviamente).
      Io neanche uno, e non sono così isolato,
      collaboro con aziende piuttosto grosse e con enti
      pubblici.
      Per ora doc, xls, raramante ODF.
    • T.A. scrive:
      Re: OOXML, questo sconosciuto.

      Avete già visto qualche file in questo formato?Quale formato?Quello prodotto dalla suite MSOffice? Me ne sono capitati un paio tra le mani.Quello standard ECMA? Non esiste ancora un'applicazione che lo generi, perchè Microsoft ha cambiato il formato per farlo accettare come standard, ma non ha mica cambiato i suoi prodotti per aderire al SUO standard ...:-)
      • Caleb scrive:
        Re: OOXML, questo sconosciuto.
        - Scritto da: T.A.

        Avete già visto qualche file in questo

        formato?[..]
        Quello prodotto dalla suite MSOffice? Me ne
        sono capitati un paio tra le mani.Sì anche a me ne è arrivato 1; ho semplicemente detto a chi lo mandava che non avevo l'ultima luccicosa e pacioccosa versione di MS Office e quindi che, se voleva che lo leggessi, avrebbe dovuto mandarmelo in un formato decente: detto - fatto.
        • pentolino scrive:
          Re: OOXML, questo sconosciuto.
          in effetti è quello che ho fatto anch'io.Mi era capitata una situazione analoga per un file prodotto da Winzip, ho chiesto di rispedirlo in formato zip standard e tutto è andato a posto, anche in quel caso il mittente era stato distratto, non agiva con dolo :-)
        • google is your friend scrive:
          Re: OOXML, questo sconosciuto.
          - Scritto da: Caleb
          Sì anche a me ne è arrivato 1; ho semplicemente
          detto a chi lo mandava che non avevo l'ultima
          luccicosa e pacioccosa versione di MS Office e
          quindi che, se voleva che lo leggessi, avrebbe
          dovuto mandarmelo in un formato decente: detto -
          fatto.potevi anche non avere l'ultima versione di MSOffice, ne basta una precedente.Pur con la tua "anziana" suite MSOffice ti sarai accorto infatti che basta eseguire un aggiornamento per avere il supporto a docx, xlsx ecc.GIYFps: ovviamente questo vale se hai la possibilità di aggiornare, quindi se hai *pagato* il *lavoro* degli sviluppatori. Se non lo hai fatto, sono problemi tuoi!
    • Ageing drummer boy scrive:
      Re: OOXML, questo sconosciuto.
      - Scritto da: Xilitolo
      Avete già visto qualche file in questo formato?
      (Per E-mail, web ecc... non se avete installato
      MSO2007,
      ovviamente).
      Io neanche uno, e non sono così isolato,
      collaboro con aziende piuttosto grosse e con enti
      pubblici.
      Per ora doc, xls, raramante ODF.Sì, ne ho ricevuti un bel po', da parte di persone poco competenti (per quel che riguarda l'informatica) che salvano i loro documenti nel formato di default offerto da Office 2007. Che guarda caso è OOXML. E ogni volta devo chiedere di rimandare l'allegato usando un formato più supportato, per non costringermi ad acquistare una nuova licenza di Office.
      • pentolino scrive:
        Re: OOXML, questo sconosciuto.
        anche io ho avuto la stessa situazione
      • Zucca Vuota scrive:
        Re: OOXML, questo sconosciuto.
        - Scritto da: Ageing drummer boy
        per non costringermi ad acquistare
        una nuova licenza di
        Office.Questo è FUD. Microsoft e altri hanno i plugin per leggere e scrivere OOXML con i vecchi prodotti.
      • google is your friend scrive:
        Re: OOXML, questo sconosciuto.
        - Scritto da: Ageing drummer boy
        Sì, ne ho ricevuti un bel po', da parte di
        persone poco competenti (per quel che riguarda
        l'informatica) che salvano i loro documenti nel
        formato di default offerto da Office 2007. Che
        guarda caso è OOXML. E ogni volta devo chiedere
        di rimandare l'allegato usando un formato più
        supportato, per non costringermi ad acquistare
        una nuova licenza di
        Office.Mai provato ad aggiornare MS Office? anche con la tua "vecchia" licenza puoi accedere ai nuovi formati!GIYFps: ovviamente questo vale se hai la possibilità di aggiornare, quindi se hai *pagato* il *lavoro* degli sviluppatori. Se non lo hai fatto, sono problemi tuoi!
      • cognome scrive:
        Re: OOXML, questo sconosciuto.

        Sì, ne ho ricevuti un bel po', da parte di
        persone poco competenti (per quel che riguarda
        l'informatica) che salvano i loro documenti nelquotol'unico che mi è arrivato era un testo tanto scarno e senza la minima impaginazione che avrebbe anche potuto benissimo esere un txt
    • amedeo scrive:
      Re: OOXML, questo sconosciuto.
      Non ne ho ancora visti ma prevedo che come successe con l'uscita di office 2000, con la diffusione di office 2007 iniziero' ad avere clienti che chiedono una copia del prodotto (ovviamente rimanendo restii a pagare) perche' ricevono documenti che non sono in grado di aprire.Questo e' uno dei casi in cui ringrazio i sistemi di protezioe di M$: posso rispondere al cliente che non sono in grado di installargli una copia pirata e cercare di fargli capire quanto sia piu' furbo passare a OpenOffice!
      • google is your friend scrive:
        Re: OOXML, questo sconosciuto.
        - Scritto da: amedeo
        Non ne ho ancora visti ma prevedo che come
        successe con l'uscita di office 2000, con la
        diffusione di office 2007 iniziero' ad avere
        clienti che chiedono una copia del prodotto
        (ovviamente rimanendo restii a pagare) perche'
        ricevono documenti che non sono in grado di
        aprire.
        Questo e' uno dei casi in cui ringrazio i sistemi
        di protezioe di M$: posso rispondere al cliente
        che non sono in grado di installargli una copia
        pirata e cercare di fargli capire quanto sia piu'
        furbo passare a
        OpenOffice!Mai provato ad aggiornare MS Office? anche con la tua "vecchia" licenza puoi accedere ai nuovi formati!GIYFps: ovviamente questo vale se hai la possibilità di aggiornare, quindi se hai *pagato* il *lavoro* degli sviluppatori. Se non lo hai fatto, sono problemi tuoi!
  • Gegia scrive:
    petizione
    http://www.noooxml.org/petition
    • asd scrive:
      Re: petizione
      - Scritto da: Gegia
      http://www.noooxml.org/petitionE quindi?
    • google is your friend scrive:
      Re: petizione
      - Scritto da: Gegia
      http://www.noooxml.org/petitiontroll! (troll)
    • Beccamorto scrive:
      Re: petizione
      - Scritto da: Gegia
      http://www.noooxml.org/petitionGrazie del link, penso che firmerò. :) A costo di far piangere Ballmer! :p :D (rotfl)
      • Pinco scrive:
        Re: petizione
        - Scritto da: Beccamorto
        - Scritto da: Gegia

        http://www.noooxml.org/petition

        Grazie del link, penso che firmerò. :) A costo
        di far piangere Ballmer! :p :D
        (rotfl)In nome dell'odio verso Microsoft?(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • Barbapuzzol o scrive:
    MS...
    ...AL TAPPETO!!! :p :D (rotfl)
    • abc scrive:
      Re: MS...
      - Scritto da: Barbapuzzol o
      ...AL TAPPETO!!! :p :D (rotfl)Non fai ridere.
    • Tiziano scrive:
      Re: MS...
      Giusto perchè l'open source rende liberi
      • asd scrive:
        Re: MS...
        - Scritto da: Tiziano
        Giusto perchè l'open source rende liberiLiberi di usare soltanto Linux...
        • vac scrive:
          Re: MS...
          Che C. dici ??????ODF è supportato da TUTTI i pacchetti office.ODF consente di scegliere liberamente che paccheto office usare e M$ ha paura della concorrenza.
          • asd scrive:
            Re: MS...
            - Scritto da: vac
            Che C. dici ??????

            ODF è supportato da TUTTI i pacchetti office.
            ODF consente di scegliere liberamente che
            paccheto office usare e M$ ha paura della
            concorrenza.I formati open devono essere una scelta, non imposti tramite la legge.
          • MorCeleb scrive:
            Re: MS...
            l'accessibilità per la PA dovrebbe essere un obbligo, non una scelta.Pensa che è un servizio offerto, non una cosa che ti viene tolta!...certo bisogna avere un minimo di sensibilità per capire certe cose
          • asd scrive:
            Re: MS...
            - Scritto da: MorCeleb
            l'accessibilità per la PA dovrebbe essere un
            obbligo, non una
            scelta.
            Pensa che è un servizio offerto, non una cosa che
            ti viene
            tolta!D'accordo con te, ma imporre un particolare formato lo ritengo una restrizione eccessiva. Ciò che invece è importante è l'uso di formati interoperabili, open o closed che siano.
          • krane scrive:
            Re: MS...
            - Scritto da: asd
            - Scritto da: MorCeleb

            l'accessibilità per la PA dovrebbe essere un

            obbligo, non una

            scelta.

            Pensa che è un servizio offerto, non una cosa

            che ti viene tolta!
            D'accordo con te, ma imporre un particolare
            formato lo ritengo una restrizione eccessiva. Ciò
            che invece è importante è l'uso di formati
            interoperabili, open o closed che siano.Peccato che l'interoperabilita' di un formato closed dipende solo dalla "buona volonta'" della ditta che l'ha creato.
          • e' notte fonda scrive:
            Re: MS...

            I formati open devono essere una scelta, non
            imposti tramite la
            legge.ma anche noI software open devono essere una scelta, ma che i formati siano open mi sembra un principio basilare.
          • asd scrive:
            Re: MS...
            - Scritto da: e' notte fonda

            I formati open devono essere una scelta, non

            imposti tramite la

            legge.

            ma anche no

            I software open devono essere una scelta,
            ma che i formati siano open mi sembra un
            principio
            basilare.Non è importante che un formato sia open, basta che sia compatibile con tutti i software.
          • vac scrive:
            Re: MS...
            Bravo, quindi deve essere Open!Altrimenti succede come con il "doc":Ogni tanto la M$ lo modifica leggermente solo per creare casini alla concorrenza
  • Pippo scrive:
    Una scelta sbagliata
    E' sempre sbagliato imporre l'uso di uno specifico formato, questioni come l'interoperabilità non dovrebbero essere regolate dalla legge.
    • AtariLover scrive:
      Re: Una scelta sbagliata
      - Scritto da: Pippo
      E' sempre sbagliato imporre l'uso di uno
      specifico formato, questioni come
      l'interoperabilità non dovrebbero essere regolate
      dalla
      legge.Hai ragione, dovrebbero arrivarci i produttori di software...Certo se poi Microsoft non vuole adeguarsi, beh... Non vedo perchè scegliere i suoi prodotti 8)(atari)
    • krane scrive:
      Re: Una scelta sbagliata
      - Scritto da: Pippo
      E' sempre sbagliato imporre l'uso di uno
      specifico formato, questioni come
      l'interoperabilità non dovrebbero essere regolate
      dalla legge.Per tutto il resto e' cosi: dal formato delle prese elettriche alla freguenza della corrente, all'accessibilita' delle apparecchiature di controllo e' tutto sotto norme; non vedo perche' per il software non dovrebbe essere altrettanto.
      • Xilitolo scrive:
        Re: Una scelta sbagliata
        - Scritto da: krane
        - Scritto da: Pippo

        E' sempre sbagliato imporre l'uso di uno

        specifico formato, questioni come

        l'interoperabilità non dovrebbero essere
        regolate

        dalla legge.

        Per tutto il resto e' cosi: dal formato delle
        prese elettriche (...)Perchè il produttore delle prese vuol mantenere il monopolio anche delle delle spine.Ecco perchè.
        • krane scrive:
          Re: Una scelta sbagliata
          - Scritto da: Xilitolo
          - Scritto da: krane

          - Scritto da: Pippo


          E' sempre sbagliato imporre l'uso di uno


          specifico formato, questioni come


          l'interoperabilità non dovrebbero essere

          regolate


          dalla legge.



          Per tutto il resto e' cosi: dal formato delle

          prese elettriche (...)
          Perchè il produttore delle prese vuol mantenere
          il monopolio anche delle delle
          spine.
          Ecco perchè.Non hai capito che non e' il produttore delle prese che decide il formato ma e' lo stato http://it.wikipedia.org/wiki/Spina_elettricaNo: perche' quando compri una lavatrice ti farebbe piacere che quando arrivi a casa non puoi attaccare la presa al muro o ti si fulmina perche' la freguenza e' scorretta ?
          • Xilitolo scrive:
            Re: Una scelta sbagliata
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: Xilitolo

            - Scritto da: krane


            - Scritto da: Pippo



            E' sempre sbagliato imporre l'uso di uno



            specifico formato, questioni come



            l'interoperabilità non dovrebbero essere


            regolate



            dalla legge.





            Per tutto il resto e' cosi: dal formato delle


            prese elettriche (...)

            Perchè il produttore delle prese vuol mantenere

            il monopolio anche delle delle

            spine.

            Ecco perchè.

            Non hai capito che non e' il produttore delle
            prese che decide il formato ma e' lo stato
            http://it.wikipedia.org/wiki/Spina_elettrica

            No: perche' quando compri una lavatrice ti
            farebbe piacere che quando arrivi a casa non puoi
            attaccare la presa al muro o ti si fulmina
            perche' la freguenza e' scorretta
            ?Evidentemente mi sono spiegato male: sono d'accordo con te, la mia era una battuta.
          • krane scrive:
            Re: Una scelta sbagliata
            - Scritto da: Xilitolo
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: Xilitolo


            - Scritto da: krane



            - Scritto da: Pippo




            E' sempre sbagliato imporre l'uso di uno




            specifico formato, questioni come




            l'interoperabilità non dovrebbero essere



            regolate




            dalla legge.







            Per tutto il resto e' cosi: dal formato
            delle



            prese elettriche (...)


            Perchè il produttore delle prese vuol
            mantenere


            il monopolio anche delle delle


            spine.


            Ecco perchè.



            Non hai capito che non e' il produttore delle

            prese che decide il formato ma e' lo stato

            http://it.wikipedia.org/wiki/Spina_elettrica



            No: perche' quando compri una lavatrice ti

            farebbe piacere che quando arrivi a casa non
            puoi

            attaccare la presa al muro o ti si fulmina

            perche' la freguenza e' scorretta

            ?
            Evidentemente mi sono spiegato male: sono
            d'accordo con te, la mia era una battuta.Mmmmm.... Caffe'... Che e' meglio :D
          • ondapi scrive:
            Re: Una scelta sbagliata

            Mmmmm.... Caffe'... Che e' meglio :Dse ne avanza un goccio anche per me, grazie
      • tonico scrive:
        Re: Una scelta sbagliata
        - Scritto da: krane
        Per tutto il resto e' cosi: dal formato delle
        prese elettriche alla freguenza della corrente,
        all'accessibilita' delle apparecchiature di
        controllo e' tutto sotto norme; non vedo perche'
        per il software non dovrebbe essere
        altrettanto.Quoto
        • amedeo scrive:
          Re: Una scelta sbagliata
          Siete mitici, copiare una sbrodolata di righe per aggiungere un laconico 'Quoto'.Non riuscite a comprendere che chi sta seguendo la discussione e' in grado di visualizzare i messaggi precedenti ?
      • pentolino scrive:
        Re: Una scelta sbagliata
        quoto e straquoto!quando si parla di interoperabilità si devono stabilire degli standard, e non sarei tanto contento se ad imporli fosse un' azienda privata (non solo M$, ma anche $un, Appl, Canonical, chi vi pare)(linux)(apple)
      • google is your friend scrive:
        Re: Una scelta sbagliata
        - Scritto da: krane
        - Scritto da: Pippo

        E' sempre sbagliato imporre l'uso di uno

        specifico formato, questioni come

        l'interoperabilità non dovrebbero essere
        regolate

        dalla legge.

        Per tutto il resto e' cosi: dal formato delle
        prese elettriche alla freguenza della corrente,
        all'accessibilita' delle apparecchiature di
        controllo e' tutto sotto norme; non vedo perche'
        per il software non dovrebbe essere
        altrettanto.quindi basta che una legge dica che si deve usare il formato .doc e siamo tutti d'accordo?GIYF
    • ondapi scrive:
      Re: Una scelta sbagliata
      esatto è sempre sbagliato imporredifatti favorendo un formato open non si impone nulla ma anzi si da la possibilità a tutti di avere maggiore accesibilitàimporre = avere un solo formato proprietariofinora MS grazie anche alla pirateria del pacchetto office ha facilmente diffuso il suoi formati, ma che non sono standard, anche se molto diffusi, l'Olanda e altri che stanno intraprendendo questa giusta strada sono almeno consapevoli del problemala legge deve garantire pari opportunità per tutti, probabilmente alcuni formati non le garantiscono allo stesso modovedi pdf che anch'esso è proprietario, però riesco a visualizzare e a creare documenti in questo formato da applicazioni diverse e sistemi operativi diversial contrario del .docx non riesco neppure a visualizzarlo con una versione di office precedente regolarmente licenziatanon abbiamo alcun problema ad usare windows od office, e li uso entrambi, ma da libero cittadino mi piace sapere che ho altre possibilità di sceltaquesta è libertà
      • Pippo scrive:
        Re: Una scelta sbagliata
        - Scritto da: ondapi
        esatto è sempre sbagliato imporre
        difatti favorendo un formato open non si impone
        nulla ma anzi si da la possibilità a tutti di
        avere maggiore
        accesibilitàL'accessibilità si può avere anche senza imporre uno specifico formato: ad esempio in questo modo verranno tagliati fuori i pdf (che comunque garantiscono l'interoperabilità pur non essendo open).
        imporre = avere un solo formato proprietarioSbagliato: imporre = un solo formato (proprietario o no)
        finora MS grazie anche alla pirateria del
        pacchetto office ha facilmente diffuso il suoi
        formati, ma che non sono standard, anche se molto
        diffusi,E' vero, non sono standard, neanche io li utilizzerei in una PA.Però di certo non andrei a imporre un solo formato, ma lascerei libera scelta sui formati standard (o comunque interoperabili).
        l'Olanda e altri che stanno
        intraprendendo questa giusta strada sono almeno
        consapevoli del
        problemaSì, imboccando però la strada sbagliata.
        la legge deve garantire pari opportunità per
        tutti, probabilmente alcuni formati non le
        garantiscono allo stesso
        modoPuò darsi, infatti ho detto che non utilizzerei mai formati non accessibili.
        vedi pdf che anch'esso è proprietario, però
        riesco a visualizzare e a creare documenti in
        questo formato da applicazioni diverse e sistemi
        operativi
        diversiCon la nuova legge non sarà più possibile utilizzarli.
        al contrario del .docx non riesco neppure a
        visualizzarlo con una versione di office
        precedente regolarmente
        licenziataNeppure i pdf 1.7 riesco a visualizzarli nelle versioni più vecchie di acrobat reader.
        non abbiamo alcun problema ad usare windows od
        office, e li uso entrambi, ma da libero cittadino
        mi piace sapere che ho altre possibilità di
        scelta
        questa è libertàIntanto la legge non si riferisce ai cittadini ma alle PA; inoltre sapere di poter utilizzare un solo formato (anche open) non è libertà.
    • Carlo Strozzi scrive:
      Re: Una scelta sbagliata
      - Scritto da: Pippo
      E' sempre sbagliato imporre l'uso di uno
      specifico formato, questioni come
      l'interoperabilità non dovrebbero essere regolate
      dalla
      legge.Il che è come dire che non servono i segnali stradali, perchè è sbagliato regolare il traffico per legge, e quindi "l'interoperabilità" fra chi viaggia in un senso e chi nell'altro dovrebbe essere lasciata solo alla discrezione di chi viaggia con il veicolo più grosso (e costoso).Nulla vieta a MS di implementare liberamente ODF nei propri prodotti e senza pagare un euro a nessuno, mentre i loro formati sono minati dai brevetti e quindi se qualcun altro li adotta deve pagare pegno. Il minimo che si possa fare (solo che purtroppo accade troppo di rado) è imporre regole sui formati. In alternativa bisognerebbe rendere nulli una volta per tutte i brevetti nel campo del software, dei formati e dei protocolli, cosa che non è ancora stata fatta con sufficiente chiarezza e quindi non vi sono alternative.
    • Diego scrive:
      Re: Una scelta sbagliata
      e' vero, facciamoci derubare e basta, se no continuiamo con i casini degli scorsi 20 anni.La questione viene regolata per LEGGE perche' troppe persone hanno voluto fare i PIRLA a danno (multimiliardario) di troppe amministrazioni pubbliche:ci si aspetterebbe che dove uno sporca poi pulisce, ma con la PA, sporca uno e pagano tutti per 20 anni.Benvenuta la legge.
  • TLH scrive:
    E usate ODF e smettetela
    Microsoft: c'è già ODF!! Perchè dovete fare un altro formato e imporlo alla società?Usate ODF se è vero che non volete sfruttare i formati per fare i soldi. Cosa? Ah, non è vero!
    • Lillo scrive:
      Re: E usate ODF e smettetela
      Si si mi strapiscio dalle risate quando leggo le minacce all'ecosistema e ai posti di lavoro dei programmatori Microsoft e Office, quando basta giusto un plugin di 100KB per salvare il loro business i loro posti di lavoro... (rotfl)
    • google is your friend scrive:
      Re: E usate ODF e smettetela
      - Scritto da: TLH
      Microsoft: c'è già ODF!! Perchè dovete fare un
      altro formato e imporlo alla
      società?
      Usate ODF se è vero che non volete sfruttare i
      formati per fare i soldi. Cosa? Ah, non è
      vero!e perché non OOXML? è aperto pure lui, più completo, più microsoft...
      • satore do scrive:
        Re: E usate ODF e smettetela

        e perché non OOXML? è aperto pure lui, piùnon è vero.è come dire che il codice di winz è disponibile. non è vero. è marketting, con due t.
        • Caio scrive:
          Re: E usate ODF e smettetela
          - Scritto da: satore do

          e perché non OOXML? è aperto pure lui, più

          non è vero.
          è come dire che il codice di winz è disponibile.
          non è vero. è marketting, con due
          t.Per forza, è un sistema operativo che non esiste!
Chiudi i commenti